Jump to content

Regia Marina 1861


Totiano

Recommended Posts

ricorre il 150 della presa di Ancona (la prima operazione Joint Marina-Esercito della storia italiana) e mi stavo guardando in giro cercando modelli che ritraggano vascelli dell'epoca: possibile che non ne sia mai stato realizzato uno?

 

su internet non ce ne è traccia, eppure hanno fatto la storia d'Italia! i loro nomi sono:

 

Pirofregata Maria Adelaide

ammiraglia di Persano ad Ancona: 3484 tonn d dislocamento, costruita a i cantieri genovesi di Foce nel 1859 e con un apparato motore di ben 2255CV

 

Pirofregata Vittorio Emanuele

costruita a i cantieri genovesi di Foce nel 1856, 3126 tonn di dislocamento e 1488 CV di potenza

 

Pirofregata Carlo Alberto

costruita nei cantieri inglesi Smith di Newcastle nel 1853. 3283 tonn di dislocamento e 400 Cv di potenza

 

Corvetta a Ruote Costituzione

costruita nei cantieri inglesi Picher Nort nel 1849. 2170 tonn di dislocamento e 400 Cv di potenza

 

Corvetta a Ruote Governolo

costruita nei cantieri inglesi Picher Nort nel 1849. 1700 tonn di dislocamento e 450 Cv di potenza

 

Avviso a ruote Mozambano

costruita in inghilterra nel 1841 per la Marina Mercantile Napoletana, nel 1849 fu acquistato dalla Marina Sarda.900 tonn di dislocamento e 200 CV di potenza

 

ne sapete qualcosa?

 

in questa foto, scattata ad Ancona dopo i tristi eventi del 1866, ne appare qualcuna...

ital_fleet_ancona.jpg

Edited by Totiano
Link to comment
Share on other sites

Queste unità si possono trovare nel bellissimo volume "Navi a vela e navi miste italiane" Uff. Storico Marina.

Modelli in giro...... mai visti, sicuramente perchè non ci sono piani di costruzione validi disponibili.

(almeno io non ne ho mai trovati)

Link to comment
Share on other sites

'La pirofregata corazzata Re d'Italia' (The Italian Ironclad Frigate Re d'Italia), circa 1865:

 

lissa22.jpg

 

rdi3-w.jpg

 

 

'L'Affondatore circa 1866:

 

lissa23.jpg

 

02.jpg

 

n0201-00cg.jpg

 

Pirocorvetta "Formidabile"

 

05.jpg

 

Pirofregata Conte Verde:

 

01.jpg

 

Corazzata Messina

 

04.jpg

 

Corazzata Roma

 

05.jpg

 

Palestro:

 

lissa2.jpg

 

Volete l'elenco dei caduti?

Link to comment
Share on other sites

Volete l'elenco dei caduti?

 

 

Grazie per le foto Rich, e grazie per l'offerta di cui al quote, ma no. l'evento a cui sono interessato non è la battaglia di Lissa del 1866 ma la battaglia per Ancona che risale al settembre 1860. in quel periodo, peraltro, molte delle navi che hai riportato erano ancora in costruzione.

Link to comment
Share on other sites

Anni fa ebbi modo di sfogliare l'enciclopedia,

 

Storia del Mare, di Giorgio Giorgerini,

 

che conteneva enormi tavole a colori su tre pagine delle principali unita' navali (prova a digitare su google "Littorio Battleship" ed e' una delle prime immagini che ti appare, cosi' ti rendi conto di che cosa parlo e dell'accuratezza di queste tavole). Sono certo al 100% di avervi visto le tavole della corazzata "Sardegna" e "Regina Elena", ma l'enciclopedia iniziava dall'epoca dei galeoni se non prima, con particolare attenzione per la marineria italiana... mi parebbe molto strano se questa enciclopedia non contenesse delle tavole dedicate al Re d'Italia o all'affondatore... Mio zio aveva questa splendida enciclopedia a marcire in uno scantinato, dove un tubo dell'acqua si ruppe bagnando i volumi... Qui in Australia non posso fare nulla per reperirla... ma chiedi ad altri!

