Jump to content

L'acqua delle navi


Red

Recommended Posts

Sulle navi militari, durante il vostro servizio, avete sempre bevuto acqua fornita dai depuratori 

della nave oppure quale acqua viene fornita ?

Forse la domanda vi sembrerà strana ma, leggendo un articolo trovato sul giornale " Il Secolo XIX° "

sono rimasto un pò male !

Voi cosa ne pensate ?

Se i nostri Superiori non sono d'accordo riguardo a questo argomento chiedo scusa e possono cancellare .

Ecco l'articolo :

http://www.ilsecoloxix.it/p/la_spezia/2018/10/19/ADrl3SDC-comellini_contaminate_ascoltato.shtml

 

Grazie

RED

 

 

 

 

Edited by Red
Link to comment
Share on other sites

Penso sia la solita provocazione cavalcata dall'interessato di turno, fermo restando che il rischio di una manutenzione effettuata non correttamente esiste sempre.

Ben prima di queste problematiche a bordo si beveva acqua da bottiglie o tetrapak (ve li ricordate?) e l'acqua dei depuratori era usata solo per lavarsi (dopo una clorazione curata dall'infermiere di bordo).

Di recente sono stato a bordo di una nave militare e stavano imbarcando pallet di bottiglie d'acqua...

Link to comment
Share on other sites

Ne parlavo proprio ieri mattina con due giovani ufficiali...

Questa ovviamente è una mia opinione personale... Durante i miei periodi di imbarco, dove le Unità erano quello che erano (Unità prossime al disarmo); nel senso che l'acqua di lavanda, quando veniva erogata, era ovviamente desalinizzata... io non mi sono mai preso nulla (anche se, i presupposti, data l'anzianità della nave, c'erano tutti)...

Concordo pienamente con Totiano... tutto quello che di negativo viene fuori serve sicuramente a qualcuno...

Siii... mi ricordo delle buste dell'acqua... quanti imbarchi ho fatto...

Comunque, sull'Audace, al piano del mio camerino c'era un pavan... e li, l'acqua era quella delle casse... eppure, sono ancora qui....

Link to comment
Share on other sites

Concordo anch'io con quanto detto da Totiano. Una provocazione cavalcata d qualche giornalista, che sicuramente non sa dove sta la prua e dove la poppa. Se poi il problema lo decontestualizziamo dall'ambiente militare, lo possiamo ritrovare con le stesse problematiche anche sulle navi mercantili. Se prendiamo una nave con qualche anno di anzianità, puoi trattare le casse e clorare l'acqua quanto vuoi, ma poi restano sempre centinaia di metri di tubazioni ed impianti (specialmente i polmoni delle pompe, boiler e caldaie per l'acqua calda), che non tratti e quando alla fine apri il rubinetto, l'acqua che esce non è sicuramente di sorgente. Comunque già trent'anni fa (come vola il tempo!!) sulle navi grigie si serviva acqua in tetrapack e se qualcuno si ricorda l'acqua Ciappazzi, fornita nelle basi in Sicilia, non so se era meglio berla o affidarsi alle fontanelle di bordo.

Link to comment
Share on other sites

On 7/3/2019 at 18:21, CH.ENG.5432 said:

 e se qualcuno si ricorda l'acqua Ciappazzi, fornita nelle basi in Sicilia, non so se era meglio berla o affidarsi alle fontanelle di bordo.

Siiii che mi ricordo della Ciappazzi... era la fiuggi della trinatria... 😂😂

Link to comment
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
  • Forum Statistics

    • Total Topics
      45k
    • Total Posts
      521.7k
×
×
  • Create New...