Jump to content

Fotografie Navali E Altro Sul Mare.


gichiano

Recommended Posts

  • Replies 389
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

Ci sono notevoli differenze, ma la didascalia così riportava. E allora di che nave si tratta? Ma questo non è il topic giusto.

Grazie Alfabravo, così imparo a postare in maniera disattenta.

 

 

Assomiglia a HIRONDELLE II, yacht del principe Alberto di Monaco del 1911.

Edited by de domenico
Link to comment
Share on other sites

hirondelleii01.jpg

 

 

Anche qui, c'è qualche differenza. Però nella foto che ho pubblicato, a poppa sembrerebbe esserci un tricolore a bande verticali, con al centro il bianco ed uno stemma. Che dilemma, anche perchè Marconi, a La Maddalena, fece degli esperimenti, come da link già allegato e la foto circola tra i collezionisti di reperti storici.

Link to comment
Share on other sites

Secondo me non è nessuna delle citate.

La bandiera mi pare prorio Regia e italiana, potrebbe essere una nave scuola o magari una cannoniera, anche in ques'altra cartolina è identificata, a parer mio erroneamente, come nave Elettra:

 

elettra.jpg

gf.jpg

 

Mi pare ci sia una bandiera di cortesia, avevamo requisito degli yacht mi pare all'Albania ma non ho trovato nulla, a casa da qualche parte ho un fascicoletto pieno di panfili reali, proverò a buttare un occhio..

 

[edit]

 

Ho cercato, nulla.

Se fosse la cannoniera Aurora (ex-Marechiaro, ex-Taurus, ex-Nirvana) prima della ricostruzione?

Edited by Lefa
Link to comment
Share on other sites

Un miglio a nord di Trezza (per gli europei Acitrezza) mezzo miglio scarso fuori Capo Sant'Anna (per gli europei Capo dei Molini).

Un'ora prima del tramonto.

Dei tramonti in quelle lande potrei descrivere, ne avessi la capacità, tutte le variazioni di luce per ciascun giorno dell'anno.

 

 

 

 

p9170190s.jpg

Link to comment
Share on other sites

Un miglio a nord di Trezza (per gli europei Acitrezza) mezzo miglio scarso fuori Capo Sant'Anna (per gli europei Capo dei Molini).

Un'ora prima del tramonto.

Dei tramonti in quelle lande potrei descrivere, ne avessi la capacità, tutte le variazioni di luce per ciascun giorno dell'anno.

Signori, mi posso permettere ?

 

... per il Comandante Marat.

 

2q8oj0x.jpg

Trezza, primi anni '80 (la foto è di Odisseo)

 

Saluti.

Link to comment
Share on other sites

Un miglio a nord di Trezza (per gli europei Acitrezza) mezzo miglio scarso fuori Capo Sant'Anna (per gli europei Capo dei Molini).

Un'ora prima del tramonto.

Dei tramonti in quelle lande potrei descrivere, ne avessi la capacità, tutte le variazioni di luce per ciascun giorno dell'anno.

 

Citoyen, Lei intende dire che farebbe come Claude Monet (da anziano), che iniziava insieme dieci o quindici vedute dello stesso paesaggio, per poi completarle a seconda delle diverse condizioni di luce? Oppure che il Valdemone è meglio della Provenza degli impressionisti?

Link to comment
Share on other sites

Un miglio a nord di Trezza (per gli europei Acitrezza) mezzo miglio scarso fuori Capo Sant'Anna (per gli europei Capo dei Molini).

Un'ora prima del tramonto.

 

p9170190s.jpg

Grande incontro in quelle acque, Michele! E la luce leggera, dorata e fragile, posata sul vento e sulle vele, si prepara al gran finale.

Link to comment
Share on other sites

Un paio di immagini del TAURUS su gentile richiesta dell'Eccellenza Lefa.

La foto si riferisce al periodo come nave stazionaria a Costantinopoli. Futuro MARECHIARO, poi yacht del Duce AURORA.

 

Taurus-11.jpg

www.photoship.co.uk

 

 

taurus01.jpg

"Austro-Hungarian Warships of World War I", René Greger, Ian Allan, 1976

Edited by de domenico
Link to comment
Share on other sites

Citoyen, Lei intende dire che farebbe come Claude Monet (da anziano), che iniziava insieme dieci o quindici vedute dello stesso paesaggio, per poi completarle a seconda delle diverse condizioni di luce? Oppure che il Valdemone è meglio della Provenza degli impressionisti?

