Jump to content

Tesei e i cavalieri subacquei


Recommended Posts

Nel secondo capitolo del libro "Gli assaltatori del mare", di Luis de La Sierra, (traduzione del 1971 del testo spagnolo "Buque suicidas" del 1958) l'Autore si riferisce agli SLC solo con i termini "siluri umani", "siluri", "maiali". Soltanto nella didascalia di una foto fuori testo, è scritto "Il posto di pilotaggio, di un S.L.C. (siluro a lenta corsa) detto "maiale"

In "Italian warships of II World War" di Aldo Fraccaroli (Ian Allan ed., 1968), a pag. 187 la descrizione del mezzo viene preceduta dal titolo "SLC, viz. Siluro a lenta corsa (=Slow-course torpedo), nicknamed "Maiale" (=Pig)"

Link to comment
Share on other sites

Nel secondo capitolo del libro "Gli assaltatori del mare", di Luis de La Sierra, (traduzione del 1971 del testo spagnolo "Buque suicidas" del 1958) l'Autore si riferisce agli SLC solo con i termini "siluri umani", "siluri", "maiali". Soltanto nella didascalia di una foto fuori testo, è scritto "Il posto di pilotaggio, di un S.L.C. (siluro a lenta corsa) detto "maiale"

In "Italian warships of II World War" di Aldo Fraccaroli (Ian Allan ed., 1968), a pag. 187 la descrizione del mezzo viene preceduta dal titolo "SLC, viz. Siluro a lenta corsa (=Slow-course torpedo), nicknamed "Maiale" (=Pig)"

 

Contesto.

Le prove addotte (traduzioni di testi in lingua straniera) non sono sufficienti a comprovare Lenta anziché Lunga. Voglio qualcosa al più vicino possibile all' originale nome.

 

Fermo restando che tra lenta e lunga ...sono in attewsa di chiarimenti .

Edited by malaparte
Link to comment
Share on other sites

Il 99,9% delle pubblicazioni sul tema lo chiamano lenta, potremmo fare un elenco infinito, ma non sono le fonti secondarie che ci interessano..

 

Secondo me, è successo esattamente come descritto nel post n° 34 da GM Andrea...

 

Vincenzo, vedila così: hai a tiro un colpaccio dalle proporzioni storiche, scatenati all'USMM e tiraci fuori un documento in cui si legge l'acronimo tradotto!

Link to comment
Share on other sites

tiraci fuori un documento in cui si legge l'acronimo tradotto!

Scatenati. Sarà lo scoop del secolo.

 

Ma vi rendete conto che se uno legge da fuori all' improvviso tutta 'sta manfrina , tra lungo e lento, può creare ambiguità :blush:

 

Per chi viene da fuori: SIAMO PERSONE SERIE!!!!

Link to comment
Share on other sites

Lette tutte le vostre giuste e documentate disquisizioni, dico brevemente le mie impressioni sull'argomento:

 

Sin dai primi anni in cui mi sono dedicato alla ricerca storica navale (ormai si parla di circa 45anni) ho sempre sentito parlare di siluro a lenta corsa.

A modo mio oltretutto, vedo questa definizione anche la più appropriata tecnicamente.

Difatti l'SLC altri non è che un siluro da 533 mm modificato per le note necessità.

Ma vale proprio in questo caso giustamente l'appellativo di lento, in quanto diversamente dal siluro, l'SLC ha una velocità inferiore, anche per tutela dei due operatori che stanno a cavalcioni dell'arma.

Per la lunghezza dell'autonomia invece più o meno ha quella di un siluro.

Detto questo secondo me, senza dover consultare la terminologia storica, sarebbe più giusto chiamarlo siluro a lenta corsa, come in effetti la maggior parte dei testi e persone lo chiamano, proprio in virtù di questa differenza basilare tra l'SLC ed il siluro da cui proviene.

Link to comment
Share on other sites

Il tuo discorso ha senso, se paragoniamo le caratteristiche di velocità e di corsa di un siluro e di un SLC la differenza che spicca maggiormente è sicuramente la velocità; sebbene la corsa di un SLC sia decisamente maggiore di quella di un siluro (i siluri da 533 della 2GM avevano corse che andavano dai 3000m a 50kt ai 10000m a 35kt, l’SLC ne faceva quasi 30000), l’incremento non è paragonabile con la diminuzione di velocità.

Come diceva Andrea questa è senza dubbio la cosa che una persona che non ha molta confidenza con taluni criteri noterebbe; però quando si parla di mezzi d’assalto subacquei non bisogna dimenticare l’obiettivo che si pone un progettista, ovvero autonomia e velocità, maggiori sono meglio è.

Da questo punto di vista non ha senso chiamare il mezzo “a lenta corsa”, non sono stati fatti sforzi per limitare la velocità del veicolo, al contrario hanno lavorato per aumentare velocità e autonomia.

Che il risultato sia un veicolo lento è certo, ma se avessero avuto la possibilità di farli navigare a 10kt preservando un’autonomia compatibile con le esigenze operative lo avrebbero fatto, la priorità agli albori della progettazione di questo tipo era sicuramente l’autonomia, per questo reputo più appropriato che venga chiamato "a lunga corsa", non so se sono riuscito a trasmettere il senso del mio intervento.

Link to comment
Share on other sites

 

Da questo punto di vista non ha senso chiamare il mezzo “a lenta corsa”, non sono stati fatti sforzi per limitare la velocità del veicolo, al contrario hanno lavorato per aumentare velocità e autonomia.

