Jump to content

Sottomarini E Sommergibili Esteri


gichiano

Recommended Posts

Incomincio a postare foto di sommergibili che ho raccolto negli anni ottenendole sia da fotografi navali che da fonti ufficiali.

Lo spagnolo Tramontana a Messina il 21 febbraio 1995 in una foto di Luciano Grazioli

u008ayg9.png

Un saluto da Stefano

Grazie per tutte le foto, ma per questa un grazie particolare.

Ciao.

 

Giuseppe

Link to comment
Share on other sites

...però quanto sono brutti i type209 :s14:

 

Ma volete mettere il vecchio Nautilus? :s10: :s10: :s10:

nautilus1954.jpg

Link to comment
Share on other sites

Incomincio a postare foto di sommergibili che ho raccolto negli anni ottenendole sia da fotografi navali che da fonti ufficiali.

 

Antonio Scrimali a Stoccolma, nell'agosto 1980

Sjoleonet e un gemello che non sono riuscito ad identificare

 

sempre nella stessa occasione il Vastergotland (?)

 

...

 

Ecco uno di quei post da rimirare di continuo. Da quel che si riesce a scorgere delll'identificativo l'altro battello della classe Sjoormen dovrebbe essere

lo Sjohunden (Shu) o Sjohasten (Sha).

 

Per la seconda foto svedese dovrebbe trattarsi di una classe precedente ai bellissimi e in quel momento modernissimi Sjoormen potrebbe essere il Vargen della classe Draken.

Link to comment
Share on other sites

  • 2 weeks later...
  • 2 weeks later...

I tre inglesi non erano male ma le linee dei Typ 209 non mi hanno mai convito molto anche se dal punto di vita tecnico godevano buona fama (chissà se gli argentini la pensavano alla stessa maniera in particolare al riguardo del sistema di combattimento...).

Visto l'argomento della discussione aggiungo una foto ufficiale dell'unico e innovativo battello del tipo PAPA (cod. NATO) cioè Proekt 661 Anchar :

 

papaly0.jpg

w576.png

Link to comment
Share on other sites

  • 2 weeks later...
Le foto del battello francese sono davvero speciali.

 

Veramente speciali.

 

Signori C.ti allego al presente post un mio precedente che trattava di foto dei smg Inglesi post II GM che potrebbero ben collegarsi al presente lavoro del C.te gichiano (anche se le sue foto come quotavo Charlie Bravo sono veramente speciali) :s20: :s20: :s20:

 

http://www.betasom.it/forum/index.php?show...st&p=154120

Link to comment
Share on other sites

L'USS Grampus e altri battelli della stessa classe, in primo piano mi sembra di vedere un sommergibile tascabile inglese

v358aac8.png

 

Grazie Stefano, molto interessanti anche queste. In effetti il piccolo battello in primo piano sembrerebbe un XE inglese. Però in quel contesto sembrerebbe davvero insolito. L'Hai era un Typ XXIII o derivato dai Typ XXIII bellici.

 

Sarebbe interessante sapere la fonte della fotografia... :s14:

Link to comment
Share on other sites

Sarebbe interessante sapere la fonte della fotografia... :s14:

Purtroppo non lo so. Si tratta di una riproduzione il cui negativo mi fu prestato da Giorgio Ghiglione o da Guido Alfano una quindicina di anni fa.

Non potrebbe trattarsi di una base inglese con sommergibili USA in addestramento?

 

Mi correggo, ho riguardato meglio la fotografia si tratta di negativi prestatemi dall'avv. Barilli verso la fine degli anni Settanta, 1978-79.

Sul retro annotai solamente Grampus SS207 USA.

Edited by gichiano
Link to comment
Share on other sites

Secondo me anche la nave appoggio è inglese. Voglio controllare quale potrebbe essere.

 

Penso anch'io: la colorazione non deve trarre in inganno, e la nave non assomiglia a nessuno dei dieci "submarine tenders" (AS) precedenti i tipi "Fulton" e successivi.

