Jump to content
Call_Me_V

[Cantiere Kilo Class Trumpeter 1/114] Conversione RC

Recommended Posts

Per collegare il motore e l'asse elica non allineati tra loro puoi utilizzare un giunto cardanico oppure un giunto flessibile realizzato con uno spezzone di tubo di silicone (li puoi trovare da Amati).

 

La distanza tra l'asse del motore e l'asse dell'elica deve essere tale da fare in modo che la giunzione flessibile abbia un angolo sufficientemente piccolo ma non sia troppo lunga.

 

Usando del tubo in silicone dal dimetro esterno di 4mm e diametro interno di 1mm (vado a memoria), con un interasse di 5 mm tra asse motore e asse elica, puoi provare con uno spezzone di tubo lungo 25 o 30 mm.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ti riferisci a qualcosa di simile? Dici che regge bene le rotazioni del motore e non fa sfilare l'asse dell'elica?

 

image.png.4d68714195dd19bed82b716af663f77e.png

 

Link Amazon

 

Perché non sarebbe male utilizzare questa tipologia di connessione nell'ultima configurazione postata, ovvero senza nessuna inclinazione tra i due assi!! Semplice e pulita.

 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Sì, proprio quello.

 

Questa soluzione è stata usata anche da andreavcc per la sua conversione RC dell'Astute, vedi in questo post:

 

 

Più o meno a metà trovi questa foto:

 

i_13.jpg

Share this post


Link to post
Share on other sites

Mi hai convinto, ottimo suggerimento, la soluzione mi piace anche per la sua facilità di utilizzo...procedo all'acquisto, grazie @gepard per la dritta, i cantieri di  @andreavcc sono una fonte inesauribile di ottimi spunti!!

 

In questi giorni sono stato un po' assente perché preso da vari impegni, in ogni caso nei ritagli di tempo ho chiuso le stampe di varie parti, prima fra tutte la stampa in TPU per sorreggere e centrare la boccola della propulsione e di conseguenza l'asse dell'elica, come vi anticipavo ho utilizzato un banale cono tronco 

 

image.png.0c9a14cecc76d20faa4403d79547f7f7.png20200522_213346.thumb.jpg.817eb3f3648c6477e5efa32785ef51c8.jpg 20200522_213419.thumb.jpg.bcbbda003e981c5c35cf9a6acdb1b0a5.jpg

 

ho lasciato il foro leggermente leggermente più largo per avere un minimo di tolleranza in più da giocarmi nel caso in cui debba (per l'ennesima volta) spostare di poco il motore (speriamo anche di no)....in fase definitiva, riempirò i vuoti tra stampa e boccola con la colla bi-componente per fissare il tutto!! 

Il cono incollato su un laterale dello scafo

 

20200522_213457.thumb.jpg.f856f843bc9b7ca9afbf1ed660b8a44e.jpg 20200522_213534.thumb.jpg.5862a56c2980259a700e521276372c9e.jpg

 

ho scelto di incollarlo prima della chiusura del semi-scafo per decidere con più accortezza dove posizionarlo.

 

Seconda parte stampata, la squadretta per i timoni di profondità poppieri

 

image.png.e7d669d6c93044f5b8764b0b7f909f83.png 20200522_213604.thumb.jpg.005a88e52ad8586be276b53e35bf8031.jpg

20200522_213708.thumb.jpg.4535aeea932d6812dfd38b44a7f412c8.jpg

 

non ho riscontrato problemi nel posizionamento/rotazione perché ha sicuramente meno vincoli rispetto alla squadretta per il timone direzionale......manca solo incollarla!!

 

Terza stampa riguarda il fissaggio per la squadretta da 4 per la gestione dei timoni di profondità prodieri, nulla di trascendentale 

 

image.png.a05f4230dfb36379cc286ad6309dc1fa.png 20200522_221256.thumb.jpg.faefdcfffad2f0ef1dc3f38c52139879.jpg

 

la posizione in cui andrò a incollarlo è la seguente

 

20200522_221153.thumb.jpg.891fa8f88b041fb9d9571f109f0c2bec.jpg

 

fortunatamente non da problematiche di interferenza in altezza con il WTC, in ogni caso la fisso dopo aver chiuso il meccanismo di immersione.....non si sa mai, come consigliato da Ocean's One!!

 

Con la quarta stampa ho cominciato a definire la connessione tra gli assi 

 

image.png.32a7d954ca3b4e3a14dd4d5144ca1ad0.png 20200522_221442.thumb.jpg.827a1080b1c94f8d18f0df585b6fa5ab.jpg

20200522_221617.thumb.jpg.409d166f232e1a8dc25db0ecbb1f2063.jpg

 

ho della calamite diametro 6 mm spessore 2 mm e ho considerato di usare loro....le connessioni mi sono venute molto ingombrati ma avendo il motore parecchio in altro, la parte bassa dello scafo è abbastanza libera, vediamo dopo qualche prova.

 

Infine ho stampato il secondo timone di profondità da utilizzare per le prove che dicevamo riguardo "l'angolo di 5 gradi tra i due timoni"  

image.png.6065197b29f20f914b936c2b435b04a3.png

 

20200522_222644.thumb.jpg.e92d78f3536d565e4c0ec13862a592f6.jpg 

20200522_222632.thumb.jpg.17a36629d31025652a8007c082d0dfa8.jpg20200522_222637.thumb.jpg.8f32ba89bae09d464ad49d953d601f52.jpg

 

 

 @Ocean's One credi possa andar bene? Li incollo il più in asse possibile?

 

 

 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Call Me V,

sorry, ma direi proprio di no.

 

Temo di non essermi spiegato bene quando ti dicevo dei 5 gradi.

Vedo che tu hai ruotato il timone destro facendolo avanzare un po’ verso prua, ma non era ciò che volevo suggerirti.

 

Invece, io intendevo di non mantenere i timoni planari, ma fissare la rotazione dell’uno rispetto all’altro ATTORNO AL LORO COMUNE ASSE Di ROTAZIONE.
Per esempio, se il timone sinistro è orizzontale (0 gradi), il destro dev’essere a +5 gradi; se poi porti il sinistro a +15 il destro sarà a +20 etc...

In questo modo, navigando a quota costante, avrai il timone sinistro a -2,5 e il destro a +2,5 gradi. L’azione combinata dei due timoni non cambia, ma in più avrai un effetto che tende a farti “avvitare” lo scafo, in questo caso in senso orario, compensando la coppia di reazione del motore (faccio l’ipotesi che quest’ultima “torca” lo scafo in senso antiorario perché l’elica gira in senso orario),


Quindi, si trattava solo di incollare provvisoriamente il timone destro non in piano rispetto al sinistro, ma un po’ angolato sull’asse di rotazione.

Non c’era bisogno di ridisegnare un timone di forma diversa. 
 

Mi dispiace di non essermi spiegato bene allora e spero di averlo fatto adesso: in caso contrario, fammelo sapere e preparerò un disegno (oppure, se hai conoscenze aviatorie, potrei dirti che i timoni devono lavorare un po’ anche come alettoni, forse così è più chiaro)

Ciao!

 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ciao Ocean's One,

ti sei spiegato benissimo anche la volta scorsa e dopo la tua ulteriore spiegazione del post precedente hai fugato ogni dubbio.....:wink:

 

mentre hai colto la "leggera" angolazione aggiuntiva del timone stampato che ahimè è legato al mio "essere scarpa" con i tool meccanici, infatti il timone in 3D è leggermente più grande su un angolo

 

IMG-20200523-WA0015.thumb.jpeg.6c83e5669781a1fe778620dc2745e547.jpegIMG-20200523-WA0018.thumb.jpeg.4671c453e263ad29110892869898967e.jpeg

 

e quindi sbilanciato in avanti.....la forma non è banale da realizzare per un principiante, ho provato e riprovato a sistemarlo in Tinkercad ma nulla, perciò ho chiesto una mano a un amico che ha un po' più di esperienza!!

Se arriva a qualcosa di equivalente, mando tutto in stampa e procedo con il test di cui parlavamo, mentre se non ne tiriamo fuori nulla di buono incollo il timone originale. In questo ultimo caso essendo "one shot", per timore di sbagliare, incollerò i due timoni in asse evitando di fare pasticci con gli angoli :wacko:

 

.....vi faccio sapere nel giro di poco la sorte che toccherà al mio Kilo!!

Share this post


Link to post
Share on other sites

Bho.....nulla....eh niente....dopo un po' di tentativi al CAD e stampe varie.....con in più il mio amico che si è dato alla macchia :doh: lasciandomi senza supporto......direi che posso terminarla qui....:closed:

 

Domani incollo il secondo timone originale (fornito con il kit) in asse con il primo e in una fase di collaudo, se dovessero presentarsi problemi vediamo come gestirli....magari per bilanciare la coppia agirò sul tipo di elica e sul motore a livello di potenza/pwm trovando la giusta dinamica da dargli.....se poi ci saranno ancora problemi vedremo cosa altro fare!! :whistle:

 

....e da domani si parte con il WTC....finalmente!! :groupwave:

 

 

Edited by Call_Me_V

Share this post


Link to post
Share on other sites

Call Me V,

forse per il CAD potrei darti una mano io, ma a distanza è un po’ difficile.

 

Comunque, per il timone arancione che hai stampato, se il problema è solo il bordo anteriore, probabilmente puoi “educarlo” con il convenzionale metodo della LIMA! :smile:
Dopo tutto, devi solo tirare via 2-3 mm nel punto più esterno, a quanto vedo.

Se l’interno del timone è pieno, cosa che credo viste le piccole dimensioni, non dovresti avere problemi...

 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

@Ocean's One confermo, il problema è solo relativo a quanto da te indicato, ovvero i due 2-3 mm della parte anteriore.....la strada della lima si potrebbe provare a percorrere ma vedo complicato ridargli la forma corretta (diciamo a goccia/lacrima) sul frontale.....non credo di avere una manualità e un'occhio di quel tipo ecco perché l'idea del disegno corretto a CAD e della successiva stampa mi allettava di più!! 

