Jump to content

Cantiere Di Costruzione Corazzata "roma" Scala 1:200 Hachette


Recommended Posts

Bentornato Italtuf,

si, hai detto bene...le istruzioni indicano di satinare l'intero scafo e ci mostrano la poppa di legno mascherata.

La cosa che mi lascia dubbioso sono gli astucci degli assi delle eliche che ci vengono proposti in color argento metallico...io ho visto una sola foto in bianco e nero e mi sembrano in colore verde scuro come lo scafo.

 

Dobbiamo chiedere aiuto ai comandanti Marchetti e Fassio... (il modello Barbieri li presenta argento metallizzato)

Edited by Mximilian
Link to comment
Share on other sites

  • Replies 1.5k
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

Ciao Mximilian e Italtuf,

si gli astucci degli assi portaelica erano color metallo, ovvero li puoi fare in alluminio e in gun metal.

Io li farei in gun metal, perchè facendo un piccolo ragionamento,

la nave stà in mare, il mare dice, non lo sò....... :laugh: :laugh: sia salato, quindi il metallo si scurisce anzi fa l'ossido.

Di conseguenza secondo me andrebbero fatti non color argento ma un pò più scuro.

Poi ogni modellista si prende le licenze poetiche che vuole, anche il grande barbieri se ne è presa una.

Lo dice lui stesso, di aver installato il radar gufo, che rispetto al modello non mimetico non ci doveva essere, perche il gufo fu installato quando il Roma fu mimetizzato.

Non stò a guardare le date sennò ci divento matto.

Link to comment
Share on other sites

Aspettate, si parla di astucci o di assi? L'astuccio è la parte fissa, la carenatura che ricopre i cuscinetti veri e propri e raccorda l'asse allo scafo, solo l'asse ruota. L'astuccio era quindi verniciato.

Io penso che anche l'asse venisse verniciato come tutto il resto dell'opera viva, e che poi con la rotazione tendesse a perdere la vernice, assumendo il colore scuro.

Link to comment
Share on other sites

Caro Italtuf,

lo scafo io l'ho solo stuccato...non ho fretta di verniciarlo...so che è un'operazione che mi porterà via una decina di giorni e dunque posso aspettare di finirlo completamente finchè non avrò applicato o fatto i piccoli fori per le scalette ed i buttafuori.

Certo capisco che chi è in pensione ha più tempo da dedicare.

Comunque quando sarà utilizzerò una vernice trasparente ad aerografo specifica per modellismo e per i colori che uso...marche non compatibili con i colori (bombolette varie o pennello) mi hanno in passato rovinato la vernice di modelli su cui avevo passato mesi di lavoro : sollevandola a buccia di arancia o crepandola...non rischierò certo con un opera da mille euro e mille ore :ph34r:

Edited by Mximilian
Link to comment
Share on other sites

Il trasparente opaco della Lifecolor !!! Potrebbe andare bene anche l'analogo H20 della Gunze (quest'ultimo si diluisce con alcool, quello trasparente).

Non mi fido però di consigliarti marche alternative in bomboletta, se le compri prima fai delle prove su dei pezzi di plastica che avrai precedentemente colorato con i Lifecolor...se vedi che la vernice non si sfalda potresti usarle.

Edited by Mximilian
Link to comment
Share on other sites

Io uso il trasparente opaco spray della Tamiya...una bella spruzzata e vai tranquillo! Con acrilici Tamiya e Vallejo ho avuto problemi con il trasparente opaco Gunze...la vernice lentamente si scoloriva. Con la bomboletta Tamiya vai che è una bellezza! In ogni caso ti consiglio di fare prima delle prove con plastica verniciata con la stessa vernice del modello...

Link to comment
Share on other sites

sinceramente no....io uso acrilici Tamiya e Vallejo, sugli smalti non ho mai provato...però penso non ci siano particolari problemi. Gli smalti, in genere sono più "aggrappanti" e meno delicati degli acrilici...però, in ogni caso, ti consiglio di fare una prova....non si sa mai....

 

In questo articolo confermano che non dovrebbero esservi problemi sugli smalti:

TS80Scale-Mania.gif

ingrandisci

Colore spray TS80 FLAT CLEAR trasparente opaco 100ml Tamiya

 

 

 

Colore spray in bomboletta da 100ml di TS-80 FLAT CLEAR (trasparente opaco) prodotto da Tamiya. Questa vernice non è adatta ad essere spruzzata direttamente su decals ed adesivi. La linea TS è ideale per colorare in modo uniforme zone ampie; in questa linea sono prosenti tonalità di colore per molti utilizzi: dal militare agli automodelli. Il colore è sintetico ed è perfettamente compatibile sia con i colori acrilici, sia con gli smalti. Ogni bomboletta è sufficente per colorare 2-3 modelli in scala 1:48. Prima dell'utilizzo agitare energicamente la bomboletta per almeno 3 minuti; è inoltre importante agitarla anche durante il lavoro. Spruzzare da una distanza di 25/30 cm. Per evitare colature, spruzzare con passate rapide senza mai iniziare e terminare direttamente sul pezzo. I colori Tamiya sono caratterizzati da una asciugatura rapida, che ne permette una cauta manipolazione già dopo 30 minuti. L'asciugatura definitiva si avrà dopo 24 ore. Prima di verniciare ogni pezzo dovrà essere perfettamente pulito. Perciò non abbiate paura a lavarli con acqua e sapone, sciacquare bene ed asciugare. Per ottenere il miglior risultato applicare il primer prima di verniciare.

Edited by corazzata_littorio
Link to comment
Share on other sites

ed eccomi qui! finalmente posso aggiornarvi sui pochi passi in avanti fatti sulla roma. anzitutto chiedo venia per la lunga latitanza estiva! sono passato giusto qualche sera per un saluto, ma la realtà è che d'estate si esce magari la sera, e con il caldo (specie quello di quest'estate) si cerca di evitare il computer : Nurse : d'altronde i passi in avanti fatti questa stagione sono stati davvero pochi. come accennato in chat sono ancora al secondo strato di fasciame. purtroppo ho trovato questo passo, tanto utile quanto noioso e complesso. è molto facile che si formino bolle d'aria tra il primo e il secondo strato, le sagome di tranciato devono essere sezionate alla perfezione per combaciare con le altre. quello che vedete è già stato scartavetrato... ma non stuccato... difatti penso che ci sia davvero poco da stuccare... il problema è che c'è qualche leggera imperfezione nel senso che la linea di curvatura sulla bombatura dello scafo (zona cilindri pugliese) in alcuni punti non è perfettamente continua, uniforme. ma roba da poco... anzi conto che il problema, seppur piccolo, si risolverà appena passerò una bella base di colore nero, che ugualizzerà il tutto anche a livello visivo.

 

come vedete grazie a dio manca davvero poco... (36cm) e una volta finito sarà tutto in discesa. per seconda cosa provvederò al massiccio di prua. purtroppo non ho trovato il tiglio 4mm, cosi utulizzerò il pioppo... solo mi pare si sfibri un pò come legno, e non sarà facile tagliare pezzittini cosi piccoli con il seghetto alternativo elettrico... speriamo bene.. consigli?? : Weight lift :

 

una volta terminato provvederò a sistemare il ponte di 1-2mm a seconda delle zone, e dopo aver posizionato gli oblò, finalmente passerò alla colorazione dello scafo! non vedo l'ora : Hide :

 

i componenti hachette che fin'ora ho messo da parte sono, 2 torri da 381, 4 torri da 152, 8 torri antiaerei, tutte le mitragliatrici, qualche scialuppa, un pò di gommoni, l'idrovolante imam ro43, e alcuni dettagli come oblò, lampioni e gru! : book :

come sta andando lo scafo? ogni consiglio è ben accetto da voi professionisti! : book :

 

dscn5254l.jpg

 

dscn5255f.jpg

 

dscn5256ui.jpg

 

dscn5257.jpg

 

dscn5258x.jpg

 

dscn5259e.jpg

 

dscn5260s.jpg

 

dscn5261n.jpg

 

dscn5262h.jpg

 

dscn5263a.jpg

 

dscn5264f.jpg

 

dscn5265.jpg

 

dscn5266m.jpg

Edited by sommergibile tazzoli
Link to comment
Share on other sites

Riccardino ciao :biggrin:

Bravo!!! Ottimo lavoro, anzi di piu'!!

