Jump to content

F-35b Test Di Atterraggio Verticale


Drakken

Recommended Posts

..... E credo che onestamente, l'F-35 non sia così talmente superiore ad un F-18 o ad un F-22. ...

la differenza principale tra la prima coppia ed il secondo è che il secondo è nonostante sia stato prodotto in serie un aereo sperimentale, ed è un aereo difensivo. tra F-35 ed F/A-18, la sigla esatta è questa, è che il primo è netcentrico, ha senso in un contesto di rete di sensori avanzata, AWACS ecc. ecc., il secondo può operare stand-alone, poi uno dei punti di forza dell'F-35 è la capacità di offrire al pilota una visione a 360°, con una visuale come se non ci fosse l'aereo. Il secondo è combat proven, ed è nella versione E/F, uno dei migliori aerei imbarcati.

Link to comment
Share on other sites

Premesso che sono un forte sostenitore dell'F-35 (per diversi mesi mi ha anche "passato il pane" avendoci lavorato su...

quello che mi chiedo io è...abbiamo veramente bisogno di velivoli con capacità stealth?Fornirci di super mezzi aerei, quando ancora oltre il 60% dei nostri militari (parlo di EI) non ha in dotazione (missioni escluse) puntatori acog, utilizziamo visori IR di generazione I... e le nostre armi di squadra sono le vetuste ( se pur affidabilissime!! MG42 ricamerate in 5,56 NATO...) ??

Benvenga la Cavour, ma restino gli Harrier!

 

PS per la guerra psicologica, a chi vuole...cedo la chiglia e le ordinate della Nimitz....in 1:72...con un 2 anni di lavoro la tira su ben bene!!

Link to comment
Share on other sites

Premesso che sono un forte sostenitore dell'F-35 (per diversi mesi mi ha anche "passato il pane" avendoci lavorato su...

quello che mi chiedo io è...abbiamo veramente bisogno di velivoli con capacità stealth?Fornirci di super mezzi aerei, quando ancora oltre il 60% dei nostri militari (parlo di EI) non ha in dotazione (missioni escluse) puntatori acog, utilizziamo visori IR di generazione I... e le nostre armi di squadra sono le vetuste ( se pur affidabilissime!! MG42 ricamerate in 5,56 NATO...) ??

Benvenga la Cavour, ma restino gli Harrier!

 

PS per la guerra psicologica, a chi vuole...cedo la chiglia e le ordinate della Nimitz....in 1:72...con un 2 anni di lavoro la tira su ben bene!!

 

Beh si... in effetti non hai tutti i torti... ma riprendo la domanda iniziale ? A che serve una CV CAVOUR senza una componente aerea ? Gli AV8 posso essere efficaci solo penso per altri 5-10 anni al max... poi ?

 

E' come avere una FERRARI nel garage , ma non aver i soldi per comprarsi la benzina ... :s03: :s68:

 

Di mezzi VSTOL esiste al momento solo appunto l' F-35B ... (a meno che i russi non ci vendano i progetti per lo YAK-141 Freestyle) :s07: :s68: :s03: ma a proposito chissà che fine avrà fatto... non era male ai suoi tempi...

se non sbaglio era il primo VSTOL con capacità di velocità supersoniche...

Edited by Drakken
Link to comment
Share on other sites

... YAK-141 Freestyle) :s07: :s68: :s03: ma a proposito chissà che fine avrà fatto... non era male ai suoi tempi...

se non sbaglio era il primo VSTOL con capacità di velocità supersoniche...

 

in parte è rinato nello F-35/B si vocifera che la Lockeed abbia acquistato le specifiche

Link to comment
Share on other sites

Io concordo con Corrazzata Littorio e riprendo un mio intervento precedente al riguardo, forse su un altro post.

Gli scenari attuali e presumibilmente nel futuro prossimo ci indicano che le possibili minaccie possono arrivare dalle terribili situazioni politico/esistenziali nei paesi in via di sviluppo a noi vicini o nel Medio Oriente, come al solito, post guerra fredda.

Il caso della Libia ha dimostrato tutta l'efficacia e l'ottimo rapporto costo/benefici che un'unità anche vetusta come la Garibaldi dotata di AV8B-Plus e componente elipala può avere in queste condizioni.

Gli inglesi piangono lacrime amare per la perdita in un sol colpo delle proprie portaerei della Harrier Joint Strike Force.

Hanno un bel lotto di usato sicuro di Harrier.