 

Buona fortuna.

Link to comment
Share on other sites

ricorre il 150 della presa di Ancona (la prima operazione Joint Marina-Esercito della storia italiana) e mi stavo guardando in giro cercando modelli che ritraggano vascelli dell'epoca: possibile che non ne sia mai stato realizzato uno?

 

su internet non ce ne è traccia, eppure hanno fatto la storia d'Italia! i loro nomi sono:

 

Pirofregata Maria Adelaide

ammiraglia di Persano ad Ancona: 3484 tonn d dislocamento, costruita a i cantieri genovesi di Foce nel 1859 e con un apparato motore di ben 2255CV

 

Pirofregata Vittorio Emanuele

costruita a i cantieri genovesi di Foce nel 1856, 3126 tonn di dislocamento e 1488 CV di potenza

 

Pirofregata Carlo Alberto

costruita nei cantieri inglesi Smith di Newcastle nel 1853. 3283 tonn di dislocamento e 400 Cv di potenza

 

Corvetta a Ruote Costituzione

costruita nei cantieri inglesi Picher Nort nel 1849. 2170 tonn di dislocamento e 400 Cv di potenza

 

Corvetta a Ruote Governolo

costruita nei cantieri inglesi Picher Nort nel 1849. 1700 tonn di dislocamento e 450 Cv di potenza

 

Avviso a ruote Mozambano

costruita in inghilterra nel 1841 per la Marina Mercantile Napoletana, nel 1849 fu acquistato dalla Marina Sarda.900 tonn di dislocamento e 200 CV di potenza

 

ne sapete qualcosa?

 

Cerchi esclusivamente modelli o anche fotografie, stampe e disegni delle unità?

Link to comment
Share on other sites

Secondo me una prima, valida fonte potrebbe essere l'opera Guida alle navi d'Italia, di Gino Galuppini, che contiene schede dettagliate delle principali navi della nostra marina, nonché schede sintetiche per quelle minori, ivi incluse, se non ricordo male, quelle relative alle navi acquisite dalle marine preunitarie.

Edited by simone77
Link to comment
Share on other sites

Ciao Totiano,

ha ragione Anteo, delle navi da te elencate, sul mercato non esistono disegni per realizzare dei modelli.

L'unico che ha qualche cosa è l'ANB ma delle tue nemmeno l'ombra, ne sono sicuro perchè ho controllato il catalogo cartaceo e quello virtuale.

L'unica fonte a cui rivolgersi e il sig. Valerio Manlio Gay, che ha scritto e fatto i profili sul libro inerente le navi a vela e a propulsione mista.

Non vorrei dire una castroneria, ma se ricordo bene, qualche cosa come modello dovrebbe esserci al museo di La Spezia.

Con questo hai toccato un argomento a cui stò dietro da anni ma senza risultati.

Un saluto Fassio

Link to comment
Share on other sites

in effetti sopratutto modelli, ma le foto non sono certo sgradite....

Pirofregata Governolo.

 

2l8vwb9.jpg

 

L'origine dovrebbe essere un vecchio numero di Aviazione e Marina, ma - considerata l'antichità del soggetto - i diritti di chiunque dovrebbero essere decaduti.

Le lascio nel formato in cui le ho digitalizzate.

Buon we da Itaca.

 

Odisseo

Link to comment
Share on other sites

Un disegno del Re d'Italia che ho beccato molto tempo fa su internet,

qualche website russo, che offrono le cose piu' interessanti... purtroppo in cirilico,

da aereo modellista vi ho trovato foto di prototipi italiani mai visti...

ma la lingua...

 

http://img203.imageshack.us/img203/761/reditaliadis.jpg

 

Comunque ripeto, cerca l'enciclopedia Storia della Marina di Giorgerini (1978), son sicuro che troverai quel che cerchi.

Link to comment
Share on other sites

Ciao Zalian,

per favore mi daresti l'indirizzo del sito web dove hai trovato il Re d'Italia e i prototipi aerei Italiani.

Le due cose mi interessamo molto

Ciao Fassio

Link to comment
Share on other sites

da base artica, marco

 

il disegno del re d italia ee dal libro / collezzioni storia della marina ( 11 volumi)

io ho qualcosa di disegni dal libro della marina ufficio storico, navi a vela e navi miste italiane, ma ...ci vuole molta fantasia x un modellista :s14:

saluti marco

 

hao mini ma tu che stai a livorno possibile che in qualche archivio non ci siano linee dácqua della magenta???? :s41: :s12: :s68:

Edited by bussolino
Link to comment
Share on other sites

Caro Marco alias Busso,

hai ragione dovrò fre un salto all'archivio di stato, sperando di trovare qualche cosa e che la facciano fotocopiare.

Grazie della driaa Fassio

Link to comment
Share on other sites

Per i prototipi di aerei Italiani e' semplice

 

www.airwar.ru

 

una volta c'era la possibilita' di tradurre il testo in Inglese, ora non piu'. C'e' la piu' grande collezione di disegni tecnici d'aerei mai vista (divisa per epoche e per tipo), se sei un'aereo modellista c'e' veramente di tutto (specie se stai cercando dettagli dei carrelli e dei cockpit dei vari Sukhoi e Mig), ma anche gli aerei italiani e inglesi non scherzano. Le foto dei prototipi Italiani sono nella sezione Enciclopedia, sfortunattamente solo in russo, tra le cose mai viste un S.82 canguro dotato dei possenti (ma iper inaffidabili) Alfa romeo 135 da 1440 cv, che volo' nel 1942 con una velocita' massima di 480 km/h!

 

Per il Re d'Italia... spiacente, anni fa in navigazione noturna saltando di link in link...

Link to comment
Share on other sites

da base artica, marco

 

din don dan, din don dan....ragazzi fuori dalle brande :s12: :s17: , possibile che li sul posto non trovate nulla????

 

vedere...

 

Parliamo della “Monarca” http://www.magellano.org/it/magellano/rivi...asp?idrivista=7

 

Parliamo della “Partenope” http://www.magellano.org/it/magellano/rivi...asp?idrivista=8

Parliamo della "Maria Adelaide" http://www.magellano.org/it/magellano/rivi...asp?idrivista=9

 

http://modellistinavali.forumattivo.com/15...no-d-italia-f22

 

 

http://modellistinavali.forumattivo.com/15...ardoso-t294.htm

 

http://www.thepostalgazette.com/issues/27/Squadra_Tunisi.pdf

 

 

http://www.liberoricercatore.it/Storia/per...lielmoacton.htm

 

ect ect, saluti marco

Edited by bussolino
Link to comment
Share on other sites

Grazie Zailan,

sono andato sul sito aeronautico, accidenti al cirillico.

Ho scaricato l'alfabeto e guarderò con pazienza di venire a capo di qualche cosa.

Principalmente sono un navimodellista statico, però ho fatto anche l'aereomodellista sempre statico.

 

Per Bussolino,

alle solite non ti smentisci mai, da vero stakanovista del computer.

Grazie sia a Bussolino che a Zailan

Di nuovo Grazie ed un bel Salutone Fassio

Link to comment
Share on other sites

da base artica, marco

io il pc non lo uso molto altrimenti mia moglie mi spara.

saluti marco

Link to comment
Share on other sites

Per caso, rivedendo il catalogo di una mostra romana del pittore bellunese Ippolito Batti Caffi, perito durante la battaglia di Lissa il 20 luglio 1866 a bordo della RE D'ITALIA, ho trovato una serie di schizzi e acquerelli che mi sembrano assolutamente meritevoli. Ve li propongo.

 

 

 

scansionegiugno0084.jpg

scansionegiugno0085.jpg

 

scansionegiugno0086.jpg

scansionegiugno0087.jpg

 

scansionegiugno0088.jpg

scansionegiugno0089.jpg

 

scansionegiugno0091.jpg

scansionegiugno0092.jpg

 

 

"CAFFI: Luci del Mediterraneo", a cura di Annalisa Scarpa, Schira, settembre 2005 (catalogo di mostre tenute a Belluno e a Roma nel 2005/2006)

Edited by de domenico
Link to comment
Share on other sites

da base artica,marco

x de domenico :s12: .....bravissimo, come sempre... :s20: :s20:

salutoni marco

Link to comment
Share on other sites

Della Corvetta a Ruote Governolo ho una pittura realizzata da F. Gay, appena ho un attimo di tempo ci faccio una foto e la inserisco in questa discussione.

 

Mauro

 

Come promesso ho trovato il tempo per scattare qualche foto ed inserisco il quadro del Governolo e di altre imbarcazione dello stesso periodo.

 

Pirofregata 2° rango a ruote GOVERNOLO 1879-1882

governolo.jpg

 

Avviso a ruote BALENO 1860-1907

baleno.jpg

 

Avviso a ruote GULNARA 1837-1875

gulnara.jpg

 

Pirofregata 2° rango a ruote IUKERY 1849-1870

iukery.jpg

Link to comment
Share on other sites

Posto un po' di immagini tratte da un saggio sulla battaglia di Lissa pubblicato alcuni anni fa sulla pregevole rivista "Navires & Histoire". L'autore del saggio è Jean Pelletier Doisy, mentre le ricerche iconografiche e le didascalie sono di Frédéric Stahl.

Nell'ultimo numero della stessa rivista è stato pubblicato un supplemento di ricerca a cura di V. P. Maksimovich, con alcune immagini del relitto del RE D'ITALIA riprese nell'aprile 2005 dalla nave francese di ricerche sottomarine JANUS II con una équipe di ricerca franco-croata a bordo e con mezzi tecnici sofisticati (ROV Super Achille e sottomarino REMORA 2000) a 120 metri di profondità e a dodici miglia a nord di Vis (Lissa).

 

scansionenho20049.jpg

scansionenhott200411.jpg

scansionenhott200410.jpg

scansionenhott200412.jpg

scansionenhott200413.jpg

"Navires & Histoire", n. 26, ottobre 2004

 

scansionenhgl20100098.jpg

"Navires & Histoire", n. 60, giugno/luglio 2010

Edited by de domenico
Link to comment
Share on other sites

  • 2 months later...

Vi prego di perdonare se riporto in evidenza questo post, mi sto augurando che, nel frattempo, qualcuno abbia avuto notizia dei modelli che cerco...

 

 

ricorre il 150 della presa di Ancona (la prima operazione Joint Marina-Esercito della storia italiana) e mi stavo guardando in giro cercando modelli che ritraggano vascelli dell'epoca: possibile che non ne sia mai stato realizzato uno?

 

su internet non ce ne è traccia, eppure hanno fatto la storia d'Italia! i loro nomi sono:

 

Pirofregata Maria Adelaide

ammiraglia di Persano ad Ancona: 3484 tonn d dislocamento, costruita a i cantieri genovesi di Foce nel 1859 e con un apparato motore di ben 2255CV

 

Pirofregata Vittorio Emanuele

costruita a i cantieri genovesi di Foce nel 1856, 3126 tonn di dislocamento e 1488 CV di potenza

 

Pirofregata Carlo Alberto

costruita nei cantieri inglesi Smith di Newcastle nel 1853. 3283 tonn di dislocamento e 400 Cv di potenza

 

Corvetta a Ruote Costituzione

costruita nei cantieri inglesi Picher Nort nel 1849. 2170 tonn di dislocamento e 400 Cv di potenza

 

Corvetta a Ruote Governolo

costruita nei cantieri inglesi Picher Nort nel 1849. 1700 tonn di dislocamento e 450 Cv di potenza

 

Avviso a ruote Mozambano

costruita in inghilterra nel 1841 per la Marina Mercantile Napoletana, nel 1849 fu acquistato dalla Marina Sarda.900 tonn di dislocamento e 200 CV di potenza

 

ne sapete qualcosa?

