Vai al contenuto


- - - - -

Le Campagne Oceaniche E Stazioni Navali


  • Effettua l'accesso per rispondere
Questa discussione ha avuto 4 risposte

#1 Guest_Kashin_*

Guest_Kashin_*
  • Non registrati

Inviato 31 marzo 2007 - 11:00

Immagine inviata


La marina Italiana continuo’, dopo la costituzione del regno , una tradizione gia’ esistente nella piccola e gloriosa flotta Sarda che molto prima del 1860 soleva mandare oltre oceano alcune unita’che spiegassero al vento la bandiera dei RE Sabaudi e che manteneva una Stazione Navale nelle
acque delle’America del Sud dove piu’ numerose erano le colonie italiane.
La corrente d’emigrazione , che raggiunse il suo massimo alla fine del secolo decimonono e al principio del ventesimo. Partivano sempre piu’ numerosi dalle coste Genovesi per stabilirsi specialmente sulle rive del Plata. Non erano trascurabili gli interessi del piccolo Regno Sardo laggiu’, dove governi
instabili e inosservanti delle leggi obbligavano ad alternare la diplomazia con l’appoggio della forza pur senza adoperarla, per ottenere il rispetto dei diritti del paese che rappresentava e dei suoi sudditi.
Fra le navi sarde inviate in missione oltre oceano troviamo la fregata Des Geneys, di 1400
tonnellate , che , varata nell’operoso cantiere della Foce sul Bisagno il 13 dicembre 1827 con il nome di Haute Combe , ebbe poi nel 1833 un nuovo battesimo per onorare l’illustre ammiraglio Des Geneys, allora da poco scomparso.

La corvetta Euridice di 1440 tonnellate , costruita nell stesso cantiere della foce nel 1828 Comandante Francesco SERRA, fu di stazione sul Rio della Plata e a Rio Janeiro negli anni
1836-38che prima di rimpatriare navigo’ nel Rio delle Amazzoni.

La Corvetta Aquila poi chiamata Iride di 750 tonnellate

I brigantini Daino e Eridano di 450 tonnellate , l’Eridano doppio Capo Horn e fu’ il primo legno a rappresentare lo Stato Sardo in Pacifico .

Il vigile Governo Sardo quindi manteneva costantemente almeno una unita’ in Oceano Atlantico
Facendo sostare le unita in permanenza due anni: ma non a queste attivita’ si limitarono le missione dell’ardita flotta di Sardegna;....... ma questa e un'altra storia .-

Da: Storie delle Campagne Oceaniche della R.Marina vol. I di IV riedizioni del 1992 edito dallo USMM del C.A. Fausto LEVA (Esaurito)

#2 Guest_ERICH TOPP U-552_*

Guest_ERICH TOPP U-552_*
  • Non registrati

Inviato 31 marzo 2007 - 01:41

....bellisscitte Gino,sei una fonte inesauribile di storia e tecnica !!....GRANDE GINO !!.... :s20: :s51: :s15:

:s67: Mau

#3 sommozzatore

sommozzatore
  • Comune di 2a classe
  • 68 Messaggi:
  • Gender:Male
  • Location:Cervia
  • Interests:storia navale - attività subacquee

Inviato 31 marzo 2007 - 02:43

complimenti per la ricerca se hai altre stralci di storia... sono interessanti e da approfondire...

:s20:

#4 Guest_Kashin_*

Guest_Kashin_*
  • Non registrati

Inviato 31 marzo 2007 - 02:48

complimenti per la ricerca se hai altre stralci di storia... sono interessanti e da approfondire...

:s20:


Di campagne Oceaniche ci sono episodi notevolissimi...iniziando dalla marina Sarda e andando oltre....ai nostri giorni se hai curiosita' particolari chiedi , vedro' di accontentarti.....in questi giorni sto' rimettendo in linea i miei innumerevoli testi (ho perso il conto ma credo di aver da tempo superato le 1000 unita') rivedo i vecchi volumi da tempo dimenticati e colgo l'opportunita' per postare qualcosa ...... :s03: :s20: :s03:

#5 DesGeneys

DesGeneys
  • Comune di 1a classe
  • 189 Messaggi:
  • Gender:Male
  • Location:Piemonte (Cuneo)

Inviato 31 marzo 2007 - 04:07

Che dire... Grazie! :s20:




Leggono questa discussione 0 utenti

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi