Jump to content
Sign in to follow this  
Desert Eagle .50

Cantiere Di Costruzione Corazzata "roma" Scala 1:200 Hachette

Recommended Posts

Salve a tutti vi sto seguendo con molta attenzione perchè anch'io mi sono avviato in questa grande realizzazione del nostro amato modello della corazzata Roma(Finalmente una ditta se degnato di costruirla),torniamo a noi , per quando riquarda la torreta trinata i cannoni, come si è detto ,a mio avviso non sono un granchè, ed ho aquistato quella della dita da voi indicata la GPM, ma con rammarico nella consegna del pacco ho notato che c'è molta differenza :sono piu lunghi e con diametro superiore. Non riesco a capire perchè tanta differenza se sono della stessa scala 1/200.

Volevo allegare delle foto ma non riesco,scusatemi sono nuovo del forum.

saluti

 

http://www.betasom.it/forum/index.php?showtopic=3681

 

Carissimo Viktor 70 controlla questo link di Betasom, qua troverai tutte le risposte alle domande che fai.

 

Ventoinpoppa da Pennabianca

 

PS. Ritornando sui discorsi dei telemetri e portelli sulle torri trinate, è molto facile che siano da applicare a suo tempo con le fotoincisioni in ottone che vi saranno fornite con i fascicoli.

Edited by pennabianca

Share this post


Link to post
Share on other sites

Vorrei ringraziare Desert Eagle .50 per il lavoro di catalogazione delle uscite che sta facendo. Avendolo fatto insieme a pennabianca per la Bismarck, so che lavoro c'è dietro e anche quanto può tornare utile per se e per tutti quelli che seguono il Thread.

Ciao e grazie ancora. :s02: :s02:

Share this post


Link to post
Share on other sites

Caro Vespucci è un piacere per me dare questo contributo a chiunque gli sia utile!

 

N°13

 

290320111154.jpg

 

Avanzamento:

 

290320111162.jpg

 

290320111163.jpg

 

Mi è venuta una malsana idea, e se incollassimo i bagli alle relative ordinate prima di montarle, così da averli perfettamente allineati e soprattutto in questo modo siamo sicuri che la sagoma delle stesse ordinate sia come debba essere.

Tutto ciò deriva dal fatto che la parte superiore di molti bagli non è a filo delle relative ordinate!

 

Che ne pensate?

Share this post


Link to post
Share on other sites

,,buonasera a tutti...quindi se ho ben capito si tratta di montare il "sottoponte" in maniera autonoma dalle ordinate dello scafo...quindi poi quando il tutto non combaciera' con le ordinate?????..che pensi è meglio lavorare sulle ordinate o sui bagli??'....puo' darsi pure che ho capito io male....grazie

Share this post


Link to post
Share on other sites

:s67: Buongiorno: vorrei tornare un'attimo sull'argomento telemetri della prima torretta trinata, e far notare che se esaminiamo attentamente le due foto per il montaggio, ci accorgeremo che rispetto al materiale fornito, sono completamente diverse con o senza fotoincisioni da applicare in seguito (ho già chiesto spiegazioni alla Hascette, ma non mi ha ancora risposto)

Share this post


Link to post
Share on other sites

Sì, avevamo già visto che i cubetti di plastica forniti non hanno niente a che vedere con le foto delle istruzioni...e tantomeno anche se ci avessero fornito quelli delle foto, delle fotoincisioni sucessive non avrebbero potuto creare i buchi delle portine dal momento che sono pieni!!!

 

Ho anche altre considerazioni in merito, visto che mi sono arrivati i piani dell'ANB (adesso nuovamente disponibili):

come visibile dai piani costruttivi i pezzi presentano divergenze per quanto riguarda i telemetri!!!

 

Mentre torretta e canne (quelle brutte di colata) fornite con il primo fascicolo in edicola, si sposano con i disegni...i telemetri sono indicati in maniera diversa...dalle foto storiche si vede che la versione corretta è quella di tipo grande

che finisce a filo del bordo posteriore della torretta (riprodotta anche nel modello di Barbieri).

