Jump to content

Batiscafo Radio Comandato NAUTILUS


darth

Recommended Posts

Salve a tutti,

anch'io stò costruendo il Nautilus in questione, io ritiro le copie ogni settimana in edicola.

Questo modello mi interessa molto perchè ritengo che permetta un sacco di modifiche atte a migliorarne le prestazioni.

Oltre alle modifiche estetiche (credo che eliminerò i 6 oblò laterali e sostituirò la falsatorre trasparente con una vela vera e propria) vorrei montargli una telecamera e non una webcam, alcuni fari e vorrei raggiungere i 10 metri di profondità (la profondità massima di sicurezza sembra essere 12 metri circa).

Ho intenzione di utilizzarlo prevalentemente in mare e credo che lo modificherò in modo da renderlo filoguidato, magari con alimentazione esterna.

Ecco 2 foto dello stato attuale del mio modello:

dsc09004.jpg

dsc09000.jpg

Al prossimo aggiornamento

U112

Link to comment
Share on other sites

  • Replies 496
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

ciao U112

 

ifatti ritirando le copie in edicola sei qualche passo più avanti di noi, hai gia montato la flangia con il resto e vedo che hai anche le zavorre, per il resto io ancora non so se lo modificherò o lo terrò così com'è, è ancora presto ci penserò più in la. Appena posso posto le foto anche se da queste che ha posato U112 si capisce molto bene a che punto siamo

Link to comment
Share on other sites

Vi sto seguendo nonostante la mia presenza silente ragazzi, ottime foto! Fly hai ricevuto già i nuovi fascicoli il 16 apr?! :s12:

Io ancora nulla.

Grazie Ocean per le precisazioni al mio ultimo post. Aspetto la mia spedizione...

Link to comment
Share on other sites

:s12:

Aspetta Fly inizio a non capire. Io pochi giorni fa ho ricevuto i fascicoli 23-24-25.

Tu li hai già ricevuti a quanto ho capito.

 

I fascicoli 23-24-25 contengono il secondo meccanismo con squadretta dei servi, identico al primo, quindi corredatyo di tutte le guranizioni ecc. L'unica differenza è che questo presenta due attacchidi comando. Non so se mi sono spiegato. E poi si monta la trave, con due anelli con vite di frizione, della zavorra. Questa trave passa tramite le due centine, in basso.

Praticamente in foto si vede tutto ciò che ho detto...

Link to comment
Share on other sites

  • 4 weeks later...

Ciao a tutti,sono nuovo di questo sito!!!!anch'io sto seguendo la raccolta della hachette "nautilus"!è molto interessante e x un neofita di modellismo come me,mi sembra un buon compromesso,dato che i fascicoli spiegano davvero tutto!!!!é vero che la spesa è alta,se poi consideriamo i kit opzionali,ma tanto la spesa è diluita nel tempo.solo una cosa non mi è piaciuta,la hachette non ha inserito nell'opera,neppure come kit opzionale,il KIT ILLUMINAZIONE notturna,ma vi pare possibile????!!!!l'unico opzional che manca è quello e potrebbero pure inserirlo,no???cmq qualcuno di voi puo indicarmi dove acquistarlo???

grazie mille!!!!!!!

Link to comment
Share on other sites

Ciao Alfietto e benvenuto!

 

Ormai siete quattro o cinque abbonati hachette che partecipano a questa discussione: molto bene!

Io invece per ora sono l’unico che ha preso il modello in negozio. Pertanto:

- ho speso meno e ce l’ho subito, MA:

- niente fascicoli (che comunque sono un bell’aiuto, immagino…)

- niente boa video (e appena sapete com’è, ditemelo per favore!!!)

- niente uso marino

- versione aggiornata a due anni fa, quando l’ho acquistato (probabilmente qualche miglioramento c’è stato, avevo già notato delle piccole differenze con quello di Highzed e di FlyFly).

 

Per l’utilizzo io sono molto soddisfatto, come avrai letto nei miei precedenti post.

Riguardo alle luci, in effetti anch’io ho provato a sperimentare qualcosa e se vuoi te ne parlo, magari più avanti.

Non voglio scusare l’hachette, ma sulle luci si potrebbero fare così tante cose diverse che probabilmente neanche loro hanno voluto fare una scelta univoca. Ti faccio qualche esempio di alternative più o meno complicate a cui io sto pensando.

 

1) vai in una qualunque bancarella e comprati una o due mini-torce a led, di quelle molto piccole con le pile già dentro. Le fissi in modo semplice all’interno dietro al tappo anteriore trasparente e con meno di 10 euro ti sei già fatto il kit luci (devi solo raggiungere con un cacciavite l’interruttore per accenderle prima di chiudere il tappo, ma funziona: già provato!).

 

2) Ti prendi due faretti a led senza pile ma con filo di alimentazione esterna a 12V, poi ti fai un connettore di derivazione per prendere la corrente dal cavo batteria, in modo da accenderle quando accendi il modello e non dipendere più dalle pilette (costo 15 euro, io ci sto pensando, magari più avanti ti dico cosa faccio)

 

3) E comunque non dimentichiamo di mettere una lucina rossa lampeggiante da ciclista, in alto verso poppa, in modo di vedere dov’è il sub immerso! (5 euro?)

 

4) Qui viene il bello. Il massimo a cui potresti aspirare sono delle luci interne che puoi accendere e spegnere direttamente dal radiocomando. Devi collegare il 5° canale ad un micro regolatore di velocità on-off e da qui alle luci. Poi anche potresti accendere la luce rossa di posizione con il 6° canale della radio. Nota dolente: ci vuole una radio a 6 canali, quindi quella che vi daranno non va bene (è a 4 canali, vero?). Forse è anche per questo che non hanno studiato un kit luci così complesso.

 

5) Alternativa drastica, che però è anche la più efficiente. Usa due torce stagne esterne, di quelle che usano i sub, montate all’esterno sui fianchi nella parte bassa dello scafo. Si eliminano tutti i riflessi all’interno del vetro (che forse creano problemi?), e si usa una cosa già collaudata e perfettamente stagna. A questo punto, è meglio che tu te le compri da solo, scegliendo un modello leggero e abbastanza economico (ma sarà sempre una cinquantina di euro), fissali sulle ordinate esterne e rimuovi un po’ di zavorra per compensare il maggior peso.

(se vuoi una mano nella scelta, magari più avanti ne parliamo. Anch’io vorrei fare qualcosa di nuovo e fra l’altro mi chiedo se qualche Comandante all’ascolto abbia avuto esperienza in fatto di luci subacquee).

______________

 

Termino questo lungo post, che spero possa servire a te e agli altri utenti del Nautilus.

Come vedi, per le luci ci sono tante soluzioni per tutte le tasche. L’Hachette non te la propone? Peccato, ma forse non è così male, perchè sei più libero di definire cosa vouoi e quanto vuoi spendere.

Per conto mio, io ti consiglio di iniziare ad usare il modello un po’ e poi capire esattamnete cosa ti piace di più.

L’esplorazione notturna non è così determinante, credimi. Ti divertirai già a farlo scendere un paio di metri di giorno con luce sufficiente. Oltretutto, è meglio vedere il sub direttamente: è vero che è giallo, ma se scendi molto o se è buio lo perdi di vista lo stesso. Allora è più importante la lucina rossa di posizione, quella sì che servirebbe.

Comunque devi farti un’idea tu. Le luci possono servire, ma possono essere anche uno sfizio estetico, se ti piace un aspetto molto professionale, come in certi film di fantascienza. Se è così, quello che ti serve è la soluzione 4), che però è meglio che tu ti faccia da solo (con il nostro aiuto), perché è di gran lunga la più complessa e richiede una radio a 6 canali…

Altrimenti, il mio consiglio è quella di iniziare prenderti due faretti a LED per 10 euro e farceli stare all’interno. Poi ti chiarisci le idee e decidi quello che ti serve…

______________

 

P.S. U112 aveva già detto di volergli montare alcuni fari. Magari anche lui può dare a te o a me qualche ulteriore idea…

 

Ciao, e mi raccomando, tienici aggiornati sul tuo lavoro!

Ocean’s

Link to comment
Share on other sites

Eccomi dopo molto tempo...Venerdi è arrivato anche a me un pacco, anzi due. Insieme! il Pacco 26-27-28 e il 29-30-31.

Per capirci il primo è quello con le zavorre. Il secondo devo ancora aprirlo.

Link to comment
Share on other sites

:s03:

Ciao a tutti, con le uscite in edicola sono arrivato al numero 35.

Ecco alcune immagini dello stato attuale dei lavori:

dsc09238lyp.jpg

dsc09239t.jpg

dsc09240v.jpg

dsc09243.jpg

La flangia anteriore arriverà solo tra molte uscite ma essendo identica a quella posteriore ne ho ordinata un'altra come arretrato, non ho resistito!

Peccato non si possa ancora fissare la fiancata dx al resto dello scafo, se solo avessero incluso le 4 viti da 3x8 che non riesco a trovare in commercio!

Per quanto riguarda l'illuminazione avrei intenzione di utilizzare 2 faretti subacquei esterni da fissare alla parte bassa dello scafo.

A presto.

U112

Link to comment
Share on other sites

Ciao, U112.

 

Devo dire che il tuo entusiasmo supera ogni limite, se non ce la fai a resistere e ti fai spedire un'altra flangia per mettere insieme prima il tuo Nautilus!

Allora magari ti aiuto anch'io: vuoi subito le 4 viti per la fiancata?

Usa quelle che ti hanno dato all'inizio con il cono di poppa!

(Lo so perchè i primi due numeri me li ero presi anch'io per curiosità, ma anche per tenermi qualche pezzo di ricambio per il mio sub. E le quattro viti mi sembrano molto simili a quelle della fiancata. Solo la lunghezza è da controllare)

 

Per quanto riguarda i faretti esterni, ti sei già fatto un'idea?

Se hai qualche marca da suggerirmi, ti ringrazio. Io cerco una torcia da sub ma piccola e leggera. I subacquei professionali di solito si portano una torcia principale (costosa) ed una di sicurezza: io sto pensando proprio a quest'ultima, in due esemplari se non costa tanto.

 

Ciao e buon lavoro!

Link to comment
Share on other sites

Ciao Ocean's One.

 

In effetti per questo modello di entusiasmo, almeno per il momento, ne ho da vendere!

 

Grazie per il consiglio, le 4 viti a cui ti riferisci hanno le stesse caratteristiche di quelle utilizzate per fissare le fiancate, sono solo più lunghe di circa 2mm ma a breve dovrebbero arrivare i pezzi per completare la sezione di poppa e quindi mi serviranno per fissare il cono.

 

Una domanda:

credo che le viti utilizzate per fissare gli elementi gialli dello scafo e tutte le rondelle non siano di acciaio inox, hai mai avuto problemi di ruggine o corrosione su questi pezzi? Poichè utilizzerò il modello quasi esclusivamente in acqua marina pensavo di sostituirli con pezzi di acciaio inox.

 

Per quanto riguarda i faretti esterni, vorrei utilizzare 2 esemplari della mia vecchia torcia Technisub QUARTZ MK2 che dopo tanti anni sembra essere ancora in catalogo: http://www.technisub.com/ita/lampade/quartz.htm

dsc09247.jpg

 

Al prossimo aggiornamento

U112

Link to comment
Share on other sites

Ciao, U112.

 

Io uso il mio sottomarino solo in acqua dolce perchè, da comune mortale non-abbonato-Hachette, mi sa che la boa marina me la devo scordare e quindi non ho possibilità di andare in mare.

Quindi il rischio ruggine è minore. In effetti qualche puntino di ruggine ce l'ho, ma non è niente di preoccupante e tutto sommato se una vite è troppo conciata vorra dire che cambierò solo quella (per ora no).

Però non ti so dire se le mie viti sono dello stesso materiale delle tue. Penso di no: il mio sub è uno dei primi messi in commercio e penso che sia un modello di pre-produzione, perchè ho già constatato alcune differenze con quelli di HighZed e FlyFly. E' molto probabile che abbiano fatto dei miglioramenti, ma sulle viti chissà...

________

 

Invece, grazie mille per la torcia. Sembra adatta.

La plastica è vernciabile? La farei gialla, a meno di pensare di farle un carterino esterno di forma più carina.

Visto che siamo interessati entrambi, se vuoi ti propongo una collaborazione.

Tu fai una pesata della torcia e ne calcoli il volume (*), poi me lo dici e io mi metto a fare qualche valutazione con il modello già completo e capisco se si può sostituire parte della zavorra con un paio di queste torce, mantendo però il modello ben bilanciato.

Ti va l'idea? Se sì, darai una mano a me e magari anche agli altri che vogliono una torcia esterna adatta.

 

Ciao, a presto!

 

 

(*) per il volume, lo sai, vero? fai una bacinella piena d'acqua rasa e poi mettici dentro la torcia. Uscirà dell'acqua: tu raccoglila in un recipiente più grande e pesala: 1 grammo = 1 cm3. Ma ti sto dicendo cose banali, vero?

Link to comment
Share on other sites

Ciao Ocean's One.

 

Sono lieto di dare una mano.

La torcia senza batterie pesa 170g, può essere usata con 4 o con 8 batterie stilo alkaline o nicad.

Occupa il volume di 300g di acqua, quindi 300cm3.

Se ben ricordo è disponibile in più colori (anche giallo) sempre di plastica tipo abs trasparente.

La tenuta credo sia garantita fino a 80m.

Come puoi vedere nelle foto sottostanti ha 2 guarnizioni o-ring, una in battuta sul vetro e l'altra dietro alla filettatura su cui si avvita il tappo. Il meccanismo di accensione è di tipo magnetico senza fori, l'interruttore esterno ha un magnete che sposta i contatti che si trovano all'interno della torcia.

 

dsc09249.jpg

dsc09250.jpg

dsc09252.jpg

dsc09256.jpg

 

P.S.: per quanto riguarda la boa marina non dovresti avere problemi ad ordinarla dalla hachette, è un extra che andrà ordinato a suo tempo con il talloncino che metteranno nel relativo fascicolo (verso la fine dell'opera) e poichè di solito mettono più talloncini potrei spedirtene uno.

A presto.

U112

Link to comment
Share on other sites

U112 sei un grande!

Direi che questo tipo di torcia va benissimo. Infatti i conti tornano. Questa torcia ha volume di 300 cm3 = spinta 300 g e peso di 170 g vuota. Le batterie stilo pesano circa 30 grammi l’una, quindi 4 batterie = 120 g, 8 batterie =240 g.

 

PESO DELLA TORCIA CON 4 BATTERIE = 290 g.

Rispetto ai 300 g di spinta è quasi la stessa cosa, la torcia è già pressoché neutra e l’assetto del sub non ne risente (se proprio, i 10 g che mancano su ogni torcia si compensano facilmente)! Ottimo.

Questa è la soluzione ottimale per l’acqua dolce e penso proprio che ci farò un pensierino.

 

PESO DELLA TORCIA CON 8 BATTERIE = 410 g.

Così ogni torcia è negativa di (410 -300) = 110 grammi, per un totale di 220 g.

In acqua dolce dovremmo togliere zavorra, ma in acqua salata no.

Infatti, l’acqua salata aumenta la spinta del 3% se ricordo bene (ricontrollerò…). Il Nautilus pesa 7800 grammi e il 3% di 7800 è 234 grammi, che sarebbe la zavorra da aggiungere per uso marino. Combinazione, 234 grammi sono quasi uguali ai 220 grammi di peso in più che ottieni con 2 torce con 8 pile ciascuna.

Quindi: metti le torce con 8 pile e vai in mare con la zavorra già praticamente giusta. Meglio di così non si poteva sperare!

 

Perfetto, più avanti ne parleremo ancora (come anche del talloncino della boa hachette).

Per il momento grazie ancora e, per finire, hai un’idea del costo di queste torce?

 

Ciao!

Link to comment
Share on other sites

  • 2 weeks later...
  • 4 weeks later...

Ciao a tutti, nel mio cantiere i lavori proseguono, ecco alcune foto:

 

img0028z.jpg

 

img0432.jpg

 

img0433w.jpg

 

Ecco uno dei tecnici impegnati nella costruzione :s41: (scherzi a parte notare le dimensioni dello scafo rispetto all'uomo, se le proporzioni fossero queste il sottomarino reale sarebbe grande più o meno come un Sauro, in effetti esistono almeno a livello progettuale sottomarini civili di lusso/esplorazione di queste dimensioni):

img0448y.jpg

 

Le 2 torce nella posizione in cui verranno collocate:

img0457hgv.jpg

 

Ciao Ocean's One, scusa se ti rispondo solo ora.

Sono riuscito a trovare un'altra torcia in Croazia a 39 euro, purtroppo era l'ultima che avevano, è identica alla precedente ma il colore mi sembra molto più adatto (plastica nera non trasparente). Ho fatto anche una breve ricerca sul web, non è facile trovare questa torcia, questo sito spagnolo sembrerebbe il più economico:

http://www.subprof.com/tienda/product_info...CUS+QUARTZ+MK2+

Dicevi della possibilità di realizzare anche un braccio meccanico, che idea avresti?

A presto

U112

Edited by U112
Link to comment
Share on other sites

Accidenti, U112, direi che i vostri lavori proseguono molto spediti e siete già a buon punto...

 

Riguardo alle torce, fanno proprio un figurone! Sembra ancora di più un sottomarino scientifico.Grazie delle info, adesso mi metto un po' a cercarle anch'io

 

Salutami il tuo tecnico :s01: che lavora assiduamente! Secondo me però ce ne vorrebbe uno un po' più grande.

Io ho stimato per il Nautilus una scala fra 1:10 e 1:15, che significa una lunghezza reale fra gli 8 e i 12 metri.

L'omino dovrebbe quindi essere alto una quindicina di centimetri.

 

Venendo invece alle cose serie, ti dico la mia idea per il braccio (per ora solo idea :s06: )

Avrai notato che la flangia di prua e quella di poppa sono uguali (sono solo girate). Quella di poppa ha due snodi a tenuta per i timoni, quella di prua ha gli stessi compnenti stagni per azionare gli interruttori (mi sembra che non li abbiate ancora ricevuti). Quindi, a prua dal lato esterno ci sono due galletti e non due squadrette.

I due interruttori sono il generale e quello della telecamera, ma li puoi benissimo unificare perchè il generale controlla comunque anche la telecamera. Quindi, rimuovi l'interruttore di quest'ultima e la lasci sempre accesa. Dal passaggio stagno che a qs punto ti avanza (a prua, quello di destra) ci ricavi la squadretta per il braccio meccanico: acquisti un numero arretrato con un'altra squadretta uguale a quella dei rinvii dei timoni e la monti a prua. Da lì ci ricavi il comando di una pinza meccanica.

Ovviamente tutta la struttura del braccio è da costruire e bisogna decidere come, ma con un quinto servo e una radio a 6 canali il movimento apri-chiudi di una pinza di presa ce l'hai già quasi pronto.

Se poi vuoi esagerare, fai lo stesso lavoro anche con l'altro galletto e sostituisci l'interruttore con uno magnetico (bisogna trovare quello giusto ma sicuramente qualcuno ti consiglierà...). Metti un 6° servo. Dalla squadretta che a questo punto monterai in basso a sinistra ci fai per esempio l'alza-abbassa del braccio.

 

Sicuramente non è una cosa semplice e purtroppo la devo spiegare di corsa perchè domani parto e sto via per una settimana. ma quando torno magari faccio dei disegni per spiegarmi meglio.

Quella del braccio è un'idea che mi tengo da un po' di tempo e ho voglia di metterla in pratica anch'io.

 

Saluti

Ocean's

Edited by Ocean's One
Link to comment
Share on other sites

ciao ragazzi, oggi mi è arrivato un altro pacco a distanza di pochissimo tempo, ma ancora non ho aperto quello di prima , vi prometto che lo faccio al più presto, intanto vi seguo e vedo che andate avanti bravi. L' idea del braccio è interessante, bisogna studiarla meglio ma credo che sia fattibile.

 

Saluti a tutti

Link to comment
Share on other sites

Ciao Fly.

 

Prima spedisci, prima ricevi, prima posti le foto! :s01:

(dovrebbe essere così, no?)

 

Comunque scherzo, fai pure come vuoi!

Io ti dico solo che prima postate le foto e meglio aiutate noi esterni a capire a che punto siete.

Rigurado a questa spedizione, invece, io ho solo una curiosità, che poi per me è la solita: l'elettronica per uso marino e la relativa boa.

Ma non è si tratta di questa spedizione, vero? Questa sono i motori. la boa sarà più avanti?

Link to comment
Share on other sites

ciao Ocean

 

no infatti non si tratta della boa ma dei motori di propulsione , motore della pompa e l' elettronica di sicurezza. Per le foto vi prometto che le posterò al più presto, penso però ormai che se ne parli a settembre, oggi vado in ferie.

 

Un saluto a tutti e bune vacanze :s55:

Link to comment
Share on other sites

  • 1 month later...

ciao ragazzi

 

ieri mi è arrivato un altro invio, però non lfo ancora aperto, sto aspettando l' elettronica per continuare nel montaggio. Sentite un po qua, la cedola per l' aquisto dell' elettronica la volevano in busta chiusa insieme alla ricevuta del pagamento. Io ho fatto così come richiesto da loro ho spedito la cedola insieme alla ricevuta del pagamento in busta chiusa, ma vi sembra una cosa regolare?

Link to comment
Share on other sites

  • 2 weeks later...

signori

 

ho chiamato la hachette proprio ora e mi hanno confermato l' invio dell' elettronica che però mi arriverà per la fine di ottobre, meglio di niente.

Ma a parte me qui dei miei colleghi e compagni di costruzione non si è fatto vivo più nessuno. Highzen dove seiiiiiiiiii??????????????

Link to comment
Share on other sites

  • 2 weeks later...

Ciao a tutti,

in effetti è parecchio che non mi faccio sentire ma i lavori sul mio Nautilus procedono abbastanza lentamente. :s06:

Ho parecchi problemi con i timoni di profondità di prua e di poppa perchè c'è un disallineamento :s05: dei buchi per le viti a brugola delle barre di acciaio in cui vengono inseriti gli assi di metallo dei timoni e quindi una volta assemblati in posizione neutra i timoni di destra hanno un'inclinazione anche di parecchi gradi diversa da quelli di sinistra. Ho provato ha sforzare leggermente tentando di allineare il tutto e ci sono riuscito ma allora mi chiedo se l'asse di metallo ruota così facilmente all'interno del timone di plastica come può non disallinearsi da solo o peggio staccarsi durante la navigazione?

Inoltre la barra di acciaio che unisce i due timoni orizzontali di poppa è lievemente storta con il risultato che i relativi timoni sono bloccati perchè in posizione neutra toccano gli alettoni del cono posteriore dello scafo.

Appena ho un po di tempo posto alcune foto.

U112

Link to comment
Share on other sites

Salve comandanti...scusate la mia assenza, ma impegni, università, estate di mezzo e ritardi di hachette mi hanno fatto perdere di vista il cantiere. Ma sono di nuovo a lavoro.

Propio oggi mi sono arrivati tre pacconi che ancora non ho aperto (l'ultima spedizione l'avevo ricevuta a inizio luglio credo) in uno dei pacchi c'è anche un altro raccoglitore. Appena apro vi aggiorno sui miei progressi.

Una domanda...io per ora non ho trovato nessuna cedola per l'elettronica. Ma in che fascicolo è???

A presto!

Link to comment
Share on other sites

salve a tutti

pur non avendo ancora completato di montare tutti i pezzi dei pacchi che mi sono arrivati perchè sto aspettando che mi arrivi l' elettronica per montarla, a me non sembra che il trave dei timoni sia storto, ho montato quello con gli attacchi per i timoni per ora tutto bene, appena procedo v faccio sapere, high la cedola per l' elettronica dovrebbe essere in uno dei fascicoli che sono arrivati con il pacco del raccoglitore, ben tornati a tutti e a sentirci presto , buon lavoro a tutti

Link to comment
Share on other sites

Grazie Fly, trovata e spedita!

Si i fascicoli che mi sono arrivati sono quelli dal 35 al 43. Ora so di cosa parlavate.

La barra dei timoni, parlo dei timoni anteriori, l'asta di comando quindi. Che si storta penso si normale, è "sagomata" a dovere, però non riesco a capire, i timoni hanno un movimento limitato perchè dopo un pò l'asta si piega e non permette altor movimento. Cerchiamo di capirci qualcosa?

 

Un domanda che mi è venuta leggendo la rubrica, di cui ho apprezzato tantissimo i paragrafi sulle guarnizioni, non pensavo fosse una "scienza"!

Ma tutte queste guarnizioni prima o poi si seccheranno o si romperanno....e neanche troppo in la credo, la gomma all'aria aperta in pochi mesi si cristallizza.

Poi che si fa???? :s12:

Link to comment
Share on other sites

Comandanti buongiorno!

 

Eccomi qua a dare il mio contributo da utente di Nautilus già consolitato!

 

Highzed (per l'asta comando timoni) e U112 (per la barra di accoppiamento timoni, che è una cosa diversa):

magari io vi posso dare qualche consiglio guardando sul mio modello finito, però per favore postate delle foto perchè altrimenti non capisco bene i vostri problemi...

 

Invece per le guarnizioni dico ad Highzed di non preoccuparsi, perchè:

- se ti va come per il mio sottomarino, le guarnizioni dopo più di 2 anni sono ancora tutte efficienti.

- se qualcuna è da sostituire, dovrebbe trattarsi di misure standard di O-Ring, che compri dal ferramenta (anzi, io avevo già provato a ricavare le misure, forse da qualche parte le ho scritte. Ad ogni modo non dovrebbe essere difficile ricavarle)

- le uniche guarnizioni un po' balorde sono quelle interne fra flange e tubo (piatte da una parte e tonde dall'altra) e quella tripla coi buchini per le viti della flangia motore. Per queste forse vi conviene prendere un numero doppio e farvi la scorta.

_________

 

A questo punto, mi unisco all'attesa del resto del vostro pubblico, per vedere qualche foto sull'avanzamento dei lavori!

:s20: :s20: :s20:

Mi sembra di capire che state iniziando a montare la roba elettrica, vero?

 

Buon lavoro a tutti!

Link to comment
Share on other sites

Ciao a tutti,

 

l'elettronica è arrivata anche a me: sono soddisfatto, mi sembrano tutti componenti di qualità, anche se un po' misteriosi... :s12: :s12:

 

A me le aste dei timoni sono OK, i timoni di prua non ruotano completamente, ma credo sia più che sufficiente così.

 

Appena riesco posto qualche foto

 

Buone immersioni (quando sarà il momento...)

 

Marik

Link to comment
Share on other sites

Salve Comandanti.

 

Allora a Ocean :

si ovviamente avevo pensato ad una scorta di guarnizioni, ma invecchieranno anche le scorte no?? Si potrebbe pensare di metterle sotto vuoto, ma non so quanto è praticabile!

 

Per i timoni di prua, appena posso posterò foto, anche se forse servirebbe più un video, comunque non so se è un problema o no, noto solo che la corsa dell'asta è abbastanza limitata, perchè (spero di mi capirete) la squadra che governa i timoni, a sua volta agganciata all'asta, ruotando, oltre che muovere l'asta lungo l'asse longitudinale, ne trasla l'estremità anche in senso verticale, e dopo un pò l'asta entra in tensione (ricordo che prima di agganciarsi alla squadra di controllo passa dentro un foro nella paratia)

 

Una nuova domanda : i timoni di profondità a poppa, nessun problema nel montarli, ma risultavano un pò storti e si incastravano con i piani di coda orizzontali fissi. Ho dovuto un pò piegare il perno dei timoni con una pinza. Successo anche a voi?

