Jump to content

Smg. Argonauta (1913)


Recommended Posts

Dist.smg.RM.(trasp).png

 

Regio sommergibile Argonauta (1°)

(ex russo Svyatoi Georgjy)
Inlicitas temptare vias
(Tentare vie proibite)

1913.smg. ARGONAUTA.I-I.sommergibili.Italiani-1963(1100).jpg
da "I sommergibili italiani" di Paolo M. Pollina - USMM - 1963, per g.c. Sergio Mariotti

Caratteristiche generali:

Tipo: sommergibile di piccola crociera

Cantiere: Fiat-San Giorgio La Spezia
Impostazione: 11 Marzo 1913
Varo: 5 Luglio 1914
Consegna: 18 Febbraio 1915
Radiazione: 29 Marzo 1928
Dislocamento
- in superficie: 255 t
- in immersione: 305 t
Dimensioni
- Lunghezza: 45,15 m
- Larghezza: 4,20 m
- Immersione: 3,05 m
Apparato motore in superficie: 2 motori Diesel FIAT, 2 eliche
- Potenza complessiva: 700 cv
- Velocità max. in superficie: 14 nodi
- Autonomia in superficie: 1.600 miglia a 8 nodi - 695 miglia a 13,5 nodi
Apparato motore in immersione: 2 motori elettrici di propulsione Savigliano
- Potenza complessiva: 450 cv
- Velocità : 9,9 nodi
- Autonomia in immersione: 120 miglia a 3 nodi - 15,5 miglia a 9 nodi
Armamento:
- 2 tls AV da 450 mm, 4 siluri da 450 mm
- 1 cannone da 76/30 mm a.a. (previsto ma mai montato)
Equipaggio: 2 ufficiali, 22 sottufficiali e marinai
Profondità di collaudo: 40 m

2qx54sl.jpg

Generalità
Sommergibile ordinato dalla marina zarista sul progetto dei classe "Medusa" con il nome di Svyatoi Georgjy, allo scoppio della 1^ guerra mondiale fu acquistato dalla Regia Marina.
Le differenze, rispetto ai medusa, furono: un secondo periscopio, ampliamento della camera manovra, nuove pompe di esaurimento, nuovi motori, timoni orizzontali rientrabili, installazione di una bussola a riflessione e di un sistema per segnalazioni subacquee.

Attività operativa
Il 4 ottobre 1914, il battello era alle prove di cantiere per la marina russa, il TV Angelo Belloni (comandante per conto del Cantiere) si impadronisce del battello per portarsi in Adriatico e attaccare navi austroungariche per provocare l'ingresso dell'Italia in guerra.
L'impresa fu fermata ad Ajaccio ed il battello ricondotto a Spezia dove fu trasferito alla Regia Marina nel dicembre dello stesso anno.
Dal 1° Marzo viene trasferito a Brindisi e diviene unità capo squadriglia con comandante il CF Carlo Cattaneo.
Nel 1916 verrà trasferito (c.te il TV Giulio Diaz) a Venezia e successivamente, nel 1918 a Porto Corsini (RA) al comando del TV Antonio Legnani.
il 15 febbraio 1916 recuperò un velivolo nazionale caduto in mare per avaria e lo rimorchio a ad Ancona.
il 3 luglio 1918 silurerà un cacciatorpediniere austriaco tipo Huszar, fallendo il bersaglio per la corsa irregolare del siluro.
Nel corso del conflitto effettuerà 112 missioni, alcune particolarmente pericolose come l'accertare la presenza di campi minati nell'arcipelago dalmata e canale di Zara.
Al termine del conflitto il battello continuerà ad operare in Adriatico fino al disarmo, nel 1928

altre notizie, link, ecc.
l'episodio dell'appropriamento del sommergibile è raccontata dallo stesso Belloni nel suo libro "Cinquant'anni di mare" recensito a questo link:
LINK ALLA RECENSIONE DE "CINQUANTANNI DI MARE"

 


2bw1fq.jpg

2hmm13a.jpg


se7y3k.jpg

 

 

Edited by magico_8°/88
Salvataggio immagini e correzioni testo
Link to comment
Share on other sites

  • 8 years later...

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
  • Forum Statistics

    • Total Topics
      45k
    • Total Posts
      522.2k
×
×
  • Create New...