Edited by Alagi
Link to comment
Share on other sites

Grazie Stefano, molto interessanti anche queste. In effetti il piccolo battello in primo piano sembrerebbe un XE inglese. Però in quel contesto sembrerebbe davvero insolito. L'Hai era un Typ XXIII o derivato dai Typ XXIII bellici.

 

in effetti Hai ed Hecht erano 2 tpo XXIII trasformati, propio come fecero con il Bauer, nel dopoguerra. il battello nella foto, tra l'altro, è affondato negli anni 60 per un difetto sulla flangia dello snorkel e ci fu un solo superstite

Link to comment
Share on other sites

L'USS Grampus e altri battelli della stessa classe, in primo piano mi sembra di vedere un sommergibile tascabile inglese

v358aac8.png

 

 

La nave-appoggio è HMS BONAVENTURE, nave appoggio per 'X' craft (di qui i derricks per sollevare grandi pesi), ex mercantile CLAN DAVIDSON della Clan Line, 10423 tonn. di dislocamento, varata il 27.10.1942, ritorna alla Clan Line con lo stesso nome nel 1948. Quindi la foto dev'esser stata scattata prima di quest'ultima data (tra il 1943 e il 1948). Lunedì (come al solito) posto una foto di conferma, da "Warships of World War II" di H.T. Lenton e J.J. Colledge, Ian Allan, 1973.

Edited by de domenico
Link to comment
Share on other sites

Mi correggo, ho riguardato meglio la fotografia si tratta di negativi prestatemi dall'avv. Barilli verso la fine degli anni Settanta, 1978-79.

 

La data dovrebbe essere un poco precedente: la scomparsa dell'avv. Barilli risale ai primi anni Settanta.

Link to comment
Share on other sites

La data dovrebbe essere un poco precedente: la scomparsa dell'avv. Barilli risale ai primi anni Settanta.

 

Mi ricordo che nel settembre 1980 tornando a casa di mia madre dopo un paio di mesi, tra la posta arretrata trovai una busta della famiglia dell'Avvocato che mi annunciava la sua scomparsa e mi allegava un ultimo pacchetto di foto che non aveva fatto in tempo a spedirmi.

La triste notizia mi rimase impressa perchè in quel periodo ero molto provato e la notizia della morte di quel corrispondente a me caro mi abbattè ulteriormente.

Direi quindi che Barilli scomparve tra giugno e settembre del 1980.

Purtroppo quella busta con le poche righe dei familiari andò persa.

Ciao,

Stefano

Edited by gichiano
Link to comment
Share on other sites

Direi quindi che Barilli scomparve tra giugno e settembre del 1980.

Purtroppo quella busta con le poche righe dei familiari andò persa.

 

 

Confermo!

Mi ero sbagliato, scusami... :s68:

Ciao

Maurizio

Link to comment
Share on other sites

Ciao Stefano, bei battelli, l'Upholder in quella prospettiva sembra quasi un Kilo. Gli americani li sfruttavano per bene il loro Guppy mentre da noi parevano un po' in diparte o forse è un'impressione. Il midget spagnolo di che periodo è ?

 

Sperando di non usurpare la rassegna aggiungo una foto che mi piace ogni volta molto: marinai per sempre davanti alla grande vela di un SSBN classe Yankee, Petropavlosk, Natale 1986. Da submarine.id.ru foto di Antona Korchuganova.

 

yankee.jpg

w1000.png

Link to comment
Share on other sites

La foto mi fu mandata dal Ministero della Difesa spagnolo negli anni Sessanta e penso risalga a quel periodo.

Sarebbe bello che tu e altri mettessero in questo topic tutte le foto che ritengono importanti o semplicemente che gli piacciono.

Edited by gichiano
Link to comment
Share on other sites

Sarebbe bello che tu e altri mettessero in questo topic tutte le foto che ritengono importanti o semplicemente che gli piacciono.

Come si può dire di no ?

4 americani

 

SSN 647

2yv5t1i.jpg

 

SSN 688

2zdzpnc.jpg

 

SSN 21

2ml9qc.jpg

 

SSN 774

2u6k56d.jpg

 

Tutte origine US Navy.

Ciao.

Link to comment
Share on other sites

:s03: Già, ma purtroppo non le ho fatte io !

 

Ovvio :s03:

Link to comment
Share on other sites

Due mie immagini fatte fuori Caprera nel dicembre 2000...due sottomarini americani in uscita da Santo Stefano , penso e credo 2 Los Angeles (notare l'appartenenza alle 2 serie, quella con i timoni sulla vela e quella senza).

 

Io ero su una barchetta da 5 metri e visto quanto filavano abbiamo recuperato l'attrezzatura e ci siamo spostati MOOOLTO velocemente...

 

 

la1rid.jpg

 

la3rid.jpg

Link to comment
Share on other sites

Per finire questi due scafi ripresi in una località italiana, sembrerebbero dei sommergibili ma non sono sicuro.

v465a.png

Un saluto.

Sembrano quasi delle vecchie torpediniere disarmate...

Questo è pane per i denti del Sig. Marat.

Link to comment
Share on other sites

Sembrano quasi delle vecchie torpediniere disarmate...

Questo è pane per i denti del Sig. Marat.

 

 

Quelle hanno tutta l'aria di essere due delle numerose Schicau che abiamo avuto in servizio dal finire del XIX° secolo, adattate a bettoline.

Della linea delle Schicau hanno tutto, compresa la torretta al raccordo fra il ponte a testuggine di prua e la coperta. Naturalmente la coperta é rasata e dal ponte di prua sono sparite le attrezzature d'ormeggio.

Credo che siano proprio loro.

Link to comment
Share on other sites

E quel lungo tubo che si vede in quella di destra che funzione aveva?

Mi ricorda qualcosa di simile che ho visto in foto di somm italiani o francesi.

 

Della funzione del tubo non ho alcuna idea.

Se davvero fossero delle Schicau trasformate in bettoline occorrerebbe fare i conti con quel ponte a dorso di testuggine, che sembra un po' troppo "tondo". Si potrebbe però spiegare con una "ripontatura" sovrapposta a quella originale, e forse l'ipotesi non è così astrusa come sembra.

Del resto l'ipotesi sommergibile non vedo proprio su cosa appoggiarla: di battelli con quelle linee non ne ho proprio visti mai.

Link to comment
Share on other sites

Ipotesi alternativa. E forse non peregrina.

Non sono delle Schicau. Sono delle Yarrow. Il ponte a testuggine corrisponderebbe meglio, e non ci sarebbe necessità di supporre improbabili ripontature.

Però sarebbe praticamente obbligatorio pensare alle Classe Kaiman (quelle della fotografia sotto) austroungariche e possibile preda bellica (non mi pare che abbiamo mai acquistato delle Yarrow di quel tipo).

Ci potrebbe pure stare, ma mi pare che la fotografia sia troppo vecchia per poter essere fatta almeno nel 1919-20.

 

 

torpedobooteinpola1912.png

Link to comment
Share on other sites

Ipotesi alternativa. E forse non peregrina.

Non sono delle Schicau. Sono delle Yarrow. Il ponte a testuggine corrisponderebbe meglio, e non ci sarebbe necessità di supporre improbabili ripontature.

Però sarebbe praticamente obbligatorio pensare alle Classe Kaiman (quelle della fotografia sotto) austroungariche e possibile preda bellica (non mi pare che abbiamo mai acquistato delle Yarrow di quel tipo).

Ci potrebbe pure stare, ma mi pare che la fotografia sia troppo vecchia per poter essere fatta almeno nel 1919-20.

Difficile ma non impossibile...

Quanto al tubo, penso allo scarico di un motore ausiliario (ad esmpio per azionare una pompa per il travaso dei combustibili trasportati) oppure a uno "spurgo" per i vaporid ella benzina.

Link to comment
Share on other sites

mi pare che la fotografia sia troppo vecchia per poter essere fatta almeno nel 1919-20.

Si tratta di una cartolina viaggiata nel 1927 e dalla fattura propenderei per una data senz'altro successiva al 19-20.

Risulta scritta a Bubano in provincia di Bologna e imbucata a Padova penserei quindi ad una foto scattata in una località lungo la costa adriatica dell'Emilia Romagna, cosa che sarebbe confermata anche dalle vele delle barche.

Edited by gichiano
Link to comment
Share on other sites

Difficile ma non impossibile...

 

 

Si tratta di una cartolina viaggiata nel 1927 e dalla fattura propenderei per una data senz'altro successiva al 19-20.

Risulta scritta a Bubano in provincia di Bologna e imbucata a Padova penserei quindi ad una foto scattata in una località lungo la costa adriatica dell'Emilia Romagna, cosa che sarebbe confermata anche dalle vele delle barche.

 

 

Se é così, direi che l'ipotesi si rafforza.

Alla fine della guerra ci sono state assegnate 20-25 torpediniere ex austriache. Sono state tutte demolite, esclusa una mezza dozzina assegnata alla Guardia di Finanza. Non so quante fossero le Yarrow, ma sicuramente se non tutte un buon numero dovevano essere proprio del tipo di cui alla fotografia postata da me.

A questo punto la supposizione mi pare molto più seria di quella che avevo fatto all'inizio (quella delle Schicau).

Che quelle siano imbarcazioni e attrezzature veliche tipicamente adriatiche poi non é dubbio. Il che porta altra acqua al mulino dell'idea che si tratti di torpediniere prede di guerra (é ragionevole che, se sono state demolite o trasformate in bettoline, lo siano state vicino alle basi d'origine).

Edited by marat
Link to comment
Share on other sites

Se é così, direi che l'ipotesi si rafforza.

Alla fine della guerra ci sono state assegnate 20-25 torpediniere ex austriache. Sono state tutte demolite, esclusa una mezza dozzina assegnata alla Guardia di Finanza. Non so quante fossero le Yarrow, ma sicuramente se non tutte un buon numero dovevano essere proprio del tipo di cui alla fotografia postata da me.

A questo punto la supposizione mi pare molto più seria di quella che avevo fatto all'inizio (quella delle Schicau).

Che quelle siano imbarcazioni e attrezzature veliche tipicamente adriatiche poi non é dubbio. Il che porta altra acqua al mulino dell'idea che si tratti di torpediniere prede di guerra (é ragionevole che, se sono state demolite o trasformate in bettoline, lo siano state vicino alle basi d'origine).

 

A parte numerose (16) Schichau, torpediniere costiere da 78 tonn. (numeri 20, 22/25, 27, 29/35, 37, 39/40, di cui cinque poi assegnate alla GdF), all'Italia è stata assegnata ufficialmente una sola torpediniera d'alto mare classe KAIMAN da 209-211 tonn. di dislocamento, la "52T", già allo stato di relitto essendosi incagliata vicino a Spalato nel dicembre 1918, e che risulta demolita nel 1922. Le unità Schichau assegnate all'Italia risultano demolite subito dopo il 1920, salvo quelle della GdF che sono rimaste in servizio fino al 1925.

Ma altre 19 torpediniere d'alto mare della stessa classe KAIMAN, assegnate come preda bellica alla Gran Bretagna, sono state poi vendute per demolizione in Italia (a cui vanno aggiunte la Schichau n. 18 da 134 tonn. e la Yarrow n. 14 da 115 tonn.): si tratta di 50E, 51T, 53T, 55T a 59T, 62T a 63T, 64F a 68F, 71F a 73F.

 

Tra le assegnate all'Italia ci sono poi le torpediniere costiere da 110 tonn. con combustione a nafta, TB 1 a 5 (di cui una alla GdF) , TB 7 (alla GdF), TB 6 e 8 a 10 (alla Gran Bretagna e demolite in Italia), tutte gemelle della FRANCESCO RISMONDO ex TB 11 (che era passata da parte italiana il 5 ottobre 1917 dopo l'ammutinamento dei componenti slavoni dell'equipaggio), e infine TB 12 (anch'essa incagliata vicino a Spalato nel dicembre 1918). Le torpediniere costiere assegnate all'Italia risultano tutte demolite subito dopo il 1920, salvo la RISMONDO (venduta per demolizione il 29.11.1925) e le TB 5 e 7 della GdF, anch'esse arrivate sino al 1925.

