Jump to content
  • Utenti

    • Totiano

      Totiano 0

      Membro Consiglio Direttivo - MS*
      Joined:
      Last active:
    • Alagi

      Alagi 0

      Membro Onorario In Memoria
      Joined:
      Last active:
    • Iscandar

      Iscandar 0

      Capo di 1a classe
      Joined:
      Last active:
    • Odisseo

      Odisseo 0

      Secondo Capo
      Joined:
      Last active:
    • brin

      brin 0

      Capo di 1a classe
      Joined:
      Last active:
    • Marco U-78 Scirè

      Marco U-78 Scirè 0

      Membro Onorario
      Joined:
      Last active:
    • danilo43

      danilo43 0

      Tenente di Vascello - MS*
      Joined:
      Last active:
    • malaparte

      malaparte 0

      Moderatore Area Tematica - S*
      Joined:
      Last active:
    • malaspina

      malaspina 0

      Moderatore di Sezione - MS*
      Joined:
      Last active:
    • lazer_one

      lazer_one 0

      Membro Consiglio Direttivo - MS*
      Joined:
      Last active:
    • Alfabravo 59

      Alfabravo 59 0

      Capo di 1a Classe - MS*
      Joined:
      Last active:
    • Massimiliano Naressi

      Massimiliano Naressi 0

      Sottocapo - S *
      Joined:
      Last active:
    • Red

      Red 0

      Capo di 1a Classe - MS*
      Joined:
      Last active:
    • Von Faust

      Von Faust 0

      Moderatore Area Tematica - MS*
      Joined:
      Last active:
    • serservel

      serservel 0

      Tenente di Vascello
      Joined:
      Last active:
    • GM Andrea

      GM Andrea 0

      Membro Consiglio Direttivo - MS*
      Joined:
      Last active:
    • Lefa

      Lefa 0

      Capo di 1a classe
      Joined:
      Last active:
    • old_fly37

      old_fly37 0

      Membro Onorario
      Joined:
      Last active:
    • marat

      marat 0

      Capo di 1a classe
      Joined:
      Last active:
    • R.Hunter

      R.Hunter 0

      Membro Onorario
      Joined:
      Last active:
    • Charlie Bravo

      Charlie Bravo 0

      Capo di 1a classe
      Joined:
      Last active:
    • sertore

      sertore 0

      Tenente di Vascello
      Joined:
      Last active:
    • canarb

      canarb 0

      Sottotenente di Vascello
      Joined:
      Last active:
    • Keltos

      Keltos 0

      Sottotenente di Vascello
      Joined:
      Last active:
    • pugio

      pugio 0

      Capo di 1a classe
      Joined:
      Last active:
    • Djmitri

      Djmitri 0

      Moderatore di Sezione
      Joined:
      Last active:
    • Drakken

      Drakken 0

      Moderatore di Sezione
      Joined:
      Last active:
    • Bubbe

      Bubbe 0

      Capo di 1a classe
      Joined:
      Last active:
    • Regia Marina

      Regia Marina 0

      Sottocapo - MS *
      Joined:
      Last active:

nostromodiroma

Sottocapo - MS *
  • Posts

    1,690
  • Joined

  • Last visited

About nostromodiroma

Profile Information

  • Gender
    Not Telling

Recent Profile Visitors

10,123 profile views

nostromodiroma's Achievements

  1. in (ehm...) bocca al lupo per la prossima carriera in quiescenza!
  2. Tanti auguri di un sereno Natale anche a chi, per noi, veglia in armi (purtroppo) sul mare.
  3. Per dirla tutta devo aggiungere che hanno preso parte anche due squadre di palombari del locale nucleo SDAI, una motovedetta della CP ed un gommone appoggio del nucleo navale di Mariscuola. Il peso del monumento pare si aggiri intorno alle 3 tonnellate. La difficoltà della manovra è che la nave si trovava a circa 30 metri da uno scoglio affiorante. In quella zona si passa da un fondale di circa 40 metri a 0 in poco meno di 50 metri di distanza. Una volta sbracciata la gru il monumento è stato filato in acqua, dove due palombari erano pronti ad agganciare i palloni per la spinta positiva. Sganciato dalla gru e sostenuto dai palloni, è stato trainato sul punto di dimora finale, ove è stato adagiato dal personale del nucleo SDAI. Il punto è stato scelto per favorire le immersioni turistiche e non impedire l'ormeggio alla fonda alle barche, nei pressi del punto dell'affondamento. RP 124 era lì per interporsi tra nave e scoglio, in caso di problemi o per effettuare il rimorchio. Per fortuna sono rimasto inoperoso! Il Comandante Melluso, di Nave Tavolara, ha dovuto manovrare senza usare le ancore, in quanto il punto di rilascio è tra due cavi elettrici sottomarini. È andato tutto secondo i piani.
  4. Tore quello dietro è il mio RP ma è il 124 non 123 😉
  5. Scafo pesante , piccola pala del timone e piccolissima ruota del timone, una sola elica... un incubo le manovre con quel motoscafo. erano belli i salottini di prua e poppa. più che il comandante trasportava l'ammiraglio, solo perché la manovra di varo e alaggio era lunga e problematica mentre, se alla fonda, gli MCN erano sempre disponibili in acqua. Ritengo che 7.500 sono troppi per una barca così anziana e bisognosa di continue attenzioni. nella foto della V.Veneto appaiono solo gli MBN e, credo, un NC simile a quello in dotazione alla Vespucci. Negli anni 90 c'erano due MCN e un MBN sul "ponte delle barche", mentre la gru sempre quella.
  6. Cosa torna a galla... dal punto di vista medico non posso essere utile , ma da quello che ho appreso posso dire che è tutto soggettivo. Qualsiasi situazione di emergenza provoca ansia per la paura di perdere la vita (della nave poco ce ne cala), non perché la nave è inclinata. Questa subentra quando si ha la certezza che non c'è più nulla da fare. Basti guardare un film in cui si vedono i marinai agitarsi con tutto il possibile per limitare un allagamento, di certo non si preoccupano se sono a 10 o 40 ° di inclinazione. Certamente non si può paragonare il mare agitato all'allagamento, il movimento e le emozioni sono totalmente diverse anche nel solo beccheggiare/rollare, mare vivo oppure onda lunga. Ciascuna Unità navale e membro dell'equipaggio reagisce diversamente e, a bordo, non tutti ne risentono allo stesso modo. Con mare da 4 a salire, spesso rimane in piedi il 30% del personale. Per quanto riguarda l'addestramento, che può aiutare ma non azzera il disagio psicofisico individuale, in marina si affronta "la fetta di nave" posta nel centro addestramento aeronavale di Taranto. Si tratta di una sezione trasversale di nave con cui è possibile simulare forti allagamenti ed incendi. Questa aiuta ad immaginare come può essere affrontare una serie di falle (falla libera o allagamento lento) in condizioni di forte disagio: senza luci, acqua fredda fino a torace, fumo intenso da gasolio incendiato con , ovviamente, facciale ad aria del tipo pompieri. Si tratta di una sorta di Kobayashi maru, per la quale non esiste possibilità di raggiro informatico. Già quando l'acqua arriva al ginocchio con fumo causato dall'incendio di gasolio e l'inclinazione del piano si accentua si nota la differenza tra chi lo affronta per la prima volta e chi è addestrato. L'attività è organizzata in modo di addestrare sia l'attrezzatore sia il capo zona e gli incarichi vengono fatti ruotare in modo che tutti sappiano cosa e come fare.
  7. Dopo gli ultimi sviluppi e deleghe ora lo potremmo chiamare ministero delle spiagge, dato che si occuperà di demanio e altre cose minori, ma non del sud, dei porti, della pesca e del turismo. Svilente a dir poco.
×
×
  • Create New...