 

Esattamente, Signore.

E in quanto al Valdemone non so, ma certi pomeriggi di maggio azzerano la distanza.

 

 

Grande incontro in quelle acque, Michele! E la luce leggera, dorata e fragile, posata sul vento e sulle vele, si prepara al gran finale.

 

In quel punto esatto mi sono seriamente impegnato a naufragare, senza riuscirci, nella mia prima uscita a vela su Dulcinea del Toboso (avevo sedici anni).

C'era la stessa luce, solo un po' meno traslucida, e il pomeriggio era infinitamente lungo e terso.

Link to comment
Share on other sites

Un paio di immagini del TAURUS su gentile richiesta dell'Eccellenza Lefa.

La foto si riferisce al periodo come nave stazionaria a Costantinopoli. Futuro MARECHIARO, poi yacth del Duce AURORA.

 

Grazie Maestro, fornito as usual! :s02:

Ho trovato questa su naviearmatori.net, l'unità è quindi scartata:

 

Taurus_von_1903-04_als_Nirvana_(Chanteperdrix__Coll._vM).jpg

 

Lancio un appello per l'identificazione della nave poposta da (STV)CP, troppo elegante per rimanere ignota!

Link to comment
Share on other sites

Un paio di immagini della nave scuola ALICE sempre da navi e armatori.

 

normal_ALICE__nea.jpg

 

Username Capt. Haddock

Armatore Regia Aeronautica - Roma

Ship manager

Numero IMO

Classificazione Nave scuola allievi R.Accademia Aeronautica

Cantiere e anno di costruzione Laird Bros., Birkenhead - 1898

Data 1933

Luogo

Aggiunta il 19-05-10

Dimensioni 1181 x 787

Visite 173

Voti 1 - (4)

 

Commenta questa foto Vota questa foto

 

Pinin:

27/05/2010 03:55

Thanks shipsstuff

kgvm:

25/05/2010 22:13

An excellent picture. Thanks for posting.

shipsstuff:

21/05/2010 12:20

1898 PRINCESSE ALICE II : S.A.S. il principe Albert I di Monaco. 1913 PRINCESSE ALICE II : Noel Pemberton-Billing. 1914 BERYL : Lord Inverclyde of Castle Wemyss. 1914: requisito dalla Royal Navy ( O 32 ). 1921 GEORGE WARD : Commercial Cable Company. 1926 ARDITA II : Attilio Gatti, La Spezia. 1927 ALICE : Tito Campanella – Genova. 1930 ALICE : S.A. di Navigazione Aerea – Genova Appoggio alla Crociera Transatlantica di Italo Balbo. 1933 ALICE : Regia Aeronautica – Roma. 193. ALICE : Balilla Longo – Genova. 1943 SG 23 : Kriegsmarine. 1944: affondata a Marsiglia.

Pinin:

21/05/2010 04:29

Regia Aeronautica ship? i have that info.

 

normal_alice_nave_scuola_r_accademia_areonautica_di_caserta_ante_1935.jpg

 

ALICE

Nave scuola dell'Accademia Areonautica. Archivio P. Berti

Username bertipietroe

Armatore Accademia Areonautica

Ship manager

Numero IMO

Classificazione

Cantiere e anno di costruzione

Data Ante 1935

Luogo

Aggiunta il 30-03-09

Dimensioni 2630 x 1835

Visite 74

Voti 0

 

 

normal_alice.jpg

 

ALICE

Lo yatch ALICE, di proprietà della Regia Aeronautica, è stato utilizzato come nave appoggio idrovolanti per le crociere transatlantiche di Balbo. Qui è ripresa a St. John di Terranova (affiancata dai Somm. BALILLA e MILLELIRE) durante la crociera del "decennale", in Atlantico Settentrionale

Username m1000f

Armatore Regia Aeronautica

Ship manager

Numero IMO

Classificazione

Cantiere e anno di costruzione

Data 1933

Luogo St. John (Newfoundland)

Aggiunta il 08-03-07

Dimensioni 804 x 561

Visite 80

Edited by de domenico
Link to comment
Share on other sites

Avevamo incontrato Alice (ii) nel Quiz militare, ed appurato che fra i molti ruoli svolti vi era anche un passaggio tedesco come nave scorta veloce, cito te:

 

PRINCESSE ALICE II, costruita da Laird a Birkenhead come yacht e nave per ricerche oceanografiche per il principe Alberto I Grimaldi (un sacco di cefalopodi portano la sua sigla), completata ad aprile 1898, 1042 poi 930 poi 1067 poi 1094 tonn. di stazza lorda. Venduta a Lord Inverclyde nel 1914 come BERYL (iii), noleggiata dall'Ammiragliato dal gennaio 1915 fino al marzo 1919 col pendant no. 032 (è qui che avevo cercato invano, perché troppo in fretta), nel 1921 alla Commercial Cable Co. come posacavi col nome GEORGE WARD, nel 1925-26 ad Attilio Gatti Spedizioni di La Spezia come ARDITA II, nel 1927 a Tito Campanella di Genova come yacht ALICE. Nel 1930 alla SA di Navigaz. Aerea, Genova, e nel 1933 alla Regia Aeronautica. Le trasvolate di Italo Balbo? Nel 1940 nave scuola per l'Accademia Aeronautica. Catturata a Tolone l'8/9.9.1943 dai tedeschi ed ivi autoaffondata.

 

Lei ha ragione: catturata a Port de Bouc (non a Tolone) l'8.9.1943, nel luglio 1944 in servizio come SG 23 (Schnell Geleitboot, nave scorta veloce) per la Kriegsmarine, poi prevista come nave appoggio per 16 lance dragamine, autoaffondata a Marsiglia il 27 agosto 1944 nel Bacino Mirabeau, demolita nel 1946/47. Ho trovato sul Groener anche il disegno del buon Franz Mrva.

 

Sempre Alice (ii):

 

helpme.jpg

 

x.jpg

Link to comment
Share on other sites

Grazie Maestro, fornito as usual! :s02:

Ho trovato questa su naviearmatori.net, l'unità è quindi scartata:

 

Taurus_von_1903-04_als_Nirvana_(Chanteperdrix__Coll._vM).jpg

 

Lancio un appello per l'identificazione della nave poposta da (STV)CP, troppo elegante per rimanere ignota!

 

Anche se questa nave non corrisponde alla foto volevo dare alcune informazioni sul Marechiaro visto che per un periodo ha navigato nei "miei mari".

Alla fine del primo conflitto mondiale la Compagnia Napoletana di Navigazione a Vapore, che gestiva i collegamenti nel Golfo di Napoli e per le isole pontine, si trovò nell'impossibilità di riprendere i servizi marittimi ad essa affidati in concessione causa le gravi perdite di naviglio subito durante il conflitto. Due sole unità, il Corriere di Salerno ed il Frisio, risultavano ancora utilizzabili e pertanto, dal Settembre 1921, i traffici per le isole Partenopee e Pontine vennero dati in gestione temporanea al Servizio Navigazione di Stato che usò due cannoniere disarmate dalla Regia Marina, l'Archimede e il Giannutri, a cui si aggiunsero altre due unità militari, prede di guerra della ex Marina Imperiale Austriaca, il Marechiaro (ex Taurus) ed il Sorrento (ex Lussin). La gestione provvisoria del Servizio Navigazione di Stato cessò il 31 Gennaio 1932 ed i servizi marittimi per le isole furono ripresi dalla Compagnia Napoletana di Navigazione a Vapore.

La foto successiva ritrae il Marechiaro ormeggiato fuori Casamicciola Terme impegnato nelle operazioni di sbarco/imbarco passeggeri, che come si vede, avvenivano per mezzo di piccole barche.

 

marechiaro0.jpg

 

Le immagini successive ritraggono il Marechiaro in rada a Capri.

 

marechiaro1.jpg

 

marechiaro3.jpg

 

 

Eritrea

Link to comment
Share on other sites

Salve.

In una pagina precedente ho visto varie foto del porto di Ancona ripreso in notturna.

Vorrei inserire una mia cartolina di questo porto, sempre in notturna, che tra l'altro riprende la nave greca heleanna.

ancona.jpg

 

Chi ricorda la tragedia di questa nave?

Ciao. Peppe

Link to comment
Share on other sites

In testa al molo son pure visibili 2 "Gabbiano": assai probabilmente uno è il BOMBARDA.

 

Il disastro dell' HELEANNA avvenne il 28 Agosto 1971: 41(!) vittime tra morti e dispersi. Il traghetto era una ex petroliera trasformata in "ferry" nel 1966.

 

Il mio C.te a COMPAMARE RIMINI fu uno dei partecipanti ai soccorsi e per quell' evento ebbe una decorazione.

Edited by Alfabravo 59
Link to comment
Share on other sites

Alcune immagini del porto di Livorno tratte da cartoline degli anni Trenta e degli anni 50-60.

 

 

 

6dtrg1.jpg

 

io0jzr.jpg

 

Questa è HMS SURPRISE, una fregata della classe Loch/Bay trasformata in nave comando (despatch vessel) della Mediterranean Station (è servita anche da yacht reale per la rivista navale dell'incoronazione di Elisabetta II a Spithead il 15 giugno 1953). Più in la', una delle due ex corvette classe Flower PORTO AZZURRO e PORTOFERRAIO della Navigazione Toscana.

Link to comment
Share on other sites

Questa è HMS SURPRISE, una fregata della classe Loch/Bay trasformata in nave comando (despatch vessel) della Mediterranean Station (è servita anche da yacht reale per la rivista navale dell'incoronazione di Elisabetta II a Spithead il 15 giugno 1953). Più in la', una delle due ex corvette classe Flower PORTO AZZURRO e PORTOFERRAIO della Navigazione Toscana.

Grazie Francesco... contavo su di te. E per gli altri incrociatori e per i caccia hai qualche proposta? L'ultimo dello schieramento sembra avere come lettere identificative GE.

Link to comment
Share on other sites

2qlxuo8.jpg

 

Sono senza dubbio i due Trento; mi sembra a sinistra il Trento ed a destra il Trieste. Fra i caccia, i primi a sinistra sembrano classe Frecciaper il loro dritto di prua più rettilineo; quarto e quinto da sinistra mi pare siano il Freccia ed il Dardo dato che mi pare di intravvedere FR e DR sui loro masconi. Sul settimo intravvedo un CN e sarebbe dunque il Camicia Nera.

 

28b7br4.jpg

 

Questi sono, secondo me, lo Zara (almeno a vedere dalla fila più bassa degli oblò al mascone) ed il Trieste

Edited by Secondo Marchetti
Link to comment
Share on other sites

Scusate se riporto l'attenzione sullo yacht armato da identificare, lo ripropongo con qualche considerazione:

 

gf.jpg

 

Sull'albero di maestra si vede issata la bandiera del Ministro della Marina, la nave è armata con 4 pezzi.

Ho trovato una grande somiglianza con lo yacht armato HMS Warrior II, costruito da Alilsa Shipbuilding di Troon, l'unico yacht che ho trovato utilizzato dalla Regia marina e costruito da Alilsa è il Tobruk, ex-Evona di 850t, solo che non mi torna ne il dislocamento ne l'armamento..

 

Il Warrior II:

 

21l3ktz.jpg

 

Altri tiri interessanti potrebbero essere i turchi Cunfida ex-Cipka e Capitano Verri ex-Tarablus, gli inglesi Giuliana ex-Rhouma, Archimede ex-Homs ex-Capercailze e Misurata ex-Arrow..avete per caso immagini di queste navi?

Edited by Lefa
Link to comment
Share on other sites

Salve.

Inserisco due foto, che penso si riferiscono alla Maddalena, risalenti probabilmente ai primi anni 60.

Le foto originali, scattate da un mio cugino in Marina, sono molto piccole.

 

 

Naturalmente sono stato attirato dalla vecchia tre pipe in primo piano.

Una vecchia torpediniera (ed ex caccia) in disarmo sulla cui poppa mi sembra di leggere una cifra iniziale (un 5xxx) oppure una lettera (Sxxx).

lmah.jpg

 

 

 

Nella seconda foto si notano, sulla riva opposta, due Dragamine della vecchia serie 5400; oltra a qualche rimorchiatore.

lmb.jpg

 

 

Ciao. Peppe

Link to comment
Share on other sites

Salve.

Inserisco due foto, che penso si riferiscono alla Maddalena, risalenti probabilmente ai primi anni 60.

Le foto originali, scattate da un mio cugino in Marina, sono molto piccole.

 

 

Naturalmente sono stato attirato dalla vecchia tre pipe in primo piano.

