Jump to content

Ricerca Rimorchiatori Della Marina Militare Ex Us Navy


giampyg

Recommended Posts

A titolo puramente di collaborazione, non mi risulta che la U.S. NAVY abbia mai ceduto alla MARINA MILITARE alcun rimorchiatore.

Nel secondo dopoguerra, quando fummo accettati nel trattato Atlantico, abbiamo ricevuto sommergibili, dragamine in legno classe 800- 500 qualche caccia della classe brooklyn, fletcher . Di naviglio minore la Regia Marina ne aveva a sfare.

Link to comment
Share on other sites

Caro Giampyg,

ecco l'elenco richiesto, o perlomeno quelli che ho trovato.

 

Rimorchiatori d'altura: Atleta - Colosso - Forte - Tenace

Rimorchiatori da porto: Nisida - Albenga - Boeo

Rimorchiatori media potenza: Ausonia - Panaria - Miseno - Montecristo

 

I nomi li ho ricavati spulciando l'Almanacco Storico delle navi Militari Italiane dal 1961 al 1995.

 

Sperando di esserti stato utile,

un caro saluto

 

Fassio

Edited by RN. Pola
Link to comment
Share on other sites

Anche il Vigoroso era un ex Usa...ci ho fatto pochi mesi d'imbarco.

Link to comment
Share on other sites


Parte dei rimorchiatori ex-USA ceduti alla MM nel dopoguerra non provenivano dall'U.S. Navy ma dall'U.S. Army.


Più nel dettaglio:


- nel 1947 furono acquistati due rimorchiatori d'altura mercantili che divennero il Ciclope e il Titano


- Sempre nel 1947, furono ceduti dall'U.S. Navy sette piccoli rimorchiatori per uso portuale che divennero i "Nisida" (Nisida, Albenga, Boeo, Miseno, Ausonia, Panaria e Montecristo)


- I rimorchiatori LT 152, 214, 159 e 154 dell'U.S. Army divennero, nel 1948, gli italiani Atleta,Forte, Colosso e Tenace rispettivamente;


- nel 1949 il rimorchiatore mercantile statunitense Atoyac divenne l'italiano Nereo.



L'elenco di cui sopra, comunque, non è completo.



-----



@ Fiftynine: i "Brooklyn" non erano cacciatorpediniere, ma incrociatori leggeri, e nessuno fu ceduto all'Italia - due furono trasferiti alla Marina brasiliana, due a quella argentina e due a quella cilena negli anni Cinquanta. :happy:



-----



Per un elenco completo delle unità ex statunitensi cedute all'Italia nel dopoguerra, suggerisco questo articolo:


E. Bagnasco, Una flotta d'oocasione (parti 1ª e 2ª), in "STORIA militare" n. 95 e 97 - settembre e ottobre 2001.


Edited by Alagi
Link to comment
Share on other sites

Grazie Alagi, del chiarimento, sei sempre inappuntabile e preciso.

 

@ Giampyg, le caratteristiche tecniche dei rimorchiatori ci sono, da qualche parte dovrei avere forse qualche profilo e altre amenità,

se mi fai avere la tua E-Mail privata ti mando ciò che ho, compresi gli articoli sopracitati,

con tutta la calma che occorre perché devo reimparare ad utilizzare il nuovo scanner, che è un po' più complicato dell'altro.

Attendo una risposta, la mia Mail la trovi sul forum.

 

Un caro saluto

 

Fassio

Link to comment
Share on other sites

Grazie Alagi, del chiarimento, sei sempre inappuntabile e preciso.

 

@ Giampyg, le caratteristiche tecniche dei rimorchiatori ci sono, da qualche parte dovrei avere forse qualche profilo e altre amenità,

se mi fai avere la tua E-Mail privata ti mando ciò che ho, compresi gli articoli sopracitati,

con tutta la calma che occorre perché devo reimparare ad utilizzare il nuovo scanner, che è un po' più complicato dell'altro.

Attendo una risposta, la mia Mail la trovi sul forum.

 

Un caro saluto

 

Fassio

Ciao Fassio,

 

Grazie , ti invio la mia email al tuo indirizzo email

 

Un caro saluto

Giampiero

 

 

Parte dei rimorchiatori ex-USA ceduti alla MM nel dopoguerra non provenivano dall'U.S. Navy ma dall'U.S. Army.

Più nel dettaglio:

- nel 1947 furono acquistati due rimorchiatori d'altura mercantili che divennero il Ciclope e il Titano

- Sempre nel 1947, furono ceduti dall'U.S. Navy sette piccoli rimorchiatori per uso portuale che divennero i "Nisida" (Nisida, Albenga, Boeo, Miseno, Ausonia, Panaria e Montecristo)

- I rimorchiatori LT 152, 214, 159 e 154 dell'U.S. Army divennero, nel 1948, gli italiani Atleta,Forte, Colosso e Tenace rispettivamente;

- nel 1949 il rimorchiatore mercantile statunitense Atoyac divenne l'italiano Nereo.

L'elenco di cui sopra, comunque, non è completo.

-----

@ Fiftynine: i "Brooklyn" non erano cacciatorpediniere, ma incrociatori leggeri, e nessuno fu ceduto all'Italia - due furono trasferiti alla Marina brasiliana, due a quella argentina e due a quella cilena negli anni Cinquanta. :happy:

-----

Per un elenco completo delle unità ex statunitensi cedute all'Italia nel dopoguerra, suggerisco questo articolo:

E. Bagnasco, Una flotta d'oocasione (parti 1ª e 2ª), in "STORIA militare" n. 95 e 97 - settembre e ottobre 2001.

Ciao Maurizio,

Grazie per le info , andrò a vedere anche sui numeri di Storia militare.

Anche se non della Marina Militare del Cnr e della Guardia Costiera : USS Bannock (AT-81/ATF-81)

Un caro saluto

Giampiero

Edited by giampyg
Link to comment
Share on other sites

Ciao Giampyg,

stamane ti ho inviato quello che ti avevo detto.

Fammi sapere se sono arrivate, via via il mio PC dice una cosa e poi ne fa un'altra.

Saluti

 

Fassio

Link to comment
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
  • Forum Statistics

    • Total Topics
      45k
    • Total Posts
      521.7k
×
×
  • Create New...