Jump to content

Rintracciamo I Superstiti Del Sommergibile Galvani!


Recommended Posts

Buongiorno a tutti!

 

Qui a Marinalles stiamo iniziando a curare i dettagli per il varo del Sommergibile Pietro Venuti, che ad oggi è previsto

per il prossimo 4 ottobre.

Pensavo che sarebbe bello rintracciare i superstiti del Galvani ancora in vita (se ce ne sono…) per poterli avere con noi

e farli incontrare con la famiglia di Pietro Venuti in quel giorno così significativo.

Chi si offre per darci una mano anche in questa ardua impresa??

 

grazie e saluti a tutti!

 

GG

 

Link to comment
Share on other sites

Ciao Comandante ,

 

Pensiero nobile il tuo

 

Spero che si riesca a trovere qualche membro di quel glorioso battello ...!!!

 

Coraggio Comandanti della base ... sotto con le ricerche !!!

 

Alle prossime

 

C.te OVERTORQUE

Link to comment
Share on other sites

A proposito del Galvani; qualche tempo fa, leggendo la notizia del ritrovamento di un U-Boot tedesco nell'Oceano Indiano, credo dalle parti del Corno d'Africa, leggevo che come prossimo obiettivo il suo scopritore si proponeva di cercare appunto il relitto del Galvani, benché - come lui stesso diceva - questo dovrebbe giacere ad alcune centinaia di metri di profondità, se non ricordo male.

Link to comment
Share on other sites

ecco i dati salienti (da http://www.betasom.it/forum/index.php?showtopic=31945 )

 

 

 

Regio sommergibile GALVANI (2°)
Virtute duce comite fortuna
(Sia guida il valore, compagna la fortuna)



Cantiere: Tosi, Taranto
Impostazione: 3 dicembre 1936
Varo: 22 maggio 1938
Consegnato : 29 luglio 1938
Affondato: 24 giugno 1940
Radiazione: 18 ottobre 1946

Attività operativa
AI comando del capitano di corvetta Renato Spano, il Galvani salpò da Massaua il 10 giugno, diretto nella zona di agguato assegnatagli all'imboccatura del Golfo di Oman, nella quale il battello giunse la sera del 23.
Nel frattempo i Britannici avevano catturato il Galilei ed avevano rinvenuto l'ordine delle operazioni, nel quale era chiaramente indicata la data di arrivo e la zona in cui il Galvani doveva operare; in quella zona vennero dislocati il cacciatorpediniere Kimberly e la corvetta Falmouth. Questa ultima, alle ore 23.08 avvistò il sommergibile ad una distanza di appena 550 metri ed immediatamente aprì il fuoco, colpendolo a poppa.
Immersosi immediatamente, col sacrificio ammirevole del secondo capo silurista Pietro Venuti che, per evitare l'allagamento totale del battello, si chiuse stoicamente nel locale squarciato bloccando su di sé la porta stagna, fu sottoposto ad un violento lancio di bombe il cui scoppio danneggiò irrimediabilmente il battello che fu costretto ad emergere per tentare un'estrema difesa con le armi di bordo. Ma nessuna reazione fu possibile porre in atto poiché la manovra di emersione riuscì solo parzialmente; dopo pochi minuti il Galvaniaffondò definitivamente, trascinando nei gorghi 26 uomini dell'equipaggio; 31 furono i superstiti, tra i quali anche il comandante Spano, che furono recuperati dalla corvetta britannica.

w973hs.jpg

SmgGALVANIalentomotoSommergibiliitaliani
Il sommergibile Galvani in navigazione a lento moto da "Sommergibili italiani" di A. Turrini e O.O. Miozzi - USMM - 1999

SmgGALVANIdoporifornimentoSommergibiliit
Il sommergibile Galvani ripreso durante un esercitazione con altro battello della Flottiglia dell'Africa Orientale prima del conflitto
da "Sommergibili italiani fra le due G.M." di A. Turrini - MariStat/UDAP - 1990, per g.c. Sergio Mariotti

Link to comment
Share on other sites

  • 1 year later...

E' approdato alla base kikkomori, figlio di uno dei 31 superstiti del battello (26 furono i deceduti). Ha postato queste righe in Frasi e motti scritti sui sommergibili.

 

Salve sono figlio di un sommergibilista MORI MARCELLO nato a Montevettolini(Pistoia) il 27/09/1913 mio padre è morto il 02/02/1973 a Napoli. Mi raccontava da ragazzo che in suo sommergibile, LUIGI GALVANI fu catturato dagli inglesi pochi giorni dopo l'inizio della II Guerra mondiale. Fu affondato, come di certo sapete, nello stretto di Oman la notte del 24 Giugno 1940... Vorrei avere altre informazioni al riguardo. Recuperare qualche foto dell'equipaggio dove era imbarcato mio padre o entrare in contatto con i figli dei 26 superstiti. Ho conservato diverse onorificenze di Papà quali la Croce di Malta ecc.ecc. Vi sarei molto grato di poter ricevere altre indicazioni su cosa accadde al suo sommergibile ed ai suoi compagni. So che Papà è stato prigioniero in India per tantissimi anni fino alla fine del Conflitto Bellico così Mamma mi raccontava. Vi ringrazio anticipatamente.

grazie
Onde evitare che il messaggio passi inosservato lo ho invitato a presentarsi nell'apposita sezione...http://www.betasom.it/forum/index.php?showtopic=45150&p=488604
Edited by danilo43
Link to comment
Share on other sites

E' possibile che tuo padre sia stato in prigionia a Yol ? Nell'elenco riportato in http://www.loccidentale.it/node/85514#_ftn598, è presente un “Mori”; purtroppo non ne è riportato il nome. La citazione proviene da: “I diari di mio padre” del giornalista Gregorio Corigliano, che trovi presente anche in facebook https://www.facebook.com/media/set/?set=a.779306902085867.1073741935.118958028120761&type=3

 

EDIT: apprendo però che: http://www.powindia.it/1/l_inizio_460551.html

I primi prigionieri di guerra italiani trasferiti in India furono gli equipaggi di tre sommergibili colpiti o affondati in Mar Rosso durante il mese di giugno 1940. Erano 16 ufficiali e 102 marinai, appartenenti al Galileo Galilei, all’Evangelista Torricelli II e al Luigi Galvani, di base a Massaua in Eritrea. Il 12 luglio da Aden, a bordo del piroscafo Takliva, i prigionieri vennero inviati al Central Internment Camp di Ahmednagar, 250 chilometri ad est di Bombay.....

Non è da escludere che possa essere come di consuetudine traferito ad altro campo.

Edited by danilo43
Link to comment
Share on other sites

  • 3 years later...

Buongiorno a tutti, mio nonno (classe 1919) era silurista sul Galvani. Si chiamava Francesco Rossi e sopravvisse all'affondamento ma non a una malattia che lo ha portato via nel 1999. Da piccolo mi facevo sempre raccontare la storia del "suo" sommergibile che raccontava sempre col viso segnato dalle lacrime. Mi ricordava l'eroismo di chi sacrificò la propria vita per gli altri, l'umiliante prigionia e la fatica di rientrare in un paese diverso. Al suo ritorno rifiutò le onorificenze attribuitegli. Grazie per queste pagine è stato bello leggere. 

Link to comment
Share on other sites

On 24/5/2019 at 08:21, Totiano said:

ma in che senso parti per punizione?

 

Giorgio Giorgerini, a pagina 401 del suo "Uomini sul fondo", cita un'intervista all'ammiraglio Antonio Mondaini, che nel 1940 col grado di T.V. era il comandante in seconda del Galvani, nella quale questi menzionava che "Quando il Galvani (...) salpò da Taranto per l'Africa Orientale era, come la maggior parte dei sommergibili destinati in Mar Rosso, un "battello di puniti"". In sostanza sembra che molti dei sommergibilisti destinati ai battelli di Massaua - base africana con clima insopportabilmente torrido, dislocazione che comportava la lontananza dalle famiglie e dall'Italia per mesi se non per anni - vi fossero stati assegnati per una sorta di punizione (presumo per infrazioni disciplinari). 

Link to comment
Share on other sites

Grazie per avermel  ricordato. 

Non deve essere preso totalmente alla lettera quel verso, nel senso che non erano tutti puniti e che le punizioni non erano yutte derivanti da sanzioni disciplinari. Per certi versi succede anche oggi che sulle unità più anziane e magari anche impegnate in compiti meno nobili (dove non vuole andare nessuno) vengano inviate persone "problematiche", ma  non sono la maggioranza. Di certo non ci saranno i primi del corso a meno di determinate eccezioni. Però ricordiamoci che il mar Rosso ci ha dato ben piu di un ammiraglio, anche senza bisogno di cercare il conflitto con l'azione eroica di Pelosi  

 

Link to comment
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
  • Forum Statistics

    • Total Topics
      45k
    • Total Posts
      521.9k
×
×
  • Create New...