Come vedi, la tecnica della "limbellatura" utilizzata sulla mia roma rende anche sulla tua. Bel lavoro, e pensare che hai iniziato da due foglietti di carta. :smiley19:

Non preoccuparti di qualche imperfezione, e' fisiologica e si sistema.

Ti seguo, non sono intervenuto prima poiche' non mi ero accorto che eri anche qui su Betasom.

Ciao :wink:

Edited by ammutinato
Link to comment
Share on other sites

grazie ammutinato! è un piacere sentirsi dire che si sta procedendo bene! anche perché è il mio primo modello, e ancora non ho mai utilizzato questa tecnica come tante altre, quindi non ho modelli di comparazione! intanto con il lavoro di oggi sono arrivato alle prime due eliche! ormai siamo agli sgoccioli! :biggrin:

Link to comment
Share on other sites

  • 2 weeks later...

Parliamo della barbetta di prua!

Ci sono delle migliorie da seguire per avvicinarsi al modello di Barbieri (diciamo per quanto sembra a me, per essere imparziali):

  • non ci dovrebbero essere le scanalature sulla superficie superiore..io le ho riempite con plasticard
  • c'è un bordino sulla parte terminale superiore che ho simulato con un profilo semisferico in plasticard
  • le piattaforme dovrebbero comunicare con la passerella centrale...io le ho rifatte ma vanno bene anche quelle fornite purchè si aprano i passaggi con la passerella centrale
  • le sirene vanno bene anche quelle fornite...le ho rifatte per pignoleria
  • la scaletta della passerella centrale andrebbe posta più in destra e non al centro...altrimenti si andrebbe a cozzare con il cannone di mezzo
  • il cordolo (filo nero) posteriore fa il giro completo della barbetta e sarebbe staccato dalla superficie
  • il cordolo (filo nero) anteriore non è in singolo pezzo ma è diviso e posto a "V"
  • sopra alle piattaforme c'è una tubazione che non va confusa con il cordolo anteriore
  • in "alto" ai lati ci sono due "cosi" (i comandanti più informati ci aiuteranno a descriverli) forati da riprodurre ex novo
  • alla base gli accessori metallici hanno disposizioni diverse da quelle indicate dalle istruzioni per far spazio agli avvolgicavi

 

come sempre le foto saranno più esplicative delle descrizioni..ricordo che queste sono semplicemente mie osservazioni personali ed invito a sincerarvene studiando le foto del modello di Barbieri e quelle storiche in internet.

Molti pezzi in foto sono solo appoggiati...ho anticipato solo per rendere note le modifiche in tempo utile per chi volesse seguirle, ovviamente dovrò rifinire il tutto prima di colorare.

 

img1169.jpg

 

img1170f.jpg

Link to comment
Share on other sites

Caro Mix ho osservato il tuo lavoro della barbetta di prua ed è perfetto.

Io purtroppo non so usare la plasticard e quindi devo solo seguire le indicazioni di Hachette pertanto vorrei chiere alcuni consigli.

Al fasc. N° 88 fig. N dice che bisogna applicare le passerelle a 2.5 mm dalla faccia inferiore delle piattaforme mentre nelle figure successive sembrano appoggiate alle facce inferiori di quest'ultime.

Non si capisce bene e poi ho difficoltà a tagliare i dettagli fotoincisi anche se uso un taglierino ben affilato .

L'appoggio di questi deve avvenire su una superficie molto dura ?.

Tu come fai ?

Ti ringrazio

Italtuf

Link to comment
Share on other sites

Mi associo per l' ottimo lavoro svolto da Mximilian.

Purtroppo io sono ancora al fascicolo 77 dove sono allegate le piattaforme delle mitragliatrici che si trovano sopra le torrrette da 152, ho notato che hanno tutte e due lo stesso verso, guardandole da dietro hanno l' apertura a destra, è corretto? Per Italtuf, io per tagliare le fotoincisioni uso la tronchesina delle unghie e poi la limetta piatta per lisciare le superfici.

Buon lavoro e alla prossima.

Link to comment
Share on other sites

SOFFERMANDOMI MEGLIO SUL FASC.88 IN RIFERIMENTO ALLA FIG. N CREDO CHE CI SIA UN ERRORE E CIOè LA PASSERELLA DEVE ESSERE AD 1,5 MMM. DALLE PIATTAFORME IN ALTEZZA E NON A 2,5 MM. .

iNFATTI COSì FACENDO LA PASSERELLA SI TROVA A LIVELLO DEL PAVIMENTO DELLE PIATTAFORME , POI DAL CONSIGLIO DI MIX MODIFICHERò LE PIATTAFORME COSì CHE LE STESSE SONO IN COLLEGAMENTO.CON QUEST'ULTIMA

CHE VE NE PARE ?

ITALTUF

Link to comment
Share on other sites

Grazie per i complimenti,

so che si può fare di meglio...dipende dal tempo che ci si può dedicare.

Postare i propri lavori e ricevere dei consensi positivi è sempre un piacere ma lo scopo resta comunque condividere le soluzioni tecniche...anzi sono contento quando il buon Italtuf ci descrive il montaggio come da istruzioni così da perfezionarle.

 

Si caro Italtuf, hai intuito correttamente: la passerella va posizionata alla stessa altezza delle piattaforme alle quali basterà aprire un piccolo varco con una lametta...per coprire l'eventuale dislivello potresti spessorare il fondo della passerella in fotoincisione con un cartoncino o una plastica opportunamente sagomata. Ti posto la foto di come avevo creato il varco sulle mie prima di deciderle di rifarle.

Utilizza pure il materiale fornito dai fascicoli ma ricordati di posizionare sulla destra la scaletta centrale (fra i due cannoni e non sotto il centrale)...poi puoi incollare i pezzi metallici nella disposizione che ti ho indicato...non servono modifiche è solo un posizionamento alternativo perchè nella nave reale ai fianchi dell'armadietto centrale venivano posizionati due avvolgicavi (non so se verranno forniti).

 

Palinuro: osserva meglio le piattaforme dei 152 . le mie sono destra e sinistra...vedi foto...altrimenti vuol dire che se non ti sbagli ti sei ritrovato con un pezzo errato.

Le fotoincisioni le stacco con un cutter, posizionandomi sopra un pezzo di legno, come in foto e liscio con limetta come fa Palinuro...c'è da dire che le fotoincisioni fornite sono ricoperte da uno strato trasparente protettivo che sarebbe opportuno togliere con carta abrasiva 800 prima di incollarle e verniciarle ( a chi può consiglio sempre saldatura).

 

img0944rq.jpg

 

img0943io.jpg

Edited by Mximilian
Link to comment
Share on other sites

Per Mix sono sempre io.

Ho anche dietro tuo consiglio completato il primo montaggio della torre tripla , ora nel fasc. 89 si parla della verniciatura della stessa .

Ho steso una mano di primer sulla torre e poi quando nella figura O si parla di dipingere la base della stessa non ho capito quale è.

Forse quella dove appoggerà la base dii cannoni?

Se si deve dipingere con grigio scuro i pavimenti delle piattaforme significa che bisogna dipingere tutta la torre?

E poi si parla di grigio medio io sto usando il grigio cinerino chiaro della lifecolor. La torre avrà una unico colore ?

