Jump to content
  • Utenti

    • Totiano

      Totiano 0

      Membro Consiglio Direttivo - MS*
      Joined:
      Last active:
    • Alagi

      Alagi 0

      Tenente di Vascello
      Joined:
      Last active:
    • Odisseo

      Odisseo 0

      Secondo Capo
      Joined:
      Last active:
    • Iscandar

      Iscandar 0

      Capo di 1a classe
      Joined:
      Last active:
    • brin

      brin 0

      Capo di 1a classe
      Joined:
      Last active:
    • Marco U-78 Scirè

      Marco U-78 Scirè 0

      Membro Onorario
      Joined:
      Last active:
    • malaparte

      malaparte 0

      Moderatore Area Tematica - S*
      Joined:
      Last active:
    • lazer_one

      lazer_one 0

      Membro Consiglio Direttivo - MS*
      Joined:
      Last active:
    • de domenico

      de domenico 0

      Tenente di Vascello
      Joined:
      Last active:
    • malaspina

      malaspina 0

      Moderatore di Sezione - MS*
      Joined:
      Last active:
    • danilo43

      danilo43 0

      Tenente di Vascello - MS*
      Joined:
      Last active:
    • Alfabravo 59

      Alfabravo 59 0

      Capo di 1a Classe - MS*
      Joined:
      Last active:
    • serservel

      serservel 0

      Tenente di Vascello - MS*
      Joined:
      Last active:
    • Von Faust

      Von Faust 0

      Moderatore Area Tematica - MS*
      Joined:
      Last active:
    • Red

      Red 0

      Capo di 1a Classe - MS*
      Joined:
      Last active:
    • GM Andrea

      GM Andrea 0

      Membro Consiglio Direttivo - MS*
      Joined:
      Last active:
    • Lefa

      Lefa 0

      Capo di 1a classe
      Joined:
      Last active:
    • old_fly37

      old_fly37 0

      Membro Onorario
      Joined:
      Last active:
    • marat

      marat 0

      Capo di 1a classe
      Joined:
      Last active:
    • R.Hunter

      R.Hunter 0

      Membro Onorario
      Joined:
      Last active:
    • Charlie Bravo

      Charlie Bravo 0

      Capo di 1a classe
      Joined:
      Last active:
    • Massimiliano Naressi

      Massimiliano Naressi 0

      Sottocapo - S *
      Joined:
      Last active:
    • sertore

      sertore 0

      Tenente di Vascello - MS*
      Joined:
      Last active:
    • canarb

      canarb 0

      Sottotenente di Vascello
      Joined:
      Last active:
    • Keltos

      Keltos 0

      Sottotenente di Vascello
      Joined:
      Last active:
    • pugio

      pugio 0

      Capo di 1a classe
      Joined:
      Last active:
    • Djmitri

      Djmitri 0

      Moderatore di Sezione
      Joined:
      Last active:
    • Drakken

      Drakken 0

      Moderatore di Sezione - MS*
      Joined:
      Last active:
    • Bubbe

      Bubbe 0

      Capo di 1a classe
      Joined:
      Last active:
    • Regia Marina

      Regia Marina 0

      Sottocapo - MS *
      Joined:
      Last active:
    • Navy60

      Navy60 0

      Capo di 1a Classe - S*
      Joined:
      Last active:

Von Moraht

Sottocapo
  • Content Count

    368
  • Joined

  • Last visited

About Von Moraht

  • Birthday 12/30/1986

Contact Methods

  • Website URL
    http://
  • ICQ
    0

Profile Information

  • Gender
    Male
  • Location
    Firenze

Recent Profile Visitors

4,171 profile views
  1. Von Moraht

    65 Affondamento Nb Roma

    Ma sarà possibile fare qualcosa anche con la rappresentazione del torrione corazzato? Ma poi per il rilevamento del relitto si è più saputo qualcosa ?
  2. Von Moraht

    Servizio Di Leva

    Sarebbe un dovere costituzionale, come mai nessuno lo dice mai questo ?
  3. Von Moraht

    L'affondamento Del Racchia E La Guerra Civile Russa

    ci posso dare un occhiata, però mi sembra che ti sbagli all'incirca degli ex-prigionieri austriaci, mi sembra di avere letto che erano tedeschi, guarderò!!! :s02:
  4. Von Moraht

    L'affondamento Del Racchia E La Guerra Civile Russa

    Le unità della classe "Mirabello" furono consegnate alla Regia Marina quando la prima guerra mondiale era già iniziata e quindi furono quasi da subito impegnate in attività operativa. Basate a Brindisi, operarono in Adriatico, partecipando a missioni di interdizione, posa mine, scorta a convogli e a navi maggiori. Nel periodo tra le due guerre svolsero la normale attività di squadra, con frequenti missioni all'estero, sia di rappresentanza che operative. Durante una di queste fu perso il Racchia che il 19 luglio 1920 presso Odessa durante una scorta, urtò una mina e affondò rapidamente. Le altre due unità svolsero la normale attività e parteciparono tra il 1936 e il 1938 alle operazioni di appoggio durante la guerra civile spagnola.
  5. Oramai bisogna solo fare quello che i lor Signori dello Stato Maggiore ordinano, spero che abbiano delle idee brillanti :s02:
  6. in effetti si, ma penso che ultimamente anche noi siamo in guerra, che fare, ritirarsi? restare e continuare cosi, e farci sbeffeggiare da delle ridicole bande di guerriglieri? andare via, e tutti a casa? oppure combattere come il dio della guerra comanda? Penso che continuare ad avere i nostri soldati in Libano sia inproduttivo, sembra che l'ONU abbi mandato i boy scout invece di soldati pagati per fare quello a cui sono addestrati!!
  7. io sono a conoscenza, che giorni fa Unifil riusci a fermare un camion pieno di armi dei banditi di hezbollah, e magicamente lo lasciarono passare, perchè i guerriglieri puntarono le armi contro la nostra pattuglia, il tempo di entrare nei veicoli blindati, e i terroristi se la dettero a gambe!! Cmq penso che la missione servi a poco, se non cambiano le regole d'ingaggio, penso che oramai i terroristi abbiamo cosi tante armi da fare la guerra al mondo intero!!! :s02:
  8. Von Moraht

    R.n. Leonardo Da Vinci

    Ma quando recuperarono la corazzata, gli interni erano ancora agibili, oppure erano distrutti? :s02:
  9. Von Moraht

    Pontone Cappellini In Diretta

    Ma qual'è la procedura per riportarla su? riparare le eventuali falle e poi pompare aria compressa nel battello? e quando sarà su, le cariche dei proietti rimasti andranno disattivate? cmq o trovato un libro a riguardo al pontone Cappellini, forse qualcuno lo conoscerà, cmq posto il link, qui :s10:
  10. Von Moraht

    Ecco Cosa Conoscevano Gli Americani Dei Nostri Incursori

    è possibile ottenere una traduzione del documento?
  11. Von Moraht

    Cristoforo Colombo

    riporto un articolo del giornale ''il secolo XIX'' La rivelazione Nel '55, i servizi segreti italiani affondarono in Russia la corazzata Giulio Cesare per conto della Nato MoscaIl 29 ottobre del 1955 otto uomini-rana agli ordini dei servizi segreti italiani avrebbero fatto saltare in aria nel porto di Sebastopoli, in Crimea, una corazzata ceduta dall'Italia all'Urss nel quadro delle riparazioni dei danni per la seconda guerra mondiale. La missione degli uomini-rana avrebbe provocato così la morte di oltre seicento marinai a bordo della corazzata. La corazzata era la Giulio Cesare, ribattezzata Novorossisk dopo la consegna all'Unione Sovietica nel 1949, e la pista tricolore è rievocata con dovizia di particolari dalla rivista "Itoghi" in occasione del cinquantenario. All'epoca, il Cremlino sostenne che la tragedia era stata innescata da alcuni incendi accidentali a bordo ma, a detta della rivista russa "Itoghi", le cause rimangono misteriose e l'ipotesi più accreditata è l'affondamento dovuto a bombe a orologeria piazzate da sabotatori italiani sulla chiglia. Nel numero da ieri in edicola la rivista moscovita cerca però di risolvere «uno dei misteri più tetri della guerra fredda» sulla base di una fonte piuttosto approssimativa e di seconda mano. Un certo Niccolò, che avrebbe fatto parte dei "magnifici otto" entrati in azione a Sebastopoli nell'ottobre 1955, oltre vent'anni dopo, nel 1997, avrebbe vuotato il sacco con un imprecisato ex-ufficiale della marina sovietica residente negli Stati Uniti. I servizi segreti italiani - all'epoca - avrebbero agito per conto della Nato al fine di impedire che la ex-Giulio Cesare fosse equipaggiata di lanciamissili a testata nucleare. I servizi avrebbero trovato un complice entusiasta nel capo degli uomini-rana della Decima Mas e cioè il principe Junio Valerio Borghese, che già nel 1949 avrebbe giurato vendetta per la cessione della corazzata, un episodio da lui vissuto come «un atto di disonore». Se si crede al fantomatico Niccolò (presentato come l'unico di quell'impresa ancora in vita), gli uomini-rana furono portati al largo della Crimea da una nave mercantile italiana adibita ufficialmente al trasporto di frumento. Dal "mercantile" sarebbero stati lasciati in mare il 26 ottobre. Avrebbero poi raggiunto la costa con un mini-sommergibile. A quel punto gli otto uomini-rana avrebbero organizzato una piccola base a terra. Da lì avrebbero infine piazzato le mine a tempo sotto la corazzata. Concluso la loro operazione, sarebbero stati recuperati al largo di Sebastopoli da un altro mercantile di comodo, due giorni dopo l'esplosione della corazzata Giulio Cesare. Durante una vacanza in Florida, Niccolò avrebbe raccontato all'ex-ufficiale sovietico, conosciuto casualmente, che, durante la posa delle mine in acque dalla visibilità estremamente ridotta, una borsa con attrezzature varie e alcuni pezzi di un "maiale", lo uno speciale mezzo subacqueo d'assalto, caddero sul fondale e non fu possibile recuperarli perché si dovette fuggire in fretta e furia. Niccolò avrebbe anche mostrato al suo interlocutore una foto nella quale lo si vede assieme agli altri sette uomini-rana prima dell'inizio dell'audace operazione. La rivista "Itoghi" aggiunge di suo che all'epoca soltanto due Paesi della Nato - Italia e Gran Bretagna - avevano l'expertise per gesta simili. Non è ad ogni modo la prima volta che gli uomini-rana italiani sono tirati in ballo a Mosca per l'esplosione della ex-Giulio Cesare. Nel 1999 il quotidiano "Segodnia" scrisse addirittura che l'azione rientrava in un più ampio piano di «invasione dell'Urss», bloccato dalla Nato all'ultimo momento.
  12. Von Moraht

    Cristoforo Colombo

    Per me sono stati i nostri incursori nel 1955, forse con un piccolo aiuto americano, poi eravamo in piena guerra fredda!!! Poi a quel tempo forse era facile trovare qualche residuo bellico, sia tedesco o italiano, '' un maiale???'' ''un mas??'' perchè no?? Gli uomini, c'erano!! con un pò di allenamento potevano rimettersi alla grande !!! (Borghese, un nome a caso!!!) Voi che dite??
  13. Von Moraht

    Cristoforo Colombo

    Come saprete la Regia nave Cristoforo Colombo destinata ai russi, podo tempo dopo fece una brutta fine,nel 1963 bruciò insieme al suo carico nelle acque sovietiche . E ve la ricordate la nostra Regia corazzata Giulio Cesare, anche essa data ai russi, distrutta in porto, a Sebastopoli, da una misteriosa esplosione della potenza stimata di 1.200 kg di TNT sotto lo scafo della nave squarciò tutti i ponti dalla corazzatura inferiore fino al ponte del castello di prua. Sul ponte del castello di prua il foro misurava 14x4 metri. :s02:
  14. Von Moraht

    Cristoforo Colombo

    Ma le due navi all'epoca dell'armistizio dove vennero internate, a Malta oppure in qualche altro porto? e chi le domandava ? Cmq sulla storia, tutto è possibile !!!
  15. Von Moraht

    Base Di Navarino 1/700

    Spettacolo, bravo Marat, vedendo le navi e la base navale, fà entrare nel corpo una ebrezza di libertà e di perenne tranquillità , bellissimo. :s01:
×