Jump to content

Cantiere Di Costruzione Passo Passo Nave Scuola " Amerigo Vespucci " Scala 1:100 Hachette


pennabianca

Recommended Posts

Un saluto a tutti i comandanti a cui porgo i miei complimenti e i migliori auguri per la vostra realizzazione.

Se mi consentite un mio modesto parere condivido pienamente il pensiero di Marchetti...dopo tante perdite (leggasi fotoincisioni staccate a modelli finiti) dove posso le saldo (almeno fra i bordi di confine fra una e l'altra) e se devo usare una colla utilizzo l'attack gel (ancora meglio il Bostick Nexus che consente ancora più tempo per il posizionamento); sono colle cianoacrilate "elastiche" che consentono al metallo una leggerissima deformazione termica (per le escursioni casalinghe)...nessuna perdita con loro.

Valgono le considerazioni di Carmine per l'incollaggio...da considerare anche la carteggiatura con grana 1000 per la zona d'unione perchè a volte le fotoincisioni vengono protette con vernice trasparente (chi monta la Roma di Hachette lo sa bene).

Grazie e buon lavoro

Link to comment
Share on other sites

  • Replies 1.8k
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

Buongiorno comandanti tutti e specialmente agli amici Gianfranco e mastro penna. Andando a fare, con il plasticard, completamente le pareti della tuga centrale, mi sono accorto che quelle del lato di sinistra proposte da Amati mancano di qualche accessorio ed in più, hanno l'oblo posizionato più arretrato rispetto alla posizione della nave originale. Carico delle foto dimostrative della parete in questione e delle foto originali della nave:

DSCF1227.jpg
free image upload

DSCF1232.jpg
host image

DSCF1229.jpg
host immagini

DSCF1239.jpg
caricare immagini

g_10946_1.jpg
host immagini

g_10716.jpg
upload

g_17120.jpg
invia immagini

 

La prima foto mostra la parete liscia con il foro dell'oblò nella posizione di amati, l'apertura quadrata nella parete che c'è dopo mostra la posizione dell'oblò corretta. La seconda, terza e quarta invece mostrano la parete realizzata con il plasticard poggiata su quella di legno ed i vari particolari. Le ultime tre invece mostrano la parete di sinistra in questione della nave originale.

Per quanto riguarda i materiali, per gli areatori ed il copricavi, ho realizzato dei mascherini, per le griglie di areazione, dopo vari tentativi sono riuscito ad inventari qualcosa con materiali che si riescono a trovare facilmente; per chi fosse interessato ad aggiungere queste parti, più avanti posterò delle immagini per la realizzazione delle griglie con le relative spiegazioni. Per il resto, aspetto il commento del caro comandante frapit79 ch,e dall'alto della sua esperienza di imbarco sulla nave vera, ci saprà dire se la parete in questione è sempre stata così.

 

Un saluto carissimo a tutti.

 

Gianele

Edited by gianele
Link to comment
Share on other sites

Carissimo Gianele buona giornata.
Direi che hai fatto un lavoro coi fiocchi, complimenti, lavoro eccezionale e tanto di cappello.
Questa è una battuta:<gli fai anche i bidoni della spazzatura? he he he> :biggrin::biggrin::biggrin::laugh::laugh:

 

Ciao carissimo complimenti ancora.

 

Pennabianca.

Edited by pennabianca
Link to comment
Share on other sites

Rieccomi, comandanti buon sabato.

Questa mattina ho trovato in edicola il fascicolo n° 47 con mia sorpresa, meglio così, ora vi posto la composizione del fascicolo.

 

USCITA 47

 

Lastra fotoincisa

con le sezioni della murata di sinistra.

 

RlVorg.jpg

 

YcNvni.jpg

 

VlvI6c.jpg

 

42fFlU.jpg

 

lJc6pv.jpg

 

xHbXNp.jpg

 

Carissimi ecco fatto.

Come di consueto non appena sarà possibile posterò le foto del lavoro svolto.

 

Buon lavoro e buona domenica.

 

Pennabianca.

Link to comment
Share on other sites

Buongiorno comandanti tutti e specialmente agli amici Gianfranco e mastro penna. Andando a fare, con il plasticard, completamente le pareti della tuga centrale, mi sono accorto che quelle del lato di sinistra proposte da Amati mancano di qualche accessorio ed in più, hanno l'oblo posizionato più arretrato rispetto alla posizione della nave originale. Carico delle foto dimostrative della parete in questione e delle foto originali della nave:

DSCF1227.jpg

free image upload

DSCF1232.jpg

host image

DSCF1229.jpg

host immagini

DSCF1239.jpg

caricare immagini

g_10946_1.jpg

host immagini

g_10716.jpg

upload

g_17120.jpg

invia immagini

 

La prima foto mostra la parete liscia con il foro dell'oblò nella posizione di amati, l'apertura quadrata nella parete che c'è dopo mostra la posizione dell'oblò corretta. La seconda, terza e quarta invece mostrano la parete realizzata con il plasticard poggiata su quella di legno ed i vari particolari. Le ultime tre invece mostrano la parete di sinistra in questione della nave originale.

Per quanto riguarda i materiali, per gli areatori ed il copricavi, ho realizzato dei mascherini, per le griglie di areazione, dopo vari tentativi sono riuscito ad inventari qualcosa con materiali che si riescono a trovare facilmente; per chi fosse interessato ad aggiungere queste parti, più avanti posterò delle immagini per la realizzazione delle griglie con le relative spiegazioni. Per il resto, aspetto il commento del caro comandante frapit79 ch,e dall'alto della sua esperienza di imbarco sulla nave vera, ci saprà dire se la parete in questione è sempre stata così.

 

Un saluto carissimo a tutti.

 

Gianele

 

 

 

 

 

 

 

buonasera a tutti....

rispondo alla domanda riferitami da Gianele..

in effetti noto che la amati ha inserito nella fotoincisione solo un oblo', se a questo ti riferisci, e ha "sorvolato" sul primo che è vicinissimo al portellone della cucina.....in effetti non so se uno dei due è stato aggiunto in un secondo momento, anche se mi sembra difficile dato che si parla di esterno....(di solito le modifiche, fattibili, si fanno all'interno).

un saluto a tutti alla prossima.

Link to comment
Share on other sites

Una buona domenica a tutti.

Continuiamo ha ricevere i pezzi centellinati per il montaggio in più, mi sono accorto che l'ultimo pezzo arrivato con il fasc.46 che sarebbe la fascia che andrà sulla curvatura di prua, non corrisponde minimamente e credo che mi darà molto da fare per poterla adattare al meglio. Spero sia un errore di stampaggio da parte dell'Amati e non si tratti di un mio errore di fondo in quanto per poterla adattare dovrei dividerla in più parti per farla corrispondere perfettamente. Vedremo nei prossimi mesi quello che si prospetterà.
Nel frattempo sempre in auto costruzione ho fatto i 4 scaladroni cioe i 2 di prua e i 2 di poppa, e la rastrelliera porta fucili. Credo di avere ottenuto un buon risultato, sicuramente tutti questi pezzi saranno forniti e saranno molto più precisi, almeno impegno il mio tempo in modo costruttivo in più tengo in allenamento la mia manualità.

 

DSC06978.jpg

DSC06979.jpg

DSC06982.jpg

DSC06985.jpg


Un affettuoso saluto a tutti i Comandanti e alla prossima.

Link to comment
Share on other sites

Buongiorno comandanti tutti ed in particolare agli amici Gianfranco e Mastro Penna.

