Jump to content
Sign in to follow this  
serservel

Debriefing ~ Dangerous Crossing

Recommended Posts

Ecco il mio debriefing riguardo la missione di giovedì 6 febbraio.

Alla partenza definitiva, la nostra task force si trova imbottigliata in porto, è il caso di dirlo: Il mio SSK S-527 Sciré si trova a poppa dell'SSK S-526 Salvatore Todaro di Lefa, mentre l'FFG di Sertore è posizionata alle ore 6 dell'SSN 688 Annapolis di Iscandar.
Con una rapida manovra, disormeggio alla massima velocità e abbandono l'area portuale, così da lasciare i miei compagni liberi di manovrare.
Al termine delle operazioni, le rotte assunte sono le seguenti: con la mia unità mi dirigo a SUD dell'isoletta che ospita il nostro porto, con l'intenzione di attraversare un canale molto basso in direzione OVEST e andare a pattugliare il tratto di mare che compete il porto CHARLIE; Lefa dirige a NORD, con l'intenzione di pattugliare il tratto di mare competente il porto TANGO. Sertore e Iscandar dirigono a SUD-EST, per mettere in sicurezza la zona del terzo porto.

Nel frattempo, VonFaust e Subbuster decollano da un aeroporto a NORD: il loro compito sarà l'attivazione delle navi, che dovranno separatamente raggiungere i tre porti messi in sicurezza, attraverso un passaggio radente e il pattugliamento in nostro supporto. Le loro evoluzioni in aria sono state certamente spettacolari, anche se dai sub non le abbiamo viste, ma è stato belle riavere tra noi Subbuster, oltre che Lefa e Ronin (ma quest'ultimo era nella squadra avversaria, quindi brutto e cattivo).

Dopo 40 minuti di corsa a medio/alta velocità, causata dai bassi fondali costieri e del canale che attraversavo, mi sono ritrovato nella zona OVEST della mappa, in copertura della nave che avrebbe transitato di li a breve. I nostri operatori dell'aria erano ormai in prossimità del porto CHARLIE e, in pochi minuti, ci venivano comunicate le attivazione della navi per CHARLIE e TANGO.

Finalmente libero dal rumore di fondo, estendo il trainato per 200m e, con rilevamento approsimativo NORD/NORD-OVEST, identifico una flebile frequenza 50, compatibile con un sottomarino russo :ph34r: . Sfortunatamente, in zona ci sono anche pescherecci, le cui frequenze sono simili: comunico il rilevamento a Lefa, più interessato alla cosa, e proseguo.

Una manovra ardita porta una della ali di VonFaust a cozzare contro una gru del porto, facendolo schiantare. Non ricordo la sequenza esatta, ma nel giro di poco perdavamo entrambi i P-3C, quello di Subbuster vittima di uscita dal gioco per problemi di rete. :sad:

Oltre alla perdita dei pattugliatori, molto importanti per scoprire i nostri nemici, perdavamo anche la capacità di attivare la terza nave. Fortunatamente Sertore trovava una soluzione: inviare uno dei suoi elicotteri.
Tra l'altro la zona prometteva di diventare calda, infatti lo stesso Sertore rilevava per un paio di minuti un sottomarino in emersione (o affioramento), per il quale allertava Iscandar e inviava al suo indirizzo degli Harpoon, purtroppo a vuoto.

Nella mia zona, intanto, la nave civile si avvicinava a grande velocità. Con il mio Sciré manovravo per cambiare rotta ogni pochi minuti, così da coprire l'area tutta attorno. Il fondale era ottimo, ma nessun contatto.
Ad un certo punto avverto il lancio di un missile, se non anche due. Lancio in snapshot sul bearing e mi sposto. Successivamente, l'attivazione di un siluro in acqua mi fa capire che il lancio è stato corto, ma non passa molto tempo prima di avvertire due esplosioni e l'affondamento della nave civile.
Poco male, perchè quella in TANGO sta per arrivare a destinazione.

Decido di osare e, dalla postazione dell'ACTIVE SONAR, lancio un ping che mi da la posizione dei contatti civili, più due sconosciuti: uno di questi corrisponde alla frequenza 50 sospetta rilevata a metà missione! Allerto Lefa e lancio, anche se da distanza siderale.
L'altro contatto sconosciuto e silenzioso ma vicino: certamente un sottomarino. Lancio anche su di lui e cambio posizione.

