Jump to content

Sommergibile S528 "pietro Venuti" - Il Giorno Del Varo


serservel

Recommended Posts

Oggi 9 ottobre 2014, ore 10.30, si terrà presso lo stabilimento Fincantieri di Muggiano (SP) il varo del nuovo sommergibile classe U212A-Todaro Pietro venuti (S-528).

 

Sfortunatamente Betasom non è potuta intervenire per cause di forza maggiore che non dipendono da nessuno, ma sono do'obbligo i migliori auguri al Comandante Giuseppe Galeandro e al suo equipaggio per questa nuova avventura, con la speranza di rivederli presto: buon vento a tutti! :smiley19::Italy:

 

 

S528DedicaaBetasom_zps6ad2c2ab.jpg

Link to comment
Share on other sites

:Italy::Italy::Italy: LUNGA E SERENA NAVIGAZIONE AL NOSTRO NUOVO "SUB"! :Italy::Italy::Italy:

Link to comment
Share on other sites

Sono dispiaciuto di non essere stato presente al varo. Chissà se e quando si presenterà un'altra occasione ... purtroppo il tempo a mia disposizione non è più molto!

 

E' sempre vivo in me il ricordo di quello splendido 1° febbraio di quest'anno, quando insieme a tanti altri amici sono stato ospite del Cantiere del Muggiano ed ho potuto ammirare il Pietro Venuti in avanzato stato di costruzione. Che enorme differenza con il Malaspina ed i tanti sommergibili che ho avuto modo di vedere a Betasom durante la guerra!

 

Mi unisco ad un sincero augurio di BUONA NAVIGAZIONE (speriamo sempre in tempo di pace) a questo gioiello della tecnica, al suo equipaggio ed in particolare al Comandante Giuseppe Galeandro che ricordo con infinita simpatia per come ci ha intrattenuto nell'arco dell'intera mattinata. AUGURI CARISSIMI, COMANDANTE ! ! !

Link to comment
Share on other sites

Evviva il Pietro Venuti, ultimo "delfino d'acciaio" della nostra Marina! Un augurio di lunga vita a questa meravigliosa unità di cui tutti noi siamo orgogliosi e di una sempre serena navigazione al Comandante Galeandro ed ai suoi uomini.

Link to comment
Share on other sites

Pietro Venuti: un Eroe sommergibilista che meritava sicuramente di essere ricordato in questo modo.

la sua mano, veglierà sempre sui suoi sommergibilisti più cari.

Lunga vita a questo splendito Battello.

Congratulazioni agli Uomini che ne compongono l'equipaggio.

Link to comment
Share on other sites

E' tutto il giorno che cerco notizie sul varo, finalmente The Medi Tepegraph mi ha accontentato :biggrin:

 

31104269795655a0fe18fccf02acf725-kq_zpsf

 

image-H141009103825-kBsH--645x400Me_zps9

 

La Spezia - È stato varato nel cantiere Fincantieri di Muggiano il “Pietro Venuti”, terzo sommergibile U212A classe “Todaro” alla presenza del ministro della Difesa, Roberta Pinotti, del capo di stato della Marina, Giuseppe De Giorgi, dell’ad di Fincantieri, Giuseppe Bono, e del presidente Giuseppe Petrone. Alla cerimonia ha anche partecipato anche l’ad di Finmeccanica, Mauro Moretti.

 

Sfortunatamente, è avvenuto un piccolo problema...

Il varo è filato liscio dopo un intoppo che ha impedito la rottura al primo colpo della bottiglia di spumante lanciata dalla madrina della cerimonia, Maria Venuti, nipote del sommergibilista insignito della medaglia al valore militare per essere caduto in azione nel 1940 nel mare arabico.

 

 

Ad ogni modo, benvenuto! :smiley19:

 

 

 

Fonte: The Medi Telegraph, "Muggiano, varato il sommergibile Pietro Venuti"

Edited by serservel
Link to comment
Share on other sites

eccomi,

betasom, ancorche in forma ridotta era presente! Un peccato non poter allestire un raduno, sfumato gia sul nascere per problemi di inviti e, quindi, di accesso.

la sparuta presenza di Betasom era rappresentata dal sottoscritto, Lugher, Overtorque e, ovviamente, il nostro Beppegale.