 

.....in ogni caso visto che tentar non nuoce, "sacrifico" un pezzo e vediamo l'accrocco che esce  :sad:

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

buonasera a tutti, scusate la latitanza, il tempo è sempre tiranno.

 vedi un pò se il file stl nello zip allegato  può fare al caso tuo, l'ho modellato al volo su un vecchio disegno del kilo.

in caso basta che mi dai le misure e  gli eventuali cambiamenti da fare e te lo rimando

image.thumb.png.027f54a0e86920ea212c67016ad3a94c.png

 

image.thumb.png.d93c837eeed58f7d7ad9d6cf6fbd0291.png

 

timone_prof_kilo.zip

Edited by bilanciozero

Share this post


Link to post
Share on other sites

@bilanciozero sei un MITO:smiley19::smiley19::smiley19:grazie mille del supporto :thumbsup:

 

ho solo riscalato in base alle misure dell'altro timone e inserito il foro passante per l'asse 

 

image.png.1f177b4a0e8746ac27126f11f19bbd8f.png

 

ne ho fatto una stampa al volo e come vedi dalla sovrapposizione con l'originale, bisognerebbe solo allungare di 3 mm la tesata frontale del timone in alto

 

20200602_164307.thumb.jpg.35e86a239defb656cfaf30346871d717.jpg

20200602_164333.thumb.jpg.f85c8403ceaba99d069e6cf87d52e5ce.jpg20200602_164401.thumb.jpg.3ef55a8aff49a88fcd7bd30aec9b3c55.jpg

 

il resto è OK!!

Risulta leggermente arretrato se montato sullo scafo

 

20200602_165754.thumb.jpg.9a41fa868741c48de32adf4d9edfd96b.jpg20200602_165800.thumb.jpg.ae2564cde0661b82d60749cc25b13bd9.jpg

 

Se riesci ad allungarlo leggermente di 3 mm solo in testa, lasciando tutto così com'è sarebbe il massimo!!!

Ti allego il modello riscalato: Timone_Profondita_Poppiero_Kilo_v02.stl

 

Ho anche fatto una prova con lima e carta da 800 per dargli una forma decente ma......

20200531_203943.thumb.jpg.9ab0c5a840eac13911c8e30026a0e57b.jpg20200531_203801.thumb.jpg.ab13db1ee281c4cf39b47489ed370cda.jpg

20200531_203845.thumb.jpg.a84fb02cd3899a858a0f21ff486f4410.jpg

20200531_203851.thumb.jpg.e565cf1165aa315d6970b7d1dbfe91c4.jpg

 

Praticamente il frontale è venuto storto sugli angoli e sformato nel centro!!

 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

@bilanciozero sei un grande!!!:smiley19:

 

Grazie mille per supporto fondamentale, sono riuscito a stampare una prima versione del timone sistemando qualche tolleranza per la mia stampante e sovrapponendolo con "mezzo" timone originale......

20200607_124418.thumb.jpg.ea1a1de791df51721d007dbfdfa00ba3.jpg20200607_124424.thumb.jpg.400748320a1f1fa22a9b37f257991d95.jpg

20200607_124513.thumb.jpg.1a01f11d191218cfb0577d9cc62c86f8.jpg20200607_124508.thumb.jpg.f7260b095370e7542547efc829e8cb6a.jpg

 

....direi che sono molto simili !!!:thumbsup:

 

Montando la stampa sullo scafo

20200607_123926.thumb.jpg.057be6ae4898f4a5a802f7593a217190.jpg20200607_123928.thumb.jpg.6c47c639e4f91f92a779a371ee9ea6a0.jpg

20200607_124020.thumb.jpg.18d1f883a4e5dc23480c07a2f24a443b.jpg20200607_124040.thumb.jpg.05b55e23f369f74d58e3713f36cf81d3.jpg

 

credo che possa andar bene.  Attendo una vostra conferma per realizzare la versione definitiva del timone e incollarla sull'asse:wink:

 

@Ocean's One solo una riflessione aggiuntiva riguardo il montaggio dei timoni in asse

 

On 12/5/2020 at 13:44, Ocean's One said:

La seconda cosa, ma per ora non lo possiamo sapere con certezza, è che magari il motore avrà così tanta coppia che per bilanciarla dovrai usare un trucchetto idrodinamico: tenere i due timoni di profondità poppieri non perfettamente planari, ma angolarli di circa 5° fra di loro, in modo da imprimere una rotazione sull'asse del modello che compensi la coppia motrice, quando viaggi a buona velocità.

Non è detto che serva (è anche un po' antiestetico), ma tienilo presente come ultima ratio. 

 

On 15/5/2020 at 22:11, Ocean's One said:

invece, per i timoni già incollati com angolo di 5 gradi fra loro, non sono così sicuro.

Magari sarebbe una correzione eccessiva, e poi il modello con i timoni un po’’ “svergoli” temo non sia così bello a vedersi.

Invece, non c’è modo di installare i timoni dritti in modo abbastanza stabile e provare  poi il modello, potendo eventualmente correggere in seguito?

 

riconsiderando quanto detto in alcuni post precedenti e tenendo presente che potrei aggiungere del mio (a livello di disastri:biggrin:) incollando i timoni non in asse, condivido la strada di montare tutto in asse, fare poi una prova e vedere se si presenta il fenomeno.....in caso affermativo faccio saltare il timone stampato e incollo angolato il timone originale....in caso negativo, faccio saltare il timone stampato e rimonto in asse il timone originale!!

Che ne dite?

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ok, monta in asse.

Si potrà sempre correggere, ma non solo: infatti, se succedesse che il motore ha troppo spunto e fa avvitare lo scafo su sé stesso quando dai tutta manetta, immagino che non avrai problemi a programmare per il motore una "rampa" più pigra nel prendere i giri, giusto?

(In quello ho capito che sei un manico... :biggrin: )

Share this post


Link to post
Share on other sites
4 hours ago, Ocean's One said:

Ok, monta in asse.

 

Perfetto, procedo :thumbsup:

Stampo la versione definitiva del timone, inserisco la squadretta per la movimentazione dei timoni di profondità prodieri e incollo il timone sull'asse....per darvi un'idea degli spazzi sui collegamenti

 

20200607_212445.thumb.jpg.d6b81de4cc01bc745029caf00f57bb57.jpg

20200607_212501.thumb.jpg.2ef51e804f8d04976b5110432b7bc868.jpg20200607_212533.thumb.jpg.8846aeddb90b9e06ff93f275c2b5525a.jpg

 

mi dispiace che utilizzando il cianoacrilato si vede tutto lo sporco residuo......

 

4 hours ago, Ocean's One said:

Si potrà sempre correggere, ma non solo: infatti, se succedesse che il motore ha troppo spunto e fa avvitare lo scafo su sé stesso quando dai tutta manetta, immagino che non avrai problemi a programmare per il motore una "rampa" più pigra nel prendere i giri, giusto?

(In quello ho capito che sei un manico... :biggrin: )

 

ma certamente :biggrin: .....di sicuro l'elettronica nel WTC non sarà tutta convenzionale :wink:

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Eccomi....non sono riuscito a fare molte cose ma il cantiere procede...tanto visto il maltempo di questi giorni non si è mica invogliati a partire per qualche laghetto....anche fosse finito il modello :biggrin:

 

Come da post precedente, ho stampato il timone (grazie al modello di @bilanciozero) e incollato tutto in asse, grazie @Ocean's One per tutte le deritte

 

20200612_185405.thumb.jpg.5b42be6c45ef671d6acde4d2b59dd5bd.jpg20200612_185419.thumb.jpg.fb137cdac34c02a072d75c5f0cc27b9c.jpg

 

non so se rendono l'idea le due foto precedenti però a occhio direi che può starci, vi posto anche una foto superiore

 

20200612_185212.thumb.jpg.498606dbe0f433e9957982361ab396e3.jpg

 

ho cercato di "addolcire" la stampa con carta 800 e lima, è sicuramente più liscia della stampa originale!!

......e come avrete potuto notare ho inserito anche i collegamenti con rispettive connessioni mediante calamite

 

20200612_185153.thumb.jpg.7d7eed7f9e617eb50f716150e5d688b2.jpg20200612_185235.thumb.jpg.7443752bac70d8fe9990d36de92fef39.jpg

20200612_185243.thumb.jpg.43221d9d894d108d2bcba9b95a8dd66f.jpg

 

di sicuro i collegamenti non sono piccolissimi ma fortunatamente non sono ingombranti tali da compromettere le connessioni e/o l'asse del timone, in più i magneti sono molto fori perciò garantiranno la connessione degli assi dei timoni.

L'ultima cosa che rimane è l'incollare la boccola asse propulsioni e la rispettiva reggi-boccola in TPU rosso ma lo farò dopo primo collaudo come dicevamo in qualche post precedente. 

 

Che ne dite possiamo chiudere il capitolo connessioni? :wink:

 

Visto che avevo l'ispirazione ho sistemato anche qualche altra cosuccia, una riguarda le camere a grasso degli assi

 

20200612_190652.thumb.jpg.b9daf1d10516b6bdb5e2ceb6a7e0192a.jpg20200612_190708.thumb.jpg.35cd4543318579e9897c30ffcd9b5a77.jpg

 

le ho allungate per ospitare più grasso e ho aumentato l'interferenza con le torrette rigide del tappo, infatti potete notare come il TPU sia più largo alla base delle camere a grasso

 

20200612_190715.thumb.jpg.51459faaad26e0371a5a05265226658a.jpg

 

ho anche montato i dadi ciechi con sotto gli o-ring da 3 ID e in una fase successiva testerò la loro tenuta, per il momento sono solo per test di montaggio.

 

Ultima cosa ho sistemato la fascia in TPU per il fissaggio motore al tappo, modello banale del tipo

 

image.png.3e7ddebfe73d1dc67131720fb451ad39.png

 

Stampandolo e fissandolo al tappo viene così

 

20200612_191220.thumb.jpg.1b6e9b96ec91ce90659d0a4aaca5d900.jpg20200612_191211.thumb.jpg.9855a19c7ddade84883097be8c37a9ff.jpg

 

essendo abbastanza flessibile sembra storto nella vista frontale ma avendo accortezza nell'avvitarlo si riesce a far star dritto

 

20200612_191205.thumb.jpg.1c7fc7b236bf348f8ab525f798f3ce55.jpg20200612_191155.thumb.jpg.bacb208c2b66ffd999f783425b8bf191.jpg

 

in ogni caso il motore è ben fissato :wink:

 

....e per non far mancare nulla, un primo alloggiamento nello scafo

 

20200612_191415.thumb.jpg.4f1cd8ef6a53da21943f626f4d53835c.jpg

20200612_191429.thumb.jpg.7ac245965b90b1658a9fde4a4a751634.jpg

 

direi che per oggi è tutto :biggrin:

 

Edited by Call_Me_V

Share this post


Link to post
Share on other sites

Caro il mio neo-decorato, buongiorno!

 

 

oltre che per l'onoroficienza, ti faccio i miei complimenti anche per il lavoro, che vedo procedere in modo spedito e senza grandi difficoltà.

