Vai al contenuto


Foto
- - - - -

Servizio Relitto Nave Audace


  • Effettua l'accesso per rispondere
Questa discussione ha avuto 5 risposte

#1 Desga

Desga
  • Comune di 1a classe
  • 207 Messaggi:
  • Gender:Male
  • Indirizzo Email Pubblico:desga.desga@virgilio.it

Inviato 18 novembre 2007 - 11:30

Ragazzi ieri su Rete4 nel programma "pianeta mare "e' stato fatto un servizio bellissimo sul relitto della nave Audace da parte di alcuni biologi marini!Non so se e' possibile scaricarne la puntata ma la visione ne vale veramente la pena!! :s10:

Modificata da Desga, 18 novembre 2007 - 06:51 .

"SOTTO L'ONDA L'INSIDIA TENDO"

#2 malaspina

malaspina
  • Moderatore di Sezione - MS*
  • 6074 Messaggi:
  • Gender:Male
  • Location:Volterra
  • Interests:Storia navale, sommergibili, mezzi d'assalto e relitti.
    Articoli e racconti di carattere storico navale.
    Rievocazione: Lobs&Lobsters.www.aresitaly.com
  • Indirizzo Email Pubblico:morenoceppatelli@gmail.com

Inviato 18 novembre 2007 - 11:53

Mi spiace ho perso la trasmissione, non lo sapevo e comunque non ero a casa.
Grazie lo stesso.

Logistica.gifValorMarinaArgento.gifLungaNavARGENTOR.pngLogistica.gif

 

 

"...siamo quelli del Serchio...siamo la gente matta..."


#3 Desga

Desga
  • Comune di 1a classe
  • 207 Messaggi:
  • Gender:Male
  • Indirizzo Email Pubblico:desga.desga@virgilio.it

Inviato 18 novembre 2007 - 06:55

Questa e' la recensione pubblicata su una rivista!

Dopo oltre 90 anni di oblìo il cacciatorpediniere Audace torna a solcare idealmente il nostro mare. Era scomparso al largo di capo Colonna in una notte di fine agosto del 1916 e da allora nessuno sembrava più occuparsene. Ora, invece, “cacciatori di relitti” professionisti e operatori televisivi lo riportano a galla sul piccolo schermo.
In un comunicato stampa della Bluimage Productions, a firma di Pierluigi Genovese, viene annunciato che l’Audace ed altri relitti giacenti sui fondali del nostro mare saranno al centro della puntata di apertura della nuova serie di “Pianeta Mare” che verrà trasmessa domenica 11 novembre, alle ore 11, su Rete 4. “Pianeta Mare” è la fortunata trasmissione televisiva dedicata al variegato mondo del mare condotta da Tessa Gelisio. Nella puntata di domenica mattina la troupe di Rete 4 metterà in risalto le bellezze paesaggistiche, storico-archeologiche e floro-faunistiche dell’Area marina protetta “Capo Rizzuto”. Fondamentale per la realizzazione della puntata è stato l’apporto della Bluimage Productions di Squillace Lido, una società creata da Francesco Scavelli, operatore subacqueo e documentarista, con l’intento di realizzare ricerche e produzioni televisive che hanno per protagonista il nostro mare e le meraviglie che vi si annidano. I relitti sparsi lungo le coste della Calabria sono uno dei principali temi d’interesse della Bluimage, soprattutto dopo che il progetto che punta sulla “Subacquea dei relitti” è stato promosso e pubblicizzato con convinzione, anche al di fuori dei confini nazionali, dall’assessorato al Turismo della Regione Calabria. Le riprese che andranno in onda domenica mostreranno gli operatori subacquei immergersi nelle splendide profondità dell’Amp con le imbarcazioni ed il supporto delle attrezzature subacquee del Tiris diving center di Le Castella, guidato da Enzo Nardi. Un’altra fondamentale componente umana dell’“avventura” che ha permesso il ritrovamento dell’Audace è il duo composto dal noto istruttore subacqueo paolano Piero Greco e dalla giovane sub Maria Teresa Rizzo Nervo. Il relitto, come informa il comunicato stampa della Bluimage, da circa un anno era al centro delle esplorazioni subacquee di Scavelli e del suo team ma soltanto durante l’immersione avvenuta alle 12.30 del 15 settembre scorso, finalizzata alla realizzazione di riprese e foto subacquee, si è giunti all’inequivocabile identificazione della nave e alla definitiva conferma che si tratta di quel cacciatorpediniere della Regia Marina che in circostanze apparentemente misteriose si era inabissato al largo di capo Colonna nel lontano 1916. L’esplorazione completa della nave è stata particolarmente difficile a causa della profondità elevata alla quale giace il relitto, tra i 110 ed i 120 metri, e questo ha reso necessario l’impiego di miscele d’aria con azoto ed elio e tecniche d’immersione frutto del tenace allenamento e della ventennale esperienza di Greco.
"SOTTO L'ONDA L'INSIDIA TENDO"

#4 Steven

Steven
  • Capo di 1a classe
  • 2260 Messaggi:
  • Gender:Male
  • Location:Trieste TS

Inviato 18 novembre 2007 - 08:06

sig sig che bei quei momenti quando l'audace fu la prima nave ad atraccare a trieste italiana
Rosso de sera e trapa de matina

Pietro Addobbati, Emilio Bassa, Leonardo Manzi, Saverio Montano, Francesco Paglia, Antonio Zavadil : PRESENTE


Immagine inviata

#5 GM Andrea

GM Andrea
  • Membro Consiglio Direttivo - MS*
  • 5351 Messaggi:
  • Gender:Male
  • Location:Castelfranco Veneto, Arzignano, Vicenza, fate un po' voi
  • Interests:Storia navale
  • Indirizzo Email Pubblico:andreatirondolaNO_ SPAM@yahoo.it

Inviato 18 novembre 2007 - 08:24

sig sig che bei quei momenti quando l'audace fu la prima nave ad atraccare a trieste italiana


Non proprio :s10:

L'Audace del servizio affondò nel '16.

Quello che arrivò a Trieste col Com.te Starita, e che dà il nome all'omonimo molo (già Molo Carlo), è il secondo Audace, acquistato proprio nel '16 dalla Gran Bretagna.
Si sciroppò pure la seconda guerra e fu poi requisito dai tedeschi.

Modificata da GM Andrea, 18 novembre 2007 - 08:25 .


#6 Steven

Steven
  • Capo di 1a classe
  • 2260 Messaggi:
  • Gender:Male
  • Location:Trieste TS

Inviato 19 novembre 2007 - 10:30

mha scusa......


ma quanti audaci ci son stati????


io ne contavo 2...


ma allora c'e' un 3 di audace

DHO!!!
Rosso de sera e trapa de matina

Pietro Addobbati, Emilio Bassa, Leonardo Manzi, Saverio Montano, Francesco Paglia, Antonio Zavadil : PRESENTE


Immagine inviata




Leggono questa discussione 0 utenti

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi