Jump to content

Valutare La Velocità Del Bersaglio: Impossibile


Kriegsmarine

Recommended Posts

Ragazzi,

Gioco al 100% ciò significa niente contatti sulla mappa e niente soluzione di tiro automatizzata. Quando vado a fare la soluzione di tiro imposto per prima la classe del battello, poi distanza con lo standimetro (che io alzo fino all'albero più alto) e poi in base a ciò che vedo nel periscopio abbozzo un AOB (l'angolo a prua). Per ultima "calcolo" la velocità della nave "evincendo dai dati prima inseriti"; il problema è che saltano fuori velocità impressionanti: per esempio nella prima missione "tutorial" le navi erano ferme e mi segnalava 24 nodi, ho incontrato un DD inglese e rilevava 270 nodi.....

 

Non c'è un modo più accurato per valutare la velocità a realismo 100%?????

 

In caso contrario mi pento amaramente di aver gettato così 30 euro....

Link to comment
Share on other sites

Ragazzi,

Gioco al 100% ciò significa niente contatti sulla mappa e niente soluzione di tiro automatizzata. Quando vado a fare la soluzione di tiro imposto per prima la classe del battello, poi distanza con lo standimetro (che io alzo fino all'albero più alto) e poi in base a ciò che vedo nel periscopio abbozzo un AOB (l'angolo a prua). Per ultima "calcolo" la velocità della nave "evincendo dai dati prima inseriti"; il problema è che saltano fuori velocità impressionanti: per esempio nella prima missione "tutorial" le navi erano ferme e mi segnalava 24 nodi, ho incontrato un DD inglese e rilevava 270 nodi.....

 

Non c'è un modo più accurato per valutare la velocità a realismo 100%?????

 

In caso contrario mi pento amaramente di aver gettato così 30 euro....

 

Devo partire oggi con il 100 % di realismo..........un metodo ci sarebbe, èil vecchio sistema dei riporti su mappa e calcolo finale valutando distanza/tempo, tutto a mano come la vecchia scuola :s03: :s02:

Il problema è che non so se si può impostare la velocità manualmente bypassando il calcolo velocità "automatico".

 

Forse impieghi troppo poco tempo per il calcolo della velocità ? Nel vecchio SH per avere una bella stima della velocità aspettavo circa 3 minuti ma ripeto, io la calcolavo con i riporti su mappa, misuravo la distanza tra i due rilevamenti e calcolavo la velocità in base al tempo impiegato, tutto a mano :s03: ........ma che soddisfazione quando fai delle stime precise !!!!

Edited by Von Faust
Link to comment
Share on other sites

il problema è che saltano fuori velocità impressionanti: per esempio nella prima missione "tutorial" le navi erano ferme e mi segnalava 24 nodi, ho incontrato un DD inglese e rilevava 270 nodi.....

 

Non c'è un modo più accurato per valutare la velocità a realismo 100%?????

 

Lo ha fatto anche a me in un paio di circostanze. L'ho addebitato al fatto di aver preso male alcuni parametri.

Ricontrolla i vari settaggi, e riprova.

 

Il problema è che non so se si può impostare la velocità manualmente bypassando il calcolo velocità "automatico".

 

Sì, si può.

Link to comment
Share on other sites

Caspita, è quello che vado dicendo io da un po, non si puo calcolare la velocità della nave... basterebbe avere un dato, che non ci è fornito: la Lunghezza.

Avendo questo dato si procede in questo modo.

 

1) Punti il centro del periscopio nella prua della nave da colpire.

2) fai partire il cronometro

3) fermi il cronometro quando il centro del periscopio è arrivato alla poppa della nave.

4) fai questo calcolo: lunghezza nave * 2 / tempo rilevato

 

Et voilà che si ha una velocità precisissima.

 

ma aimè non ci è dato sapere la lunghezza di queste dannatissime naviiiiiii :(

ciao

 

Bilico

Link to comment
Share on other sites

Caspita, è quello che vado dicendo io da un po, non si puo calcolare la velocità della nave... basterebbe avere un dato, che non ci è fornito: la Lunghezza.

Avendo questo dato si procede in questo modo.

.....

 

Attenzione, dovresti tener conto anche dell'AOB. Se la nave ce l'hai a 45 ° ????

Link to comment
Share on other sites

Caspita, è quello che vado dicendo io da un po, non si puo calcolare la velocità della nave... basterebbe avere un dato, che non ci è fornito: la Lunghezza.

Avendo questo dato si procede in questo modo.

 

1) Punti il centro del periscopio nella prua della nave da colpire.

2) fai partire il cronometro

3) fermi il cronometro quando il centro del periscopio è arrivato alla poppa della nave.

4) fai questo calcolo: lunghezza nave * 2 / tempo rilevato

 

Et voilà che si ha una velocità precisissima.

 

ma aimè non ci è dato sapere la lunghezza di queste dannatissime naviiiiiii :(

ciao

 

Bilico

 

Certo che c'è la lunghezza della nave ... :s12:

Link to comment
Share on other sites

Attenzione, dovresti tener conto anche dell'AOB. Se la nave ce l'hai a 45 ° ????

 

E' uguale (è la stessa domanda che feci io ai tempi) prova a mettere una nave a 90° o a 45° alla stessa velocità e vedrai che ci mette sempre lo stesso tempo.

 

 

Certo che c'è la lunghezza della nave ... :s12:

 

Cavolo dov'è che non ci ho mai fatto caso?

 

ciao

 

Bilico

Link to comment
Share on other sites

E' uguale (è la stessa domanda che feci io ai tempi) prova a mettere una nave a 90° o a 45° alla stessa velocità e vedrai che ci mette sempre lo stesso tempo.

 

 

non sono persuaso.. se la nave ha AoB = 0° con la procedura elencata non ottieni nessuna velocità.. sebbene la nave ce l'abbia. Secondo me ci vuole un Sen(AoB) da qualche parte, cosicché per AoB = 90°, Sen(90) = 1 e non influisce; ma per AoB molto diversi da 90° hai il fattore correttivo.

Link to comment
Share on other sites

E' uguale (è la stessa domanda che feci io ai tempi) prova a mettere una nave a 90° o a 45° alla stessa velocità e vedrai che ci mette sempre lo stesso tempo.

 

No è impossibile, magari vista la lunghezza della nave non apprezzerai la differenza in termini di tempo però quella a 45° ci mette sicuramente di più, a pari velocità una fa più strada quindi ci mette di più.

Ho comunque provato a far valutare a lui il calcolo velocità ed ti confermo che vien fuori una velocità assurda.........29 nodi invece che 5 nel mio caso.

Link to comment
Share on other sites

Io si ma sappi che nel libretto collector non ci sono tutte le navi...

 

In ogni caso per riconoscere la nave clicchi sulla tipologia di nave che hai agganciato, ti apre l'elenco di navi, a quel punto scegli i disegnini sotto alla nave selezionata che ti fanno impostare dei filtri come forma della prua, numero di fumaioli, struttura blocco unico o divisi, ecc... fino ad arrivare al limite a un paio di navi che si differenziano per quello che trasportano magari (stesso tipo) oppure arrivare a una nave unica. A quel punto clicchi il quadratino a destra dei simbolini sotto la nave selezionata e lui la imposta come nave identificata.

 

Io ho problemi con lo stadimetro... mi vengono sempre 500m in meno circa di distanza... Per la velocità ho parametri ad hoc personali... oppure il solito calcolo dei 3 minuti e distanza percorsa... Mentre l' angolo da impostare ho capito bene è quello da cui impatta il siluro? (ossia l'angolo a cui la nave bersaglio dovrebbe avere il sommergibile) ?

Link to comment
Share on other sites

Io ho problemi con lo stadimetro... mi vengono sempre 500m in meno circa di distanza... Per la velocità ho parametri ad hoc personali... oppure il solito calcolo dei 3 minuti e distanza percorsa... Mentre l' angolo da impostare ho capito bene è quello da cui impatta il siluro? (ossia l'angolo a cui la nave bersaglio dovrebbe avere il sommergibile) ?

 

Non gioco, per ora al 100%, quindi confrontando le distanze rilevate con lo stadimetro e quelle misurate sulla mappa, a volte noto che lo stadimetro è più preciso allineandolo al fumaiolo e non al punto più alto.

Link to comment
Share on other sites

Ragazzi ho sentito parlare di una certa "Regola dei 3min e 15sec" per calcolare la velocità....in cosa consiste?

 

 

@ Autiere

Che scherzi? Forse ti riferisci a DW

In SH3 ci facevi ben poco con la velocità delle eliche....

Edited by Kriegsmarine
Link to comment
Share on other sites

Io ho problemi ad usare lo stadimetro. o meglio non mi è ben chiaro come funziona. mentre prima in sh3 portavi la linea orizzontale a perlo d'acqua e con la seconda linea puntavi alla cima dell'alberopiù grande,qui in sh5 come funzia. Dopo aver identificato la nave usando i vari filri ho cliccato su usa stadimetro. qui mi appare una linea orizzontale che evidenzia un tratto blu scuro con la sagoma della nave che va su e giù. Ma non ho capito bene come usarlo. inoltre non mi ricordo più in quale post si discuteva sul settaggio della profondità siluri. Ho notato che sulla sinistra in alto c'è il pulsante abilita comandi avanzati e qui ti appare una scala con le varie profondità per il settaggio siluro. Un C.te diceva che per vedere il pescaggio della nave obbiettivo c'èera un disegnino di una nave con una linea che delimitava il pescaggio dell'obbiettivo. ma dove si trova questo disegnino di nave?