 

In ogni caso quelli forniti sono dimensionalmente errati...tanto da vanificare anche le modifiche che avevo portato ai miei! :s05:

Pertanto, se con le prossime uscite, non ci verranno forniti dei telemetri corretti dovremo ricostruirli di sana pianta...

Edited by Mximilian

Share this post


Link to post
Share on other sites

All'inizio ero intenzionato a mettere mano al progetto in estate, ma a questo punto visti gli errori inqualificabili che ha fatto il progettista di questa nave (ma è davvero questa oppure ne aveva in mente un'altra???), penso che comincerò a lavorare alla nave appena avrò in mano almeno i fascicoli con lo scafo completo. Prima, penso sarebbe inutile, visto che non avendo punti di riferimento, rischierei di rovinare tutto. Almeno con tutti i pezzi in mano si capiranno tutti gli errori che ci aspettano :s68: :s68: :s68:

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ciao Luponero, hai frainteso purtroppo, io dicevo il contrario, io vorrei incollare i bagli direttamente alle ordinate, così da rendere indeformabili quest'ultime e anche per essere certo del loro allineamento nella parte superiore, per capirci dove andrà applicato il ponte! Visto che non sono minimamente interessato ad avere un modello dinamico che si possa aprire e chiudere, questa soluzione si può fare!

Spero di essermi spiegato questa volta!

 

 

X Mximilian, dal tuo confronto risulta errata anche la forma di tutta la torretta, comunque dico io è posibile aver sbagliato ogni singolo pezzo?? Quale per forma, o per materiale, per scala!! Ma a che cosa stavano pensando quando hanno "cercato" di progettare questo modello????? Profondamente deluso!

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ciao Desert,

la foto appiattisce le profondità ma ti dico che la torretta non è male...coincide con i disegni, non perfettamente ma può andare...è il telemetro che è na saccoccia attaccata senza senso, speriamo che ci forniscano quelli delle foto delle istruzioni.

L'importante è la giusta scala...poi, ognuno secondo le sue possibilità e se vuole li dettaglierà!

 

La tua idea costruttiva dei bagli può anche andare ma ti assicuro che è sufficiente tenerli appoggiati alle ordinate finchè si incollano i longheroni 35 e 36 in modo da non forzare le ordinate stesse ad aderire completamente ai loro scassi.

Io ho fatto l'errore di volere mandare in battuta le ordinate con gli scassi dei longheroni tenendole ferme con degli elastici senza fare le prove dei bagli...un errore da vero principiante!!

 

P.S. mi sono deciso di chiedere chiarimenti all'Hachette per la divergenza fra foto istruzioni-telemetri del fascicolo 2 tramite mail: roma@hachette-fascicoli.it

fatelo anche voi se potete...se chiesto da tanti spero che provvedano con una nuova fornitura

Edited by Mximilian

Share this post


Link to post
Share on other sites

Penso che più che altro, bisognerebbe contattare la casa che ha preso in mano il progetto che qualcuno diceva fosse la spagnola Artesania Latina, la Hachette non credo farà niente a riguardo.

Io quando ci furono dei problemi con la Bismarck contattai la Amati e subito ebbi risposte sui problemi proposti.

Comunque proverò anche io a mandare una email di delucidazioni ad Hachette.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Fatto, ho appena inviato anche io la email all'indirizzo roma@hachette-fascicoli.it

Spero che tutti i partecipanti al thread che la pensano come noi facciano lo stesso.

Vediamo se riusciamo a muovere qualcosa......... :s05: :s05:

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ciao a tutti, io ho mandato una decina di mail alla hachette dall'inizio dell'opera, persino al direttore editoriale Gualtiero Viganò, il quale vagamente mi ha risposto che i problemi saranno risolti. Ai miei "quando?" ha risposto: "al più presto!!" e naturalmente non è una risposta!!!

Bah!!! non so quanto possiamo smueverli, non si parla di piccoli dettagli, si parla di una revisione totale su tutte le sovrastrutture e non solo.

 

Concordo col contattare l'artesania latina, vera causa degli "abominevoli" errori, perché credo siano gli spagnoli che hanno toppato alla grande le progettazioni, poi hanno spedito tutto in cina, e "poverini" i cinesi hanno plasmato quelle cose strane che ci hanno rifilato! Il nostro compito è quello di non arrenderci a loro ed ottenere ciò che hanno promesso, senno è meglio finirla qui, intendo l'opera!

 

Un saluto Desert Eagle .50

Share this post


Link to post
Share on other sites

Il fascicolo comprende la falsachiglia di poppa, il rinforzo delle ordinate di prua, ed il secondo motoscafo.

 

N°14

 

070420111164.jpg

 

Ecco l'ennesimo errore! La falsachiglia deve essere ritoccata con una lima per accogliere l'ordinata 7. Maledetti!!!!

 

070420111167.jpg

 

Io ho risolto così...

 

070420111170.jpg

 

Il risultato è che adesso la falsachiglia può essere montata!!!

 

070420111169.jpg

 

In quest'ultima foto la ROMA messa a confronto con il Titanic 1/250, fa capire bene che la dimensione è notevole!

E mancano ancora una decina scarsa di centimetri che verrano aggiunti con prua e poppa in resina.

 

070420111176.jpg

 

A presto!

Share this post


Link to post
Share on other sites

Non so se siano quelli della Hachette a chiamarla così, ma quella non è, a rigor di termini, una falsachiglia: la falsachiglia è solo il rinforzo esterno alla carena che serve da punto d'appoggio alla nave in bacino. Quella è una chiglia vera e propria :s02:

 

Quanto alle mail, non credo che potrete ottenere qualcosa, per il semplice motivo che ormai gli stampi sono stati fatti sbagliati e se li rifacessero andrebbero fuori coi costi; ma fate comunque bene a tartassarli perché perlomeno per la prossima raccolta si rivolgeranno ad una ditta più seria.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ma come si fa a fare errori così grossolani?????

Qui siamo proprio nel ridicolo :s68: :s68: :s68:

Share this post


Link to post
Share on other sites
Ma come si fa a fare errori così grossolani?????

Qui siamo proprio nel ridicolo :s68: :s68: :s68:

 

Hachette che appalta il modello ad Artesania Latina che subappalta a Khan-Haio Shanghai Ltd. tutta la prototipazione e la produzione, immagino :s03: Forse sarebbe più appropriato, almeno dal punto di vista fonetico, chiamarla "Legia Nave Loma"

Share this post


Link to post
Share on other sites

Da non incollare niente prima di raffrontare i piani in scala....perchè potrebbe essere sbagliato la scasso per l'ordinata n.7, come ha corretto il buon "Desert", oppure potrebbe essere sbagliato l'incastro sulla base

 

Montare a secco ed aspettare di avere tutti i pezzi dello scafo da misurare sui disegni....

 

Comunque : animo! Tenaci e costruiremo una Roma degna della nostre Marina...anche se ne suderemo di camicie!!!! :s02:

Share this post


Link to post
Share on other sites

Credo che sarebbe opportuno inviare ai signori dell'Hachette una bella copia della Roma della GPM in cartoncino! Almeno saprebbero da che parte cominciare :s03: :s03:

Share this post


Link to post
Share on other sites
Da non incollare niente prima di raffrontare i piani in scala....perchè potrebbe essere sbagliato la scasso per l'ordinata n.7, come ha corretto il buon "Desert", oppure potrebbe essere sbagliato l'incastro sulla base

 

Montare a secco ed aspettare di avere tutti i pezzi dello scafo da misurare sui disegni....