Link to comment
Share on other sites

Caro Marco direi che con il tuo topic sei andato a toccare un nervo decisamente scoperto. Qualche giorno fa parlando con V.M. Gay ragionavamo proprio sulla difficoltà di recuperare documentazione fotografica relativa agli anni compresi tra il 1861 e il 1890 circa. Anche l'USMM, prezioso punto di riferimento per ogni studioso della materia, non appare particolarmente "fornito". Nel frattempo sono riuscito a recuperare una cartolina che riproduce una tela raffigurante la battaglia di Ancona del 1860...Poca cosa ma se dovesse interessarti fammi un fischio. Corto

 

 

P.s.: al seguente link trovi alcune stampe relative all'assedio di Ancona http://www.bibliotecauniversitaria.ge.it/b...mpe_guerra.html

ti segnalo anche un libro recentemente pubblicato che dovrebbe trattare (almeno incidentalmente) l'argomento http://www.libreriauniversitaria.it/11-set...o/9788895677347

Edited by Corto Maltese
Link to comment
Share on other sites

da base artica, marco

 

cantieri di costruzione e bacini di carenaggio intasati di modelli,

( oramai quota 21 unita ) si poteva tentare ma tu sai che non ee la volonta che manca ma .. :s68: :s14: !

saluti marco

Edited by bussolino
Link to comment
Share on other sites

buonasera a tutti, innanzitutto

 

dopo la mia presentazione, appena fatta nell'apposita sezione, volevo dare un piccolo contributo a questa interessante discussione, e lo faccio, se mi permettete, partendo dalla foto del porto di Ancona che è stata inserita nel primo post e, successivamente, inserita in un articolo francese.

 

Volevo solo dirvi che, secondo quella che è la mia sensazione, si possono riconoscere abbastanza facilmente alcune navi della Regia Marina.

 

Se è vera la data della foto (scattata dopo la Battaglia di Lissa) e tenendo conto di alcune particolarità relative alle navi, mi sembra di poter identificatire le seguenti unità :

* RN Re di Portogallo (la gemella della Re d'Italia che venne speronata ed affondata dalla Ferdinand Max dell'Ammiraglio Tagetthoff)

* RN Affondatore

* RN Varese (la gemella RN Palestro affondò a causa di una esplosione durante lo scontro di Lissa)

 

poi si riconoscono, dalla silouette, una nave della classe Regina Maria Pia ed una della classe Formidabile, ma non riesco a capire esattamente di quali unità si tratta.

 

la nave a ruote con i due fumaioli ravvicinati dovrebbe essere la RN Governolo

 

Le mie, comunque, sono solo ipotesi in quanto le immagini non sono particolarmente chiare... :-)

 

Voi che ne pensate?

 

Ciao ed a riscriverci presto

 

Jp

Link to comment
Share on other sites

Buongiorno, Totiano

 

nell'impossibilità di capire, ad esempio, quale delle unità della classe Maria Pia è ritratta dietro la RN Re di Portogallo, possiamo però sicuramente capire quale non è : non è, infatti, la RN Ancona che durante lo scontro di Lissa aveva subito danni notevoli all'albero di maestra che ancora due mesi dopo lo scontro (secondo fonti fotografiche della collezioen Bargoni) aveva un albero di fortuna messo insieme sul troncone dell'albero di maestra spezzato.

 

Ciao

 

Jp

 

P.S.

ti ho risposto all'M.P.

Link to comment
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
  • Forum Statistics

    • Total Topics
      45k
    • Total Posts
      521.9k
×
×
  • Create New...