Jump to content

Il Mitico Superlandini


Anteo

Recommended Posts

Non c'è proprio pace..... :s68: l'Hachette ci propone sempre qualcosa di nuovo !

Non ho resistito ho acquistato il primo numero.

Scala 1/8 completo di aratro, in pressofusione e ABS lungo ben 78 cm (un bel bambino) 65 dispense.

Che dire, di certo un modello interessante, sembra ben fatto e curato nei particolari.

Dico questo perchè lo conosco abbastanza bene un mio amico ne ha restaurati due ed io oltre a vederli completamente

smontati, qualche volta ho partecipato ai lavori.

Se qualcuno inizia l'avventura...sarebbe interessante vedere tutte le fasi di montaggio.

 

http://www.hachette-fascicoli.it/opere-info/superlandini.htm

Link to comment
Share on other sites

ne sono affascinato anch'io, d'altronde quei trattori hanno forgiato la storia della mia terra!

e non credo sia neanche troppo disgiunto dai nostri argomenti, ripensando ai famosi orti gi guerra, ai razionamenti e al rifuguarsi in campagna quano il suolo Patrio fu invaso

Link to comment
Share on other sites

era mica questo il "testa calda"? :s01:

 

Si, il famoso testa calda. Assistere alla messa in moto è molto affascinante.

Va preriscaldato la testa con una fiamma poi (a mano) con vigore si fa girare il volano...e se hai abbastanza fiato,

il motore parte. Bisogna fare attenzione al senso del volano, perchè può partire anche al rovescio.

Il motore poteva funzionare con gasolio, olio pesante e anche oli vegetali.

Cose impensabili oggi giorno.

Link to comment
Share on other sites

Che dire. Tra tante costruzioni navali ho voluto cimentarmi anche io nella costruzione di questo "mito" delle nostre campagne. Devo dire che avendo i pezzi del primo fascicolo in mano, capisco che questo "nonno di campagna" una volta finito sarà bello imponente e pesantuccio. I pezzi contenuti nel primo fascicolo sono una delle due ruote anteriori la cassa dell'acqua, il coperchio per il rabbocco acqua, il filtro acqua e una molletta e uno spinotto per rendere apribili il filtro e il coperchio. I pezzi sono in metallo e colorati molto bene. Lascio spazio alle foto. :s01: :s02:

15fhjsh.jpg

207niuc.jpg

oi65pl.jpg

14c661u.jpg

29wnyq1.jpg

Link to comment
Share on other sites

Rieccoci al "Nonno campagnolo". Oggi ho preso la seconda uscita contenente i seguenti pezzi:

blocco radiatore,

3 spuntoni ruota posteriore,

cerchione ruota posteriore,

polverizzatore,

viti varie.

 

Confermo la grandezza e la notevole qualità dei pezzi. Il primo assemblaggio riquarda la cassa dell'acqua (vedi post precedente). Si unisce la cassa al blocco radiatore e si blocca con una vite flangiata contenuta nella bustina viti. La vite è nascosta sotto il filtro dell'acqua. Che dire.....aspettiamo il numero 3 :s03: Lascio spazio alle foto:

14ul3cz.jpg

2gt2s81.jpg

oqi24w.jpg

hvxqv7.jpg

24fib9g.jpg

Link to comment
Share on other sites

era mica questo il "testa calda"? :s01:

 

Esatto :s03:

Lo possiede il mio vicino di casa (e caro amico) in Piemonte zona Langhe, partecipa spesso a raduni dedicati. In quei giorni il caro amico diventa un caro "nemico" (scherzo ovviamente) perchè dopo averlo scaldato con bombolone del gas e fiamma (ai tempi mi sembra si accendesse un fuoco sotto il motore), vista l'estrema lentezza del mezzo e lontananza del luogo del raduno alle 4-5 del mattino la valle viene svegliata dall'inconfondibile: TUM.....TUM....TUM...TUM TUM TUM del pistone.

 

Comunque, se ne avete la possibilità, consiglio a tutti di andare a vedere uno di questi raduni, oltre ai testacalda sono quasi sempre presenti le vechie trebbie collegati tra loro con una lunga cinghia che consente l'utilizzo di queste ultime.

Si rivive quell'Italia contadina che ha dato tanto alla nostra cara Nazione.

 

PS: inoltre in queste sagre si beve e mangia benissimo :s02: :s03:

Link to comment
Share on other sites

Comunque, se ne avete la possibilità, consiglio a tutti di andare a vedere uno di questi raduni, oltre ai testacalda sono quasi sempre presenti le vechie trebbie collegati tra loro con una lunga cinghia che consente l'utilizzo di queste ultime.

 

La trebbia azionata a cinghia la ricordo benissimo.

Ero molto piccolo, ma ricordo mio nonno che ci portava il grano (sopra al carretto trainato dal cavalo) per la trebbiatura.

Di raduni nella mia zona non ne fanno, ma mi piacerebbe molto rivivere quelle emozioni.

 

Mauro

Link to comment
Share on other sites

  • 5 months later...

In silenzio e con pazienza nell'aspettare i fascicoli, il Superlandini prende forma: ecco qui alcuni aggiornamenti. Che dire, il modello è davvero notevole sia nei particolari che nelle dimensioni: raffrontato alla S 100 Revell decisamente denota le sue dimensioni: e mqanca tutto l'aratro Dondi :rolleyes: :rolleyes:

rh5zzr.jpg

2j2untc.jpg

b8vjas.jpg

vzahiv.jpg

f38382.jpg

Link to comment
Share on other sites

Concordo appieno con la considerazione di Totiano sul rapporto guerra ed agricoltura...

 

Penso che anche l'agricoltura, come ogni altro settore produttivo, abbia fatto la sua parte, in modo reale ed in modo figurato, in tutti i conflitti in cui l'Italia ha combattuto. Giusto per fare un esempio nella Grande Guerra l'agricoltura ha sofferto ingenti perdite produttive a causa delle battaglie combattute in Veneto ed ha inoltre offerto un largo contributo di "braccia", visto che buona parte delle truppe combattenti erano composte dai cosiddetti "fanti-contadini".

Link to comment
Share on other sites

@ Pugio, che spettacolo!!

 

Mi sembra di ricordare che durante la guerra del golfo... nel periodo natalizio, le grandi industrie Emiliane (se non sbaglio), organizzarono, a proprie spese, un mega pranzo a favore delle nostre truppe... ovviamente, il settore alimentare a contribuito sicuramente in maniera più sostanziale... ma questa è un'altra storia.

Quello a cui stavo pensando è un'altra cosa... in questo momento in cui Loro sono in difficoltà, le Forze Armate dovrebbero fare di più!

Scusatemi se considerate questo un O.T....

Era solo per ricordare i nostri fratelli emiliani... :Italy: :Italy:

Edited by Guest
Link to comment
Share on other sites

  • 1 month later...

Tra il caldo e qualche aereo di troppo, eccomi a fare qualche passetto avanti del mio nonno campagnolo: stò cercando documentazione se il Superlandini fosse stato usato anche dalla Regia o dalla Marina Repubblicana. Non mi dispiacerebbe fare un mega diorama con il Landini che magari traina un Barchino 1/6.............vedremo.

r23ko7.jpg

24ln9eb.jpg

28r05mt.jpg

2q24igy.jpg

351fiv7.jpg

1589lj8.jpg

24ecrif.jpg

epktwj.jpg

9veidh.jpg

ea4dtv.jpg

Link to comment
Share on other sites

  • 2 weeks later...

Una domanda giorgio, quando lo avrai ultimato, lo utilizzerai per dissodare le fioriere di casa??? :rolleyes::laugh: :laugh: :laugh:

 

:laugh: :laugh: Caro Vincenzo, per dissodare le fioriere devo aspettare che escano tutti i pezzi dell'aratro :laugh: :laugh:

Link to comment
Share on other sites

  • 1 month later...