 

Comunque : animo! Tenaci e costruiremo una Roma degna della nostre Marina...anche se ne suderemo di camicie!!!! :s02:

Concordo in tutto, anche sul fatto che faremo una degna RN Roma. Solo che mi rode spendere un capitale per un'opera realizzata in modo indecente e approssimativo. Peccato un'occasione mancata. Penso che se l'opera non subirà modifiche sostanziali, non riuscirà a vendere fuori dall'Italia. Ai nostri giorni, i modellisti sono quasi tutti esperti, conoscono il mercato e cosa offre. Grazie ad internet si possono valutare anche i pregi ed i difetti di un modello, confrontandolo con l'originale (foto e piani sono facilmente reperibili per tantissimi modelli). Questa permette di valutare subito un modello appena uscito. Noi stiamo facendo la Roma (.......) perchè amiamo questa nave, altrimenti mai ci saremmo sognati di realizzare un modello così mal realizzato. Ma in altri paesi un progetto del genere non sarà mai preso in considerazione.

Comunque se volessero, ci potrebbe ancora essere la possibilità di migliorare il progetto ed eliminare gli errori , almeno quelli grossolani.

Edited by vespucci

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ciao a tutti,

Scusate l'OT ma guardate cosa sta combinando questo signore dalla Corea:

 

Da "The ship model forum"

 

 

è veramente incredibile!

Edited by peguy

Share this post


Link to post
Share on other sites

Mi pare che fosse già postato il lavoro di questo particolare (ed abilissimo) modellista.

 

La cosa che mi stupisce è la prima foto: sembra che sia in possesso di disegni dove si vedono le imbarcazioni effettivamente trasportate dalla Roma e, dulcis in fondo, la posizione contemporanea dei tre aerei (3 ro43)!!! :s12:

 

Il bello è che lo stemma sembra quello dell'ANB!!!!!!

 

Io ho quelli in 1:100 dell'ANB ma non sono presenti queste tavole....qualcuno di voi le conosce?

 

(comunque grazie "Pequy", ho risolto il dubbio su come posizionare gli aerei e le barche)

Edited by Mximilian

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ciao Mximilian,

allora, le tavole sono della ANB e non ci sono contraddizioni,

le tavole sono sempre quelle, ovvero le tue o le mie in qualsiaxi scala esse siano.

Per cui ho ingrandito, stampato e controllato visivamente confrontando con le tavole ANB e sono uguali,

ammesso che non mi sia sfuggito qualche cosa, ma ci credo poco.

 

Un saluto

 

 

Fassio

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ciao a tutti!

 

N°15

 

140420111179.jpg

 

L'unico commento sui nuovi pezzi non può che essere positivo, il modo in cui sono stati progettati i rinforzi è ottimo, la prua risulta essere solida al tal punto che sembra che con questo modello ci dobbiamo preparare alla guerra,

anche la poppa è stata irrigidita da diversi sostegni (li potremo vedere meglio nella prossima uscita) che la rendono indeformabile!

quindi sulla stuttura parere positivo, ansi, forse hanno pure esagerato!!!!!

 

140420111180.jpg

 

140420111182.jpg

 

In questa foto si può apprezzare l'abbassamento della murata, caratteristica tipica delle Corazzate italiane.

 

un'ultima importante notizia è che dall'uscita n° 18 inizieremo a ricevere i listelli per il rivestimento dello scafo! Evviva, era ora!!

 

A presto!

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ottimo Desert Eagle .50, grazie. Ti è sembrato che a poppa e a prua resti spazio per i pezzi in resina, oppure dovremmo realizzarli con i listelli? Io non ho ancora neanche aperto i fascicoli, quindi non mi rendo ancora conto di cosa ci stanno propinando se non tramite i vostri utilissimi post. Grazie ancora per il lavoro :s20: :s20:

Share this post


Link to post
Share on other sites
Ciao Mximilian,

allora, le tavole sono della ANB e non ci sono contraddizioni,

le tavole sono sempre quelle, ovvero le tue o le mie in qualsiaxi scala esse siano.