Invece di darti consigli, di cui attualmente non hai bisogno, ti chiedo invece quali saranno i prossimi passi nella costruzione.

Collegherai i servi e proverai i movimenti dei timoni?

Continuerai ad "arredare" il WTC con ricevente, batteria ed elettronica varia?

 

Sai che, a vedere il modello già così avanzato, io avrei voglia di metterlo subito in acqua?

Lo so che è ancora lunga, ma fare una provina estemporanea?

Se sistemi almeno i servi, la batteria e un'elettronica provvisoria, tralasciando verniciatura e cassa immersione (solo con un po' di zavorra ma lasciandolo ancora positivo), potrai provarlo in vasca.

Così, solo per vedere come reagisce nella manovra in superficie...!

 

(magari non è nelle tue corde, perché sei metodico, ma io "di slancio" lo farei!   :smile: )

 

Edited by Ocean's One

Share this post


Link to post
Share on other sites
On 14/6/2020 at 16:24, Ocean's One said:

Caro il mio neo-decorato, buongiorno!

 

...ma grazie mille, sono felicissimo per questo nastrino, per quanto ci sarà ancora tanto da imparare.....ne ho approfittato subito, l'ho inserito immediatamente nella firma!!

Ma soprattutto complimenti a te @Ocean's One per le pluri-promozioni :smiley19: ti ammiro!!

 

On 14/6/2020 at 16:24, Ocean's One said:

Invece di darti consigli, di cui attualmente non hai bisogno, ti chiedo invece quali saranno i prossimi passi nella costruzione.

Collegherai i servi e proverai i movimenti dei timoni? Continuerai ad "arredare" il WTC con ricevente, batteria ed elettronica varia?

 

Sui prossimi passi ci stavo riflettendo e pensavo che prima di testare i timoni sarebbe il caso di capire cosa inserire e poi come posizionarlo nel WTC, perciò per l'allestimento WTC manca ancora qualche passo ma spero ci arriveremo presto!!

 

On 14/6/2020 at 16:24, Ocean's One said:

Sai che, a vedere il modello già così avanzato, io avrei voglia di metterlo subito in acqua?

 

In ogni caso grazie ai tuoi spunti/incoraggiamenti direi che è arrivato il momento di "presentagli" l'acqua!! :biggrin:

Recupero tutto il necessario e lo peso così ti fornisco un po' di dettagli in più e vediamo anche la gestione della zavorra....

L'unica cosa che non ho ancora tutti i supporti stampati da inserire nel WTC per ospitare la componentistica, dici che come prima prova potrebbe andar bene se alloggio tutto sul fondo del WTC?

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Beh, riguardo ai componenti da disporre nel WTC, la cosa corretta sarebbe mantenere una disposizione il più possibile veritiera, in modo da simulare anche la distribuzione dei pesi e capire se la zavorra è sufficiente.

 

Però non ti chiedo di stampare di corsa i supporti che mancano. Fai una cosa più semplice e avvolgi i componenti principali con qualche bel giro di pluriball da imballo, così quando li infili nel WTC staranno comunque abbastanza in asse.

Nella soluzione finale magari riuscirai ad abbassare qualcosa di pesante sotto la mezzeria del WTC e guadagnare in stabilità, ma se adesso metti tutto nel mezzo stai dalla parte della ragione.

 

Quando puoi, dicci qualche numerino sui pesi. Idealmente dovresti preparare un WTC come da peso di progetto iniziale (probabilmente dovrai aggiungere zavorra in asse al posto dei componenti mancanti), mentre la zavorra in chiglia mettila già al posto giusto e nella quantità stimata inizialmente, bloccandola in modo provvisorio.
 

E poi vedremo come galleggia...

 

 

 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
9 hours ago, Iscandar said:

mi raccomando acqua sufficiente perché se...

 

hahahahah.....speriamo che il modello non affondi :biggrin:

 

19 hours ago, Ocean's One said:

Quando puoi, dicci qualche numerino sui pesi.

 

Partiamo dai pesi. Ho recuperato un po' di materiale immediatamente disponibile per le considerazioni sui pesi, poi per capire se è realmente usabile lo vedremo in una fase successiva facendo delle considerazioni puntuali. 

 

Partiamo dai SERVI

20200616_223747.thumb.jpg.a22c625f688e690bb58f50fdeb5034c0.jpg

ogni servo pesa circa 11 g se consideriamo anche un minimo di squadretta, perciò prevedendo i due servi per la gestione timoni poppieri siamo a 22 g.

 

La RICEVENTE

20200616_223801.thumb.jpg.e44911f0d3dca608fb8148f3bf6c9ac3.jpg

siamo sui 15 g circa, anche se quasi sicuramente dovrò rimuovergli l'involucro plastico e modificargli l'header verticale, saldandone uno orizzontale passo 2,54 mm, oppure collocarla in basso e sperare che il cablaggio per le varie connessioni non dia fastidio all'interno del WTC, viste le sue dimensioni risicate in diametro......ma questo vedremo poi, per il momento consideriamo 15 g.

 

Un ESC per la gestione della propulsione

20200616_223814.thumb.jpg.1747a2a187758dc1cfae1f0405bd358c.jpg

è una prima idea, visto che è immediatamente disponibile ma in futuro bisognerà approfondire varie questioni.... consideriamone due, uno per le propulsioni e uno per il motore della pompa peristaltica......perciò siamo a 18 g.

 

Due MOTORI e una POMPA PERISTALTICA (per il momento arronzata:biggrin:)

20200616_223824.thumb.jpg.b8e43470912186b070554e4445f8b5d1.jpg20200616_223911.thumb.jpg.365b86a19ae725852f18799825db85bb.jpg

Per il singolo motore siamo a 30 g, con la pompa a circa 37 g, per un totale di 67 g. Ovviamente ci saranno mille altre cose da aggiungere, dai tubi alle viti, alla cassa di zavorra (palloncino) e via dicendo ma per il momento consideriamo questi pesi.

 

Un minimo di elettronica aggiuntiva, ovvero un ARDUINO (....ma ne arriverà altra:wink:)

20200616_223645.thumb.jpg.c9d3079a82aa66ea6c48a2aa7c31cd15.jpg

siamo a circa 7 g.......ovviamente considerando il peso senza software caricato.....battutaccia :rofl:

 

e alla fine le note dolenti......il PACCO BATTERIA  o meglio i due candelotti 

20200616_223709.thumb.jpg.b4fef3dfca68efe2d73555fd61105110.jpg

poco più di 95 g per la bellezza di due batterie al litio da 3.7 v e 3000 mAh l'una.....diciamo che potranno bastare per divertirsi un bel po' di tempo in acqua :cool:

 

Quindi per ricapitolare --> 22 + 15 + 18 + 67 + 7 + 95 = 224 g 

 

Maremma......senza neanche considerare supporti, ferraglia e altro.....

 

Rinfrescando un po' la memoria e riprendendo la tabella fatta a suo tempo

image.thumb.png.6cd4a2700209595f87a7c0ae4f35230c.png

 

il valore stimato di componenti interni al WTC doveva essere 232 g e ora siamo a 224 g con una differenza di soli 8 g......diamo un po' risicati; ma visto che non vorrei rinunciare a nulla di quanto elencato (magari il secondo ESC si può rivedere diversamente), anzi vorrei aggiungere altro....potrei riconsiderare quanto fatto in passato, "calando l'asso di bastoni" (perdonate la nomenclatura spiccia da bar e tressette ma non mi veniva in mente nessuna citazione sommergibilistica da utilizzare:doh:), ovvero il tappo elongazione del WTC

 

On 4/4/2020 at 16:05, Call_Me_V said:

A occhio, potremmo considerare un'ulteriore camera stagna/tappo cilindrica dal 42 mm di altezza per 34 mm di diametro (stando dalla parte della ragione senza esagerare), perciò un ulteriore 38 cm3 da aggiungere agli altri 588 cm3 per un totale di 626 cm3......direi che non ci starebbe male :biggrin:

 

Se considero anche questa aggiunta (a patto che riesca a tenere una camera così ampia nel tappo, ma diciamo di si) e modifico il volume del WTC a 626 g

image.png.445df3e256a55700fc1411375e4bb47f.png

 

tralasciando le altre considerazioni e guardando solo il peso dei componenti interni al WTC, si passa a 270 g.

Magari non li utilizzerò tutti ma almeno un po' di margine c'è.......magari si può pensare di usarli per la cassa d'immersione o gestire diversamente il GM o altro.....in ogni caso comincerei a montare anche questo tappo per avere ancor più un'idea di quello che accadrà in futuro utilizzandolo.....che ne dite?

 

Perdonate la questione ma a  questo punto sorge un potenziale problema:blush:, la zavorra per la prova. 

Ho trovato su un negozio di pesca il piombo in grani da 3 mm (visto che i supporti del WTC sono da 4 mm)

20200618_200230.thumb.jpg.af9948f0f77975b145fb223150aa4526.jpg20200618_200235.thumb.jpg.144c723baba36a42f7f4e50159ec95e1.jpg

 

come faccio la prova? butto tutta la zavorra (130 g) sotto il WTC? la metto in qualche sacchetto? avete qualche link d'acquisto per zavorra piatta/incollabile?

 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Post 200619

 

@Iscandar (tanto per rimanere sul tema):

La papera non galleggia, perché pesa un KILO?

...e con questo abbiamo toccato il fondo! (infatti non galleggiava :doh: )

_________

 

Dopo essermi preso questa simpatica divagazione, torno alle cose serie.

 

@Call_Me_V:

apprezzo il rigore con cui stai facendo le pesate, rigore che ci apre una strada per migliorare un poco la situazione pesi.

Infatti, ho notato che come batteria non usi una LiPo ma due formati stilo che pesano quasi 100 g.

Visto questo notevole valore, è quasi d’obbligo usarle per migliorare la stabilità del battello, e quindi pensare da subito di non posizionarle in asse ma sul fondo del WTC.

Contiamo quindi che si abbassino di circa 15 mm sotto l’asse (poi tu misura esattamente).

Ora, 95 g a -15mm fanno il lavoro di circa 50 g a -25mm, il che significa che ti potresti permettere di ridurre la zavorra in chiglia di circa 50 g ottenendo la stessa stabilità inizialmente prevista.

 

Quindi, nella tua tabella ti suggerisco di scorporare la batteria dai conti.