Gianfranco, cosa dirti?! Realizzi sempre dei magnifici lavori, complimenti! Mastro Penna, dopo passo a trovarti nella tua nuova impresa cantieristica. Caro frapit79, ti ringrazio per aver risposto alla domanda da me fatta; penso che sei l'unica persona al momento che possa dirimere la questione su quale è l'epoca di ambientazione della nave proposta da Amati; anche se sei stato imbarcato per soli 6 anni degli 80 anni di vita della nave in questione, hai di sicuro maggiori informazioni rispetto a noi. Ricollegandomi all'ultima questione, devo far presente un'altra inesattezza delle pareti proposte da Amati riscontrata nella costruzione della parete dove è presente la centralina antincendio della tuga centrale:

DSCF1251.jpg

host image

DSCF1253.jpg

invia immagini

DSCF1250.jpg

url immagine

g_10478.jpg

url immagine.

Come vedete, manca un'oblò sulla parete. Non sto sputando sul modello di Amati, anche perché, confrontandolo con tutti quelli in commercio, è l'unico che è conforme, rapporto in scala, ai disegni costruttivi della nave vera, e poi, anche i particolari, per quello che ho visto dalle foto postate qua sopra, sono ben realizzati.

 

Buona giornata a tutti.

 

Gianele

Link to comment
Share on other sites

Comandanti buona giornata e ben trovati.

Un caro saluto ai comandanti Roccowilli e Gianele e complimentarmi con loro per il lavoro eccellente che hanno svolto di propria iniziativa complimenti veramente di cuore.

Posto una immagine del lavoro eseguito con l'uscita 47 e l'aggiunta degli oblò indicatami da Gianfranco e da Gianluca, lavoro semplicissimo. Per costruire gli oblò niente di più facile: Colorare di nero un pezzo di nastrocarta aspettare l'asciugatura e fustellare gli oblò come ho fatto io con la pinza a fustella per fare i fori alle cinture di quoio, niente di più facile, (suggerimento di Gianfranco), eccovi le foto.

 

t20ErC.jpg

 

Id20zD.jpg

 

6gvXBK.jpg

 

yEJjOx.jpg

 

YrKA6J.jpg

 

Su questo pezzo di fotoincisione quando sarà da montare ci sarà da fare un lungo discorso per farla combaciare al coronamento della prua, per ora io l'ho adattata al meglio.

Per il resto nessun problema.

 

Comandanti buona giornata e buon lavoro.

 

Pennabianca.

Edited by pennabianca
Link to comment
Share on other sites

Comandanti tutti buona giornata.

Un caro saluto agli amici Gianfranco e Roberto; Il mio intervento è per manifestargli la mia piena ammirazione sui lavori fatti e nel porre rimedio a qualsiasi inconveniente.. per chi non avesse ancora montato le fotoincisioni della tuga, ho fatto una fotocopia della parete autocostruita, di modo che se si volessero realizzare gli aereatori e le griglie di areazione, si ha una base di partenza per le misure, tanto,con il metodo Roccowilli-Pennabianca, neanche c'è bisogno di forare la parete per realizzare l'oblò..

 

Buona serata a tutti

 

Gianele

Link to comment
Share on other sites

Ciao Gianele buona giornata e grazie per gli apprezzamenti.

 

Carissimi oggi è arrivata in edicola l'uscita n° 48 eccovi la scansione di essa:

 

USCITA 48

 

Lastra fotoincisa

con le sezioni della murata di sinistra.

 

5livIo.jpg

 

Lop42h.jpg

 

MAy646.jpg

 

a2rt3T.jpg

 

Carissimo comandanti ecco fatto, come di consueto appena avrò terminato il (lavoro) posterò alcune foto.

 

Buona giornata a tutti e buon lavoro.

 

Pennabianca

Link to comment
Share on other sites

Comandanti rieccomi con il (lavoro) svolto, nulla di particolare se non quello di "ACCORCIARE A SUO TEMPO" dove si potrà, le fotoincisioni, perchè nella foto evidenziata con l'elisse rossa, lì si sormontano, quindi occhio prima di incollare, ma credo che quando ci diranno di incollarle ci verrà spiegato cosa fare, eccovi alcune foto.

Nu9WFu.jpg

ea1cLA.jpg

xYZYiw.jpg

RBFx6C.jpg

fmsYxa.jpg

Carissimi ecco fatto come dicevo nulla i particolare.

Buon fine settimana e buon lavoro.

Pennabianca.

Edited by pennabianca
Link to comment
Share on other sites

Buonasera comandanti,

nell'attesa dei fascicoli 47/48 vi comunico che preso dalla curiosità in merito a come incollare le fotoincisioni, ho chiamato l'Amati mercoledi al servizio clienti.

Il Tecnico mi ha informato che ci faranno adottare colla cianoacrilica.

A presto.

Link to comment
Share on other sites

Salve a tutti i comandanti .

 

:smiley04::smiley04: Non riesco in alcun modo a far combaciare la fotoincisione della prua ,,,,,,,ho carteggiato ,fatto dime di cartone ,ma non né vengo a capo ........come soluzione vorrei fare dei tagli per montarla ,,,ma questa soluzione la vorrei tener da conto per ultima.....Avete consigli da darmi............

 

Ciao a tutti e buon vento Carmine.

 

Ps. Quindi fotoincisioni piu' lunghe per farle combaciare e ciano per incollarle.....mi sembra la cosa piu' Logica,,, sto provando su alcuni pezzi di scarto la colla bicomponente (puzza , tre minuti per mescolarla , si deve tener fermo il pezzo per molto tempo prima che non si muova ,si deve pulire vaschetta e bastoncino prima di riporli ( usato diluente nitro). Se tiene meglio della ciano OK altrimenti e solo d'impiccio.........

 

Ho usato Pattex Power Epoxy Saldatutto Mix 5min

 

Adesivo epossidico bicomponente trasparente.

CAMPI DI IMPIEGO

Adatto per incollare porcellana, vetro,

ceramica, metallo, pietra, legno e diverse

materie plastiche (escluso PE,PP,PTFE)

Ottimo potere riempitivo.

MODALITA’ D’USO

Le confezioni di Pattex Saldatutto contengono una vaschetta nella quale si miscelano accuratamente, con la spatolina in dotazione, una parte di resina con un’eguale parte di indurente. La miscela resina/indurente a temperatura ambiente deve essere utilizzata al massimo entro 3 minuti. Applicare l’adesivo su una o su entrambe le superfici da incollare (eventualmente carteggiare). Per superfici

ruvide o porose è meglio stendere uno strato di adesivo su entrambe le parti. Dopo l’applicazione, unire saldamente le parti mantenendole in posizione per circa 5-10 minuti. L’incollaggio può essere maneggiato

dopo 15 minuti circa. Utilizzare il tappo “salvafreschezza” posizionato tra i due stantuffi gialli della siringa, per richiudere la confezione

NOTE

Gli incollaggi effettuati con Pattex Saldatutto

resistono a temperature comprese tra –20°C

e +80°C ed ai lavaggi (acqua calda, alcali

benzina e idrocarburi alifatici, in contatto

discontinuo, olii e grassi).

Non ingiallisce nel tempo.

Materie prime: Componente A: resina epossidica.

Componente B: polimercaptano.

Peso specifico: Componente A: 1.17 g/mI.

Componente B: 1.15 g/ml

Tempo aperto: 3 minuti ca (a 23°C).

Tempo di presa iniziale: 15-30 min. a seconda della temperatura

Tempo di indurimento finale: 24-48 ore ca.

Link to comment
Share on other sites

Carissimi comandanti buon sabato e ben trovati.

Un saluto al comandante Frapit79. Il lavoro che stai eseguendo della listellatura lascia un po' a desiderare, scusami se te lo dico ma il forum serve anche a questo, i listelli non sono posati bene tutti quei gradini tra listello e listello non dovrebbero esserci, non capisco io, Roccovilli ed altri comandanti abbiamo spiegato benissimo il lavoro da fare e come incollarli alle ordinate e uno all'altro, va nelle prime pagine e controlla bene le spiegazioni date, per il resto mi sembra tutto ok.