Pochi minuti dopo la missione termina a causa del raggiungimeno dell'obiettivo BLU: una nave civile è arrivata in TANGO.


Con ST attivo, scopro che la frequenza 50 sospetta a NORD\NORD-OVEST era RegiaMarina, mentre il secondo contatto nascosto SqualoBianco. :angry:


Partita interessante, bella già di per sé per il rientro di Lefa, Subbuster e Ronin! Le tattiche avversarie si sono rivelate efficaci nel non farsi scoprire, mentre per noi è stata dura pattugliare in maniera efficace tutto quello spazio. Sicuramente io mi sarei dovuto allontanare di più verso OVEST: probabilmente avrei sentito SqualoBianco, primo o dopo. Ho peccato anche di iniziativa nei confronti di RegiaMarina: se ci avessi pensato su, mi sarei reso conto che quella frequenza 50 che si udiva appeva non poteva essere compatibile con un peschereccio, che sentivo molto bene all'inizio della partita; in caso di dubbio, avrei potuto sparare una coppiola di siluti impostati per contatti sommersi.

Grazie a tutti e alla prossima! Lefa, Subbuster e Ronin: non sparite!

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ecco il mio debriefing.

 

Lo schieramento RED era composto dalle unità SSN Akula II Nerpa e Vepr comandate rispettivamente dai Comandanti Ronin e Regia Marina (lo scrivente), in aggiunta alle due unità nucleari vi erano anche due unità SSK Lada comandate rispettivamente dai Comandanti Drakken e SqualoBianco.

La missione prevedeva il blocco dei rifornimenti a tre porti con il conseguente affondamento di tutte le unità destinate a tale scopo che avrebbero tentato l'avvicinamento (poi qualcuno mi spiegherà come mai erano Cruise Ship e non Cargo Ship).

La zona era pattugliata da 2 unità Aeree del tipo P3 Orion pilotate dai Comandanti Von Faust e Subbuster e da una task force sottomarina composta dalle due unità italiane classe Todaro rispettivamente comandate dai Comandanti Serservel e Lefa e da una unità a propulsione nucleare classe 688 Los Angeles (USS Annapolis) comandato dal Comandante Iscandar.

 

Alla squadra RED era ignoto il punto di partenza delle navi di rifornimento ma non lo erano le loro destinazioni, all'inizio della partita la mia unità si ritrova isolata a nord rispetto alle altre a circa 35 mn da uno dei tre porti di destinazione (Dock Foxtrot) e ad una distanza di circa 60 mn da un altro (Dock Charlie), mentre le altre unità sono dislocate rispettivamente a SUD (SqualoBianco) e a Est (Drakken e Ronin praticamente affiancati).

Dopo un breve briefing e assegnamento delle posizioni di pattugliamento iniziamo una velocissima corsa in profondità.

La mia unità sfrutta tutta la sua profondità massima (645m) e tutta la sua capacità propulsiva (35 knts), la temperatura dell'acqua permette la creazione di un termoclimo a circa 297metri.

Dopo circa un'ora di navigazione e con il fondale che iniziava a risalire e io con lui per evitare di spanciare, arrivo in zona operazioni e inizio a risalire a quota 200 metri, qualche decina di metri sopra il layer per ascoltare e classificare tutto quello che si sente lasciandomi però una via di fuga aperta così da poter sparire in caso di contatto nemico.

Con la squadra si era deciso di non cercare sub nemici e di non cercare il contatto con loro ma di concentrarsi solo sulle navi, quindi di tenere un profilo quanto mai basso e silenzioso una volta in zona operazioni.

Arrivato a 200m estendo il trainato e dopo un po' di manovre per avere un quadro chiaro traccio due mercantili, il primo a nord e il secondo a circa 100 gradi in direzione Dock Charlie.

Non essendo la mia zona di competenza passo il contatto a SqualoBianco che però non lo ha sul sonar ancora (il suo lada era più lento del mio Akula e ancora non aveva raggiunto la zona operazioni), decidiamo con Drakken di aspettare conferma sul bersaglio e la sua rotta.

La banda stretta del sonar mi dava un contatto di tipo FearLess o Cruise Ship ma anche Cargo Ship così decidiamo che è quello uno dei contatti obiettivo.

Arrivato a quota lancio SqualoBianco lancia i suoi missili ma per non ben chiari malfunzionamenti questi vanno in altre direzioni, prendo allora io in carico il lancio e piazzo 2 missili Sizzler SSM in pancia al mercantile che poi si scopre essere una Cruise Ship.

(Noi credevamo di aver affondato una civile e non la nave obbiettivo quindi questo porterà al non affondamento della seconda nave classificata come FearLess/Cruise Ship diretta verso Dock Foxtrot e impunemente lasciata viva).

Dopo il mio lancio si avvertono altri lanci di risposta ma nessuno arriva nella zona da me pattugliata e quindi non cambio rotta e velocità.

Nel frattempo Drakken giocava con il 688 di Iscandar.

Dopo circa 1,30 di missione ricevo una pingata sonar in attivo e di risposta lancio subito uno stallion (dati i numerosi contatti civili in zona lo stallion mi avrebbe permesso di evitare di colpire navi di superficie per errore) ma il lancio seppur preciso come direzione è corto come distanza, di risposta non ricevo nulla e quindi continuo a monitorare quel cargo sospetto ma sempre più erroneamente deviato dal fatto che si trattava di una Fearless/Cruise Ship non ho aperto il fuoco consentendogli così di arrivare a destinazione e chiudere la missione.

 

 

Partita decisamente tattica, molto interessante e ben giocata da entrambe le parti.

La tattica RED senza le esitazioni sui bersagli avrebbe portato alla vittoria, seppur individuato io ero praticamente sepolto da pescherecci e andavo ad una velocità di 3 nodi alternando puntate a 5 per estendere il trainato e dare una ascoltatina.

Drakken aveva le spalle coperte da Ronin mentre l'unico forse in posizione più a rischio era SqualoBianco che era isolato a Sud e aveva il sub di Serservel che gli dava la caccia.

Lo schieramente delle forze era abbastanza bilanciato, certo che la perdita dei 2 Orion ha costretto i Blu a dover coprire un tratto di mare molto più ampio anche se dotati di sub decisamente ottimi e silenziosi.

Io personalmente avevo il contatto solo di uno di loro (che poi si è scoperto essere Lefa al centro della baia tra Foxtror e il porto di partenza) ma non era pulito ed era molto debole.

Non ci siamo minimamente accorti della caduta dei 2 Orion, li credevamo sempre sopra di noi anche se la mancanza di ping delle boe aveva destato sospetti.

 

MI ha fatto un immenso piacere fare (anche se per pochissimi momenti) la conoscenza dei nuovi (o vecchi) amici Lefa e Subbuster mentre per Ronin ho avuto il piacere di condividerne la missione.

Spero di avervi anche alle prossime partite sperando in una rete migliore visti i problemi iniziali che abbiamo avuto.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Nasco a 35 miglia dalla rotta ideale per un attacco silenzioso, dopo i controlli e le procedure di rito ,'scopro

che anche andando fisso a 21 nodi ; sarei arrivato alle 8:30 in game ,sarebbero state le 1 una di notte ora italiana ;) . Quindi decido di fare da piattaforma di lancio , e di ascolto.

Primi 30 minuti di corsa e rallento a 5kn per un piccolo ascolto: "signori sapete mica se ci sono imbarcazioni a 2 eliche?" Risata generale più eventuale illazioni su canoisti in zona di guerra. Capii dunque che stavo " tampinando " un cetaceo . Proseguo altri 15 minuti ed intanto Regia sente un contatto civile. Tutti insieme decidiamo di monitorare gli spostamenti. Dopo altri 10 minuti ci troviamoe d'accordo sulla rotta del contatto. " bene si sta dirigendo verso il posto: squalo sei il più vicino , ti passo il contatto e fai fuoco" Entrato in una crisi mistica scambio i tubi e gli snapshot e quindi lancio due missili anti sub contro uno dei contatti che tenevo d'occhio. Panico tra i comandati! Tiw , chi ha lanciato!? . ( ok ho fatto la frittata , ma credo abbia confuso anche i nostri avversari ) Spero. Finalmente Regia si porta a quota e Boom via la nave civile :) . Proseguo ancora a velocità sostenuta , fino a che mi comunicano di essere bene udibile.

Decido quindi di confondere il nemico antrando è uscendo dal Layer ogni 5 minuti. Ma ecco una pingata attiva ( panico ) possibile che una nave sulla testa? , ok no è lontana .

Manca pochissimo. È concordando con gli altri comandanti. Carico due

verso il master che ho a ore 12 ( Berig 90 ) ma meno di 5 minuti dopo finisce la partita.

