Jump to content

Cantiere Di Costruzione Passo Passo Nave Scuola " Amerigo Vespucci " Scala 1:100 Hachette


pennabianca

Recommended Posts

Rieccomi comandanti per una piccola incongruenza sull'articolo dell'uscita 33 e precisamente:

 

"L'EQUIPAGGIAMENTO BELLICO DELL'AMERIGO VESPUCCI"

 

L'articolo precisa che nella foto con rastrelliera e fucili, indica come " 24 moschetti mod. 91", ma non è così,

si tratta di fucili Lee-Enfield Mod. N°1 MK III cal. 303 British Inglesi. solo per precisare.

 

FopuK2.jpg

 

Quindi fucili inglesi e non Italiani come erroneamente indicato nell'articolo.

 

Ciao comandanti e buon lavoro.

 

Pennabianca.

Edited by pennabianca
Link to comment
Share on other sites

  • Replies 1.8k
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

Buonasera a tutti i comandanti, in special modo all'amico Gianfranco ed al nostro Mastro Penna. Proprio al mastro Penna voglio fare i miei complimenti per il colpo d'occhio nell'identificare il vivo di volata, congegni di puntamento ed altro, anche se caratteristici, del MK III, Di sicuro è difficile trovare il caro Mod. 91 a bordo del vespucci visto che si tratta di un'arma che non si usa più, neanche per servizi di rappresentanza, dagli anni 70. Il MK III invece in qualche armeria delle FF.AA. si riesce ancora a trovare per addestramento di precisione; anche se le armi per questi scopi in dotazione sono altre..

La cara hachette, con i suoi esperti, in ogni caso ha commesso un errore veramente grossolano, non tanto per queste discrepanze, più che altro a non indicare che la vera arma, sia di rappresentanza, che per la difesa della nave, per le sue caratteristiche sia di munizionamento che di impiego, è il caro buon e vecchio M.A.B. 38/42..



IMG_1775.jpg



Buona serata cari amici


Gianele

Link to comment
Share on other sites

Ciao Gianele buona serata e ben trovato. Si hai fatto bene a precisare che ora sulla nave, almeno dalle foto, ci sono i M.A.B. anche se questi sono alquanto antiquati. Io mi riferivo specificatamente alla foto, figurati se mi sfuggiva quella rastrelliera, sono iscritto al poligono di tiro di Padova dal ben lontano 10/02/1973 e che tutt'ora frequento, le armerie per me, sono il pane quotidiano he he, ho sparato molte volte anche con quel fucile e lo conosco molto bene, anzi volevo aggiungere che all'epoca tra la prima e seconda querra i fucilieri della marina avevano in dotazione quel fucile e quello successivo e cioè il n° 4 Mark 1 long branch.

 

Ciao carissimo a presto e ti auguro una pronta guarigione.

 

Pennabianca.

Link to comment
Share on other sites

Guarda Roberto, il M.A.B. penso che sia in servizio sul Vespucci da un bel pò, per il semplice motivo che essendo un'arma da saturazione, con un calibro 9mm x 19, gittata in automatico sui 40 metri, in caso di attacco in ambienti compartimentati, risulta essere meglio di un fucile da assalto. Complimenti per il tuo Hobby, attualmente qualche tiro con armi del genere me lo faccio non tanto per hobby.. :-) In ogni caso quegli enfield siano prettamente per rappresentanza, anche perché, nelle forze armate ce n'é ancora qualcuno ma solo per mantenimento leggero del precisione, e come ben sai, se si dovesse respingere qualsiasi attacco a bordo con un'arma così lunga, con quella gittata e quella celerità, sarebbe l'antitesi di ogni tattica..

Link to comment
Share on other sites

Rispondo Gianele.

Ma non è tanto per hobby o perché uno è militare, si spara sempre con armi e proiettili veri anche nei poligoni, e ne ho girati di poligoni, e ne ho maneggiate di armi dalle più antiche (polvere nera) alle più moderne, tranne si intende mitragliatrici e altre di grosso calibro, che i civili non possono usare, comunque per me e al giorno d'oggi il MAB è un'arma obsoleta, ma dai si inceppa frequentemente. Comunque tu resti del tuo pare io resto del mio, se vuoi continuare questa discussione ben lieto, però con messaggio privato altrimenti intasiamo il forum e ti auguro di nuovo una pronta guarigione.

 

Pennabianca.

Link to comment
Share on other sites

Buongiorno signori comandanti.

 

Completato anche l'altro corridoio del ponte centrale e verniciata la griglia di aerazione con relativa guarnizione dello sportello sottostante. Certamente avrei potuto fare di meglio, ma.... fare quel perfilo nero non è stato facile. Per quanto riguarda i rulli, lascio invariato quello che ho fatto, supponendo per mia convinzione che siano naspi antincendio e che il loro utilizzo in caso d'icendio è prettamente all'interno delle cabine poste adiacenti al ponte principale.

 

DSC06611.jpg

DSC06612.jpg

DSC06613.jpg

DSC06615.jpg

Al momento e tutto.

 

Un affettuoso saluto, roccowilli.

Link to comment
Share on other sites

Comandanti buona giornata. Ciao carissimo Gianfranco ben trovato.

Complimenti per l'ottimo lavoro fatto alle pareti del ponte di coperta e agli arrotolatori. Come ben sai io non metto mani alle griglie della facciata del corridoio che tu hai eseguito ottimamente e anche lascio gli arrotolatori come da istruzioni di montaggio. Non me la sento di proseguire nel colorare in opera le griglie sopraindicate ho una gran paura di fare un grossa cappella facendo delle sbavature madornali e poi dover rifare il tutto, ti rifaccio i complimenti per il coraggio che hai avuto nel colorare le griglie e il risultato ottenuto. Ora posto tre foto dell'allestimento delle lastrine fotoincise della parte sinistra del ponte di coperta.

 

tOoO5W.jpg

 

yp5cmy.jpg

 

KdIZRd.jpg

 

Ecco fatto carissimi a presto con la prossima uscita e i tavolati del ponte di coperta.

 

Buona giornata e buon lavoro da Pennabianca.

Link to comment
Share on other sites

Buonasera ai Comandanti tutti, ma in special modo ai miei due maestri.. L'amico Gianfranco ed il Mastro Penna. Complimenti miei cari maestri per i lavori certosini effettuati, anche nel campo delle elaborazioni.. Io sfortunatamente ho appena saputo dal mio edicolante che, l'unica possibilità per me sono gli arretrati tramite hachette. Quindi rispetto ai pacchi non varia molto. Vediamo cosa riesco a fare in autocostruzione... più tardi, anche se non con dettaglio eccezionale delle foto, cercherò di caricare delle foto sullo stato di avanzamento del calcagno e timone.

 

Cari saluti

 

Gianele

Link to comment
Share on other sites

Non esageriamo ora.......non mi sento e sicuramente anche Pennabianca di sentirsi chiamare maestri o qualt'altro. Facciamo solamente quello che dobbiamo fare nei limiti delle nostre esperienze e della nostra manualità, cercando di coinvolgere tutti condividendo quanto ho fatto o quanto abbiamo fatto.

Con Roberto ci si sente spesso e serchiamo di ragionare e pianificare il montaggio scambiandoci idee e soluzioni ponderando sempre il possibile da realizzare. Io credo che tutti siamo capaci ha realizzare qualcosa, tutto sta nella buona manualità che ognuno di noi dispone e condividerla e discuterla con tutti gli altri, come hai fatto tu postando alcuni bei lavori realizzati abilmente.MI farebbe piacere vedere altri che si cimentano in queste elaborazioni, così si potrebbe apprendere i tanti modi in cui ognuno di noi appronta le proprie idee e li mette in pratica.

 

Un affettuoso saluto.

 

rocco.

Link to comment
Share on other sites

Carissimo Gianfranco non esagero, reputo te ed il Mastro Penna dei veri maestri, sia per la passione che ci mettete a trasmettere questa bel Hobby e sia per come prontamente date delucidazioni ai neofiti. Un saluto a tutti gli altri comandanti, allegando questa volta, le immagine, non troppo nitide da Iphone (aspettando la mia cara consorte con macchina fotografica seria) sullo stato di avanzamento lavori del calcagno riparato, e del timone non ancora completo:

 

IMG_1024.jpg
IMG_1023.jpg
IMG_1027.jpg
IMG_1031.jpg
IMG_1032.jpg
image.jpg
IMG_0945.jpg
P.S. A tutti i comandanti che sono riusciti a risolvere il problema del passaggio dal pacco all'edicola, mi spiegate come avete fatto, anche perché il mio edicolante ha ricevuto solo la risposta da hachette con eventualmente gli arretrati, quindi viaggiare con la copia in edicola ad un mese di ritardo...
Buona serata a tutti
Gianele
Edited by gianele
Link to comment
Share on other sites

Buongiorno a tutti C.ti,

seguo con interesse i vostri lavori, io purtroppo sono fermo per colpa delle olive( c'è la raccolta )e il tempo lo passo così, la sera sono stanchissimo e vado a letto presto.

 

 

 

P.S. Carissimo Gianele io ho telefonato alla hachette e hanno fatto tutto loro, ho solo detto che non volevo continuare l'abbonamento mensile senza spiegazioni.

 

ho parlato con il mio edicolante ed ogni settimana ho il fascicolo.

Link to comment
Share on other sites

Guarda Roberto, il M.A.B. penso che sia in servizio sul Vespucci da un bel pò, per il semplice motivo che essendo un'arma da saturazione, con un calibro 9mm x 19, gittata in automatico sui 40 metri, in caso di attacco in ambienti compartimentati, risulta essere meglio di un fucile da assalto. Complimenti per il tuo Hobby, attualmente qualche tiro con armi del genere me lo faccio non tanto per hobby.. :-) In ogni caso quegli enfield siano prettamente per rappresentanza, anche perché, nelle forze armate ce n'é ancora qualcuno ma solo per mantenimento leggero del precisione, e come ben sai, se si dovesse respingere qualsiasi attacco a bordo con un'arma così lunga, con quella gittata e quella celerità, sarebbe l'antitesi di ogni tattica..

 

Rispondo Gianele.

Ma non è tanto per hobby o perché uno è militare, si spara sempre con armi e proiettili veri anche nei poligoni, e ne ho girati di poligoni, e ne ho maneggiate di armi dalle più antiche (polvere nera) alle più moderne, tranne si intende mitragliatrici e altre di grosso calibro, che i civili non possono usare, comunque per me e al giorno d'oggi il MAB è un'arma obsoleta, ma dai si inceppa frequentemente. Comunque tu resti del tuo pare io resto del mio, se vuoi continuare questa discussione ben lieto, però con messaggio privato altrimenti intasiamo il forum e ti auguro di nuovo una pronta guarigione.

 

Pennabianca.

chiedo scusa a tutti e due, ma il MAB è in servizio sul Vespucci, come lo era su tutte le navi e comandi , solo a scopo di rappresentanza. per la difesa,ci si affidava ai piu moderni FAL, logicamenti conservati in armeria.

Link to comment
Share on other sites

Comandanti buona giornata.
Grazie per gli interventi veramente interessanti anche del comandante Kroton, ammazza olive, olio complimenti aspetteremo. Gianele, hai fatto un ottimo lavoro carissimo direi perfetto su tutti i punti di vista, complimenti ancora e non adularci poi ci montiamo la testa io e Gianfranco he he :biggrin:

Buona giornata a tutti e buon lavoro da :wink::wink:

 

Pennabianca.

Link to comment
Share on other sites

Ciao Masto Penna, non faccio adulazioni a caso.. :wink::biggrin: Già detto, anche se l'inizio è stato leggermente burrascoso, ho un rispetto profondissimo per voi due. Senti, caro il mio mastro, ti sono rimasti ancora gli accessori in più della Bismarck? ho da proporti una elaborazione veloce veloce con certe parti in più di quell'altro lavoretto.. Potrebbe dare un bel dettaglio se applicato in varie parti e dovresti avere abbastanza pezzi..

Link to comment
Share on other sites

Carissimo Gianele buona serata, scherzavo, grazie comunque. Si mi sono rimaste due griglie di particolari pressofusi in plastica che ora ti posto sia da una parte che dall'altra perché i particolari erano stampati così.

Chiedo scusa agli amici di questi post ma sono comunque interessanti. Però Gianele tutto questo andrà fatto quando cominceremo a piazzare sui vari ponti, dopo averli incollati, tutto il materiale che ci invieranno per completare nel migliore dei modi tutti i particolari, non vorrei applicare dei doppioni, eccoti le foto del materiale rimasto dalla Bismarck.

 

wR20b6.jpg

 

6qS2ag.jpg

 

CFUyNO.jpg

 

Q16WgX.jpg

 

Ecco fatto carissimo a presto e buon lavoro.

 

Pennabianca.

Edited by pennabianca
Link to comment
Share on other sites

Buongiorno a tutti i Comandanti, ed in special modo all'amico Gianfranco ed il Mastro Penna custode del forum :smiley19: Finalmente, con la cara consorte, oltre che consocia, siamo riusciti a fare delle foto in macro per lo stato avanzamento lavori del calcagno e timone. Oltretutto, aspettando che Hachette risolva il problema edicola, ho iniziato ad allestire parte della parete; l'unica cosa interessante per il forum potrebbe essere la realizzazione della ruota apriportello, gran parte di voi ha il materiale già con le fotoincisioni allegate.. In caso che qualcuno le volesse realizzare per aumentare il dettaglio su quelle incise, oppure più avanti, se distribuite, potrebbero andare perse, ognuno potrebbe risolvere il problema senza bestemmiare in varie lingue :biggrin: e chiedere l'arretrato in questione.. :wink:

 

DSCF0999.jpg
DSCF1005.jpg
DSCF1008.jpg
Carissimi Saluti
Gianele
Link to comment
Share on other sites

Carissimi Gianele buona domenica. Perfetto cosa vi devo dire è un lavoro perfetto, sia il calcagno, il timone che la ruota di chiusura del portello, ripeto lavoro impeccabile.

Io aspetterò a suo tempo le uscite del calcagno e del timone, le ruotine per chiudere le porte stagne chi ha ricevuto i fascicoli le ha già, quindi io monterò le fotoincisioni.

Siete veramente bravi tu e tua moglie complimenti ancora.

Ciao carissimi e buon lavoro da Pennabinca.

Edited by pennabianca
Link to comment
Share on other sites

Carissimi comandanti buona giornata e ben trovati,

Questa mattina è arrivata in edicola l'uscita n° 34 con il primo tavolato, e come preannunciato nei post precedenti quando si parlava della listellatura del tavolato ho anticipato di come fosse composto, ed eccolo qua.

 

USCITA 34

 

Tavolati ed elementi per il rivestimento

del ponte di coperta.

 

ssx8gh.jpg

 

kw2TXA.jpg

 

tHoJoJ.jpg

 

sBvADb.jpg

 

Ecco fatto carissimi, poche cosa da fare, applicare le fotoincisioni verso poppa, tagliare e adattare il ponte senza incollarlo.

 

Ciao a tutti a presto e buon lavoro da

 

Pennabianca.

Link to comment
Share on other sites

Comandanti eccomi di nuovo con due foto del tavolato solo appoggiato e sistemato sul ponte. Avevo già in precedenza sistemato e montato porte e fotoincisioni sulla parte verso poppa. Bisogna fare attenzione nel rifilare il prestampato e adattarlo il meglio possibile alle soglie delle due porticine e nello stesso tempo controllare la larghezza sul ponte e un'altra cosa controllare anche che il foro dell'albero di maestra coincidi con quello stampato sull'impiallacciatura. Ecco due foto.

 

z9LQcK.jpg

 

GU63Kd.jpg

 

Ecco fatto carissimi, alla prossima e buon lavoro a tutti.

 

Pennabianca.

Edited by pennabianca
Link to comment
Share on other sites

Un saluto a tutti.

 

Come potete vedere suguo a ruota mastro Pennabianca, confermo e sono d'accordo su quanto ha spiegato il nostro caro amico Roberto.

 

Io per quanto riguarda il foro dell'albero maesto, ho controllato se corrisponde e se notate ho aperto un foro in corrispondenza, comunque al momento non è perfettamente in linea con l'apertura sottostante infatti la differenza e di pochi millimetri, questo si potrà determinare con l'applicazione dell'altra metà di ponte con la prossima uscita, distribuento precisamente le distante da adottare.

 

 

DSC06626.jpg

DSC06627.jpg

DSC06628.jpg

 

 

 

Un saluto a tutti e alla prossima.

 

rocco.

Edited by roccowilli
Link to comment
Share on other sites

Signori Comandanti buon giorno.

 

Con l'aiuto pratico e materiale del carissimo Gianele, mi sono cimentato nella costruzione del calcagno e del timone. Certamente non è venuto perfetto come quello allestito da gianele, ma mi sono avvicinato tantissimo, anche se ho preferito per mia comodità e soprattutto per la mia manualità ha semplificare il montaggio degli agugliotti e delle femminelle. I pezzi sono stati fatti con del plasticard ( premetto che questa è la prima volta che uso questo materiale), dei listelli di legno per le femminelle e le alette del calcagno, tubicino in rame, filo di ottone, e piccoli rivetti da 1,5.Posso solo dire che mi sono divertito nel costruirlo anche se ho avuto delle piccole difficoltà specialmente con le vernici. Ho potuto appurare che il plasticard non si presta tanto con i primer e con le vernici acriliche, infatti sia con il primer e con la vernice appena dati si formavano dei cerchietti lasciando il fondo visibile e non coprendo il pezzo, e come se la plastica sottostante rigettasse fuori la vernice, quindi debbo dedurre che per verniciare il plasticard occorre una specifica vernice adatta alla plastica tipo quelle della Humbrol o tamiya. Comunque sono riuscito dopo diverse mani alla copertura omogenea dei pezzi che apparentemente sembra asciutta ma credo che ci vorranno diversi giorni per poterli maneggiare.

 

 

DSC06632.jpg

DSC06636.jpg

DSC06638.jpg

Un affettuoso saluto e buona continuazione su i vostri modelli.

 

rocco.

Link to comment
Share on other sites

Comandanti tutti buongiorno.

Carissimo Gianfranco, come detto, secondo me è venuto anche meglio del mio.. per i motivi che ti ho spiegato, e più che altro perché è finito, a differenza del mio.. Io con il plasticard già ci ho lavorato in passato, usando il Prime Tamiya e vernici a smalto revell ed Humbrol.. Forse mi sono dimenticato di dirti questo.. :sad::rolleyes: Purtroppo lo avevo dato come dato assunto.. In ogni caso, grazie al tuo, mi rifai mettere mano al mio.. che a sto punto, sarà pronto tra un bel pò.. :biggrin::biggrin::biggrin:

Ancora complimenti per il lavoro amico mio..

 

Gianele

Link to comment
Share on other sites

Ciao GianLuca, grazie per i tuoi sinceri complimenti sei troppo buono, e non dire che è venuto meglio del tuo e lo dico sinceramente non c'è nessun paragone, il tuo è molto ma molto più preciso e accuratamente fatto.Per la vernice non pensavo che facesse questa reazione, ma ad ogni cosa una soluzione si trova ora dovrò aspettare che asciuga in quanto la vernice ad acqua siè asciugata fuori ma all'interno visto che è plastica e non evapora subito come le vernici specifiche è ancora umida.

Comunque spero che ti rimetta presto e puoi tornare ha casa così potremo vedere i tuoi pezzi finiti.

 

 

Visto che questa mattina non ho impegni particolari, sto dedicando una mezzoretta al modello.Per prima cosa, ho provveduto ha dipingere con il colore nero il ponte delimitando la pennellata solo antistante le pareti, in modo tale quando si monterà l'impialliciatura del tavolato e rimanesse una piccola fessura , questi verrebbe camuffato con il proseguo dello zoccoletto nero fatto sulle pareti.

Siccome non so stare fermo, ho regolato la lunghezza dell'impelliciatura del ponte facendolo corrispondere perfettamente con il foro dell'albero di maestra, per aprire il foro mi sono aiutato con una fresetta ad ogiva, procedento molto attentamente ad allargare il foro fino al segno interno dei due cerchi già stampati. Ho infilato un listello rotondo da 8/mm e corrisponde perfettamente.Ora spero che quando arriverà l'altra metà del ponte il tutto si venga combaciare perfettamente.



DSC06641.jpg

DSC06642.jpg

DSC06643.jpg

DSC06644.jpg

DSC06645.jpg

 

 

UN caro e affettuoso saluto all'amico Gianluca e a tutti i Comandanti.

 

rocco.

Link to comment
Share on other sites

Ciao Gianele, mi sono perso qualche cosa???????? Che t’è successo???? Per qualsiasi cosa sia ,ti faccio i migliori auguri. E poi , ma non ti fermi mai??? Neanche all’ospedale? Anche li hai impiantato un mini laboratorio?

Hue’ quanti interrogativi. Complimenti per il tuo lavoro. Complimenti anche a Roccowilli, ma voi andate veloci, più veloci di “ITALO”. Io sto aspettando, dal mio edicolante, il n° 29-30 e successivi, ma sto valutando di procedere in autonomia.

Riguardo ai ponti, vi posto le foto di come li ho realizzati io.

Questa è stata la prima versione realizzata per il Vespucci in ristrutturazione.

ANK072.jpg

 

ANK073.jpg

 

ANK075.jpg

 

ANK203.jpg

 

 

upload immagini gratis

Questa è stata una prova, cercando di fare la “calafatura”(?????si dice così?????) scura.

ANK388.jpg

 

ANK394.jpg

 

 

hostare immagini

Si può migliorare qualche cosa, però non è detto che non decida di utilizzare quelli proposti dall’Hachette.

Per il momento , come diceva quel cieco, “staremo a vedere”.

Ciao a tuttti i comandanti.

Link to comment
Share on other sites

Ciao Aniko, complimenti per il tuo lavoro del tavolato, veramente eccellente.. Io, aspettando che hachette si degni di mandare la copia in edicola sto portando avanti dei progetti inerenti i boccaporti sul ponte di coperta e cercando di finire quel diavolo di timone che il caro Roccowilli è riuscito a fare egregiamente senza tutte le mie elucubrazioni mentali.. :blush: Per i boccaporti, ho l'impressione che la cara hachette fornirà solo il pezzo senza abbozzo di scalette che scendono.. Per quello che mi è successo (e mi riferisco solo alla parte gian perché non avevo la ele dietro) invece: quasi tre settimane fa, una gentil donzella ha deciso di passare con un suv a rosso pieno, disarcionandomi dal mio destriero a 2 ruote, provocandomi una fattura, fortunatamente non seria, alla vertebra L2, relativo edema sopra e shock al midollo basso; venerdì scorso ero uscito dall'ospedale ma, già martedì sono dovuto rientrare per una piccola complicanza... In ogni caso nulla di serio :wink: Almeno adesso ho un pò di tempo da dedicare alla nave :biggrin::biggrin::biggrin: E forse riesco pure a riacchiappare il Mastro Penna e l'amico Gianfranco che viaggiano a ritmi da cantiere da Liberty class.. :smiley19::smiley19::smiley19:

Link to comment
Share on other sites

Comandanti buona giornata.

Un caro saluto e un augurio a Gianele di pronta guarigione. Complimenti a tutti voi per i lavori eseguiti magnificamente. Io ho effettuato il foro dell'albero, postero' in seguito una foto. Per il momento e' tutto buona giornata a tutti e buon lavoro.

Pennabianca.

Link to comment
Share on other sites

Cia Ettore.

 

Hai fatto un grande lavoro per listellare i ponti, sono venuti benissimo, ma deduco che la scala del modello che stai restaurando non sia a 1/100 ma una scala leggermente più grande.Quindi il tavolato sara da 2 o 3/mm di larghezza x 1/mm di spessore, che già consente di lavorare differentemente dai listelli stampati sul tavolato del nostro modello.Considera anche tutte le cornici in cui andranno tanti particolari specilamente sul cassero di prora, cosa difficile da ottenere ma non impossibile se ognuno di noi decidesse di effettuare la listellatura da 1,5x 3cm sul modello amati.Ora mi chiedo... come mai non hai fatto i riquadri dei particolari che andranno poggiati sul ponte prima di effettuare tutta la posa del tavolato????. Che procedimento adotterai se intendi farli ora che hai terminato il tutto???.

Comunque debbo dire sinceramente che il tuo procedimento non ha niente a che vedere con i ponti stampati viene un lavoro fantastico e reale.Se io fossi stato più determinato e la vista me lo avrebbe consetito, già mi sarei lanciato in questa impresa, ma sicuramente qualcuno di noi avrà la determinazione e la capacità ad eseguire la listellatura del ponte come quella proposta dal fascicolo, ci vorrà solo tanto tempo e tanta pazienza.

 

Complimenti per il tuo lavoro e buona continuazione.

 

rocco.

Link to comment
Share on other sites

Buongiorno a tutti i comandanti.

Gianfranco, appena torno a casa mi ci dedico io alla listellatura del Ponte.. :wink: A tal proposito carissimi comandanti, mi servirebbe una cortesia da chiunque legga ed abbia materiale fotografico inerente il quadrato allievi del ponte di batteria, per far chiarezza, quello sotto il ponte di coperta.. In special modo delle immagini che fanno vedere anche le scale di accesso dei boccaporti del ponte di coperta.. Se riesco a realizzare l'elaborazione, che dovrebbe dare un bel dettaglio, e non da "pettinatore di peli sul petto".. :biggrin::biggrin::biggrin: ben felice di condividerla con il resto del gruppo.. :rolleyes:

 

Gianele

Edited by gianele
Link to comment
Share on other sites

Buona giornata a tutti i comandanti. Ciao carissimo Gianele, avrai e avrete la stima di tutti i comandanti che partecipano a questo forum se intraprenderete il montaggio dei listelli sul ponte, però mi raccomando in scala, e tutte le posizioni stampate come da ponte inviatoci da Hachette, con le rispettive cornici dove andranno posizionate tutte le apparecchiature dei vari ponti e si intende con la rispettiva calafatura, allora sarà un ponte perfetto e invidiato da tutti. Io non potrò fare questo, prima di tutto non ho più la pazienza di qualche anno fa e neanche la vista avendo già montato i falsiponti con le rispettive lastre fotoincise delle pareti, secondo me, bisognava intraprendere la listellatura ad hoc ancora prima di montare tutti i falsiponti per fare un lavoro perfetto e senza impedimenti di sorta. Quindi carissimi concordo con l'amico carissimo Gianfranco su quello che ha detto in merito alla listellatura del ponte. Ora posto alcune foto, dopo aver parlato con Gianfranco del foro dell'albero di maestra ho intrapreso l'apertura suggerita da lui con la fresa a cono, nessun problema, ho controllato con un tubetto di ottone di 8 m/m di diametro e tutto coincide.

 

OsFE3K.jpg

 

sQfp40.jpg

 

pOwX5l.jpg

 

Carissimi vi saluto e buon lavoro veramente di cuore a chi intraprenderà la listellatura dei ponti.

Pennabianca.

Edited by pennabianca
Link to comment
Share on other sites

Ciao Gianfranco, Riguardo alla scala del modello che sto restaurando (sarebbe meglio dire ,”quasi rifacendo”) ha una scala di 1:100. Però il tavolato non l’ho fatto in scala, troppo difficoltoso, più che altro un lavoro certosino, di tantissima pazienza. Per le cornici dei particolari del ponte, si sarebbe potuto fare, se fossi stato in possesso dei disegni particolareggiati. Ora non penso proprio di farli sui pezzi già realizzati, sarebbe un lavoro da impazzzzzzzimento pazzzzzzesco. Se qualcuno mi scansiona i ponti fotoincisi a grandezza naturale, potrei provare a fare un tentativo. GRAZIE.

 

Per Gian senza Ele: Per come hai scritto, dici che il SUV ti ha fatto una “fattura”, ma tu l’IVA la scarichi???????? :biggrin: :biggrin: :biggrin: :biggrin:

Di nuovo tanti auguri di ristabilirti al più presto.

 

 

Ciao a tutti ,Penna in primis

Link to comment
Share on other sites

Buongiorno ai signori Comandanti.

 

Beati coloro che sono ancora molto indietro e spero che abbiano ancora i ponti liberi da ogni cosa.Considero chi abbia montato questo modello e con le relative istruzioni su i fascicoli una persona che si fa le seg... mentali e un sadico paranoico :thumbsdown: :thumbsdown: :thumbsdown::smiley21: .Posare il tavolato diventa un incubo, rifila a destra, accorcia ha sinistra, modifica questo, modifica qello, stacca i maniglioni che ci avevano fatto incollare sulle pareti, e che caz...................cosa ci voleva ad invertire l'ordine dei fascicoli prima i tavolati e poi tutto il resto,ottenendo un lavoro preciso e ordinato, senza intaccare piccoli particolari che ora vengono ha mancare ha causa delle rifilature che si debbono fare. :angry: :angry: :angry: :angry:

c' è qualcuno che mi può spiegare cosa sarebbe cambiato????

Con tutta la buona volonta di fare un lavoro preciso su i tagli, la cosa diventa difficile sia nel farlo che nel maneggiare il pezzo che rischia di spezzarsi in ogni prova che fai.

Scusate questa mia incazz....... ma......è una cosa assurda dovere proseguire in questa maniera non del tutto normale.

 

saluti,

 

roccowilli.

Edited by roccowilli
Link to comment
Share on other sites

Comandanti buona giornata e ben trovati anche se l'amico Gianfranco e incavolato nero. Ora non ho ancora rifilato e provato e riprovato il ponte incriminato, però Gianfranco "la pazienza è la virtù dei forti" e dei "modellisti" he he.

Per il momento mi limito a postare l'uscita n° 35 poi vedremo domani se Gianfranco ha ragione o mi incavolo pure io.