Ora parliamo della fotoincisione del frontalino di prua. Carmine tutto quello che tu hai spiegato e non trovi l'H per far combaciare la fotoincisione, una cosa è certa, l'inclinazione data non è quella giusta, anche io ho trovato difficoltà ma scartavetrando e riprovando la mia posa non è male, quindi l'unico sistema che forse, dico forse adotterò anche ioè quella di tagliarla in tre pezzi, però tutto questo si vedrà all'atto della posa se sarà necessario.

Ora veniamo alla colla. Io vi posto tre tipi di colla che si potrà usare:

 

1) NEXUS della bostik Colla cianoacrilica in gel ottima, prima che indurisca si fa a tempo a posizionare il pezzo al meglio.

 

2) Colla a contatto della PATTEX trasparente tipo mastice, si applica sulle due superfici si aspetta che non appiccichi e poi ci si preme il pezzo sopra, questo quando è posizionato non lo sposti più.

 

3) Colla epossidica bicomponente sempre della PATTEX ci sono due tipi di confezioni, una in tubetti e una con siringhe, eguali entrambe stesso materiale cambia solo la confezione, questa secca in 5 minuti.

 

Ora io farò delle prove sia con la NEXUS che con quella a contatto, tutte e due ottime, ma è facile che opterò per quella a contatto, vedremo, eccovi le foto delle confezioni.

 

SVS7jP.jpg

Cianoacrilica in gel.

 

VUqPA3.jpg

Colla a contatto

 

VinwMG.jpg

Epossidica

 

PdXJr8.jpg

Epossidica.

 

Carissimi questo è quello che penso io sulle colle, poi ogni uno farà come meglio crede, io ho dato solo un parere.

 

Comandanti ancora un caro saluto e buon lavoro da

 

Pennabianca

Edited by pennabianca
Link to comment
Share on other sites

Ciao Roberto,

 

Mi fa piacere che ti interessi alle colle...il tuo parere mi sarà Utilissimo ,quello che posso dire e che dopo aver incollato con ciano e bicomponente..... .Diciamo :mellow: che la ciano ha tenuto di piu' ma di entrambe non e che sono rimasto entusiasta ........sarà la diversità dei materiali.....maa!!??

 

@ Frapit ,,,,il lavoro che stai eseguendo e molto importante per il risultato finale, quindi non pensare allo stucco come rimedio ma ricontrolla la rastrematura delle ordinate poggiando sopra un listello come riferimento e correggendo eventuali avvallamenti o mancaze puoi usare anche dei chiodini per la posa , poi alla fine carta vetro e stucco rifiniranno il lavoro ,, poi se guardi attentamente le foto del lavoro di penna....ti sarà più facile proseguire con la sua guida.

 

Un risaluto a tutti i comandanti Carmine.

Link to comment
Share on other sites

Ciao frapit, per esperienza diretta non posso che essere d'accordo con carminee: cerca di fare del tuo meglio per far si che i listelli poggino bene sulle ossature e che non ci siano avvallamenti o, peggio, angoli dovuti a un angolo di quartabuono non ottimale. Io ho cominciato male e, confrontandomi con pennabianca, ho rifatto quello che avevo posato, rastremando meglio gli angoli e incollando tutto.

Poi, per essere sincero, lo stucco per legno l'ho usato comunque per rendere lo scafo liscio e regolar,e pronto per le fotoincisioni.

 

Dopo la discussione sulla colla, torno sulla colorazione. Ho tutte le fotoincisioni per il ponte ma mi trovo in difficoltà perché, usando le bombolette come suggerito nei post precedenti, non è facile colorare i particolari (es.: le lame delle asce sui crest, ...). Voi tutti avete usato solo le bombolette e nastro di carta o avete impiegato altri sistemi che, magari, mi sono sfuggiti?

Link to comment
Share on other sites

Ciao Frapit. Per la listellatura si deve avere l'accortezza che tutto il fasciame posa in piano sull'ordinata sottostante, purtroppo capita spesso che nella carteggiatura sulle ordinate succede che al passaggio della cartra vetro ci sono punti che vengono spianati di più e altri punti spianati meno, quindi quando si va ad appoggiare il primo listello di copertura e si incolla il successivo listello sottostante che dovrebbe combaciare perfettamente questo non avviene per quanto scritto sopra. Quindi succede che nell'allineamento su un ordinata combacia perfettamente nell'altra successiva il listello o rientra o fuoriesce creando quei fastidiosi gradini. Se la differenza e meno di un millimetro si puo correggere con la carteggiatura, ma se è superiore, bisogna spessorare il punto in questione mettendo tra l'ordinata e il listello uno spessorino adeguato quando questa tenta a rientrare, ma se sporge, bisogna intervenire levigando l'ordinata in cui si andrà ad appoggiare,questo dovrà essere fatto su ogni singolo listello che si andrà collocare. Ti suggerisco di levigare ha pari ogni 4 corsi di fasciame montato così potrai renderti conto con il montaggio degli altri listelli dello spessore che fuoriesce con i listelli già levigati.Alla fine della posa del fasciame si controlla tutto lo scafo e dove si dovrebbe creare la necessità di correzione si potrebbe usare lo stucco oppure un listello adeguato incollato solo nella parte in questione.

 

*******************************************************

 

Ciao carmine, purtroppo è capitato anche a me la fotoincisione di prua che non corrisponde minimamente. Ho fatto il tuo stesso lavoro ma la soluzione ottimale che ho trovato è stato quello di dividere in tre pezzi la fotoincisione per poterla fare combaciare con la parete sottostante al ponte di prua. Ma..... secondo una mia opinione quel dorso di mulo sulla fotoincisione non doveva esserci, bastava che il pezzo fosse stato stampato dritto così facendo non vi era nessun problema per poterlo adattare.

 

*****************************************************

 

Per il fattore colla, era scontato che si doveva usare il cianoacrilato, ma concordo con Roberto per la colla a contatto sulle parti piatte mentre sulle bombature dove la fotoincisione crea una leggera tensione credo che la ciano oppure la bicomponente faccia più presa.

 

***************************************************

 

Ciao Sersevel. Le fotoincisioni delle pareti si dovranno verniciare bianche e lo zoccoletto nero.Per lo zoccoletto vernicia di nero una striscia di nastro carta quando è perfettamente asciutto tagli i 3/mm che servono per ricoprire lo zoccolo e applichi la striscia, per ultimo spruzza una mano leggera di trasparente opaca su tutti pezzi in modo tale che la striscia nera non si stacchi più. Mentre per gli scudi e gli altri pezzi ti dovrai armare di pennellino con punta fine e pitturare a mano tutti componenti.

 

Un caro saluto a tutti e scusate si mi sono divulgato a scrivere.

 

roccowilli.

Link to comment
Share on other sites

Comandanti buona serata.
Cosa devo dire? Tutte spiegazioni perfette, concordo su quanto è stato scritto e detto.
Grazie colleghi per aver contribuito con le vostre risposte al buon funzionamento di questo Forum.
Buona domenica a tutti e buon lavoro.

Pennabianca.

Edited by pennabianca
Link to comment
Share on other sites

Buongiorno Comandanti tutti e buona domenica,

Andando a realizzare i soliti pezzi in solitaria, ed andando a vedere le varie bestemmie lanciate da chi aveva perso i faretti proposti nel fascicolo 36,mi sono dilettato a realizzare questo accessorio con materiali reperibili facilmente; il vantaggio di questi è che la lampada è trasparente e non ha bisogno di essere colorata. Di seguito posto le foto con tutti i passi per realizzarli:

DSCF1255.jpg
1) Prendete un pezzo di plastica trasparente usata come telaio per i tettucci delle scatole di montaggio degli aerei; se non li avete o mai fatti, chiedete ad amici modellisti oppure a dei negozi di modellismo se riescono a procurarveli.
DSCF1256.jpg
2) Scaldate la plastica per qualche istante, fin quando non si deforma.
DSCF1257.jpg
3) Appena vedete la plastica deformarsi, e non bruciare, spegnete immediatamente l'accendino e allungate i due capi.
DSCF1265.jpg
4) Cercate di creare una sezione di poco superiore al millimetro, questa operazione la dovrete fare ad occhio, la plastica raffredda ed indurisce immediatamente. Appena creata questa sezione, date una passata di carta abrasiva per pulire il pezzo e tagliate un capo della plastica originale.
DSCF1266.jpg
5) Arrotondate l'estremità con una limetta o carta abrasiva.
DSCF1268.jpg
6) Adesso prendete una fustella per fare i buchi alle cinte, usate il foro più piccolo o quello che si avvicina di più ai due millimetri e tagliateci un pezzo di plasticard da 0,5mm.
DSCF1275.jpg
7) Con il pezzo di plasticard inserito ancora nella fustella, effettuate un foro centralmente allo stesso dischetto e poi coloratelo di nero opaco.
DSCF1278.jpg
8) Mentre asciuga la vernice, prendete un pezzo di telaio delle fotoincisioni date fino a questo momento, identificatene un pezzo lungo e che sia di poco superiore al millimetro di larghezza.
DSCF1281.jpg
9) Arrotondate l'estremità con una limetta.
DSCF1289.jpg
10) Una volta asciutta la vernice, estraete il discetto di plastica dalla fustella, ed inserite il pezzo di plastica trasparente per circa 2mm ed incollate in questa posizione.
DSCF1290.jpg
11) Piegate il pezzo di ottone a 90° e fate una prova tra i due pezzi. Effettuata la prova tagliate la parte eccedente di plastica trasparente ed incollate i due pezzi con colla cianoacrilica.
DSCF1292.jpg
12) Pezzo finito ed incollato.
DSCF1303.jpg
13) Pezzo verniciato.
DSCF1304.jpg
14) Riepilogo dei materiali utili alla realizzazione del pezzo.
Posso aggiungere soltanto che, mediamente per la realizzazione di ogni singolo faretto, ci vogliono meno di dieci minuti e che, dopo aver fatto il primo pezzo, per la realizzazione degli altri dovreste partire direttamente dal passo 4. Questo è tutti carissimi Comandanti e spero vi sia utile.
Saluti carissimi dalla squadra Gianele.
Link to comment
Share on other sites

Ciao carissimo Gianluca buona domenica e che te devo diiii? Ottimo lavoro veramente veloce e bellissima lampada e complimenti per l'esecuzione e aver diviso con i comandanti la tua brillantissima idea, niente da dire complimenti ancora.

:smiley19::smiley19::smiley19::smiley19:


Ciao buona serata e buon lavoro.

 

Pennabianca.

Link to comment
Share on other sites

Buonasera a tutti i comandanti e specialmente al mastro penna.

Grazie Roberto ma se sono già qua è per una errata corrige:

La lampada fuori dal dischetto di plastica deve fuoriuscire massimo per 1,5 mm e non di 2 mm come scritto nella spiegazione al passo 10.

 

Posto un'immagine della lampada originale

g_17174.jpg
Scusate ancora dell'errore e appena riesco a migliorarle posterò altre immagini.
Gianele
Link to comment
Share on other sites

Complimenti Gianluca, hai trovato un ottima soluzione per fare le lampade.La cosa mi intriga molto e se riesco ha trovare la plastica trasparente mi metterò all'opera per copiare quanto hai spiegato.

 

Un caro saluto

 

roccowilli.

Edited by roccowilli
Link to comment
Share on other sites

Buon giorno a tutti i comandanti.

 

Ho notato che, quando posto i miei interventi in determinate discussioni cercando di mettere ha disposizione di tutti la mia modesta esperienza cercando di spiegare e aiutare coloro che sono alla loro prima esperienza,puntualmente non ricevo nessuna risposta o un commento di quanto scritto.Questo mi fa pensare che i miei interventi siano poco utili e anche poco affidabili e pertanto non tenuti in considerazione.Quindi..... con mio rammarico mi limiterò ha postare solamente i miei stati di avanzamento cercando di dare un senso a quel che faccio e non interverrò più in altre discussioni. Certamente qualcuno dirà ce ne faremo una ragione in quanto tutti siamo utili, ma... nessuno è indispensabile, ed è giusto che sia così.

 

Continuo con il montaggio delle fotoincisioni, visto che ormai il coronamento di poppa è completo ho provveduto a verniciare le fotoincisioni, prima con una buona mano di primer e dopo ho spruzzato del giallo ocra. Per il montaggio ho iniziato dal dritto di poppa facendo combaciare perfettamente le due fotoincisioni, quindi ho provveduto al montaggio degli altri pezzi in modo tale dove ci fosse la necessita di accorciare andrebbe ha ricadere sulla prima fotoincisione che abbiamo ricevuto all'inizio della collezione.Per la colla ho usato il cianoacrilato sulle parti dove svolgono una leggera tensione, mentre sulle parti piane ho usato il millechiodi della pattex.

 

DSC07046.jpg

DSC07047.jpg

DSC07048.jpg


In più ho costruito di sana pianta i cassettoni porta cavi, questo solamente per passare il tempo. Sicuramente potevano venire meglio ma, mi accontento così. Li aggiugero agli altri pezzi fin'ora autocostruiti, chissa potrebbero venire utili quanto sarà il momento di confrontarli con quelli proposti.

DSC07025.jpg

DSC07026.jpg

DSC07027.jpg


Un saluto e alla prossima.

 

roccowilli.

Link to comment
Share on other sites

Bellissimo lavoro roccowilli, però sono perplesso: il tuo scafo dovrebbe essere più "in carne" per via della buona mano di stucco sopra il fasciame e, nonostante questo, le fotoincisioni ti risultano perfette, appena in tensione. Allora Amati le ha pensate abbondanti e chi ha lo scafo più "snello" dovrà tagliarle?

 

---

 

Ho notato che, quando posto i miei interventi in determinate discussioni cercando di mettere ha disposizione di tutti la mia modesta esperienza cercando di spiegare e aiutare coloro che sono alla loro prima esperienza,puntualmente non ricevo nessuna risposta o un commento di quanto scritto.Questo mi fa pensare che i miei interventi siano poco utili e anche poco affidabili e pertanto non tenuti in considerazione.Quindi..... con mio rammarico mi limiterò ha postare solamente i miei stati di avanzamento cercando di dare un senso a quel che faccio e non interverrò più in altre discussioni. Certamente qualcuno dirà ce ne faremo una ragione in quanto tutti siamo utili, ma... nessuno è indispensabile, ed è giusto che sia così.

 

Certamente sbagli e, detto sinceramente, trovo che non sia l'atteggiamento corretto. Non sto nemmeno a scorrere all'indietro tutte e 25 le pagine di discussione ma so per certo che il tuo lavoro e i tuoi consigli sono stati apprezzati. Il fatto che tu non trovi tanti commenti rivolti a te tipo "Bellissimo!" o "Grazie mille" è probabilmente dovuto ad una semplice osservanza della netiquette osservata in questo e altri forum e di cui ti riporto un estratto dalle CONDIZIONI D'USO del forum:

 

- Non postare Immondizia: Con il termine "immondizia" si intendono contenuti inutili che creano solo il fastidio di perdere tempo per leggerli. Prima di inviare un post rileggilo chiedendoti quanto questo post sia utile, quanto aggiunga alla discussione. Per chi legge un forum è estremamente fastidioso dover cercare le informazioni che gli servono in mezzo ad una marea di commenti banali o osservazioni vuote.

Sono da paragonarsi a spam ad esempio post contenenti frasi di meno 5 parole del tipo: "Sono d'accordo.", "Complimenti.", "E' vero.", "Succede anche a me.", "Interessante." Credo sia chiaro a tutti come 6 post di fila con questo tenore siano particolarmente irritanti da leggere e ed abbassino notevolmente il livello di contenuti del forum. Evita quindi di postare banalità ed evita post scritti di fretta dal contenuto che poco si discosti da 3 parole ed una faccina; è meglio non postare affatto che postare spazzatura che come unico effetto costringe chi legge a girare la rotellina dello scroll più rapidamente.

 

roccowilli, il tuo lavoro e i tuoi consigli parlano per te e ti descrivono come un elemento utilissimo e prezioso. So che non è dovuto ma fa piacere sentirselo dire e, credo, questo è uno di questi casi: continua così e grazie pubblicamente a nome mio e degli altri utenti per la condivisione di quello che fai :smiley19: Io personalmente ho seguito alcuni dei tuoi consigli, oltre a quelli di altri esperti come Pennabianca, e mi sto trovando molto bene.

Link to comment
Share on other sites

Un saluto a tutti i comandanti e specialmente agli amici Gianfranco e Roberto,

Gianfranco, da parte mia sai che hai stima ed ammirazione per i lavori "fatti in casa" che stai proponendo, poi, per i consigli generali di modellismo navale che dai assieme al mastro penna, siete fonti di ispirazione, e non nego, come non ho mai negato di averli seguiti spesso, data la mia poca esperienza con il legno.. Per il resto, non ti curare se arrivano o non arrivano commenti, anche nel caso mio, so che tu e Roberto avete stima delle 4 cavolate che faccio in più e questo mi basta, poi se qualcun'altro le troverà utili sono contento per lui.. In ogni caso magnifici cassoncini avvolgicavo, l'unica cosa, dovresti limare un pochetto le cornici di ottone per dargli minore profondità, mi è capitata la stessa cosa quando ho fatto il cassone di bastinaggio di dritta e l'ho dovuto limare direttamente sopra con il cassone già pitturato perché appariva troppo alta la cornice. Per il resto l'idea è eccellente e ben fatta.

Voglio solo dare delle piccole info sulle colle a questo punto per precedenti esperienze modellistiche:

- Attack e cianoacrilici vanno bene per plastica su plastica e plastica e ferri, per plastica e legno non tanto, asserzione fatta per modelli che ho di plastica ed attaccati più di 30 anni fa con la prima attack e che sono ancora la; stessa cosa non posso dire di certe casette fatte con legno ed altri materiali come plastica e ferro, la parte di giunzione tra legno e materiali eterogenei si è staccata dopo qualche anno e presentava una cristallizzazione sulla parte di plastica e sul legno non rimaneva traccia invece.

- Bicomponenti per modellismo sono buone per materiali eterogenei tipo plastica e legno o legno ed ottone, ne ho fatto largo uso con la Bismarck e sta ancora la, specialmente con pezzi pesanti come la prora e lo specchio di poppa o la gondola dell'elica centrale.

Questi sono consigli che vengono solo dall'esperienza o con metodi empirici, non è nessuna base scientifica.

 

Salutissimmi a tutti

 

Gianele

Link to comment
Share on other sites

Salve a tutti i comandanti

 

@ Gianfranco , ho letto il tuo pensiero su i tuoi interventi ed il fatto che non ricevi risposta .... ,

Ma tu spieghi cosi bene che almeno per me non so cosa chiederti ......a volte.

 

.E dire sempre"" bravo ,,complimenti "",,non fa altro che intasare il forum .

 

Tu mi sei sempre stato d'aiuto con le tue idee ,,lo sai benissimo .,per me ed altri ,quindi caro amico mio non ti rammaricare affatto per questo ......e si che proprio io ti posso capire benissimo col sovereing ho più di 28000 visualizzazioni e foto scaricate fino a 100 e passa download e gli unici commenti sono solo i nostri MA ricordi ciuchino cosa mi scrisse ;Gli unici che effettivamente sono in grado di criticare con competenza e dare buoni consigli, sono proprio quelli che tu definisci i soliti 4 gatti.

 

I tuoi interventi sono utilissimi quindi continua come il tuo solito e sappi che io, e sono certo anche gli altri utenti ,ti siamo Grati per quello che fai.

 

 

Tornando al modello

Vedo che hai già incollato e Verniciato le fotoincisioni ,non ti sembra prematuro???

Il colore mi piace tanto mi dici di quale si tratta ....

Hai fatto i cassettoni ,che come il resto ti sono venuti benissimo ,Ma perché ??!! Non sai Hachette come li fornirà ,,,se li fornirà che non rispettano scala ed il resto sono d' accordissimo a rifare un pezzo ......ma cosi e scusami se mi permetto di dirlo e meglio l'Autocostruzione e non i fascicoli settimanali .........so che non riesci a stare fermo ........la sez. della victory a che punto stà......

 

Un Saluto a tutti Carmine.

 

 

PS. A parte l'amico Gianfranco , Colgo l'Occasione e ringrazio anche gli altri utenti per quello che postano , indistintamente dal loro lavoro e grado di bravura ,per me il modellismo e passione e condivisione reciproca .

 

 

Link to comment
Share on other sites

Buongiorno comandati, innanzitutto grazie per le "pesciate" costruttive (in tutti i sensi).

Pennabianca non è un problema se tu e/o anche gli altri date suggerimenti o esprimete i vostri pareri

sul lavoro altrui....non sono permaloso, quindi se c'e' da dare qualche sgridatita sul lavoro e ben gradita, almeno da parte mia.

Adesso non mi resta che riposarmi un bel po' con l'avanzare dei lavori e dedicarmi maggiormente a questo fasciame benedetto.

Ancora grazie per tutto.

Link to comment
Share on other sites

Ciao Carmine-

 

Ti ringrazio per la stima che hai su quanto faccio, ma... il punto principale è sempre lo stesso. Qualcuno potrebbe pensare che quanto ho scritto nel post precedente che io pretenda complimenti o il mettermi in mostra, ma così non è. Non voglio assolutamente leggere frasi come bravo, complimenti o quant'altro quando posto i miei stati di avanzamento oppure quando cerco di spiegare dettagliatamente come fare o rimediare a qualche incongruenza, ma.....dovrebbe essere quello di potere interagire in determinate discussioni con l'intervento da parte di tutti. So e sappiamo benissimo che si parte in tanti con molto entusiasmo, dopo, lungo il percorso molti non intervengono più sicuramente per motivi validissimi. Il mio primo pensiero e desiderio e quello di vedere il forum attivo dove avere uno scambio continuo di opinioni, suggerimenti critiche, informazioni e sopratutto amicizia. Forse qualcuno pensa che siamo dei mostri di bravura e si limitano ad intervenire per paura di mettersi in mostra e il confronto possa creare dei pregiudizi, ma così non e ve lo posso assicurare. Dovremmo entrare nell'ottica che tutto quello che si propone e si esprima, serve solamente ha migliorare la qualità del lavoro che stiamo svolgendo su i nostri piccoli gioielli, che stiamo costruendo con passione e sacrificio soprattutto per coloro che hanno il tempo limitato sottraendolo anche nel contesto familiare. Chiudo questo mio piccolo sfogo personale esortando tutti ad una attiva partecipazione per contribuire al buon funzionamento del forum con i vostri graditi interventi.

 

Carmine tu mi dici se sia prematuro fare detrminate cose. Io vado nella logica che avendo una parte di materiale, e si può completare senza creare problemi, lo faccio senza pensarci due volte così non dovrò ritornare su quella parte. Il colore e <Acril color dell'Arexon Ral 2943 giallo cromo>.Per i cassettoni le misure sono in scala cioè 1,5cm di altezza x 1,2cm di larghezza sicuramente non sono in scala le cornici applicate che sono da 1/mm di larghezza e quest'ultimi fanno la differenza.Sicuramente l'Hachette tutti questi particolari li fornirà, ma io cerco per passare il tempo di anticipare i tempi, dopo valuterò il da fare.

 

 

Un caro e affettuoso saluto

 

roccowilli.

Link to comment
Share on other sites

Buonasera a tutti,

rispondendo a Roccowilli ti dico che i tuoi consigli (per me) sono stati sempre validi e molto utili.

Penso sia capitato anche a me non risponderti dopo un tuo consiglio,ma questo è accaduto solamente per paura di intasare il forum.