Una vecchia torpediniera (ed ex caccia) in disarmo sulla cui poppa mi sembra di leggere una cifra iniziale (un 5xxx) oppure una lettera (Sxxx).

lmah.jpg

 

 

 

Nella seconda foto si notano, sulla riva opposta, due Dragamine della vecchia serie 5400; oltra a qualche rimorchiatore.

lmb.jpg

 

 

Ciao. Peppe

 

 

E' la vecchia "tre pipe" GIACINTO CARINI, usata come pontone-scuola per le Scuole CEMM alla Maddalena fino al maggio 1963. Ufficialmente "degradata" a galleggiante GM 517, anche se esibiva ancora la vecchia sigla NATO usata da dragamine (M 533.). Nel maggio 1963 è stata rimorchiata (credo alla Spezia) per la demolizione. Ne abbiamo parlato nel topic "Qualche cartolina" dal post #302 in avanti.

Link to comment
Share on other sites

Sono senza dubbio i due Trento; mi sembra a sinistra il Trento ed a destra il Trieste. Fra i caccia, i primi a sinistra sembrano classe Frecciaper il loro dritto di prua più rettilineo; quarto e quinto da sinistra mi pare siano il Freccia ed il Dardo dato che mi pare di intravvedere FR e DR sui loro masconi. Sul settimo intravvedo un CN e sarebbe dunque il Camicia Nera.

 

 

 

Questi sono, secondo me, lo Zara (almeno a vedere dalla fila più bassa degli oblò al mascone) ed il Trieste

Perfetto, grazie!

Gli ultimi due sono Camicia Nera, come dici tu, e Geniere. Nell'originale le lettere si leggono poco poco meglio.

Link to comment
Share on other sites

E' la vecchia "tre pipe" GIACINTO CARINI, usata come pontone-scuola per le Scuole CEMM alla Maddalena fino al maggio 1963. Ufficialmente "degradata" a galleggiante GM 517, anche se esibiva ancora la vecchia sigla NATO usata da dragamine (M 533.). Nel maggio 1963 è stata rimorchiata (credo alla Spezia) per la demolizione. Ne abbiamo parlato nel topic "Qualche cartolina" dal post #302 in avanti.

 

C'è ancora un dubbio e cioè che si tratti del Fabrizi, gemello del Carini.

Link to comment
Share on other sites

Scusate se riporto l'attenzione sullo yacht armato da identificare, lo ripropongo con qualche considerazione:

 

gf.jpg

 

Sull'albero di maestra si vede issata la bandiera del Ministro della Marina, la nave è armata con 4 pezzi.

Ho trovato una grande somiglianza con lo yacht armato HMS Warrior II, costruito da Alilsa Shipbuilding di Troon, l'unico yacht che ho trovato utilizzato dalla Regia marina e costruito da Alilsa è il Tobruk, ex-Evona di 850t, solo che non mi torna ne il dislocamento ne l'armamento..

 

Il Warrior II:

 

21l3ktz.jpg

 

Altri tiri interessanti potrebbero essere i turchi Cunfida ex-Cipka e Capitano Verri ex-Tarablus, gli inglesi Giuliana ex-Rhouma, Archimede ex-Homs ex-Capercailze e Misurata ex-Arrow..avete per caso immagini di queste navi?

 

 

Buon Lefa, la sua perseveranza merita un premio. Si tratta del GIULIANA, ex britannico RHOUMA del 1893, costr. Napier & Co. a Glasgow, 1050 tonn., 4 x 57/43 (più tardi 2 x 76/40), in servizio con la Regia Marina dal 19 luglio 1912 (acquistata come cannoniera di seconda mano, sulla scorta di quanto faceva la marina turca, subito dopo il conflitto 1911-12) al 16.10.1928. Sul classico libro del grande Fraccaroli "Italian Warships of World War I", Ian Allan, 1970, c'è una foto che posterò domattina, scattata nel 1925 (collezione Guido Alfano) che non lascia adito a dubbi. GIULIANA, non ELETTRA...

Edited by de domenico
Link to comment
Share on other sites

Buon Lefa, la sua perseveranza merita un premio. Si tratta del GIULIANA, ex britannico RHOUMA del 1893, costr. Napier & Co. a Glasgow, 1050 tonn, 4 x 57/43 (più tardi 2 x 76/40), in servizio con la Regia Marina dal 19 luglio 1912 (acquistata come cannoniera di seconda mano, sulla scorta di quanto faceva la marina turca, subito dopo il conflitto 1911-12) al 16.10.1928. Sul classico libro del grande Fraccaroli "Italian Warships of World War I", Ian Allan, 1970, c'è una foto che posterò domattina, scattata nel 1925 (collezione Guido Alfano) che non lascia adito a dubbi. GIULIANA, non ELETTRA...

 

Ah Maestro mio, se non ci fosse dovrebbero inventarla! :s20:

Puntavo su Giuliana, fra quelle elencate era l'unica che dislocava +/- 1000t e aveva 4 pezzi da 57, ottimo lavoro! :s02:

Edited by Lefa
Link to comment
Share on other sites

Ottimo, grazie Francesco!

La foto dice che è del 1925, il Conway afferma che dopo il 15-18 i quattro pezzi da 57 sono stati sostituiti con due da 76, dalla foto che hai postato si vedono bene i due pezzi sistemati a poppa e probabilmente anche il pezzo di sinistra a prora (quello di dritta deve essere nascosto dal sartiame), ciò non torna.

 

Anno sbagliato o Conway ubriaco?

Link to comment
Share on other sites

Un poco di ricerca: RHOUMA (i) era lo yacht del giovane sir George Bullough, poi baronetto, ricchissimo proprietario dell'isola di Rum, dove fece costruire il Kinloch Castle, vicino a Oban (gran bel posto, tra l'altro), che gli aveva dato il nome celtico dell'isola. Era un keen yachtsman, e Fellow della Zoological Society (da ragazzo ho tradotto per la Hoepli e Einaudi un libro di Veblen, "The conspicuous waste", "lo sciupìo vistoso" ..). Nel 1913, dopo aver venduto agli italiani il RHOUMA (i), ormai vecchio di vent'anni, si è comprato il più recente e lussuoso RHOUMA (ii) ex TRITON, costruito nel 1902 da Ailsa Shipbuilding a Troon (Ailsa Craig è un bellissimo e panoramico faraglione roccioso in mezzo al Firth of Clyde: l'ho visitato), molto famoso perché ancora esistente come MADIZ.

 

P.S. RUM, se non sbaglio, è anche il nome di un trawler della classe Isles.

 

 

http://www.madiz.com/history.htm

 

http://www.madiz.com/lloyds.htm

Edited by de domenico
Link to comment
Share on other sites

Un altro po' di links: segnalo in particolare l'immagine del Golfo di Napoli. E' verosimile che il proprietario tenesse il panfilo sulla Costa Azzurra (come quasi tutti gli yacht britannici), ciò che ha facilitato l'acquisto da parte italiana.

 

 

http://www.artvalue.com/auctionresult--sim...-th-2098300.htm

 

 

http://www.isleofrum.com/kinlochcastle-bu.html

Edited by de domenico
Link to comment
Share on other sites

Durante la ricerca ho guardato diversi quadri di De Simone (fra i quali quello in oggetto) e ho notato che la didascalia di molti dice "sailing off Naples".... comunque il quadro del Rhouma non è fedele a meno che la nave non sia stata modificata, il mascone è lineare..

Link to comment
Share on other sites

Also Herr Lefa ...il Jane's del 1919 lo dà ancora armato con 4 x 6 pdr (57 mm). Bagnasco e Rastelli, "Navi e marinai d'Italia nella grande guerra" (1997) dicono che GIULIANA era, all'agosto 1914, l'unica nave della Regia Marina schierata in Mar Rosso (insieme al rimorchiatore LIDO). Non ho trovato altro, ma Lei potrà certo far di meglio...

Edited by de domenico
Link to comment
Share on other sites

Non ho trovato altro, ma Lei potrà certo far di meglio...

 

Lei vorrà scherzare, mi sembra che abbiamo approfondito abbastanza e di certo non saprei andare oltre.

Ora che mi ha levato il tarlo dalla testa posso tornare nei Quiz! :s45:

Link to comment
Share on other sites

Le tre foto postate da Stefano possono essere datate con precisione alla seconda metà di maggio del 1938, quando le unità delle due Squadre, reduci dalla "Rivista H" di Napoli del 5 maggio, visitarono il porto di Genova in occasione della visita di Mussolini alla città, tra il 14 e il 16 maggio.

La spettacolare uscita delle due Squadre - dall'imboccatura di levante del porto - ebbe luogo nella mattinata del 30 maggio.

 

Qui una vista di insieme del porto realizzata con due immagini "in prosecuzione":

schermata20110329a22154.png

Coll. G. Parodi via M. Brescia

Edited by Alagi
Link to comment
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...

  • Forum Statistics

    • Total Topics
      45k
    • Total Posts
      521.7k
×
×
  • Create New...