Per cui ho ingrandito, stampato e controllato visivamente confrontando con le tavole ANB e sono uguali,

ammesso che non mi sia sfuggito qualche cosa, ma ci credo poco.

 

Ciao Fassio,

effettivamente ho gridato all'entusiasmo troppo facilmente....ma nell'edizione delle tavole ANB a me inviata dopo il primo esaurimento scorte (cod.232...quella da 157 euro per capirsi) i disegni non presentano i tre Ro disposti sui banchi di attesa a poppa e le scialuppe sono presenti anche a prua vicino alla torre trinata anteriore, come nel modello di Barbieri!

 

In ogni caso le dimensioni sono corrette e per aerei e scialuppe dovremo regolarci ogniuno a seconda del mese in cui collocheremo il nostro modello !

 

Piuttosto la monografia "le navi da battaglia classe littorio" di Albertelli editore dice che i Re 2000 imbarcati erano in verde oliva scuro come i metropolitani mentre a me risultava il grigio scuro per i marini, avete notizie in merito?

 

P.S. al numero 21 Hachette annuncia la fornitura di telemetri con portello :s51: speriamo abbiano risolto i problemi di cui parlavamo:

 

piano Hachette

Edited by Mximilian

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ciao, anch'io sto costruendo la Roma e devo dire che per il momento la struttura mi sembra davvero ben fatta e non ho avuto problemi. Mi sa solo che ho sbagliato a non carteggiare bene le ordinate nei punti dove si appoggiano i bagli: dovrò darci dentro di carta abrasiva...

 

Per i telemetri dell'uscita 21 credo che siano quelli da 152, quindi il problema per le torri principali resta

 

Colore Re2000

Effettivamente la cosa è un po' misteriosa, in teoria dovevano essere grigio azzurro scuro come i Ro43, ma quello imbarcato sulla RN Miraglia era tutto grigio chiaro mentre quelli sulle navi da battaglia erano sicuramente scuri. Forse dovremmo consultare la monografia sul Re 2000 di Giorgio Apostolo Editore. Qualcuno che ce l'ha può darci un dritta?

 

 

Buona Roma a tutti,

 

Marik

Edited by Cdr Marik

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ciao Marik,"

io ho la monografia della delta Editrice ed anche lei da la colorazione dei Re2000 catapultabili in oliva scuro ...in grigio azzurro chiaro sembra per l'esemplare di prova sulla "Miraglia".

 

Mi atterrò all'oliva scuro fino a prova contraria...

Share this post


Link to post
Share on other sites

N°16

 

Buona Pasqua a tutti!

 

Ad ogni uscita seguono nuovi imbrogli!!!!!!!

Le mitragliere anzi la mitragliera fornita con l'uscita n° 16 invece di esser fatta in ottone è realizata con metallo bianco, più facile da verniciare ma la lavorazione è peggiore!

 

200420111187.jpg

 

200420111186.jpg

 

Come se non bastasse il pezzo mi è arrivato pure rotto, maledetti, MALEDETTI!!!!!!

Share this post


Link to post
Share on other sites

Quello del materiale è un problema relativo, tanto quegli scarti di fusione sono buoni solo per zavorrare il sacchetto della rumenta.

 

Ecco dunque per voi il disegno del complesso binato da 37/54, per aiutarvi nell'inderogabile autocostruzione :s21:

 

3754.jpg

 

Per me si va ne la città dolente, per me si va ne l' etterno dolore, per me si va tra la perduta gente

Share this post


Link to post
Share on other sites

VERGOGNA!!!!!! Si devono vergognare a presentare una cosa del genere e spacciarla per modellismo. Siamo finiti nel ridicolo. Mi sa che se continua così disdico l'abbonamento e mi faccio la nave per conto mio, Tanto sto materiale non lo userò mai, fa veramente schifo. :s05: :s05: :s05: :s05:

Share this post


Link to post
Share on other sites

Che le mitragliere facessero schifo lo si vedeva fin dal primo numero, osservando il poster della nave completa era chiaro che andavano rifatte tutte!!!