Ti ringrazio

Italtuf

Link to comment
Share on other sites

Ciao Italtuf,

nel fascicolo 89 parliamo del cilindro dove andrà poggiata la torretta dei cannoni d'artiglieria...non si chiama torre ma "barbetta" (il nome fa schifo ma non ce l'ho messo io)...se fai attenzione l'istruzione O la chiama "base della torre".

Questo cilindro o barbetta lo dipingerai di grigio cenerino UA613 come hai intuito...col grigio ponte UA615 dipingerai i pavimenti delle due piattaforme e della passerella.

Dipingerai in grigio ponte anche la superficie superiore circolare (in pratica guardandolo dall'alto sembrerà tutto grigio ponte mentre di lato cenerino).

Per andare meglio e non fare sbavature puoi dipingere la parte superiore circolare in grigio piombo che andrà incollata alla torretta lasciando in cenerino quella della barbetta...tanto quando la metterai sopra la nasconderà!

Edited by Mximilian
Link to comment
Share on other sites

Buona sera a tutti

avrei un piacere da chiederea tutti voi,mia moglie buttando vecchie riviste mi ha buttato i primi fascicoli in cui si parlava della colorazione del ponte superiore e della carena.

alternando smadonnamenti vari sono qui a chiedere a voi se qualcuno sarebbe cosi benevolo da postarmi le istruzioni qui o in privato.

ringrazio in anticipo chi sara cosi benevolo

P.S.

complimenti x i lavori postati fino ad ora mi sono stati molto utili x proseguire nel mio progetto.

Link to comment
Share on other sites

Ciao Deltaleader,

se mi dai i numeri esatti dei fascicoli, che la tua signora ha cestinato, guarderò con calma di scannerizzarli e di mandarteli.

Non so, se li posso postare sul forum, non so se sollevo questioni di copyrait.

Quindi mandami su un MP la tua mail privata.

 

Un saluto

 

Fassio

Link to comment
Share on other sites

Ciao Anteo,

quoto peinamente quanto hai detto.

Ci sei a Venturina?

Visto che sabato 3-11 verrò, anche per conoscere un certo Sig.Topolino, ci vediamo sicuramente.

 

Ciao

 

Fassio

Link to comment
Share on other sites

Ciao Anteo,

quoto peinamente quanto hai detto.

Ci sei a Venturina?

Visto che sabato 3-11 verrò, anche per conoscere un certo Sig.Topolino, ci vediamo sicuramente.

 

Ciao

 

Fassio

 

Ciao Fassio,

stiamo andando fuori tema......comunque ci sarò.

Saluti.

Link to comment
Share on other sites

Parliamo della barbetta di prua!

Ci sono delle migliorie da seguire per avvicinarsi al modello di Barbieri (diciamo per quanto sembra a me, per essere imparziali):

 

...

 

img1170f.jpg

 

-------------------------

 

Ottimo lavoro, come sempre, se permetti ti copio :smile:

 

guardando attentamente Barbieri però la torretta non ruota su un doppio scalino: io ho alzato di un cm tutto il cilindro e ho modificato gli incavi posteriori della torretta in modo di farla ruotare non sul supporto fornito, ma direttamente sul cilindrone

 

ciao

Edited by Brasviz
Link to comment
Share on other sites

Ciao Brasviz,

grazie per l'osservazione...diciamo che la torretta non ruota direttamente sul cilindrone (barbetta) ma il supporto circolare dovrebbe essere largo come il cilindrone e molto meno spesso!!!!

Si potrebbe rifare con un cerchio di plasticard da 2 mm e poi incavare il posteriore della torretta come hai detto tu (gli incavi anteriori sono in proporzione corretta...e dovrebbero sporgere un pochino dalla barbetta).

 

Farò come hai suggerito! Grazie ancora per la dritta...mi stava sfuggendo.

 

PS: occhio ai telemetri delle torrette...vanno allargati di 3mm circa (vista di fronte la larghezza torretta+telemetri dovrebbe coincidere con la larghezza della barbetta-cilindrone), sto postando modifiche (appena finisco di improntarli alla meno peggio)

Edited by Mximilian
Link to comment
Share on other sites

Ciao Brasviz,

grazie per l'osservazione...diciamo che la torretta non ruota direttamente sul cilindrone (barbetta) ma il supporto circolare dovrebbe essere largo come il cilindrone e molto meno spesso!!!!

