Vai al contenuto


Foto
- - - - -

Mario Federici Ed Il Lafolè


  • Effettua l'accesso per rispondere
Questa discussione ha avuto 4 risposte

#1 LColombo

LColombo
  • Sottocapo
  • 999 Messaggi:
  • Gender:Male
  • Location:Val d'Olona

Inviato 27 aprile 2014 - 01:38

Una delle vicende che più, a suo tempo, mi hanno sorpreso, quando si parla di salvezza 'in extremis', è stata quella di nove uomini del sommergibile Lafolè. Come noto, questo battello, il 20 ottobre 1940, cadde in una trappola tesa da tre cctt britannici - Gallant, Griffin ed Hotspur - in seguito alla cattura di documenti a bordo del Durbo, nel Mediterraneo occidentale; bombardato con cariche di profondità, fu speronato ed affondato dall'Hotspur mentre affiorava in superficie. Dei 49 uomini del suo equipaggio, nove si salvarono miracolosamente perché, al momento dello speronamento, stavano tentando di aprire il portello della torretta per ridurre la pressione, e dalla pressione stessa furono proiettati all'esterno attraverso lo squarcio aperto nello scafo dalla prua del ct. Raccolti in mare dai tre ct britannici, furono gli unici sopravvissuti.

Il punto è: l'unico nome che generalmente viene fatto, tra questi nove uomini, è quello del comandante in seconda del Lafolè, STV Mario Federici (o Frederici), che sarebbe stato proprio l'uomo intento nell'apertura del portello quando la collisione avvenne. Ma Mario Federici, sottotenente di vascello, compare nella lista dei caduti del Lafolè. Avevo pensato che potesse essere deceduto in prigionia, ma, controllando la banca dati dei caduti in guerra sul sito del Ministero della Difesa, la data indicata per la sua morte è proprio il 20 ottobre 1940, giorno dell'affondamento del Lafolè. Qualcuno conosce meglio la vicenda e saprebbe darmene spiegazione?



#2 GM Andrea

GM Andrea
  • Membro Consiglio Direttivo - MS*
  • 5322 Messaggi:
  • Gender:Male
  • Location:Castelfranco Veneto, Arzignano, Vicenza, fate un po' voi
  • Interests:Storia navale
  • Indirizzo Email Pubblico:andreatirondolaNO_ SPAM@yahoo.it

Inviato 27 aprile 2014 - 02:30

Facciamo chiarezza.

Il Tenente GN (D.M) cpl (non quindi STV) Mario Federici, nato il 01.01.1910, era il direttore di macchina del Lafolè.

Perì nell'affondamento dell'unità guadagnandosi una medaglia di bronzo al v.m. alla memoria.

 

Col battello perì il comandante, tenente di vascello osservatore Piero Riccomini.

 

Fra i 9 superstiti vi fu effetti il comandante in seconda, sbalzato fuori dal portello. Ma non era chiaramente Federici nè si trattava di un STV. Da una ricerchetta risulta che si trattava del tenente di vascello Giuseppe Accardi (da non confondersi con un più noto sommergibilista, il CC Giuseppe Aicardi, com.te il smg. Delfino).

 

Una curiosità: dopo la cattura nel porto di Gibilterra, la notte del 30 ottobre 1940, Gino Birindelli si sentì chiedere dagli inglesi nel corso dell'interrogatorio se conoscesse "un certo Accardi" (che infatti era stato fatto prigioniero e si trovava a Gibilterra).

 

Consiglio: una volta di più, guardatevi da Wikipedia!  :rolleyes:



#3 Alagi

Alagi
  • Tenente di Vascello
  • 8910 Messaggi:
  • Gender:Male
  • Location:Maurizio Brescia: da Savona / Genova
  • Interests:Storia navale dalla fine dell'Ottocento ad oggi

Inviato 27 aprile 2014 - 02:46

Consiglio: una volta di più, guardatevi da Wikipedia!  :rolleyes:

Wikipedia sta alla cultura e alla conoscenza come il Grande Fratello sta all'Encilopædia Britannica.


25kha92.jpg


#4 LColombo

LColombo
  • Sottocapo
  • 999 Messaggi:
  • Gender:Male
  • Location:Val d'Olona

Inviato 27 aprile 2014 - 02:53

Grazie mille per il chiarimento.
 
Circa Wikipedia, mi sento un po' ferito, perché, conoscendone benissimo i rischi, so bene che sia da prendere molto con le molle, e difatti giammai l'ho usata come fonte primaria. Il punto è che ovunque su Internet, anche sul post di Betasom sui battelli della classe Adua, si identifica l'ufficiale in seconda del Lafolè con Mario Federici.
Vedere per credere: http://www.betasom.i...showtopic=31957
 
"(...) Alle ore 17.30 non poté più rimanere immerso. Durante l'affioramento, mentre l'ufficiale in seconda sottotenente di vascello Mario Federici, tentava di aprire lo sportello della torretta, il Lafolé venne speronato ed affondato, con la perdita di quasi tutto l'equipaggio Comandante compreso. L'ufficiale in seconda e 8 membri dell'equipaggio poterono salvarsi in quanto furono proiettati fuori al momento dell'impatto e vennero recuperati in mare dai cacciatorpediniere Gallant, Hotspur e Griffin, che concorsero all'affondamento del Lafolé. (...)"
 
(Suggerisco quindi di correggere il relativo post).
 
Il fatto che il grado di Federici sia erroneamente indicato come STV è causato, credo, anche dal fatto che nell'opuscolo che elenca i sommergibilisti caduti in guerra (post "Non dimentichiamoli") i gradi degli ufficiali di macchina, apparentemente, non sono contemplati, e tutti gli ufficiali di macchina caduti sono indicati con il corrispettivo grado da ufficiale di vascello (credo perché oggi i gradi degli ufficiali di macchina non esistono più se non come "specifica" aggiunta al grado "da ufficiale di vascello", detto a grandissime linee, correggetemi se sbaglio).


Modificata da LColombo, 27 aprile 2014 - 02:54 .


#5 bezukhov

bezukhov
  • Sottocapo
  • 456 Messaggi:
  • Gender:Male
  • Location:Genova
  • Interests:U-Boote, Storia Navale

Inviato 27 aprile 2014 - 03:22


Circa Wikipedia, mi sento un po' ferito, perché, conoscendone benissimo i rischi, so bene che sia da prendere molto con le molle, e difatti giammai l'ho usata come fonte primaria.

 

Leggendo il tuo blog (lo faccio sempre con grande interesse) si capisce chiaramente che le tue ricerche sono scrupolose...ben al di sopra del livello qualitativo di wiki :wink:


Modificata da bezukhov, 27 aprile 2014 - 03:23 .





Leggono questa discussione 0 utenti

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi