Jump to content

Che Bella Notizia!


Recommended Posts

Cari amici,

 

Ho scoperto un fatto estremamente interessante, che ha suscitato tutto il mio entusiasmo.

Intendo condividerlo con voi, appassionati di sub RC, perché questo è un bell’esempio di come il nostro nobile hobby possa diventare qualcosa di più importante, rendendosi visibile a tutti grazie ad una notevole applicazione pratica.

 

Ma veniamo al fatto. Ho acquistato il settimanale “Settegiorni”, il cui inserto “La Provincia in Casa” riporta le notizie relative alla provincia di Milano, dove vivo.

A pagg. 23-25 c’è un articolo che illustra l’opera di “digitalizzazione” del territorio, ottenuta grazie alla stesura massiccia di linee a fibre ottiche. Si tratta, dicono, di ben 1800 km, buona parte dei quali sono stati stesi seguendo il percorso di fognature o canali sotterranei, almeno in parte pieni d’acqua.

 

La mia sorpresa è stata grande nel vedere la foto del sottomarino Thunder Tiger NEPTUNE (ossia il NAUTILUS dell’Hachette), che fa bella mostra di sé accanto al presidente Penati, durante la conferenza stampa di presentazione.

Il modello viene descritto come “il sommergibile utilizzato nella posa dei cavi sotterranei”. E’ stato usato per stendere i cavi a fibre ottiche nei canali pieni d’acqua, ed immagino sia stato utilissimo soprattutto nei passaggi più stretti e difficili, anche grazie alla telecamera di cui è dotato…

 

foto1foto22.th.jpg foto1foto21.th.jpg

 

Purtroppo, l’articolo non si dilunga a spiegare i dettagli del lavoro, né le foto dicono molto; si vedono sul sub due fascette destinate a supportare qualcosa, ma più di così non si capisce. E’ un peccato.

(E’ stato anche scritto che in tutta la zona dell’Idroscalo sarà disponibile a breve il servizio Wi-Fi: mi chiedo se anche qui il Neptune abbia magari steso qualche “cavo sottomarino”…)

Ad ogni modo, la mia gioia è stata grande.

Mi ero già esaltato l’anno scorso nel vedere quell’elicottero R/C che faceva i rilievi fotografici delle guglie del Duomo (qualcuno ricorda?), ma questa notizia è ancora più affascinante, perché parla proprio del nostro comune Hobby!!!

Condivido allora la cosa con voi, sommergibilisti R/C (e sommergibilisti veri, ovviamente!). Siate fieri dei vostri modelli: dentro c’è veramente tanta tecnologia, e risultati importanti come questo ne sono la prova inconfutabile.

 

Saluti a tutti.

Ocean’s One

Link to comment
Share on other sites

Grazie per questa interessante notizia.

Non sono modellista, purtroppo, ma sarei contento di avere tra le mani un smg radiocomandato, come quello del servizio.

Link to comment
Share on other sites

Veramente interessante la notizia.

Devo dire che se il sommergibile (che mi sembra molto valido comunque) fosse stato un modello storico (vi immaginate lo Scirè?) penso l'avrei fatto :s02:

Meglio così altrimenti riempio la casa di modellini :s68:

Comunque ragazzi continuate a postare i lavori suk thread del Thunder Tiger NEPTUNE che è molto interessante.

Ciao

 

Vespucci

Link to comment
Share on other sites

Sono contento che il topic susciti i vostri apprezzamenti. In effetti, è una cosa piuttosto fuori dal comune. :s01:

Ho cercato ulteriori info e ho trovato qualche altro comunicato stampa.

 

http://www.datamanager.it/cms/view/sezioni...ale/s156/c79580

 

http://milano.corriere.it/notizie/cronaca/...124922041.shtml

 

Se volete, potete dargli un occhio. Sono interessanti, ma di carattere abbastanza generale. A me piacerebbe invece capire come si sono svolte le operazioni di stesura delle fibre ottiche. Era il sommergibile a trascinarle o a filarle? Oppure il smg stendeva un leggero cavo guida e poi questo trascinava la fibra?

Lo dico perché mi sto già calando nella questione e cerco di immaginarmi il lavoro che hanno fatto…

 

Malaspina dice che gli piacerebbe avere tra le mani un smg radiocomandato, ma io invidio loro, che hanno avuto a che fare con i smg veri. Già mi immagino che non sia stato facilissimo tenere l’assetto con il Neptune R/C, mentre veniva filato il cavo (che peserà qualche decina di grammi, e secondo me già si sente nell’assetto), figuriamoci cosa vorrà dire manovrare un sottomarino reale in poco spazio, magari anche con qualche simpatico trasduttore filabile a rimorchio, tanto per fare il paragone.

Signori, gli “originali” siete sempre voi, noi siamo delle copie in piccolo…

 

 

P.S.

Vespucci, vorrei dirti che il Nautilus/Neptune si potrebbe anche convertire in uno storico, tascabile "CA", che come proporzioni è simile. Ma non ascoltarmi e vai invece avanti con le tue varie splendide attività già avviate. Ciao! :s02:

Link to comment
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
  • Forum Statistics

    • Total Topics
      45k
    • Total Posts
      521.9k
×
×
  • Create New...