Visti anche i tempi che corrono per la nostra economia e finanza, preferirei un uovo oggi che una gallina domani e rinforzerei il Gruppo Aerei della Marina con un 15/20 pezzi di Harrier di seconda mano.

 

Bartom

Link to comment
Share on other sites

in parte è rinato nello F-35/B si vocifera che la Lockeed abbia acquistato le specifiche

 

Beh, a guardare per bene la foto che ha postato Odisseo, sembra che l'ugello orientabile del reattore posteriore, e le varie aperture anteriori , siamo proprio uguali rispetto all' F-35B... :s02:

 

Perciò le "voci" mi san che sono veritiere... :s07: :s68:

Link to comment
Share on other sites

Tornando ancora una volta sul dibattito areonavale Italiano, noto che anche negli Stati Uniti si e' dovuto riconoscere l' utilita' delle CVL V/STOL alla luce del recente conflitto libico, e questo pesa a favore, che unito al fatto che l' USMC (che del 35B ne ha proprio bisogno) ne ha di argomentazioni e sa come farle valere (i Marines americani riescono ancora a mettere agli attenti i lobbisti politico-industriali yankee...) mi da' un filo di ottimismo.

 

Comunque che vada, la lezione del non dipendere dall' estero e' stata riappresa, e mancando in Italia le basi per lo sviluppo indigeno o con alleati affidabilissimi (leggi Europei) di un aereo V/STOL, sara' inevitabile lo spostamento dell' attenzione su quanto si sa' gia' fare, e dannatamente bene, il che potrebbe portare a cambiamenti davvero interessantissimi nel pensiero Navale (la balistica non e' un opinione, come non lo e' neanche la composizione dell' alta atmosfera, ed il concetto alla base del Vulcano, applicato a calibri maggiori, ha implicazioni significative....)

 

Vedremo.

 

Saluti,

dott. Piergiorgio.

Link to comment
Share on other sites

...mancando in Italia le basi per lo sviluppo indigeno o con alleati affidabilissimi (leggi Europei) di un aereo V/STOL, sara' inevitabile lo spostamento dell' attenzione su quanto si sa' gia' fare, e dannatamente bene, il che potrebbe portare a cambiamenti davvero interessantissimi nel pensiero Navale (la balistica non e' un opinione, come non lo e' neanche la composizione dell' alta atmosfera, ed il concetto alla base del Vulcano, applicato a calibri maggiori, ha implicazioni significative)...

Saluti,

dott. Piergiorgio.

Dal punto di vista tecnico (ma parlo soprattutto da tifoso delle NNBB) è intrigante l'idea di rivedere pezzi da 203mm sulle nostre navi, con munizionamento intelligente a correzione di traiettoria, gittata incrementata e chi più ne ha più ne metta. Oltre questo calibro non andrei per motivi strutturali: non possiamo permetterci incrociatori da battaglia da 25mila tonnellate, non siamo la Marina Germanica di cento -giusti giusti- anni or sono.

Di contro, in uno scenario come quello odierno, sarebbe impensabile rinunciare comunque a delle portaelicotteri serie. E con questo intendo elevata protezione attiva/passiva, propulsione CODLAG per 24/26 nodi e, soprattutto, nessun bacino allagabile.

Ma, alla fine, il nostro pensiero Navale è sempre stato soprattutto politico (NON sto parlando di politica): le nostre portaerei servono soprattutto come fleet in being da ostentare agli alleati prima che agli avversari (a proposito: chi sono gli avversari?).

Sono scelte di Stato, così come il voler essere potenze terrestri o marittime.

Saluti, ho detto la mia! :s03: :s03: :s03:

Link to comment
Share on other sites

  • 2 months later...

tanti anni fà quando ero giovane sbarbatello in servizio nella gloriosa Marina mi ricordo di un anedoto che girava sulla Garibaldi e sugli Harrier inglesi che vi avevano appontato, in previsione di una futura acquisizione da parte della M.M: - cosa che poi avvenne, cmq si diceva allora che i gas di scarico dei sudetti Harrier avessero "squagliato" il ponte di volo!!!! Anedoto, verità o solo una grossa balla? Non sono mai riuscito ad accertarlo, purtroppo mi congedarono prima che la Garibaldi ricevesse gli Harrier.

Ps: non ho mai prestato servizio sulla ns portaelicotteri.

