Jump to content

Affondare Le Corazzate


deimos79

Recommended Posts

Salve a tutti i comandanti, dopo alcuni consigli sulla perfetta installazione di GWX, che tra parentesi è una figata pazzaesca, volevo chiedere. ho iniziato la carriera nel 41, al largo delle coste irlandesi ho beccato una task force composta da due corazzate e 7/8 DD, ora volevo sapere, la corazzata che ho preso di mira era classe KING GEORGE V, ma è normale che gli abbia tirato 6 siluri( in punti nevralgici della nave) e continuava ad andare come se niente fosse? insomma, nenache un pò inclinanta, niente e come se non l'avessi nemmeno scalfita... cioè sincermante mi aspettavo che colasse a picco, almeno potevo bagnare la prima missione con un affondamento notevole... vorrei sapere se è successo anche a qualcuno di voi oppure se è un caso strano....

 

 

buona giornata a tutti

Link to comment
Share on other sites

600/650 metri, angolazione 87° 4 a impatto la prima salva, e dopo averla inseguita per un pò, ne ho lanciati altri tre, magnetici, distanza 800 mt, uno è esploso dopo aver percorso 100mt, gli altri due sono esplosi sotto il locale caldaie e sotto la stiva munizioni di prua... niente, sembra una nave maledetta, comunque può essere stato un caso, spero mi ricapiti l'occasione...

Link to comment
Share on other sites

ammeno che tu non sia ai primordi della campagna devi scordarti l'uso di siluri ad impatto, la differenza di danni che causano fra il colpo ad impatto sulla fiancata e l'esplosione sotto la chiglia è nettamente in favore di quest'ultimo impiego, una corazzata od in generale una nave da guerra di elevato tonnellaggio riesce ad incassare molti colpi se sono superficiali!

 

Se sparavi una salva da 4 ad innesco magnetico sotto la chiglia come minimo la fermavi inclinandola parecchio, secondo me 4 sarebbero stati sufficienti a spedirla sulla piana abissale :)

Link to comment
Share on other sites

Guest Buhring
reti antisiluri (tramite dei pali intorno all'unità veniva calata una rete che provocava lo scoppio prematuro delle torpedini, tale aspetto comunque non è stato implementato in SH 3).

 

Siamo sicuri che non sia implementato? A Scapa Flow, in dicembre 1940, ho lanciato otto siluri contro una corazzata classe KGV alla fonda -- a botta sicura, nel senso che ero a poche centinaia di metri al traverso perfetto del bersaglio: uno solo ha colpito. Possibile che tutti gli altri sette fossero difettosi?

 

Escludo che si siano piantati nel fango del fondo perche' erano settati a -8 metri; escludo anche un malfunzionamento delle spolette, perche' per sicurezza erano regolati a impatto. Quanto alla direzione, beh, sbagliare una corazzata ferma da 800 m di distanza e' sostanzialmente impossibile...

 

Sfiga cosmica o reti parasiluri?

 

Saluti

 

Buhring

Link to comment
Share on other sites

Avevate ragione, ho fatto una capatina al largo di Lock Elwe (o come si scrive) e ho beccato una nelson e due incrociatori che uscivano dal porto, con 4 siluri magnetici, due sotto la zona munizioni di prua, uno sotto il deposito munizioni e uno sotto la sala macchine ed è andata a picco, solo un altra domanda, ma è normale che le navi per inabbissarsi ci mettono una vita? mi è capitato di un C2 che ci ha messo almeno 15/20 min (reali) ad inabissarsi, eppure mi era stato chiaramente riferito"unità nemica distrutta"...

Link to comment
Share on other sites

va bene ma non è normale, insomma per una corazzata forse ci può anche stare, ma un c2 imbottito di munizioni e benzina che salta completamente in aria, diciamo che considerando che gli avvevo tirato 2 siluri sarebbe dovuto affondare in fretta, cioè in genere i fori lasciati dai siluri avevano un bel diametro, considerando la valanga d'acqua che si insinua all'interno dovrebbe colare a picco.

Esempio, il Lusitania quando fu affondato da un U-boat ( l'U-20 o L'U-21) non ricordo bene, andò a picco in 18 minuti, e stiamo parlando di un solo siluro contro un transatlantico... e cavolo!

Link to comment
Share on other sites

Dipende anche dal carico che trasportava, navi che trasportano legno per esempio ci mettono molto ad affondare. Poi insomma vero che alcune navi affondano subito, altre ci mettono di più, dipende da come e dove si colpisce. La nostra corazzate Roma affondò in pochissimo tempo, il Titanic ci mise ore (stiamo parlando di eventi diversi ma il lo squarcio dell'iceberh può essere paragonato ai danni causati da un siluro).

Link to comment
Share on other sites

beh aspetta, non per fare il pignolo, ma il titanic aveva le paratie stagne chiuse che rallentarono in parte l'ingresso dell'acqua all'interno dello scavo e nei vari compartimenti, la Roma fu colpita da una bomba telcomandata che centrò in pieno la santabarbara che la fece spezzare in due, per questo affondò così rapidemente... cmq hai ragione, ho visto che le petroliere affondano in poco tempo, mentre i c2- c3 dipende dal loro carico...

Link to comment
Share on other sites

beh aspetta, non per fare il pignolo, ma il titanic aveva le paratie stagne chiuse che rallentarono in parte l'ingresso dell'acqua all'interno dello scavo e nei vari compartimenti, la Roma fu colpita da una bomba telcomandata che centrò in pieno la santabarbara che la fece spezzare in due, per questo affondò così rapidemente... cmq hai ragione, ho visto che le petroliere affondano in poco tempo, mentre i c2- c3 dipende dal loro carico...

 

Appunto ... :s02: :s01:

Io per esempio sui C2, C3 lancio un solo siluro tra sala macchine e deposito carburante in magnetico e lo faccio affondare lentamente. Quando l'acqua arriva al ponte lancio un siluro a impatto che lo spezza a metà, ci vogliono un po' di prove ma il sistema non tradisce una vola acquisito il sistema.

Per le Victory invece ci vuole un solo unico siluro a impatto, ma lanciato a distanza brevissima (max 350 metri) e senza lockare, mirando poco più avanti del ponte di comando. Se il lancio è perfetto si spezzerà a metà, altrimenti ci vorranno almeno tre siluri (tipo lockando e lanciando a impatto o magnetico).

Spero di esserti stato utile ... :s01:

Link to comment
Share on other sites

si grazie, il sistema senza lokkare e puntare vicino al ponte di comando l'ho usato spesso contro i mercantili e le petroliere per i siluri magnetici, si spezzano a metà che è una bellezza. cmq grazie del consiglio per i c2 e c3, questo non lo sapevo...

Link to comment
Share on other sites

In genere io utilizzo due siluri magnetici lanciati in salva con un angolo tendente a 0 sotto la sala macchine. In genere il naviglio mercantile cola a picco che è una bellezza. Di solito mi dedico ai psci (grossi >5000 Tons) per i piccoli cerco di utilizzare un solo siluro ed il cannone.

Per le navi da guerra in genere utilizzo una slva da 4 con apertura minima oppure una doppia coppia sotto i punti nevralgici, ma comunque sempre ,magnetici.

Link to comment
Share on other sites

  • 3 months later...

salve signori comandanti ho letto il topic qui sopra e ho notato che la maggior parte dei discorsi è incentrata a lanciare i siluri verso i punti nevralgici delle navi nemiche

come fatte a settare i siluri per poi esplodere magneticamente sotto il locale carburante o sotto i locali da voi scelti?

Link to comment
Share on other sites

Mai avuto problemi con le corazzate e con le portaerei.

 

Massimo 3 siluri, veloci, magnetici a pelo d'acqua lanciati dai 300m ai 500m puntati alla prua o sotto i cannoni di prua (da qualle parti ci dovrebbe essere il deposito munizioni )

La velocita' della nave nemica (20-30 nodi) aiuta a riversare acqua al suo interno. Continuano a navigare ma apena la prua scende e le onde iniziano a coprirla con regolarita' la nave cede al suo destino e affonda spinta dai suoi stessi motori.

 

Il miglior affondamento l'ho fatto alle 10.00 AM circa del 27 maggio 1941 (data di affondamento della Bismark ).

 

Ho intercettato la nave da guerra e la portaerei che hanno affondato la Bismark, scortate.

Ho usato i 5 siluri navigando parallelo.

Sono affondate in 30 minuti circa.

La corazzata e' andata giu' di prua colpita dai miei due siluri di poppa sulla sua prua come detto pocanzi.

La portaerei invece si e' inabissata di poppa avendo mirato due siluri di prua proprio sulla sua poppa (discorso invertio) poi raggiunta da un terzo siluro lanciato magnetico sulle eliche per fermarla.

Su quest'ultimo siluro ammetto di aver avuto molta fortuna, la portaerei zizzagava. Poteva scorrergli accanto e ciccare invece e' esploso !

I 3 DD di scorta hanno provato a cercarmi ma ero quando hanno iniziato con il ping ero a 130m di profondita' e scendevo, scendevo, scendevo.

Link to comment
Share on other sites

Propio ieri mi sono imbattuo al lardo dell'irlanda in una task force con la Rodney e 6? - 7? dd, non sono rimasto a controllare!!!

 

1940 - le 4 di mattina, buoi pesto e mare mosso, con i magnetici, rischiavo di fare cilecca, allora ho settato 1 salva di 4 siluri a impatto a 9 metri.

Ho lanciato da 1200 metri, 3 siluri a segno nella zona di poppa. Il siluro lanciato da poppa invece liscia la prua.

Dopo poco era immobile, ma avevo i tubi scarichi e i DD che mi puntavano, sono andato sotto a 130 metri per 2 ore.

Alla fine l'addetto sonar mi ha informato che i dd si allontanavano, così pian pianino sono tornato a galla e ho visto la Rodney immobile leggermente appoppata. 1 siluro magnetico a 12,5 metri da poppa e 1 da prua che fà cilecca. E dopo 20 minuti è andata giù.

 

i 3 siluri iniziali devono aver sfondato la cintura corazzata propio all'altezza della sala macchine :s53:, con 6 siluri di cui 4 a segno è andata giù.

 

L'unica cosa strana è che i DD si sono allontanati all'alba, lasciando la corazzata indifesa...........mi sà che al rientro in porto qualcuno verrà fucilato :-)

 

Al rientro in porto voglio almeno una Croce di Cavaliere con fronde di quercia, spade e diamanti!!!

 

Avvicinamento e lancio da manuale..........evasione pure, nemmeno una carica vicino, nonostante le 200 cariche lanciate.....devo avere qualche santo lassù che mi protegge...........realismo al 97%.

Link to comment
Share on other sites

Si ma avevo qualche problema.....

 

6 DD tra me e la Corazzata.........

Non la vedevo......era buio pesto, e da immobile l'addetto al sonar non riusciva a indicarmi la posizione.....

Sapevo che era immobile, ma fino a quando non si è fatto giorno, non sapevo com'era messa.......e 36.000 tonnellate che ti cadono in testa non sono piacevoli.....

e per ultimo, l'unico modo per scrollarmi di dosso i DD era scendere di quota e fermare i motori, altrimenti mi trovavano sempre..........appena risalivo per l'abbrivio, mi ribeccavano quindi motori avanti tutta, aumentare quota di immersione, virate strette e rifermare i motori, e i 1200 metri tra me e la corazzata erano tantissimi da fare schivando le CP.

 

Allora ho deciso di prenderli sulla pazienza.....dopo 2 ore, avevano finito le CP, e stranamente se ne sono andati all'alba.

 

Quando erano belli distanti sono tornato a QP e ho lanciato per finirla.

Link to comment
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
  • Forum Statistics

    • Total Topics
      45k
    • Total Posts
      522.3k
×
×
  • Create New...