Jump to content

Tipo Vii Krick Modell


andreavcc

Recommended Posts

Salve Signori,

naviga e rinaviga mi sono imbattuto in QUESTO modello RC.

Qualcuno conosce il prodotto?

Secondo voi si può prendere in esame l'aquisto del prodotto oppure ha note negative?

Grazie :s01:

Link to comment
Share on other sites

Com. Andeavcc ,il modello sembra molto bello e da come ho capito può essere anche dinamico.

ma nel prezzo è compreso anche il telecomando'

Link to comment
Share on other sites

il modello base è statico e con l'aggiunta di un kit della stessa casa diventa rc ad immersione statica (x quello che ho capito io....) ma del telecomando non ne ho idea.

La cosa che mi ha "freddato" è l'aver letto su un sito che il modello del tipo II (l'U 25 se non erro....) non lo producono più perchè sembra che più di un modellista abbia avuto problemi conclusisi con affondamenti!

Cercavo conferme su altri siti, anche stranieri, ma pare che la krick modell non esista neanche..... :s09: è totalmente assente, non ci sono reviews ne altre cose a cui riferirsi..... mah...... mi sà che è meglio continuare ad accarezzare l'idea del tipo IX della Engel.

Link to comment
Share on other sites

il modello base è statico e con l'aggiunta di un kit della stessa casa diventa rc ad immersione statica (x quello che ho capito io....) ma del telecomando non ne ho idea.

La cosa che mi ha "freddato" è l'aver letto su un sito che il modello del tipo II (l'U 25 se non erro....) non lo producono più perchè sembra che più di un modellista abbia avuto problemi conclusisi con affondamenti!

Cercavo conferme su altri siti, anche stranieri, ma pare che la krick modell non esista neanche.....  :s09: è totalmente assente, non ci sono reviews ne altre cose a cui riferirsi..... mah...... mi sà che è meglio continuare ad accarezzare l'idea del tipo IX della Engel.

 

 

Sembra fatto bene, ma troppo scarne le info

Link to comment
Share on other sites

Sembra fatto bene, ma  troppo scarne le info

 

 

No, caro amico, la Krick esiste è una ditta tedesca, molto diffusa in Germania e in Inghilterra, qui da noi non ha molta fortuna anche per i prezzi dei suoi modelli troppo alti, e la qualità dei prodotti scadente sia in detagli che in meccanica.

Se posso consigliarti, lascia stare i suoi modelli e mira verso altri obiettivi, anche gli Engel non sono di qualità eccelsa sebbene costino uno sacco di euri.

Un buon VIIC? Sicuramente OTW scala 1/32 costoso ma eccellente!!!!

LINK :s07: :s07:

Io ho fatto il type IIA della Krick che è ha lo scafo in legno a "pane e burro", il risultarto finale dopo innumerveli improperi e agiustaggi e discreto, il modello naviga e si immerge bene, ma ci sono un mucchio di modifiche da fare, come te lo danno loro fai una immersione e STOP!! :s04:

Link to comment
Share on other sites

Cioa dasboot, :s01:

La OTW presenta dei modelli a dir poco "appetitosi", i tipi VII ed XXIII non mi son passati indifferenti, anzi mandai un'e-mail chiedendo informazioni sul costo dell'ultimo citato ma loro, non mi hanno degnato di risposta ( perchè preferiscono cosi tanto i contatti telefonici ?!? ).

Inoltre c'è la modalità di pagamento che non mi sconfinfera sebbene largamente usata, mentre con la Engel io avrei rapporti diretti con un negoziante della zona, il chè vuol dire anche che in caso di un qualsiasi "problema" di varia natura avrei un sicuro punto di contatto al quale far riferimento.

:s02: alla fine di tutto..... mi dici quanto fanno pagare il VII C :s03:

Grazie :s01:

Link to comment
Share on other sites

Ho riguardato nel sito del modello ed ho trovato anche i prezzi del gruppo dei telecomandi .Essi variano da £ 135 a 165.

Considerando che il modello costa £230 si va complessivamente il massimo a £395 circa .

£ penso stia per sterlina.

Ci sono diversi tipi di telecomandi ed acessori e ciò mi fa pensare che ci sia una certa serietà da parte della casa costruttrice del modello.

Link to comment
Share on other sites

  • 3 weeks later...
Ho riguardato nel sito del modello ed ho trovato anche i prezzi del gruppo dei telecomandi .Essi variano da £ 135 a 165.

Considerando che il modello costa £230 si va complessivamente il massimo a £395 circa .

£ penso stia per sterlina.

Ci sono diversi tipi di telecomandi ed acessori e ciò mi fa pensare che ci sia una certa serietà da parte della casa costruttrice del modello.

 

Il VIIC della OTW costa £.750, escluso tuttto l'hardware e la radio.

Un bel mucchieto di soldi tutto sommato.

Perche non modifichi il VIIC della Revell??

Ho gia cominciato il lavoro e credo che alla fine il risultato sia buono e il costo contenuto. :s11:

Link to comment
Share on other sites

:s10: Già..... la modifica del tipo VII è un'idea......

Ma quale sistema adottare per l'immersione statica? Vescica? pistone? minipompa di derivazione lego? :s09:

Link to comment
Share on other sites

:s10: Già..... la modifica del tipo VII è un'idea......

Ma quale sistema adottare per l'immersione statica? Vescica? pistone? minipompa di derivazione lego? :s09:

 

Il tutto consta in:

3 sezioni di tubo di lexan

6 tappi a tenuta

2 motori tipo CD o simili (meglio se ridotti)

2 micro servi tipo HS55

un micoregolatore f/r ricavabile anche da un servo smontato con opportune modifiche

una radio 4 ch meglio se FM

una microricevente 4ch

e una pompa per la misurazione della pressione (pressure blood pump) che funge da compressore

camera di compressione in gomma siliconica o simile (tipo palloncino robusto!)

batterie litio o nmhi

un paio di microswich, tubicino in silicone

una valvola piccola per camera d'aria bicicletta per bimbo.

Questo è in linea di massima tutto l'occorente per rendere il modello navigante con immersione statica, come vedi tutto il materiale è di facile reperibilità, forse potresti incontare qualche difficoltà nel reperire il compressore (seiko), in vendita comunque su un sito internet USA a pochi dollari.

Il totale della spesa, ammesso che tu abbia già la radio non supera i 70 euro + il kit ovviamente. :s04:

Che ne pensi?? :s02:

Link to comment
Share on other sites

Bello..... ma son perplesso su 2 punti:

Ho provato a rimediare un regolatore di velocità fronte/retro usando l'elettronica di controllo del motore di un vecchio servo e l'ho bruciata. Ci ho riprovato con un altro vecchio servo e ho bruciato pure quella basetta........ :s06: quali sono ste "opportune modifiche"?

Poi non mi è ben chiaro il sistema d'immersione che intendi fare. Puoi spiegarmelo meglio? :s01: Ho il neurone in ferie.... sai com'è...... :s04:

Link to comment
Share on other sites

Bello..... ma son perplesso su 2 punti:

Ho provato a rimediare un regolatore di velocità fronte/retro usando l'elettronica di controllo del motore di un vecchio servo e l'ho bruciata. Ci ho riprovato con un altro vecchio servo e ho bruciato pure quella basetta........  :s06:  quali sono ste "opportune modifiche"?

Poi non mi è ben chiaro il sistema d'immersione che intendi fare. Puoi spiegarmelo meglio?  :s01:  Ho il neurone in ferie.... sai com'è......  :s04:

 

 

Allora,

se usi il servo così come è, cambiando solo il potenziometro per trovare il centro, non puoi alimentqrlo oltre i 6 volts altrimenti fai un bel barbeque di tutto, se invece vuoi utilizzare lo stadio di amplificazione del servo come base i partenza per un regolatore devi fare queste modifiche:

per primo rimuovi il motore originale del servo, lasciando un solo cavo del motore,

conneti poi a questo cavo una resistenza da 500ohm 1/2 watt, tale resistenza va poi collegata ad un mosfet del tipo IRL 2203N al piedino denominato G (gate).

Il cavo negativo del servo che va alla rx dalla basetta va collegato mediante uno spezzone di filo anche alla batteria di sorgente e al piedino del mosfet denominato S (sorce), per capirci guardando il mosfet di fronte avrai il G a sinistra il D al centro e S alla destra.

Il piedino D (drain) verrà collegato al motore sul polo negativo.

Il polo positivo del motore sarà collegato direttamente alla batteria, è chiaro che il potenziomentro utilizzato dal servo per il centraggio va sostituito con uno volante da 5Kohm per trovare lo zero della radio.

Così fatto otterai un regolatore avanti/dietro con buone caratteristiche, infatti il mosfet in questione lavora sino a 30volts max corrente 82 A.

Potrai alimentare il circuito con 6 o 7,2 volts.

Ti raccomando di usare questro tipo di mosfet per ottenere i migliori risultati. :s10:

 

Per quanto riguarda il sistema di immersione è l'uovo di colombo:

invece di caricare acqua sposto semplicemente l'aria variando così i volumi del modello, per intenderci:

prima che il modello vada in acqua bisogna caricare il serbatoi a palloncino con il compressorino una volto messo in acqua il modello risultera perfetto sula linea di calleggiamento, agendo pio sulla valvola da bici sgonfierai il palloncino man mano e il modello si immerge, pewr risalire rigonfierai di nuovo il palloncino con l'aria di riciclo e il modello torna in superficie. :s11: semplice no??

spero di averti aiutato.

a presto

DASBOOT

Link to comment
Share on other sites

....... elettronica :s12: misteriosa e seducente.....

E' indifferente quale polo del motore originale del servo, collegare alla resistenza, e poi al G del mosfet?

 

Andiamo al sistema d'immersione:

Tu mi sgonfi un palloncino che calando di volume farà immergere il modello.

L'aria che esce, immagino che vada persa via dal modello considerando che i due palloni sono alla stessa pressione.... quindi la cosa non mi sembra proprio come l'ovetto di colombo :s06: quello stava in piedi da solo..... Ho capito bene ciò che volevi dirmi? Non è forse meglio usare una bomboletta tipo deodorante spray, metterci una valvola e caricarla a 5 bar. Ti darà un'autonomia maggiore che non il pallone dello sfignomanometro che scarica sul Lexan del WTC la sua dilatazione?

Grazie per la pazienza :s19:

Link to comment
Share on other sites

scusa das boot, non avevo notato che nella lista della spesa mi avevi messo un compressorino..... :s12: :s23: un compressore nello scafo? in che scala à il tuo Revell? 1:24? :s03:

Link to comment
Share on other sites

scusa das boot, non avevo notato che nella lista della spesa mi avevi messo un compressorino.....  :s12:  :s23: un compressore nello scafo? in che scala à il tuo Revell? 1:24?  :s03:

 

Dunque, procediamo con ordine:

è indifferente il cavo del motore che lasci collegato al circuito.

Per quanto riguarda il sistema di immersione specifico meglio:

Il compressorino non è altro che una pompetta della Seiko che serve nelle machine mediche a misurare la pressione sanguigna, niente di ingombrante o di complicato più o memo le dimensioni di umn motore tipo speed 400 con l'aggiunta in testa della pompa.Questa pompa ha la caratteristica di non invertire il senso di uscita dell'aria quindi in parole povere carica sempre e non scarica. Ecco quindi il motivo dell'inserimento dela valvola "tirevalv" che azionata da un servo tipo HS55 scarica l'aria accumulata all'intrerno dello scafo resistente, ECCO L'IDEA!!! il sistema è praticamente infinito "batterie permettendo". Il sistema è appunto denominato RCABS (recirculating compressed air ballast system) per riemergere basta azionare il compressorino e lo scafo riemerge!!

E' logico che la "cassa d'aria" deve stare a contatto con l'aqua per poter funzionare quindi la camera che ospiterà il palloncino sarà sempre a contatto con l'acqua in modo che durate la dilatazione della cassa lacqua verra espulsa per variazione del volume e quindi lo scafo riemerge al conrtrario la sacca si sgonfia l'acqua rientra e lo scafo asi immerge. :s07:

Sper che stavolta la spegazione sia più chiara se vuopi ti mando delle foto del sistema o uno schema. :s11:

a presto

DASBOOT

Link to comment
Share on other sites

:s07: ....... mi sembra di aver visto, su delle foto inerenti una sub-regata in america uno stand di rcabs (una ditta produttrice) ma li per lì non gli ho dato peso....... che fesso. Si das boot, 6 stato chiaro e cmq ..... una foto non si rifiuta mai :s04: grazie :s02:

Link to comment
Share on other sites

:s07:  ....... mi sembra di aver visto, su delle foto inerenti una sub-regata in america uno stand di rcabs (una ditta produttrice) ma li per lì non gli ho dato peso....... che fesso. Si das boot, 6 stato chiaro e cmq ..... una foto non si rifiuta mai  :s04:  grazie  :s02:

 

OK! sempre a disposizione!

Quello che hai visto nelle foto in USA probabilemnte nel sito di Subcommittee di cui io sono socio da anni ormai, non ha nulla a che vedere con il sistema, non è una ditta produttrice ma è solo un nome dato al tipo di ballast.

Eccoti una foto tanto per capirci....spero di riusce ad allegarla in caso contrario fammi sapere.

cioa

DASBOOT :s04:

Link to comment
Share on other sites

foto ricevuta, complimenti x il bel lavoretto.

Se mi dovesse servire un consiglio ti scoccerò ancora  :s03:

alla tua salute  :s28:

 

grazie,

quando vuoi

:s28: alla tua!

Link to comment
Share on other sites

Ciao

 

Scusate se intervengo ma conosco un altro sistema che non necessita della pompa ad aria ma di una pompa ad acqua reversibile.

 

In pratica si crea una cassa zavorra chiusa con dentro un palloncino, il palloncino è collegato mediante la pompa ad una presa a mare.

Normalmente il palloncino è vuoto e sgonfio la cassa zavorra vuota , il modello sta a galla.

Pompando acqua nel pallone esso si gonfia nella cassa zavorra e comprime l'aria al suo interno che diminuisce di volume, il modello si immerge.

Per riemergere si manda in reverse la pompa, il palloncino si svuota e l'acqua torna in mare, lo sgonfiaggio è aiutato dall'aria in pressione che stava nella cassa zavorra.

Può essere necessaria una valvola di ritenuta che eviti la fuoriuscita dell'acqua quando la pompa è ferma dato che la pressione dell'aria compressa nella cassa zavorra tende a farla uscire.

 

Ciao

Gil

Link to comment
Share on other sites

  • 3 weeks later...
Ciao

 

Scusate se intervengo ma conosco un altro sistema che non necessita della pompa ad aria ma di una pompa ad acqua reversibile.

 

In pratica si crea una cassa zavorra chiusa con dentro un palloncino, il palloncino è collegato mediante la pompa ad una presa a mare.

Normalmente il palloncino è vuoto e sgonfio la cassa zavorra vuota , il modello sta a galla.

Pompando acqua nel pallone esso si gonfia nella cassa zavorra e comprime l'aria al suo interno che diminuisce di volume, il modello si immerge.

Per riemergere si manda in reverse la pompa, il palloncino si svuota e l'acqua torna in mare, lo sgonfiaggio è aiutato dall'aria in pressione che stava nella cassa zavorra.

Può essere necessaria una valvola di ritenuta che eviti la fuoriuscita dell'acqua quando la pompa è ferma dato che la pressione dell'aria compressa nella cassa zavorra tende a farla uscire.

 

Ciao

Gil

 

Ehh si, gia' fatto da me sul seawolf, si immerge perche' a parita di volume dello scafo resistente incamerando acqua aumenti il peso, vinci la spinta al galleggiamento e ti immergi.

 

Due o tre cosette....

1 metti un filtro in ingresso o grippi la pompa in 3 minuti

2 ti serve una valvola di non ritorno tarata in pressione per il troppo pieno

3 il palloncino scoppia subito, adotta delle sacche mediche della misura adatta..

4 evita la valvola di ritenzione, grazie all'elasticità delle sacche hai appena guadagnato un failsafe meccanico insuperabile (qualsiasi cosa succede le sacche si svuotano e riemergi....)

 

inoltre attento alla profondità, se superi un tot la tua pompetta non vince piu' la pressione esterna e l'acua incamerata te la tieni dentro.... per sempre!

 

Ciaociao!

Link to comment
Share on other sites

4 evita la valvola di ritenzione, grazie all'elasticità delle sacche hai appena guadagnato un failsafe meccanico insuperabile (qualsiasi cosa succede le sacche si svuotano e riemergi....)

 

inoltre attento alla profondità, se superi un tot la tua pompetta non vince piu' la pressione esterna e l'acua incamerata te la tieni dentro.... per sempre!

 

Ciaociao!

 

Senza la valvola di ritenzione per stare immersi la pompa deve stare sempre accesa o sbaglio?

Questo non influisce sulla durata della batteria dovendo sempre elimentare la pompa per stare immersa?

 

Per le emergenze stavo pensando non si può creare un sistema di risalita chimico?

Che so una pastiglia di alcaselzer rilasciata nelle casse zavorra da un sistema a tempo?

 

Ciao

Gil

Link to comment
Share on other sites

Senza la valvola di ritenzione per stare immersi la pompa deve stare sempre accesa o sbaglio?

Questo non influisce sulla durata della batteria dovendo sempre elimentare la pompa per stare immersa?

 

Per le emergenze stavo pensando non si può creare un sistema di risalita chimico?

Che so una pastiglia di alcaselzer rilasciata nelle casse zavorra da un sistema a tempo?

 

Ciao

Gil

 

Behh sempre accesa... noooo.....tieni conto che io per immergermi ho due sacche per complessivi 200cc circa, quindi la mia e' una pompetta robbe e uso tubi da 3mm in silicone e filtro con una porosa da acquari l'ingresso (e quindi l'uscita...), per uscire l'acqua ci mette un poco, mi basta dare qualche colpetto per tenerlo immerso, diciamo che appoggiato al fondo a casse piene e senza comandi ci mette un 20/25 secondi per avere la spinta necessaria a cominciare a riemergere....

 

A questo proposito io avevo montato all'inizio due sacchettine piccolissime ma le ho ingrandite proprio per avere piu' spinta e meno elasticità!

 

Evita sistemi strani, pensa soprattutto a sistemi d'emergenza, anche bagnato a casa mi piace sempre riportarlo!!!

 

io ho:

casse "autosvuotanti" (elasticità sacche)

failsafe sulla pompa (no segnale radio=svuota casse)

rilevazione acqua (sul mio sito! se c'e' umidità o addirittura acqua suona!)

 

e se vado in acque "strane", tipo al mio laghetto che ha l'acqua scura, sostituisco uno dei periscopi con uno da quasi 1m verniciato verde fosforo e con in cima una pallina fuxia!

Link to comment
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
  • Forum Statistics

    • Total Topics
      45k
    • Total Posts
      521.8k
×
×
  • Create New...