Jump to content

Navi E Terremoti


Odisseo

Recommended Posts

  • Replies 443
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

Top Posters In This Topic

Mi correggo, in parte. Una stella stava per il contrammiraglio, due stelle per il viceammiraglio, tre stelle per l'ammiraglio....a quanto ne so...vediamo se qualcuno sa dirci qualcoso di più, gravie comunque Odisseo.

 

Ciao Luca

Link to comment
Share on other sites

Odisseo, delle Duilio ho i piani pubblicati dai Navimodellisti Bolognesi: uno è ricavato dai lucidi ricavati a La Spezia poco dopo l'entrata in servizio e l'altro è opera di un tedesco che riproduce la nave nello stesso periodo. Quest'ultimo ha particolari di grande interesse ed è fatto con estrema cura, ma dev'essere di seconda mano.

A raffrontare questi disegni con le fotografie esistenti (sostanzialmente quelle del fascicolo di Orizzonte Mare) si capisce quello che è fondato e quello che non lo é. Naturalmente poi ti fai anche delle idee tue. Io mi sono per esempio convinto che quella controcarena che si vede nei disegni a centronave sotto il galleggiamento era prevista nel progetti di entrambe le unità, ma venne realizzata solo sul Dandolo. Se quardi la foto del Duilio sullo scalo poco prima del varo non ne vedi nessuna traccia, e se la raffronti con quella analoga del Dandolo ti rendi conto che qualora ci fosse stata sarebbe stato impossibile non vederla. Da questo convincimento mi sono determinato a eliminarla dal modello.

Il disegno russo (bisognerebbe chedere a Magico 8° /88, che sui siti russi è di casa) è assolutamente esatto, e lo si nota da particolari minimi, quali le posizioni delle scalette, delle gruette e degli scarichi a murata. Io ho l'impressione che i disegni italiani che circolano siano una incomprensibile fusione del progetto originale e delle modifiche apportate al Dandolo; è solo così che si possono spiegare i particolari di cui dicevo ieri. Naturalmente pagherei non so cosa per avere i piani del Dandolo rimodernato, sul quale le asimmetrie devono essere state eliminate e sul quale la tuga dev'essere stata modificata forse in coerenza a quanto dicono quei disegni (ma non ne sono per niente convinto). Certo è pazzesco che benché abiti dove abito non ho da anni il tempo per andare un giorno al'Ufficio Storico.

Comunque sia, mi piacerebbe avere una tua opinione su quanto ho detto (anche sulla faccenda della controcarene) perché non credo che ci siano molte persone in tutto il paese ad avere una qualche idea su quelle navi.

Link to comment
Share on other sites

Gentilissimo Marat,

 

desidero fare un'ovvia premessa: la mia competenza sulle corazzate della classe Duilio è un paio di anni luce dietro la tua.

Bisogna sempre dare a Cesare quel che è di Cesare (che in questo caso è Giulio e non la corazzata). :s01:

 

Mi sembra poi divertente il fatto che per trovare un disegno corretto di una "vecchia" corazzata italiana, sia necessario andare su un sito russo con migliaia di desktop 1024x768, con una semplice sezione dedicata alle navi militari (lo ritroverò prima o dopo).

 

Controcarena: sono andato a recuperare le immagini di "Storia della Marina" di Fabbri, che mi porterebbero a concordare con te:

Disegno e spaccato della Duilio

duilio2xw1.jpg

 

foto sullo scalo

duilio27gs7.jpg

 

Non c'è ombra di controcarene.

 

Il disegno del "paginone" centrale di Spiros Karavias sembra corretto.

duilio1dr1.jpg

 

Posto infine un disegno delle due navi, di cui mi ero completamente dimenticato, ma che ha un'aria esotica (dove l'avrò mai trovato?)

 

duilio06ow3.jpg

 

Grazie della fiducia e, soprattutto, dello stimolo a cercare meglio e di più. :s01:

Ciao.

Link to comment
Share on other sites

Dopo queste belle, grandi navi, oggi è il turno di una nave ausiliaria: USS Culgoa, una nave frigorifera al seguito della Great White Fleet, giunta a Messina intorno al 9 gennaio 1909.

 

Tutte le foto provengono da http://www.history.navy.mil/index.html

 

culgoa01dw7.jpg

 

culgoa02de1.jpg

 

culgoa03jl5.jpg

 

culgoa04ys6.jpg

 

L'ultima immagine, ai nostri fini, è sicuramente la più interessante, raffigura infatti il Culgoa in rada a Messina in quei giorni; la didascalia che porta come data dicembre 1908, deve essere spostata almeno al 9 gennaio 1909.

 

Saluti da Itaca.

Link to comment
Share on other sites

Conosco il disegno di Karavias. Raffigura la nave dopo i lavori che hanno comportato l'eliminazione della timonera scoperta a poppa e l'installazione della stesssa nel casotto a ridosso del fumaiolo di prua. A parte qualche ingenuità di dettaglio, il disegno è corretto.

Odisseo: non conta quanto tempo uno ha ragionato su una cosa, ma come ci ragiona sopra. Ti faccio una domanda specifica (con me una certa pazienza ci vuole, ma c'é quel benedetto master).

Se hai la fotografia del Dandolo prima del varo, confrontala con quella che hai postata. La oontrocarena sul Dandolo c'é. E si vedono anche gli spazi lasciati per l'installazione delle piastre di corazza, che sono d estensione diversa da quelli del Duilio.

Tenuto conto di ciò (e particolarmente dell'ultima cosa) la domanda è la seguente. E'possibile, a tuo parere, che la controcarena sia stata installata sul Duilio successivamente all'applicazione della corazzatura ?

Link to comment
Share on other sites

Ho recuperato la foto del Dandolo al varo e non c'è dubbio che lo spazio lasciato per l'installazione della corazzatura è diverso.

La risposta alla domanda non è semplice e non vorrei portarti sulla strada sbagliata, ma penso che la controcarena non dovrebbe essere stata installata successivamente alla corazza, ma mi restano molti, molti dubbi.

Dobbiamo cercare ancora sui "sacri testi", o devi trovare il tempo di fare quattro passi all'Ufficio Storico.

 

image2lw8.jpg

 

P.S.: in relazione alla foto del porto di Messina, che hai postato qualche settimana fà, la foto potrebbe anche risalire al 1911-12, quando il Dandolo fu dislocato a Messina con compiti di difesa locale; quanto alle macerie, purtroppo, ne rimasero in giro per molti anni.

 

 

 

P.S. x Luca: grazie ancora per l'aiuto.

Link to comment
Share on other sites

P.S.: in relazione alla foto del porto di Messina, che hai postato qualche settimana fà, la foto potrebbe anche risalire al 1911-12, quando il Dandolo fu dislocato a Messina con compiti di difesa locale; quanto alle macerie, purtroppo, ne rimasero in giro per molti anni.

 

A riguardo posso dire che Dandolo, Italia e Doria furono dislocate tra Messina ed Augusta, con una squadriglia di torpediniere d'alto mare per difendere Messina e soprattutto Augusta, che era la base principale della flotta per le esigenze della guerra di Libia.

Link to comment
Share on other sites

Per la nave di oggi, USS Yankton, sono in buona parte debitore di Luca :s20: per il link con http://www.hazegray.org/.

 

L'USS Yankton era un ex yacht, utilizzato dalla US Navy come nave ausiliaria, durante il famoso giro del mondo.

Stazionò a Messina tra il 9 ed il 14 gennaio 1909.

 

yankton01tn7.jpg

 

yankton02ec5.jpg

 

yankton03by2.jpg

 

Saluti da Itaca.

Link to comment
Share on other sites

Le grandi navi da guerra sono quasi finite.

Ci ridimensioniamo su qualcosa di più piccolo: i cacciatorpediniere.

