Vai al contenuto


Foto

Classe Glauco (1903)


  • Effettua l'accesso per rispondere
Questa discussione ha avuto 5 risposte

#1 Ursus Atlanticus

Ursus Atlanticus
  • Guardiamarina
  • 623 Messaggi:
  • Gender:Male
  • Location:Campo san Martino (PD)

Inviato 05 febbraio 2008 - 10:05

Fiamma.RM.trasp.png

 

Sommergibili classe " Glauco "

 

cl.GLAUCO.I-I.sommergibili.Italiani.1963
da "I sommergibili italiani" di Paolo M. Pollina - USMM - 1963, per g.c. Sergio Mariotti

 
 

Catteristiche generali della classe " Glauco ":

Tipo: sommergibile sperimentale

Dislocamento:
· in superficie: 160 t
· in immersione: 243 t
Dimensioni:
· Lunghezza: 36,80 m
· Larghezza: 4,32 m
· Immersione: 2,50 m
Apparato motore superficie: 4 motori a benzina (tipo FIAT per Glauco, Squalo, Narvalo e tipo Thornycroft per Otaria e Tricheco), 2 eliche
· Potenza: 600 cv Glauco, Squalo, Narvalo - 800 cv Otaria e Tricheco
· Velocità max. in superficie: 13 nodi
· Autonomia in superficie: 150 miglia a 13 nodi - 225 miglia a 10 nodi
Apparato motore immersione: 2 motori elettrici di propulsione Savigliano
· Potenza: 170 cv
· Velocità max: 6,2 nodi
· Autonomia in immersione: 18,6 miglia a 6,2 nodi - 81 miglia a 3,5 nodi
Armamento: Glauco - 3 tls AV da 450 mm, 2 siluri tipo A 68/450x4,64 - Squalo, Narvalo, Otaria e Tricheco - 2 tls AV da 450 mm, 2 siluri tipo A 68/450x4,64
Equipaggio: 2 ufficiali, 13 tra sottufficiali e marinai
Profondità di collaudo: 25 m

 

Glaucosez.jpg


Unità della classe " Glauco "

Regio smg. Squalo (1°)
Cantiere: Regio Arsenale di Venezia
Impostazione: 01.1904, Varo: 10.06.1906, Servizio: 01.09.1906, Radiazione: 26.09.1918

Regio smg. Narvalo (1°)
Cantiere: Regio Arsenale di Venezia
Impostazione: 1904, Varo: 21.10.1906, Servizio: 16.05.1907, Radiazione: 26.09.1918<br />

Regio smg. Otaria (1°)
Cantiere: Regio Arsenale di Venezia
Impostazione: 01.05.1905, Varo: 25.03.1908, Servizio: 01.07.1908, Radiazione: 26.09.1918<br />

Regio smg. Tricheco (1°)
Cantiere: Regio Arsenale di Venezia
Impostazione: 06.11.1905, Varo: 06.06.1909, Servizio: 15.10.1909, Radiazione: 26.09.1918<br />

Il Decreto del 1904 con il quale Vittorio Emanuele III attribuisce il nome di Squalo, Narvalo, Otaria e Tricheco alle quattro torpediniere sommergibili in costruzione a Venezia.

GlaucoArgo75nomes.jpg


Generalità della classe " Glauco ":
Prima classe di sommergibili realizzata dopo lo sperimentale Delfino venne progettata dall'allora Maggiore del Genio Navale Laurenti. Dotati di motori a benzina non furono invero unità dalla caratteristiche eccezionali. Realizzate come un alter-ego subacqueo delle torpediniere costiere avevano capacità operative limitate. Va tenuto conto tuttavia che si trattava di unità appena più che sperimentali, realizzate senza alcuna vera dottrina operativa e con la limitata esperienza accumulata col precedente Delfino e dalle informazioni che le pubblicazioni ufficiali e i servizi segreti dell'epoca avevano raccolto su quanto veniva realizzato all'estero. Si tratta pertanto di unità addestrative più che operative, non solo per il personale della nascente specialità sommergibilistica, ma per gli stessi stati maggiori della nostra marina. Vi è da dire che la loro realizzazione fu dovuta più alle insistenze del capo di stato maggiore dell'esercito, gen. Tancredi Saletta e del ministro della Guerra Asinai di San Marzano, unite alle notizie che giungevano da Londra e da Parigi (soprattutto da Londra) che da un vero convincimento della marina nel nuovo mezzo.

Dal sito della Marina Militare Italiana:
Si trattava di unità di 200 tonnellate di dislocamento, lunghe 36 metri e larghe 4 con armamento costituito da due siluri da 450 mm. I motori erano a scoppio e tale caratteristica fu il motivo per cui questi sommergibili furono soprannominati "benzinari". Il progettista, maggiore del genio navale Laurenti, si attenne al concetto, allora condiviso da molte Marine, di dare allo scafo forme avviate adatte alla navigazione in superficie. Conseguentemente le sezioni trasversali risultarono molto diverse fra di loro e la resistenza strutturale ebbe limitazioni dovute alla forma dello scafo che risultò inadatta a sostenere forti pressioni. Le cinque unità della classe, pur mantenendo inalterate le dimensioni presentarono modeste differenze di dislocamento dovute a migliorie introdotte durante l'allestimento sulle successive unità della classe ed alla definitiva abolizione di un tubo lanciasiluri, adottata a partire dalla seconda unità della serie. Anche le sagome risultarono diverse fra loro per la differente posizione della torretta che, molto prodiera sul Glauco assunse, via via sulle ultime unità una posizione centrale.