 

bella , soprattutto istruttiva. Cosa ho imparato?

1 Le cose a 2 pale sono Cetacei.

2 Salire e scendere dal layer forse funziona per confondere il nemico.

3 Il Loadout è importante quanto tutto il resto della missione ( Porca Puzzola Cit. ) !

 

Buona giornata a tutti SB

 

Ps ( Al posto dei missili antinave ; avevo caricato un arsenale di missili antiaerei o.O ... )

 

Dimenticavo; leggendo e rileggendo il briefing , la mia manovra silenziosa , che per questioni di distanza e tempo non è stata attuata era: " Superare il porto e lasciare una mina sulla rotta del cargo. ( Chiedo ai comandanti più esperti: avrebbe mai potuto funzionare come tattica silenziosa ? ) Grazie è Buona giornata :)

Edited by SqualoBianco

Share this post


Link to post
Share on other sites

Poco da dire, dopo aver lanciato la prima fila di sonoboe mi avvicino al porto per far partire le cargo ship, visti i "problemi" con l'autopilot non appena vedo che questo tende a far rialzare il muso del P3 lo disattivo.....il P3 va giù a iomo, non faccio in tempo a correggere e l'ala sinistra scontra su una gru..........fine dei giochi :dry:

Share this post


Link to post
Share on other sites

SqualoBianco, mi sembri ancora un po confuso... :biggrin:

 

Ma tranquillo fa parte della routine! :smiley19:

 

1) I cetacei non hanno pale... A meno che, in RA essendo nella categoria "sub", hanno messo 2 pale a tutti i biologici, ma mi sembra una grande ca##ata! :ph34r: Non ho mai fatto caso se hanno le pale, più tardi controllo! Comunque tornando a noi, I biologici si sentono solo in bandalarga, ma non in bandastretta (ovviamente non hanno frequenze riconducilibili a quelle di navi o sub, presenti nel database). Emettono un "suono" particolare e diverso da qualsiasi sub/nave... In partcolare le Orche, che sembrano in calore...

2) Si andare sopra o sotto il layer può essere una buona tecnica. Però devi stare attento, perchè il layer non vuol dire "salvezza"... Se sotto il layer ad esempio, c'è qualcuno, ti sente lo stesso...

3) Il loadout è importantissimo e va sempre caricato, in base al tipo di missione da svolgere... Se non è ben chiaro cosa dobbiamo fare, si porta un po di tutto: anti-sub, anti-nave, missili, ecc ecc. Portati sempre anche una UUV.

4) le mine lasciano molto il tempo che trovano. Sono lente, hanno poca portata e deve essere proprio molto vicino (sia a livello di quota che di distanza) per colpire qualcosa (poi non so se le hanno migliorate in RA). Meglio siluri/missili, che sono più efficaci.

 

Piccola parantesi sul discorso "manovra silenziosa". Di solito nelle nostre partite multiplayer, c'è sempre una fase di avvicinamento (di solito la prima mezz'ora) ed a volte, le distanze, sono un po lunghe, e se si va piano per non far rumore, si rischia di non arrivare mai in zona di operazione, rimanendo di conseguenza fuori dai giochi, senza sentire nessuno e di consuguenza passi una serata a fissare monitor vuoti :laugh:

Quindi si tende un po a correre, considerando anche che la velocità ideale per il rimorchiato è di 6 nodi (altrimenti si affloscia e non lavora bene), fai un po te...

 

Comunque non ti preoccupare, sono tutte cose che si imparano/migliorano con l'esperienza.

 

Vedrai che dopo il corso sugli SSN/SSBN, avrai una visione più ampia... :thumbsup:

Edited by Djmitri

Share this post


Link to post
Share on other sites

SqualoBianco, concordo con Djmitri. Se ricordi bene le nostre lezioni, ti avevo evidenziato il fatto che i biologici, oltre ad avare un suono particolare (da qui l'accortezza di avere l'audio acceso) non fanno frequenza. E' buona cosa identificarle per scartarle, così da concetrarsi sulle idrofoniche realmente importanti.

 

Un errore che avevo fatto io ieri: avevo marcato tutti i contatti civili, che andavano ignorati, e non mi ero fidato del rilevamento sulla famosa "frequenza 50" che non era concorde con i rilevamenti di cui sopra. Un siluro a velocità moderata avrebbe potuto innervosire RegiaMarina e, forse, aiutare noi.

 

Per il loadout, considera anche di portare, se la missione lo consiglia, una UUV in un tubo e almeno una nel rack: ti consentirebbe di indagare a fondo su contatti deboli o, meglio ancora, coprirti le spalle quando fai lag veloci.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ricordo appunto nelle lezioni , ho riguardato tutte le carte dove ci sono le frequenze e nulla ha 2 eliche e di conseguenza , due tracce sul deamon.

Ieri sera come mi è stato insegnato provo lo ( zoom ) 20, 100, 150 khz mi pare . E vedo solo due linee . Allora ho provato a cliccare al centro della prima linea ed a ompostare da 1 fino a 30 tpk .... La velocità sulle carte in Tpk non mi pare vada mai oltre i 10 giri per modo... Ma questa cosa a 10 giri per nodo faceva 60 kn . Che fosse un siluro o una UUV?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Missione interessante,

peccato per il risultato finale, in quanto potevamo tranquillamente affondare le CRUISE SHIP...

 

purtroppo come spiegato da Regia Marina, non avevamo capito che appunto le CRUISE SHIP erano le unità da attaccare...

 

nella mia zona di "caccia", mi son posizionato bene a ridosso del porto... poi ho sentito sia la CRUISE SHIP, sia il 688 di Iscandar, sia la FFG di Sertore...

 

ma la mia tattica era quella di ingaggiare qualsiasi nave in avvicinamento al porto.... mentre tracciavo i vari contati, ecco che sento un doppio lancio di siluri... MK-48 , traccia molto rumorosa, perciò

senza perdere tempo imposto una rotta di evasione e lancio due SKHVALL... che prendono il SSN 688, anche se non riesco ad affondarlo, ma sicuramente lo hanno danneggiato, così per finirlo lancio un UGST,

intanto la nave da affondare era parecchio lontano, e mentre cercavo di indirizzare l'UGST verso Iscandar, giunge la fine della missione, in quanto nella zona NORD giunge una delle navi cargo al porto di arrivo.

 

Bravi tutti, alla prossima !!!

Edited by Drakken

Share this post


Link to post
Share on other sites

Scusate il ritardo, grazie per la bella partita!

 

Nato in porto rimango 20 minuti in superficie causa bassi fondali perdendo tempo per l'avvicinamento, faccio rotta verso nord per coprire la relativa zona di mare.

Il primo contatto interessante lo rilevo dopo circa 1:30 di gioco, un bella frequenza 50 per 270 che discrimino ma non identifico (neanche col contestuale lancio di una UUV), mi metto in assetto e comincio la caccia; purtroppo oltre ad avere dei pescherecci che disturbano l'ascolto ho anche i contati parassiti del rimorchiato che si sovrappongono al rilevamento di mio interesse, so che è un sommergibile in agguato ma come al solito non lancio senza ragionevoli certezze.

Il replay mostra che a circa venti minuti dalla fine ho ottenuto il master sul contatto (non me ne sono accorto..), a oltre 20km davvero molto preciso, nel mentre anche Simone conferma un contatto con una pingata attiva, sono troppo distante e non lancio. Mi sorprende che la mia unità sia stata rilevata, ho quasi sempre avuto solo la prima frequenza sul trainato e per giunta del "nero tipo", quindi veramente al minimo, ho dosato la velocità di conseguenza.. Regia Marina hai per caso il replay così che possa rendermi conto se mi hai preso durante un picco di velocità o se ero costantemente udibile come nel tuo caso?

Fortunatamente la mia nave è l'unica a raggiungere il porto di destinazione, tanto basta per raggiungere l'obiettivo.

 

Grazie a Sergio per la partita e a tutti gli amici per la serata in compagnia!

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ciao Lefa,

 

riguardo il tuo contatto, non avevo una chiara identificazione, ero sicuro fosse un sub perchè un paio di volte me lo ha dato come Los Angeles (ma iscandar era lontanissimo e lo stava seguendo Drakken) e soprattutto solo nella Narrowband e mai chiaramente nella Broadband, infatti non avevo una posizione esatta a cui sparare nè un master, ero solo abbastanza certo che ci fosse qualcosa.

L'unico contatto abbastanza chiaro che avevo (dopo la sua pingata nella mia direzione ovviamente) era Serservel ma non avevo la distanza corretta (infatti il mio lancio di stallion è stato corto)

Share this post


Link to post
Share on other sites

Della serie: ogni promessa è debito.

 

ecco a voi...

 

 

IL PAGELLONE!!!!

 

Djmitri: Ha una voglia matta di rifarsi dalla volta precedente e si vede subito. Detta strategie, individua per primo la task force nemica che ha intrapreso la direzione sud, coordina lattacco missilistico sulle unità navali e fa fuori la FFG O.H.Perry di Eliosurf. Poi parcheggia il sub, corre fino alla cima dellisola di Sao Jorge e urla : Adrianaaaaaaaaaaa Rocky Balboa : Voto: 9

 

Los Angeles: Va a sud in task force con Djmitri, e ha il merito, nel perfetto attacco coordinato contro la flotta ribelle, di centrare e mandare ai pesci il buon Drakken e il suo bellUdaloy. Che quanto a soddisfazione non è poco. Poi però non può nulla contro i siluri lanciati dallAkula di Sertore, e, distratto dallurlo di Djmitri in cima al montagna, deve capitolare. Diciamo che, dopo essere stato in porto un bel po, il bagnetto di bentornato ci voleva!!! LAntimito : Voto: 6.5

 

Truffa: La sua missione ricorda molto una gara di biathlon: prima corre come un matto verso il varco a nord con R.Hunter, senza sapere allinizio che si troveranno in due contro il solo akula di Dvostrikov. Prende posizione e, quando il buon Daniel arriva, incrocia i dati col compagno di squadra e fa centro con i suoi micidiali Stallion. Poi si rimette a correre e prova a risalire in fretta lisola di Sao Jorge ma in poco tempo proprio non ce la si fa Olimpionico : Voto: 8.5

 

R.Hunter: Missione gemella di quella di Truffa fino alla sosta a nord di Sao Jorge. Poi si ferma in ascolto, sente un TIW e fatalità è a quota periscopio, dà unocchiata e trova un elicottero. Il tiro alle anatre stavolta non riesce, perché lanatra se ne sta alla larga, ma dopo 2 minuti che il siluro non si vede capisce che leli non centra niente, fa mezzo sorrisetto e sgamma Daniel e la sua UUV. Prova anche a lanciare due siluretti, ma gli stallion di Umberto ovviamente fanno prima. Poi vedendo che non sarebbe mai riuscito a doppiare il promontorio a nord sceglie di effettuare un lancio di TLAM sulla presunta posizione della base nemica. Qualcosa prende (risulteranno lievemente danneggiati Command center e Naval base) e quindi prova a coordinare lattacco missilistico dei compagni di squadra, con indicazioni precise tipo: Fantozzi, metti il dito qui! Ragionier Filini Voto: 7.5

 

Dvostrikov: Lasciato solo dai compagni adotta una tattica ineccepibile, e si fa trovare al momento giusto al posto giustoper essere cecchinato da Truffa. Scherzi a parte, il suo errore è lanciare la UUV, che fa capire ai due punishers che lui ancora non aveva avvertito la loro presenza, e contemporaneamente svela la sua. Non si capisce se pecca di ingenuità o se piuttosto vuole distrarre il più possibile i suoi avversari dalla zona a sud. Siamo clementi e propendiamo per la seconda Specchietto per le allodole Voto: 5.5

 

Sertore : Se i ribelli fossero tutti come lui!!!! Il ragazzo ha fatto carriera, è passato da promettente cadetto a conferma a vero e proprio incubo in pochissimo tempo. Per nulla scoraggiato dalla disfatta delle due unità di superficie, ingaggia e fa secco Los Angeles...e scusate se è poco. Poi tiene la posizione e fa pari e patta con Djmitri, ma cosa vogliamo di più da lui? Un lucano! voto: 8.5

 

Eliosurf e Drakken : Voto di coppia stavolta per i nostri editor. Fanno tutto in due, la missione, le modificheviene il sospetto che in questa settimana abbiano anche vissuto assieme! Quindi era ovvio che decidessero di farsi una bella navigata di coppia, in una luccicante formazione navale, anche se questo significava letteralmente farsi del male da soli.e ce li vogliamo ricordare così, ritti e impavidi sul ponte di comando, mentre con i binocoli osservano il compagno e pensano..

Drakken: Ah vard come lè bel ElioBUM!

Eliosurf: Ah vard come lè bel Drakken...BUM!

 

Masochisti (ma in coppia!) voto: 4

 

 

Ho trovato una vecchia pagella...

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
Sign in to follow this  

  • Forum Statistics

    • Total Topics
      44,231
    • Total Posts
      509,318
×