Che il risultato sia un veicolo lento è certo, ma se avessero avuto la possibilità di farli navigare a 10kt preservando un’autonomia compatibile con le esigenze operative lo avrebbero fatto, la priorità agli albori della progettazione di questo tipo era sicuramente l’autonomia, per questo reputo più appropriato che venga chiamato "a lunga corsa", non so se sono riuscito a trasmettere il senso del mio intervento.

 

Dopo aver analizzato e soppesato, sto francamente orientandomi sul Lunga....: se fossi stata io progettista, avrei puntato nel nome ad evidenziare un caratteristica MOOOOLTO positiva: cioè che fosse a corsa lunga. Cosa gliene importava che fosse a corsa Lenta ( a parte la mancanza di scia)?

Ho detto stupidaggini? :blush: Pardòn

Link to comment
Share on other sites

Il C.te Sergio Nesi in "decima flottiglia nostra" riporta nella lista delle abbreviazioni per SLC "siluro a lenta corsa".

E pur vero che pur avendo fatto parte della decima egli fu pilota di mezzi di superficie e entrò nel reparto solo dopo l'8 settembre '43.

Comunque, se può interessare, visto che ho la sua email, lo contatto per chiedergli lumi.

Ciao,

C.

 

Link to comment
Share on other sites

Premesso che lunedì telefonerò all'USMM per vedere di risolvere la cosa...

Mi piace molto l'idea di Lefa.. secondo me ha un senso...

ma in questo stagno voglio lanciare un'altro sassolino... mi spiego:

Non sono un tecnico meccanico... quindi, qualora in linea chiedo l'aiuto di Varo5.

Ma se "di lunga" fosse riferito NON all'autonomia ma al "rapporto" del riduttore?

 

Comunque, questo stralcio è tratto dal libro di Elios Toschi "Tesei e i cavalieri subacquei" del 1976

 

slce.jpg

 

Uploaded with ImageShack.us

Edited by Guest
Link to comment
Share on other sites

Ecumenico, Gino Birindelli in un suo vecchio saggio (1987) sul Bollettino d'Archivio dell'USMM - ripreso nel suo Vita di marinaio - così definisce il maiale:

"Questo era un siluro a corsa lenta e lunga (...)"

Link to comment
Share on other sites

Stasera ricontrollo, ma credo che per il resto utilizzi il termine maiale o il consueto acronimo SLC.

NB: per la cronaca, anche due testi abbastanza bene informati (Pegolotti, Uomini contro navi, e Cappellini,Torpedini umane contro la flotta inglese, 1947) dicono lenta

 

Ma persisto a ritenere la correttezza dell'originario lunga.

Link to comment
Share on other sites

Forse dovremmo tagliare la discussione dal sasso lanciato da Malaparte, potrebbe essere lunga..

 

Questi sono gli scampoli delle fonti citanti lunga ad ora rintracciate:

 

Forza:

scansione0106forza_zps33cfe97f.jpg

 

Spigai:

scansione0107spigai_zps9f54ee0b.jpg

 

SLC del Varignano:

VarignanoTesei_zps0a109255.jpg

 

Dalla rapida ricerca che ho fatto, Forza durante la guerra era già CV; visto che nella firma del documento sopra citato è riportato quel grado e dato che l'intestazione specifica Marina Militare, la datazione spazia senza dubbio dal 1946 (nascita della MM) al 1952 (anno della sua promozione a Contrammiraglio).

Edited by Lefa
Link to comment
Share on other sites

, Gino Birindelli in un suo vecchio saggio (1987) [...]

"Questo era un siluro a corsa lenta e lunga (...)"

 

 

decisamente, l' opzione onnicomprensiva scelta da Birindelli è da vecchio saggio :wink:

 

 

Lefa: quel protocollo 46/52 nel primo documento direi indichi una data annuale (tipo doc. 52 del 1946? o doc. 46 del 1952?). Giusto?

Sempre per Lefa: capisco bene che i progetti venissero distrutti, per ovvie ragioni di segretezza (immagino anche che i vari componenti fossero prodotti in diverse sedi, ed assemblati poi - dove? da chi? al Serchio?-). Ma non capisco come potessero poi, in caso di necessità, essere nuovamente prodotti quei tipi di armi in mancanza di progetto unitario.

Voglio dire: possibile che manco in una super segreta cassaforte di Supermarina esistesse un progetto dettagliato?

Edited by malaparte
Link to comment
Share on other sites

La sigla a matita è mia, ad indicazione del periodo (1946-1952) in cui è stato scritto il documento.

Non so se esistesse (con esistesse intendo che qualcuno conservò del materiale a sviluppo ultimato) un progetto dettagliato, certo è che se esisteva non è sopravvissuto.

Di norma per minimizzare la dispersione di materiale sensibile si elimina il superfluo e ciò che descrive il sistema in maniera complessiva, immagino venga conservato materiale relativo alla singola componentistica..

 

Nel libro "Malta 2 - 25/26 Luglio 1941" di Lino Mancini, è riportato un resoconto ufficiale (purtroppo senza riferimenti) del 1947 dove si legge:

 

Malta_zps32e49096.jpg

 

Sempre riguardo l'azione di Malta, un documento di Supermarina redatto pochi giorni dopo l'azione:

 

5bc7f487-932e-40b9-b1b9-efcc64214b6e_zps6b891fb4.jpg

Edited by Lefa
Link to comment
Share on other sites

  • 10 years later...

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
  • Forum Statistics

    • Total Topics
      44.9k
    • Total Posts
      521.4k
×
×
  • Create New...