Interessanti i discorsi del ministro Pinotti e e del sig CSMM DeGiorgi, che danno praticamente per assodata la "Legge Navale".

Ho portato i saluti della Base alla famiglia Venuti, che ricambiano con affetto e che, in effetti, speravano di ricambiare l'invito al nostro raduno potendoci conoscere in questa occasione.

datemi qualche minuto che vi posto qualche foto

Link to comment
Share on other sites

eccomi, nel compiti di essere i vostri occhi, per quanto possibile.


Lo avevamo gia visto, allestimento in corso, qualche mese fa. oggi è la sua festa



DSCN0876.JPG

il sommergibile Pietro Venuti, classe U212a 2^ serie

DSCN0877.JPG


eccolo in qualche altra vista

DSCN0886.JPG


in zona c'erano anche altri "ospiti": un'altro battello della stessa classe, la nave da sbarco algerina e una FREMM


DSCN0887.JPG DSCN0875.JPG


all'entrata dei labari intravediamo , davati all'equipaggio e alle rappresentanze, un betasomiano, il nostro Overtorque, al lavoro


DSCN0895.JPG DSCN0892.JPG


l'arrivo della Madrina, sig.ra Maria Venuti, nipote della MOVM, e del ministro Pinottio accompagnata dal CaSMM amm. DeGiorgi


DSCN0897.JPG DSCN0898.JPG


dopo i discorsi del rappresentante dei sindacati, dell'AD di Fincanteri ing Bono, dell'amm. DeGiorgi e dell'on. Pinotti, inizia la Cerimonia. la bandiera del COMSUBIN si porta in prossimità del palco, il vescovo e la madrina, accompagnata dal comandante Galeandro, si portano in prossimità del vescovo per presenziare alla benedizione


DSCN0908.JPGDSCN0909.JPG


poi la madrina torna sul palco delle autorità e inizia il varo. alcuni preparativi tecnici e poi il fatidico "Madrina, in nome di Dio, taglia!"

ma il vento ci mette lo zampino, incattiva la cima e la bottiglia non raggiunge lo scafo. c'è stato un momento di smarrimento prima che la bottiglia venisse liberata e poi rotta sullo scafo. Ecco la fatidica bottiglia e l'accetta sul baco dopo il taglio


DSCN0912.JPG DSCN0915.JPG


poi inizia il lento, maestoso, movimento del sommergibile accompagnato dalle sirene delle unità vicine, mentre l'equipaggio si fa la foto di rito


DSCN0925.JPGDSCN0928.JPGDSCN0929.JPGDSCN0920.JPG


poi gli gli ospiti sono invitati al vino d'onore (leggi rinfresco) allestito per l'occasione in una tensostruttura di fronte ai capannoni


DSCN0930.JPG

ed è, finalmente, l'occasione per conoscere la famiglia Venuti, cui ho portato i saluti della nostra Base, fermandomi a parlare con il piu "anziano", il sig. Mario (che doveva raggiungerci al raduno, poi impossibilitato), la madrina, sig.ra Maria, e la loro figlia Elena.



DSCN0932.JPG DSCN0934.JPG



è stata una bella cerimonia, sempre affascinante anche se inceppata dall'inconveniente.

In cu@@ alla balena ragazzi, siamo tutti con voi!

Arrivederci a presto (perche contiamo di tornare a bordo!)

DSCN0935.JPG

Edited by Totiano
Link to comment
Share on other sites

Le "mie fonti" mi avevano ragguagliato quasi in diretta in merito alla questione della bottiglia...

Al caro comandante Galeandro tutti i migliori auspici e l'onere di sfatare l'imbarazzante mito della mancata rottura!

Buona caccia, S-528 Pietro Venuti!

Link to comment
Share on other sites

 

eccomi, nel compiti di essere i vostri occhi, per quanto possibile.
cliuccate sulle immagini per ingrandirle
Lo avevamo gia visto, alletsimento in corso, qualche mese fa. oggi è la sua festa
il sommergibile Pietro Venuti, classe U212a 2^ serie
eccolo in qualche altra vista
............................
............................
Mi sarebbe piaciuto vedere e scaricare le immagini, ma cliccando vengo avvisato che: Non hai i permessi per visualizzare questo allegato :sad:
Link to comment
Share on other sites

 

eccomi, nel compiti di essere i vostri occhi, per quanto possibile.

cliuccate sulle immagini per ingrandirle

 

Dir, le foto che posti non si vedono: cliccando sui link compare un messaggio di errore!

Link to comment
Share on other sites

eccomi,

betasom, ancorche in forma ridotta era presente! Un peccato non poter allestire un raduno, sfumato gia sul nascere per problemi di inviti e, quindi, di accesso.

la sparuta presenza di Betasom era rappresentata dal sottoscritto, Lugher, Overtorque e, ovviamente, il nostro Beppegale.

Interessanti i discorsi del ministro Pinotti e e del sig CSMM DeGiorgi, che danno praticamente per assodata la "Legge Navale".

Ho portato i saluti della Base alla famiglia Venuti, che ricambiano con affetto e che, in effetti, speravano di ricambiare l'invito al nostro raduno potendoci conoscere in questa occasione.

datemi qualche minuto che vi posto qualche foto

 

L' importante è che ci stava il Dir, che è una presenza doppiamente qualificata...

 

comunque, anche via PM, faresti una sintesi dei discorsi della Pinotti e De Giorgi ?

 

E ai presenti rammento che a Febbrajo abbiamo visto non solo il Venuti, ma anche il Romei...

 

Saluti,

dott. Piergiorgio.

Link to comment
Share on other sites

Adesso dovrebbe funzionare.....


Lo avevamo gia visto, allestimento in corso, qualche mese fa. oggi è la sua festa

post-333-0-32998800-1412872933.jpg
il sommergibile Pietro Venuti, classe U212a 2^ serie
post-333-0-34744100-1412872865.jpg
eccolo in qualche altra vista
post-333-0-04002400-1412873006.jpg
post-333-0-85399000-1412873052.jpg
in zona c'erano anche altri "ospiti": un'altro battello della stessa classe, la nave da sbarco algerina e una FREMM
post-333-0-97055700-1412873111.jpg
post-333-0-91018800-1412873126.jpg
all'entrata dei labari intravediamo , davati all'equipaggio e alle rappresentanze, un betasomiano, il nostro Overtorque, al lavoro
post-333-0-39461100-1412873275.jpg
post-333-0-71376300-1412873216.jpg
l'arrivo della Madrina, sig.ra Maria Venuti, nipote della MOVM, e del ministro Pinottio accompagnata dal CaSMM amm. DeGiorgi
post-333-0-75341200-1412873319.jpg
post-333-0-56144300-1412873374.jpg
dopo i discorsi del rappresentante dei sindacati, dell'AD di Fincanteri ing Bono, dell'amm. DeGiorgi e dell'on. Pinotti, inizia la Cerimonia. la bandiera del COMSUBIN si porta in prossimità del palco, il vescovo e la madrina, accompagnata dal comandante Galeandro, si portano in prossimità del vescovo per presenziare alla benedizione
post-333-0-91258400-1412873544.jpg
post-333-0-17574800-1412873567.jpg
poi la madrina torna sul palco delle autorità e inizia il varo. alcuni preparativi tecnici e poi il fatidico "Madrina, in nome di Dio, taglia!"
ma il vento ci mette lo zampino, incattiva la cima e la bottiglia non raggiunge lo scafo. c'è stato un momento di smarrimento prima che la bottiglia venisse liberata e poi rotta sullo scafo. Ecco la fatidica bottiglia e l'accetta sul banco dopo il taglio
post-333-0-67446700-1412873726.jpg
post-333-0-53399900-1412873766.jpg
poi inizia il lento, maestoso, movimento del sommergibile accompagnato dalle sirene delle unità vicine, mentre l'equipaggio si fa la foto di rito
post-333-0-12434700-1412873926.jpg
post-333-0-22871800-1412873951.jpg
post-333-0-22598900-1412873970.jpg
post-333-0-46919800-1412873880.jpg
Edited by Totiano
Link to comment
Share on other sites

2^ parte

 


poi gli gli ospiti sono invitati al vino d'onore (leggi rinfresco) allestito per l'occasione in una tensostruttura di fronte ai capannoni
post-333-0-86283700-1412874000.jpg
ed è, finalmente, l'occasione per conoscere la famiglia Venuti, cui ho portato i saluti della nostra Base, fermandomi a parlare con il piu "anziano", il sig. Mario (che doveva raggiungerci al raduno, poi impossibilitato), la madrina, sig.ra Maria, e la loro figlia Elena.
post-333-0-31778500-1412874124.jpg
post-333-0-86075100-1412874212.jpg
è stata una bella cerimonia, sempre affascinante anche se inceppata dall'inconveniente.
In cu@@ alla balena ragazzi, siamo tutti con voi!
Arrivederci a presto (perche contiamo di tornare a bordo!)
post-333-0-49606600-1412874390.jpg
Grazie Piergiorgio, non immagini il dispiacere di non potervi portare...
Discorsi:
la RSU e l'A.D. di Fincantieri hanno sostanzialmente "battibeccato" vicendevolmente. Comprendo le ragioni di entrambi, ma forse non era la sede migliore (parere personale)
piu interessanti i di scorsi dell'amm DeGiorgi e dell Ministro Pinotti
il primo, dopo avere ricordato la figura e i valori di Pietro Venuti, ricollegandoli ai valori dei marinai di oggi, haricordao come il fatto che il battello esista è proprio grazia alla sig,ra Ministro, che presiedeva la commissione difesa che approvo lo costruzione del batch2.
Dopo i ringraziamenti a maestranze e politici (perdonatemi se non in ci infilo) ha molto ben evidenziato a "cosa servono i sommergibili oggi (sorveglianza occulta, raccolta info, infiltrazioni/esfilatrazioni)" collegandosi poi alla "Legge Navale" e al compito della F.A.
la sig.ra Ministro, dopo i ringraziamenti di rito e una "bacchettata" al RSU e all'A.D. dicendo (parola sante) che in italia dobbiamo lavorare tutti e non fermarci a scaricare la colpa sugli altri, per raggiungere i migliori risultati, ha parlato della legge navale, dandola come se fosse gia approvata, anche se poi ha specificato che mancano gli ultimi passi.
Nota di rilievo emersa da entrambi i discorsi: le preoccupazioni maggiori, da cui nasce la necessita di avere le F.A., arriva dall'altra sponda del Mediterraneo, dove dei terroristi vogliono arrogarsi il diritto di proclamarsi stato sovrano per poi minacciarci direttamente. La ministro Pinotti ha molto ben espresso il confronto tra civilta paragonando la vita di sua figlia (alle media) e le sue coetanee sotto l'ISIS. tra gli stati che preocupano ha apertamente citato Siria, Iraq, Afghanistan e Libia. Non so se non abbia citato l'Algeria per dimenticanza o se sono io che vedo terrorismo in una nazione che non ne ha.
Edited by Totiano
Link to comment
Share on other sites

Buongiorno a tutti ,

 

Sono estremamente d'accordo con Totiano , sul fatto che i discorsi fra A.D. ed RSU era meglio portarli ad un tavolo di trattative , in altra sede piuttosto che ad una cerimonia di varo , infatti fra gli schieramenti ( ovviamente sottovoce ) ce lo chiedevamo un po tutti .

 

Una bella cerimonia , peccato che la cimetta che teneva la bottiglia si e impigliata a causa del forte vento , ma almeno al momento dello sgancio ,la bottiglia non ha toccato lo scafo .....quindi non vale :rolleyes: ... perciò direi buona alla prima , visto che un dipendente Fincantieri ,raggiungendo l' asta tramite un elevatore ,ha lanciato personalmente la bottiglia contro lo scafo facendola esplodere !!! :smiley19:

 

Alle prove degli schieramenti avvenute mercoledì 09 avevo chiesto al Comandante Galeandro se Totiano avrebbe presenziato alla cerimonia ,e con grande orgoglio mi disse di si ... quindi Betasom era presente , per lui , per noi e per la nostra base .

 

Alle prossime

Link to comment
Share on other sites

Una bella cerimonia , peccato che la cimetta che teneva la bottiglia si e impigliata a causa del forte vento , ma almeno al momento dello sgancio ,la bottiglia non ha toccato lo scafo .....quindi non vale :rolleyes: ... perciò direi buona alla prima , visto che un dipendente Fincantieri ,raggiungendo l' asta tramite un elevatore ,ha lanciato personalmente la bottiglia contro lo scafo facendola esplodere !!! :smiley19:

concordo, lo scafo non è stato toccato.

Link to comment
Share on other sites

beh, sono sorpreso che Totiano si sorprende che la Pinotti non ha inserito l' Algeria tra i paesi a rischio... coll' Ammiraglia Algerina a pochi metri (e assumo che buona ospitalità faccia estendere ad almeno il Comandante l' invito a presenziare alla cerimonia) credo che un minimo di buon senso diplomatico (prima che commerciale) giustifica l' omissione....

 

Ringraziandoti della sintesi dei discorsi, confermo (da mie analisi strettamente private) che si ha ragione di considerare già approvata (pur essendo l' ultimo scoglio notoriamente il più difficile da oltrepassare) la Legge Navale, o meglio l' attuazione della prima tranche.

 

Visto che sei stato in contatto con l' ambiente Fincantieri... essendo impostato il 7° FREMM, si sa qualcosa del Nome ?

 

Saluti, e grazie del report,

dott. Piergiorgio.

Link to comment
Share on other sites

Mi unisco al coro di congratulazioni per il Comandante Galeandro e per tutto il Suo Equipaggio. Buona navigazione!

Um grazie anche alla "ridotta" rappresentanza della base (che peccato davvero non avere avuto possibilità di parteciapre...): oltre ad essere stati i nostri "occhi" hanno sicuramente portato anche il nostro cuore!

Link to comment
Share on other sites

A margine sull' incidente della bottiglia rilevo un interessante lapsus in una didascalia:

 

Ecco la fatidica bottiglia e l'accetta sul baco dopo il taglio

 

credo che l' estensore intendesse baNco, ma il problema tecnico (un baco hardware...) è intervenuto freudianamente... o sbaglio ? :wink:

 

Saluti,

dott. Piergiorgio.

Link to comment
Share on other sites

4000 tonnellate di battello per l'Italia? mi sembra davvero eccessivo, anche se le ultime missioni in oceano indiano suggeriscono comunque di aumentare i dati di autonomia.

 

Una cosa annunciata, ma che non ho citato perche aspettavo di avere ulteriori dettagli, è l'accordo firmato tra Fincantieri e Finmeccanica per una comune collaborazione nella realizzazione di prodotti competitivi all'estero.

 

Vi posto uno degli articoli sul web, repareibile al link ANSA http://www.ansa.it/mare/notizie/rubriche/shippingecantieri/2014/10/09/accordo-fincantieri-finmeccanica-per-navi-militari_8d56a186-9a68-4b90-9581-ba9253b908fd.html

 

 

Accordo Fincantieri-Finmeccanica per navi militari Annuncio degli ad Bono e Moret

(ANSA) - LA SPEZIA, 9 OTT - Finmeccanica e Fincantieri hanno firmato un accordo di collaborazione nel settore delle costruzioni navali militari con l'obiettivo di aumentare la competitività sui mercati nazionali ed esteri. Lo hanno annunciato gli ad di Fincantieri e di Finmeccanica, Mauro Moretti, dopo il varo del sommergibile "Pietro Venuti". La collaborazione si svilupperà sfruttando sinergie tecniche e commerciali fra l'unità di business Navi Militari di Fincantieri e le aziende del gruppo Finmeccanica che hanno competenze nei sistemi di combattimento, nell'elettronica e nei sistemi di arma navali e subacquei. "Le risorse sono quelle che sono - ha detto Bono - è un dovere spenderle bene e aumentare non solo la sicurezza ma anche il pil. Dobbiamo fare cose che sono vendibili fuori dal nostro paese", ha sottolineato l'ad di Fincantieri in una conferenza stampa alla quale hanno partecipato il ministro della Difesa, Roberta Pinotti, l'ad di Finmeccanica, Mauro Moretti e l'ad di Cassa depositi e prestiti, Giovanni Gorno Tempini. L'accordo di oggi, ha osservato Bono, rappresenta "un esempio concreto per realizzare quel 'sistema paese' a lungo auspicato". "Ho fatto solo una cosa normale e spontanea siglando questo accordo", ha osservato Moretti, secondo il quale ora le due aziende devono andare "a braccetto nel mondo". "Finmeccanica mette a disposizione - ha detto - competenze, prodotti e tecnologie nei sistemi di combattimento, d'arma e di sorveglianza, con l'obiettivo di definire un'offerta integrata e competitiva". L'accordo è stato salutato con molto favore sia dal rappresentante di Cassa depositi e prestiti sia dal ministro Pinotti. (ANSA).

Link to comment
Share on other sites

Proprio perché il mediterraneo si è "allargato" che occorre un sottomarino più grande, con maggiore autonomia, abitabilità ed armamento. Se il 216 venisse davvero realizzato per le marine "oceaniche"Australiana e Canadese io spero che a lungotevere delle navi comincino a pensare ad un battello del genere, sarebbe un asset strategico di prim'ordine, qualcosa mai avuto dal nostro paese e secondo me sarebbe un strumento necessario per affrontare gli scenari che potrebbero presentarsi nei prossimi anni. Cari amici avete dato uno sguardo alle caratteristiche del progetto...? Volendo ci sarebbe anche il 218 da 3000 tons che Hdw sta sviluppando per la Marina di Singapore.

Edited by Fockewulf
Link to comment
Share on other sites

Cerimonia emozionante ...come tutti i vari....anzi di più in virtù del fatto che questo battello lo abbiamo visto crescere in cantiere giorno dopo giorno (personalmente 2 volte a distanza di qualche mese)....e perchè il Comandante designato è il nostro caro amico Giuseppe. Veramente fattiva la partecipazione alla Cerimonia di Betasom....Totiano in tribuna, io nello schieramento ANMI ma soprattutto Overtorque che ha avuto il Grande Onore di defilare, portare nello schieramento e stringere tra le sue mani il Medagliere della Marina Militare. Di ottimi auspici per il futuro della FA gli interventi del Ministro Pinotti (...che trasformazione cara Roberta!!!!) e del CSMM Amm. De Giorgi.....veniamo al momento topico..ho letto che avete disquisito sul fatto... ha toccato....non ha toccato...mi vengono in mente Tito Stagno e Ruggero Orlando ai tempi dello sbarco sulla Luna..il 20 luglio 1969.....una volta tanto posso dire...io c'ero ed ho filmato.......

 

Buon Vento al Smg. Venuti, ai suoi Comandanti ed ai suoi equipaggi per un lungo futuro pregno di successi e soddisfazioni...che gli abissi siano favorevoli.......

 

W il Smg. Venuti W la Marina Militare W l'Italia

 

Un caro saluto a tutti Luca :Italy:

Link to comment
Share on other sites

  • 2 weeks later...

...e poi a fine decennio, in sostituzione di Gazzana e Longobardo, si mettono in linea 2 U 216 per spingerci un po piu lontano, come da tradizione di Betasom...

 

 

4000 tonnellate di battello per l'Italia? mi sembra davvero eccessivo, anche se le ultime missioni in oceano indiano suggeriscono comunque di aumentare i dati di autonomia.

 

 

Proprio perché il mediterraneo si è "allargato" che occorre un sottomarino più grande, con maggiore autonomia, abitabilità ed armamento. Se il 216 venisse davvero realizzato per le marine "oceaniche"Australiana e Canadese io spero che a lungotevere delle navi comincino a pensare ad un battello del genere, sarebbe un asset strategico di prim'ordine, qualcosa mai avuto dal nostro paese e secondo me sarebbe un strumento necessario per affrontare gli scenari che potrebbero presentarsi nei prossimi anni. Cari amici avete dato uno sguardo alle caratteristiche del progetto...? Volendo ci sarebbe anche il 218 da 3000 tons che Hdw sta sviluppando per la Marina di Singapore.

 

Sacrosanta verità che per andare in acque più remote siano auspicabili sommergibili di maggiori prestazioni e dimensioni. Ma -opinione del tutto personale- forse sarebbe anche il caso, in parallelo, di pensare a una o più "navi appoggio sommergibili", come ad esempio schiera la Deutsche Marine (la A-515 Main).

Link to comment
Share on other sites

359kcgy.jpg

 

 

U 216...Bella "bestia"! :laugh: Subito, se penso ai problemi che il "gigantismo sommergibilistico" ci ha causato nella II G.M, sarei propenso a scartarlo.

Ma i tempi cambiano ed anche le tecnologie. Per cui ne vedrei volentieri un paio nella nostra M.M. Sarebbero sicuramente più utili del CAVOUR!

Link to comment
Share on other sites

Come sempre non è la bellezza o la potenza del mezzo che deve convincere, ma ci deve essere a monte un requisito operativo da cui discendano le caratteristiche del mezzo che serve per attuarle. il passo successivo è, se non è già in casa, cercarlo sul mercato.

 

Una volta individuato ci deve essere anche l'adeguato supporto logistico: addestramento del personale, pezzi di ricambio, strutture in grado di effettuare le manutenzioni, nel caso di sommergibili anche una adeguata nave appoggio (Giacomo-melekhin sa da tempo che sono d'accordo con lui).

 

Cio detto, che al livello del nostro forum non puo che essere affrontato a livello accademico, perché a Roma hanno parametri e informazioni ben supeiroir alle nostre, possiamo parlare anche del 216.

 

Può anche darsi che sia prevenuto nei confronti dei mezzi troppo grandi, fatto dovuto all'esperienza fatta su battelli piccoli, molto piccoli.

la tesi che sostengo è che 2 battelli piccoli sono sempre meglio di uno grande, offrono maggiore ridondanza, flessibilità e possibilità di maggiore rotazione del personale in zone operative.

Il contro è che serve (poco) più personale - perché è la logistica di contorno che richiede risorse -, che serve maggior tempo per i trasferimenti e un onere maggiore per le manutenzioni (anche qui non molto maggiore).

 

Il 212 è ancora l'unico della nuova serie a essere costruito in acciaio amagnetico e la Marina l'ha scelto per motivi precisi.

 

Piergiorgio ha ragione, tutta la serie "10" (tranne in parte il 210, ovvero gli ULA norvegesi) sono simili e derivano ognuno dal precedente, adattandolo alle esigenze di mercato. E forse il 216 vuole in parte nascondere alcuni problemi emersi con il 214.

 

Io vedo molto meglio la nuova serie israeliana, poco più grande di un 212 con in più capacità di lancio VLS.

Link to comment
Share on other sites

  • 1 year later...

SI Valeria e, mea cupla, ero convinto di avere postato l'evento! provvedo subito... Sono le foto di alcuni amici, postate su FB, per l'evento della consegna alla Marina, avvenuta a Spezia il 8 luglio 2016. Noi di Betasom il Venuti lo abbiamo visto da vicino, anzi, toccato con mano, alla omonima licenza di due annifa, quando era in costruzione al Muggiano. E' un classe Todaro (o A212IT secondo altra denominazione) seconda serie, con alcuni miglioramenti/aggiornamenti rispetto alla gia performante versione precedente

 

13620238_10208843846925978_7214500139272

 

13590379_10208843847365989_4345280541502

 

13627203_1112916408765103_18305017771541

 

 

 

ed eccolo, finalmente in "servizio" a tutti gli effetti, ormeggiato a fianco a una cara vecchia conoscenza

13615519_1114138755309535_73649520033550

Link to comment
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
  • Forum Statistics

    • Total Topics
      45k
    • Total Posts
      522.2k
×
×
  • Create New...