Ciao,

 

mi chiamo Valerio e anche io sto costruendo il Superlandini. Ho notato però una cosa. Dalle foto si evince come il tuo modellino abbia tutte e 4 le ruote, o meglio le anteriori e una posteriore complete e la seconda posteriore solo in parte. Ma in realtà alla 33.ma uscita le ruote complete sono 3 ( 2 anteriori e una posteriore) la seconda ruota posteriore deve ancora del tutto uscire.

 

Fammi sapere,

 

Grazie.

Link to comment
Share on other sites

Ciao,

 

mi chiamo Valerio e anche io sto costruendo il Superlandini. Ho notato però una cosa. Dalle foto si evince come il tuo modellino abbia tutte e 4 le ruote, o meglio le anteriori e una posteriore complete e la seconda posteriore solo in parte. Ma in realtà alla 33.ma uscita le ruote complete sono 3 ( 2 anteriori e una posteriore) la seconda ruota posteriore deve ancora del tutto uscire.

 

Fammi sapere,

 

Grazie.

 

Carissimo, in effetti ho preso 2 volte i fascicoli relativi alle ruote principali, in modo di avere alcune parti come ricambio. E ho anche preso due volte i fascicoli relativi al serbatoio principale del combustibile.

Link to comment
Share on other sites

  • 1 month later...

Complimenti! E' sempre più bello...

 

Ti posso chiedere se le regolazioni dell'aratro funzionano davvero? Si vedono diverse leve e volantini...

 

Si, al momento la regolazione che è possibile fare è l'altezza della ruota dell'aratro: e funziona anche bene, non sò se con le prossime uscite dei pezzi dell'aratro sarà movibile anche la lama.

Link to comment
Share on other sites

Ciao Pugio,

Visto che implementi le foto del modello,

perchè non implementi ancora,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,

mi hai capito vero!

 

Un salutone

 

Fassio

Link to comment
Share on other sites

Pugio... sei un maestro....

bel modellone.....

adesso però ti manca il terreno.... :rolleyes: :rolleyes: :rolleyes:

 

ciaooo

 

Beh maestro poi.....stò solo assemblando i pezzi delle varie uscite. Per il terreno, aspetto che la Hachette o la DeAgostini preparino l'opera a fascicoli "Costruisci un ettaro di terreno agricolo".... :laugh: :laugh: :laugh: :laugh:

Link to comment
Share on other sites

Beh maestro poi.....stò solo assemblando i pezzi delle varie uscite. Per il terreno, aspetto che la Hachette o la DeAgostini preparino l'opera a fascicoli "Costruisci un ettaro di terreno agricolo".... :laugh: :laugh: :laugh: :laugh:

 

...Nella prima uscita i semi dei fagiolini e delle patate..... :laugh: :laugh: :laugh:

 

buon lavoro Pugiooooo

 

ciaoooo

Link to comment
Share on other sites

Pugio:

Si, al momento la regolazione che è possibile fare è l'altezza della ruota dell'aratro: e funziona anche bene, non sò se con le prossime uscite dei pezzi dell'aratro sarà movibile anche la lama.

 

 

Ottimo, Pugio.

In effetti, le regolazioni dovrebbero essere diverse: le due ruote dovrebbero essere regolabili in modo indipendente (perchè nella realtà scorrerebbero ad altezze diverse sul terreno), ma anche il timone dell'aratro potrebbe essere mobile in su e giù per definire la "profondità di passata". Non c'è mica quel volantino rosso orizzontale?

Sia aratro che trattore sono proprio due bei pezzi di meccanica! E' un piacere vedere i vostri aggiornamenti.

Link to comment
Share on other sites

  • 2 weeks later...
  • 1 month later...
  • 6 months later...
  • 10 months later...

Buon giorno

i giorni 12-13 Luglio ho partecipato al concorso mondiale WORLD MODEL EXPO - Stresa 2014 con il mio superllandini e con mia grande soddisfazione ho vinto la medaglia d'argento.

Un saluto a tutti Emil

Link to comment
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
  • Forum Statistics

    • Total Topics
      45k
    • Total Posts
      522k
×
×
  • Create New...