Jump to content
Sign in to follow this  
dott.Piergiorgio

1A Sperimentale Esercitazione Su Mappa Di ßsom ;)

Recommended Posts

OK cari ßsomiani, il momento tanto temuto e' arrivato: quello della

 

1a esercitazione su mappa sperimentale di ßsom !

 

le regole, provvisorie sono semplici: si infligge ai colleghi del NG una mappa ed un problema tattico, ed il divertimento sta nel dibattere le genialità o tapirata delle soluzioni offerte dai partecipanti, heheheh....

 

Ma passiamo alla nostra prima esercitazione sperimentale:

 

come si capirà subito dalla mappa qua sotto, si tratta di un WI interessante: la premessa a monte e' il successo totale, anziche' parziale, di Mezzo Agosto, persino l' ostinata SS Ohio e' dovuta soccombere; ma nell' imminenza di quella che sarà la Battaglia di El Alamein Churchill, in una delle sue usuali decisioni pragmatiche ma non esattamente di successo, Churchill, confidando nella capacità di ULTRA, decise, tra le proteste generali dello SM Britannico, di sacrificare Malta come diversivo per El Alamein; in termini scacchistici, scambiare un alfiere (Malta) per una regina (il Nordafrica... e la jugulare). Il successo del singolare "diversivo passivo" fu anche troppo: la situazione rappresentata nella mappa, intorno al 20 Ottobre 1942.che nella sostanza sono le superstiti forze intatte della guarnigione assediate alla Valletta; si noterà l' assenza di truppe tedesche; difatti o 666, già poco entutiasta, ne aveva deciso il ritiro prima del conpletamento dell' Esigenza C3 o il fiuto della Volpe in Nordafrica aveva sentito la puzza di bruciato, in ogni caso, le unità germaniche sono state ritirate, insieme a gran parte della Folgore. ma vediamo un po' questa mappa:

 

 

eserc_malta.png

 

che tradotto, abbiamo sul campo, per questa fase finale, la Divisione Spezia ed il RGT S. Marco, più un battaglione della Folgore e due battaglioni di CCNN (i 2 btn. per reggimento rappresentati simboleggiano le inevitabili perdite subite durante C3); ora, alla sera del 18 Ottobre, ai comandi arriva l' ordine perentorio di "Egli": Non solo non ci sarebbe bisogno di inviare le altre divisioni previste dal piano originale, l' ordine e' di prendere La Valletta e quindi finalmente chiudere la partita entro il 28 Ottobre (per ovvi motivi), le forze sul campo essendo sufficienti, specie coll' arrivo recentissimo dei due battaglioni CCNN. Il colonnello di SM latore dell' ordine del Comando Supremo, inoltre verbalmente lascia intendere che non è una cattiva idea che i due battaglioni MVSN abbiano meritata gloria (il 28 Ottobre si avvicina...)

 

Ed ora... quale, secondo voi, il migliore piano d' operazione da emanare ?

 

Si apre il dibattito......

 

Saluti,

dott. Piergiorgio.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Dalla mappa non si può identificare l'orografia della zona.

Così, giusto per dare inizio alla discussione proporrei di far iniziare l'attacco alla divisione Spezia in modo da fissare le forze avversarie verso sud e, in un secondo momento, utilizzare CCNN e San Marco per una penetrazione da oriente in modo da investire le difese della piazzaforte e isolare le truppe avversarie trattenute dalla Spezia incuneandosi tra loro e La Valletta e cercando di chiuderle in una sacca ad occidente della città. Una volta isolata la piattaforma e ridotte le forze di difesa alle sole truppe asseragliate nella piazzaforte saranno il San Marco e le CCNN ad attaccare le difese interne con il sostegno della Spezia quando questa avrà terminato di neutralizzare le altre forse nemiche. Ci sono 10 giorni di tempo, 5 per isolare e neutralizzare le forze esterne e 5 per assalire la piazzaforte. Il 28 si completa l'operazione con le CCNN prime ad entrare (se così vuole Egli).

Spero di non aver avanzato castronerie....

Edited by Massimiliano Naressi

Share this post


Link to post
Share on other sites

I valori sono: attacco, difesa, movimento, o sbaglio, dott. Piergiorgio?

Poi occorre notare le lineette in alto sulla pedina: due per battaglione e una per compagnia. Tre puntini per plotone e le croci per i comandi di diversi livelli.

 

Interessante scenario.

Osservando le forze inglesi, a parte il comando e qualche compagnia di supporto, c'è' il plotone carri (di cui non mi preoccuperei molto, a patto di tenere protetta l'artiglieria italiana da sue possibili incursioni) ma soprattutto ci sono i quattro battaglioni di fanteria.

Questi sono però' disposti un po' male, e secondo me lasciano troppo scoperto il fianco orientale.

Visto che sono un estimatore della concentrazione del fuoco, io userei tutte le forze per l'attacco iniziale ad oriente contro i due battaglioni avanzati, facendo invece chiudere i due battaglioni della Spezia posti più ad ovest a protezione del comando e dell'artiglieria.

Eliminate queste unita', al nemico toccherebbe far fluire le forze residue verso est, ma in condizioni di netta inferiorità, oppure in alternativa chiudersi con tutte le forze nella cittadella.

 

Quest'ultima condizione non e' certo favorevole per una rapida conclusione della battaglia, perche' ne farebbe nascere una lunga condizione di attrito, ma a ben vedere non c'e' modo di evitarlo, perche' gia' adesso non e' difficile per l'inglese richiudersi nelle zone protette.

Quindi, e' per lo meno preferibile affrontare un nemico asserragliato già' indebolito e privo di due importanti battaglioni di fanteria, avendo oltretutto un gruppo di artiglieria per martellare la piazzaforte.

 

Certo, la mossa ardimentosa per spezzare il fronte nemico sarebbe affascinante, ma ritengo che in questo caso l'italiano non sia abbastanza forte per ottenere la superiorità' locale ovunque. in queste condizioni, spezzare le forze significa esporre la propria debolezza in qualche posizione.

Io concentrerei l'azione e inizierei a "limare via" due importanti battaglioni nemici, poi vedremo.

 

Risultato: poco rischio e ottime probabilita' di successo, ma non è affatto certo il rispetto dei tempi, ne' la soddisfazione di Lui.

Pazienza, io la partita la giocherei comunque cosi'.

 

Ben vengano i commenti. Qualcuno potrebbe osare un po' di più' del sottoscritto, ne sono certo.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest giovannibandenere

Buongiorno a tutti, ciao Piergiorgio.
Non riesco a dare un significato ai numeri dei quadri colorati , ma mi sembra di poter dire che la superiorità dei Verdi sia evidente. (circa 2:1)
Nè potrebbe essere diversamente per chi vuole attaccare. (circa 3:1)

--------------------------------------

Mappa 1:
1z6qv09.jpg

 

--------------------------------------

Applicherei senza dubbio la Dottrina Schlieffen con una bellissima tenaglia:
gli ottimi due Btg Sammarco e l'ottimo Btg Foglore, coadiuvati dai due meno ottimi Btg CcNn: direttrice Nord e quindi Ovest;

I buoni quattro Btg LaSpezia + Artiglieria: direttrice Nord.

 

Non ci dovrebbero essere particolari difficoltà nel sopraffare le forze rosse stimate nella metà delle verdi, date anche le superiori preparazione e capacità di Sammarco e Folgore.

Anche se in teoria il rapporto dovrebbe essere 3:1 per chi attacca.

 

Mappa 2:
6iu3br.jpg

 

--------------------------------------

Raggiunti i posizionamenti come da mappa 3:

6th85z.jpg

 

non sarà difficile completare l'opera annientando completamente i rossi già fortemente provati e puntare decisamente su HQ al quale non resterà che chiedere una onorevole resa.
Resa conceduta. E anche gli onori, massì!

 

------oOo------

Piergiorgio, poi ci farai sapere le tue controdeduzioni?
Alla prossima, gbn.

-------------

 

 

 

 


 

 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Devo dire che GBN ha usato il "materiale di studio" anche meglio di come mi sarei aspettato... Riconosco che tutto e' molto perfettibile, in primis spiegare i quadratini (e ammetto che ho dato per scontato che si capiva che quello che conta non sono i valori e dati delle pedine, ma quello che rappresentano, come ha correttamente fatto notare Ocean's one, ed effetti, i numeri sono quelli "canonici" di A-D-M) ed in effetti, le pedine coprivano elementi critici della mappa (i battaglioni inglesi esterni essendo in paesi e la compagnia più esterna bloccava (e la relativa pedina copriva...) un passo attraverso la cresta che separava i 2 rgt. della Spezia; chiedo venia.

 

Per il resto, entrambi i piani sono buoni, ed in effetti la risposta mia e' eliminare ASAP la compagnia avanzata in modo da poter aggiungere un btg. del rgt. di sinistra alla concentrazione di fuoco alla destra (e costituire difesa del passo ed artiglieria coll' altro btg.) oppure dividere le forze tra la Spezia (che se uno ci pensa bene in una logica di esercitazione su mappa, che se non mi sbaglio, all' epoca era denominata "esercitazione con i quadri", costituisce una g.u. omogenea e sotto comando unico) e il misto Folgore/S.Marco/CCNN (tre unità, d' elite, ma di ben tre FFAA distinte...) e quindi non si sarebbe potuto valutare a causa dei problemi di esposizione che sono emersi. Mi scuso per lo stato di beta-test, quindi.... :doh:

 

Saluti,

dott. Piergiorgio.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
Sign in to follow this  

  • Forum Statistics

    • Total Topics
      44,337
    • Total Posts
      510,993
×