Oggi è infatti il turno del cacciatorpediniere Bersagliere, entrato nel porto di Messina il 30 gennaio, insieme alla corazzata Vittorio Emanuele (che trasportava le loro altezze reali).

 

bersagliere01mv6.jpg

 

bersagliere02ut0.jpg

 

bersagliere03lc7.jpg

 

bersagliere04yw5.jpg

 

Buonanotte da Itaca.

Link to comment
Share on other sites

:s01: Non posso restare insensibile al grido di richiesta da più parti mi giunge, ma visto che cacciatorpediniere italiano pronto ancora non c'è, vi mollo una corazzata italiana.

:s01: Siccome sono Siciliano posto la (venerabile) corazzata Sicilia.

 

un disegno (MMI)

sicilia01fg8.jpg

 

una cartolina (LN)

sicilia02mm8.jpg

 

sicilia03xn0.jpg

 

sicilia04ik9.jpg

 

sicilia06wb5.jpg

 

sicilia07zi4.jpg

 

sicilia08qj6.jpg

 

Perdonatemi per la tarda ora, ma con i pc gli imprevisti sono dietro ogni angolo.

Buonanotte da Itaca.

Link to comment
Share on other sites

Insieme al cacciatorpediniere Bersagliere, negli ultimi giorni di dicembre 1908 entrarono in porto a Messina anche Artigliere, Granatiere e Lanciere.

 

Sono estremamente in crisi su queste tre navi, qui di seguito volevo postare tutto ciò che ho trovato, cioè tre immagini dell'Artigliere, ma Imageshak stasera non è cosa ...

 

aiuto Luca, Marat, Alagi, S.O.S., help, may day ...

 

:s01: A Itaca piove e c'è freddo !

Link to comment
Share on other sites

Sono anni luce lontano dalle tue competenze: sino a dieci mesi fa postare una fotografia era per me una stregoneria.

Non posso aiutarti, amico mio.

Ma metti da parte tutto quello che trovi sulla Sicilia. E' una delle unità che devo riprodurre, oviamente la prima della lista. Ma non so dove trovare i piani e sto andando ai matti.

Link to comment
Share on other sites

Fra tante navi italiane e russe, stiamo sottovalutando il ruolo della Marina di Sua Maestà Britannica, in quegli anni onnipresente sui sette mari (come sugli oceani).

Una delle prime navi della Royal Navy a giungere in porto fu l'incrociatore corazzato Euryalus, classe Cressy.

 

euryalus01ii2.jpg

 

euryalus02xl9.jpg

 

euryalus03es3.jpg

 

euryalus04iz0.jpg

 

Una stranezza, o una strana coincidenza: sui sei incrociatori che componevano la classe Cressy, tre furono affondati, il 22 settembre 1914, da un sommergibile tedesco.

Nessuna delle tre navi aveva partecipato alle operazioni a Messina e dintorni, a differenza dell'Euryalus e del del Sutlej ... vuoi vedere che la catastrofe porta fortuna ?

 

Saluti da Itaca.

Link to comment
Share on other sites

Gentilissimo Totiano,

 

il tuo apprezzamento per il lavoro di ricerca che stiamo portando avanti mi riempie di contentezza.

 

Stavo cercando di postare almeno una nave al giorno, ma si tratti di navi ormai "centenarie" che non è semplicissimo trovare sul web o sugli almanacchi, soprattutto se non si tratta di corazzate.

Se poi si aggiunge il momento personale al lavoro (che non è dei migliori) un piccolo rallentamento sarà indispensabile ... ma nessuna preoccupazione, porteremo a termine il progetto.

 

Piuttosto ho notato, nel susseguirsi delle immagini, un po' di confusione: al termine delle pubblicazione delle immagini stesse sarà necessario concludere con un riassunto e, soprattutto, con un indice.

Fra l'altro Luca/Brin mi ha fatto avere un elenco completo di tutte le navi in forza alla Regia al 28 dicembre 1908.

Si tratta di riuscire a sfruttare al meglio i fine settimana.

 

Grazie ancora dell'apprezzamento, un saluto da Itaca ...

 

mapofmessina1ub9.jpg

Link to comment
Share on other sites

Stasera campo libero alla Royal Navy; erano gli anni in cui "dominava le onde" e da Malta poteva inviare una flotta intera in una missione di soccorso.

Oggi è il turno della corazzata policalibra Duncan, dell'omonima classe.

 

duncan01sd7.jpg

 

duncan02ej5.jpg

 

duncan03wa3.jpg

 

duncan05lg4.jpg

 

duncan06eg1.jpg

 

... anche in scatola di montaggio

duncan04gn2.jpg

 

Saluti da Itaca.

Link to comment
Share on other sites

La Perfida Albione, in quei tristi giorni a cavallo tra il 1908 ed il 1909, fu tutt'altro che perfida.

Gran parte della Mediterranen Fleet partecipò alle operazioni di soccorso sulle due rive dello Stretto, senza risparmiarsi.

 

Oggi è il turno dell'incrociatore di terza classe Philomel

 

philomel01ho5.jpg

 

philomel02br8.jpg

 

philomel03up7.jpg

 

Saluti da Itaca.

Link to comment
Share on other sites

La nave di questa sera è la torpediniera inglese Boxer.

L'unità ebbe un ruolo particolare nella vicenda; infatti, a quei tempi le trasmissioni radio subivano ancora molti limiti: il Boxer fu quindi piazzato al centro dello Stretto per fungere da ponte radio tra il comando di Malta e le navi in porto a Messina.

 

Due sole foto:

 

boxer02kv5.jpg

 

boxer01iv6.jpg

 

Buonanotte da Itaca.

Link to comment
Share on other sites

:s02: Già ! Che cosa ? :s01:

 

Che Calipso con Itaca non ci azzecca.

E allora, dato che giorni fa dicendo che andavi a dormire in barca (o qualcosa del genere) hai postato una fotografia di barche inconfondibilmente lariane, mi chiedevo: ma ...... Calipso, avrà mica comprato casa a Tremezzo ?

Link to comment
Share on other sites

Che Calipso con Itaca non ci azzecca.

E allora, dato che giorni fa dicendo che andavi a dormire in barca (o qualcosa del genere) hai postato una fotografia di barche inconfondibilmente lariane, mi chiedevo: ma ...... Calipso, avrà mica comprato casa a Tremezzo ?

 

:s03: il problema è che non ho ancora incontrato Penelope, quindi mi sono portato ad Itaca Calipso.

:s01: Ogigia era troppo lontana, comprenderai :s01:

 

Complimenti per la memoria !

Link to comment
Share on other sites

Bentornato Luca, la tua presenza ci è mancata.

 

L'incrociatore Hertha faceva parte della Mittlemar Division, o era solamente in transito verso altri lidi?

Non saprei dirti, le mie fonti si riferiscono soltanto all'entrata in porto a prestare soccorsi senza specificare se fosse inquadrato in qualche formazione navale o meno.

Se recupero migliori notizie, non mancherò di aggiornare la discussione.

Ciao.

Link to comment
Share on other sites

Tra il 3 ed il 4 gennaio 1909, insieme alle corazzate Re Umberto e Sardegna, entrò in porto a Messina anche l'asriete torpediniere (incrociatore) Lombardia.

Purtroppo l'unità è abbastanza rara sul web e sul Jane's ho recuperato una foto identica ad un altra che già avevo.

Il disegno è tratto dal sito della MMI.

 

lombardia03gp1.jpg

 

lombardia01ri8.jpg

 

Saluti da una ventosa Itaca.

Link to comment
Share on other sites

Non ho trovato foto neanche sul Conways. Piccola precisazione: il Lombardia era stato trasformato, nel periodo immediatamente precedente, in nave appoggio sommergibili.

 

Ciao Luca

Link to comment
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...

  • Forum Statistics

    • Total Topics
      44.9k
    • Total Posts
      521.4k
×
×
  • Create New...