Jump to content

l'intervento di Nave Gracale


Totiano

Recommended Posts

Nelle acque internazionali del Canale di Sicilia, le motovedette libiche hanno preso di mira i pescherecci siciliani  'Salvatore Mercurio e  'Luigi Primo',  iscritti al Compartimento marittimo di Catania. Le due imbarcazioni si trovavano a nord di Bengasi per la pesca del tonno e del pesce spada, in quella zona che i libici, in maniera unilaterale, dichiarano come zona di protezione della pesca (Zpp). 

Libia, motovedetta libica spara contro un peschereccio italiano: interviene la Marina Militare

(foto ANSA)

Nessun marittimo a bordo risulta stato ferito, ma gli spari hanno provocato danni alle imbarcazioni. In soccorso è  intervenuto il  'Grecale, della Marina Militare, che ha invitato la motovedetta ad allontanarsi, mentre un team sanitario e uomini della BMSM sono saliti a bordo per visitare i marittimi. 

I pescherecci ora stanno tornando verso la Sicilia, dove contano di arrivare tra due giorni. Fabio Micalizzi, presidente della Federazione armatori siciliani ha ribadito l'impegno di attivarsi affinché «si capisca dove effettivamente è avvenuto questo nuovo ennesimo episodio, perché per noi i nostri pescatori erano in acque internazionali», che presenterà un esposto alla Procura di Roma «per chiedere di accertare i fatti visto che i pescherecci moderni sono dotati di una sorta di navigatore, il blue box, che permette di conoscere con esattezza la posizione». Non è la prima volta che accade un simile incidente tra motovedette libiche e pescherecci italiani (nel settembre del 2020 la marineria di Mazara del Vallo ha dovuto subire il sequestro dei motopesca 'Medinea' e 'Antartide' 😞 «C'è una situazione geopolitica molto difficile» afferma il ministro dell'Interno Luciana Lamorgese riferendosi alla Libia.

Al di la delle varie dichiarazioni pubbliche i rapporti dell'Italia con i Paesi rivieraschi va affrontata e la LIbia non sarà semplice vito che siamo in guerra con la Russia che, ivi, ha forti interessi. Si Spera  in accordi bilaterali tra Italia e Libia, leggo, ma non sembra il momento migliore. O forse si?

Link to comment
Share on other sites

Già il fatto che una unità militare apra il fuoco su un'imbarcazione chiaramente civile è di per sè un atto che viola non pochi trattati. Alla stregua degli attacchi russi sui civili. Certo, la diplomazia dovrà farsi sentire, ma non escludere una risposta anche sul piano militare.... il buonismo non mi pare che dia gran risultati

Link to comment
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
  • Forum Statistics

    • Total Topics
      45k
    • Total Posts
      521.9k
×
×
  • Create New...