Comunque più lo costruisco questo modello più mi affascina....

Edited by HighZed
Link to comment
Share on other sites

  • 4 weeks later...

Ecoomi qui per una domanda a tutti quelli che stanno costruendo..e anche ad Ocean

 

Sto montando il motore con relativo giunto cardanico. Nelle istruzioni indicano di riempire il tubo reggimotore per un terzo di grasso, quindi il giunto vi è immerso giusto??

Volevo capire se la funzione di questo grasso è anche quella di avere tenuta stagna e quindi che tipo di grasso va usato??

Grazie

Link to comment
Share on other sites

o ma solo a me ancora non mi è arrivato sto motore?

comunque questa è una cosa che piacerebbe sapere anche a me, io ho comprato preventivamente un tubetto di grasso per questa operazione ed ho optato per del grasso per uso nautico.... pagato un tubettino 12,00 euro !!! dite che va bene?

Link to comment
Share on other sites

Anche io avevo pensato al grasso nautico, quello che si usa propio sull'albero dedll'elica.

Però Ocean dice che il simmerit (ho imparato un nuova parola) fa bene il suo lavoro.

A questo punto....Grasso al Teflon? Al silicone?? Al Litio???

Link to comment
Share on other sites

il grasso per usi in acqua, quindi anche quello nautico, è al silicone, e se ben caricato il tubetto fa un po di tenuta, ma serve sempre qualcosa che te la assicuri (la tenuta) in quel caso il simmering, che non so cosa sia. ho in passato costruito un rover, ma con altre tecniche

Link to comment
Share on other sites

Ma non è quello al litio che protegge anche dall'acqua?? Quello al silicone so che si usa per lubrificare la gomma o contatti metallo-plastica....

Ocean nel tuo non sai che tipo di grasso c'è? e quanto ce ne è....

Link to comment
Share on other sites

La zona del giunto è piena per un po' meno di metà, ma visto che il motore non gira poi così forte (3-4000 giri), non è un problema se ce ne mettete anche un po' di più.

 

Il grasso che ho io è giallo scuro, ma non so dire cosa sia.

Invece, ho usato il Graupner 570 nell'altro mio modello di sottomarino. Va bene e dovrebbe essere a base di silicone, se non erro.

Saluti

 

Ocean's

Link to comment
Share on other sites

se vai nei cantieri navali, come ho fatto io,te lo regalano, credo mi abbiano dato qualcosa come 300g di grasso al silicone, ne avevano un barattolo da 25Kg!

non va bene per contatti elettrici (è isolante)forse se intendi come idrorepellente allora si.

quello al litio non l'ho mai usato apparte nei giunti della mia auto, non so quindi se effettivamente è compatibile con l'ambiente marino, insomma il problema è che con la storia dell'ecologia, anche il grasso è idrosolubile ed ecocompatibile, non che io voglia inquinare, ma purtroppo se non stiamo attenti dopo un ora facile che si sia dissolto...e mi è già capitato.

Link to comment
Share on other sites

giusto per chiarire:

Sul Nautilus (o Neptune che dir si voglia) il giunto motore-asse elica si trova dalla parte interna dello scafo stagno, per cui il grasso non dovrebbe mai venire a contatto con l'acqua.

Dove esce l'asse dell'elica c'è invece la guarnizione tonda con il labbro che fa tenuta sull'asse, quindi secondo me l'unico vero requisito è che il grasso non sia chimicamente aggressivo per la gomma della guarnizione, e basta.

Su questo modello non dobbiamo infatti preoccuparci che il grasso venga a contatto con così tanta acqua da rischiare di dissolversi.

 

Infine, non c'è nessun contatto elettrico in quella posizione, quindi non importa se il grasso è isolante.

Link to comment
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...

  • Forum Statistics

    • Total Topics
      44.9k
    • Total Posts
      521.4k
×
×
  • Create New...