Togli 95 g dal peso dei componenti interni P(CompInt) e aggiungi un’ulteriore voce per il pacco batterie:

- P(Batt) = 95 g

- V(Batt) = non considerare, perché è interna al WTC

- h(Batt) = 15 mm (da misurare esattamente)

 

Da cui risulta:

Contributo (Batt) = [P(Batt)/P(tot.imm.)]*h(Batt) = circa 2 mm, ma fai i conti bene tu.

 

Ora, se una zavorra di 130 g ti dava un contributo di circa 5 mm di GM, ora di questi 5 mm due li ricevi già dalle batterie, e quindi teoricamente potresti ridurre la zavorra al 60% del valore iniziale, salvando una cinquantina di preziosissimi grammi.

Fai i conti precisi con la tua ottima tabella e trova la nuova GM, che dovrebbe essere comunque soddisfacente.

Poi vedremo se basta, ma intanto per questa prima prova probabilmente puoi tenere la zavorra sugli 80 g e mettere le batterie sul fondo del WTC. Tutti gli altri componenti del WTC vanno invece in asse, come pure un po’ di zavorra provvisoria che simula ciò che ancora manca.

__________

 

Piombini da pesca: avvolgili nella pellicola domopak a gruppetti di 10-15 g e fissali con un bel po’ di biadesivo, magari telato, che dovrebbe tenere in acqua per quel poco tempo che lo userai.

 

Mi raccomando, inizia a segnarti la posizione longitudinale di ciascun gruppetto, oppure segna addirittura sull’interno dello scafo 5-6 zone in chiglia, così registrerai quanto peso mettere in ciascuna zona per il corretto bilanciamento longitudinale e lo saprai per il futuro

 

Ciao!

Share this post


Link to post
Share on other sites

quando si dice "va che bel lavoretto".. bravo bravo.

continua così

Share this post


Link to post
Share on other sites

Concordo con l'idea di sfruttare le batterie per il bilanciamento, ottima idea. :thumbsup:

Facendo due prove, si potrebbero mettere "di lungo" adagiate singolarmente sul fondo del WTC per massimizzare l'effetto e poi collegarle mediante "cablaggio" apposito ma la soluzione la terrei come ancora di salvataggio nel caso in cui le cose andassero male, mentre l'idea che vorrei perseguire è inserirle una accanto all'altra in un porta batterie stampato in 3D, messo il più in basso possibile....la cosa verrebbe più o meno così:

 

20200620_181335.thumb.jpg.0fe538c1b758c36b91eefbb1827b7123.jpg

20200620_181509.thumb.jpg.1ebfa1bba2ae639833f6ee9ac76dc3ed.jpg

 

a livello di altezze siamo circa a 10 mm considerando il centro delle batterie rispetto al centro dell'asse filettato del WTC che è centrale rispetto al plexiglas. Quindi, purtroppo dovremmo essere in una situazione un po' peggiore dei 15 mm :sad:

 

Prima di passare all'aggiornamento della tabella, per completezza riporto anche qualcosa che nel post precedente ho dimenticato di pesare, ovvero:

 

3 SUPPORTI per ancorare il WTC allo scafo

20200619_221431.thumb.jpg.66d0d3a83a7bff36caf01eb9ff43bef2.jpg

abbastanza pesanti visto che arrivano a 22 g per 3 pezzi, in ogni caso posso eventualmente eliminarne uno e considerarne solo due da mettere sulle estremità del WTC arrivando ad avere poco meno di 15 g e risparmiando circa 7 g.

 

TAPPO prodiero estensione del WTC

20200619_221452.thumb.jpg.a3ed0f20152edb14deedc0c1f05f7b91.jpg

circa 30 g considerando anche la presenza dell'o-ring, però visto il contributo che da al WTC in volume, direi di cercare il più possibile di preservarlo.

 

TAPPO poppiero

20200619_221647.thumb.jpg.ec360ece49f1523e33f0e4ad6faa5825.jpg

non ho smontato il motore visto che tanto il suo peso è noto ovvero 30 g, perciò il peso del tutto con quasi tutti gli ammennicoli è di circa 44 g.....non proprio leggero!!!

 

SUPPORTO "bozza" per i servo

20200619_221604.thumb.jpg.08496c3f4281cf28f0b6c2c7804dc4ba.jpg

giusto per avere qualche idea di dove si andrà a parare con i vari supporti interni al WTC, quello dei servi è di circa 4 g....vedrò di farli il più leggeri possibile, almeno questi!!!

 

A questo punto modificando la tabellina precedente e scorporando i vari contributi della batteria come consigliato, si ha

image.png.ffbb10e802733a5a491ca55505d3d45e.png

 

ho inserito il valore esatto del peso del WTC pari a 156,5 g (al posto di 160 di stima), poi ho inserito l'altezza delle batterie a -10 mm e infine forzato il peso della zavorra a 90 g......se i conti sono corretti, con ciò si ha il valore del GM% poco sotto 1..... @Ocean's One dici che può andare?

 

In questa configurazione i pesi interni risultanti possono essere 313,5 g e il totale di tutto quello postato è circa 317 g.....posso sperare che non affondi tutto :biggrin:

 

A questo punto monto tutto e vi posto qualche foto in acqua

 

___________________________________________

 

Mi sono scervellato come piazzare i grani di piombo sul fondo del WTC :doh: fortuna la tua dritta......risolutivo come sempre :biggrin:

Zavorra pronta

20200620_191225.thumb.jpg.c9e02b95438352c22f9cc0909d649899.jpg

 

incrociamo le dita 

 

_____________________________________

 

Grazie dell'incoraggiamento @bilanciozero :wink:

 

Edited by Call_Me_V

Share this post


Link to post
Share on other sites

Call_Me_V,

sì, direi che stai andando molto bene.

fra l’altro, se conteggi il peso degli anelli per reggere il WTC, allora teoricamente dovresti conteggiare anche il loro volume, che sarà sempre sui 20 cm3 visto che la densità della plastica è vicina ad 1.

Quindi, questo ti darà un’ulteriore ventina di preziosi grammi di margine.

 

A questo punto, però, ben venga la prova in acqua.

Oltre alla verifica di stabilità, potrai capire esattamente quanto deve pesare il modello per galleggiare in posizione corretta, ma anche il quanto deve pesare in immersione.

Per quest’ultimo rilievo, aggiungi zavorra provvisoria in chiglia (anche all’esterno) finché non resta fuori dall’acqua una piccolissima parte della torretta (quasi nulla). Poi estrai dall’acqua e pesa il tutto: quello sarà il VERO peso totale immerso.

 

Con questo nuovi dati, finalmente potrai popolare la tua tabella con qualche numero reale e non solo stimato, in merito alla spinta di galleggiamento effettiva.

Facci sapere, e buon lavoro!

 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
On 20/6/2020 at 21:30, Ocean's One said:

sì, direi che stai andando molto bene.

Grazie @Ocean's One, mi fa piacere sentirlo......perdonate solo le tempistiche lunghe, visto che mi perdo in tutti i dettagli ma mi piace affrontare le cose in un certo modo e con il vostro aiuto/supporto è un piacere affrontare il cantiere e imparare nozioni/particolari/tecniche....grazie dei costanti consigli e supporto!!!

 

On 20/6/2020 at 21:30, Ocean's One said:

fra l’altro, se conteggi il peso degli anelli per reggere il WTC, allora teoricamente dovresti conteggiare anche il loro volume, che sarà sempre sui 20 cm3 visto che la densità della plastica è vicina ad 1. Quindi, questo ti darà un’ulteriore ventina di preziosi grammi di margine.

Hai ragione, mi avevi già accennato la cosa ma mi ero dimentico.....magari la teniamo in considerazione come vantaggio ma non la facciamo rientrare nei conteggi per il momento.

 

On 20/6/2020 at 21:30, Ocean's One said:

A questo punto, però, ben venga la prova in acqua.

.....e prova sia!!

Nelle due foto successive (frontale e laterale) vedere tutta la componentistica nastrata con il nastro carta alle barre filettate, cercando di centrarla il più possibile

20200621_111840.thumb.jpg.c6c82ed236fb2bec8b69799a2fe21947.jpg

20200621_111850.thumb.jpg.d6e2dab0d1103db7614197326d8aa8b4.jpg

 

da destra a sinistra ho nastrato i due servi, la batteria, i due ESC, la ricevente, la pompa e l'Arduino, mentre il secondo motore l'ho infilato nella sua posizione futura ovvero dentro il tappo prodiero

20200621_111858.thumb.jpg.6bcc7751814f7b0f13a1f16c36827c7d.jpg

 

Perciò il WTC si presenta così

20200621_113142.thumb.jpg.b3c06af0ec98004423386251f809e198.jpg

 

Prima di inserirlo nello scafo gli ho dato una pesatina per capire come siamo messi 

20200621_113916.thumb.jpg.9fe2eb30d13e47fab5d0e956536f9389.jpg

e il totale è circa 503 g.....se a tale valore aggiungo 90+40 di scafo, più 50 g di cassa d'immersione e 90 g di zavorra si ha un totale di 773 g, rispetto a quanto stimato in immersione di 740 g.

 

A questo punto ho messo 90 g di zavorra in prua, visto che il WTC è abbastanza sbilanciato in poppa già solo tra motore fuori WTC oltre la mezzeria e batterie...

20200621_113357.thumb.jpg.ac435e8371d26055542b3d325ac3b929.jpg

20200621_113402.thumb.jpg.83c62293d2b9f0b8c8653f0650e2a1b7.jpg

 

 e posizionato il WTC all'interno dello scafo, comincia già a prendere forma anche se sono ancora lontano dal chiudere il cantiere

20200621_113717.thumb.jpg.6bebf5c75fe4583e7192b159c0ce7b28.jpg

 

rullo di tamburi.......messo in acqua.....e......

20200621_115257.thumb.jpg.7411fa9fcb87fb18cfe64595e6afba5c.jpg

20200621_115306.thumb.jpg.6f100128d6dcd3bccc04229d2ae0f24d.jpg

20200621_115314.thumb.jpg.b9f480a3461873493a1df10e607544da.jpg

 

galleggia perfettamente, linea di galleggiamento un po' bassa ma......peccato che lo scafo non è a libera circolazione d'acqua e non ho fatto i fori sul semi-scafo inferiore :doh::doh::doh::doh:

 

Non so che valenza possa avere la prova ma "brutalmente" ho annegato il sottomarino in acqua e lui magicamente è riemerso....storto ma è riemerso :biggrin:

20200621_115438.thumb.jpg.a0e319e8e0d929836072e3784810d1bb.jpg

20200621_115427.thumb.jpg.10e6adb9c0cd9140531bb9e7a512f9a4.jpg

20200621_115423.thumb.jpg.1f9fe7921d96dad4caff217cf1c06d3d.jpg

 

Di sicuro li pacco batterie andrà previsto a prua invece che tenerlo a poppa ma prima di rimetterlo in acqua devo sforacchiare lo scafo....qualche dritta su dove fare i fori?

 

Non ho fatto la prova di immersione totale...perché mi è sfuggito...mi sono incantato a vederlo galleggiare...:dribble:

 

Edited by Call_Me_V

Share this post


Link to post
Share on other sites
17 hours ago, Call_Me_V said:

qualche dritta su dove fare i fori?

 

Ho trovato un disegno in cui si vede dono sono presenti i fori di allagamento, purtroppo è una vista laterale, ma dato che le sezioni sono circolari non dovrebbe essere troppo difficile risalire alle posizioni effettive.

 

Nella figura, la posizione dei fori è evidenziata:

flood_holes.png

Edited by gepard

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ciao @gepard, perdona la latenza ma è stata una settimana un po' incasinata....in ogni caso grazie per la dritta, dettagli chiari :wink:

 

Ho fatto una foto del semi-scafo inferiore per avere un minimo di riferimento

20200625_230330.thumb.jpg.bd59217262f1921136f8278eadc0de67.jpg

 

Guardando l'immagine del post precedente in sezione laterale, hanno concentrato maggiormente le "bocchette" di allagamento nella parte prodiera, magari per mille motivazioni ma io in quella parte dovrò quasi sicuramente mettere la zavorra per controbilanciare il motore esterno al tappo poppiero, perciò stavo pensando alla seguente foratura per l'allagamento del semi-scafo

20200625_230330_f.thumb.jpg.7be0f5e379fde72a2a2358642333dbeb.jpg

 

cercando anche di mantenere una foratura un po' più uniforme e concentrata nella parte centrale dello scafo che poi è anche quella "più in basso". Al contrario di quanto accade nel sottomarino reale, ho fatto un po' più di forni nella parte poppiera perché probabilmente non dovrò alloggiarci nulla sullo scafo.....spero di non fare una cavolata!!!

Riguardo il diametro, credo che utilizzerò una punta da 3 o massimo da 4 per non avere dei fori eccessivamente larghi, visto che comunque ne ho previsti 16.

 

Domani procedo con la foratura e le prove in immersione (nel lavello:biggrin:) e vi aggiorno.

 

_________________________________________

 

P.S.: @Ocean's One ho visto la tua firma aggiornata....complimenti per i gradi/titoli :smiley19:

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Carissimo, grazie per i complimenti. Mi manca però la medaglia d’oro, che prenderò solo quando farò il Toti in 1:1...!

:biggrin: :biggrin: :biggrin:


In merito alla foratura, non ti preoccupare perché andrà comunque bene: i fori da 3 sono più che sufficienti, ti direi di non esagerare con il 4.

Invece, considera che se l’acqua entra l’aria deve al contempo uscire, e quindi assicurati che anche i fori di uscita dell’aria siano sufficienti (e che ce ne sia uno nel punto più alto della torretta, anche se mi sembra che effettivamente ci sia già, vero?)

Poi potrai verificare il tutto cacciando il modello sott’acqua con la mano: l’aria deve uscire e rientrare nel giro di qualche secondo, se sposti il modello dalla normale emersione alla condizione immersa e viceversa.

 

Tornando al bilanciamento, vedo che ora sei costretto a zavorrare molto a prua.
Ma non è che invece riesci a trovare una migliore disposizione dei pesi all’interno del WTC, spostando i componenti pesanti un po’ più avanti?
In questo modo la zavorra fissa potrebbe arretrare e diventare un po’ più centrata.

La cosa migliore è prendere il solo WTC ed appoggiarlo a metà lunghezza una matita tonda messa di traverso, in modo da vedere se sta abbastanza in equilibrio e se la sua parte poppiera non è troppo pesante.
Nel caso, sforzati di portare il più possibile in avanti i componenti più pesanti. Per inciso, l’idea di mettere nel tappo prodiero il motore della pompa è  ottima.

Infine, tieni conto che la sacca dell’acqua di zavorra andrà messa più o meno a metà lunghezza del WTC, anche se definiremo in seguito la sua posizione esatta.


Infine, un’ultima domanda: nell’elenco dei componenti da mettere dentro al WTC, hai considerato anche un pressostato di troppo pieno della sacca di zavorra?

Se usi la pompa peristaltica, questo sarebbe proprio indispensabile e dovresti tener conto da subito dei suoi ingombri, che di solito non sono piccolissimi.

 

EDIT: ho fatto una mini-ricerca con “micro air pressure switch” (micro pressostato) e ho trovato cose interessanti.
Effettivamente ci sono molti micropressostati che hanno pesanti parti in metallo, comprese delle filettature da 1/4” oppure 1/8”, ma ce ne sono anche alcuni completamente di plastica con attacchi a baionetta per tubi morbidi (vanno a pressioni molto basse ma a te probabilmente serve 0,2 o 0,5 bar al massimo)

 

 

Edited by Ocean's One

Share this post


Link to post
Share on other sites
11 hours ago, Ocean's One said:

Carissimo, grazie per i complimenti. Manca però la medaglia d’oro, che prenderò solo quando farò il Toti in 1:1...!

 

Appena pronto fammi sapere che vengo a farmi un giro :biggrin:

 

11 hours ago, Ocean's One said:

....che ce ne sia uno nel punto più alto della torretta, anche se mi sembra che effettivamente ci sia già, vero?)

Poi potrai verificare il tutto cacciando il modello sott’acqua con la mano: l’aria deve uscire e rientrare nel giro di qualche secondo, se sposti il modello dalla normale emersione alla condizione immersa e viceversa.

 

Confermo che sulla torretta è presente un foro rettangolare abbastanza ampio per permettere la fuoriuscita agevole dell'acqua in più avevamo previsto vari fori/aperture sul semi scafo superiore, perciò effettuo il test, faccio un po' di prove in acqua appena foro lo scafo e vi aggiorno, comunque messaggio chiaro.

 

Prima di passare al test effettuato, visti i consigli di svariati post precedenti, ho aggiornato il tappo prodiero a una seconda bozza ancora non definitiva perché ho in mente altre novità da considerare (tipo il fissaggio del tappo al WTC per rendere il tutto solidale e a prova di pressione:wink:) e la new entry è la forma a semisfera......o qualcosa di simile :biggrin:

image.png.f1191f9f1aef5df1ef6d8c4607b2d8f5.pngimage.png.a4ad7577800778c5a396c35192e9e845.png

 

magari non sarà bello a vedersi visto il mio essere impedito con i tool meccanici ma testato in acqua fa la sua funzione!! Ho anche inserito due inviti per gli assi filettati in modo tale da tenerli il più dritti possibile lungo tutto il WTC, ci saranno anche le flange dei vari supporti a garantirlo ma mi sembrava comunque utile prevederli. Stampato con buoni risultati 

 

20200626_231705.thumb.jpg.25b041e0e53b956879a46939f8ba2677.jpg20200626_231711.thumb.jpg.12a3647bc943fa8648e6b0eca5f7d918.jpg

20200626_231722.thumb.jpg.497ad8ee2a4564d40dcdd8c375c897db.jpg20200626_231732.thumb.jpg.2a91dc3a10d657f327e9e532b84c88d8.jpg

20200626_231800.thumb.jpg.3f3168610a94c0de51645f0e9772350e.jpg20200626_231823.thumb.jpg.ae9832b5290a3016b1c460790d963881.jpg

 

Gli ho fatto il servizio fotografico :biggrin:

Direi che come punto di partenza non è male o sbaglio?

 

11 hours ago, Ocean's One said:

La cosa migliore è prendere il solo WTC ed appoggiarlo a metà lunghezza una matita tonda messa di traverso, in modo da vedere se sta abbastanza in equilibrio e se la sua parte poppiera non è troppo pesante. Nel caso, sforzati di portare il più possibile in avanti i componenti più pesanti. Per inciso, l’idea di mettere nel tappo prodiero il motore della pompa è  ottima.

 

Passiamo a una prima prova fatta al volo, @Ocean's One spero che il test sia equivalente a quello della matita, perché ho tappato il WTC e messo in acqua per vedere la linea di galleggiamento sua, ma rispetto alla volta scorsa ho spostato il pacco batteria a prua e l'Arduino a poppa vicino i servi, null'altro è cambiato.....con tale configurazione sembrerebbe abbastanza in asse

20200626_231026.thumb.jpg.24546917f254e6553276e4e3ebe1e1a6.jpg 

20200626_231040.thumb.jpg.20f89455b1ccf22db1b95992600f6e8b.jpg

20200626_231051.thumb.jpg.450b7fe3bb9dcb440932e5e9a002d4ad.jpg

20200626_231112.thumb.jpg.b9a1e5215b99f529b284d9480570924d.jpg

20200626_231156.thumb.jpg.2a69bcde05fc1de92a7a7e61a5c64be5.jpg

20200626_231353.thumb.jpg.915586cd5da21c9c13d3c83650047e18.jpg

20200626_231357.thumb.jpg.5d3467055e91844a529f00f9e607e16c.jpg

 

Anche in questo caso il fotografo non ha badato a spese :biggrin:

Peso totale

20200626_231553.thumb.jpg.c47ecba3be4fba73ca9abc20e7f448fa.jpg

 

Dalle foto potete vedere che la linea di galleggiamento è poco sopra la "mezzeria", guardando la quarta foto (quella più frontale) si vede che l'acqua è poco sopra le barre filettate del WTC e poco sotto le torrette per gli assi poppieri. In altre foto laterali si vede che il "filo" dell'acqua è poco sotto la testa delle viti esterne al WTC che servono per fissarlo allo scafo......ma quello che vorrei principalmente sottolineare è che a vederlo sembra bilanciato, perciò la zavorra potrebbe essere bilanciata bene su tutto lo scafo come giustamente fai notare.

 

11 hours ago, Ocean's One said:

(infine, un’ultima domanda: nell’elenco dei componenti da mettere dentro al WTC, hai considerato anche un pressostato di troppo pieno della sacca di zavorra? Se usi la pompa peristaltica, questo sarebbe proprio indispensabile e dovresti tener conto da subito dei suoi ingombri, che di solito non sono piccolissimi.)

 

Grazie per averlo fatto notare, è assolutamente un punto fondamentale per gli ingombri/pesi e avevo pensato di affrontarlo in uno dei due seguenti modi, uno più semplice e uno un po' più complicato (ma neanche più di tanto). 