Forse in maniera sbagliata si pensa "vabbè è inutile adesso scrivere grazie,ecco il lavoro, ecc"

Ti assicuro che se avessimo un club e un posto dove incontrarci parecchi di noi ti darebbero mille soddisfazioni facendoti vedere i lavori eseguiti dopo i vari consigli ricevuti.

 

Detto questo,

tenetevi pronti a darmi qualche consiglio ;) perchè tra oggi e domani (causa febbre) andrò a prendere gli ultimi fascicoli in edicola e tenterò di far combaciare le fotoincisioni.

A Poppa sono in difficoltà figuriamoci a Prua ;)

A Presto

Link to comment
Share on other sites

Comandanti buona giornata, ciao carissimo Nelau auguri per una pronta guarigione.

Oggi ho ritirato il fascicolo n° 49 così composto:

 

USCITA 49

 

Lastra fotoincisa

con le sezioni della murata di sinistra.

 

YQK2xu.jpg

 

tDGnZC.jpg

 

EKTP7A.jpg

 

EKZdfx.jpg

 

Ecco fatto carissimi amici questo è tutto praticamente lavoro al massimo di una mezz'ora.

Non appena avrò terminato il posizionamento delle fotoincisioni posterò alcune foto.

 

Un caro saluto e buon lavoro da

 

Pennabianca.

Link to comment
Share on other sites

Eccomi comandanti con il lavoro, se così si può chiamare, il posizionamento delle due fotoincisioni sulla murata di sinistra, nulla di particolare, eccovi le foto.

 

Mpm2x7.jpg

 

iTfJRy.jpg

 

AxMKuT.jpg

 

kvxtx0.jpg

 

x1HyLd.jpg

 

Ecco fatto carissimi comandanti questo è il tutto.

 

Buon fine settimana, buon lavoro e alla prossima.

 

Pennabianca.

Link to comment
Share on other sites

Buongiorno comandanti tutti,

anche se rispetto ai miei due cari amici Gianfranco e Roberto viaggio un po' a rilento, posto qualche immagine sullo stato di avanzamento dei lavori, di modo che possano dare dei suggerimenti o spunti, per migliorare le pareti proposte da amati. Premetto che sono completamente auto-costruite e con quelle di amati condividono solo le dimensioni.

DSCF1306.jpg

free image hosting

DSCF1307.jpg

upload immagini gratis

DSCF1308.jpg

free image upload

DSCF1309.jpg

upload

DSCF1310.jpg

invia immagini

DSCF1313.jpg

hostare immagini

DSCF1314.jpg

image hosting

DSCF1315.jpg

caricare immagini

 

Buon fine settimana a tutti

 

La squadra Gianele

Link to comment
Share on other sites

Buonasera Comandanti,

vi posto le immagini fino l'uscita 46.

Come vedrete a Prua e Poppa mi occorrono i vs consigli in quanto sono un attimo in panne perchè le fotoincisioni non mi combaciano per nulla.

A poppa si crea il famoso "vuoto" e a Prua un disastro.

Ripeto non avendo mai avuto a che fare con le fotoincisioni non saprei proprio come fare.

Mi farebbe comodo una vs foto di prua e poppa dall'alto.

Grazie

Edited by Nelau
Link to comment
Share on other sites

Buonasera-buonanotte a tutti i comandanti. Ciao Nelau, ancora non sto affrontando la tua problematica ma, a prima viste delle foto ti posso dare dei suggerimenti come di seguito:

- Se ti preoccupi dello scalino che fanno le fotoincisioni a poppa ed a prua con il tavolato, non ti preoccupare che è normale; come vedi nelle foto postate qua sotto quello scalino deve essere riempito da una cornice di legno che a poppa ed a prora aumenta di altezza, lungo tutta la nave invece è meno alta.

IMG_1790.jpg
g_184.jpg
IMG_1766.jpg
- Per quanto riguarda far combaciare scafo e fotoincisione, mi dispiace dirti che a prima vista lo scafo dovrebbe essere un pò rivisto; sembra troppo scavato a poppa ed irregolare, dalle foto sembra come arrotondato sull'apice dello specchio di poppa.. Se hai un negozio di modellismo nelle vicinanze ti consiglio di trovare dei fogli di balsa, sono duttili e ti possono servire per riempire gli spazi, oppure delllo stucco per legno.
Questo è solo un consiglio a prima vista, come ti ho detto non ho ancora ricevuto nessuna delle fotoincisioni in questione ed è solo un consiglio ad occhio.
Saluti
Gianele
Link to comment
Share on other sites

Comandanti buona giornata e ben trovati.

Ciao carissimo Gianele ottima spiegazione la tua sul lavoro di Nelau concordo su tutto quanto hai specificato, Nelau non va assolutamente bene la rifinitura sia della poppa che quella della prua.

Se vai alla pagina n° 21 post n° 605 li vedrai come sono state rifinite la poppa e la prua, controlla anche i post più avanti e troverai quelli di Roccowilli e ti renderai conto dell'errore che hai fatto. Fa come ti ha suggerito Gianele, balsa e rifai quei punti che io ti ho cerchiato nelle tre foto che ti posto, devono terninare a spigolo e non arrotondati verso l'alto.

Se poi rimarrà una leggera fessura, la falchetta o capo di banda che dir si voglia, la coprirà.

 

9VO1AD.jpg

 

2lZaHj.jpg

 

cxqOyy.jpg

 

Ciao carissimo Nelau e buon lavoro.

 

Pennabianca.

Edited by pennabianca
Link to comment
Share on other sites

Intervengo riguardo le perplessità di Nelau e successiva risposta di gianele sulle fotoincisioni che lasciano un po' di spazio nella parte superiore: gianele risponde che potrebbe essere lo spazio per i cornicioni, ma non vi pare un po' forzata? Voglio dire, Amati ha poi pensato di infilare qualcosa a mo' di cuneo con sopra i cornicioni oppure dovremmo riempire quello spazio, magari con stucco?

Link to comment
Share on other sites

Buongiorno Comandanti tutti, in particolar modo agli amici Gianfranco, con cui mi sono già consultato telefonicamente, e Mastro Penna, poi a Nelau e serservel.

Avendo ricevuto questa mattina il fascicolo 49, visto che ero fermo al 18, quindi adesso posso anche iniziare a parlare la vostra lingua, posso esprimere meglio un giudizio, dato dalla struttura che è uguale (ordinate ponti etc etc) e dalle fotoincisioni in questione. Rispondendo a Serservel, Amati ha previsto l'inserimento del capodibanda (fascione di legno) tra tavolato e murata, si può riscontrare tranquillamente sul pieghevole allegato con il primo fascicolo, dove è presente un immagine dal lato di sinistra del modello finito e dalla cornicetta presente sul tavolato di circa 3mm, almeno per quello che mi ha detto l'amico Gianfranco. C'è da dire un'altra cosa sul modello proposto nel pieghevole, Una cosa che mi salta all'occhio è che le fotoincisioni sono state ritoccate in corso d'opera, se osservate bene, l'accesso allo scalandrone è aperto mentre quello della fotoincisione allegata con il fascicolo 49 è unito alla murata. Altra cosa che balza all'occhio, almeno a me, e confrontandolo anche con le foto della nave vera, è che l'insellatura di prora è molto più accentuata rispetto a quella della struttura dello scafo, e se si vedono anche le foto originali della nave, sembrerebbero combaciare con quelle del modello finito.

Potrebbe essere che, manchi uno o due millimetri al ponte, sulla prora per avere l'inclinazione giusta..