 

Allego due foto della classe KAIMAN, da cui risulta una evidente somiglianza con la forma della prua a "turtleback" della foto originaria.

 

Fonti: "Austro-Hungarian Warships of World War I" di René Greger, Ian Allan, 1976 (da cui le foto)

 

"Italian Warships of World War I" di Aldo Fraccaroli, Ian Allan, 1970

 

scansione0001kn2.jpg

w1395.png

 

scansione0002ty3.jpg

w800.png

 

Edited by de domenico
Link to comment
Share on other sites

Allego due foto della classe KAIMAN, da cui risulta una evidente somiglianza con la forma della prua a "turtleback" della foto originaria.

 

Se anche tu vedi una somiglianza fra la prua degli scafi della fotografia d'origine e quella delle Kaiman, dovremmo ritenere improbabile che si tratti delle Kaiman che abbiamo ricevuto, e che possano invece essere quelle consegnate alla Gran Bretagna e vendute per la demolizione in Italia.

Il fatto é che quei due scafi non sono stati demoliti, ma smantellati e trasformati con ogni verosimiglianza in deposito carburanti. Ricomprate a questo scopo dalla Regia Marina ? Trasformate e utilizzate da privati ? Certo é una questione meno che secondaria, ma farebbe piacere capire qualcosa di più.

Link to comment
Share on other sites

Se anche tu vedi una somiglianza fra la prua degli scafi della fotografia d'origine e quella delle Kaiman, dovremmo ritenere improbabile che si tratti delle Kaiman che abbiamo ricevuto, e che possano invece essere quelle consegnate alla Gran Bretagna e vendute per la demolizione in Italia.

Il fatto é che quei due scafi non sono stati demoliti, ma smantellati e trasformati con ogni verosimiglianza in deposito carburanti. Ricomprate a questo scopo dalla Regia Marina ? Trasformate e utilizzate da privati ? Certo é una questione meno che secondaria, ma farebbe piacere capire qualcosa di più.

 

La mia ipotesi è: assegnate alla Gran Bretagna, vendute per demolizione in Italia ma invece riacquistate e riutilizzate per altri scopi (accadeva piuttosto spesso in Italia).

Link to comment
Share on other sites

  • 3 weeks later...
Una cartolina del 1906 con due piccoli sommergibili inglesi che non ho identificato.

v514a.png

 

Una foto di altri sommergibili inglesi databile attorno alla Grande Guerra. Al centro il C6.

v515a.png

Un saluto da Stefano

 

Il sommergibile dell'ultima foto con il pennant no. 31 è il C1.

I smg inglesi hanno portato il pennant pitturato sulle torrette (senza il flag superior: 31 sta per I.31) dal 1914 all'aprile 1915 circa, il che serve a datare la foto. C5 era I.35.

I battelli dell'altra foto dovrebbero essere della classe A di 13 unità, costruite nel 1903-05, 165-180 tonn. di dislocam. in emersione e 180-207 in immersione (se non addirittura due tra i primissimi cinque sommergibili della Royal Navy, No. 1 a No. 5, progettati da James Holland e costruiti nel 1901 da Vickers: 105/120 tonn. di dislocamento). Per un confronto: la classe C di 38 battelli del 1906-1910 dislocava 280/320 tonn.

 

La nave appoggio della prima foto è una ex cannoniera-torpediniera (torpedo gunboat) della classe DRYAD, cinque unità costruite nel 1893-1894, 1070 tonn. di dislocam. standard, di cui quattro utilizzate come dragamine nella I G.M. Si tratta verosimilmente della HAZARD del febbraio 1894, convertita nel 1901 in nave appoggio smg. Riconoscibile dalla quasi-simmetria tra castello di prua e castello di poppa.

Fonte: "British Warships 1914-1919" di F.J.Dittmar e J.J.Colledge, Ian Allan, 1972

Edited by de domenico
Link to comment
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
  • Forum Statistics

    • Total Topics
      45k
    • Total Posts
      521.7k
×
×
  • Create New...