Jump to content
  • Utenti

    • Totiano

      Totiano 0

      Membro Consiglio Direttivo - MS*
      Joined:
      Last active:
    • Alagi

      Alagi 0

      Membro Onorario In Memoria
      Joined:
      Last active:
    • Iscandar

      Iscandar 0

      Capo di 1a classe
      Joined:
      Last active:
    • Odisseo

      Odisseo 0

      Secondo Capo
      Joined:
      Last active:
    • brin

      brin 0

      Capo di 1a classe
      Joined:
      Last active:
    • Marco U-78 Scirè

      Marco U-78 Scirè 0

      Membro Onorario
      Joined:
      Last active:
    • danilo43

      danilo43 0

      Tenente di Vascello - MS*
      Joined:
      Last active:
    • malaparte

      malaparte 0

      Moderatore Area Tematica - S*
      Joined:
      Last active:
    • malaspina

      malaspina 0

      Moderatore di Sezione - MS*
      Joined:
      Last active:
    • lazer_one

      lazer_one 0

      Membro Consiglio Direttivo - MS*
      Joined:
      Last active:
    • Alfabravo 59

      Alfabravo 59 0

      Capo di 1a Classe - MS*
      Joined:
      Last active:
    • Massimiliano Naressi

      Massimiliano Naressi 0

      Sottocapo - S *
      Joined:
      Last active:
    • Red

      Red 0

      Capo di 1a Classe - MS*
      Joined:
      Last active:
    • Von Faust

      Von Faust 0

      Moderatore Area Tematica - MS*
      Joined:
      Last active:
    • serservel

      serservel 0

      Tenente di Vascello
      Joined:
      Last active:
    • GM Andrea

      GM Andrea 0

      Membro Consiglio Direttivo - MS*
      Joined:
      Last active:
    • Lefa

      Lefa 0

      Capo di 1a classe
      Joined:
      Last active:
    • old_fly37

      old_fly37 0

      Membro Onorario
      Joined:
      Last active:
    • marat

      marat 0

      Capo di 1a classe
      Joined:
      Last active:
    • R.Hunter

      R.Hunter 0

      Membro Onorario
      Joined:
      Last active:
    • Charlie Bravo

      Charlie Bravo 0

      Capo di 1a classe
      Joined:
      Last active:
    • sertore

      sertore 0

      Tenente di Vascello
      Joined:
      Last active:
    • canarb

      canarb 0

      Sottotenente di Vascello
      Joined:
      Last active:
    • Keltos

      Keltos 0

      Sottotenente di Vascello
      Joined:
      Last active:
    • pugio

      pugio 0

      Capo di 1a classe
      Joined:
      Last active:
    • Djmitri

      Djmitri 0

      Moderatore di Sezione
      Joined:
      Last active:
    • Drakken

      Drakken 0

      Moderatore di Sezione
      Joined:
      Last active:
    • Bubbe

      Bubbe 0

      Capo di 1a classe
      Joined:
      Last active:
    • Regia Marina

      Regia Marina 0

      Sottocapo - MS *
      Joined:
      Last active:

Xabaras

Guardiamarina
  • Posts

    812
  • Joined

  • Last visited

Everything posted by Xabaras

  1. Franco se ne è andato. In punta di piedi, senza clamore, così come aveva desiderato. Una rosa rossa con il tricolore, il saluto alla voce della decima e la benedizione di un cappellano. Non ha voluto un vero funerale. Quando gli chiedemmo il motivo ci rispose con la sua solita semplicità, i suoi fratelli di battaglione caduti a Tarnova non ebbero modo di avere un funerale, lui ,"involontario superstite" come amava definirsi, se ne sarebbe andato allo stesso modo. In Decima si era tutti uguali. E così è stato. Ora le sue ceneri verranno disperse nel mare di Trieste. Il mare che bagna quel lembo d'Italia che è rimasta tale grazie al sacrificio del Sagittario. A noi piace pensarlo lassù, mentre racconta al suo amato Comandante, di quei ragazzi, che contrariamente al pensiero dominante cercano di tenere vivo e tramandare il loro ricordo ed il loro amore per l'Italia. Lo immagino impacciato nel spiegare ai suoi cosa sia un forum o una comunità virtuale, ma sicuramente non avrà difficoltà a spiegare che ci sono molti giovani che si raggruppano sotto le insegne di una mitica Base e che amano la Marina,i suoi Uomini, i suoi Reduci e ,soprattutto ,il loro Paese. E' stato un grande insegnante Franco. Da lui ho imparato ancor di più cosa siano sacrificio, onore, patriottismo, fedeltà ma anche gentilezza, semplicità e umiltà. E da parte mia cercherò di essere sempre degno della sua stima e della sua amicizia. Perchè ne sono certo. Se un giorno dovessi sgarrare troverebbe il modo di farsi sentire..... Grazie Franco , per quello che hai fatto per mè, per tutti noi che ti abbiamo conosciuto, per l'Italia. E spero che un giorno, quando ci rivedremo, finalmente mi presenterai al Comandante. DECIMA MARINAIO!
  2. Onore all'Ammiraglio Birindelli tra le altre cose fondatore e primo comandante del Gruppo Incursori di Comsubin così come attestò lui stesso per iscritto in occasione del 50°del Reparto. Permettetemi però di togliere un piccolo sassolino dalla scarpa........ Tutte le fonti compresa quella istituzionale riportano che Birindelli comandò la V squadriglia MAS ma omettono il fatto che le azioni che lo portarono alla MOVM vennero compiute sotto le insegne della Xa Flottiglia MAS nella quale militò sino alla fine del conflitto...... Voglio pensare ad una "dimenticanza"....... :s05:
  3. In questi giorni sono molto impegnato con il lavoro quindi cercherò di rispondere in questo post a tutte le voostre domande. Requisiti di sistema: GWX2 è molto meno pesante del precedente, io ho un Celeron da 2.4 Ghz, 2 giga di ram ed una scheda video Nvidia fx 5600 (vecchiotta ma efficiente) da 256mb e tutto gira alla perfezione. Proprio ieri ho montato un Pentium IV da 3.2 Ghz di recupero e non vi sono enormi differenze..... Dipende molto dai filtri impostati sulla scheda video. Mancanza direzione contatti: è una cosa voluta. GWX è un simulatore, quindi se vuoi conoscere la rotta del contatto devi effettuare diversi rilevamenti dello stesso e tracciare sulla carta (gli strumenti ci sono per quello) proprio come era nella realtà . Mancanza percentuale danni allo scafo: idem come sopra. Nella realtà non esistevano siffatti indicatori, stà all'esperienza del comandante capire, in base ai danni ricevuti, come sia messo il proprio battello.... e magari se non sia il caso di immergersi troppo in profondità :s10: Installazione di GWX2: per l'ennesima (e ultima!) volta ..... 1) disinstallare in ogni caso il vecchio SH3 sia se già moddato con GWX e/o altri mod sia se liscio. 2) cancellare completamente la cartella creata da SH3 in documenti contenente i salvataggi di carriera 3) installare SH3 pulito da dvd 4) installare patch EMEA 1.4b 5) create una cartella nuova sull'hard disk 6) scaricate tutti e sette i files bin nella stessa cartella creata sul vostro Hard Disk 7) eseguite l'installer GWX.exe. Avviso generale a tutti i comandanti. Dimenticatevi le migliaia di tonnellate affondate ad ogni missione. Col proseguire del conflitto sarà un miracolo solamente il fatto di riuscire a tornare alla base. Non sfidate l'aviazione, gli effetti sarebbero devastanti... per voi! Con GWX2 gli aerei useranno pienamente cannoni, mitragliatrici, bombe e razzi..... :s07: Il piccolo naviglio di superficie, specie le motosiluranti ma anche battelli non propriamente da guerra possono infliggere gravi danni con cannoni mitragliatrici e siluri..... Comandanti avvisati..... Buona caccia!
  4. Attenzione la patch da installare è la 1.4b il cui link è riportato nel primo post!
  5. Comandanti, a questi link potrete scaricare GWX2 http://files.filefront.com/GWX2exe/;9255811;/fileinfo.html http://files.filefront.com/GWX2+1bin/;9201752;/fileinfo.html http://files.filefront.com/GWX2+2bin/;9201867;/fileinfo.html http://files.filefront.com/GWX2+3bin/;9252810;/fileinfo.html http://files.filefront.com/GWX2+4bin/;9253098;/fileinfo.html http://files.filefront.com/GWX2+5bin/;9255647;/fileinfo.html http://files.filefront.com/GWX2+6bin/;9201463;/fileinfo.html http://files.filefront.com/GWX2+7bin/;9201196;/fileinfo.html http://files.filefront.com/GWX20Cfg4SH3Cmd...;/fileinfo.html L'ultimo link è relativo al Commander aggiornato per GWX2. INSTALLAZIONE: - create una cartella nuova - scaricate tutti e sette i files bin nella stessa cartella creata sul vostro Hard Disk - eseguite l'installer GWX.exe. L'INSTALLAZIONE VA' ESEGUITA UNICAMENTE CON LA SEGUENTE PROCEDURA - SH3 (pulito) + PATCH EMEA 1.4b + GWX 2.0 Per chi non l'avesse questo è il link per scaricare la Patch 1.4b EMEA (DVD europeo): http://www.ubi.com/DE/Downloads/DownloadFile.aspx?dfId=1805 Si raccomanda di cancellare completamente la cartella creata da SH3 in "documenti" prima di procedere alla nuova installazione. Non è possibile in alcun modo salvare i precedenti files di carriera! Buona caccia!
  6. In realtà non è ancora uscito... o meglio.. GWX 2 è attualmente disponibile in anteprima per una settimana a fronte di una donazione volontaria che verrà utilizzata per l'hosting del mos stesso. Successivamente, a partire dal giorno 16, verrà rilasciato ufficialmente ed ovviamente in maniera completamente gratuita a tutti. A voi la scelta!
  7. « Morirò quando il mio spirito sarà lontano da me. » (Salvatore Todaro)
  8. A tutti i Comandanti che fossero interessati segnalo che l'evoluzione ultima e definitiva di GWX che assumerà il nome di GWX 2.0 ha finalmente completato positivamente la fase di beta test. e verrà rilasciata ufficialmente il giorno 16 Dicembre 2007 anniversario del rilascio della prima edizione del mod.
  9. Uscirà separatamente. In realtà è un mod ben più corposo che sarà pienamente compatibile con GWX e che ricomprenderà tutte le varianti del tipo VII (sia giocabili che AI) ad oggi mancanti quali la VII D , VII F, VII C/41 e U-Flack
  10. Ho già riportato in altro post che l'ultimo GWX uscirà per Natale..... serve aggiungere altro?!!
  11. Le foto sono del 1998. furono scattate in occasione di una commemorazione voluta dal USAF ed ampiamente criticata dalle associazioni pacifiste nonchè dal governo giapponese. Il Comandante Fred Bock (quello in foto) che sganciò la bomba su Nagasaki muorì nel 2000. Il comandante Paul Tibbets invece è morto lo scorso 1 Novembre ,ironia del destino il giorno della ricorrenza dei defunti....,all'età di 92 anni. Tibbets soprannominato in seguito "il fattorino della morte", aveva 30 anni quando sganciò la bomba (anche se tecnicamente venne effettivamente sganciata dal puntatore del B29 maggiore Thomas Ferebee) non ha mai espresso rimpianti sul suo ruolo, sostenendo di aver fatto solo il proprio dovere. «Non sono certo fiero di aver ucciso tutta quella gente - aveva detto a un intervistatore nel 1975 - Ma la situazione va analizzata nel contesto dell’epoca. Eravamo in guerra...si usa qualunque mezzo a propria disposizione. Abbiamo dovuto mettere da parte i nostri snetimenti». E aveva concluso: «Dormo sonni tranquilli». Tuttavia, nelle sue ultime volontà , il pilota ha chiesto che non venga celebrato nessun funerale e che le sue ceneri una volta cremato siano gettate in mare.
  12. Quello in foto è "la madre di tutti i monumenti ai caduti". E' situato sull'isola di Tinian esattamente sopra il Bomb Pit N°1 (punto di caricamento ovvero uno scavo nel terreno dove un elevatore posizionava la bomba nella stiva del velivolo) costruito appositamente per caricare la bomba atomica Little Boy sul B29 "Enola Gay" che rase al suolo Hiroshima. A poche decine di metri una placca ricorda il secondo Bomb Pit (diversamente dal primo ormai ricolmo di terra) utilizzato per la seconda bomba "Fat Man" che distrusse Nagasaky Il signore in foto è Fred Bock AC "Bockscar" ovvero il comandante del B29 che sganciò la bomba.
  13. Monumento ai caduti del gruppo Incursori, Comsubin nel piazzale del Varignano.
  14. Benchè personalmente sia contario al recupero mi fà sorridere constatare che non si riescano ad individuare 35.000 tonnellate d'acciaio poste ad una batimetrica variabile da 300 a 500 mt quando si è recuperata immediatamente (eh! già quando qualcosa brucia......) la scatola nera (circa 50 cm per 5 kg scarsi.... in materiale amagnetico) del Dc9 itavia in un area di 300 metri quadrati, a 3620 mt di profondità , in fondo alla “fossa del Tirreno” con i mezzi disponibili nel 1980....
  15. Allora Comandanti..... avete notato qualche differenza rispetto ai vostri battelli...??!! :s10: A breve il link per il download e relative istruzioni ma vi preavviso fin d'ora tre cose la prima che non verrà realizzata per il momento nessun altra versione oltre al tipo Vii .... la seconda che le modifiche sono compatibili esclusivamente con GWX la terza che le modifiche richiederanno il ripartire assolutamente da zero con una nuova campagna senza alcuna possibilità di salvare la precedente. Pensate ne valga la pena? :s02:
  16. Bellissimo lavoro... non vedo l'ora di inserirla in campagna !!
  17. In realtà l'azione contraerea ci fù ma venne inficiata dalla tipica "dottrina di reazione" alla era stata addestrata. gli elementi che giocarono un ruolo determinante furono l’alta velocità della bomba, dovuta al suo peso di 1.400 kg, e la possibilità di correggerne la traiettoria,elementi che consentivano di sganciare la bomba da una altezza di 5-7.000 metri, e quando si era quasi sulla verticale del bersaglio, sito 80°. Ci si trovava quindi di fronte a un nuovo e sconosciuto tipo di attacco in quanto fino al 9 settembre 1943, le bombe venivano sganciate da una altezza di 3-3.500 metri e su un sito di 60° (angolo compreso tra il piano orizzontale della nave e la congiungente nave-aereo). L’incarico di attaccare la Roma fu affidato al migliore equipaggio, che era costituito dal pilota sergente Kurt Steinbor, dal puntatore sergente Eugen Degan, da un marconista e da un addetto alla mitragliera. Alle 15.15 il comandante in capo delle Fnb avvistò una formazione di bombardieri in avvicinamento e identificò che erano tedeschi. L’ammiraglio Bergamini, dato l’elevato numero di aerei e l’alta quota a cui volavano - che consentiva di fare solo un fuoco di interdizione, poiché i nostri cannoni dovevano sparare con il massimo alzo - e data la maggiore potenza delle mitragliere tedesche e l’elevato numero di aerei, decise di non catapultare gli RE 200 perché avrebbe significato mandarli, inutilmente, incontro a una morte sicura. Alle 15.16, un minuto dopo l’avvistamento, fece alzare il segnale a bandiere P3, che significava “Posto di combattimento – pronti ad aprire il fuoco”, dette inoltre l’ordine di zigzagare e diradarsi. Alle 15.37 i primi cinque aerei volavano a una quota di 6.500 metri e avevano superato il sito di 60°, in cui avrebbero dovuto sganciare le bombe. Vennero perciò considerati in allontanamento. Non sussistevano quindi elementi tali da far giudicare, come un’azione ostile, il loro volo e quindi permettere al comandante in capo di dare l’ordine di “aprire il fuoco”. Ma proprio in quel momento venne sganciata la prima bomba. Fu subito ordinato: “Aprite il fuoco” e i nostri cannoni antiaerei da 90/55 aprirono il fuoco. Si ritiene che un aereo tedesco sia stato abbattuto. Alle 15.42 l’aereo pilotato dal sergente Steinborn raggiunse la Roma sul lato dritto, il sergente Degan sganciò la prima bomba che colpì la nave al centro-poppa di dritta tra i complessi antiaerei n° 9 e n° 11. La bomba attraversò la nave e scoppiò in mare poco al di sotto della chiglia. Si apri una falla che provocò l’allagamento del locale caldaie e motrici di poppa, le eliche dell’estrema poppa si bloccarono, la velocità della nave si ridusse da 22 a 16 nodi. L’ammiraglio Bergamini ordinò di alzare il segnale a bandiere V16 (a tutti: riducete la velocità a 16 nodi); si portò, insieme all’ammiraglio Caraciotti sulla aletta di plancia di dritta per osservare il punto in cui la Roma era stata colpita. Alle 15.52, mentre la Roma, zigzagando, faceva una accostata di 60° a sinistra, l’aereo pilotato dal sergente Steinborn sorvolò di nuovo la corazzata e sganciò la seconda bomba che colpì la nave sul lato sinistro nelle vicinanze del torrione corazzato, dove si trovavano anche le plance ammiraglio e comandante. La bomba si infilò tra il torrione corazzato, la torre n.° 2 dei cannoni da 381/52 e l’impianto dei cannoni da 152/55 di prora a sinistra. Scoppiò nell’interno dello scafo provocando la deflagrazione del deposito munizioni dei 152/55 e, per “simpatia”, la deflagrazione del deposito della torre n.° 2 che venne lanciata in aria. Allo stesso tempo si aprì una falla e l’acqua allagò il locale motrici che si bloccarono. Si bloccarono pure i comandi del timone e quindi la nave proseguì per abbrivio nella sua accostata di 60° gradi a sinistra. Dalle viscere della nave si elevò una grande colonna di fiamme e fumo alta 400 mt, che avvolse il torrione corazzato provocando la morte di tutto il personale che vi si trovava. La corazzata sembrò sollevarsi, ricadere in mare, e si inclinò sul lato di dritta. Le riservette antiaeree, che si trovavano nelle vicinanze del torrione, si incendiarono, le munizioni presero fuoco, i proiettili vennero lanciati a 360°, ferendo e uccidendo molti marinai. Il comportamento del personale della Roma fu esemplare, come risulta da tutte le testimonianze dei superstiti. Moltissimi furono gli episodi di abnegazione per salvare i compagni feriti, così come fu encomiabile l’opera degli ufficiali e sottufficiali che, con la loro sicurezza e tranquillità , riuscirono a riportare e mantenere la calma e l’ordine, specie nelle zone colpite. Molti persero la vita pur di salvare i compagni che erano rimasti intrappolati in alcuni locali. Ed è proprio questo che dobbiamo ricordare. Non importi che si recuperi o meno il relitto, non importa avere i dati della sua posizione. Importa solo sapere che laggiù da qualche parte riposano 1.393 Uomini che hanno onorato sino alla fine il loro esssere marinai d'Italia.
  18. A voler essere precisi Silent Hunter III riproduce i teatri dell'Atlantico e del Mediterraneo. In entrambi i casi i battelli italiani pattugliarono le stesse zone dei battelli Tedeschi. Vedi ad esempio le aree di pattuglia dell'Otaria che operò in Atlantico dal 1940 lungo le coste Scozzesi e Irlandesi.... e più in generale le aree di pattugliamento dei sommergibili di Betasom (era o non era la base Atlantica?? ) Per quanto riguarda il Mediterraneo poi credo non occorra aggiungere altro con gli U Boat della 29a Frontflottille e battelli italiani a spartirsi i moli di Spezia e i settori di pattugliamento in tutto il mediterraneo.....
  19. Etna voleva unicamente mostrare quali siano le possibilità di modding attuali. Ad essere OT è il post iniziale in quanto non ha alcun senso discutere di battelli italiani nell'ambito di una simulazione ambientata nel pacifico.
  20. Vero ma non del tutto. Assolutamente vero nei primi anni del conflitto ,i famosi Happy Times, dove le scorte erano poche ed obbligate a sguarnire il convoglio. Dal 42' in poi le scorte annoverarono una composizione duplice, una sezione di scorta vera e propria che non abbandonava mai il convoglio e delle sezioni "hunter killer" disposte lungo la rotta che prendevano in "consegna" il convoglio all'attraversamento della propria zona di competenza. Questi gruppi avevano lo scopo di cacciare ad oltranza il sommergibile lasciando libero il convoglio di proseguire sulla sua rotta sempre sotto protezione. In pratica una "marcatura a nave" unita ad una con compiti di attacco strutturata "a zona" . Per gli u boat fù un massacro....
  21. Non sò voi ma la grafica del mare di SH3 mi ha sempre lasciato piuttosto perplesso. Dopo le modifiche apportate da GWX le cose sono migliorate ma l'aspetto della schiuma prodotta dalle onde durante una tempesta è rimasta a livelli piuttosto deludenti. Partendo da spunti di altri modder ho lavorato ad una mia versione personale (che ho proposto al vaglio all'interno del team GW) combinando la texture del "foam" di SH4 opportunamente rielaborata, con un nuovo file "peak" e modificando di conseguenza il file scene.dat. Seguendo il suggerimento di un altro modder ho eliminato 11 dei 12 file foam della cartella misc utilizzandone uno solo molto più grande e dettagliato ottenendo in questo modo maggior leggerezza sul fronte degli fps nonostante l'aumento di dettaglio grafico.... ed eccovi il risultato! Ora è una "tempesta perfetta"!
  22. Comandanti, pur non essendomi possibile pubblicare la data precisa, posso dirvi che l'ultimo GWX sarà il nostro "regalo di Natale". La decisione è stata presa in modo da incorporare e testare ulteriori modifiche che lo renderanno degnamente la versione "definitiva" e proprio per questa il team desidera reealizzarla con la massima completezza possibile. Continuate le vostre campagne ed affinate la vostra tecnica fra non molto sarete chiamati a dar prova di tutte le vostre capacità ! Buona caccia!
  23. Intendo entrambe le cose anche se la presenza scenica si riferisce ovviamente al gioco. Come l'Aquila anche la Graf Zeppelin non venne mai ultimata anche se su quest'ultima si effettuarono diverse prove di volo con me109 e ju87 appositamente modificati per l'impiego navale. Diversamente dalla graf zeppelin però, che era dislocata in bacino a Kiel (quindi un porto sede di flottiglia e molto utilizzato nel gioco tanto da giustificarne la sua presenza scenica nello stesso) l'Aquila spese la sua breve esistenza a Genova porto nel quale il comandante di SH3 o GWX non avrà alcuna occasione di frequentare se non per sfizio personale.
  24. Il lavoro non si discute... veramente ottimo ma... la portaerei aquila non venne mai completata e rimase in bacino a Genova sino alla sua distruzione Già danneggiata nel corso dell'allestimento, nel novembre 1942, alla data dell'8 settembre 1943 era praticamente pronta per i collaudi e le prove in mare, completa per il 90%. Il 9 settembre fu sabotata ed abbandonata dall'equipaggio, e cadde nelle mani dei tedeschi. Il 16 giugno 1944 venne bombardata in porto a Genova da aerei americani, e per finire nella notte del 19 aprile 1945 venne attaccata da mezzi d'assalto della Marina Italiana del Sud, per evitare che i tedeschi la affondassero all'imboccatura del porto. Venne ritrovata semisommersa già il 24 aprile 1945, e, recuperata, venne demolita nel 1952. Gli aerei storicamente non vennero mai imbarcati nemmeno per prova ed il suo aspetto nel 44' era questo: In pratica un grande lavoro per una semplice presenza scenica nel porto di Genova..... Un vero peccato!
×
×
  • Create New...