 

Cominciamo con ordine...di mitragliere da 37/54 mod.38 postate da Marchetti me ne risultano otto in totale:

 

- due posizionate sulla torretta B di prua

- quattro attorno ai fumaioli (2 per lato)

- due sulla torretta C di poppa

 

Chiedo conferma del numero per valutare se procedere con un'autocostruzione totale oppure modificare quelle fornite e poi aggiungerci dei particolari

Share this post


Link to post
Share on other sites

Esatto, otto complessi da 37 binati, quattro singoli e quattordici da 20 binati. Mi sento comunque di sconsigliare il riutilizzo di quelle fornite perché nemmeno gli affusti si salvano, gli aloni sono troppo distanti fra di loro

Share this post


Link to post
Share on other sites
Che le mitragliere facessero schifo lo si vedeva fin dal primo numero, osservando il poster della nave completa era chiaro che andavano rifatte tutte!!!

E' vero, infatti sin dal primo numero preso in edicola, ho criticato tutte le cose che a mio avviso non andavano (praticamente tutto il modello). Il fatto è che mi aspettavo che l'opera non potesse essere così scadente ma che poi il modello montato fosse diverso da quello presentato all'inizio. Mi sbagliavo. Peccato.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Un saluto a tutti i comandanti.

 

Abuso della vostra pazienza e competenza per cercare di risolvere un problemino che da qualche giorno mi tormenta.

Ho iniziato la costruzione della R.N. Roma in abbonamento, e sino ad adesso ho ricevuto solo 2 pacchi (n°9), poi è iniziato il deserto dei tartari e francamente non mi va di ripetere l'esperienza di Vespucci con la Bismarck, con mesi di attesa, ma questo tutto sommato è il problema minore.

Quello che mi preoccupa maggiormente è la critica alla qualità del modello che mi pare unanime, e francamente da buon neofita non ho la capacità di rimediare con lavori di rifacimento importanti, ne tanto meno ho voglia di spendere una barcata di euri per un prodotto mediocre.

A questo punto mi domando se non sia il caso di disdire l'abbonamento e magari iniziare subito un nuovo cantiere con uno dei due velieri della DEA.

In attesa di un consiglio, un cordiale saluto

 

Baba3 :s06:

Share this post


Link to post
Share on other sites

Per prima, ti do il benvenuto alla base, casomai passa dal quadrato per i saluti ufficiali :s02:

Poi, per quel che riguarda il modello, è un bel dilemma. Purtroppo almeno sino ad ora i nostri timori si sono avverati. Io ancora (temo invano) spero che le cose cambino, per questo sto ancora aspettando qualche altra uscita per vedere come vanno le cose. Anche io ho solo ricevuto i primi due pacchi, quindi penso siamo tutti nella stessa situazione.

Per quanto riguarda il modello della DEA (penso tu ti riferisca alla Victory) magari Pennabianca ti potrà delucidare meglio a riguardo, visto che sta realizzando l'opera.

 

Ciao

Edited by vespucci

Share this post


Link to post
Share on other sites

il modelo hachette ha indubbiamente dei difetti, che appaiono evidenti per un modello moderno, ma vi garantisco che nei modelli antichi la differenza tra modello e verità è ancora maggiore, solo meno evidente data la scarsa conoscenza che la maggior parte dei modellisti ha di quegli anni... io continuerò a prendere la Roma perchè la nosidero un'occasione unica per un moellista "normale" come me di costruire un modello moderno di una nave Italiana in scala 1:200, per i modelli antichi i negozi di modellismo sono pieni di scatole di montaggio di tutti i prezzi....

Share this post


Link to post
Share on other sites

..Buongiorno ragazzi.....per favore non abbattiamoci cosi'...permettete due parole,il modellismo è anche sfida..scommessa e ve lo dice uno con esperienza quarantennale..(terreste)..ve ne racconto una..io per esempio quando prendo un kit di un mezzo è solo ed esclusivamente per convertirlo in altra versione con modifiche totali...per me questo è modellismo ..per lo meno x noi coi capelli bianchi che abbiamo superato la fase asettica delle....istruzioni come da scatola.....e allora forza al lavoro,invito gia' a spremere le meningi e pensare come modificare le "contraerei" e postare il tutto sul nostro tavolo virtuale...grazie

..il lupo cattivo...

