Jump to content
Sign in to follow this  
inhocsignovinces

Cannoni Krupp

Recommended Posts

Ho un quesito che mi assilla da un po'. Su questo articolo http://www.icsm.it/regiamarina/difcost.htm Alberto Rosselli cita dei pezzi di artiglieria di cui non ho mai trovato traccia. Nella difesa finale di Massaua egli dice che ...

 

" furono rintracciati (nella stiva di una nave tedesca bloccata in porto) e subito utilizzati 12 cannoni Krupp da 75/22 millimetri destinati in origine all'emiro dell'Afghanistan " 

 

Qualcuno ha idea di che cannoni possa trattarsi?

Edited by inhocsignovinces

Share this post


Link to post
Share on other sites

 Massimiliano mi ha anticipato, ma ti do qualche altra notizia. L'obice Krupp da 75/22 che il Regio Esercito avrebbe dovuto adottare a partire dal 1943 è citato nel libro "Andare contro i carri armati" di Cappellano e Pignato (Gaspari Editore, 2007), di cui non sono in possesso ma un altro utente di un forum militare si è posto la stessa tua domanda citando un paragrafo di questo testo che ritengo interessante in mancanza di altra documentazione:

"Nel 1943 l'Esercito italiano decise finalmente di puntare sul calibro 75 quale arma controcarri in sostituzione del 47/32. [...] ci si indirizzò su due nuove bocche da fuoco: il cannone tedesco Pak-40 da 75/43 da destinare all'arma di artiglieria e l'obice da 75/22, ricavato per sistemazione sull'affusto del pezzo da 47/32 di una bocca da fuoco corta calibro 75 in grado di utilizzare il munizionamento perforante E.P.S. (carica cava) già disponibile."

"Il pezzo da 75/22, omologato nell'agosto 1943, non fece nemmeno in tempo ad entrare in servizio. Si trattava di un'ingegnosa e semplice modifica al materiale da 47/32, ispirata ad una analoga realizzazione tedesca ottenuta per conversione dei cannoni controcarri da 37/45 in calibro 75 mm, che, con poca spesa, metteva la fanteria in condizione di impegnare a brevi distanze i carri medi avversari. L'arma aveva un peso paragonabile a quello del complesso del 47/32 e lanciava proiettili comuni ai cannoni ed obici da 75 già in dotazione."

Tali informazioni sarebbero stati tratti dalla Circolare N.149857 del Ministero della Guerra, intitolata "Canna da 75 da incavare su affusto da 47." L'arma sarebbe dovuta entrare in servizio con la denominazione ufficiale di "pezzo da 75/22 per fanteria".

https://www.aereimilitari.org/forum/topic/18487-cannone-7522-per-il-regio-esercito/

L'autore del testo citato da Massimiliano è l'amico avvocato Vincenzo Meleca, ex ufficiale carrista, profondo conoscitore delle vicende dell' A.O.I. e socio  Betasom con il nickname Leopard1. Prova a contattarlo in PM, ma credo che per una questione squisitamente tecnica sia più esauriente il testo di Cappellano e Pignato.

Edited by danilo43

Share this post


Link to post
Share on other sites

Grazie. Avevo trovato notizie del 75/22 per il Regio Esercito ma essendo Massaua caduta nel 1941 non mi portavano i conti. Evidentemente i tedeschi lo avevano già. Peccato non si trovino foto. Invece i dati balistici li riporta nel forum un utente. Il 75/22 era un cannone anticarro e da accompagnamento del peso di 287 kgr in batteria che con una velocità iniziale di 274 ms sparava o una granata antipersonale da da 5,2 kgr a 4125 metri o una granata cc a carica cava da 3,65 kr pericolosa per carri medio/pesanti in quanto capace di perforare 90/100mm di corazza con gittata utile controcarro di 300/400 metri. Di nuovo grazie

Edited by inhocsignovinces

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
Sign in to follow this  

  • Forum Statistics

    • Total Topics
      44,655
    • Total Posts
      518,059
×