Link to comment
Share on other sites

tanti anni fà quando ero giovane sbarbatello in servizio nella gloriosa Marina mi ricordo di un anedoto che girava sulla Garibaldi e sugli Harrier inglesi che vi avevano appontato, in previsione di una futura acquisizione da parte della M.M: - cosa che poi avvenne, cmq si diceva allora che i gas di scarico dei sudetti Harrier avessero "squagliato" il ponte di volo!!!! Anedoto, verità o solo una grossa balla? Non sono mai riuscito ad accertarlo, purtroppo mi congedarono prima che la Garibaldi ricevesse gli Harrier.

Ps: non ho mai prestato servizio sulla ns portaelicotteri.

Ciao mandellino,

per dovere di cronaca volevo solo aggiungere che il primo Harrie ad appontare su una Nave Italiana era un aHarrier inglese nel lontano 1967, appontò su Nave Doria a La spezia

Link to comment
Share on other sites

per dovere di cronaca volevo solo aggiungere che il primo Harrie ad appontare su una Nave Italiana era un aHarrier inglese nel lontano 1967, appontò su Nave Doria a La spezia

Qualche anno fa ne avevamo parlato qui sul forum.

mi sembra che fossimo riusciti anche a recuperare qualche foto ... :s02:

Link to comment
Share on other sites

Qualche anno fa ne avevamo parlato qui sul forum.

mi sembra che fossimo riusciti anche a recuperare qualche foto ... :s02:

Ciao Odisseo,

probabilmente è così... io vado a memoria.... ricordo solo di aver visto tanto, tanto tempo fa una foto del Doria alla fonda nell'arsenale di La Spezia con un Harrier in fase di appontaggio...

:s01: :s01:

Link to comment
Share on other sites

Essendo di ... passaggio e disponendo della possibilità di scansionare la foto, eccovela (tratta da "Storia della Marina - Le Marine nell'era nucleare 1946-80" - Fabbri Editori S.p.A. - Milano 1978 - Volume 6 - Pagina 1791):

 

003gyk.jpg

Link to comment
Share on other sites

Picpus ed Iscandar ... Palermo alla riscossa. :s01:

 

Io ho trovato questa ... ma dovrebbe arrivare dalla discussione cui accennavo.

 

già il terzo (Bearing) l'abbiamo per mare, ma in ogni caso con lei mio buon sire possiamo dire

 

Trinacria alla riscossa...

Link to comment
Share on other sites

già il terzo (Bearing) l'abbiamo per mare, ma in ogni caso con lei mio buon sire possiamo dire

Trinacria alla riscossa...

... sperando di non arrivare a "siam rimasti in tre" !!! :s03:

 

 

(o questo dal minuto 3 e 55 http://www.youtube.com/watch?v=7nOjJyZciwM ) .

Edited by Odisseo
Link to comment
Share on other sites

già il terzo (Bearing) l'abbiamo per mare, ma in ogni caso con lei mio buon sire possiamo dire

 

Trinacria alla riscossa...

Spiacente, ma come detto, ero solo di passaggio.

 

La mia assenza, da questo forum, non era e non è, certo casuale.

 

 

 

... sperando di non arrivare a "siam rimasti in tre" !!! :s03:

 

Se considerate me uno dei tre, penso proprio che sarete in due!

Link to comment
Share on other sites

... mi sembra che siano più quelli in giro per l'Italia ed il Globo, che quelli in "loco".

Veramente, per motivi di carattere personale, io, da un bel po' di tempo, sempre "in loco" sono stato e tuttora lo sono e comunque nella "Ville Lumière" dispongo di casalingo collegamento internet, come qui nella Conca d'Oro.

 

Però, per connettersi al forum, a questo forum, occorre sentirne l'esigenza o, meglio, il piacere di farlo.

Link to comment
Share on other sites

Essendo di ... passaggio e disponendo della possibilità di scansionare la foto, eccovela (tratta da "Storia della Marina - Le Marine nell'era nucleare 1946-80" - Fabbri Editori S.p.A. - Milano 1978 - Volume 6 - Pagina 1791):

 

003gyk.jpg

Bravo!!!!

E' proprio questa la foto di cui parlavo... :s20: :s20:

Link to comment
Share on other sites

  • 3 months later...
Nel frattempo, davanti a problemi di crescita dell'F-35C (o dei costi di conversione della QE ?), il governo inglese ha fatto retromarcia e sembra deciso ad ordinare gli F-35B ... :s03:

 

Riguardo al Regno Unito, secondo Warship International Fleet Revue, la decisione definitiva non è stata presa, anzi sembra che vogliano temporeggiare fintanto che le due versioni dell'F-35, la C e la B appunto, non siano prodette in serie, per prendere una decisione, confidando che nel frattempo il costo possta scendere dagli attuali 57 milioni di $ per il tipo C.

Anzi la Royal Navy ha sottoscritto un accordo con la US Navy per poter mantenere operativo il personale di volo e non, integrandolo in unità di imbarcate della marina statunitense, equipaggiate con l'ultima versione del F-18.

Anzi al stessa Marina britannica spingerebbe per abbandonare l'acquisto di F-35 (si parla di mezza dozzina di macchine per inciso) per passare decisamente al F-18, disponibile sia in leasing che in acquisto. Con i soldi risparmiati si potrebbero dotare entrambi le portaerei in costruzione di catapulte magnetiche e ganci di arresto (cats and traps) con una dotazione di circa 30 F18 complessivamente.

La cosa ridicola è che acquistando la versione C dell'F-35, avrebbero la possibilità di dotare sola un'unità della futura classe Queen Elizabeth di catapulta e ganci di arresto, relegando l'altra unità al ruolo di portaelicotteri (65.000 t.!!). Se viceversa si dotassero di F35B potrebbero far volare questi apparecchi da entrambe le unità.

Siccome nel 2015 dovrà uscire un nuovo piano strategico della difesa britannica, si vorrebbe attendere fino ad allora prima di fare la scelta definitiva, perchè se la congiuntura negativa dovesse persistere, addirittura tra le varie opzioni percorribili c'è anche quella della vendita di una delle due portaerei pianificate.

 

La mia impressione è che questo progetto F-35 prima sposato da tutti, di fatto sia per la congiuntura economica mondiale che per il continuo lievitare dei costi, derivante da una serie di ragioni tra le quali la dominuzione delle unità ordinate, è visto oggi dalla maggioranza degli acquirenti, più come un problema che un vantaggioso progresso strategico. Se non fosse per la strada di non ritorno imboccata dagli USA, penso che tutti preferirebbero defilarsi discretamente dagli impegni presi al riguardo.

 

Bartom

Edited by bartom
Link to comment
Share on other sites

L'F-35, nelle varie versioni, avrebbe dovuto farsi strada fra le difese anti aeree del Patto di Varsavia, le più efficienti di tutti i tempi (e se non era efficienti non era uno problema: i missili sarebbero stati lanciati a salva), con la protezione dell'F-22A dai caccia avversari.

Questo avrebbe giustificato l'assetto stealth, il carico bellico inferiore ma trasportato all'interno della stiva, il costo, le complicazioni tecniche.

Ora che le difese aa di tutti i possibili avversari possono essere "spente" con relativa facilità dagli Occidentali, le capacità del Lightning appaiono eccessive.

Nel frattempo siamo piombati in una delle peggiori crisi economiche che il capitalismo ricordi e la tentazione (o la necessità) di fare economie diventa pressante.

 

Che facciamo ? :s14:

Link to comment
Share on other sites

Insisto :s03:

Il Cavour non ha le indispensabili catapulte ... gli Inglesi sono ancora in tempo e dovrebbero solo aspettare e vedere qual è la migliore soluzione (ci sarebbe anche il Rafale navale che mi piace assai) dal punto di vista operativo ed economico.

Basare invece l'Aviazione Navale a terra equivarrebbe a chiuderla. :s05:

Link to comment
Share on other sites

Beh se nella Cavour utilizziamo gli Harrier e questo qui, per le nostre esigenze andrebbe più che bene. o sbaglio??

Gli Harrier non sono eterni ed hanno una vita utile molto più corta di quella del Cavour.

"Quello lì" sul Cavour mi pare che non ci stia come dimensioni degli ascensori e dell'hangar ...

 

P.S.: stiamo parlando di nave Cavour, non di nave Nimitz. :s02:

Link to comment
Share on other sites

Be', veramente gli Ospreys vanno sulle LHD WASP (257.3 x 42.67 m) e sulle LHA più recenti (280.7 x 45.7 m)...La CAVOUR è 234.4 x 39.00 m. Siamo al limite (imbarcati solo sul ponte, ça va sans dire) Le vecchie LHA TARAWA sono 254.2 x 40.23 m.

