Jump to content

Riportiamo A Casa I Ragazzi Del San Marco...


Totiano

Recommended Posts

Perche' le autorita' indiane ( magistratura e polizia dello Stato del Kerala ) rispondano occorre che qualcuno gli ponga queste domande .

Visto che dubito che in India qualcuno legga i giornali italiani :s03: è ovvio che la domanda debba essere fatta dalle nostre autorita' o perlomeno dagli avvocati indiani che difendono i 2 fucilieri .

Lo faranno ?

Non lo faranno ?

Link to comment
Share on other sites

  • Replies 2.2k
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

Vi prego di non farvi prendere la mano.

 

Betasom è un forum di persone competenti, equilibrate e nella fattispecie attivamente impegnate in azioni di solidarietà per i nostri due soldati. Cerchiamo di non dimenticarlo mai e di farlo trasparire sia nei contenuti che nella forma dei post che scriviamo.

 

E' stato reso invisibile il post. n. 602 in quanto contenente commenti che ritenuamo lesivi dell'immagine di Betasom sia per linguaggio utilizzato sia per l''utilizzo di espressioni offensive nei confronti di un popolo, quello Indiano, che merita rispetto tanto quanto il nostro.

 

Chiaramente l'autore del post ha piena libertà di riproporre le proprie idee in termini più consoni allo spirito del forum e tenendo conto delle considerazioni sopra espresse

Edited by Alagi
Link to comment
Share on other sites

Vorrei intervenire nel metodo. Non ho letto il post cassato ma, sul metro di quanto letto su facebook posso immaginare le ragioni della cancellazione.

Su quel social network ho iniziato sin dal primo giorno la battaglia per la liberazione di Massimiliano e Salvatore. E ho preso l'impegno di continuarla fino alla loro liberazione.

La mia battaglia è appunto una battagliaper e non contro.Per la giustizia e la liberazione di due innocenti, non certo contro nessun popolo e nessuna nazione. Certamente ciò non attenua né infirma le pesanti responsabilità del governo indiano che debbono essere condannate come tali.

Giova ricordare l'esempio di un nostro grande Padre della Patria, Giuseppe Mazzini che nel condurre la battaglia per l'edificazione italiana mai denigrò altri popoli ma aiutò e promosse i patrioti che in altre nazioni seguivano l'identico fine.

Comunque credo che una considerazione, amara, sia opportuna: nazioni e popoli percorrono il loro cammino. L'India non ha solo una civiltà millenaria ma anche energia ed entusiasmo per il presente e l'avvenire. E ci tiene sotto schiaffo. Questa è invece una società che si ripiega su se stessa, facciamoci due conti.

Altrimenti inutile volgersi alle glorie del passato imperiale vagheggiando improbabili prove muscolari, atteggiamento mentale proprio di certi nobili decaduti che in un palazzo cadente ricordano giorni lontani.

Questo per chiarire, come ho fatto altrove, una questione per me essenziale.

Senza creare polemiche.

Link to comment
Share on other sites

Per i nuovi entrati della base e per chi magari avesse smarrito l'indirizzo, ritengo utile uppare il messaggio del Comandante dieblaureiter (pag. 17)

 

 

________________________________________________________________________________

_

 

AVVISO IMPORTANTE DAL CONSOLATO GENERALE DI MUMBAI:

 

Unitamente all'indirizzo postale messo a disposizioni alcuni giorni fa il Consolato Generale d'Italia a Mumbai ha predisposto una mailbox ESCLUSIVAMENTE DEDICATA a cui far giungere le email per i due Fucilieri di Marina: Massimiliano Latorre e Salvatore Girone.

 

La email è:

---------------------------------------------

consolato.latorre.girone@gmail.com

---------------------------------------------

Il Console CUTILLO precisa che:

 

"Sara' nostra cura, nei limiti di possibili difficolta'/ritardi di carattere logistico, recapitare le comunicazoni indirizzate ai nostri due militari."

 

SI INVITANO QUANTI STIANO NEL FRATTEMPO UTILIZZANDO LA MAIL DI SERVIZIO DEL CONSOLATO (consulgeneralmumbai@esteri.it) AD UTILIZZARE ESCLUSIVAMENTE LA MAILBOX DEDICATA AL FINE DI EVITARE POSSIBILI DISSERVIZI A QUANTI AVESSERO REALE NECESSITA DI METTERSI IN CONTATTO CON LA NOSTRA SEDE CONSOLARE. -- GRAZIE

 

________________________________________________________________________________

_

 

 

 

PS - il pulsante "citazioni" continua a non funzionare sul mio pc. Qualcuno ha qualche idea?

Link to comment
Share on other sites

Che le nostre autorita' non riescano ad ottenere nulla nei confronti degli indiani si puo' pure capire ma questa .... NO !

 

India: maro'; moglie Latorre,chiedo aiuto per i miei figli

 

ANSA) - TARANTO, 19 APR - 'Aiutatemi a mantenere i nostri figli': è l'appello che Rosalba Ancona, moglie del marò tarantino Massimiliano Latorre (in carcere in India, insieme al marò barese Salvatore Girone, per la vicenda dei pescatori uccisi scambiati per pirati), ha rivolto con una nota diffusa da un famigliare di fiducia. La coppia ha tre figli di 12 anni, 10 anni e di 22 mesi. "Mi appello alla famiglia di mio marito - scrive la donna - affinché le risorse materiali necessarie non a me, ma ai bambini che sono la priorità unica di tutto ciò, siano disponibili per la conduzione normale dell'esistenza''.(ANSA).

 

NO COMMENT

Link to comment
Share on other sites

Che le nostre autorita' non riescano ad ottenere nulla nei confronti degli indiani si puo' pure capire ma questa .... NO !