Share this post


Link to post
Share on other sites

Per la cronaca, appena arrivato il pacco con i numeri 10-11-12-13.

 

Riguardo le considerazioni sul modello:

Nessuno mette in discussione che in molti modelli bisogna mettere le mani per renderli il più veritieri possibili, io per primo non ho un modello in cui non sono intervenuto.

Quello di cui mi lamentavo era il fatto che un'opera così costosa, fosse stata trattata così superficialmente. Se poi il paragone viene fatto ad un'altra opera della stessa Hachette, la Bismarck, allora si capisce il motivo delle lamentele.

Questo non è ne un motivo per sconfortare chi vuole realizzare l'opera, assolutamente. Io stesso per ora ci sono in ballo. Penso però che in un forum di modellismo si debbano tenere conto di tutte queste cose, anche per chi ancora non ha intrapreso l'opera e magari è incuriosito.

Detto questo non voglio continuare a parlare di questo visto che ho fatto anche troppe lamentele :s03: :s03: :s03:

 

Penso che in autunno aprirò comunque il cantiere della Roma (con mimetica naturalmente), per il resto......

 

BUONA RN ROMA con mimetica a tutti.

 

Vespucci.

 

 

:s03: :s03: :s03:

Edited by vespucci

Share this post


Link to post
Share on other sites

Posto gli aggiornamenti del montaggio dello scafo arrivato al n.16!

 

1- Il buon Desert a pag.6 avevao postato la foto dell'asse della chiglia (pezzo n.53) dove si vedeva che non si incastrava nell'ordinata...aveva risolto limando lo scasso dell'ordinata

inserendo così l'asse 53 negli appositi fori.

Con orrore quando sono arrivato al n.16 mi sono reso conto che la parte limata da Desert è l'unica corretta e che in realtà andavano limati tutti gli altri scassi del pezzo 53 in modo da accorciare la poppa della nave,

altrimenti i longheroni 65 non arriveranno a toccare l'ordinata!!!!!! (appena posso vi posto la foto)

 

2- le istruzioni del n.16 vi fanno incollare l'ordinata 64 (l'ultima, quella su cui probabilmente si poggierà la poppa in resina) prima dei longheroni 66.

Se fate così i longheroni non entreranno negli scassi...bisogna prima incollare i longheroni 66 e POI fissare l'ordinata 64!

Share this post


Link to post
Share on other sites

Cerco di rendermi più chiaro con delle immagini!

 

FOTO 1: si vede la poppa che ho dovuto scollare ( :s14: ) dallo scafo in quanto i longheroni 65 non entravano negli scassi.

La freccia rossa indica il punto che a pag.6 "Desert" aveva limato come ho fatto io...in questo modo però la poppa si allontana ed i longheroni 65 diventano troppo corti.

Vanno invece limati i punti indicati con le frecce blu per avvicinare il pezzo 53 alla struttura dello scafo (la poppa si può montare indipendentemente così ognuno farà le sue prove).

La freccia verde indica invece la zampetta di uno dei miei due aiutanti di campo in fase di "controllo qualità" :s41:

 

FOTO 2: la foto mostra la parte finale della poppa con l'ordinata 64. Le istruzioni vogliono farvela incollare prima di inserire i longheroni 66...non entreranno mai!!!

Meglio incollarla DOPO :s02:

 

insomma, avete capito...anche se non vi fidate delle mie considerazioni fate le vostre attente prove prima di incollare!!!

 

img0792u.jpg

 

img0793k.jpg

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
Sign in to follow this  

  • Forum Statistics

    • Total Topics
      44,691
    • Total Posts
      518,805
×