 

USCITA 35

 

Tavolati ed elementi per il rivestimento

del ponte di coperta.

 

img328.jpg

 

img329.jpg

 

img330.jpg

 

img331.jpg

 

Ecco fatto carissimi comandanti, rimando il tutto a domani e se ci saranno problemi come elencati da Gianfranco sentirete anche le mie lamentele. Per il momento auguro a tutti buon lavoro.

 

Pennabianca.

Edited by pennabianca
Link to comment
Share on other sites

La mia incazz...non è rivolta al montaggio del ponte o al fatto che si deve rifilare per fare combaciare il tutto,ma al fatto per come è stato impostato il montaggio dei vari componenti del ponte,un conto e doverlo listellare di sana pianta con singoli listelli, come di solito si fa, un'altro e il fornire una impiallicciature stampata e adattarla a tutto il contesto. Io francamente il problema lo ho risolto dividendo in due il tavolato, e anche se è stato un prova e riprova per adattarlo e farlo combaciare bene, così facendo non ho avuto problemi di sorta, ma chi si è affacciato per la prima volta e sta costruendo questo modello, dalle istruzioni non mi sembra tanto agevolato e facilitato nell'eseguire il montaggio.

DSC06647.jpg

DSC06649.jpg


saluti.

Link to comment
Share on other sites

ciao Rocco, sono d'accordo e condivido la tua incaz@@tura. Avrebbero potuto far posare prima i vari ponti e poi far montare le sovrastrutture. Ci sarebbe stato meno lavoro e meno inca@@@ture.

Per il momento, dato che ancora i ponti non ce li ho, seguo il vostro lavoro e le vostre.......inca@@@ture.

 

e come dice il buon Penna: " La pazienza è la virtù dei forti", ma qualche volta .......non dei modellisti.

 

 

ciao

Link to comment
Share on other sites

Ciao Spanzetta.

 

Visto che sei ancora molto indietro,sarai molto avvantaggiato, in quanto se ponderi bene tutto il lavoro sul ponte ed hai gia tutto il materiale, potrai fare al meglio il montaggio del tavolato e di tutte le sovrastrutture senza dannarti la vita.L'unica cosa che ti raccomando e di cercare di non poggiare le foto incisioni sul tavolato in quanto sporgerebbero troppo nella parte sovrastante,nella peggiore delle ipotesi potrai creare una tacca con il taglierino lungo il bordo del tavolato adicente alle pareti e incassare la foto incisione sulla tacca effettuata.

 

Ciao.

Link to comment
Share on other sites

Comandanti buona serata e ben trovati. Complimenti Gianfranco per l'iniziativa di tagliare il ponte, cosa come ben sai, ho fatto anche io, e direi a distanza di parecchi chilometri senza discuterne, ciò vuol dire che questa era la soluzione giusta da effettuare per l'inserimento del ponte per non impazzire. Ciò non toglie carissimi che ho dovuto provare e riprovare diverse volte per poterli adattare, quindi scartavetrare moltissime volte e un pochino alla volta fino a che il tutto è andato nel modo giusto. Il ponte è già incollato e mi sembra che il lavoro sia venuto abbastanza bene, eccovi le foto.

 

kE4IlN.jpg

 

U4axVR.jpg

 

VjkHYJ.jpg

 

vcfyMe.jpg

 

v4gT3p.jpg

 

Eccovi fatto carissimi amici, come dicevo nei post precedenti ci vuole pazienza.

 

Buona serata a tutti e buon lavoro da

 

Pennabianca.

Link to comment
Share on other sites

Buona serata a tutti.

 

Apprezzo tantissimo il mio caro amico Pennabianca che ha condiviso a pieno il sistema per come montare questo benedetto tavolato, provando anche lui il sistema maniacale proposto per montare questo particolare, per di più...., senza che ne abiamo parlato, abbiamo adottato lo stesso sistema tagliando il pezzo in due per poterlo manipolare meglio.Ho cercato di fare del mio meglio e dopo tutto mi posso accontentare del risultato ottenuto.

 

Io ho fatto qualcosina in più in quanto ho deciso che faro alcuni boccaporti aperti con il coperchio alzato. Ho iniziato con quello adiacente alla centralina:

1- inizio ha fare una serie di fori lungo il contorno del boccaporto,

2- rifinisco il retangolo con una limette,

3- con un listello da 5x1 rivesto le pareti appena limate, facendolo sbordare al di fuori del tavolato di circa 1,5/mm,

4- al momento è coperto con un pezzettino di impialliciatura (rimaneza del tavolato),dopo..., quando arriveranno i boccaporti vedrò quello che potrò fare e se il caso modificarli per adattarli allo scopo.

 

Comunque carissimo Roberto ti seguo a ruota :biggrin: :biggrin: , e ti dico sinceramente che sei il n°1 per il lavoro che posti e per come lo esegui :smiley19: :smiley19: :smiley19:

DSC06651.jpg

DSC06652.jpg

DSC06654.jpg

DSC06657.jpg

DSC06659.jpg


P.s. L'idea di partire con l'apertura dei boccaporti è stata di Gianele, chi volesse cimentarsi, quanto prima l'amico gianele posterà il suo metodo per relizzarli.

 

Al momento e tutto,

 

roccowilli.

Edited by roccowilli
Link to comment
Share on other sites

Carissimo Mimmo ben salito a bordo e buona giornata. No non devi aprire un altro topic, posta i tuoi lavori qui come tutti noi, una cosa se non lo hai gia' fatto devi passare per il quadrato per i saluti e per un brindisi a base di spalletti per il benvenuto. Come dicevo questo e' il topic giusto.

Ciao e buon lavoro.

Pennabianca.

Link to comment
Share on other sites

grazie.

bhe!! il Vespucci l'ho iniziato da 7 mesi,poi ho sospeso l'abbonamento per i mesi estivi ed ora l'ho riattivato e mi son arrivati 3 pacchi d'un botto ma sono ancora al fasciame.Come documentazione ho i piani e la monografia dell'Amm Gay,4 tomi della Dea e degli articoli di V.Lusci .

Provo ad inserire qualche foto.

 

100_5502.JPG

 

 

Forse è meglio che vada a leggere le istruzioni perché non ci riesco,ora è anche venuta gigante ,mi sa che è troppo grande

 

PS presentazione fatta,mi sfugge spalletti e brindisi....dove!!!!

Edited by mimmo46
Link to comment
Share on other sites

Ciao Mimmo vedo che siamo corregionali, ottimo. Piani ne abbiamo anche noi sia della DeA che della Mantua, ma qui la maggior parte dei comandanti compreso me seguiamo le istruzioni della Hachette Amati anche se qualche volta ci fanno girare

(@@@@@@@@@) capito.

Quindi controlla il link che ti ho postato guarda come postare e poi vedremo i tuoi progressi nella costruzione.

 

Vai su questo nostro link a pagina 5 post 149 li è spiegato tutto e segui tutto alla lettera

http://www.betasom.it/forum/index.php?showtopic=42222&page=5

 

Ciao carissimo e ben arrivato tra noi.

 

Pennabianca.

Link to comment
Share on other sites

bene bene,grazie ,tutto recepito,solo che vengono un po' grandi

 

All'inizio qualche difficoltà con l'Mdf,è un materiale che non accetto,poi pian pianino mi sono abituato anche al peso. Come dicevo sono indietro con i fascicoli e dopo aver letto quasi tutto il vs diario meglio così e le foto dicono poco,anzi ne metto altre tre tanto per dare un'idea. Altro punto dolente il fasciame,fatto a pezzi non mi da l'idea di resistenza ,ma tanto in acqua non deve andare .

 

Qui ho montato i ponti

 

100_5499.JPG

 

e qui parte delle cabine fornite

 

DSCN0086.JPG

 

infine qui la poppa e qualche listello

 

 

DSCN0085.JPG

alla prossima

Edited by mimmo46
Link to comment
Share on other sites

Buona sera Mimmo.

 

Benvenuto a bordo ....... Vedo che sei un po indietro , ma in compenso si vede un ottimo lavoro.Non so se questo è la tua prima esperienza,ma... dalle immagini ne dubito,si vede benissimo l'inizio di una buona manualità. Comunque troverai tutte le spiegazioni dei lavori fatti con i commenti di ognuno di noi, se hai delle perplessità in proposito basta chiedere.

 

un saluto e buona continuazione.

Link to comment
Share on other sites

Ciao Mimmo ottimo lavoro, vedo benissimo che non hai e non ci sono problemi nella costruzione quindi avanti tutta.

Le foto dovresti ridurle prima di postarle e cioe' in formato 640x480, quando apri la pagina del link per caricare le foto, in alto appare la stringa per ridurre il formato.

Ciao e buon lavoro.

Pennabianca.

Link to comment
Share on other sites

Buonasera a tutti i Comandanti e ben venuto a mimmo 46. Carissimo Mimmo, per quel poco che posso dire, per la mia poca esperienza: ECCELLENTE lavoro; unica considerazione da fare, come molti di noi, hai attaccato le pareti centrali del ponte di coperta al contrario, con la rientranza della centralina antincendio che affaccia a sinistra invece che a dritta; il Mastro Penna già aveva risolto il problema e se mi ricordo bene era verso pagina 6 di questo topic. Saluto con riverenza il Mastro Penna e l'amico Gianfranco.. E come ha detto il caro amico Gianfranco, in qualche post precedente, se aspettate un'attimo ad attaccare il ponte, proprio con l'amico Gianfranco, appurato che tanto i boccaporti dei vari ponti saranno chiusi, oppure aperti ma senza nessun particolare di profondità, stavamo mettendo su un cantiere unico per fare una serie di modiche che aumenterebbero il dettaglio di questo particolare, con sforzi industriali enormi da ambo i lati, che ci stanno portando a continui scambi diinformazioni. Quindi, se siete curiosi e vorreste realizzare questa modifica, come detto, pazientate un'attimo a mettere il ponte e dateci un paio di giorni per dare maggiori info in merito.. :wink:

 

Gianele

Link to comment
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...

  • Forum Statistics

    • Total Topics
      45k
    • Total Posts
      522k
×
×
  • Create New...