Jump to content

Icon of the sea


malaparte

Recommended Posts

Il 27 gennaio 2024 dal porto di Miami è salpata per la prima volta la Icon of the Sea, la nave da crociera più grande del mondo

https://en.wikipedia.org/wiki/Icon_of_the_Seas

365 mt, 20 ponti https://www.ilfattoquotidiano.it/2024/01/31/salpa-icon-of-the-seas-la-nave-da-crociera-piu-grande-al-mondo-lira-degli-ambientalisti-e-una-lasagna-umana/7428627/

 

L'attore Bederico Basso non ha perso occasione per fare ironia su questi "mostri del mare"

https://www.facebook.com/reel/1105738733940788

 

Link to comment
Share on other sites

Ho spostato in attualità/navigazione, Valeria, mi è sembrato più appropriato.

A prescindere dai guadagni delle compagnie, si potrebbe dire che una nave come questa consuma circa 1/3  in meno di 2 navi che abbiano la stessa capacità di passeggeri a parità di tecnologia. 

Poi, se vogliamo fare un po di polemica con gli ambientalisti, magari basterebbe boicottassero le crociere di questo genere ma, come per tante altre belle intenzioni, temo non accada.

Ciò detto non è il tipo di crociere che amo e navi del genere sono solo un "ghiotto bersaglio"....Ma ovviamente è una opinione personale

 

Link to comment
Share on other sites

A proposito di gigantismo navale, al di la della soggettiva valutazione  estetica relativa a quesi mostri, riporto pari pari una significativa osservazione di un amico, già comandante di Capitaneria di Porto...:

Questa mattina ho potuto fotografare  il traghetto Moby Orli, già Princess Anastasia, fresco di colori Moby,: L'equipaggio, o forse ancora il cantiere, ha effettuato la prova di uno scivolo di evacuazione, marchingegno di derivazione aeronautica, che consente di trasferire personale dalla nave ad una piattaforma galleggiante e da questa alle lance di salvataggio. Considerata l'altezza dello scafo, penso che l'evacuazione di passeggeri sia abbastanza problematica, anche se effettuata all'insegna del "o ti butti, o ti buttano": l'elasticità dello scivolo dovrebbe assorbire l'effetto delle rollate della nave, ma a scapito della velocità di evacuazione. Quanto alla piattaforma galleggiante, mi chiedo quanto  potrà restare in situ con un mare e vento verosimilmente non calmi , anche a voler considerare l'eventuale ridosso fornito dalla nave stessa...

Considerata la sfrenata corsa al gigantismo che imperversa nel settore delle navi da crociera e, seppure in misura minore, nei traghetti, credo che, la sicurezza dei passeggeri sia affidata in gran parte .... alla benevolenza di Poseidone.

Edited by danilo43
Link to comment
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
  • Forum Statistics

    • Total Topics
      45k
    • Total Posts
      522.3k
×
×
  • Create New...