Jump to content
Sign in to follow this  
malaparte

Museo dell'Arsenale - Heeresgeschichtliches- Vienna

Recommended Posts

E' immenso. L'ho visitato qualche giorno fa e penso di suddividerlo in parte navale e parte "tutto il resto" (visto che parte dal Medioevo!). Inizio subito con un dubbio, destinato a chi di voi conosce il tedesco. Buona parte delle didascalie sono sia in tedesco che in inglese, ma proprio questa è solo in tedesco, e mi mette in difficoltà.

Allora, mi pare di avere capito che si tratti di cimeli dell'U-20 austroungarico, affondato alla foce del Tagliamento da un sommergibile italiano (non sia mai ne venga fatto il nome....) e recuperati nel 1962. Giusto?

Da non confondere con l'U-20 tedesco, affondato davanti allo Jutland e recuperato nel 1984, giusto?

https://it.wikipedia.org/wiki/SM_U-20_(Germania)

Questi, per cominciare, modellini della flotta del Danubio

 

 

IMG_20211025_130315.jpg

IMG_20211025_130338.jpg

IMG_20211025_125607.jpg

IMG_20211025_125619.jpg

IMG_20211025_125715.jpg

Share this post


Link to post
Share on other sites

Il trionfo dedicato all'amm. Tegetoff... no vorrei  toccare corde sensibiliIMG_20211025_130042.jpgi..

.. Sì, è un cincino esagerato. Ogni tanto, girando per Vienna, mi chiedevo se per caso non era stata progettata dai Casamonica, con tutti quei riccioli e quelle dorature....

 

Edited by malaparte

Share this post


Link to post
Share on other sites
6 hours ago, malaparte said:

... Inizio subito con un dubbio, destinato a chi di voi conosce il tedesco. Buona parte delle didascalie sono sia in tedesco che in inglese, ma proprio questa è solo in tedesco, e mi mette in difficoltà...

IMG_20211025_130338.jpg

 

 

 

 

Torretta e parte dello scafo resistente dell'ex sommergibile austro-ungarico U-20 che venne silurato e affondato nel corso di una incursione contro il nemico in prossimità della foce del Tagliamento. I reperti qui esposti giunsero nel Heeresgeschichtliches Museum dopo il recupero, avvenuto nel 1962.

Dati tecnici:

Lunghezza              38,76 m

Dislocamento         173 / 210 t

Motore diesel         450 HP

Motore elettrico      300 HP

Velocità massima  13,2 / 12 nodi in superficie

                               9 / 7,3 nodi in immersione

Armamento             due tubi lanciasiluri da 45 cm

Equipaggio             3 (ufficiali) 15 (marinai)

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
1 hour ago, Totiano said:

Che spettacolo, chissa se riusciro mai a visitarlo...

 

Ma certo che ci riesci!  Vienna è dietro l'angolo.  oltretutto, se ti stufi di riccioli dorature e MarieTerese c'è la piccola deliziosa Bratislava a un'ora di bus...

Comunque, andiamo avanti . Domani metto la Viribus Unitis

 

IMG_20211025_130650.jpg

IMG_20211025_130737.jpg

IMG_20211025_130756.jpg

IMG_20211025_130834.jpg

IMG_20211025_130855.jpg

Edited by malaparte

Share this post


Link to post
Share on other sites
7 hours ago, malaparte said:

Il trionfo dedicato all'amm. Tegetoff... no vorrei  toccare corde sensibilii..

.. Sì, è un cincino esagerato. Ogni tanto, girando per Vienna, mi chiedevo se per caso non era stata progettata dai Casamonica, con tutti quei riccioli e quelle dorature....

IMG_20211025_130042.jpg

 

Le origini austro-ungariche di una parte della mia famiglia, unitamente al mio particolare interesse per quella Marina, mi hanno indotto ad indagare ulteriormente su quest'opera. Non ricordavo questo "trionfo, d'altronde sono passati molti anni dalla mia ultima visita al Museo di Vienna. La chiave di volta è data dalla scritta riportata nella didascalia che si intravede in basso a destra, dalla quale si evince che l'opera è stata realizzata dai celebri argentieri di corte viennesi Mayrhofen & Klinkosch. Ma, sorpresa, il manufatto che impietosamente :smile: definisci in stile Casamonica, è un dono all'ammiraglio della riconoscente città di Trieste. E' un centro tavola in argento celebrativo della vittoria di Tegetthoff a Lissa. La dedica è stata stilata dal committente, il barone triestino von Revoltella. mentre l'ingegner Vӧlkner ne ha realizzato il design.

Un possente dio del mare, infuriato, in piedi su uno scoglio roccioso scaglia nell'abisso una nave da guerra. Si vorrebbe riconoscere in essa il modello del "Re d'Italia". Intorno alla cuspide rocciosa siedono quattro figure allegoriche: cantieristica, commercio, navigazione e industria, rappresentate da quattro figure femminili collegate da quattro delfini ornamentali. Il piedistallo corrisponde al  gruppo sopra descritto. Il corpo e la roccia sono realizzati in argento opaco, gli accessori ornamentali e il piedestallo sono dorati. Quest'ultimo contiene quattro iscrizioni in incisione e fogliame sbalzato, che dicono in latino e italiano: "All'ammiraglio Wilhelm Ritter von Tegetthoff, comandante della flotta imperiale austriaca, glorioso vincitore sull'isola di Lissa, gli abitanti della città di Trieste offrono questo segno di gratitudine, poichè rafforzò l'onore del nome austriaco, mantenne il dominio sull'Adriatico, conservò all'imperatore due terre della corona e salvò la città commerciale dal disastro. Questo accadde il 20 luglio 1866"

Realizzazione di Mayrhofen & Klinkosch, argentieri in Vienna.

Testo da me liberamente tradotto da 

https://de.wikisource.org/wiki/BLKÖ:Tegetthoff,_Wilhelm_von

Edited by danilo43

Share this post


Link to post
Share on other sites

No, non definisco stile Casamonica precisamente QUEL trionfo, ma davvero, non essendo una patita del rococò nè dello stile eclettico in voga nel secondo 800, avevo ogni tanto l'impressione che i viennesi abbiano un cincino esagerato con dorature e riccioli....del resto,  è d'oro anche la saliera di Cellini, che si conserva a Vienna!!!! E in compenso ho scoperto, in un angolo appartato, l'unica chiesetta romanica che si conserva nella capitale, San Ruprecht.

Tiremm innanz....

Ieri accennavo alla Viribus Unitis. E' in una foto sopra, ma qui ci sono dettagli,per gli appassionati di modellismo

 

 

IMG_20211025_130426.jpg

IMG_20211025_130451.jpg

IMG_20211025_130507.jpg

IMG_20211025_130545.jpg

Edited by malaparte

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
Sign in to follow this  

  • Forum Statistics

    • Total Topics
      44,453
    • Total Posts
      514,004
×