Link to comment
Share on other sites

Ragazzi,

Gioco al 100% ciò significa niente contatti sulla mappa e niente soluzione di tiro automatizzata. Quando vado a fare la soluzione di tiro imposto per prima la classe del battello, poi distanza con lo standimetro (che io alzo fino all'albero più alto) e poi in base a ciò che vedo nel periscopio abbozzo un AOB (l'angolo a prua). Per ultima "calcolo" la velocità della nave "evincendo dai dati prima inseriti"; il problema è che saltano fuori velocità impressionanti: per esempio nella prima missione "tutorial" le navi erano ferme e mi segnalava 24 nodi, ho incontrato un DD inglese e rilevava 270 nodi.....

 

Non c'è un modo più accurato per valutare la velocità a realismo 100%?????

 

In caso contrario mi pento amaramente di aver gettato così 30 euro....

 

Potresti valutare la velocità di variazione misurata in gradi al

minuto del contatto (B) ed inoltre rilevare con lo stadimetro il Range R.

 

B=Vro/R con Vro=Vp*sen(α)+-Vn*sen(β)

(+ se il bersaglio è di controbordo - se viceversa).

Vp*sen(α) è sempre noto.

Incognita: Vn e β(cioè rispettivamente velocità e rotta bersaglio)

 

Quindi Misuri B ed R e da:

Vro=R*B=Vp*sen(α)+-Vn*sen(β)

 

Calcoli: Vn*sen(β)=R*B-Vp*sen(α)

 

Ottendendo la rotta del bersaglio attravero un adeguato carteggio ricavi Vn.

Vn=arcsen(R*B-Vp*sen(α))

 

immaginenbn.jpg

 

Oppure ti poni in una condizione per cui il Bearing rate sia uguale a zero (B=0) e cioe' mettendoti lungo una rotta parallela al bersaglio e con lo stesso verso , seguendo un processo di iterazione ti porti alla stessa velocità del contatto sfruttando la graduazione presente nel periscopio.

Con entrambi i mettodi ottieni una soluzione accurata riguardante la velocità del bersaglio sè vuoi puoi procedere per tentativi basandoti sulle basi della TMA quindi partendo con delle ipotesi e man mano eliminando le soluzioni non possibili arrivi ad ottenere tutte le informazioni che ti servono sul bersaglio.

Edited by cristian
Link to comment
Share on other sites

E' tutto molto chiaro!

 

Una curiosità, ai tempi senza calcolatori rapidi per funzioni goniometriche come facevano?

 

Inoltre ho notato che un modo molto utile per far passare i "3 minuti e 15 secondi" per valutare rotta (quindi AOB) e velocità conviene prendere i riferimenti di angoli e posizioni come prima cosa, nel frattempo che il tempo scorre, prendere gli altri dati, tipo nave, distanza, direzione, per poi attendere la fine dei 3 minuti e rilevare i secondi dati.

Link to comment
Share on other sites

ALT

 

Comandanti mi sa che si sta facendo una confusione abnorme... chi dice una cosa, chi ne racconta un'altra... chi fa riferimento alle eliche ( :s68: )...

vi faccio uno contro proposta... ma la risposta deve essere seria... e se facessimo una sorta di SCUOLA DI SOMMERGIBILI VIRTUALE ????

 

Per la serie chi ha più esperienza la mette a disposizione dei comandanti meno esperti o alle prime armi facendo una serie di lezioni online ... che ne dite ?

 

 

Comunque per il discorso della velocità,, ricordo che la tattica migliore è avere il bersaglio con un angolo pari a 90 gradi... se il convoglio o la nave che si sta seguendo ha un Aob minore o maggiore conviene sempre superarlo in velocità e mettersi sempre in posizione ad angolo retto rispetto alla nave da colpire... così si possono impostare al meglio sia i dati sia il lancio dei siluri... difatti un tiro con detonazione a impatto al centro della nave è quasi sufficiente ad affondare un mercantile. Invece se si effettuano tiri con un AoB di 90 si è costretti a lanciare una serie di quattro siluri per aver maggiore possibilità di impatto, e comunque la nave non viene colpita in modo ottimale e si sprecano cos' siluri... che ricordo

sono solo undici in un U-boat VII type A

Link to comment
Share on other sites

Ragazzi,

Gioco al 100% ciò significa niente contatti sulla mappa e niente soluzione di tiro automatizzata. Quando vado a fare la soluzione di tiro imposto per prima la classe del battello, poi distanza con lo standimetro (che io alzo fino all'albero più alto) e poi in base a ciò che vedo nel periscopio abbozzo un AOB (l'angolo a prua). Per ultima "calcolo" la velocità della nave "evincendo dai dati prima inseriti"; il problema è che saltano fuori velocità impressionanti: per esempio nella prima missione "tutorial" le navi erano ferme e mi segnalava 24 nodi, ho incontrato un DD inglese e rilevava 270 nodi.....

 

Non c'è un modo più accurato per valutare la velocità a realismo 100%?????

 

In caso contrario mi pento amaramente di aver gettato così 30 euro....

 

 

Io ho avuto lo stesso problema, tutto dipende dal fatto che per valutare la velocità dovresti fare due rilievi dei 3 dati principali del bersaglio in due momenti successivi.

 

Più sono lontani tra loro questi rilevamenti migliore e meno suscettibile ad errori è la tua misura.

 

Ecco perchè al primo rilievo della velocità ti dice impossibile valutare la velocità dai dati inseriti, mentre alla seconda valutazione (fatta pochi secondi dopo e con errori grossolani) ti dà valori stranissimi.

Link to comment
Share on other sites

L'idea di drakken di fare una specie di scuola virtuale non sarebbe male. Il fatto è che bisogna tenere in considerazione alcuni punti. Farla on-line magari non sarebbe fattibile per tutti,vedi ad esempio il sottoscritto che lavora anche di sabato e domenica facendo servizio con lavoro a turno. La sera quindi io smetterei alle 23:00. Molti invece fanno lavoro con orario di ufficio e quindi magari trovano più gusto svagandosi con il gioco invece che mettersi lì a "lezione",per non dire poi degli impegni che uno nella vita privata ha. Hobby,sport o associazioni varie. Chi studia credo che ad una certa ora andrà a nanna o magari la voglia di studiare sarà poca visto che devono già studiare per la affari loro. Io sarei dell'idea di fare una specie di manuale on-line anche in formato Pdf oppure anche un semplice post in cui si va a trattare bene o male gli argomenti dove la gente a trovato maggiro parte problemi. E da come noto vedo che tutti bene o male abbiamo delle perplessità o problemi nel reperire i dati di tiro ( chi la velocità,chi l'angolo di prua o la distanza ecc.ecc),trovarsi la rotta di intercettazione ( magari funziona con lo stesso sistema che avevano messo per sh3),l'uso dello stadimetro. Inosmma non sarebbe male un bel manualetto semplice semplice da poter reperire e magari stampare. :s02:

Link to comment
Share on other sites

ALT

 

Comandanti mi sa che si sta facendo una confusione abnorme... chi dice una cosa, chi ne racconta un'altra... chi fa riferimento alle eliche ( :s68: )...

vi faccio uno contro proposta... ma la risposta deve essere seria... e se facessimo una sorta di SCUOLA DI SOMMERGIBILI VIRTUALE ????

 

Per la serie chi ha più esperienza la mette a disposizione dei comandanti meno esperti o alle prime armi facendo una serie di lezioni online ... che ne dite ?

 

 

Comunque per il discorso della velocità,, ricordo che la tattica migliore è avere il bersaglio con un angolo pari a 90 gradi... se il convoglio o la nave che si sta seguendo ha un Aob minore o maggiore conviene sempre superarlo in velocità e mettersi sempre in posizione ad angolo retto rispetto alla nave da colpire... così si possono impostare al meglio sia i dati sia il lancio dei siluri... difatti un tiro con detonazione a impatto al centro della nave è quasi sufficiente ad affondare un mercantile. Invece se si effettuano tiri con un AoB <> di 90 si è costretti a lanciare una serie di quattro siluri per aver maggiore possibilità di impatto, e comunque la nave non viene colpita in modo ottimale e si sprecano cos' siluri... che ricordo

sono solo undici in un U-boat VII type A

 

E' un'ottima idea, se si riuscisse però a rendere la lezione consultabile anche offline...anche per me ad esempio, facendo notti, lavorando anche di sabato e domenica, non so quanto sarebbe possibile assistervi quotidianamente...Per il resto straquoto l'idea di drakken! :s20:

Link to comment
Share on other sites

E' una buona idea, sono d'accordo con Roberto sul fatto che potrebbe essere meglio off-line..

 

Per conto mio si potrebbero aprire dei topic a tema con il link iniziale al documento in pdf da scaricare e visionare. Di seguito al topic domande & risposte sul particolare tema trattato.. E ce ne sarebbero di cose..

 

 

Spulciando tra le appendici del manuale di GWX, si potrebbero aprire questi temi:

 

 

-Metodi grafici per l'intercettazione di navi singole e convogli alla ricezione del contatto sulla mappa (quindi lunghissima distanza: rotta ottimale di intercettazione, uso degli idrofoni..)

-Metodi di avvicinamento al convoglio e alla nave singola (inseguimento di un convoglio a distanza senza farsi vedere: ..ci sono dei topic su Subsim per farlo)

-Metodi di attacco diurno/notturno contro convogli e nave singola (via migliore per entrare in un convoglio, navigazione deck awash, uso delle artiglierie)

-Tutto sul puntamento in manuale! (metodi matematici e/o grafici per riportare i dati sulla mappa per trovarsi la distanza, velocità e l'AoB. Tecniche per tracciare il moto del bersaglio. Sono cose già accennate nel manuale di GWX3, e si possono approfondire. Non so come sia su SH5, ma i principi generali del puntamento manuale dovrebbero essere i medesimi..)

-Settaggio dei siluri e uso del TDC, posizioni di tiro ottimali per l'attacco e parti vitali delle navi da colpire.

-Tecniche di evasione dalla caccia avversaria! (da uno o più cacciatorpediniere, attacco aereo, uso dei falsi bersagli, modi migliori per alternare fasi di navigazione silenziosa e lunghe tirate e non essere sentiti. Evadere le cariche, tipologie di scorta e loro pericolosità)

-excursus sugli avanzamenti tecnologici (tipi di sonar, radar, idrofoni: raggi d'azione, e capacità di scoperta. Tipi di siluri e loro uso, tipi di cariche di profondità e loro lanciatori: modalità di lancio delle cariche dai DD in base al tipo di lanciatore imbarcato, mortai hedgehog).

-Varie ed eventuali..

 

 

Troppo lavoro? beh se ci mettiamo di volontà e in tanti, yes we can! ..mica dobbiamo farlo entro il mese!

 

 

(e chi è che dice che SH è più facile di DW?? :s01: )

Edited by Sag75
Link to comment
Share on other sites

Ragazzi ho sentito parlare di una certa "Regola dei 3min e 15sec" per calcolare la velocità....in cosa consiste?

 

 

@ Autiere

Che scherzi? Forse ti riferisci a DW

In SH3 ci facevi ben poco con la velocità delle eliche....

 

 

Dal manuale di GWX, la regola dei 3' e 15" dice che se tu hai una nave in navigazione e ne rilevi due posizioni all'intervallo di 3 minuti e 15 secondi, la distanza in km tra le due posizioni moltiplicata per 10 sarà la velocità in nodi della nave.

 

La matematica è questa:

 

1 miglio nautico sono 1.852 m; per cui: 1 nodo = 1.852m / 3.600sec = 0,5144 m/s;

 

il tempo impiegato da una nave per percorrere 100 m alla velocità di 1 nodo è:

 

t = 100m / 0,5144m/s = 194,4sec; cioè circa 3’15”.

 

In altre parole, una nave che procede a 1 nodo percorre 100m (0,1 km) in 3 minuti e 15 secondi. Per esempio se in 3'15" vedi che la nave ha percorso 0,7 km (700m), significa che la sua velocità è di 0,7*10 = 7nodi. (Ovviamente è tutto bello perché siamo nel caso senza vento, né correnti, né cambiamenti di rotta e velocità....)

 

 

 

Per quanto riguarda la velocità misurata con le eliche... Ebbene sì, c'era tempo fa un tutorial su come misurare la velocità di una nave sentendone il rumore delle eliche con gli idrofoni. Tutto a mano.. nel senso vero che con la mano dovevi battere il tempo seguendo il rumore dell'elica (flosh flosh flosh rank flosh flosh flos rank..).. prendevi i secondi e con una tabella a lato ricavavi la velocità della nave!!

Link to comment
Share on other sites

E' una buona idea, sono d'accordo con Roberto sul fatto che potrebbe essere meglio off-line..

(e chi è che dice che SH è più facile di DW?? :s01: )

 

Quoto Sag, se impostato al 100% e con le dovute mod non è affatto semplice concludere una missione e far ritorno alla base !!!

 

Specialmente se ti trovi nell'arco temporale dopo il 1942...

 

Per molti ma non per tutti :s02:

Link to comment
Share on other sites

Dal manuale di GWX, la regola dei 3' e 15" dice che se tu hai una nave in navigazione e ne rilevi due posizioni all'intervallo di 3 minuti e 15 secondi, la distanza in km tra le due posizioni moltiplicata per 10 sarà la velocità in nodi della nave.

 

La matematica è questa:

 

1 miglio nautico sono 1.852 m; per cui: 1 nodo = 1.852m / 3.600sec = 0,5144 m/s;

 

il tempo impiegato da una nave per percorrere 100 m alla velocità di 1 nodo è:

 

t = 100m / 0,5144m/s = 194,4sec; cioè circa 3’15”.

 

In altre parole, una nave che procede a 1 nodo percorre 100m (0,1 km) in 3 minuti e 15 secondi. Per esempio se in 3'15" vedi che la nave ha percorso 0,7 km (700m), significa che la sua velocità è di 0,7*10 = 7nodi. (Ovviamente è tutto bello perché siamo nel caso senza vento, né correnti, né cambiamenti di rotta e velocità....)

 

 

 

Per quanto riguarda la velocità misurata con le eliche... Ebbene sì, c'era tempo fa un tutorial su come misurare la velocità di una nave sentendone il rumore delle eliche con gli idrofoni. Tutto a mano.. nel senso vero che con la mano dovevi battere il tempo seguendo il rumore dell'elica (flosh flosh flosh rank flosh flosh flos rank..).. prendevi i secondi e con una tabella a lato ricavavi la velocità della nave!!

 

Interessantissimo. E' possibile avere quella tabella? Sono proprio queste le cose che bisognerebbe insegnare nella scuola somm. Comunque SHV ha solo bisogno delle correzioni dei suoi bug. Per me, ha tutte le carte in regola per essere davvero un buon SIMULATORE.

Link to comment
Share on other sites

Come sempre Sag75 è andato a segno sia per quanto riguarda il corso che per le esaurienti risposte. Sag ha enunciato per la prima volta il fenomeno del vento per il calcolo della velocità. In sh3 c'è l'ufficiale che ti dava le condizioni meteo ma qui in sh5 come fai a sapere la forza e la direzione del vento?

Link to comment
Share on other sites

Interessantissimo. E' possibile avere quella tabella?

 

 

ehh affonda nella notte dei tempi.. bisognerebbe fare una ricerca su Subsim. Qui il C.te Steeljackal aveva postato il link molto tempo fa, ma non lo trovo.. In ogni caso era solo per SH3 liscio, visto che in GWX le navi sono differenti..

 

 

 

Come sempre Sag75 è andato a segno sia per quanto riguarda il corso che per le esaurienti risposte. Sag ha enunciato per la prima volta il fenomeno del vento per il calcolo della velocità. In sh3 c'è l'ufficiale che ti dava le condizioni meteo ma qui in sh5 come fai a sapere la forza e la direzione del vento?

 

grazie Roberto, ma partendo dal fatto che il vento in SH3 è ininfluente sulla direzione del fumo che esce dai fumaioli.. allora l'angolo della colonna di fumo dipende solo dalla velocità della nave sottostante.. Ma probabilmente in SH5 il fumo si muove in base al vento, quindi renderebbe l'osservazione del fumo quasi inutile!

 

 

Comunque sì, di chicche ce ne sarebbero diverse, tipo la tebella che ti indica a quale bearing bisogna lanciare dritto per colpire una nave che ti transita davanti a AoB 90°

Link to comment
Share on other sites

Quoto la scuola SUB applicata a SHV: è relativamente facile colpire una nave che viaggia in linea retta che ti pazza con Aob 90° a 800m....mooolto più complicato colpire da distanza notevole una nave che fa zigzag e magari con mare grosso!!!

 

Molto difficile anche stabilire l'esatta direzione di una nave appartenente ad un convoglio ascoltandola con l'idrofono...

 

si, ci vuole la scuola Smg....anche OFFLINE con domande e risposte...

Edited by Aleatorum
Link to comment
Share on other sites

ehh affonda nella notte dei tempi.. bisognerebbe fare una ricerca su Subsim. Qui il C.te Steeljackal aveva postato il link molto tempo fa, ma non lo trovo.. In ogni caso era solo per SH3 liscio, visto che in GWX le navi sono differenti..

 

 

grazie Roberto, ma partendo dal fatto che il vento in SH3 è ininfluente sulla direzione del fumo che esce dai fumaioli.. allora l'angolo della colonna di fumo dipende solo dalla velocità della nave sottostante.. Ma probabilmente in SH5 il fumo si muove in base al vento, quindi renderebbe l'osservazione del fumo quasi inutile!