 

India: maro'; moglie Latorre,chiedo aiuto per i miei figli

 

ANSA) - TARANTO, 19 APR - 'Aiutatemi a mantenere i nostri figli': è l'appello che Rosalba Ancona, moglie del marò tarantino Massimiliano Latorre (in carcere in India, insieme al marò barese Salvatore Girone, per la vicenda dei pescatori uccisi scambiati per pirati), ha rivolto con una nota diffusa da un famigliare di fiducia. La coppia ha tre figli di 12 anni, 10 anni e di 22 mesi. "Mi appello alla famiglia di mio marito - scrive la donna - affinché le risorse materiali necessarie non a me, ma ai bambini che sono la priorità unica di tutto ciò, siano disponibili per la conduzione normale dell'esistenza''.(ANSA).

 

NO COMMENT

 

 

Adesso vorrei tanto che quella specie di sindaco di Taranto, pronto ad offrire il mantenimento alle famiglie dei pescatori indiani uccisi, si facesse vivo :s05:

Link to comment
Share on other sites

dall'Agenzia AGI

 

New Delhi, 20 aopr. - Un accordo extra-giudiziale e' stato raggiunto tra le autorita' italiane e i congiunti dei due pescatori indiani, uccisi il 16 marzo scorso al largo delle coste dello Stato del Kerala, India sud-occidentale, e della cui morte sono accusati i maro' italiani Salvatore Girone e Massimiliano Latorre, che li avrebbero scambiati per pirati. Lo riferisce il quotidiano 'The Times of India', secondo cui a ciascuna della due famiglie dovrebbero essere versati a titolo di indennizzo 10 milioni di rupie, pari a poco piu' di 146.000 euro.

 

che significa??? pri i nostri cambia qualcosa??? se fossimo nell' '800 si, ma adesso....

Link to comment
Share on other sites

Perdonatemi se canto fuori dal coro, ma non credo che il punto fondamentale sia se i due Marò abbiano o meno ucciso i due pescatori (a meno che non ci fossero altri a sparare in quel momento...), quanto piuttosto chiarire le circostanze per le quali hanno sparato alla luce del comportamento dei pescatori stessi (o presunti tali). La differenza può comunque essere enorme e determinare colpevolezza piuttosto che innocenza: un po' come valutare la differenza che passa dallo sparare a sangue freddo al venditore ambulante che suona il campanello o sparare di notte al ladro che si è introdotto in casa tua.

 

Alla luce di questo, il fatto che il Governo Italiano proponga un idennizzo per le famiglie delle vittime non mi sembra automaticamente un'ammissione di colpevolezza: si può decidere di risarcire un danno anche se a causarlo è stato un incidente senza colpevoli, tanto più se questo gesto può aiutare a risolvere la vicenda in modo favorevole per entrambe le parti.

Link to comment
Share on other sites

Il fatto che noi paghiamo i riscatti ci ha portati alla situazione attuale, a mio parere. Chissa' perche' ma dovunque ci siano turisti in giro quelli rapiti sono in larga parte italiani.......

 

Nel caso specifico poi, pur se dal punto di vista eminentemente pratico FORSE si risolverebbe la situazione prima e con una spesa tutto sommato ridicola per il bilancio della stato (con tutto il rispetto dovuto per i pescatori morti), trovo che sarebbe una vergognosa ammissione di colpevolezza senza neanche un tentativo di salvare l'onore del paese ed ANCOR PIU' GRAVE dei 2 fucilieri. Sono certo che, per il comportamento finora tenuto e le tradizioni del corpo, preferirebbero uscirne a testa alta fra 2 anni piuttosto che fuggire da codardi attraverso quella che sembrerebbe tanto una tangente.

 

Quanto tempo passerebbe prima che qualcuno ritenti il colpaccio? Quanto solleticherebbe la fantasia di qualsiasi disperato addossare ad una nostra nave la responsabilita' di ogni minimo incidente si verificasse nelle sue vicinanze?

 

Approfitto del post e chiedo a Malaparte il permesso di pubblicare le foto scansionate in un paio di gruppi su Facebook che frequento (Sostenitori A.N.A.I.M. - Amici forze speciali Marina Militare).

Link to comment
Share on other sites

Approfitto del post e chiedo a Malaparte il permesso di pubblicare le foto scansionate in un paio di gruppi su Facebook che frequento (Sostenitori A.N.A.I.M. - Amici forze speciali Marina Militare).

 

Onorata, ma la gestione di questo forum è di Alagi. :s02:

Link to comment
Share on other sites

Secondo il ministro della difesa Di Paola.

 

«È stato un atto di donazione, di generosità, ex gratia, al di fuori di un contesto giuridico»

 

Come dire , uno non sapendo cosa fare dei soldi ( tra l' altro non suoi ma dei contribuenti italiani ) decide cosi' , di fare una donazione a sconosciuti stranieri che hanno sofferto un lutto familiare a causa di chissa' chi .

 

Ma si puo' andare avanti cosi' ?

Prima non si muove un dito per mettere in luce i fatti avvenuti sulla Lexie / peschereccio indiano poi si pagano i familiari delle vittime motivando la cosa con giustificazioni incredibili .

Link to comment
Share on other sites

Onorata, ma la gestione di questo forum è di Alagi. :s02:

 

Speravo di aggirare la ferrea sorveglianza dell'implacabile moderatore dato che le scansioni sopo opera tua :s02: :s02:

 

Ma attendero' trepidante il verbo di Alagi.

Link to comment
Share on other sites

La notizia di oggi: l'Italia ha dato 145.000 eu alle famiglie dei pescatori (non ho capito se a ciascuna o in tutto). Guadagnavano poche lire e ora si trovano nababbi.

 

Consentitemi di inorridire di fronte a questa notizia.

Siamo innocenti e facciamo una donazione.

 

Ma ci pensi l'India che è un BRIC, caso mai, e poi sono cittadini suoi.

Link to comment
Share on other sites

Approfitto del post e chiedo a Malaparte il permesso di pubblicare le foto scansionate in un paio di gruppi su Facebook che frequento (Sostenitori A.N.A.I.M. - Amici forze speciali Marina Militare).