Il primo è prevedere uno switch meccanico tipo questo

image.png.0ec5a4214458de78f943966a4fed8ebf.png

pilotato dall'Arduino e posizionato in un punto "furbo" interno al WTC, vicino alla cassa di zavorra, in modo tale che possa essere premuto dal palloncino nella fase di riempimento....ovviamente l'accuratezza è moooolto approssimativa e la taratura/affidabilità sono quelle che sono.....

Perciò arriviamo alla seconda idea, ovvero una board gestita dall'Arduino e dedicata per la lettura della pressione

image.png.ae00cb47a78c81d01f76261181a08c92.png

 

come potete immaginare la flessibilità sul controllo aumenta notevolmente, il peso della board non è eccessivo e il suo posizionamento può essere previsto in qualsiasi punto del WTC. Devo guardare varie caratteristiche di utilizzo, prima fra tutte il "fondo scala" in lettura ma la quadra la troviamo!! Ne ho già alcune versioni diverse da parte utilizzate per altro....comincio a fare qualche check :cool:

 

Dite che come soluzione potrebbe andare? o se ne possono applicare di migliori?

 

 

Edited by Call_Me_V

Share this post


Link to post
Share on other sites

Allora:

 

@Iscandar: quello tienilo perché lo userò io sul mio Toti in 1:1! :biggrin:

 

@Call_Me_V: eh già! Io penso di suggerirti un banalissimo componente commerciale, ma tu sei così avanti da pensare di costruirtelo ed arduinizzarlo tu stesso!

Va bene, mi inchino a cotanta perizia...

 

p.s. bilanciamento del WTC nel lavello: certo che va bene anche così!

Edited by Ocean's One

Share this post


Link to post
Share on other sites

@Iscandar se fanno anche la versione wireless prendimene due per me :biggrin:

 

@Ocean's One grazie per la fiducia....spero che tra poco che passeremo all'elettronica possa dare un contributo maggiore.....considera che una delle idee è inserire una board di questo tipo

20200629_234550.thumb.jpg.f90ce83449ae9a3cda24fc6d98c96022.jpg

ovvero 9 gradi di libertà (9DoF -> accelerometro, giroscopio e magnetometro) con in più un sensore di pressione barometrica da far funzionare per lo scopo d'interesse.....ovviamente tutto da adattare e da valutare anche per le funzionalità da implementare. Spero possa essere uno strumento utile con cui dar sfogo a tutte le idee che vengono in mente.... e immagino che già qualche buona idea ti passa per la testa :wink:

 

Finalmente sono riuscito a portare aventi qualche prova decente. Per prima cosa ho sforacchiato lo scafo con una punta da 3

20200629_232205.thumb.jpg.45833ccdc4c420282fd1e97e374f29a8.jpg

 

poi ho posizionato la zavorra lungo tutto lo scafo visto che il bilanciamento del WTC della prova precedente in lavello mi sembrava abbastanza uniforme

20200629_231819.thumb.jpg.87d9a4de6dd35847b33fb9738a5dcbe2.jpg

sono 9 sacchetti da 10 g circa tenuti fermi da scotch.

A questo punto ho nastrato e pesato il modello

20200629_232139.thumb.jpg.dd3ea40e122637c9ef7b4e03b3008f79.jpg

 

che si discosta dal previsto e in più manca ancora della roba da inserire come dicevamo in precedenza....ma poi vedremo meglio in futuro!!

Immergendo il tutto in lavello e fortuna che ci entra pelo pelo

20200629_232105.thumb.jpg.3d7b396be6b3e3d1cc5c652583b9879d.jpg

20200629_232038.thumb.jpg.e5a5f90a33484f799e3b5b233b49eb50.jpg

20200629_223528.thumb.jpg.e973e0e64416ffbd428e500d19ce40a5.jpg

20200629_223541.thumb.jpg.80b025957e69322b6ab3fbf84cf505a6.jpg

20200629_223510.thumb.jpg.9927e65597ccbd551a5801f8b8720fff.jpg

 

Come vedete dalle foto sembra abbastanza bilanciato e la linea di galleggiamento si trova molto vicino a quanto previsto.....anche se il modello è un po' negativo a poppa ma direi che come primo test non è malaccio, che ne pensate?

 

Infine per la valutazione della cassa d'immersione ho collegato del mastice sul fondo dello scafo (non avendo altro piombo a disposizione ma nei prossimi giorni ne recupero altro) 

20200629_224619.thumb.jpg.35c187bd23ab432c809ac6d9cda59003.jpg

 

come vedete l'acqua ha quasi coperto interamente la falsa-torre del Kilo....poi estraendo il tutto e misurando il peso del mastice, sono rimasto un po' interdetto

20200629_231905.thumb.jpg.e279d5a79acb9f95550e2433de6768a2.jpg

 

313 g per immergerlo completamente?!?!?!?! :blink: :sad:

 

Attendo vostri lumi :rolleyes:

 

Edited by Call_Me_V

Share this post


Link to post
Share on other sites

So di dire una cosa ovvia: il peso deve essere uguale alla spinta.

Personalmente credo che preferirei una leggera spinta positiva, tanto da portare 1mm di vela sopra la superfice. In questo modo puoi immergerlo dinamicamente ma in caso di avarie tornerebbe lentamente in superficie.

Ovviamente mi rimetto al parere dei modellisti...

Share this post


Link to post
Share on other sites

Indiscutibilmente vero, Marco.

Qui però il vero tema era perché Call-Me-V abbia dovuto appesantire con TRE ETTI di zavorra per farlo immergere, quando in realtà noi pensavamo ad una cinquantina di grammi, o al max 100...

 

Ora, Call_Me_V, lasciami tirare nuovamente in ballo l'illustre conterraneo del nostro Iscandarius Magnus, già mirabilmente citato in questo post... :biggrin:

 

On 18/6/2020 at 09:26, Iscandar said:

mi raccomando acqua sufficiente perché se...

image.png.2b6bf674abc1d1c0873deef547099594.png

 

Ebbene, forse il principio esatto non riguarda la papera, ma la spinta di Archimede sì!

Infatti, se tu aggiungi esternamente allo scafo un certo quantitativo di zavorra, tu inconsciamente aggiungi anche la spinta idrostatica che questa zavorra si porta dietro!!!

Finché si tratta di piombo, la spinta idrostatica è pari ad 1/11 del peso e non ti cambia di molto il risultato, ma quando hai la plastilina (densità 1,8) aggiungi un volumone che non puoi certo trascurare: e guarda anche la foto: è un bel "bicchierone" di roba!

In pratica, se hai 313 grammi di peso, hai anche 313 x (1/1,8) =  174 grammi di spinta, per cui il peso "netto" della zavorra è solo 313 - 174 = 139 g, un numero molto più ragionevole...

 

In effetti è ancora un po' tantino.

Quindi, puoi ancora far migrare temporaneamente un po' di zavorra all'interno (a questo punto va bene qualsiasi materiale, perché non aggiunge volume), in modo da simulare TUTTO quanto dovrai ancora aggiungere all'interno del WTC. E mettici ulteriori 30 grammi, visto che avevamo ridotto la zavorra esterna...

Ciò fatto, guarda la linea di galleggiamento, che secondo me lascia ancora troppo scafo emerso. Considera che far emergere anche solo un poco del WTC comporta grandi volumi emersi e molta più acqua di zavorra nella cassa di immersione ( = quella che ora simuli con la plastilina). Tieni la linea di galleggiamento reale un paio di mm sopra la fine del WTC: bilancia in emersione con la zavorra fissa per questa condizione, poi aggiungi anche la plastilina per simulare l'immersione. 

Di plastilina ce ne andrà un po' meno, magari 200 g, poi pesala e fai il conto di cui sopra: se viene un peso "netto" della plastilina di 60-70 g questo forse può andare bene, se riesci a fare una sacca di immersione di questa capacità.

In caso contrario, abbassa ancora il modello in galleggiamento, e la quantità di zavorra per immergersi calerà...

 

(scritta molto velocemente in pausa pranzo; spero sia tutto chiaro)

__________

 

P.S. Ehm, ho paura che per questa toppata un giretto di Spalletti tu lo debba offrire ad Archimede, al suo conterraneo Iscandar, e magari anche a noi :biggrin::biggrin::biggrin:

(si scherza...)    

 

 

Edited by Ocean's One

Share this post


Link to post
Share on other sites

Visto l'orario a cui ho scritto il post ieri notte dopo una giornata di delirio :smiley21: rileggendolo ora mi sono anche meravigliato di aver scritto correttamente in italiano.....comunque un giro di Spalletti per tutti dopo il tonfo fatto ci sta sempre bene!!! :biggrin: Alla salute  :smiley27:

 

Edited by Call_Me_V

Share this post


Link to post
Share on other sites

Alla salute tua!

:smiley27:

 

Non ti sei offeso, vero? Ogni tanto ci vuole un po’ di goliardia fra sommergibilisti (in scala)

 

p.s. l’ora tarda la leggo solo adesso...

Ti capisco!

 

Edited by Ocean's One

Share this post


Link to post
Share on other sites

....ma figurati, non dirlo neanche......scherzare ci sta sempre bene :biggrin::biggrin::biggrin:

 

Per tutti quelli che si vogliono unire, abbiamo appena aperto un bottiglia di Spalletti.....viva Archimede e viva la papera :smiley28:

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

quando shci tratta di brindare,   io shono shempre presente...  ssssshalute. HIC

Share this post


Link to post
Share on other sites

......dopo giorni di festeggiamenti e brindisi  :smiley28::biggrin:.....riprendo le considerazioni fatte qualche post fa per capire con voi come procedere al meglio :captain-smiley-emoticon:

 

Partiamo da qui

On 30/6/2020 at 13:51, Ocean's One said:

Quindi, puoi ancora far migrare temporaneamente un po' di zavorra all'interno (a questo punto va bene qualsiasi materiale, perché non aggiunge volume), in modo da simulare TUTTO quanto dovrai ancora aggiungere all'interno del WTC. E mettici ulteriori 30 grammi, visto che avevamo ridotto la zavorra esterna...

 

@Ocean's One intanto grazie per il continuo supporto e le dritte.....senza le quali navigherei a vista senza meta!!!

Poi, partendo dalla tua considerazione di aggiungere del peso nel WTC per simulare quanto inserirò nella camera stanga, ho provato a fare varie ipotesi ma non so quale possa essere l'attendibilità pensata in grammi, questo perché i supporti stampati in 3D giocheranno un ruolo fondamentale nella realizzazione del cantiere e non solo, le altre varie parti che mancano non riesco a stimarle decentemente in questo momento, perciò l'attendibilità della prova potrebbe essere nulla.....a tal proposito stavo pensando di passare alla progettazione del WTC visto che una prima idea di galleggiamento l'abbiamo fatta nei post precedenti e credo che non sia pessima visto che la linea di galleggiamento è bassa e permette di aggiungere ancora zavorra/componenti per bilanciarlo come si deve in una fase finale....in più distribuendo bene il peso nel WTC e la zavorra sullo scafo, dalle foto pare già "abbastanza bilanciato" o "bilanciabile" successivamente. 

Capisco che ulteriori prove ci darebbero visibilità e vincoli relativi a quanto prevedere ulteriormente nel WTC ma preferirei cominciare a definire le varie parti singolarmente per poi passare alle ulteriori prove di bilanciamento quando tutto è ben chiaro. Correggimi se sbaglio.

 

Perciò con tale filosofia ho abbozzato il WTC come segue

 

image.thumb.png.e614768a7303c130b723b28b53c6d575.png

 

questo è come posizionerò la componentistica, viste le considerazioni scaturite dalla prova d'immersione precedente.

Come vedete cercherò di tenere tutti i pesi sotto la linea di mezzeria, come fatto per il pacco batteria seguente

image.png.4c9ee77637725cec2be1af8ed545c172.pngimage.png.1df2f3ce348cde90484a4490c7be1fbc.png

 

Che stampato verrebbe così

20200707_173042.thumb.jpg.4397ce36709a6500b64080c5f5c02f64.jpg20200707_173033.thumb.jpg.a792187ef5db07a46609a3a096fe8a54.jpg

 

con le batterie 

20200707_173152.thumb.jpg.0855e32474b06026bd2ba63d98abfe10.jpg20200707_173706.thumb.jpg.6f80d97cf7fb5c8ae024176d7145b638.jpg

 

nel WTC

20200707_173728.thumb.jpg.feac7f72f4ea777dc0cc70803ed9148e.jpg

 

per ingombri vari, come potete notare, non si riesce ad abbassarle ulteriormente perché le batterie "cozzano" tra loro e il WTC.

Il foro sottostante è per far passare il tubicino della "presa a mare" per la pompa peristaltica; su questa prima stampa è venuto un po' piccolino e dovrò ingrandirlo leggermente per il futuro. Ho realizzato il pacco batterie saldando le due celle e inserendo i due connettori per alimentazione e bilanciamento celle ma sono provvisori....metterò qualcosa di più gestibile nel fase definitiva.

Infine, come da immagine di disposizione componentistica, sopra il paco batterie inserirò delle pareti per bloccare il driver stepper del motore della pompa peristaltica......che come potete notare è diventato un stepper e non più un motorino DC come considerato precedentemente, perché realizzando la pompa peristaltica, il motorino DC cinese in questione (quello della propulsione per intenderci) non riesce ad avere uno spunto/coppia tali da far ruotare l'ingranaggio interno 🤦‍♂️ e in questo momento non voglio mettermi a pensare a rimandi vari per sistemarla!!!

Domani mi arrivano i motori stepper per fare un po' di prove......se tutto va come deve andare vi parlo della pompa peristaltica realizzata....altrimenti la metto prima in funzione e poi ne parliamo :biggrin: .....solo un piccolo assaggio

20200707_214842.thumb.jpg.23665ee78085b71741bc1a7b3cfb8611.jpg20200707_214854.thumb.jpg.c283961bd1164825adc6ea37584fa5f6.jpg

 

In ogni caso, tornando al discorso bilanciamento,  @Ocean's One se credi che la prova sia fondamentale per procedere correttamente mi affido completamente al tuo giudizio, facciamo qualche assunzione e poi metto in pratica il tutto :wink:

 

 

Edited by Call_Me_V

Share this post


Link to post
Share on other sites

Call_Me_V,

in merito alla prova in acqua per il bilanciamento, io la consiglio caldamente per due motivi:

- sapere che capacità deve avere la cassa di immersione

- sapere esattamente dove posizionarla

 

Questi due parametri sulla cassa (o sacca) condizionano in buona misura la disposizione dei componenti interni al WTC, quindi secondo me è utile affrontare da subito il problema.

Già non è semplice farci stare tutti I componenti in modo razionale, se poi parti anche da presupposti sbagliati, la cosa si complica...

 

Se concordi con questo approccio, ti posso dare ulteriori suggerimenti.

(e intanto tu per questa prova potresti cercare un po’ di zavorra metallica provvisoria: che ne dici di almeno 4 cucchiaini da caffè o altre posate da dolce? Circa 20 grammi l’una?)

Ciao!


 


EDIT: posate tutte in metallo, no manico in plastica

Edited by Ocean's One

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ciao @Ocean's One

concordo con quanto da te detto, procediamo pure con la prova. Considera che ho recuperato altri piombini da pesca da poter utilizzare, ne ho a disposizione circa per 250 g (ho abbondando non sapendo dove andremo a parare :biggrin:), li divido in sacchettini da 10 g e 20 g da utilizzare all'occorrenza.

 

Solo due considerazioni prima di partire:

  1. la prima riguarda la linea di galleggiamento, ovvero vorrei cercare di tenerla il più bassa possibile per seguire quanto avviene nella realtà, diciamo che se coincide con il livello superiore del WTC va bene ma non vorrei andare oltre :happy:
  2. la seconda riguarda la cassa d'immersione, ho fatto qualche prova riempiendo dei palloncini con 50 g e 100 g di acqua, per poi provare a inserirli nel WTC per capire se riesce a starci tutto e devo dire che anche con il palloncino da 100 g non ho grosse difficoltà, ti direi anche 120 g....sarà che con il tappo di prua recupero spazio utile per alloggiarci il motore della pompa peristaltica e che il motore della propulsione è fuori dal WTC ma comunque ho spazio a sufficienza per una cassa di immersione "abbastanza grossa".

A questo punto aspetto tue direttive :cool:

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Call_Me_V,

Mi fa molto piacere che tu disponga di abbastanza spazio all’interno del WTC per alloggiare una sacca di immersione abbastanza grossa. 

A questo punto ti propongo di fare un bilanciamento tenendo come riferimento un volume della cassa pari proprio a 120 mL: bilanceremo in modo da essere neutri in immersione a cassa piena (ovvero con 120 g di zavorra aggiuntiva che la simulano) e quindi rimuovendo la zavorra aggiuntiva vedremo dove si posiziona la linea di galleggiamento a cassa vuota.

 

È una buona cosa che tu abbia reperito un sufficiente quantitativo di pallini di piombo per queste prove.

Ad ogni modo, io dovrei avere da qualche parte un bel po’ di lamierino di piombo, ottimo allo scopo. (Se ti serve, fra Torino e Milano non c’è molta strada: ci troviamo a metà e te lo passo? Sentiamoci via PM...)

 

Comunque, ora vediamo di impostare le prove per questo bilanciamento. 

Innanzitutto, prepara due gruppi di pallini di piombo da 60 g l’uno, in modo da simulare i 120 g della sacca di immersione piena.

Dopodiché, fai una tacca sulle due fiancate dello scafo esterno all’incirca sotto il centro della torretta, nella posizione dove prevedesti di mettere il centro della sacca di immersione.

A questo punto, applica in modo provvisorio i 60+60 g di zavorra sulle due fiancate dello scafo esterno. Li puoi fissare con del biadesivo provvisorio, oppure puoi anche realizzare delle briglie per legare questi pesi alla torretta, tipo bisacce. In tutti i casi deve essere qualcosa di facilmente smontabile.

Dopo aver montato tutto quanto ti serve all’interno del WTC, richiudi il tutto aggiungendo i 90 g di zavorra fissa inizialmente previsti.

A questo punto, messo in acqua il modello, dovresti ottenere un assetto di galleggiamento praticamente neutro: solo l’estremità superiore della torretta deve risultare minimamente fuori dall’acqua. 

Se questo non avviene, magari perché nel frattempo sono stati modificati di molto i pesi e i volumi, tu aumenta o diminuisci la zavorra in chiglia in modo da ottenere la condizione di minimo affioramento.

Non solo: durante questo bilanciamento per la condizione di affioramento dovresti anche stare attento a posizionare la zavorra in chiglia più avanti o più indietro in modo tale avere un assetto immerso praticamente orizzontale, senza sbandamenti in beccheggio.

 

Ciò fatto, puoi estrarre il modello e dargli una pesata, perché a questo punto tu saprai esattamente quanto deve pesare il modello per navigare immerso (aggiungici ancora 5-10 g per compensare le parti che erano ancora leggermente fuori dall’acqua durante la prova).

Dopodiché, simuliamo l’emersione: rimuovi i 120 g di zavorra sui fianchi che simulavano la sacca di immersione e rimetti in acqua il modello, che galleggerà nella sua reale condizione emersa, che tu puoi analizzare. 

Infatti controllerai dove si pone la linea di galleggiamento in emersione assumendo una sacca da 120 mL: vedi se ti piace.

In caso contrario dovrai modificare il volume della sacca assumendo un nuovo valore di zavorra fittizia, ribilanciare in immersione e poi simulare una nuova inversione.

 

Se la quantità di scafo che emerge dopo la rimozione della zavorra è soddisfacente, non è però detto che il modello galleggi orizzontale, in quanto noi abbiamo fatto un assunto totalmente arbitrario sulla posizione longitudinale della sacca di immersione, che potrebbe essere anche diversa da quanto supposto.

 

Supponiamo quindi che non sia soddisfacente, ed in particolare che il modello emerga appurato, con la poppa troppo alta sull’acqua e la prua troppo bassa.

Ciò significherebbe che noi abbiamo erroneamente posizionato la sacca di immersione troppo indietro: quando questa si svuota rimuoviamo troppo peso da poppa e poco da prua, e quindi il modello emerge appruato.

L’emersione appruata si corregge quindi portando più in avanti la sacca di immersione: disegna nuove tacche più in avanti sulle fiancate dello scafo, monta in queste posizioni i 120 g di zavorra provvisoria, ribilancia spostando la zavorra in chiglia per ottenere un assetto corretto in immersione, ed infine rimuovi la zavorra provvisoria e guarda di nuovo come il modello galleggia in emersione.

 

Correzioni opposte nel caso che il modello emerga appoppato: in questo caso tu devi portare più indietro la zavorra provvisoria che simula il peso della sacca di immersione piena.

 

Come vedi, riuscirai a capire dove posizionare esattamente la zavorra provvisoria, e quindi saprai la posizione longitudinale precisa del centro della tua sacca di immersione, che potrai a questo punto mettere in pratica allestendo effettivamente il WTC in coerenza a ciò.

 

In conclusione: con queste azioni può fare la verifica del volume della sacca di immersione (ora scelto a 120 mL) e la verifica della sua corretta posizione longitudinale. Era quello che ci proponevamo di verificare.

 

Infine, si proprio vuoi fare il perfezionista, simula anche una condizione di immersione intermedia, aggiungendo non 60+60 ma 30+30 g di zavorra aggiuntiva nella posizione finale che tu avrai trovato.a questo modo potrai fare un ulteriore verifica e controllare che il modello, ora parzialmente immerso, mantenga comunque un assetto abbastanza orizzontale.

 

E con questo chiudo e ti auguro buon lavoro!

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ciao @Ocean's One,

ottima guida quella del precedente post, un riferimento chiaro su quanto da fare e sulla base di quanto da te indicato sono riuscito a fare un po' di prove, non tantissime ma comunque qualcuna da cui poter partire a discutere sicuramente c'è.

 

Prima di tutto ho inserito nel WTC tutto il necessario/disponibile al momento (senza pensare a quel che dovrò aggiungere in futuro)20200714_222223.thumb.jpg.f0da3d37fea7b8bc056ec803de716a86.jpg

 

purtroppo non si vede bene il peso sulla bilancia ma garantisco per circa 544 g :biggrin:

Preparata/inserita la zavorra (90 g) in modo abbastanza uniforme in chiglia visto che dalla prova precedente non era necessario caricare in prua per bilanciare i motore di poppa

IMG-20200714-WA0009.thumb.jpg.d6dbe689d1016531b9e563060978f868.jpg

 

e pesando il tutto viene fuori qualcosa di più pesante della volta scorsa

20200714_231512.thumb.jpg.0e067068287d59c3f8fa0cd5c2f637c4.jpg

 

circa 33 g aggiunti e devo dire che la cosa si vede chiaramente dalle foto successive legate alla linea di galleggiamento; ma prima di arrivaci volevo specificare che la differenze è dovuta all'aggiunta di questi 3 elementi

20200717_103307.thumb.jpg.1c171bb5ba3402f428d827f910bb449c.jpg

 

ovvero il porta batterie, un anello aggiuntivo per tenere il WTC alla scafo (la volta scorsa ne avevo messi 2 e non 3), infine la sede per il motore della pompa peristaltica....e purtroppo non saranno le uniche cose da prevedere....:doh: in ogni caso dopo aver nastrato tutto ho messo in acqua il modello e la linea di galleggiamento è salita un po' rispetto le prove precedenti

IMG-20200714-WA0007.thumb.jpg.79043aa59ba714637da18dd822426018.jpg

IMG-20200714-WA0012.thumb.jpg.686ff705d7bb56aa736ee02357e66259.jpg

 

sembra leggermente leggermente appruato dalla foto, cosa che in realtà non sembrava......probabilmente dovrò correggere un pochino la zavorra interna. 

Comunque mi sono stupito di quanto sia salita la linea di galleggiamento per soli (per così dire) 30 g aggiuntivi :biggrin: .....dovrò fare un ulteriore check in fase finale per capire come alleggerirlo il più possibile!!!

 

A questo punto ho realizzato i due sacchettini da 120 g totali (due da 60 g) e mesi sul modello per vedere l'effetto in acqua......e il sottomarino si è ancorato sul fondo del lavandino :biggrin: ho dovuto scaricare i due sacchettini fino a 45 g l'uno per vederlo riemergere solo "un pelo" dall'acqua

IMG-20200714-WA0013.thumb.jpg.1a8afec7b0fc515b66f916dac97b4e82.jpgIMG-20200714-WA0014.thumb.jpg.524ec8488de7cbfd59f9d405807554c0.jpg

IMG-20200714-WA0010.thumb.jpg.468ef501148c893ddf54c95cb2293996.jpg

 

in questo caso sembra leggermente appoppato dalla foto....maremma, la prossima prova faccio più attenzione.....comunque ho messo una tacca sullo scafo per vedere dove dovrà essere collocata la cassa d'immersione....si vedrà dalle prossime foto!!

Ho poi provato a togliere le due sacche per capire la riemersione ma dalla mia esperienza (cioè pari a zero) sembrerebbe riemergere in modo abbastanza uniforme....le prossime volte vi faccio qualche video che magari "ci date un'occhio anche voi" :blush:

 

A questo punto ho realizzato qualche altro supporto per evitare di nastrare il tutto alle barre filettate e magari sbilanciare in maniera arbitraria il sistema rispetto alla sua definizione ultima e ho provato a vedere come collocare la cassa d'immersione in futuro rispetto la tacca sullo scafo....partendo dallo spazio a disposizione direi che ci sono "mal contati" 8 cm

20200717_192021.thumb.jpg.7441f5ec5190eba9d0bcc85657e8861a.jpg

 

che per una cassa da 90 g magari mi permetteranno di fare un minimo di struttura per mantenerla il più bassa possibile, magari sotto la line di mezzeria....vedremo!

Preso il tutto e inserito nello scafo, verrebbe più o meno così

20200717_194831.thumb.jpg.238e8d91f6a2331eb7243f0fa04775e8.jpg

 

rispetto alla tacca sullo scafo, la sacca non è proprio centrata ma di sicuro è centrabile con qualche accortezza aggiuntiva :biggrin: 

 

On 13/7/2020 at 15:37, Ocean's One said:

In conclusione: con queste azioni può fare la verifica del volume della sacca di immersione (ora scelto a 120 mL) e la verifica della sua corretta posizione longitudinale. Era quello che ci proponevamo di verificare.

 

Comunque la metodologia è chiara :thumbsup: e continuerò a reiterarla man mano che inserisco parti nello scafo o le modifico. 

 

Un'ultima cosa è stata quella di "forzare" il valore del peso del modello nei conteggi fatti in precedenza, ovvero

image.png.63cdc485ed8897aa0ea850eb19740ca0.png

 

Ho aggiornato il peso della zavorra fissa (90 g) e il peso totale in immersione (765 g + 90 g = 855 g) e ottengo un peso dei componenti interni di 388 g circa, che valutato con quanto pesato (543 g) e togliendo il peso del solo WTC si ha 387 g circa.

Riguardo il GM% siamo tornati ad avere una situazione meno stabile di quanto ipotizzato in precedenza perciò dovremmo prevedere di aggiungere zavorra in chiglia ma prima di farlo attenderei di avere un WTC un po' più stabile a livello di pesi e distribuzione componenti.

 

Direi che per il momento è tutto..... che ne dite, può andar bene?.....o devo offrire un altro giro di Spalletti a tutti? :biggrin::biggrin::biggrin::biggrin:

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Carissimo, questa volta il giro di Spalletti lo offro io alla tua salute: è tutto perfetto!

Ottimo lavoro, Comandante!

:smiley27:

 

Direi che ormai hai assimilato perfettamente tutti i criteri e sei in grado di proseguire al meglio con l’affinamento del progetto del tuo battello.
Certamente ci sono seri vincoli di peso, ma questo è abbastanza comune per modelli così piccoli.

Comunque, se riuscirai veramente a mantenere una linea di galleggiamento come quella della foto, sarà sicuramente un risultato molto buono ed anche molto realistico.(si vedono infatti numerosi modelli che galleggiano molto più bassi sull’acqua del tuo).
________
 

Ora vorrei aggiungere un paio di considerazioni che probabilmente ti verranno in aiuto, perché aumentano leggermente i gradi di libertà che tu hai nel proseguire il progetto.

 

Il primo aspetto è la capacità della sacca di immersione: infatti hai stimato 90 g = 90 mL, ma questo si riferisce alla zavorra di piombo applicata esternamente, che quindi è soggetta ad una sua propria spinta idrostatica, assente invece nella sacca interna.
Pertanto, il valore efficace di tale peso va ridotto di 1/11, risultando pari ad 82 g circa: È questo il vero valore della capacità della sacca di immersione che ti servirebbe: un pochino meno dei 90 previsti, e quindi leggermente più facile da posizionare all’interno del WTC.

Vedo poi che ti stai sforzando di posizionare la sacca di immersione nella parte bassa del WTC, ma tu devo dire che questo NON è strettamente necessario, anche se può sembrare strano.

Infatti, la condizione di minima stabilità si ha durante l’emersione, quando la sacca è vuota e quindi non importa affatto dove sia posizionata.

invece, durante l’immersione a sacca piena, la parte superiore dello scafo risulta immersa anch’essa e quindi la sua spinta di galleggiamento, che vuole tirare verso l’alto il battello, è applicata in un punto molto alto e contribuisce assai alla stabilità complessiva.

Se anche la cassa di immersione si trovasse nella parte superiore del WTC, sarebbe comunque al di sotto dell’opera morta: quindi,  la spinta idrostatica di quest’ultima contribuirà alla stabilità più di quanto il peso della sacca piena contribuirà alla instabilità.

Il conseguente contributo complessivo sarà positivo ed andrà comunque a migliorare la stabilità in immersione.

 

In conclusione, metti la sacca di immersione dove ti è più comodo all’interno del WTC e non preoccuparti troppo della sua posizione verticale (quella orizzontale invece deve essere precisissima)

Anzi, pensandoci bene, tu potresti mettere la sacca abbastanza in alto e portare qualche altro componente pesante nella parte inferiore del WTC, nella posizione che tu inizialmente dedicavi alla sacca.

Ne avresti un chiaro beneficio a livello di stabilità e di altezza metacentrica in emersione.

 

Per ora questo è quanto.
Alla via così, e facci sapere!

Share this post


Link to post
Share on other sites

Iscandar,

lo so, sono stato io a traviare Call_Me_V con il fascino dei calcoli per la stabilità!

Ci credo che possono sembrare un po’ noiosi, anche se utilissimi per ottenere il risultato corretto...

 

Tuttavia, la cosa più importante che traspare dal post di Call_Me_V non sono i calcoli, ma le foto del modello nel lavello: Hai visto che bella linea di galleggiamento in emersione?

Riuscire a ottenere sia questo risultato che la completa immersione in un modello impegnativo come il piccolo Kilo non è poco!

Aspettiamo quindi i prossimi aggiornamenti (oltre che un’altra dose di ”splendidi” calcoli numerici :biggrin: 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now

  • Forum Statistics

    • Total Topics
      44,104
    • Total Posts
      507,649
×