Edited by de domenico
Link to comment
Share on other sites

Be', veramente gli Ospreys vanno sulle LHD WASP (257.3 x 42.67 m) e sulle LHA più recenti (280.7 x 45.7 m)...La CAVOUR è 234.4 x 39.00 m. Siamo al limite (imbarcati solo sul ponte, ça va sans dire) Le vecchie LHA TARAWA sono 254.2 x 40.23 m.

 

 

Siamo al limite anche con gli ascensori, l'Osprey ingombra 17,48x5,46, dei due ascensori del Cavour uno è 15x14 (fuori discussione), l'altro 21x14 strettino.

 

P.S: ma cosa ce ne facciamo degli Osprey ? :s02: :s01:

 

beh, alla fine non ci rimane poi molto:....o troviamo qualche altro Harrier di seconda mano oppure altri aerei al di fuori dell' F35 non ce ne sono molti a meno che non andiamo sul Russo :s07: :s07:

Link to comment
Share on other sites

beh, alla fine non ci rimane poi molto:....o troviamo qualche altro Harrier di seconda mano oppure altri aerei al di fuori dell' F35 non ce ne sono molti a meno che non andiamo sul Russo :s07: :s07:

Senza F-35B stiamo "in mezzo a una strada".

Non so quale sia (e se c'è) il Santo Protettore dell'USMC, ma è la nostra ultima speranza: l'F-35B serve a loro e a noi, gli altri possono tutti farne a meno ... per la gioia della Naval Aviation.

Link to comment
Share on other sites

beh, alla fine non ci rimane poi molto:....o troviamo qualche altro Harrier di seconda mano oppure altri aerei al di fuori dell' F35 non ce ne sono molti a meno che non andiamo sul Russo :s07: :s07:

 

 

di russo ST\VTOL ad oggi non c'è nulla. O F35B (sul quale ho grossi timori) o fra qualche anno solo elicotteri.

 

Tutto il resto non funziona.

Link to comment
Share on other sites

Oltre al V-22 Osprey ci sarebbe anche questo, tutto italiano (o quasi) l'AgustaWestland AW609

 

BA609_03.jpg

 

è parecchio più piccolo del convertiplano americano. Ma il punto è un altro: come è già stato detto a che ci servirebbe un convertiplano sulla Cavour? :s68:

Link to comment
Share on other sites

A noi credo serva superiorità aerea e attacchi strike, che ce ne facciamo di un convertiplano da trasporto?

Anche se fosse disponibile roba russa non credo che la compreremmo mai.. qualcuno conosce la storia dello Yak-36? in quegli anni il COCOM ci prese di mira sia per le eliche dei SMG russi, anche se di riflesso, che per l'aereo a decollo verticale..

Nella seconda occasione eravamo accusati di aver contribuito allo sviluppo del velivolo fornendo macchine utensili a controllo numerico ad alta tecnologia, macchinari che secondo il COCOM avevano un punto di lavorazione elevatissimo; ne uscimmo con un'abile colpo dei Servizi che trafugarono dei pezzi lavorati da quelle macchine in stabilimenti militari russi, pena l'annullamento di un contratto dell'Olivetti da $300m (degli anni '60).. il furto serviva a dimostrare che la lavorazione di quelle macchine non era elevato come credevano gli americani.

Link to comment
Share on other sites

  • 8 years later...

Tanto tuonò (per parecchio tempo) che piovve... https://www.analisidifesa.it/2021/01/la-portaerei-cavour-salpa-per-gli-usa-dove-imbarchera-gli-f-35b/

Come è previsto la Marina Militare sta ricevendo 15 F-35B, di cui il prossimo velivolo verrà consegnato in Aprile e sarà il primo velivolo ad essere imbarcato sull’unità.

 

Link to comment
Share on other sites

  • 3 weeks later...
On 29/1/2021 at 18:18, malaparte said:

Tanto tuonò (per parecchio tempo) che piovve... https://www.analisidifesa.it/2021/01/la-portaerei-cavour-salpa-per-gli-usa-dove-imbarchera-gli-f-35b/

Come è previsto la Marina Militare sta ricevendo 15 F-35B, di cui il prossimo velivolo verrà consegnato in Aprile e sarà il primo velivolo ad essere imbarcato sull’unità.

 

Una curiositá...  ma il generale AM é li perché  l’arma aerea é sempre in prima fila a controllare i nostri aerei?

Link to comment
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
  • Forum Statistics

    • Total Topics
      45k
    • Total Posts
      522.2k
×
×
  • Create New...