 

Speravo di aggirare la ferrea sorveglianza dell'implacabile moderatore dato che le scansioni sopo opera tua :s02: :s02:

 

Scusa, credo non ci siamo capiti, meglio, non avevo capitpo io!: stai parlando delle foto tratte dal QN che ho scansionato io ieri? In tal caso, per quel che mi riguarda, no problem, ovviamente! Mica ne ho i diritti! :s11:

Avevo capito tu avessi scansionato qualcosa su Facebook e chiedessi il permesso di pubblicarle qui... :s68: QUI PRO QUO (QUA...)

Edited by malaparte
Link to comment
Share on other sites

Speravo di aggirare la ferrea sorveglianza dell'implacabile moderatore dato che le scansioni sopo opera tua :s02: :s02:

 

Ma attendero' trepidante il verbo di Alagi.

Se il materiale non viola le condizioni d'uso del forum si può pubblicare. :s02:

Link to comment
Share on other sites

La notizia di oggi: l'Italia ha dato 145.000 eu alle famiglie dei pescatori (non ho capito se a ciascuna o in tutto). Guadagnavano poche lire e ora si trovano nababbi.

 

Consentitemi di inorridire di fronte a questa notizia.

Siamo innocenti e facciamo una donazione.

 

Ma ci pensi l'India che è un BRIC, caso mai, e poi sono cittadini suoi.

 

 

Forse, invece di inalberarsi per la cosa in se, bisognerebbe cercare di capire PERCHE' è stata fatta.

Link to comment
Share on other sites

Domando scusa Signori (e Signore), ma secondo voi, dico, perchè il nostro governo paga? ma secondo voi, dico, perchè nessuno commenta l'output della perizia?

Testa bassa, umiltà e cerchiamo di riportare a casa i ragazzi.. da dove vengono tutte le vostre incrollabili certezze?

Link to comment
Share on other sites

noi Italiani teniamo un cuore grande assai....aiutiamo anche chi non dovremmo...(i famigliari degli uccisi e non vedo a che titolo),

peccato che a chi di competenza, gli attributi non siano proporzionali al cuore.....Pessimismo e rassegnazione!!!!!!

va a finire che ci toccherà pagare anche le falsate perizie balistiche e salate pure.

Link to comment
Share on other sites

Quando non si hanno le capacità....si paga! Non vale solo per le finte lauree :s02: :s02:

Perchè mai dovremmo stupirci: oramai è da anni che l'unica cosa che sappiamo fare è pagare!!! La cosa ridicola è che sicuramente adesso ci sarà un proliferare di assalti di pescatori a navi difese dagli Italiani: tanto quelli pagano.... :s03: :s03: :s03: E non venitemi a dire che si tratta di astuzia diplomatica :s03: :s03:

Link to comment
Share on other sites

CITAZIONE (madmike @ Apr 20 2012, 02:27 PM) *

 

Forse, invece di inalberarsi per la cosa in se, bisognerebbe cercare di capire PERCHE' è stata fatta.

 

Domando scusa Signori (e Signore), ma secondo voi, dico, perchè il nostro governo paga? ma secondo voi, dico, perchè nessuno commenta l'output della perizia?

Testa bassa, umiltà e cerchiamo di riportare a casa i ragazzi.. da dove vengono tutte le vostre incrollabili certezze?

 

Grazie MadMike e Lefa, vi quoto incondizionatamente: tra sequestri, aumenti di benzina e false lauree avevo per un attimo temuto di essere capitato nel forum sbagliato.

 

quindi, giusto per ribadire il concetto:

 

Betasom è un forum di persone competenti, equilibrate e nella fattispecie attivamente impegnate in azioni di solidarietà per i nostri due soldati. Cerchiamo di non dimenticarlo mai e di farlo trasparire sia nei contenuti che nella forma dei post che scriviamo.

 

Ma possibile che le parole dei moderatori debbano sempre valere come il due di bastoni quando va a coppe?

Link to comment
Share on other sites

Caso marò: il governo centrale indiano afferma “Enrica L. si trovava in acque internazionali”

 

Dalla CNN- IBN apprendiamo che l’ avvocato dello Stato indiano ha criticato oggi durante un’ udienza presso la Corte suprema di New Delhi, l’ operato della polizia del Kerala che ha bloccato la

nave Enrica Lexie pur non avendone il diritto, perche’ l’ incidente in cui sono morti due pescatori indiani, è avvenuto in acque internazionali.

 

 

http://news.liberoreporter.eu/?p=24274

 

 

All'inizio della disgraziata vicenda segnalai, da fonte non sospetta, una importante affermazione. Un giornale indiano attribuiva l'origine della vicenda all'eccessivo livello di autonomia raggiunto dagli stati indiani rispetto al governo centrale. La notizia conferma in pieno la verità di tale affermazione.

Link to comment
Share on other sites

Quoto il C.te R.Hunter: proprio per questo motivo preferisco non entrare più in questa discussione Riportiamo A Casa I Ragazzi Del San Marcoperchè voglio evitare di dover pensare per forza che quello che fanno i Capi è giusto a prescindere. Preferisco dedicarmi alle altre discussioni. Posso solo dire FORZA RAGAZZI SIAMO CON VOI.

Link to comment
Share on other sites

Domando scusa Signori (e Signore), ma secondo voi, dico, perchè il nostro governo paga? ma secondo voi, dico, perchè nessuno commenta l'output della perizia?

Testa bassa, umiltà e cerchiamo di riportare a casa i ragazzi.. da dove vengono tutte le vostre incrollabili certezze?

 

 

Grazie MadMike e Lefa, vi quoto incondizionatamente: tra sequestri, aumenti di benzina e false lauree avevo per un attimo temuto di essere capitato nel forum sbagliato.

 

quindi, giusto per ribadire il concetto:

 

 

 

Ma possibile che le parole dei moderatori debbano sempre valere come il due di bastoni quando va a coppe?

 

Perdonatemi se contesto per una volta, ma credo che esprimere il proprio dissenso per azioni che si reputano poco onorevoli e comunque delle comode scappatoie non sia contrario alle regole del forum e, casomai, rappresentano l'indignazione di chi ha nel cuore l'onore ed il rispetto per la Bandiera e coloro che la portano alta nel mondo.

 

Dallo scritto di Lefa pare trasparire che ci siano prove a carico dei nostri fucilieri (se ho frainteso me ne scuso) tali da far preferire la soluzione dell'accordo extragiudiziale piuttosto che affrontare un processo e contestare punto per punto tutti i lati oscuri della vicenda. Bene, io non ho certezze ma dal quadro che traspare dalle fonti di informazione, dalle foto del peschereccio, dai continui "aggiustamenti" del racconto dei pescatori e, successivamente, delle perizie dei periti ufficiali mi pare che ci sia ben piu' di un motivo per ritenere i nostri uomini piu' che degni del beneficio del dubbio.

 

Cosi' facendo -e tacendo- invece li abbiamo condannati senza processo e io al posto loro rifiuterei una tale macchia, un tale sospetto per il resto della vita. QUESTO mi fa indignare oltremodo.

 

Forse Pugio si e' espresso in maniera troppo colorita ma non ha fatto altro che esprimere perfettamente l'impressione che si avverte fra la gente comune.

 

Resta comunque da accertare se davvero sia stato raggiunto un tale accordo o se si tratti dell'ennesima cattiva informazione..............

Link to comment
Share on other sites

Leggendo i commenti dei principali giornali on line ( Corriere, Messaggero etc ) noto sconcerto ed indignazione per il pagamento fatto alle famiglie dei 2 indiani morti .

Molti affermano che cosi' facendo si è ammessa la responsabilita' dei nostri nell accaduto , altri ritengono che si tratti di un pagamento di un vero e proprio riscatto .

Le parole del Di Paola poi riguardo alla donazione fatta per spirito umanitario vengono viste assai male , specie in tempi di crisi ( e di tasse ) per tanti italiani .

 

A proposito di chi avrebbe bisogni di aiuti ecco le parole della moglie di uno dei 2 fucilieri , madre di 3 bimbi piccoli .

 

«Sono Rosalba Ancona moglie del marò Massimiliano Latorre. E non ex moglie come erroneamente riportato sulla stampa. Sono moglie di Latorre e madre dei suoi tre figli, che hanno dodici e dieci anni, e 22 mesi di età. Sono rimasta in silenzio finora, volutamente; ho osservato in maniera rigorosa questo silenzio. Ma ora non posso fare a meno di rendere pubblica la situazione.

Da quando mio marito è nella condizione di cui tutta Italia sa, al di là di tutti gli altri gravissimi problemi, affettivi innanzitutto per i tre bambini, c'è la preoccupazione di una mamma che sente il dovere di garantire il necessario ai propri bimbi. Il recente distacco della fornitura di energia elettrica è solo l'ultimo esempio cronologico dei tanti che potrei fare».

 

La carita' toccherebbe iniziare a farla partendo da casa propria

 

http://www.liberoquotidiano.it/news/Italia...-alla-fame.html

Link to comment
Share on other sites

Cosi' facendo -e tacendo- invece li abbiamo condannati senza processo e io al posto loro rifiuterei una tale macchia, un tale sospetto per il resto della vita. QUESTO mi fa indignare oltremodo.

 

Ma carissimo NightRider, chi ha mai detto questo? Lefa saprà sicuramente argomentare sul suo intervento, ma io ci ho letto l'invito, dal mio punto di vista sacrosanto, a fare attenzione nello sbilanciarci in facili ed emotivi giudizi. Così come è assurdo emettere ora sentenze di condanna, lo è altrettanto emettere verdetti di innocenza. Anzi, è assurdo emettere qualunque verdetto punto e basta, perchè noi non siamo un tribunale, non abbiamo elementi di prova nè testimoni da sentire. Il senso di questo topic è coordinare le iniziative che il forum www.betasom.it intraprende allo scopo di - lo dice il nome - riportare a casa i ragazzi del san Marco. Non di condannarli nè di assolverli, perchè non siamo competenti a farlo, bensì - lo ripeto - di riportarli a casa.

Chi scrive in questo topic ha la responsabilità di affidare alle proprie parole l'immagine che il forum dà all'esterno. Un po' come avviene in tutti gli altri topic, con l'aggravante che questo è un topic in evidenza e che vorrebbe essere di riferimento anche per i non utenti (che sono tantissimi) che ci leggono e basta. Il senso del richiamo di Alagi era questo: non si tratta di violare le regole del forum (chi l'ha fatto, ha visto cancellati i propri interventi), o di impedire di esprimere le proprie idee. Semplicemente, di tener presente quanto sopra, e cercare di tenere a freno inutili sarcasmi, o battute da bar, che niente hanno a che vedere con l'estrema serietà dell'argomento trattato. Stiamo portando avanti idee e iniziative, stiamo cercando di diffonderle anche con altri mezzi (facebook ecc...) e poi rischiamo che persone interessate alla cosa - persone che potrebbero magari fare molto per contribuire alle suddette iniziative - si indirizzino verso questo topic per allontanarse subito disilluse dal tenore degli interventi, non dissimile dal qualunquismo che regna sovrano in centinaia di altri "raccoglitori di commenti"

 

A costo di sembrare noioso (in effetti lo sono, sto annoiando pure me! :s68: :s03: ) ribadisco che chi scrive su questo topic ha una responsabilità in più, e deve tenerne conto. Invocare testosteroniche e fantapolitiche dimostrazioni di forza, o anche solo criticare sempre e comunque l'operato delle autorità italiane, senza conoscerne retroscena e motivazioni, e accodandoci a super-strumentalizzati luoghi comuni (adesso basta che lo Stato tiri fuori un euro che subito si grida allo scandalo e allo spreco di denaro pubblico) raggiunge l'unico obiettivo di farci apparire ridicoli agli occhi dei lettori.

 

Vogliamo questo?

 

 

NB: spero di non andare OT augurandomi con tutto il cuore che, nel tempo che servirà a riportare a casa i nostri soldati, e anche dopo, lo Stato non faccia mai mancare il sostegno economico (e non ) alle loro famiglie. Sapere che le loro famiglie non sono abbandonate a loro stesse sono certo costituirebbe tra l'altro - motivo di serenità e forza per i due marò in questo momento così difficile.

Link to comment
Share on other sites

" L'Enrica Lexie non poteva essere fermata " ......

New Delhi, l'avvocato di Stato dell'India ha criticato l'operato della polizia del Kerala, che ha bloccato la nave Enrica Lexie: "Incidente avvenuto in acque internazionali".

 

20.04.2012 ore 15:45 - Durante un'udienza presso la Corte suprema di Nuova Dehli l'avvocato dello Stato indiano ha criticato l'operato della polizia del Kerala, che ha bloccato la nave Enrica Lexie "pur non avendone l'autorità perché l'incidente era avvenuto in acque internazionali". Secondo il rappresentante del governo centrale il Kerala non è competente neppure per giudicare il caso. Si tratta della posizione sostenuta fin dall'inizio dall'Italia.

Lo "chief minister" di Kerala non retrocede: "Azione legittima"

Interpellato a questo proposito da un canale televisivo privato, lo "chief minister" del Kerala, Oommen Chandy ha ribattuto che "ogni azione è stata presa dopo consultazione con il governo centrale. L'incidente è avvenuto nel nostro territorio e abbiamo ogni diritto di applicare le nostre leggi".

 

Il 2 aprile, il ministro degli Esteri S.M.Krishna, in un incontro con Chandy, aveva elogiato il modo con cui il governo del Kerala aveva risposto alle preoccupazioni delle famiglie dei due pescatori uccisi, e aveva lodato anche "la giusta decisione" di arrestare i due marò implicati.

 

La nuova posizione presa oggi dall'avvocato dello Stato indiano ha sorpreso molti e indotto a pensare a uno scontro tra New Delhi e i vertici del Kerala a proposito della vicenda che sta contrapponendo India e Italia.

 

Stando a quanto riferiscono i media indiani, la Corte Suprema di New Delhi ha aggiornato l'udienza per il rilascio dell'Enrica Lexie al 30 aprile.

Link to comment
Share on other sites

Scusate la mia domanda ma lo stipendio ai marò è stato sospeso???

Questa aspetto interessa anche a me... :s07: :s12: :s14: Son sconcertato delle precarie condizioni economiche della Famiglia di Massimiliano LATORRE...

 

Per il resto non vedo proprio il motivo per cui noi dovremmo versare quelle somme di denaro, specie alla luce delle affermazioni dell' Avvocatura dello Stato Indiano secondo cui l'ENRICA LEXIE si sarebbe trovata in acquee internazionali. Qualsiasi cosa si dica, a mio parere, il pagare è un pò ammettere una colpa...

 

Amenochè il pagamento venga eseguito per salvare i corposi affari...

Link to comment
Share on other sites

Forse, invece di inalberarsi per la cosa in se, bisognerebbe cercare di capire PERCHE' è stata fatta.

 

 

Chiedo scusa, ma ognuno ha le proprie allergie.

Gradirei non venir citata per cose che non ho scritto.

 

Ho scritto "inorridisco" e lo ripeto inorridisco, non ho scritto : "sono inalberata".

 

Inorridisco, inorridisco, inorridisco, inorridisco...

Disapprovo, disapprovo, disapprovo

Non capisco, non capisco e non capisco.

 

E proprio il "perchè" non capisco. Sia che si sia innocenti (peggio) sia che si sia colpevoli (negare sempre).

 

Forse lei C.te, è portato ad attribuire agli altri ciò che lei pensa ma non è così io non sono affatto "inalberata".

Ma credo che scriverò al ministero degli esteri per chiedere spiegazioni su come spendono i nostri soldi per far calare ancora di più il nostro già basso prestigio.

Edited by Franca2011
Link to comment
Share on other sites

Perdonatemi se contesto per una volta, ma credo che esprimere il proprio dissenso per azioni che si reputano poco onorevoli e comunque delle comode scappatoie non sia contrario alle regole del forum e, casomai, rappresentano l'indignazione di chi ha nel cuore l'onore ed il rispetto per la Bandiera e coloro che la portano alta nel mondo.

 

Dallo scritto di Lefa pare trasparire che ci siano prove a carico dei nostri fucilieri (se ho frainteso me ne scuso) tali da far preferire la soluzione dell'accordo extragiudiziale piuttosto che affrontare un processo e contestare punto per punto tutti i lati oscuri della vicenda. Bene, io non ho certezze ma dal quadro che traspare dalle fonti di informazione, dalle foto del peschereccio, dai continui "aggiustamenti" del racconto dei pescatori e, successivamente, delle perizie dei periti ufficiali mi pare che ci sia ben piu' di un motivo per ritenere i nostri uomini piu' che degni del beneficio del dubbio.

 

Cosi' facendo -e tacendo- invece li abbiamo condannati senza processo e io al posto loro rifiuterei una tale macchia, un tale sospetto per il resto della vita. QUESTO mi fa indignare oltremodo.

 

Forse Pugio si e' espresso in maniera troppo colorita ma non ha fatto altro che esprimere perfettamente l'impressione che si avverte fra la gente comune.

 

Resta comunque da accertare se davvero sia stato raggiunto un tale accordo o se si tratti dell'ennesima cattiva informazione..............

 

 

Leggendo i commenti dei principali giornali on line ( Corriere, Messaggero etc ) noto sconcerto ed indignazione per il pagamento fatto alle famiglie dei 2 indiani morti .

Molti affermano che cosi' facendo si è ammessa la responsabilita' dei nostri nell accaduto , altri ritengono che si tratti di un pagamento di un vero e proprio riscatto .

Le parole del Di Paola poi riguardo alla donazione fatta per spirito umanitario vengono viste assai male , specie in tempi di crisi ( e di tasse ) per tanti italiani .

 

A proposito di chi avrebbe bisogni di aiuti ecco le parole della moglie di uno dei 2 fucilieri , madre di 3 bimbi piccoli .

 

 

 

La carita' toccherebbe iniziare a farla partendo da casa propria

 

http://www.liberoquotidiano.it/news/Italia...-alla-fame.html

 

 

Ho inviato il mio precedente commento prima di leggere i seguenti.

 

Mi fa piacere non essere l'unica a dissentire dall'azione del gov. e Inorridisco ancor di più nel leggere la lettera della moglie del marò. Certo a lei non ha pensato nessuno a quanto pare. Ma non avevano detto che lo stipendio, comprensivo della trasferta, come è giusto, avrebbero continuato a corrisponderlo ?

 

A questo punto C.te Madmike dia pure sfogo alla sua fantasia che tanto non l'acchiappa.

Link to comment
Share on other sites

Questa aspetto interessa anche a me... :s07: :s12: :s14: Son sconcertato delle precarie condizioni economiche della Famiglia di Massimiliano LATORRE...

 

Per il resto non vedo proprio il motivo per cui noi dovremmo versare quelle somme di denaro, specie alla luce delle affermazioni dell' Avvocatura dello Stato Indiano secondo cui l'ENRICA LEXIE si sarebbe trovata in acquee internazionali. Qualsiasi cosa si dica, a mio parere, il pagare è un pò ammettere una colpa...

 

Amenochè il pagamento venga eseguito per salvare i corposi affari...

Ci mancherebbe che gli sospendono anche lo stipendio.... :s02:

Sono d'accordo anche io sul fatto che "risarcire" e come ammettere una colpa che fra l'altro sono consapevole che non abbiamo...

Secondo me bisogna alzare il livello dello scontro.. come ha detto l'Amm Lertora chiudiamo l'ambasciata indiana a Roma...

Link to comment
Share on other sites

Ma carissimo NightRider, chi ha mai detto questo? Lefa saprà sicuramente argomentare sul suo intervento, ma io ci ho letto l'invito, dal mio punto di vista sacrosanto, a fare attenzione nello sbilanciarci in facili ed emotivi giudizi. Così come è assurdo emettere ora sentenze di condanna, lo è altrettanto emettere verdetti di innocenza. Anzi, è assurdo emettere qualunque verdetto punto e basta, perchè noi non siamo un tribunale, non abbiamo elementi di prova nè testimoni da sentire. Il senso di questo topic è coordinare le iniziative che il forum www.betasom.it intraprende allo scopo di - lo dice il nome - riportare a casa i ragazzi del san Marco. Non di condannarli nè di assolverli, perchè non siamo competenti a farlo, bensì - lo ripeto - di riportarli a casa.

Chi scrive in questo topic ha la responsabilità di affidare alle proprie parole l'immagine che il forum dà all'esterno. Un po' come avviene in tutti gli altri topic, con l'aggravante che questo è un topic in evidenza e che vorrebbe essere di riferimento anche per i non utenti (che sono tantissimi) che ci leggono e basta. Il senso del richiamo di Alagi era questo: non si tratta di violare le regole del forum (chi l'ha fatto, ha visto cancellati i propri interventi), o di impedire di esprimere le proprie idee. Semplicemente, di tener presente quanto sopra, e cercare di tenere a freno inutili sarcasmi, o battute da bar, che niente hanno a che vedere con l'estrema serietà dell'argomento trattato. Stiamo portando avanti idee e iniziative, stiamo cercando di diffonderle anche con altri mezzi (facebook ecc...) e poi rischiamo che persone interessate alla cosa - persone che potrebbero magari fare molto per contribuire alle suddette iniziative - si indirizzino verso questo topic per allontanarse subito disilluse dal tenore degli interventi, non dissimile dal qualunquismo che regna sovrano in centinaia di altri "raccoglitori di commenti"

 

A costo di sembrare noioso (in effetti lo sono, sto annoiando pure me! :s68: :s03: ) ribadisco che chi scrive su questo topic ha una responsabilità in più, e deve tenerne conto. Invocare testosteroniche e fantapolitiche dimostrazioni di forza, o anche solo criticare sempre e comunque l'operato delle autorità italiane, senza conoscerne retroscena e motivazioni, e accodandoci a super-strumentalizzati luoghi comuni (adesso basta che lo Stato tiri fuori un euro che subito si grida allo scandalo e allo spreco di denaro pubblico) raggiunge l'unico obiettivo di farci apparire ridicoli agli occhi dei lettori.

 

Vogliamo questo?

 

 

NB: spero di non andare OT augurandomi con tutto il cuore che, nel tempo che servirà a riportare a casa i nostri soldati, e anche dopo, lo Stato non faccia mai mancare il sostegno economico (e non ) alle loro famiglie. Sapere che le loro famiglie non sono abbandonate a loro stesse sono certo costituirebbe tra l'altro - motivo di serenità e forza per i due marò in questo momento così difficile.

 

 

Permettimi R.Hunter, ma vedi, in Occidente certamente si dà un certo peso alla vita umana che in molti paesi viene riconosciuta e "valutata" (che brutta parola), molti milioni di eu o di usd. Questo vale nei confronti dei propri concittadini come per gli stranieri.

Non credo sia questo l'atteggiamento dell'India nei confronti dei propri cittadini.

Mi sembra più una speculazione, come per far sapere al mondo quanto ci tengono, ai loro concittadini, purchè a spese degli altri.

Forse anche l'obiettivo del seggio permanente all'Onu, un desiderio mal perseguito di notorietà e ricerca di... prestigio ??

 

Ma è così che si ottiene prestigio ? Violando ogni regola internazionale ? barando ? facendo i prepotenti ? ecc. ecc. ?

 

Si potrà dire cosa avremmo fatto noi... ma mi pare che per esempio nella tragedia del Cermis, spesse volte citata come termine di paragone, quantomeno noi avessimo prove inconfutabili. Qui le prove (che a quanto si sa non esistono) le hanno comunque nascoste se non manipolate. Poi può darsi sia solo "colpa" della stampa, l'unico merito che riconosco in questa vicenda è la riservatezza dei magistrati. Noi ormai siamo abituati ai processi sui giornali o in TV, speriamo quanto è divulgato non sia così vero.

Link to comment
Share on other sites

Segnalo , a chi puo' interessare , un articolo di G.Gaiani ( SOLE 24ore ) sugli ultimi sviluppi della situazione e su alcune problematiche non ancora prese in esame .

 

Le conseguenze del caso marò

 

 

Ottimo articolo.

Cosa resterà di noi (vedo che qua non ci sono faccine che piangono, certo non sarà da marinai, ma io che non lo sono ce l'avrei messa). :s06:

Edited by Franca2011
Link to comment
Share on other sites

In pratica per evitare guai all'estero bisognerà -che di singoli individui o di navi mercantili si tratti- nascondere di essere italiani?

Sono contento: è esattamente ciò che meritiamo.

:s06: :s06: :s06: :s06: :s06: :s06: :s06: :s06: :s06:

 

 

Ma ssì, persino i Maltesi hanno le....

 

Io comunque, appena posso (nel dubbio), mi faccio apolide

Edited by Franca2011
Link to comment
Share on other sites

Ma carissimo NightRider, chi ha mai detto questo? Lefa saprà sicuramente argomentare sul suo intervento, ma io ci ho letto l'invito, dal mio punto di vista sacrosanto, a fare attenzione nello sbilanciarci in facili ed emotivi giudizi.

 

A costo di sembrare noioso (in effetti lo sono, sto annoiando pure me! :s68: :s03: ) ribadisco che chi scrive su questo topic ha una responsabilità in più, e deve tenerne conto. Invocare testosteroniche e fantapolitiche dimostrazioni di forza, o anche solo criticare sempre e comunque l'operato delle autorità italiane, senza conoscerne retroscena e motivazioni, e accodandoci a super-strumentalizzati luoghi comuni (adesso basta che lo Stato tiri fuori un euro che subito si grida allo scandalo e allo spreco di denaro pubblico) raggiunge l'unico obiettivo di farci apparire ridicoli agli occhi dei lettori.

 

Vogliamo questo?

 

 

NB: spero di non andare OT augurandomi con tutto il cuore che, nel tempo che servirà a riportare a casa i nostri soldati, e anche dopo, lo Stato non faccia mai mancare il sostegno economico (e non ) alle loro famiglie. Sapere che le loro famiglie non sono abbandonate a loro stesse sono certo costituirebbe tra l'altro - motivo di serenità e forza per i due marò in questo momento così difficile.

 

Lefa scrive:

Domando scusa Signori (e Signore), ma secondo voi, dico, perchè il nostro governo paga? ma secondo voi, dico, perchè nessuno commenta l'output della perizia?

Testa bassa, umiltà e cerchiamo di riportare a casa i ragazzi.. da dove vengono tutte le vostre incrollabili certezze?

 

Ho gia' premesso le mie scuse nel caso stessi mal interpretando le sue domande, ma conoscendo la sua capacita' di trovare notizie e la competenza e serieta' dimostrate in innumerevoli occasioni a me suona come un "c'e' qualcosa sotto che non vi posso dire ma ci conviene pagare e portarli fuori prima che accada il peggio"

 

Questo (l'atto del pagamento, non lo scritto di Lefa) a me suona invece come una ammissione di colpa senza neanche un processo che, dopo tutte le manifestazioni di sostegno e solidarieta' per i ragazzi del San Marco, svilisce questi sinceri moti d'orgoglio ed ancora una volta ci pone agli occhi del mondo come incapaci di usare un minimo di "attributi" per far valere le nostre ragioni chiedendo che sia rispettato il diritto internazionale.

 

"Attributi", e mi si perdoni la metafora, diplomatici da usare nelle appropriate sedi, chiedendo l'intervento di tutti gli organi di comando, dalla NATO alla corte internazionale, all'ONU e quanti altri fossero rappresentati dai fucilieri nel momento in cui hanno compiuto il loro dovere. La sensazione da uomo della strada e' che sia mancato tutto questo, che ci sia stata quasi una rassegnazione, una condanna sulla base di atti e prove palesemente deboli da sostenere.

 

Nessun dubbio che siano da evitare utopiche incursioni militari o altrettante prove di forza che ci porterebbero dalla parte del torto, ma finche' siamo nel giusto facciamoci valere usando diplomatici e legali, non il portafogli.

 

Permettimi poi di sostenere veementemente che il ventilato pagamento di un indennizzo, a qualunque titolo lo si voglia far passare, non mi va proprio giu' di considerarlo spreco di denaro alla stregua delle recenti "ristrutturazioni forzate" ma piuttosto un'onta sulla reputazione dei due fucilieri che preferirei vedere liberi dopo un regolare processo o, se responsabili dell'accaduto, riconosciuti colpevoli in base a prove e verifiche fatte da organi internazionali e super partes.

 

Quanto sopra è espresso nel massimo rispetto ed apprezzamento delle "tirate d'orecchie" dei moderatori e sempre che l'ipotesi del pagamento sia stata concretamente presa in considerazione.

 

Alla fine l'appello di Lefa "cerchiamo di riportare a casa i ragazzi" è quanto mai la cosa principale da tenere in mente, sono ragionevolmente certo che alla fine ci si riuscira', lasciatemi sperare che succeda in maniera da non lasciare spazio per dubbi ed incertezze che potrebbero passare per la testa ai prossimi militari italiani al momento di difendere, tutto sommato, i guadagni altrui....

Link to comment
Share on other sites

Ma questo "Atto di generosità" come è stato chiamato, verso i familiari dei caduti ITALIANI per lo Stato, le famiglie dei morti di Ustica e, potrei fare un elenco luingo un metro, nessuno a mai pensato minimamente di farlo? Allora se abbiamo provveduto sollecitamente a pagare le famiglie, automaticamente abbiamo ammesso la colpa. Poi se qualcuno vuole credere, o convincerci a credere, che i somari volano faccia pure: l'importante è che ci sia qualcuno che non ci crede più.

Link to comment
Share on other sites

A proposito di generosita' , non sarebbe il caso che le nostre autorita si facessero carico dei problemi della famiglia del fuciliere Latorre ?

LA moglie di Latorre dice

 

''I miei figli e io siamo allo stremo, al punto da essere costretti ad accettare la generosa ospitalita' di una cugina a Martina Franca''

"se sono stata costretta ad uscire dall'ombra e' solo perche' i miei tre figli si sono ritrovati improvvisamente senza alcun sostegno e addirittura al buio avendomi l'Enel interrotta l'erogazione per morosita''

 

 

Ma con che faccia certe autorita' espongono nastri gialli ma restano indifferenti di fronte ad una situazione come questa ?

 

http://www.ansa.it/web/notizie/regioni/pug...mo_6750391.html

 

********

 

Riguardo allo stipendio del fuciliere , lo stesso è formato da piu' voci .

Probabilmente trovandosi in galera non percepisce determinate voci e quindi la paga è decurtata .

Con 3 figli piccoli , una moglie che deve badare a loro a tempo pieno ( uno dei bimbi ha 22 mesi ) è facile comprendere il perche' si trovino nei guai .

Edited by Tuco
Link to comment
Share on other sites

A proposito di generosita' , non sarebbe il caso che le nostre autorita si facessero carico dei problemi della famiglia del fuciliere Latorre ?

LA moglie di Latorre dice

 

''I miei figli e io siamo allo stremo, al punto da essere costretti ad accettare la generosa ospitalita' di una cugina a Martina Franca''

"se sono stata costretta ad uscire dall'ombra e' solo perche' i miei tre figli si sono ritrovati improvvisamente senza alcun sostegno e addirittura al buio avendomi l'Enel interrotta l'erogazione per morosita''

 

 

Ma con che faccia certe autorita' espongono nastri gialli ma restano indifferenti di fronte ad una situazione come questa ?

 

http://www.ansa.it/web/notizie/regioni/pug...mo_6750391.html

 

********

 

Riguardo allo stipendio del fuciliere , lo stesso è formato da piu' voci .

Probabilmente trovandosi in galera non percepisce determinate voci e quindi la paga è decurtata .

Con 3 figli piccoli , una moglie che deve badare a loro a tempo pieno ( uno dei bimbi ha 22 mesi ) è facile comprendere il perche' si trovino nei guai .

 

Su quello si è inflessibili. Scherziamo! Pagare un'indennità che non si ha diritto a percepire! :s03: :s03: :s02: :s02: Anzi, sono convinto che quando i Ragazzi torneranno (spero presto) verranno "Come atto dovuto" iscritti nel registro degli indagati per omicidio da qualche Zelante procura. :s02: :s02:

Link to comment
Share on other sites

Su quello si è inflessibili. Scherziamo! Pagare un'indennità che non si ha diritto a percepire! :s03: :s03: :s02: :s02: Anzi, sono convinto che quando i Ragazzi torneranno (spero presto) verranno "Come atto dovuto" iscritti nel registro degli indagati per omicidio da qualche Zelante procura. :s02: :s02:

 

Immagino che SE ce ne fossero gli elementi, sarebbe OBBLIGO per la procura "zelante", come la definisci tu, procedere in tal senso. Non mi sembra che l'essere del San Marco ti ponga al di sopra della legge, credo che il solo pensarlo farebbe inca##are i nostri due soldati che per difendere QUESTO Stato e QUESTA legge si trovano in quella situazione.

 

Ribadisco comunque il mio più vivo desiderio che le loro famiglie siano assistite nel miglior modo possibile, e mi auguro che le momentanee difficoltà che attraversano siano dovute non all'indifferenza, ma alle ahimè fisiologiche lentezze della macchina pubblica.

Link to comment
Share on other sites

Ma in effetti una Procura ha aperto da subito un fascicolo: è una componente necessaria della posizione del governo italiano, subito comunicata a quello indiano, che rivendica il diritto dei marò ad essere giudicati in Italia perché il fatto è avvenuto in acque internazionali e su una nave italiana...

Link to comment
Share on other sites

Immagino che SE ce ne fossero gli elementi, sarebbe OBBLIGO per la procura "zelante", come la definisci tu, procedere in tal senso. Non mi sembra che l'essere del San Marco ti ponga al di sopra della legge, credo che il solo pensarlo farebbe inca##are i nostri due soldati che per difendere QUESTO Stato e QUESTA legge si trovano in quella situazione.

 

Ribadisco comunque il mio più vivo desiderio che le loro famiglie siano assistite nel miglior modo possibile, e mi auguro che le momentanee difficoltà che attraversano siano dovute non all'indifferenza, ma alle ahimè fisiologiche lentezze della macchina pubblica.

 

 

Caro Comandante non è mia intenzione fare polemica in questa spinosa questione: io come tutti quanti noi voglio vedere i Nostri Ragazzi liberi al più presto, ma non è mia intenzione, per dovere di onestà morale, far passare gli errori gravissimi che sono stati compiuti in questa vicenda. E non è solo mia opinione credo. E comunque non mi spiego come le lentezze fisiologiche della macchina pubblica, nel caso del risarcimento alle famiglie dei pescatori abbia brillato come non mai per velocità e sollecitudine. Non vorrei che la macchina pubblica sia solerte e veloce solo con chi non è cittadino italiano. :s01: :s02:

Link to comment
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...

  • Forum Statistics

    • Total Topics
      45k
    • Total Posts
      522.2k
×
×
  • Create New...