Queste solno solo supposizioni che, almeno dalla mia parte, potrò definitivamente accertare con l'arrivo del fascicolo 50; in ogni caso, per chi non avesse ancora montato il tavolato del ponte di castello, il gioco è semplice, montare a secco le fotoincisioni e controllare che lo spazio tra tavolato e murata sia tra i 0,5 e 1mm fino alle ancore, e che dalle ancore alla prora estrema sia tra i 1,5 e 2mm, anche perche, dalle ancore alla prora il capo di banda raddoppia in altezza come mostrato dalle foto precedentemente pubblicate. Se non si ha questa differenza, specialmente se risulta essere di 3mm o superiore, dovete mettere uno spessore che vi faccia innalzare il tavolato, la balsa potrebbe essere un buon sistema.

Per chi ha già incollato l tavolato e non ha ancora limato le fotoincisioni, consiglio di vedere se è possibile staccare il tavolato ed inserire uno spessore per raggiungere l'inclinazione dell'insellatura giusta che dia massimo 2mm (1,5 sarebbe meglio) di altezza tra tavolato e murata.

Per chi avesse già limato o adattato la fotoincisione del nr. 46,mi dispiace ma per il momento ho finito le .

Per chi avesse già limato le fotoincisioni, c'è da dire che non ha commesso uno sbaglio, ha adattato solo il materiale che gli hanno mandato.

Chiudo postando qualche foto della nave per maggiore chiarezza e del disegno della nave.

PROG_SECONDA_NAVE_Lug_1929.png
1)Confrontate l'isellatura con quella della struttura del modello
110.jpg
2) da altra angolazione
10610.jpg
3) altezza del capo di banda dal banco di quarto di dritta (orientativamente verso prora quasi all'altezza della timoneria)
g_10404_1.jpg
4) maggiore dettaglio sulla larghezza del capo di banda a prora
g_10408.jpg
5) maggiore dettaglio sulla prora
Comunque, queste sono solo indicazioni con i pochi dati oggettivi che ho, se aspettate l'uscita nr. 50 potrò essere più esaustivo.
Salutissimi
Gianele
Link to comment
Share on other sites

Ho avuto modo di sentire Pennabianca riguardo il capo di banda (o frisata) e mi è stato spiegato come le fotoincisioni in ogni caso debbano ben unirsi e combaciare con le murate, facendo si che il bordo dei ponti arrivi ad unirsi alla verticale delle stesse fotoincisioni tant'è che i più esperti avevano consigliato, e lo ribadisco, di tagliar le prestampate dei ponti di coperta (i pavimenti dove sono simulate le assi dei pavimenti) in modo abbondante, così che la scartavetrata dopo l'incollaggio aiutasse a farle combaciare con le fotoincisioni.

 

Il capo di banda sarà sicuramente un pezzo da incollare sopra a parte, e questo permetterà di coprire eventuali fessure ma non consentirà di mascherare spazi troppo ampi.

 

Nelau, come avevo scritto qualche post fa mi sono trovato a dover rifare parte della copertura dello scafo perché avevo mal preparato lo scafo (leggi angolo di quartabuono e ammorbidimento in generale degli angoli) causando avvallamenti e bozzi. Dopo aver terminato lo scafo c'erano ancora imperfezioni ma le ho corrette (diciamo al 95%) con una mano di stucco tirata con un tampone: il risultato è uno scafo liscio, che si presta molto meglio ad un incollaggio uniforme delle fotoincisioni che andrò a applicare.

Link to comment
Share on other sites

Buonasera Comandanti tutti!!!

Ciao Nelau, nel rivedere meglio le tue ultime foto, mi sono accorto di un'altra parte da migliorare della struttura di prora per farla combaciare con la fotoincisione.. e sinceramente, se non fosse capitato a te, ci sarei cascato tranquillamente io con lo stesso errore..

Ti posto la foto con le dovute spiegazioni:

Copia_di_DSCF1296.jpg
Allora, come detto nel mio precedente post, secondo me l'altezza della fotoincisione è giusta mentre quella del tavolato è bassa, sicuramente è una affermazione opinabile anche perché non ho nessun dato oggettivo in mano, quindi se vuoi innalzare il tavolato è una tua decisione, però, un dato oggettivo e riscontrabile che fa pensare in merito alla lunghezza della fotoincisione sia giusta è che, se osservi bene il cerchio in rosso, ci sono due piccole sbarrette all'interno del cerchio, che ti possono aiutare a tracciare una linea di mezzeria. Se conti bene, ci sono 8 segmenti di tavolato tra quelle all'interno del cerchio, e la tua fotoincisione termina sul quinto.. orientativamente 1,5 mm più lunga dalla mezzeria.. Se vai invece a vedere il cerchio giallo, ti mostra che non hai la stessa larghezza (segmento arancio) di capo di banda(all'incirca dovrebbe essere largo 3mm) rispetto a quella espressa nel cerchio rosso). Per quel poco di geometria che mi ricordo, se cambi il raggio, cambia anche l'arco di cerchio espresso, pur rimanendo costante l'angolo, adesso, per far combaciare la fotoincisione con la mezzeria della nave, ti conviene applicare degli spessori per far rimanere costante la larghezza del capo di banda a 3 mm.
Spero di esser stato esaustivo e se ci sono problemi non farti scrupolo a contattarmi..
Gianele
Link to comment
Share on other sites

Buonasera a tutti i comandanti e Vi ringrazio di aver preso a cuore la mia situazione.

Al dir il vero son abbastanza/molto confuso.

Questa sera ho ripreso lo scafo e tolto le fotoincisioni e mi sono studiato per come poter ritoccare i punti segnati.

Purtroppo non ho negozi di modellismo nelle vicinanze e ho a disposizione lo stucco per legno.

Per ora mi sono limitato a passare lo stucco per riempire quelle sbavature segnalate che effettivamente potevano dare fastidio.



Rispondendo a Pennabiana e Gianele sull'artondamento della Prua e Poppa sinceramnete non mi è chiaro come poter usare lo stucco per ritoccare queste parti e renderle non "arrotondate" affinchè le fotoincisioni combacino.

Vedendo e rivedendo le varie immagini sia del Forum che dell'Amati non riesco a percepire dove sia stato, se pur consapevole di averlo fatto, il mio errore.



Sull'ultimo post di Gianele, perfettamnete chiaro , direi che:

-Altezza della fotoincisione: potrei innalzare il tutto con la restante parte del Tavolato in più, ma solamente fino al punto che mi interessa(quindi a metà del ponte) altrimenti dovrei tagliarla per la parte in eccesso.

Ma solo a me è così alta la fotoincisione?

-Larghezza capo di banda: questa è dovuta sicuramente ad un taglio non perfetto quando estrapolata dal tavolato e comunque modificata scartavetrando, quindi portando il tutto al non allineamento.

Secondo me dovrò per forza seguire il tuo consiglio riempendo il tutto con degli spessori o stucco.


Ora dato che sono moooolto confuso e stanco me ne vado a nanna e ci dormo su ;))))

Poi se qualcuno di anima buona vorrà conoscermi di "voce" nei prossimi giorni e scambiare due chiacchiere ne sarei più che lieto.

Un saluto a tutti e sono sicuro che al di là di tutto oltre che trovare dei colleghi di "Hobby" siamo diventati una piccola famiglia ;)


Un saluto in particolare a Roccowilli, i suoi post di consigli mi mancano.
Edited by Nelau
Link to comment
Share on other sites

Un saluto in particolare a Roccowilli, i suoi post di consigli mi mancano.

 

Tranquillo Nelau, Roccowilli c'è e sono sicuro che appena vedrà questi post saprà darti anche i suoi consigli :wink:

Link to comment
Share on other sites

La giusta osservazione fatta da Gianluca, implica il fatto che la fotoincisione non combaci perfettamente, mi ha fatto riflettere e cercare di capire il perché di questa piccola complicazione. Sono arrivato ad una mia conclusione personale di quanto è successo, l'errore di fondo se lo vogliamo considerare errore, è quello che abbiamo fatto chi più e chi meno un po' tutti, e quello di avere seguito il montaggio del fasciame seguendo il corso sulle ordinate, e dopo avere raggiunto il completamento dello scafo è stato quello di adattare i ponti e i tavolati in base il risultato ottenuto facendoli combaciare in linea con la murata esterna. Considerando la scartavetrata data e le ridotte dimensioni di spessore del listello abbiamo ridotto tantissimo la circonferenza di prua così come abbiamo fatto quasi tutti, creando questa incongruenza rilevata dall'amico Gianluca. Il suggerimento dato da Gianluca di spessorare la parte sovrastante, non mi trova d'accordo in quanto così facendo la fotoincisione non cade dritta ma bensì inclinata , e per ottenere l'effetto omogeneo di tutto il coronamento si dovrebbe fare su tutte le fotoincisioni e non solo in quella parte anche perché l'allineamento con le fotoincisioni prima di questa, non verrebbero perfettamente in linea. In conclusione, penso che l'errore sia stato dovuto soprattutto alle ordinate di prua in corrispondenza degli scalmotti dovevano essere almeno un paio di millimetri più larghi consentendoci di effettuare con la listellatura su quella parte il giusto spessore e l'inclinazione adeguata per la circonferenza di prua. Io, credo di avere trovato il giusto adattamento di questa fotoincisione in base alla conformazione del mio modello, ma prima di condividerlo con tutti voglio vedere il risultato ottenuto incollando questi particolari sullo scafo e dopo lo sottoporrò alla vostra attenzione cercando di spiegare come arrivare all'obiettivo comune e se lo ritenete opportuno adottarlo.

 

Per l'amico Nelau concordo con Gianluca per una maggiore correzione di pareggiatura o stuccatura dello scafo, in quanto al momento vedendo le immagini tutti quei gradini che si vedono pregiudicano tantissimo il montaggio delle fotoincisioni non facendoli combaciare perfettamente tra una fotoincione e l'altra e anche tra una fila e l'altra.

 

per il momento e tutto.. vi auguro un buon proseguimento.

roccowilli.

Link to comment
Share on other sites

Comandanti tutti buongiorno, il caro amico Gianfranco, dopo il suo ultimo post, mi ha fatto riflettere e dopo una consultazione a voce con lui forse sono riuscito a svelare l'arcano sul perché non combacia la fotoincisione di prora. Messo a confronto lo scafo con il disegno della nave, pubblicato nei post precedenti, ho avuto una risultanza, che posso solo confermare con l'arrivo del fascicolo 50; vi chiedo solo di pazientare un attimo e non intraprendere nessun lavoro, compresi quelli da me suggeriti in precedenza.

Salutissimi

Gianele

Edited by gianele
Link to comment
Share on other sites

Un caro saluto agli amici Roberto e Gianluca, sempre presenti a dispensare consigli idee ed esperienze e a tutti i Comandanti di questa parte di forum.

Oggi finalmente ho finito il recupero del grosso errore fatto per montare questa benedetta fotoincisione di prua. Ma... prima cercherò spiegare in linea di massima il problema che forse accomuna molti di noi nel montare questi particolari.

 

1- Per iniziare, si dovrà avere la paretina di prua che deve formare un angolo acuto con la piattaforma sottostante.

 

angolo_paretina.jpg

2- Per fare combaciare perfettamente la fotoincisione e che quest'ultima fuoriesca più del dovuto sul ponte, si dovrà intervenire con l'ausilio di una lima tra la giunzione della paretina e e la piattaforma sottostante agendo gradatamente e provando sempre il pezzo fin quanto questa non combaci perfettamente con il tavolato del ponte e si possa avvolgere con la parete di prua.

 

3- Controllare che le pareti esterne laterali non siano state carteggiate più del dovuto facendo riferimento con il bordo sul tavolato dove andrà a posarsi il capodibanda che dovrà avere una larghezza di circa 3/4 mm (visto che la maggior parte di noi ha rifinito i ponti in base al fasciame ottenuto).

 

4- Nella mal capitata ipotesi , bisogna tagliare la fotoincisione in 2 o 3 pezzi a secondo il caso che si presenti e nel modo in cui poggeranno, sovrapponendole l'una sull'altra e regolarle seguendo l'andamento della parete.

 

5- Una volta trovato il giusto andamento, segnare la parte che si sovrappone e con un cutter incidere profondamente il segno fatto, con una pinza tenere la parte da eliminare e con un movimento di su e giù questa si trancerà di netto e combacerà perfettamente.

 

DSC06937.jpg

DSC06938.jpg

DSC06939.jpg

DSC06945.jpg

DSC07054.jpg

DSC07055.jpg

DSC07056.jpg

Purtroppo nel mio caso ho dovuto rifare tutto il lavoro d'accapo, rifacendo la paretina di prua e anche la piattaforma sottostante dopo avere ribassato quest'ultima per consentire il corretto inserimento della fotoincisione. Ho anche fatto l'errore di tagliare il pezzo prima di rifare tutto, quindi ho proceduto come ho spiegato nei passi 4 e 5.

Dalle immagini potete tirare la conclusione di tutto il lavoro che ho fatto e se per qualcuno possa pensare che è una cosa complicata, non si deve preoccupare minimamente in quanto la cosa non è difficile eseguirla, basta avere determinazione e non avere paura di sbagliare, il modellismo è anche questo cioè sapere meditare,raggionare e recuperare su gli errori fatti.

 

Spero di avere spiegato ben tutto il contesto e se ci fossero dei dubbi o chiarimenti sono sempre disponibile.

 

Un saluto e alla prossima, roccowilli.

Link to comment
Share on other sites

Buonasera ai comandanti tutti ed in particolare agli amici Roberto e Gianfranco... Caro Gianfranco, infatti era proprio la che volevo andare a parare.. Hai dato un'ottima spiegazione su quello che è successo!!! Io posto una immagine del disegno costruttivo della nave Vespucci che sono riuscito a rapportare in scala 1:100 con cui ho fatto il raffronto con lo scafo del modello; in parole povere, il rostro di prua è più alto di quello che dovrebbe essere. Comunque, posto l'immagine così potete fare i raffronti:

rostro.jpg
Link to comment
Share on other sites

Comandanti buona serata e ben trovati.

Un caro saluto a Gianfranco e al carissimo Gianele.

Ottima spiegazione Gianfranco, il tutto servirà per chi farà fatica ad inserire le fotoincisioni di prora, grazie anche a Gianele per il disegno del rostro. Io, fortunatamente in questo modo scartavetrando, sono riuscito a sistemare dando la giusta inclinazione alla murata di dritta e quella di sinistra verso prua e al frontalino inclinato, dandogli la giusta angolazione (sempre scartavetrando) in questo modo ho risolto il problema delle fotoincisioni senza dividere quelle del frontalino.

Sono riuscito anche mettendo in morsa un tondino di acciaio, a stirare e sfregando su di esso la parte sottostante piatta, tirando avanti e indietro le due estremità della fotoincisione tenendola ben tesa, in questo modo sono riuscito ad allargare leggermente la parte sottostante facendo si che essa si aprisse verso l'alto, anche questo lavoro ha avuto la sua importanza per farsì che la fotoincisione appoggiasse perfettamente al frontalino, scusate, non ho trovato le parole adeguate tecnicamente per la spiegazione, ma spero che mi abbiate capito.

 

Ecco questa è stata la mia esperienza per posizionare la fotoincisione incriminata.

 

Carissimi un caro saluto e buon lavoro da Pennabianca.

Edited by pennabianca
Link to comment
Share on other sites

Buona sera comandanti tutti.

Mi è appena arrivata una email dalla Amati inerente al quesito che avevo posto riguardante la fotoincisione sulla curvatura di prua.

Alego file PDF con la risposta avuta dove ognuno di voi potrà trarre la propria conclusione.

 

scansione0001_Page_1.jpg[/url]

Da parte mia ho risolto il problema.

saluti.

roccowilli

Edited by roccowilli
Link to comment
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...

  • Forum Statistics

    • Total Topics
      45k
    • Total Posts
      522k
×
×
  • Create New...