Jump to content

Debriefing Missione N. 3 - 04 Novembre 2010


Djmitri

Recommended Posts

No Comment.

Finirei con l'essere noioso in merito a discorsi già fatti più e più volte. :s02:

 

Voglio solo fare i complimenti ai giocatori della Lega Libico-Algerina e ai miei compagni di squadra che hanno fatto tutto il possibile e anche di più :s20: :s20: :s20:

Link to comment
Share on other sites

Purtroppo, questo inizio di campagna per me non è stato entusiasmante, è decisamente fastidioso giocare delle missioni così ben fatte con i miei soliti problemi di linea e packet loss...

Faccio fatica a seguire i dialoghi con la mia squadra, tutto a scatti in ts, per dire qualcosa ai miei compagni devo ripetere sempre tre volte sperando che arrivi la frase intera, ieri sera non sono riuscito a gestire le filoguide, uuv che va per i fatti suoi, siluri pure... ne ho lanciati 2, di cui uno solo filogiudato... l'uset 80 per me era fermo sulla mia posizione ed il test71 rispondeva dopo mezz'ora ai comandi...

Grazie all'uuv ero comunque riuscito a sentire il Sauro, unità che si era rilevata più minacciosa, arrivando quasi a rilasciare le forze speciali, poi lo ha rilevato anche Sergio :s12: da distanza doppia alla mia... Mentre io al sonar non avevo una mazza in quella direzione... problemi legati alla connessione?

 

Se non ci fosse stato il crash dell'host le previsioni meteo per quella zona sarebbero state sicuramente siluri a secchiate.

 

Complimenti comunque alla mia squadra, soprattutto al Drakken, che ha fatto un lavoro di copertura ottimo, ed anche agli avversari, peccato per la caduta di Cristian.

Link to comment
Share on other sites

Io mi sono divertito, mi faccio comunque sempre sorprendere dai comportamenti della mod, giocando spesso con ra mi dimentico talune cose....

Complimenti a Fede per l'ottimo lavoro, as usual! :s20:

 

Nasciamo disposti su una linea a circa 17nm dai nostri obiettivi (due impianti chimici e dei mercantili), decidiamo di ingaggiare i contatti sottomarini sol ose strettamente necessario e preferibilmente dopo il conseguimento dell'obiettivo primario, mantenendo quando possibile un profilo basso. Io prendo l'impianto di est, Alex quello di Ovest mentre Hunter e Cristian scendono centrali a far pulizia.

Dopo pochissimi minuti (ancora non avevo iniziato l'avvicinamento!) sento Ronin sotto la mia posizione, decido di puntare senza problemi sul punto assegnatomi per il rilascio delle FS sull'impianto est.

Dopo una mezzora purtroppo Cristian crasha.....Francesco viene affondato poco dopo.

Rimaniamo io e Alex, su lati opposti (ma ancora in grado di portere a termine l'obiettivo primario); nell'avvicinarmi al punto sono oggetto di vari lanci di armi (sia vere che nella mia testa, dopo i lanci delle UUV che danno TIW...mi ero dimenticato) che mi tocca evadere con una semina di contromisure come si deve.

Le boe attive sono state lasciate perennemente accese, le navi pingavano incessantemnte (e i loro ping attraversavano abbondantemente lo strato), i siluri facevano il loro lavoro........c'era uno scampanellio che pareva di guidare la slitta di babbo natale! :s03: :s68:

Quando mi rendo conto (presto) che ormai la mia posizione non è un segreto, me ne frego e punto testardo sull'obiettivo per fare i punti, infatti non sento il kilo di Truffa al quale passo vicinissimo. Poco dopo Alex viene affondato quando orami si trovava a sole tre nm dal suo obiettivo di ovest, rimango solo.

Quando arrivo anche io a circa tre nm dall'obiettivo sono oggetto di un massiccio lancio da diverse direzioni, un peccato penso, proprio ora che dovevo cominciare a risalire per non perdere tempo una volta arrivato sul punto.

Tergiverso per qualche centinaia di metri cambiando rotta e seminando ancora qualcosa, poi quando credo di non avere più nulla addosso, trovandomi perfettamente sul punto mi porto a qp per iniziare le operazioni di rilascio FS.

Il punto nave era perfetto, le coordinate fornite anche, alzo il periscopio sul rilevamento precedentemente creato e vedo perfettamente l'impianto che marco (sento il suono corrispondente) a macchine ferme.

Nel frattempo, setto due siluri per la Kashin che avevo già in soluzione da tempo e mi metto ad aspettare impaziente la fuoriuscita delle fs per iniziare l'attacco.

Dopo circa quattro minuti di attesa, rialzo il periscopio per capire che diavolo succede, ma noto il baffo sul mascone della Kashin completamente fermo.......mi preoccupo e chiedo a Francesco se il gioco fosse in pausa, da li a qualche secondo, crasha tutto.

Un tempismo sconcertante (nessuno poteva sapere a che punto fossi), è finito tutto col massimo dei danni infliggibili ai blu un attimo prima che conseguissi qualche risultato (personale), stavo praticamente iniziando il mio glorioso percorso....grandissima sfiga :s03: :s68:

Guardando il replay mi accorgo che mentre rilasciavo le fs avevo ancora un siluro addosso che arrivava su da sud, un siluro evidentemente passivo o non ancora attivato, credo comunque che sarai riuscito ad evadere anche quello poichè avevo già deciso di lanciare contromisure e cambiare quota e rotta, scartando a ovest verso l'Udaloy, subito dopo il rilascio e l'attacco alla Kashin, questione di attimi.

 

Peccato per il risvolto finale, per gli sforzi fatti avremmo meritato l'obiettivo primario....ci rifaremo alla prossima occasione!

Mi sono divertito, grazie a tutti! :s20:

Link to comment
Share on other sites

Peccato per il risvolto finale, per gli sforzi fatti avremmo meritato l'obiettivo primario....

 

Su questo non sono d'accordo Matteo...non abbiamo avuto mai alcuna concreta possibilità di successo, anzi è stupefacente (e probabilmente in parte dovuto ai problemi che aveva Truffa), che tu sia riuscito ad avvicinarti così tanto alla tua mèta, quando in realtà eri stato individuato molto tempo prima...

Link to comment
Share on other sites

Io credo, Frà, che se riesci a portare due SMG (di cui uno a rilascio) a 3nm dal conseguimento dell'obiettivo primario, in mezzo a quel macello di boe, elicotteri e navi, qualcosa lo meriti.

Io sono arrivato sul punto perchè ho evaso, non ho ancora analizzato bene il replay ma credo che mi abbiano lanciato contro di tutto.....

 

Trovi che il nostro comportamento in missione sia stato errato? :s01:

Link to comment
Share on other sites

Io credo, Frà, che se riesci a portare due SMG (di cui uno a rilascio) a 3nm dal conseguimento dell'obiettivo primario, in mezzo a quel macello di boe, elicotteri e navi, qualcosa lo meriti.

Io sono arrivato sul punto perchè ho evaso, non ho ancora analizzato bene il replay ma credo che mi abbiano lanciato contro di tutto.....

 

Trovi che il nostro comportamento in missione sia stato errato? :s01:

 

 

No no, non mi riferivo al merito, come ho detto nel primo post siamo andati tutti anche oltre le nostre reali possibilità! La condotta di gara è stata impeccabile e diversamente non poteva essere fatto :s02:

Link to comment
Share on other sites

Guarda, secondo me, ce la siamo giocata fino alla fine.

Alex ha detto che era vicinissimo al punto quando lo hanno preso, io anche, non so come ci siamo arrivati, fatto rimane che c'eravamo, abbiamo avuto concrete possibilità di successo fino alla fine!

 

Poi certo, capisco ciò che intendi, non è andato tutto liscio e il comportamento di alcune cose non è stato certamente realistico, era una missione tostissima per gli attaccanti, ma secondo me occasione di far punti l'abbiamo avuta fino al crash.. :s01:

Link to comment
Share on other sites

Guarda, secondo me, ce la siamo giocata fino alla fine.

Alex ha detto che era vicinissimo al punto quando lo hanno preso, io anche, non so come ci siamo arrivati, fatto rimane che c'eravamo, abbiamo avuto concrete possibilità di successo fino alla fine!

 

Poi certo, capisco ciò che intendi, non è andato tutto liscio e il comportamento di alcune cose non è stato certamente realistico, era una missione tostissima per gli attaccanti, ma secondo me occasione di far punti l'abbiamo avuta fino al crash..

 

Vabbè se lo dici tu...probabilmente sono io che oggi ho una visione un tantino distorta degli avvenimenti :s02:

Link to comment
Share on other sites

Ma caro amico mio, non lo dico io, lo dice il replay! :s01:

Il ns obiettivo primario era sabotare 2 impianti chimici, uno è stato praticamente sabotato (solo il crash lo ha impedito), l'altro c'è mancato pochissimo, era a 3nm appunto.....in base a ciò dico che abbiamo avuto concrete possibilità di riuscita, quello che ci ha diviso dal conseguimento dell'obiettivo primario sono state le 3nm che non è riuscito a fare Alex alla fine.

Se fossero partite quelle benedette FS avrei certamente mangiato anche la Kashin, poi chi lo sà....

 

Non è che sia così iportante il punto sul quale discutiamo, ma io credo (e i fatti parrebbero confermare) che abbiamo fallito per pochissimo in una missione difficle, per questo sdico che avremmo meritato! :s02:

Link to comment
Share on other sites

Per come vedo io le cose, in uno scenario di circa 25 x 20 nm siamo stati tutti (e sottolineo tutti) individuati nella prima mezz'ora di avvicinamento o nei minuti immediatamente successivi (i nostri avversari ce lo possono confermare senza problemi, credo). Dopo di che uno è crashato, un altro è stato individuato da 10 nm col sonar attivo mentre viaggiava a 5 kts sotto il layer e subito cecchinato con un silex, e altri due sono stati oggetto di un continuo tiro al bersaglio che si è protratto un po' di più nel tempo un po' per l'imprecisione dei lanci e un po' per l'abilità vostra a evadere. Il tiro al bersaglio è finito per Alex a 3 nm dal suo punto di rilascio e per Lefa quando oramai c'era sopra. Per esperienza personale, se devi rilasciare delle special forces e sei stato individuato, non ce la farai mai. E infatti nemmeno Lefa ce l'ha fatta. L'unico modo è arrivarci senza essere visti, specialmente se chi deve fermarti ha a disposizione armi che arrivano con grande velocità sul target (silex, subrock ecc...) e nella sua azione offensiva non è quindi vincolato ai tempi di navigazione dei siluri tradizionali.

 

La realtà dei fatti è che, vuoi per com'era messa la missione, vuoi per le fantasiose caratteristiche di alcune piattaforme in AT3 (e non parlo solo dell'Udaloy che è la Morte Nera di Star Wars messa per sbaglio in DW, parlo anche dell'U212 che dovrebbe avere un rivestimento anecoico e che invece risuona come il gong di un monastero tibetano, per fare un esempio...) vuoi per l'indubbia bravura di chi avevamo davanti, fatto sta che hanno giocato con noi come il gatto col topo, e se la rifacciamo altre dieci volte sono pronto a scommettere che per tutte e dieci finisce così come ieri sera.

Serata in cui, lo ripeto, siamo (siete) stati anche troppo bravi, e vi siete avvicinati all'obiettivo più di quanto, stanti i fatti, fosse lecito aspettarsi. :s20:

Link to comment
Share on other sites

Si sapeva che sarebbe stata una missione dura, lo avevamo già scontato.

Personalmente non avrei mai immaginato che qualcuno fosse riuscito ad passare nel reticolo avversario inosservato e appunto non è stato così, ma non mi sembra una sorpresa, si sapeva (lo aveva detto anche l'editor) che ci sarebbe stato lo scontro al 100%. Essere rilevati non significa fallire l'obiettivo, certo rende tutto più difficile, ma ripeto non puoi pensare di scappare da un elicottero, una nave e due sottomarini che triangolano allegramente (almeno, questo è quello che ho visto fino ad ora e la mia esperienza è infinitamente minore della tua). Alla fine era una missione offensiva, chi difende è sempre in vantaggio!

Concordo con il tuo discorso in linea di massima, hai perfettamente ragione sulla maggior parte delle cose, ma c'è un punto che debbo contestare in amicizia:

 

...Il tiro al bersaglio è finito per Alex a 3 nm dal suo punto di rilascio e per Lefa quando oramai c'era sopra. Per esperienza personale, se devi rilasciare delle special forces e sei stato individuato, non ce la farai mai. E infatti nemmeno Lefa ce l'ha fatta.

 

Non è proprio così: io non ce l'ho fatta perchè Fede è caduto, non per merito dell'interdizione (per altro ottima) eravamo anche in collegamento audio e hai sentito tutte le fasi, anche quanto tempo è passato dopo aver marcato l'impianto chimico!

Nessuno può dire con certezza cosa sarei riuscito a fare dopo, ma è certo che il mio impianto sarebbe andato giù, non ci piove, concordi?

Per sapere per quanti secondi sono rimasto fregato basta chiedere a Fede quanto tempo ci mettevano le FS a uscire, leva 4-5 minuti e trovi il gap che ci ha diviso dal "fare qualcosa" nonostante fossimo già stati inquadrati da tempo.

 

:s01:

Link to comment
Share on other sites

Ma caro amico mio, non lo dico io, lo dice il replay! :s01:

Il ns obiettivo primario era sabotare 2 impianti chimici, uno è stato praticamente sabotato (solo il crash lo ha impedito), l'altro c'è mancato pochissimo, era a 3nm appunto.....in base a ciò dico che abbiamo avuto concrete possibilità di riuscita, quello che ci ha diviso dal conseguimento dell'obiettivo primario sono state le 3nm che non è riuscito a fare Alex alla fine.

Se fossero partite quelle benedette FS avrei certamente mangiato anche la Kashin, poi chi lo sà....

 

Non è che sia così iportante il punto sul quale discutiamo, ma io credo (e i fatti parrebbero confermare) che abbiamo fallito per pochissimo in una missione difficle, per questo sdico che avremmo meritato! :s02:

 

Scusa se intervengo... dati i miei problemi nel mio replay credo manchino un po' di cose...

In realtà io non ti ho mai sentito con il sonar del sub se non alla fine grazie alla mia uuv impazzita, credo che il lancio di questa ti abbia spaventato e ti abbia fatto accelerare un po'.

Ad ogni modo decido di lanciare 2 siluri, un filoguidato su di te e un uset80 sul toti, l'uuv mi aveva passato entrambi i bearing.

Morale: uset80 non pervenuto e test71 che andava dove voleva, così per farlo girare verso la tua posizione, dato che mi stavi sfilando da est, ho sprecato circa la metà della sua autonomia prima di riuscire a girartelo contro, così ha esaurito il carburante sulle tue contromisure...

Notare che mentre venivi giù a palla io stavo cercando disperatamente la tua posizione, sopra, sotto il layer, sono anche andato a qp per vedere che non ci fossero le forze speciali fuori (ricordo che anche quelle possono essere silurate), mi mancava l'attivo... e si che almeno le contromisure a 2/3nm di distanza le avrei dovute sentire...

 

Quello è stato l'unico siluro lanciato contro di te che io sappia, non ricordo se Fausto ne abbia sganciato uno dall'helix, dato che dal lato ovest c'era il finimondo per cercare di colpire Alex troppo profondo per i siluri di Sergio e Drakken che non poteva sparare senza rischiare di colpire un alleato.

Se ha lanciato anche la Kashin contro di te, quello me lo sono perso con i pacchetti della mia linea :s06:

 

Diciamo che dal mio replay sei arrivato giù abbastanza indisturbato, ma non so se è attendibile.

Edited by Truffa
Link to comment
Share on other sites

Ma Truffa ci mancherebbe, scusa di che!

Non ti preoccupare, è reciproco, anche io non ti ho mai sentito :s02:

Al contrario, io ho rilevato parecchi TIW (ho evaso anche le tue UUV, è vero, mi ero dimenticato di questa particolarità di AT3) anche quando tutti i miei compagni erano orami fuori dal gioco, ho perennemente intercettato emissioni sopra i 19.000 quindi ero nei coni di acquisizione delle armi o nella loro prossimità, anche quando i miei compagni non lamentavano attacchi di armi (a parte Alex verso la fine, quelli alla fine erano per lui).

Devo riguardare bene il replay quando torno a casa.

 

Questo comunque non incide sul messaggio che hai quotato :s01:

Link to comment
Share on other sites

Ma Truffa ci mancherebbe, scusa di che!

Non ti preoccupare, è reciproco, anche io non ti ho mai sentito :s02:

Al contrario, io ho rilevato parecchi TIW (ho evaso anche le tue UUV, è vero, mi ero dimenticato di questa particolarità di AT3) anche quando tutti i miei compagni erano orami fuori dal gioco, ho perennemente intercettato emissioni sopra i 19.000 quindi ero nei coni di acquisizione delle armi o nella loro prossimità, anche quando i miei compagni non lamentavano attacchi di armi (a parte Alex verso la fine, quelli alla fine erano per lui).

Devo riguardare bene il replay quando torno a casa.

 

Questo comunque non incide sul messaggio che hai quotato :s01:

 

Quello che intendevo è che anch'io ero pingato da diverse frequenze over 19k però sapevo bene che erano siluri alleati dall'altra parte della mappa (dato che ero stato avvisato dai miei compagni dei loro lanci) e quindi sono rimasto tranquillo...

Ribadisco però che non so se magari ha fatto casino la Kashin contro di te.

 

Mi dispiace che la partita sia finita all'improvviso, perchè ci sarebbe stata ancora possibilità di colpi di scena, ma non do scontata una tua riuscita sul rilascio delle SF, eri rimasto l'unico nemico e si aveva un'idea piuttosto precisa di dove ti trovavi. Le ricerche, poco prima del momento del crash si stavano concentrando sulla tua zona e le possibilità che diventasse tipo "atollo da test atomici" erano alte. :s03:

Senza contare che anche le special force sono affondabili e impiegano del tempo per arrivare a destinazione.

 

Ciò non toglie che ti mancava poco però do ragione ad Hunter sul fatto che un'operazione delicata come il rilascio dei seal dal momento che si è stati

individuati sia una cosa quasi impossibile.

Link to comment
Share on other sites

Ciò non toglie che ti mancava poco però do ragione ad Hunter sul fatto che un'operazione delicata come il rilascio dei seal dal momento che si è stati

individuati sia una cosa quasi impossibile.

 

Ma anche no...davvero non riesco a capire come possiate dare Lefa per certamente morto quando, fino a prova contraria, nonostante fosse in una zona oggetto di pesanti ricerche, lui era ancora vivo e vegeto al momento del crash dell'host.

Peraltro quanto mi ricordi io nessuno in partita ha affondato le special force altrui e cmq sia in mezzo al marasma di contatti, individuarle ed affondarle sarebbe stato certamente proibitivo.

 

Il fatto concreto è che Lefa era ancora in mare, con le SF in uscita da 4 minuti; sinceramente è logicoa presumere che il suo obiettivo fosse davvero in via di completamento e non il contrario; mi pare doveroso ribadirlo per rendere il dovuto merito, nella specifica fattispecie, alla giocata di Matteo.

 

Poi sulle osservazioni in merito all'Udaloy etc sono d'accordissimo ma sono purtroppo cose che sappiamo già da tempo.

Link to comment
Share on other sites

Forse non mi sono spiegato bene: non davo Lefa per certamente morto prima del rilascio delle special forces! Ma se anche ce l'avesse fatta non avremmo raggiunto nessun obiettivo (zero punti per intenderci) e di lì a poco per lui sarebbe stata la fine, per il semplice fatto che i nostri avversari avevano prima deciso di liquidare Alex, pur sapendo dove lui si trovava. Invece lui aveva inquadrato solo il Kashin, mentre non sapeva dove si trovavano Umberto, Sergio e Marco. Inoltre a questa "facilità" di raggiungimento della posizione di lancio hanno anche contribuito i problemi informatici di Truffa, ovvero del sub incaricato di ostacolarlo...

 

Non voglio sminuire assolutamente la bellisima azione di Matteo, ma se anche l'host non fosse crashato il punteggio finale sarebbe rimasto lo stesso :s02:

Link to comment
Share on other sites

Ma anche no...davvero non riesco a capire come possiate dare Lefa per certamente morto quando, fino a prova contraria, nonostante fosse in una zona oggetto di pesanti ricerche, lui era ancora vivo e vegeto al momento del crash dell'host.

Peraltro quanto mi ricordi io nessuno in partita ha affondato le special force altrui e cmq sia in mezzo al marasma di contatti, individuarle ed affondarle sarebbe stato certamente proibitivo.

 

Il fatto concreto è che Lefa era ancora in mare, con le SF in uscita da 4 minuti; sinceramente è logicoa presumere che il suo obiettivo fosse davvero in via di completamento e non il contrario; mi pare doveroso ribadirlo per rendere il dovuto merito, nella specifica fattispecie, alla giocata di Matteo.

 

Poi sulle osservazioni in merito all'Udaloy etc sono d'accordissimo ma sono purtroppo cose che sappiamo già da tempo.

 

Beh, il marasma di contatti stava sparendo dato che erano a nord e verso gli obiettivi da difendere non c'era quasi nulla se non una oiler...

Per le SF, io ne ho affondate ancora ed un vantaggio notevole nei nostri confronti era l'helix che le poteva cercare mettiamo un 50 e 50 dai :s10:

Link to comment
Share on other sites

Poi sulle osservazioni in merito all'Udaloy etc sono d'accordissimo ma sono purtroppo cose che sappiamo già da tempo.

 

Bene innanzitutto voglio iniziare, col dire per l'ennesima volta, che prima di scirvere delle cose (inesatte) bisogna mostrare i fatti... come avete ben compreso mi riferisco a quell'oggetto dei miracoli denominato DDG UDALOY...

 

l'UDALOY (in AT3) non è altro che un copia ed incolla della FFG PERRY, con i medesimi sensori, con la differenza che al posto degli harppon , monta dei SILEX armi ASW (non magiche) che hanno un range di acquisizione

di poco meno di un miglio (parlo del siluro sganciato). Sfido chiunque a dire il contrario, e se si, mi mostri i dati del database. In effetti in RA la DDG è senz'altro simulata in modo migliore, visto che ha un sensore da DDG (3500 hz) e un range di acquisizione pari a circa contro i 30ky contro i 20ky dell FFG/DDG (in AT3), nonchè 8 silex (contro i 4 ) ecc ecc... Difatti forse è una delle poche cose che rimpiango della MOD RA. Se avessi avuto la UDALOY mod RA la partita sarebbe durata anche meno.

 

Mi sento di dire a chi a già fatto il corso della FFG/DDG e a chi lo dovrà fare, che la differenza è data dal tempismo dell'utilizzo dei vari sensori. Il segreto è tutto lì.

 

Per chi non ha mai utilizzato la FFG/DDG do il consiglio di mettersi al sonar attivo / passivo per provare a capire cosa significhi seguire contemporaneamente tali sensori e capire qualcosa.

Il sonar attivo ha tre sottomodalità, il sonar passivo è da fantascienza\incubo (dipende dai punti di vista).

 

********************************************************************************

*****************************************************************************

 

Passando al briefing della partita, prima di tutto voglio fare i miei complimenti a lefa ed Alex, :s20: che hanno veramente per un soffio mancato i loro obiettivi... i miei complimenti.

E sicuramente i complimenti a tutta la squadra (visto i nomi in gioco SERTORE - VON FAUST - TRUFFA un trio d'eccezzione di sicuro)

 

Personalmente son partito dal porto, e visto la tipologia del fondale, mi son portato subito in una posizione con un fondale maggiore di 1000 ft, per poter utilizzare al meglio il mio trainato.

Decido per una rotta verso Ovest e mi posiziono in modo tale che il sonar trainato avesse un lato verso il lato del possibile arrivo delle minacce (così da evitare la soluzione del doppio contatto , cosa molto più complicata rispetto

a quello di un SUB). Così facendo avevo la prua (con il sonar attivo che copriva la parte OVEST) la poppa con il trainato che coprina la parte EST.

 

Bene , rallento a tre nodi, sia per non essere rilevato facilmente dai sonar nemici, sia per far andare sotto il layer il mio trainato. Inzio la ricerca in passivo. Subito rileviamo l'AKULA neutrale, poi abbiamo dei possibili contatti ostili ad EST,

ma con una TMA molto approsimativa, e le tracce dei segnali che andavano e venivano.

 

Aspetto comunque l'arrivo di Von Faust con il suo KA-27, (disperso nelle montagne algerine, forse in cerca di qualche bellezza locale :s03: :s68: ). Purtroppo a bordo non ho l'altro Helix a disposizione, e senza il DATA Link, è stato

molto difficile coordinarsi con Von Faust, che comunque ha sempre puntualmente risposto ai miei appelli.

 

Arrivati a circa un ora di gioco, visto che in modalità passiva non avevamo nulla di certo, e dal mio trainato avevo contatti molto distanti, decido di passare all'attacco, andando in attivo (con la conseguenza di essere tracciato da tutti)...

inizio la ricerca, con il sonar a settori... inizio dalla zona di SERTORE... rilevo lui... poi mi sposto a nord... ed ecco che al limite del range del sensore (circa 9 miglia) rilevo qualcosa... rapido check con gli altri per vedere se poteva essere

un falso contatto... risultato negativo ... procedo con la seguenza lancio del SILEX... il siluro arriva a poche yard di distanza dal A212 di Hunter... affondato.

 

Nel frattempo, con il trainato aggancio il TOTI... visto che era senza controllo (causa crash di cristian) decido di seguirlo in passivo, e di aspettare una TMA affinata. Passano i minuti ed ho una soluzione. Lancio il secondo SILEX, purtroppo

mentre è in volo mi arriva un ulteriore aggiornamento della soluzione, che lo posiziona di qualche miglio un pò più a NORD... difatii il mio SILEX (non magico) gira a vuoto. Visto che il target non è prioritario per la missione , comunico la posizone a VON Faust. Intanto proseguo la mia ricerca in attivo, ma non riesco a trovare nulla di nuovo, Difatti l'ottimo ALEX, si trovava molto in profondità e in pratica nella stessa posizione di SERTORE.

Poco dopo, Sergio mi grida che ha rilevato l'AGOSTA, e che lo vede SONAR HF. :s07: Io lo incito a sparargli il più presto possibile... (qui inizia una tragico-commedia) Sergio tenta un primo e un secondo lancio, tutte e due i lanci falliscono causa l'eccessiva profondità (KILO = BARACCA) a questo punto visto la vicinanza a meno di 5 miglia da me, gli grido a SERGIO di togliersi da li, che stavo per lanciare un SILEX seguito da un siluro "normale" USET 80 settatto oltre il layer...

do a SERGIO 5 minuti,... ottimo coordinamento e lancio chirurgico... il siluro del silex , fa diversi giri andando sempre più verso il fondo... acquisisce l'AGOSTA di Alex e lo affonda.

Con Sergi che mi grida nelle cuffie per sapere dove stava andando l'altro siluro.... lo tranquillizzo "IL MITO è CON te" :s03: :s68:

A questo punto metto la prua verso 090, nel frattempo triangoliamo la posizione presunta di LEFA... visto la vicinanza alla fabbrica chimica, io preparo il lancio dell'ultimo mio SILEX... con il REPLAY si può dire che la soluzione era perfetta...

comunque la partita finisce lì... non so come poteva andare a finire, con i se ed i ma non si va mai troppo avanti... si sa.

 

La partita era sicuramente difficile da parte degli attaccanti... non più comunque rispetto alla prima missione, dove perarltro svolazzava anche un P3... e dove l'AI ha fatto diverse vittime.

Sinceramente visto la preparazione di tutti i giocatori in campo, non mi sento di dare consigli di come poteva essere affronatata la partita... visto comunque l'ottimo approccio di LEFA ed ALEX...

ma prima di rilasciare le SF, personalmente avrei pensato di attaccare e liberare la zona da possibili minacce.

 

 

Alla prossima e che la FORZA OSCURA sia con i DARTH SITH :s02: :s41:

Edited by Drakken
Link to comment
Share on other sites

Bene innanzitutto voglio iniziare, col dire per l'ennesima volta, che prima di scirvere delle cose (inesatte) bisogna mostrare i fatti... come avete ben compreso mi riferisco a quell'oggetto dei miracoli denominato DDG UDALOY...

 

l'UDALOY (in AT3) non è altro che un copia ed incolla della FFG PERRY, con i medesimi sensori, con la differenza che al posto degli harppon , monta dei SILEX armi ASW (non magiche) che hanno un range di acquisizione

di poco meno di un miglio (parlo del siluro sganciato). Sfido chiunque a dire il contrario, e se si, mi mostri i dati del database. In effetti in RA la DDG è senz'altro simulata in modo migliore, visto che ha un sensore da DDG (3500 hz) e un range di acquisizione pari a circa contro i 30ky contro i 20ky dell FFG/DDG (in AT3), nonchè 8 silex (contro i 4 ) ecc ecc... Difatti forse è una delle poche cose che rimpiango della MOD RA. Se avessi avuto la UDALOY mod RA la partita sarebbe durata anche meno.

 

Marco quello che tu dici su com'è impostato l'Udaloy in AT3 è senza dubbio vero, e sai anche che penso sinceramente che nessuno più di te sia in grado di utilizzarlo al meglio delle sue possibilità.

 

Non intendo minimamente sminuire la tua bravura, che ieri sera hai dimostrato per l'ennesima volta e sono sicuro che saresti riuscito a farlo anche con impostazioni diverse. Anzi ti faccio davvero i complimenti per come hai e avete condotto la gara. Voglio però farti una semplice domanda, rispondimi con un sì o con un no e accetterò quello che mi dirai.

Visto che stiamo parlando di simulazione, ovvero di un qualcosa che dovrebbe approssimare la realtà (ricordo che nelle discussioni relative a RA era proprio su concetti del genere che venivano -giustamente- espresse alcune critiche, ovvero sul realismo del comportamento di alcuni siluri, delle percentuali di danno che davano, dei coni di acquisizione) è realistico secondo te, che un'unità navale sia in grado in venti minuti (l'avvicinamento che tutti dovevano fare terminava alle 5:30, io sono stato affondato alle 5:50 circa) di intercettare dalla distanza di 9 miglia (io avevo calcolato 10, ma ti credo sulla parola) con il sonar attivo un U212 che viaggia a 200 metri di profondità 30 metri circa sotto il layer ad una velocità di 5 kts, e di affondarlo con il lancio di un unico Silex?

 

Guarda che la domanda non è riferita solo alle capacità dell'Udaloy, ma anche all'incapacità di un SSK e in particolare di un sub, l'U212, che dovrebbe essere stealth e che nella realtà è riuscito ad avvicinarsi a 4 nm da una CVN eludendo la sorveglianza, attiva e passiva, di un intero gruppo da battaglia USA

Link to comment
Share on other sites

L'unica parte di Debriefing che potevo raccontare e gia stata detta :s03: , mi riferisco ai primi 30 minuti di gioco.

Mentre stavo osservando l'Udaloy di Drakken attraverso il periscopio passo sulla stazione Stadimeter per ottenere una soluzione di tiro. Inizialmente lo stadimeter non voleva saperne di funzionare , infatti ingenuamente chiedo ai miei compagni di squadra sé il Toti possedeva lo Stadimeter in AT3. Dopo mezzo minuto lo stadimeter si sblocca permettendomi di ricavare il range della DDG ma dopo pochi secondi crasho.

PS:sull'utilizzo dello Stadimeter ho riscontrato strani comportamenti durante i primi minuti di gioco della prima missione.

E' per caso un problema simile all'HF oramai famoso di AT3?

 

Questa Mod sarà pure stabile ma non ha niente di gratificante per quanto riguarda la simulazione.

 

@Drakkene VonFaust:

Mi avete attaccato pur dopo il crash , oltretutto mancandomi :s03: :s03: :s68: :s68: :s12: Oltraggio!!! Totiano intervieni tu a diffesa del TOTI :s02:

Edited by cristian
Link to comment
Share on other sites

@Drakken: questo argomento è già stato trattato diverse volte e tu hai sempre argomentato la questione dei valori nel database e visto che io non so leggerli ti ho sempre detto che questo è certamente cosi, non ho dubbi in tal senso e lo ribadisco a scanso di equivoci.

 

Tuttavia ritengo ancora che, come ti ho sempre detto anche quando ci siamo visti, che la mia impressione (che si basa su anni di gioco prima a 688i, poi a subcommand ed infine a dw), il mod AT3 sia in qualche modo sbilanciato.

Non scorderò mai la partita in cui il mio Los Angeles venne individuato al di là di un'isola ed a più di 20 miglia di distanza sebbene sempre a velocità piuttosto moderata, è li che sollevai la questione per la prima volta.

Non è un'accusa per nessuno ne un voler sminuire la tua capacità con questa piattaforma in particolare, fatto risaputo e conclamato (a proposito il corso...?).

 

Ma al di là di questo che resterà un mio cruccio ed una mia opinione (per quello che vale a titolo di chiaccherata) evidentemente (anche se non sono il solo a ritenere sgravate certe piattaforme in AT3) non si può rimanere indifferenti all'osservazione ed all'esempio fatto da Hunter visto che a Spezia a Marzo ceri anche tu a tavola...ricordi?

Edited by Gladiatore
Link to comment
Share on other sites

Punto primo, per cortesia non parliamo e non facciamo riferimenti alla realtà... qualsiasi simulatore commerciale, DW con qualsiasi MOD è lontana anni luce dalla realtà....

 

Punto secondo... non vorrei mettere il ditino nella piaga, ma Hunter da quello che ho visto non eri molto profondo... il siluro ci ha impiegato poco a beccarti, e quando sei morto, il tuo sub era visibilmente abbastanza in alto... non ci metto la mano sul fuoco, ma questa è statala mia impressione e nello stesso caso, ad alex che era molto profondo sono riuscito a scovarlo solo 5 miglia da me... ed il siluro per beccarlo ci ha impiegato un bel pò... prima di raggiungerlo... appunto perchè era molto profondo.

 

Punto terzo... e qui mi riferisco ai comandanti meno esperti, prima di dare dei giudizi sulle MOD , consiglio vivamnete di fare più esperienza sul campo... AT3 ha i suoi problemi, ma RA è deleteria per certe cose.

Tanto per una conferma... leggete questo debriefing... LINK in quella partita sergio era con il TODARO... in con l'UDALOY, ebbene con la ricerca attiva l'ho beccato da 13 MIGLIA di distanza... e affondato poco dopo... siete sicuri che volete giocare con RA... l'importante è che poi non vi lagnate...

:s03: :s68:

Ripeto, prima di parlare e dare dei giudizi portatemi i dati del DATABASE... altrimenti son tutte chiacchere. :s56: :s65:

 

Nella partita di ieri non è successo nulla di anormale, scovare un sub da una distanza di 9 miglia con il SONAR ATTIVO non è una cosa anormale per un DDG specializzato antisom... non siamo mica in SHV che si naviga a vista.

 

 

Tanto per tornare al concetto di realtà, con i moderni sistemi di armi e sensori, oggi è impensabile per un sub avvicinarsi a meno di un tot di miglia , dal bersaglio... e mi riferisco ad un gruppo di superficie specializzato antisom in ricerca attiva difatti tutte le nuove fregate vedi le FREEM italiane con i sistemi MILAS, hanno una range di acquisizione sempre più lontano, per contro anche i sub con i missili e i moderni siluri hanno una portata oltre le ventimiglia.

 

Per quanto riguarda il Todaro, non sappiamo nulla circa l'avvicinamento al bersaglio, e di come è avvenuto... non penso proprio che si siano avvicinati comunque di fronte con i ping attivi di qualche fregata o DDG nemico,

molto probabilmente hanno capito dove stava il punto debole della scorta alla portaerei, dove cioè la ricerca attiva era meno efficiente... perchè ad oggi nessun sottomarino non è rilevabile al SONAR ATTIVO... entro un tot di miglia, e comunque rispetto alla ns situazione è molto differente... coprire una portaerei a 360 gradi è ben altro rispetto alla ns partitina di ieri.

 

 

EDIT: Tanto per non lasciare nulla alcaso ho trovato nel DATABASE della Jane's grazie ad un amico "capisci a me" i dati del sonar dell' UDALOY:

 

Description

The Zevada M-1 Sonar Suite comprises the hull-mounted MGK-345 Bronza (NATO Name Ox Yoke) and the Ox Tail towed array variable depth sonar. This MF/LF sonar suite was introduced from the late 1970s to several classes of surface ship. Ox Tail is sometimes reported as 'Rat Tail' in other publications, and as is often found with ex-Soviet and Russian Federation equipment, the definitive answer is not available from manufacturer or operators.The MGK-345 Bronza/Ox Yoke hull-mounted LF sonar has an active range of around 16 nautical miles ](18.4 miles/29.6 km) and has both an active and passive capability. The system is reportedly capable of multi-tracking up to eight targets at one time. The Ox Tail MF/LF VDS towed array sonar could provide passive detection beyond the first convergence zone on noisy targets and again it has both passive and active modes. Claims are made that it has built-in auto-tracking with a capability of 16 simultaneous targets.

 

Si in effetti AT3 è irrealistico... in quanto è tarato molto al ribasso... :s07: :s03: :s68:

Edited by Drakken
Link to comment
Share on other sites

Io non ho le credenziali per esprimermi su questa questione, magari dopo il corso del caccia ci capirò di più, ma chiedo a Marco (senza polemica alcuna), se fosse normale che nonstante fossimo (almeno io ero dannatamente sotto) abbondantemente sotto lo strato abbiamo sentito i ping sia della Kashin che dell'Udaloy per tutto il tempo...

La domanda si può girare anche in: il sonar di chiglia di queste unità buca lo stato?

Mi par strano, considero più probabile il filare il TA sotto lo strato, ma la vecchiotta classe Kashin può farlo?

 

Questo è quanto ho riscontrato di strano rispetto ai caccia, quindi non tanto la portata del sensore quanto la sua "potenza".. :s01:

 

[edit]

 

Ho dimenticato altre due cose:

 

- forse in AT3 è il termoclino ad evere problemi e non i sensori delle navi?

 

-eccellenti le informazioni riportate, non è che il tuo amico "capisci a me", che ha evidentemnte un libro specifico (non il classico fighting ships) di sensoristica o un abbonamento online mi cerca due cosine? :s44: :s43:

Edited by Lefa
Link to comment
Share on other sites

Allora per quanto riguarda il SONAR il discorso è semplice:

 

Il layer non è un muro dove l'onda sonora (ping attivo) rimbalza, ma viene più che altro deviata / distorta...

perciò il riflesso generato da un ostacolo non viene poi ricevuto in maniera ottimale.

 

Questo è in funzione della potenza del sonar... e della distanza del target... e della sua grandezza... metti che un DDG (come puoi notare dall'active intercept) ha una frequenza di 3500, questo perchè è molto "potente" come apparato...

una fregata ha una frequenza di 7500... un boa di 10000 e via via... un siluro da 20000 (di fatti ha un range di acquisizone di un miglio 1/2) un sonar di una DDG di oltre 15 miglia.

 

Ma tutto è in funzione...

 

intanto di quanto metri sei sotto lo strato, difatti dal sonar dove vedi la curva del suono per vedere dove si trova lo strato... quello è ottimo come indicatore per ripararsi da una caccia in attivo...

più in fondo vai più la linea di proparagzaione del suono si discosta dall'originale (quella sopra layer) più hai possibilità che non vieni intercettato dal SONAR in ATTIVO.

 

Prova è che appunto il sub di ALEX l'ho rilevato a soli 5 miglia da me.

 

Per quanto riguarda l'AI... intanto come ben vedrai dal REPLAY il KASHIN non ti ha mai attaccato direttamente... più che altro ha dato la caccia all'AKULA di RONIN... questo perchè ?

 

E' importante capire come funziona l'AI del gioco... per attaccare l'AI del gioco ti deve riconoscere come ostile... solo con il sonar attivo non ti riconoscerà mai come tale... (al contrario di una unità pilotata da umano)

lo deve sempre associare a un altro sensore in passivo... difatti l'AKULA di RONIN l'hanno sentito tutti in passivo... ergo il KASHIN lo ha attaccato.

 

Tu dal Kashin eri ad una distanza intorno alle 5 miglia... per forza che sentivi le pingate da quella distanza... molto probabilmente ti ha rilevato ma non ti ha riconosciuto come ostile... perchè non ti ha sentito in passivo.

 

 

P.S.: Hai scritto che sentivi le mie pingate per tutto il tempo.... benissimo io non ti ho mai rilevato... ma perchè non mi hai attaccato ??? :s03: :s68: :s02:

Link to comment
Share on other sites

Giuro che ti sentivo, e non solo io! :s01:

Non ho attaccato prevalemntemente per quattro motivi:

 

- la regola era non ingaggiare se non strettamente necessario, per strettamente necessario intendo che avrei ingaggiato solo se qualcosa si fosse posto tra me e l'obiettivo.

- eri molto lontano dalla mia posizione e non avevo una soluzione "sonar"

- l'unico dato che avevo erano le intercettazioni delle tue emissioni, quindi si, avrei potuto tirare una salva di missili su quel bearing ma a che pro, se il caccia è super distante, super potente a livello di reazione e lo comanda un giocatore molto esperto?

- ti avrei probabilmente rivelato la mia posizione e mi avresti accolto con una pioggia di missili malvagi

 

Non ho attaccatto neppure la Kashin (che mi ha attaccato, invece, con un siluro) per cercare di fare prima l'obiettivo, nonostante quella la avessi in soluzione perfetta con quattro sensori!

 

Credo di aver capito perchè sono riuscito ad arrivare a bersaglio..........ma non vi dico come! (tanto lo hai gia detto tu..) :s07: :s02: :s11:

Link to comment
Share on other sites

Giuro che ti sentivo, e non solo io! :s01:

Non ho attaccato prevalemntemente per quattro motivi:

 

- la regola era non ingaggiare se non strettamente necessario, per strettamente necessario intendo che avrei ingaggiato solo se qualcosa si fosse posto tra me e l'obiettivo.

- eri molto lontano dalla mia posizione e non avevo una soluzione "sonar"

- l'unico dato che avevo erano le intercettazioni delle tue emissioni, quindi si, avrei potuto tirare una salva di missili su quel bearing ma a che pro, se il caccia è super distante, super potente a livello di reazione e lo comanda un giocatore molto esperto?

- ti avrei probabilmente rivelato la mia posizione e mi avresti accolto con una pioggia di missili malvagi

 

Non ho attaccatto neppure la Kashin (che mi ha attaccato, invece, con un siluro) per cercare di fare prima l'obiettivo, nonostante quella la avessi in soluzione perfetta con quattro sensori!

 

Credo di aver capito perchè sono riuscito ad arrivare a bersaglio..........ma non vi dico come! (tanto lo hai gia detto tu..) :s07: :s02: :s11:

 

Sbagliato LEFA... se mi attaccavi tu o ALEX avevate buone possibilità di beccarmi (specialmente ALEX) a quella distanza senza contromisure, con due siluri avevo poche possibilità, e di sicuro

non avevo il tempo di tracciarvi con il sonar attivo/passivo perchè dovevo velocemnte andarmene da li.

 

PRIMA REGOLA: ATTACCARE SEMPRE... ATTACCARE PER PRIMI...

Link to comment
Share on other sites

Punto secondo... non vorrei mettere il ditino nella piaga, ma Hunter da quello che ho visto non eri molto profondo... il siluro ci ha impiegato poco a beccarti, e quando sei morto, il tuo sub era visibilmente abbastanza in alto... non ci metto la mano sul fuoco, ma questa è statala mia impressione e nello stesso caso, ad alex che era molto profondo sono riuscito a scovarlo solo 5 miglia da me... ed il siluro per beccarlo ci ha impiegato un bel pò... prima di raggiungerlo... appunto perchè era molto profondo.

 

No, hai ragione, ma ero venuto su da circa un minuto. Infatti avevo ping insistenti da 120 circa (una boa e una frequenza a 3500 del Kashin, che avevo individuato anche sul passivo) e mi stavo preparando all'attacco del Kashin con i Teseo. Ma ripeto, si è trattato del tempo strettamente necessario a risalire da 160 a 18 metri (vel. 5 kts)e alzare il periscopio, non ho fatto neanche a tempo a osservarci niente che già ho sentito il TIW e due secondi dopo mi ha beccato.

Tu dici di avermi trovato con l'attivo, fatto un check con i compagni di squadra per eliminare altre ipotesi, impostato e lanciato il silex... non credo tu sia riuscito a fare tutto questo nel brevissimo tempo che è passato da quando ho passato lo strato...per quello sono convinto che l'intercettazione è avvenuta prima :s02:

 

A prescindere da questo prendo atto della tua risposta. A questo punto chiedo solo a tutti gli editor, per le prossime missioni, di tenere presente le caratteristiche di questa unità, visto che, trattandosi di un torneo, le missioni non devono essere suicide per una side, ma sostanzialmente equilibrate. Non lo dico con accento polemico, lo dico solo per garantire la massima imparzialità ai partecipanti di entrambe le squadre

Link to comment
Share on other sites

Sbagliato LEFA... se mi attaccavi tu o ALEX avevate buone possibilità di beccarmi (specialmente ALEX) a quella distanza senza contromisure, con due siluri avevo poche possibilità, e di sicuro

non avevo il tempo di tracciarvi con il sonar attivo/passivo perchè dovevo velocemnte andarmene da li.

 

PRIMA REGOLA: ATTACCARE SEMPRE... ATTACCARE PER PRIMI...

 

 

Grazie per il consiglio, te ne pentirai! :s03: :s11:

Link to comment
Share on other sites

No, hai ragione, ma ero venuto su da circa un minuto. Infatti avevo ping insistenti da 120 circa (una boa e una frequenza a 3500 del Kashin, che avevo individuato anche sul passivo) e mi stavo preparando all'attacco del Kashin con i Teseo. Ma ripeto, si è trattato del tempo strettamente necessario a risalire da 160 a 18 metri (vel. 5 kts)e alzare il periscopio, non ho fatto neanche a tempo a osservarci niente che già ho sentito il TIW e due secondi dopo mi ha beccato.

Tu dici di avermi trovato con l'attivo, fatto un check con i compagni di squadra per eliminare altre ipotesi, impostato e lanciato il silex... non credo tu sia riuscito a fare tutto questo nel brevissimo tempo che è passato da quando ho passato lo strato...per quello sono convinto che l'intercettazione è avvenuta prima :s02:

 

A prescindere da questo prendo atto della tua risposta. A questo punto chiedo solo a tutti gli editor, per le prossime missioni, di tenere presente le caratteristiche di questa unità, visto che, trattandosi di un torneo, le missioni non devono essere suicide per una side, ma sostanzialmente equilibrate. Non lo dico con accento polemico, lo dico solo per garantire la massima imparzialità ai partecipanti di entrambe le squadre

 

Ti sei semplicemente trovato nel posto sbagliato al momento sbagliato.... la zona intorno a te era libera da navi... per me è stato facile trovarti... due pingate...

se proseguivi sotto il layer non ti trovavo di sicuro... perciò tutto quadra. :s02:

 

Tu dici di avermi trovato con l'attivo, fatto un check con i compagni di squadra per eliminare altre ipotesi, impostato e lanciato il silex... non credo tu sia riuscito a fare tutto questo nel brevissimo tempo che è passato da quando ho passato lo strato...per quello sono convinto che l'intercettazione è avvenuta prima

Secondo de te perchè sono il MITO ???? :s34: :s51: avevo appena iniziato la fase attiva, ti ho beccato sicuramente appena sopra lo strato quando eri in fase di risalita... dopo un minuto ho lanciato.

 

Si ma la prima missione avevate una PERRY + eli e un P3... nessuno ha gridato allo scandalo !!! (senza entrare in polemica) PAR CONDICIO.

Edited by Drakken
Link to comment
Share on other sites

Vabbè io non mi intrometto in questioni tecniche e specifiche delle navi anti-som che come ben tutti sapete non mi interessano... :s03:

 

Anchio sinceramente, fossi stato nella side mediterraneo, avrei adottoato una tattica un po più aggressiva (e la missione si basava su questa tattica!): avrei eliminato le 2 navi di superficie con missili e/o siluri (un bel lancio congiunto da 3 sub, con salve di 4 missili ASM contro prima 1 e poi l'altra nave, penso che qualche colpo sarebbe sicuramente andato a segno e non dico di affondarle, ma erano cmq danneggiate gravemente e non poteva operare al 100%).

Una volta eliminate o cmq messe fuori uso le 2 navi, bè non dico sarebbe stato facile, ma sicuramente possibile, con i sub sarebbe stato uno scontro molto bello e giocato sul filo delle frequenze.

 

Concordo con Drakken riguardo alla tattica di attaccare, sarebbe stato un po impensabile, riuscire a passare indenni il muro difensivo dei Libici-Algerini. :s68:

 

 

La missione era volutamente "difficile" perchè dovevate violare una base militare nemica: e mi sono limitato a 2 sole Navi ASW (Udaloy e Kashin) in realtà ne volevo mettere altre, ma sarebbe stato sicuramente impossibile per voi.

 

 

 

La prossima lo sarà altrettanto :s45:, ma stavolta non ci sono navi ma solo sub + 1 eli, quindi il divertimento sarà assicurato!!! :s51:

Edited by Djmitri
Link to comment
Share on other sites

Carissimo Drakken, tu insisti sui valori del database e ti trinceri dietro al fatto che i valori dell'Udaloy sono gli stessi della Perry...ed allora?

Cosa è che ti devo portare scusa? Dove è scritto che i valori del database di AT3 siano sacrosanti? Questa è la questione fondamentale! Non credo che li abbia imposti la Santa Inquisizione o sbaglio? :s03:

Quindi mi sa tanto che prima di dire agli altri che producono solo chiacchere :s68: …ahi ahi signora Longari…..

 

Si sa che il sonar (a me risulta essere l’Horse Jaw accoppiato all’Horse Tail (VDS) di derivazione francese) dell'Udaloy era un'ottimo apparato quando è stato progettato in Unione sovietica a metà degli anni 70.

Era, lo ribadisco.

Il Todaro è un filo più recente...giusto un filo. Forse ti sfugge questo dettaglio.

Sulla base di tanti anni di letture sull'argomento io ritengo che questa differenza di età e di tecnologia si debba sentire in qualche modo, se tu la pensi diversamente ti rispetto pur non concordando sebbene la mia sia una opinione (peraltro stiamo parlando di un gioco), giusta o sbagliata, che vale tanto quanto la tua, non credi?

E poi scusa se DW secondo te è ad anni luce dalla realtà come fai dire che il sonar dell’Udaloy è addirittura sotto potenziato?

Che DW sia anni luce lontano dalla realtà...boh chi lo sà veramente?...del resto mica stiamo giocando ad Hello Kitty Online quindi mi pare logico che se ne discuta con un minimo di cognizione tra appassionati dell'argomento (vedi la corretta osservazione sul numero di missili antisom). Va che ero dietro di te sul Todaro a Chioggia quando abbiamo visto il pannello della TMA vecchio...

Considera anche il range nominale di un apparato d'arma o di un sensore non corrisponde mai a quello reale in combattimento, ad esempio l'AIM 9 Sidewinder aveva un range teorico di 11-13 miglia (a volte indicato persino 15) ma in realtà è molto più ridotto soprattutto nelle versioni iniziali e medie, chi gioca a Falcon 4 e simili lo sa bene.

 

I sottomarini Italiani :s67: non sono nuovi all''impresa della portaerei (l'ha fatta anche il Toti mi pare molti anni fa) e cmq sia mentre il Todaro ha penetrato lo schermo di difesa, secondo te cosa stavano facendo gli yankee? Lanciavano le rose per vedere se rimbalzavano sullo scafo del 212? Se gli apparati americani (generalmente più efficenti della controparte sovietica) in più occasioni hanno faticato a rilevare questo tipo di unità mi pare logico mutuarlo in gioco.

Per quanto riguarda i comandanti meno esperti…nessuno mi pare abbia citato RA (ti inquieta proprio questo mod…) perchè non è l'oggetto delle nostre discussioni in questo momento e sinceramente tra le persone che hanno giocato la partita ci sono i soliti di sempre ed ognuno ha interpretato la partita a modo suo.

 

Ps. Guarda che non proprio tutti i simulatori commerciali sono lontani dalla realtà poiché almeno un paio sono usati come propedeutici all’attività simulata.

Il flight simulator ad esempio nelle scuole di volo c’è e tempo fa anche un simulatore della Microprose (forse tu non giocavi nemmeno ai tempi) era stato adottato dagli americani per testare sul campo la situazione awarness e le decisione tattiche conseguenti da prendere.

Ah prova DCS Ka 50 Black Shark….poi ne riparliamo…. :s30:

Edited by Gladiatore
Link to comment
Share on other sites

@ GLADIATORE

 

Forse non hai seguito tutta la discussione...

 

sicuramente non hai participato alla partita...

 

di certo hai fatto pochissime partite con noi...

 

mi sembra che se tu ad essere un attimo presuntuoso.

 

Confrontare un apparato sonar ad un sottomarino non ha senso...

tanto la tecnologia (se non lo sai del sonar) è rimasta identica dai tempi dell'UBOAT... il principo fondamentale è lo stesso... sono solo via via migliorati i range... i sottomarini sono notevolmenti cambianti

ma di fatto non sono diventati invisibili alla riccrca attiva del sonar.

Queste sono le basi della moderna simulazione sottomarina... se non si sanno queste quattro nozioni... beh allora...

Portare degli esempi concreti di esercitazioni, senza sapere tutta la storia di quelle esercitazioni non ha senso...

la prova sono le missioni che ogni settimana facciamo... con gli stessi sottomarini e scenari ci sono sempre risultati diversi ed imprevedibili.

Non c'è nulla di scontato, non c'è nulla di scritto, solo le azioni, la fortuna , sono determinanti.

 

E comunque il mio discorso (del DATABASE) era riferito al fatto che l'UDALOY in AT3 non ha nulla di diverso rispetto alla FFG PERRY...

 

da questo si evince che stai facendo solo CHIACCHERE, senza portare dei fatti o nuovi spunti alla discussione, solo per star li a contestare...

fai pure... :s20: :s20:

Link to comment
Share on other sites

La discussione l'ho seguita tutta visto che sono intervenuto sin dall'inizio, il replay che ho visto è il tuo e la missione mi è stata descritta da Dimitri e da Lefa quindi non mi sono introdotto all'ultimo senza sapere nulla.

 

Gioco da più un anno con voi, frequento questo forum con numero 5 di iscrizione e cmq ho sempre giocato ad Harpoon, a Red Stormi Rising, a 688i della Janes, a FleetCommand, Subcommand prima poi DW per cui ritengo di non essere proprio all'oscuro della materia...

 

Detto questo, dove ti ho dato del presuntuoso?

Attento a quello che dici perchè sei tu che mi hai accusato di portare solo chiacchere mentre io ti ho fatto una considerazione, peraltro condivisa da altri, seconda la quale dove è scritto che i valori del database di DW non sono la verità assoluta? Dimmi è una cosa tragica metterli in dubbio come tu metti in dubbio (giustamente per quel che ho visto diversi aspetti di RA?)

 

Ti ripeto la mia opinione vale tanto quanto la tua e gradirei che tu la rispettassi come io faccio con te pur non condividendola.

 

Anche il principio dell'aereo è lo stesso dei Fratelli Wright e guarda dove siamo ora...non capisco quel che dici sul sottomarino e sull'apparato sonar..scusa a cosa serve il sonar dell'udaloy se non a trovare i sub nemici???

 

Sinceramente sono amareggiato nel leggere che tu ritenga che io porti solo chiacchere e non credo di essere io quello a corto di argomenti; capisco che tu non condivida le mie osservazioni e mi pare interessante questo ed utile alla discussione, ma di li a darmi del contestatore a gratis solo perchè non concordo col tuo modo univoco di vedere le cose è fuori luogo e lontano dallo spirito critico della discussione come l'avevo intrapresa. Mi spiace molto...

Edited by Gladiatore
Link to comment
Share on other sites

Faccio i miei piu' calorosi complimenti a tutti i partecipanti questa discussione .

La passione che traspare da ogni intervento indica un alto grado di attaccamento al simulatore ....spero mi permettiate un giorno di accedere alla vostra squadra .

 

Con molta umilta' mi permetto di consigliare di mettere la vostra amicizia davanti ad ogni missione ed a ogni simulatore ....

 

 

Con ammirazione '' Furio''

Edited by furio
Link to comment
Share on other sites

AT3 ha i suoi problemi, ma RA è deleteria per certe cose.

Tanto per una conferma... leggete questo debriefing... LINK in quella partita sergio era con il TODARO... in con l'UDALOY, ebbene con la ricerca attiva l'ho beccato da 13 MIGLIA di distanza... e affondato poco dopo... siete sicuri che volete giocare con RA... l'importante è che poi non vi lagnate...

 

Perché dici che RA é deleteria per certe cose? Quali?

Pura curiosità!

 

---------------------------------------------------------------------------------------------------------

 

Ho letto il debriefing che hai postato , da esso si evince da parte di tutti un buon giudizio su RA , indipendentemente da alcuni problemi riscontrati come ad esempio il TIW che sono stati risolti con la nuova versione. Le problematica enunciate da Sertore in quella partita sono chiaramente legate ad una non ottimale regolazione della Gamma e inoltre non possedeva ancora una gran padronanza del Sonar Yankee.

 

---------------------------------------------------------------------------------------------------------

---------------------------------------------------------------------------------------------------------

 

Oggi ripensavo a quanto avrebbe potuto incidere l'ìutilizzo di RA in questa campagna:

uno fra tutti la possibilità di utilizzare degli SSK idonei (a mio avviso) per formazione , per idonei intendo con stazioni di gioco appartenenti alle proprie Side e non tutti con dei ''Kilo'' , utilizzo questa generalizzazione perché essenzialmente tutti gli SSK in AT3 a parte le armi sono uguali!! :s12:.

Sono state aggiunte nuove unità per bellezza in questa MOD , per far numero. Un type 212 con la stessa strumentazione di un Kilo quasi da rottamare.

Edited by cristian
Link to comment
Share on other sites

Con il mio Ka-27 mi ritrovo nel mezzo delle montagne a circa 30 minuti dalla zona calda.

In accordo col Drakken, una volta terminato il breve viaggio, inizio a piazzare delle sonoboe in zona Ovest.

Con il passare del tempo iniziamo ad avere i primi contatti sopetti, forse in questa fase occorreva che fossi un pò più coordinato con i compagni saltando da una parte all'altra ad ogni richiesta :s03:

Iniziamo ad avere un contatto certo sul Toti di Cristian (che crasherà), va in emersione ed i miei 2 siluri gli passano attraverso nonostante li avessi settati al minimo della profondità.

 

Quando Alex viene tracciato mi precipito immediatamente in sua direzione ma il Mito mi anticipa egregiamente affondandolo. Neanche il tempo di pensare e l'allarme scatta per Lefa che è ad un passo dall'obiettivo, tutti su di lui ma purtroppo DW si schianta.

Link to comment
Share on other sites

  • Forum Statistics

    • Total Topics
      45k
    • Total Posts
      522.3k
×
×
  • Create New...