Jump to content

Relitti Della Battaglia Dei Convogli In Acque Nordafricane


LColombo

Recommended Posts

A completamento ed estensione del mio precedente topic relativo alle unità della Regia Marina, perse nella II G.M., i cui relitti sono stati individuati, ho provato a 'inventariare' i numerosi relitti - non solo di unità della Regia Marina, ma anche tedesche, britanniche e mercantili - che costellano i fondali libici e tunisini a perenne memento della guerra dei convogli ivi svoltasi tra il 1940 ed il 1943.

 

LIBIA

 

Cacciatorpediniere Aquilone (saltato su mine posate da aerei il 17.9.1940; molto probabilmente noto a subacquei locali, dovrebbe giacere a poca profondità fuori dal porto di Bengasi)

 

Piroscafo tedesco Achaia (saltato su mine a 25 miglia dalla costa libica il 25.3.1942; trovato il 22 agosto 2003 da Mohammed Arebi a 59 metri di profondità al largo di Tripoli)

 

Piroscafo Esperia (forse) (affondato dal smg. HMS Unique il 20.8.41 nel punto 33°03’ N, 13°03’ E; Mohamed Arebi si è immerso su un relitto che dista solo 1,3 miglia da tale posizione e che per le sue enormi dimensioni non dovrebbe poter essere altro che l’Esperia, ma per una identificazione "positiva" occorrerebbero ulteriori immersioni che ora come ora non sono possibili – profondità 89 metri)

 

Piroscafo Tembien (forse) (affondato dal smg. HMS Upholder il 27.2.1942 nel punto 32°55’ N e 12°42’ E; giace a 77 metri al largo di Zawiya, Mohamed Arebi vi si è immerso una volta nel 2004 e presume essere il Tembien in quanto il relitto è a soli 2,5 km dalla posizione indicata, ma come per l’Esperia servirebbero ulteriori immersioni per accertarlo)

 

Dragamine RD 31/36/37/39 (forse) (affondato dai cctt HMS Kelvin e Javelin il 20.1.1943 insieme ad altre piccole unità, al largo di Zuara; nel maggio 2014 Mohamed Arebi mi ha inviato alcune immagini ed informazioni su un relitto sul quale si era immerso, al largo di Zuara; il relitto ha dimensioni compatibili con quelle degli RD – e non vi dovrebbero essere in zona altre navi militari di quelle dimensioni –, un cannone a prua come loro e giace in posizione corrispondente a quella indicata come zona di affondamento di queste piccole unità. Ancora una volta, servirebbero altre immersioni, ma per ovvi motivi Arebi e tutti i libici hanno ora altro a cui pensare, purtroppo.)

 

Motoveliero V 162 Vanna (affondato dal smg. HMS Truant il 17.4.1941, esplorato nel 1965 da Jean Pierre Misson, che l'aveva trovato su indicazione degli abitanti del luogo; giace a 25 metri di profondità al largo di Apollonia)

 

 

Sommergibile HMS P 32 (affondato al largo di Tripoli il 18.8.1941 probabilmente per esplosione interna; trovato nell’aprile 1999 da Mohammed Arebi su indicazione di un pescatore, giace a 70 metri di profondità, sbandato di 45°, con la prua semidistrutta)

 

TUNISIA

 

Incrociatore leggero Armando Diaz (silurato ed affondato dal smg HMS Upright il 25.2.1941; trovato nel giugno 2004 dalla spedizione "Mizar 4" 75 miglia a SO di Lampedusa, al largo della Tunisia, a profondità massima di 56 metri; era già stato ritrovato ed "alleggerito" nel dopoguerra da un’impresa di recupero)

 

Incrociatore leggero Alberico Da Barbiano (affondato dai cctt HMS Sikh, Legion, Maori e Isaac Sweers (olandese) nello scontro di Capo Bon il 13.12.1941; ritrovato e documentato in acque tunisine dalla spedizione "Altair 2007", a 60-70 metri di profondità ed a 1,1 miglia dalla costa)

 

Incrociatore leggero Alberto Di Giussano (affondato dai cctt HMS Sikh, Legion, Maori e Isaac Sweers (olandese) nello scontro di Capo Bon il 13.12.1941; ritrovato, ma non documentato, in acque tunisine dalla spedizione "Altair 2007")

 

Cacciatorpediniere Lampo (affondato da attacchi aerei il 30.3.1943 a 6 miglia per 280° da Ras Mustafà; ritrovato, ma non documentato, in acque tunisine dalla spedizione "Altair 2007")

 

Cacciatorpediniere Baleno (affondato il 17.4.1941 a 3 miglia per 240° dalla boa n. 4 delle Kerkennah a seguito della distruzione del convoglio "Tarigo" ad opera dei cctt Jervis, Janus, Nubian e Mohawk; ritrovato nel 1950-1951 dalla MICOPERI e da questa devastato per recuperarne il metallo, non so cosa sia rimasto ed in quali condizioni)

 

Cacciatorpediniere Luca Tarigo (affondato il 16.4.1941 nel summenzionato scontro, ritrovato nel 1950-1951 dalla MICOPERI e pure massacrato per recupero del metallo, come sopra; comunque il relitto venne nuovamente esplorato nel 1954 da Lino Pellegrini e dunque dovrebbe restarne parte consistente, suppongo)

 

Cacciatorpediniere Strale (incagliatosi il 21.6.1942 presso Capo Bon, abbandonato dopo vani tentativi di disincaglio, ed ivi affondato dal smg. HMS Turbulent il 6.8.1942; giace a 72 metri di profondità, presso Capo Bon)

 

Torpediniera Lupo (affondata il 2.12.1942 dai cctt Jervis, Javelin, Nubian e Kelvin; trovata nell’ottobre 2011 dal rimorchiatore Buccaneer della MICOPERI in posizione 34° 28' N e 11° 28' E)

 

Torpediniera Giuseppe La Farina (saltata su mine il 4.5.1941 in 34°35’ N e 11°50’ E, giace al largo di Sfax non molto lontano da dove fu trovato il relitto del smg francese Morse - forse vittima delle stesse mine -, la sua posizione probabilmente è nota già dagli anni '50)

 

Cacciasommergibili/posamine Eso (affondato da aerosiluranti il 19.1.1943 nel punto 33°26' N e 11°06' E, giace al largo di Djerba, a 20 metri di profondità; a lungo tempo noto come "Khorda" dai subacquei locali)

 

Piroscafo Alga (affondato dal smg HMS Unbending il 9.10.1942; il relitto, noto anche come "Aida", giace al largo di Djerba, a 9 km dalla costa, ad una profondità di 20 metri)

 

Piroscafo Ariosto (affondato dal smg. HMS P 38 il 14.2.1942; il relitto giace a 9,5 miglia da Mahdia, spezzato in due, a 38-53 metri di profondità; localmente noto come "Soula" o "Sola" dal nome del pescatore che lo trovò per primo)

 

Nave cisterna Brarena (affondata da attacchi aerei il 22.6.1941; trovata da "Mizar 4" nel 2004, a 50 metri, presso le Kerkennah)

 

Piroscafo Carbonia (affondato da aerei il 17.9.1942 a quattro miglia da Ras Hammamet; si trova a 70 metri di profondità)

 

Piroscafo frigorifero Edda (danneggiato dal smg HMS Unbroken e poi affondato da aerosiluranti assieme all'Eso il 19.1.43; giace a 26 metri di profondità al largo di Djerba, a 14 km dalla costa; chiamato localmente anche "Ricardo" o "Richard Ginori" a causa della marca - Richard Ginori appunto - dei piatti ritrovati a bordo, che i primi scopritori pensarono essere il nome della nave)

 

Piroscafo Leonardo Palomba (affondato dal smg. HMS Unruffled il 22.9.1942; giace a 26 km dalla costa al largo di Monastir, profondità tra i 38 ed i 51 metri)

 

Motonave Napoli (incagliata al largo di Mahdia il 3.2.1942 dopo siluramento da parte del smg. HMS Umbra ed ivi abbandonata; essendo affiorante a soli 12 metri di profondità, è stata quasi interamente smantellata da pescatori locali e ne rimane solo lo scheletro – al largo di Mahdia)

 

Piroscafo Nita (affondato da aerei il 7.8.1941, una ventina di miglia a sud di Lampedusa; trovato nel 2004 da "Mizar 4" a 40 metri di profondità)

 

Piroscafo Norge (affondato da aerosiluranti il 21.12.1940, prima vittima mercantile della battaglia dei convogli; trovato nel 2004 da "Mizar 4")

 

Piroscafo Beatrice C. (trovato nel 2012 a 75 metri di profondità)

 

Piroscafo Egadi (trovato nel 2012 a 78 metri di profondità)

 

Motonave Marin Sanudo (affondata il 4.3.1942 dal smg. HMS Uproar; trovata nel 2001 da subacquei anglo-maltesi a 78 metri di profondità, 18 miglia a sud di Lampedusa)

 

Piroscafo Sacro Cuore (affondato dal smg. HMS Umbra al largo di Susa il 2.12.1942; giace a 14 km dalla costa, a profondità tra i 46 ed i 60 metri, al largo di Monastir)

 

Piroscafo Scillin (affondato dal smg. HMS Sahib il 14.11.1942, 9 miglia a nord di Kuriat; relitto trovato nel 2009 a 52 metri di profondità)

 

Piroscafo Teramo (affondato da cacciabombardieri 28.4.43 presso Capo Bon; trovato nel 2007 dalla spedizione "Mizar 7")

 

Piroscafo Veloce (immobilizzato da aerosiluranti il 2.12.1942, affondato insieme alla Lupo ed insieme ad essa ritrovato dal Buccaneer nel 2011)

 

Piroscafo Zena (affondato da aerosiluranti l’11.12.1941 nel punto 34°52’ N e 12°22’ E; trovato nel 2005 dalla spedizione "Mizar 5" a 40 metri di profondità)

 

 

Motonave tedesca Reichenfels (affondata da aerosiluranti il 21.6.1942; giace a 45 metri nelle acque delle Kerkennah; trovata dalla spedizione "Mizar 4" nel 2004)

 

Relitti.it elenca come ritrovati anche i mercantili tedeschi Preussen (affondato da aerei 30 miglia ad ovest di Pantelleria il 19.7.1941) e Leverkusen (affondato dal smg. HMS Upholder il 1.5.1941 nelle acque delle Kerkennah), ma non ne indica neanche la profondità, e non ho trovato nient’altro su queste due navi.

 

 

 

Cacciatorpediniere HMS Mohawk (affondato il 16.4.1941 dal Tarigo durante lo scontro che portò alla distruzione dell'omonimo convoglio; anche qui, il relitto fu 'alleggerito' da recuperanti italiani nel 1952, ma dovrebbe esserne rimasto a sufficienza da permetterne l'avvistamento dal cielo in condizioni particolarmente favorevoli)

 

Sommergibile francese Narval (affondato per urto contro mina tra il 13 ed il 16 dicembre 1940 al largo di Sfax; prima unità della Francia Libera perduta in azione; relitto individuato già nell'agosto 1941 da aerei nel punto 35°03' N e 11°53' E, su un fondale di 38 metri, non lontano da Morse e La Farina)

 

 

 

Nota 1. Penso meriti menzione, benché non siano collegati alla battaglia dei convogli, il fatto che in acque tunisine giacciono (ritrovati ed identificati) pure i relitti dell'incrociatore leggero HMS Manchester affondato dalle MS 16 e 22 a Mezzo Agosto, della M/N Glenorchy anch'essa affondata da motosiluranti italiane in quella battaglia e della cisterna spagnola Campeador affondata nel 1937 dal Saetta (guerra civile spagnola), nonché di un relitto che potrebbe essere il pfo Santa Elisa (affondato dai MAS 557 e 564 a Mezzo Agosto). In Libia, al largo di Apollonia, c'è il relitto del piroscafo italiano Valparaiso affondato da un U-Boot nel 1917.

 

Nota 2. Non sono sicuro di aver effettivamente trovato ed elencato tutti i relitti identificati.

 

Nota 3. Mentre sono sicuro del fatto che numerosi diving center tunisini e libici elencano anche altri relitti attribuiti a navi italiane di cui non è precisata l'identità, ed ancora altri relitti che rimangono completamente senza un'identità.

Edited by LColombo
Link to comment
Share on other sites

mi sono sempre chiesto se il Sommergibile Iride sia ancora nel Golfo di Bomba.. immagino di si.

Hai la possibilità di approfondire?

 

Ne avevo scritto nell'altro post. Secondo "Abyssoblu", il relitto fu semidistrutto con bombe di profondità (penso per impedirne un possibile recupero) dalle stesse forze italiane (suppongo durante uno degli abbandoni della Cirenaica), tuttavia resterebbe ancora - spezzato in due - su fondali sabbiosi a 18 metri di profondità. Non ne so altro; dei due subacquei libici con cui ero in contatto uno - Mohamed Arebi, quello col quale avevo di gran lunga la 'collaborazione' più proficua - è di Tripoli ed opera nella Tripolitania (mi aveva però detto che se la situazione in Libia si fosse stabilizzata, avrebbe voluto immergersi anche a Tobruk dove aveva asserito essere pieno di relitti dell'ultimo conflitto mondiale), l'altro (Talal Osman) è di Bengasi ma dopo le prime foto che mi aveva mandato non si è più fatto sentire. Forse lui, essendo della Cirenaica, potrebbe dirmi di più sull'Iride; potrei provare a ri-contattarlo per domandare in merito ma, per così dire, non mi pare il momento più 'opportuno'.

Edited by LColombo
Link to comment
Share on other sites

  • 9 years later...
Il 22/2/2015 Alle 00:19, LColombo ha scritto:

A completamento ed estensione del mio precedente topic relativo alle unità della Regia Marina, perse nella II G.M., i cui relitti sono stati individuati, ho provato a 'inventariare' i numerosi relitti - non solo di unità della Regia Marina, ma anche tedesche, britanniche e mercantili - che costellano i fondali libici e tunisini a perenne memento della guerra dei convogli ivi svoltasi tra il 1940 ed il 1943.

 

LIBIA

 

Cacciatorpediniere Aquilone (saltato su mine posate da aerei il 17.9.1940; molto probabilmente noto a subacquei locali, dovrebbe giacere a poca profondità fuori dal porto di Bengasi)

 

Piroscafo tedesco Achaia (saltato su mine a 25 miglia dalla costa libica il 25.3.1942; trovato il 22 agosto 2003 da Mohammed Arebi a 59 metri di profondità al largo di Tripoli)

 

Piroscafo Esperia (forse) (affondato dal smg. HMS Unique il 20.8.41 nel punto 33°03’ N, 13°03’ E; Mohamed Arebi si è immerso su un relitto che dista solo 1,3 miglia da tale posizione e che per le sue enormi dimensioni non dovrebbe poter essere altro che l’Esperia, ma per una identificazione "positiva" occorrerebbero ulteriori immersioni che ora come ora non sono possibili – profondità 89 metri)

 

Piroscafo Tembien (forse) (affondato dal smg. HMS Upholder il 27.2.1942 nel punto 32°55’ N e 12°42’ E; giace a 77 metri al largo di Zawiya, Mohamed Arebi vi si è immerso una volta nel 2004 e presume essere il Tembien in quanto il relitto è a soli 2,5 km dalla posizione indicata, ma come per l’Esperia servirebbero ulteriori immersioni per accertarlo)

 

Dragamine RD 31/36/37/39 (forse) (affondato dai cctt HMS Kelvin e Javelin il 20.1.1943 insieme ad altre piccole unità, al largo di Zuara; nel maggio 2014 Mohamed Arebi mi ha inviato alcune immagini ed informazioni su un relitto sul quale si era immerso, al largo di Zuara; il relitto ha dimensioni compatibili con quelle degli RD – e non vi dovrebbero essere in zona altre navi militari di quelle dimensioni –, un cannone a prua come loro e giace in posizione corrispondente a quella indicata come zona di affondamento di queste piccole unità. Ancora una volta, servirebbero altre immersioni, ma per ovvi motivi Arebi e tutti i libici hanno ora altro a cui pensare, purtroppo.)

 

Motoveliero V 162 Vanna (affondato dal smg. HMS Truant il 17.4.1941, esplorato nel 1965 da Jean Pierre Misson, che l'aveva trovato su indicazione degli abitanti del luogo; giace a 25 metri di profondità al largo di Apollonia)

 

 

Sommergibile HMS P 32 (affondato al largo di Tripoli il 18.8.1941 probabilmente per esplosione interna; trovato nell’aprile 1999 da Mohammed Arebi su indicazione di un pescatore, giace a 70 metri di profondità, sbandato di 45°, con la prua semidistrutta)

 

TUNISIA

 

Incrociatore leggero Armando Diaz (silurato ed affondato dal smg HMS Upright il 25.2.1941; trovato nel giugno 2004 dalla spedizione "Mizar 4" 75 miglia a SO di Lampedusa, al largo della Tunisia, a profondità massima di 56 metri; era già stato ritrovato ed "alleggerito" nel dopoguerra da un’impresa di recupero)

 

Incrociatore leggero Alberico Da Barbiano (affondato dai cctt HMS Sikh, Legion, Maori e Isaac Sweers (olandese) nello scontro di Capo Bon il 13.12.1941; ritrovato e documentato in acque tunisine dalla spedizione "Altair 2007", a 60-70 metri di profondità ed a 1,1 miglia dalla costa)

 

Incrociatore leggero Alberto Di Giussano (affondato dai cctt HMS Sikh, Legion, Maori e Isaac Sweers (olandese) nello scontro di Capo Bon il 13.12.1941; ritrovato, ma non documentato, in acque tunisine dalla spedizione "Altair 2007")

 

Cacciatorpediniere Lampo (affondato da attacchi aerei il 30.3.1943 a 6 miglia per 280° da Ras Mustafà; ritrovato, ma non documentato, in acque tunisine dalla spedizione "Altair 2007")

 

Cacciatorpediniere Baleno (affondato il 17.4.1941 a 3 miglia per 240° dalla boa n. 4 delle Kerkennah a seguito della distruzione del convoglio "Tarigo" ad opera dei cctt Jervis, Janus, Nubian e Mohawk; ritrovato nel 1950-1951 dalla MICOPERI e da questa devastato per recuperarne il metallo, non so cosa sia rimasto ed in quali condizioni)

 

Cacciatorpediniere Luca Tarigo (affondato il 16.4.1941 nel summenzionato scontro, ritrovato nel 1950-1951 dalla MICOPERI e pure massacrato per recupero del metallo, come sopra; comunque il relitto venne nuovamente esplorato nel 1954 da Lino Pellegrini e dunque dovrebbe restarne parte consistente, suppongo)

 

Cacciatorpediniere Strale (incagliatosi il 21.6.1942 presso Capo Bon, abbandonato dopo vani tentativi di disincaglio, ed ivi affondato dal smg. HMS Turbulent il 6.8.1942; giace a 72 metri di profondità, presso Capo Bon)

 

Torpediniera Lupo (affondata il 2.12.1942 dai cctt Jervis, Javelin, Nubian e Kelvin; trovata nell’ottobre 2011 dal rimorchiatore Buccaneer della MICOPERI in posizione 34° 28' N e 11° 28' E)

 

Torpediniera Giuseppe La Farina (saltata su mine il 4.5.1941 in 34°35’ N e 11°50’ E, giace al largo di Sfax non molto lontano da dove fu trovato il relitto del smg francese Morse - forse vittima delle stesse mine -, la sua posizione probabilmente è nota già dagli anni '50)

 

Cacciasommergibili/posamine Eso (affondato da aerosiluranti il 19.1.1943 nel punto 33°26' N e 11°06' E, giace al largo di Djerba, a 20 metri di profondità; a lungo tempo noto come "Khorda" dai subacquei locali)

 

Piroscafo Alga (affondato dal smg HMS Unbending il 9.10.1942; il relitto, noto anche come "Aida", giace al largo di Djerba, a 9 km dalla costa, ad una profondità di 20 metri)

 

Piroscafo Ariosto (affondato dal smg. HMS P 38 il 14.2.1942; il relitto giace a 9,5 miglia da Mahdia, spezzato in due, a 38-53 metri di profondità; localmente noto come "Soula" o "Sola" dal nome del pescatore che lo trovò per primo)

 

Nave cisterna Brarena (affondata da attacchi aerei il 22.6.1941; trovata da "Mizar 4" nel 2004, a 50 metri, presso le Kerkennah)

 

Piroscafo Carbonia (affondato da aerei il 17.9.1942 a quattro miglia da Ras Hammamet; si trova a 70 metri di profondità)

 

Piroscafo frigorifero Edda (danneggiato dal smg HMS Unbroken e poi affondato da aerosiluranti assieme all'Eso il 19.1.43; giace a 26 metri di profondità al largo di Djerba, a 14 km dalla costa; chiamato localmente anche "Ricardo" o "Richard Ginori" a causa della marca - Richard Ginori appunto - dei piatti ritrovati a bordo, che i primi scopritori pensarono essere il nome della nave)

 

Piroscafo Leonardo Palomba (affondato dal smg. HMS Unruffled il 22.9.1942; giace a 26 km dalla costa al largo di Monastir, profondità tra i 38 ed i 51 metri)

 

Motonave Napoli (incagliata al largo di Mahdia il 3.2.1942 dopo siluramento da parte del smg. HMS Umbra ed ivi abbandonata; essendo affiorante a soli 12 metri di profondità, è stata quasi interamente smantellata da pescatori locali e ne rimane solo lo scheletro – al largo di Mahdia)

 

Piroscafo Nita (affondato da aerei il 7.8.1941, una ventina di miglia a sud di Lampedusa; trovato nel 2004 da "Mizar 4" a 40 metri di profondità)

 

Piroscafo Norge (affondato da aerosiluranti il 21.12.1940, prima vittima mercantile della battaglia dei convogli; trovato nel 2004 da "Mizar 4")

 

Piroscafo Beatrice C. (trovato nel 2012 a 75 metri di profondità)

 

Piroscafo Egadi (trovato nel 2012 a 78 metri di profondità)

 

Motonave Marin Sanudo (affondata il 4.3.1942 dal smg. HMS Uproar; trovata nel 2001 da subacquei anglo-maltesi a 78 metri di profondità, 18 miglia a sud di Lampedusa)

 

Piroscafo Sacro Cuore (affondato dal smg. HMS Umbra al largo di Susa il 2.12.1942; giace a 14 km dalla costa, a profondità tra i 46 ed i 60 metri, al largo di Monastir)

 

Piroscafo Scillin (affondato dal smg. HMS Sahib il 14.11.1942, 9 miglia a nord di Kuriat; relitto trovato nel 2009 a 52 metri di profondità)

 

Piroscafo Teramo (affondato da cacciabombardieri 28.4.43 presso Capo Bon; trovato nel 2007 dalla spedizione "Mizar 7")

 

Piroscafo Veloce (immobilizzato da aerosiluranti il 2.12.1942, affondato insieme alla Lupo ed insieme ad essa ritrovato dal Buccaneer nel 2011)

 

Piroscafo Zena (affondato da aerosiluranti l’11.12.1941 nel punto 34°52’ N e 12°22’ E; trovato nel 2005 dalla spedizione "Mizar 5" a 40 metri di profondità)

 

 

Motonave tedesca Reichenfels (affondata da aerosiluranti il 21.6.1942; giace a 45 metri nelle acque delle Kerkennah; trovata dalla spedizione "Mizar 4" nel 2004)

 

Relitti.it elenca come ritrovati anche i mercantili tedeschi Preussen (affondato da aerei 30 miglia ad ovest di Pantelleria il 19.7.1941) e Leverkusen (affondato dal smg. HMS Upholder il 1.5.1941 nelle acque delle Kerkennah), ma non ne indica neanche la profondità, e non ho trovato nient’altro su queste due navi.

 

 

 

Cacciatorpediniere HMS Mohawk (affondato il 16.4.1941 dal Tarigo durante lo scontro che portò alla distruzione dell'omonimo convoglio; anche qui, il relitto fu 'alleggerito' da recuperanti italiani nel 1952, ma dovrebbe esserne rimasto a sufficienza da permetterne l'avvistamento dal cielo in condizioni particolarmente favorevoli)

 

Sommergibile francese Narval (affondato per urto contro mina tra il 13 ed il 16 dicembre 1940 al largo di Sfax; prima unità della Francia Libera perduta in azione; relitto individuato già nell'agosto 1941 da aerei nel punto 35°03' N e 11°53' E, su un fondale di 38 metri, non lontano da Morse e La Farina)

 

 

 

Nota 1. Penso meriti menzione, benché non siano collegati alla battaglia dei convogli, il fatto che in acque tunisine giacciono (ritrovati ed identificati) pure i relitti dell'incrociatore leggero HMS Manchester affondato dalle MS 16 e 22 a Mezzo Agosto, della M/N Glenorchy anch'essa affondata da motosiluranti italiane in quella battaglia e della cisterna spagnola Campeador affondata nel 1937 dal Saetta (guerra civile spagnola), nonché di un relitto che potrebbe essere il pfo Santa Elisa (affondato dai MAS 557 e 564 a Mezzo Agosto). In Libia, al largo di Apollonia, c'è il relitto del piroscafo italiano Valparaiso affondato da un U-Boot nel 1917.

 

Nota 2. Non sono sicuro di aver effettivamente trovato ed elencato tutti i relitti identificati.

 

Nota 3. Mentre sono sicuro del fatto che numerosi diving center tunisini e libici elencano anche altri relitti attribuiti a navi italiane di cui non è precisata l'identità, ed ancora altri relitti che rimangono completamente senza un'identità.

Buongiorno sono il nipote Di Antonio Sanna, nostromo del dragamine 36. ho letto che esistono delle foto del relitto di un RD al largo di Zuara, è possibile visionarle? GRAZIE

 

Link to comment
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
  • Forum Statistics

    • Total Topics
      45k
    • Total Posts
      521.8k
×
×
  • Create New...