.....

Farò come hai suggerito! Grazie ancora per la dritta...mi stava sfuggendo.

....

----------------

Grazie a te

 

che ne dici ?

 

ok2af.jpg

Edited by Brasviz
Link to comment
Share on other sites

Buon dettaglio Brasviz...se pensiamo che il tuo sarà un modello dinamico avrà un dettaglio difficile da vedersi nel genere...come consiglio direi di rivedere le cerniere degli armadietti: troppo grosse...anche io devo rivedere le mie (che sono in realtà tre e non due), penso di usare il telaietto avanzato delle fotoincisioni tagliato a dovere così da ottenere delle striscioline di spessore adeguato.

 

Per finire due domande: uno cosa hai usato per riprodurre la bullonatura delle contraeree e due su che grigio ti sei indirizzato (la foto ha scolorito la tonalità) ?

Link to comment
Share on other sites

dinamico sì, ma la passione è lo "statico" .. :smile:

 

la bullonatura ? Con uno spillo montato sul trapano a mano, ma viene un pò troppo accentuata, quindi, per gli altri pezzi, ho preso una rivettatrice (trumpeter se non sbaglio)

il colore è il grigio cenerino

appena posso posto i pezzi binati finiti

ciao

 

ps : come hai visto ti sto copiando alla grande :wink:

Edited by Brasviz
Link to comment
Share on other sites

Ciao Brasviz,

bel lavoro non c'è che dire, ben fatto, apportato tutte le correzioni che bisognava fare, ottima verniciatura mimetica,

Però, c'è sempre un però, le canne sono sbagliate, nella reltà erano lisce come quelle fatte da Mximilian,

non me ne volere, per la precisazione, visto e considerato che forse la sostituzione potrebbe essere fatta,

non sò con quante difficoltà, ad ogni modo se lo puoi fare fallo, il modello ne guadagna al 100%.

 

Un saluto carissimo

 

Fassio

Link to comment
Share on other sites

se mi dimostri che quelli non sono i famigerati "cappotti" termici provati tra il 2 e il 5 settembre del '42 e poi scartati definitivamente li toglierei, perchè ho impostato il modello proprio su quei tre giorni .... :sad:

 

scherzo :biggrin:

 

hai ragione, però non sono strampalati e la giustificazione regge .

 

ps: se riesco li tolgo, in realtà sono semplici tubi termoretraibili

Link to comment
Share on other sites

se mi dimostri che quelli non sono i famigerati "cappotti" termici provati tra il 2 e il 5 settembre del '42 e poi scartati definitivamente li toglierei, perchè ho impostato il modello proprio su quei tre giorni .... :sad:

 

scherzo :biggrin:

 

hai ragione, però non sono strampalati e la giustificazione regge .

 

ps: se riesco li tolgo, in realtà sono semplici tubi termoretraibili

 

'Spetta, penso che Fassio parlasse, a ragione, dei cannoni da 152 che in effetti erano lisci dalla volata fino alle cappe, senza manicotti. I 381 avevano invece un manicotto che dovrebbe apparire in leggero rilievo.

 

Per le mitragliere, penso guadagnerebbero molto rifacendo le canne e sistemandole sfalsate, era una peculiarità di quegli impianti che sarebbe un peccato non rendere, e magari non usando il congegno di puntamento fornito col "modello", che in quanto a finezza...

Link to comment
Share on other sites

Si intendevo proprio le canne dei pezzi da 152/55, non avevano lo scalino, detto ignorantemente,

ma erano lisci troncoconici si fa per dire, come quelle di Mximilian.

 

Ciao

 

Fassio

Link to comment
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...

  • Forum Statistics

    • Total Topics
      45k
    • Total Posts
      521.7k
×
×
  • Create New...