 

Ho appena fatto una ricerca e neanche io trovo più la mia discussione con il link alla guida. Comunque la guida l'ho ancora e se può tornare utile posso riaprie una discussione con il link per scaricarla.

 

Come ha già scritto Sag era stata fatta per SH3 "liscio", quindi non penso vada bene per SHV. Però dovrebbe andare bene in misura minore anche per GWX. Per le navi aggiunte no, ma per quelle rimaste non dovrebbero esserci problemi. Almeno io qualche volta ho stimato la velocità con quelle tabelle e non ho sbagliato di molto, o almeno i siluri sono andati a segno.

Comunque sì, di chicche ce ne sarebbero diverse, tipo la tebella che ti indica a quale bearing bisogna lanciare dritto per colpire una nave che ti transita davanti a AoB 90°

 

 

Anche quast'ultima tabella dovrei ancora averla in formato digitale, forse era addirittura insieme a quelle per la stima della velocità.

Link to comment
Share on other sites

@ Kriegsmarine

 

C'era la possibilità di scaricare (credo da Subsim.com) la tabella con i "numeri di giri d'elica al minuto" per tutte le imbarcazioni (escluse quelle da guerra) e a tutte le velocità. Con l'idrofono ed un cronometro era semplicissimo rilevare il dato di velocità. L'ho sempre usato con grandi successi in termini di tonnellaggio affondato. La tabella ce l'ho ancora. Non so chi l'abbia fatta ma mi ha reso un grande servizio. :s20:

Link to comment
Share on other sites

@ Kriegsmarine

 

C'era la possibilità di scaricare (credo da Subsim.com) la tabella con i "numeri di giri d'elica al minuto" per tutte le imbarcazioni (escluse quelle da guerra) e a tutte le velocità. Con l'idrofono ed un cronometro era semplicissimo rilevare il dato di velocità. L'ho sempre usato con grandi successi in termini di tonnellaggio affondato. La tabella ce l'ho ancora. Non so chi l'abbia fatta ma mi ha reso un grande servizio. :s20:

 

Ciao Autiere, ho setacciato subsim.com nella sez download ma non riesco a trovare il file. Avresi il link?

Link to comment
Share on other sites

Ragazzi,

Gioco al 100% ciò significa niente contatti sulla mappa e niente soluzione di tiro automatizzata. Quando vado a fare la soluzione di tiro imposto per prima la classe del battello, poi distanza con lo standimetro (che io alzo fino all'albero più alto) e poi in base a ciò che vedo nel periscopio abbozzo un AOB (l'angolo a prua). Per ultima "calcolo" la velocità della nave "evincendo dai dati prima inseriti"; il problema è che saltano fuori velocità impressionanti: per esempio nella prima missione "tutorial" le navi erano ferme e mi segnalava 24 nodi, ho incontrato un DD inglese e rilevava 270 nodi.....

 

Non c'è un modo più accurato per valutare la velocità a realismo 100%?????

 

Secondo me, questo è il problema più grosso del TDC di SHV!

In SH3, dopo aver inserito i dati sulla distanza, l'angolo ecc., si poteva fare una misurazione della velocità, facendo partire e stoppando una misurazione basata sulla distanza in tot secondi del bersaglio, (più erano e più risultava precisa).

Solo che in SH3 il bersaglio era bloccato e veniva seguito dall'UZO o dal periscopio, qui invece bisogna spostare la visuale col mouse.

Quello che non capisco è come effettuare la misurazione. Cosa devo fare? Tenere il bersaglio inquadrato e poi chiedere la velocità? Inquadrarlo, tirar fuori la finestra di misurazione, aspettare 30 sec (quello che serve), re-inquadrarlo ed effetuare la misurazione?

Boh??

Posso provare e cercare di capire, però non ho un riscontro. Come faccio a sapere (a parte misure assurde), se l'ho imbroccata?

Un giro di Spalletti a chi mi dà qualche delucidazione :s04:

Link to comment
Share on other sites

mah, quella tabella era riferita al suono delle eliche delle navi in SH3+GWX, non so se si può applicare anche ai suoni che si sentono in SH5.. bisognerebbe ricalibrarla..

 

Comunque si trova all'interno di un tutorial sull'intercettazione con gli idrofoni, qui:

http://rapidshare.com/files/20422865/Hydro...torial.rar.html

 

è un foglio excel che troverete tra i file dell'archivio. Leggetevi anche il pdf, che è molto interessante (per SH3 eh)

 

Mentre la discussione su Subsim qui:

http://www.subsim.com/radioroom/showthread.php?t=107303

 

(ma come faccio a trovare sempre tutto! :s03: )

Edited by Sag75
Link to comment
Share on other sites

io di solito marco con lo strumento matita una x sulla mappa nella posizione della nave,poi faccio partire il cronometro per un minuto e risegno un'altra taca con lo strumento matita,poi rifaccio partie il cronometro per un'altro minuto e rfaccio un'altra tacca. Misuro poi con il righello la distanza coperta in tre minuti e conoscendo ora il tempo e la distanza percors mi trovo grosso modo la velocità. E' un pò macchinoso però!

Link to comment
Share on other sites

io di solito marco con lo strumento matita una x sulla mappa nella posizione della nave,poi faccio partire il cronometro per un minuto e risegno un'altra taca con lo strumento matita,poi rifaccio partie il cronometro per un'altro minuto e rfaccio un'altra tacca. Misuro poi con il righello la distanza coperta in tre minuti e conoscendo ora il tempo e la distanza percors mi trovo grosso modo la velocità. E' un pò macchinoso però!

 

Scusa ma come fai a marcare con precisione la posizione del bersaglio sulla mappa? bearing e stadimetro?

ciao

 

Bilico

Link to comment
Share on other sites

Ciao C.te bilico! Ad essere precisi ci sono due modi per marcare la posizione del tuo obbiettivo. Una è la posizione relativa al tuo u-boot che prende come riferimento l'angolo che c'è tra il target e il tuo u-boot e un'altra è la posizione assoluta cioè quella che l'obbiettivo ha a tutti gli effetti sulla mappa. Quest'ultima è un pò più complessa da calcolare perchè devi applicare delle formulette che tengono in considerazione anche i gradi dei poli geografici. Quella che uso io è più semplice e meno macchinosa. Ti spiego ora punto per punto così forse son più chiaro:

 

1) Ti trovi l'angolo di rilevamento tramite L'uzo o il periscopio o l'idrofono,facciamo l'esempio che sull'Uzo,il peri o l'idrofono leggi un'angolo di 90 gradi,questo significa che il tuo obbiettivo si trova a 90 gradi rispetto al tuo u-boot ( ce l'hai pefettamente sulla tua destra quindi).

 

2) Ti calcoli la distanza con lo stadimetro dell'Uzo o periscopio.

 

3) Ora hai distanza e rilevamento,quindi apri la mappa di navigazione e misurando un'angolo di 90 gradi dal tuo u-boot ( quello che hai rivelato prima) tracci con il righello una linea pari alla distanza che hai misurato tramite lo stadimetro che parte dal tuo u-boot.

 

4) Una volta riportato angolo e distanza con lo strumento matita marchi la tua X

 

5) Fai partire il cronometro e attendi un minuto circa ( anche meno volendo,ma più è il tempo più sarai preciso),trascorso questo lasso di tempo rifail e misure di prima e ti riporti la tua seconda X

 

6) Misuri la distanza che c'è tra la prima X e la seconda ed eccoti che hai distanza coperta dall'obbiettivo e il tempo che ha impiegato.Dividi la ditanza misurata per il tempo impiegato a percorrerla ed eccoti a grosso modo la velocità.

 

A scriverlo e a leggerlo sembra macchinoso ma ti garantisco che il tutto lo fai in una manciata di secondi,inoltre ti trovi a grandi linee anche la rotta che più o meno fa il tuo obbiettivo. Io preferisco cmq fare tutte queste misure a motori e u-boot fermo per non far incidere anche la mia velocità rispetto al target. inoltre più misure fai più precisa sarà la tua velocità calcolata! Di solito io ne faccio tre di misure. Spero di essere stato chiaro! :s01:

Link to comment
Share on other sites

A scriverlo e a leggerlo sembra macchinoso ma ti garantisco che il tutto lo fai in una manciata di secondi,inoltre ti trovi a grandi linee anche la rotta che più o meno fa il tuo obbiettivo. Io preferisco cmq fare tutte queste misure a motori e u-boot fermo per non far incidere anche la mia velocità rispetto al target. inoltre più misure fai più precisa sarà la tua velocità calcolata! Di solito io ne faccio tre di misure. Spero di essere stato chiaro! :s01:

 

Sei stato chiarissimo Roberto,

Ti ringrazio molto

ciao

Bilico

Link to comment
Share on other sites

Non so voi ma in generale il mio XO è una capra a lanciare siluri. Un paio di calcoli vecchia maniera e due siluri su 4 vanno sempre a segno.

 

Certo ora che le scorte non esistono stichi... quando arriverò al '42 saranno volatili per diabetici....

Link to comment
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
  • Forum Statistics

    • Total Topics
      45k
    • Total Posts
      522.2k
×
×
  • Create New...