Anche questi battelli debbono essere considerati sperimentali poichè servirono di base per lo sviluppo dell'arma subacquea italiana. Infatti, oltre alle deficienze insite in ogni prototipo ed a quelle dovute all'insufficiente esperienza della Marina nel campo delle costruzioni di naviglio subacqueo, queste unità lamentarono anche continue noie ai motori. Il loro impiego fu poi limitato dalla presenza a bordo d'elevati quantitativi di benzina, utilizzata come combustibile. I sommergibili furono varati in tempi diversi: il Glauco nel 1905, lo Squalo ed il Narvalo nel 1906, l'Otaria nel 1908, il Tricheco nel 1909. Entrati in servizio e dopo l'addestramento iniziale, questi battelli operarono, con base a Venezia, prevalentemente lungo il litorale Adriatico.

 

Glaucoscalo.jpg


 


Modificata da magico_8/88, 27 gennaio 2018 - 09:51 .

Immagine inviata


Immagine inviata

#2 Argo75

Argo75
  • Membro Consiglio Direttivo - MS*
  • 2354 Messaggi:
  • Gender:Male

Inviato 25 maggio 2009 - 01:41

Dist.smg.RM.(trasp).png

 

Regio sommergibile Glauco (1°)
Gloria Audaciae comes
(la gloria è compagna dell'audacia)

Cantiere: Regio Arsenale di Venezia
Impostazione: 1 agosto 1903
Varo: 9 luglio 1905
Consegnato: 15 dicembre 1905
Radiazione: 1 settembre 1916

Attività operativa:
Appena entrato in servizio svolse un'intensa attività addestrativa lungo il litorale adriatico, partecipando anche alle manovre navali del 1906 e del 1908.
Nel 1914 al comando del TV Paolo Tolosetto Farinata degli Uberti svolse la sua attività nell'ambito della 4^ squadriglia di sede a Venezia.
Divenne unità caposquadriglia, allo scoppio della grande guerra, della squadriglia autonoma con sede a Brindisi. Nel 1916 costituì un gruppo autonomo assieme all'Otaria nella sede di Taranto e nel maggio dello stesso anno, al comando del TV Gaspare Chinaglia, fu distaccato a Valona a disposizione del locale Comando Superiore Navale.
Nell'agosto 1916 l'unità torno a Taranto e fu posta in disarmo. Durante la guerra effettuo 65 missioni di agguato per 296 ore di moto in superficie e 252 in immersione operando principalmente in difesa dei porti di Bari, Barletta e Valona. Nel 1921 fu venduto al Lloyd marittimo Rumeno.

GlaucoArgo75.jpg

Glauco064.jpg

oivzhh.jpg

m7rrrq.jpg


Modificata da magico_8/88, 27 settembre 2017 - 08:27 .

Andar pel vasto mar

ridendo in faccia a monna morte ed al destino

colpir e seppellir ogni nemico che si incontra sul cammino

 

BannerAsso2015.gif


argo2.jpg


#3 Totiano

Totiano
  • Membro Consiglio Direttivo - MS*
  • 21080 Messaggi:
  • Gender:Male
  • Location:Ravenna

Inviato 17 dicembre 2009 - 08:43

Dist.smg.RM.(trasp).png


Regio sommergibile Squalo (1°)
Coeco sub gurgite unum sidus Italia
(Dal cieco gorgo vedo una solo stella, l'Italia)

 


Cantiere: Regio Arsenale Venezia
Impostazione: gennaio 1904
Varo: 10 giugno 1906
Servizio: 1 settembre 1906
Radiazione: 26 settembre 1918

Attività operativa:
Appena entrato in servizio svolse intenso addestramento nel nord adriatico, partecipando anche alle manovra navali del 1906 e 1908.
Allo scoppio della guerra, al comando del CC Stefano Mellana, divenne unità caposquadriglia della 4^ squadriglia sommergibili con sede a Venezia, svolgendo numerose missioni.
Il 2 febbraio 1916 fu attaccato da quattro idrovolanti austriaci, le 12 bombe sganciate non colpirono il battello, che rispose invece con fuoco di fucileria.
Nel 1917 il smg. Squalo, comandante il TV Guido Vianello, passo alla 1^ squadriglia con sede a Porto Corsini (RA) continuando le sue missioni di agguato difensivo davanti ai porti dell'alto adriatico fino al febbraio 1918, quando passo in disarmo per la scarsa efficienza.
 
35bulqd.jpg

Modificata da magico_8/88, 27 settembre 2017 - 08:23 .


#4 Totiano

Totiano
  • Membro Consiglio Direttivo - MS*
  • 21080 Messaggi:
  • Gender:Male
  • Location:Ravenna

Inviato 17 dicembre 2009 - 08:49

Dist.smg.RM.(trasp).png

 

Regio sommergibile Narvalo (1°)
Silenter sub undis victoriam parat
(Sotto le onde, prepara silenziosamente la vittoria)


Cantiere: Regio Arsenale Venezia
Impostazione: 1904
Varo: 21 ottobre 1906
Servizio: 16 maggio 1907
Radiazione: 26 settembre 1918


Attività operativa
Appena entrato in servizio svolse intensa attività addestrativa in alto Adriatico, partecipando anche alle manovre navali del 1908.
Trasferita a Brindisi allo scoppio della guerra, con comandante il TV Ottavio Siccoli, effettuo diverse missioni difensive sotto la 4^ squadriglia. Nel 1916 il comando passo al TV Ernesto Baccon ed il battello fu posto alle dirette dipendenze del Comando Sommergibili. Nel 1918 l'unità fu trasferita a Porto Corsini (RA) al comando del TV Gino Bombelli ed il 3 agosto passo in riserva per successivo disarmo.
Effettuo in totale 65 missioni di guerra per 268 ore in immersione e 436 in superficie.

bjftyh.jpg


Modificata da magico_8/88, 27 settembre 2017 - 08:20 .


#5 Totiano

Totiano
  • Membro Consiglio Direttivo - MS*
  • 21080 Messaggi:
  • Gender:Male
  • Location:Ravenna

Inviato 17 dicembre 2009 - 08:53

Dist.smg.RM.(trasp).png


Regio sommergibile Otaria (1°)

Cantiere: Regio Arsenale Venezia
Impostazione: 01 maggio 1905
Varo: 25 marzo 1908
Servizio: 1 luglio 1908
Radiazione: 26 settembre1918

Attività operativa
Come le altre unità effettuo una intensa attività addestrativa appena entrata in servizio e nell'agosto 1914 fu riconosciuta quale più addestrata unità subacquea durante un ciclo di manovre navali.
Al comando del TV Emanuele Ponzio l'unità entro in guerra dalla base di Venezia sotto la 1^ squadriglia sommergibili, svolgendo missioni difensive della base.
Nel 1916 costituì un gruppo autonomo a Taranto assieme al Glauco, a disposizione del Comando dell'Armata Navale.
Nel 1917 torna a Venezia passando alla 2^ squadriglia e nel dicembre viene trasferito a Porto Corsini sotto il comando del TV Alberto Marenco di Moriondo, prima di essere posto in riserva per successivo disarmo, il 30 giugno1918, avrà svolto 46 missioni di guerra in agguato difensivo.

2h7o108.jpg

2dlsz12.jpg

Modificata da magico_8/88, 27 settembre 2017 - 08:18 .


#6 magico_8/88

magico_8/88
  • Guardiamarina - MS*
  • 1641 Messaggi:
  • Gender:Male
  • Location:Pescara
  • Indirizzo Email Pubblico:giangi66it(NOSPAM)@yahoo.it

Inviato 24 febbraio 2010 - 09:13

Dist.smg.RM.(trasp).png

 

Regio sommergibile Tricheco (1°)
Una méta da una doppia vita

Cantiere: Regio Arsenale Venezia
Impostazione: 6 novembre 1905
Varo: 06 giugno 1909
Servizio: 15 ottobre 1909
Radiazione: 26 settembre 1918

Attività operativa
Assegnato alla 4^ squadriglia sommergibili con sede a Venezia non appena entrato in servizio, svolse la sua attività addestrativa fino all'agosto del 1914 quando fu trasferito prima alla squadriglia autonoma di Brindisi e quindi nuovamente aggregato alla 1^ squadriglia di Venezia.
Entro in guerra al comando del TV Piero Torrigiani svolgendo missioni di agguato difensivo. Nel 1916 fu messa alle dipendenza della 2^ squadriglia. Ormeggiata a Porto Corsini (RA), il 12 febbraio 1916 fu attaccata da idrovolanti austriaci che lanciarono 12 bombe senza colpirlo.
Tornato sotto la 1^ Squadriglia nel 1917, svolse agguati a difesa dei porti di Ancona e Porto Corsini (RA).
Prima di passare in riserva per successivo disarmo avrà compiuto 37 missioni di guerra per 695 ore di moto.


Modificata da magico_8/88, 27 settembre 2017 - 08:20 .

"La sconfitta reclama ad alta voce perchè esige spiegazioni;
mentre la vittoria, come la carità , nasconde un gran numero di peccati."


Alfred T. Mahan

Studi_militari.jpgValorMarinaBronzo.gifStudi_militari.jpg
LungaNavFERROR.pngcrocemerito.gif

logo%20collaborazione.jpg





Leggono questa discussione 0 utenti

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi