Jump to content

Immagini E Attività Operativa Della Corvetta Danaide.


gichiano

Recommended Posts

Sarei grato ai membri e ai frequentatori del Forum per tuttte le informazioni supplementari ed immagini che potranno darmi oltre a quelle riportate dal volume dell'USM Esploratori fregate corvette ed avvisi italiani, Roma 1974 e che trascrivo di seguito.

 

" Fu assegnata alla 2^ Squadriglia Corvette dipendente dal VII Gruppo Antisom della Maddalena, destinazione che raggiunse a fine maggio del 1943 al termine del primo periodo di attività addestrativa svolto nelle acque della Spezia.

Durante i tre mesi di guerra che precedettero l'armistizio, fu adibita alla scorta del traffico fra la Sardegna, la Corsica e i porti nazionali dell'Alto Tirreno.

Durante il periodo bellico effettuò complessivamente 20 missioni di scorta e 28 rastrelli antisom. Sia in porto, sia in navigazione fu spesso oggetto di attacchi aerei, dai quali uscì sempre indenne e registrando al suo attivo il sicuro abbattimento di un aerosilurante."

Edited by gichiano
Link to comment
Share on other sites

Mi occuperò qui di un mese solo della storia della DANAIDE, ma un mese piuttosto importante..

 

L'8 settembre 1943 la corvetta è alla Maddalena, sotto il comando del ten. vasc. Fabiani e con a bordo il cap. freg. Corvetti, comandante del 7° Gruppo Antisom. Su ordine del comandante la base, si sposta all'ancora in rada insieme alla MINERVA poco dopo le 9 del mattino del 9 settembre. Il cap. Corvetti vede arrivare le MFP tedesche con a bordo le truppe che occuperanno il Comando Marina della base, ma non riesce ad avvisare in tempo il Comando della minaccia imminente. Alle 12:40 e di nuovo alle 13 dà notizia a Supermarina dell'avvenuta occupazione tedesca (senza colpo ferire) del Comando della base, di cui è stato semplice spettatore, poi le due corvette salpano per Portoferraio, come da ordine ricevuto da Supermarina. Intorno alle 16 incrociano VIVALDI e DA NOLI, provenienti rispettivamente da Genova e dalla Spezia, che avendo appena appreso dell'occupazione della Maddalena (dove erano diretti) si muovono ora verso le Bocche di Bonifacio e verso la loro tragica sorte. Più tardi nel pomeriggio le due corvette si uniscono in formazione con le Tp FORTUNALE, CALLIOPE e la vecchia FABRIZI, salpate da Pozzuoli per La Spezia la sera dell'8 settembre e poi dirottate da Supermarina prima verso La Maddalena poi su Portoferraio. Insieme, le cinque unità sottili arrivano a Portoferraio alle 22:40 del 9, raggiunte lì dal smg CORRIDONI anch'esso salpato un poco più tardi dalla Maddalena.

 

Da questo momento DANAIDE e MINERVA si uniscono alla Divisione Siluranti dell'amm. Nomis di Pollone (arrivata a Portoferraio sempre il 9 dalla Spezia). L'11 mattina, su ordine di Supermarina ricevuto il pomeriggio precedente, tutte le navi in grado di muovere partono da Portoferraio per Palermo per passare con gli Alleati: 10 torpediniere, 8 corvette, 2 sommergibili, una MS, 9 VAS, 2 csmg arrivano a Palermo il 12 settembre. Da qui il 19-20 settembre vanno a Malta; ma per alleggerire i sovraffollati scali maltesi, il 4 ottobre DANAIDE, MINERVA, CORMORANO, APE, 9 VAS e un Csmg rientrano a Taranto e riprendono il loro posto con la Regia Marina.

Edited by de domenico
Link to comment
Share on other sites

  • 3 weeks later...

Dal 5 al 10 luglio del 1943 Danaide e Cormorano effettuarono una serie di ricerche antisom nella zona tra la Corsica e l'Isola di Montecristo al largo della quale il sommergibile inglese Saracen aveva affondato il mattino del giorno 6 il piroscafo Tripoli di 1160 tonn che era diretto a Bastia. Dei tre siluri lanciati due raggiunsero il bersaglio.

 

Alle 5,54 del 10, a 15 miglia da Bastia, il Danaide ottenne un contatto sonar col sommergibile lanciando anche un pacchetto di bombe di profondità, ma non proseguì l'attacco non essendo sicuro che si trattasse di un battello nemico e poco dopo assieme al Cormorano fu attaccato da aerei.

 

In realtà il contatto era valido e da bordo del Saracen il Danaide fu visto avvicinarsi ed il suo attacco evitato parzialmente con una manovra di emergenza. Con seri danni il battello si posò sul fondale di 150 metri ma non fu ulteriormente attaccato.

 

Il giorno successivo, dopo una riparazione sommaria, il Saracen riprese la crociera attaccando e affondando il piroscafo tedesco Tell subendo però ulteriori danni in seguito al contrattacco della scorta, tanto che fu costretto a ritirarsi, riparare i danni e riprendere la via del ritorno ad Algeri.

 

Ritornato in zona in agosto fu affondato al largo di Bastia la mattina del 14 dalle corvette Minerva e Gabbiano.

Edited by gichiano
Link to comment
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
  • Forum Statistics

    • Total Topics
      45k
    • Total Posts
      521.8k
×
×
  • Create New...