Jump to content
Totiano

60-160-1600 La cultura del mare al M9 di Mestre

Recommended Posts

Ancorchè timidamente, si sta tentando di tornare alla normalità. Betasom sarà parte attiva della mostra in allestimento al Museo M9 di Mestre, pregna di eventi e, ovviamente con la il nostro materiale.

Di spicco sia i relatori (ho un debole per il prof Barbero), sia la presenza Betasomiana con Massimo Betto, Giuseppe Aonzo Grillo e Marco Donato

 

 

eccovi il programma! 

 

ru2.jpg

La Cultura del Mare

 

Introduzione 
Nelle ricorrenze dei 60 anni della costituzione della sezione “Adolfo Benin” di Mestre dell'Associazione Nazione Marinai d'Italia (ANMI), del Centro Studi Storici di Mestre e della Scuola Navale Francesco Morosini; dei 160 dell'istituzione della Marina Militare Italiana; dei 1600 della fondazione di Venezia, la stessa ANMI, in collaborazione con il Centro Studi Storici di Mestre, il Museo M9, gli Amici l'Associazione Betasom, la Scuola Grande di San Rocco, la Scuola Navale Militare Francesco Morosini, l'Istituto Tecnico Nautico Sebastiano Venier, l'Istituto Alberghiero Andrea Barbarigo, intendono celebrare questo triplice anniversario con una serie di iniziative che hanno come comune denominatore il tema dell'acqua, del mare. 
Il logo adottato è formato dalle tre ricorrenze, 60, 160 e 1600, disegnate con il colore dell'acqua, preceduti ciascuno dal logo identificativo del l'ANMI, della Marina Militare e di Venezia, che veleggiano su un'onda colore del mare sovrastata dalla fiamma di navigazione con il tricolore nazionale. 
Il programma delle iniziative celebra le tre ricorrenze mediante conferenze, testimonianze, filmati, esposizioni e simulazioni, anche e soprattutto con il coinvolgimento delle scuole, perché si vuole far comprendere ai ragazzi l'importanza che ha avuto ed ha il mare per il nostro Paese, la nostra storica 
Città d'acqua e la sua consorella Città di terra, che sulle acque lagunari si affaccia. 
Si illustreranno i temi di Venezia, potenza marinara, del suo rapporto di profondo rispetto delle acque, dei suoi grandi navigatori, del suo formidabile arsenale militare e civile, in isola, e del moderno arsenale industriale in terraferma. 
Si rievocheranno le gesta eroiche dei suoi comandanti e marinai, a Lepanto nel XVI secolo, come a Premuda, nel XX secolo. E con i discendenti degli eroi di Premuda si potrà parlare, per rivivere emozioni, rischi e atti di coraggio dei loro Padri.
Si incontreranno gli studenti, in particolare quelli delle nostre scuole di mare, del Venier e del Morosini, che saranno contemporaneamente attori e spettatori dei nostri incontri. 
Si parlerà dei più misteriosi e angoscianti mezzi navali: i sommergibili. Un ammiraglio, signore del mare, ce ne farà la storia e rievocherà le spedizioni più coraggiose e rischiose. Di questi straordinari mezzi potremo conoscere mediante pannelli illustrativi, filmati e modellini, la loro struttura e funzionamento, l'organizzazione della vita di bordo, le loro potenzialità belliche... con l'augurio che non se ne debba più farne uso reale contro altre persone, altri popoli.

 

 

Guida e assistenza storica

Durante tutta la durata dell’esposizione (dal 25/9 al 10/10) saranno a turno presenti i discendenti dei protagonisti dell’impresa di Premuda e della Corazzata Santo Stefano:

Fam. Sauro (discendenti di Nazario Sauro, MOVM)

Fam. Thaon di Revel (discendenti dell’Amm. Paolo Thaon di Revel)

Fam. Moratto (discendenti dell’ufficiale di tiro della Santo Stefano Fortunato Moratto)

Fam. Rizzo Bonaccorsi (discendenti di Luigi Rizzo MOVM)

Fam. Bertini (discendenti di Armando Gori del MAS 15, MAVM)

Fam. Annaloro (discendenti di Salvatore Annaloro del MAS15, MAVM)

Fam. Mussi (discendenti di Eraldo Bertucci del MAS 15, MAVM)

Fam. Donato (discendenti di Letterio Donato del MAS 15, MAVM)

Fam. Manfredi / Romano (discendenti di Emilio Manfredi del MAS 15, MAVM)

Fam. Grillo (discendenti di Giuseppe Aonzo del MAS 21, MOVM)

Fam. Santarelli (discendenti di Bruno Santarelli del MAS21, MAVM) (MOVM: Medaglia d'Oro al Valor Militare; MAVM: Medaglia d'Argento al Valor Militare)

In alcune giornate, come precisato nel calendario, saranno presenti responsabili, docenti e alunni dell'Istituto Nautico Venier e della Scuola Navale Militare “Francesco Morosini” di Venezia, che illustreranno ai visitatori obiettivi, percorsi formativi e modalità di accesso ai due Istituti Marinari. I visitatori potranno provare l'emozione di simulare la guida di un sommergibile alla consolle messa a disposizione da BETASOM Per quanto possibile tutte le iniziative saranno organizzate in presenza; conferenze ed incontri saranno anche registrati e trasmessi in streaming per dare la possibilità di seguire anche a coloro che non possono presenziare personalmente.

 

Calendario degli eventi

Sabato 25/09/2021 ore 16.00, Auditorium M9, Mestre Cerimonia di apertura evento 60-160-1600

Presentazione delle iniziative a cura di: - Roberto Martinelli, presidente dell'Associazione Nazionale Marinai d'Italia, sezione di Mestre; - Roberto Stevanato, presidente del Centro Studi Storici di Mestre; - Massimo Betto, curatore delle esposizioni; - Avv. Andrea Tirondola / CV Marco Mascellani per Betasom

Il Coro femminile “Il mondo nella Voce”, diretto dal M.° Sandra Sofia Perulli interpreterà L’inno degli Italiani e La Preghiera del Marinaio.

Interverranno autorità Civili, Militari e alcuni discendenti dei protagonisti dell’impresa di Premuda.

VIN D’HONNEUR

 

a seguire: 
inaugurazione della mostra Sopra e sotto le acque: storie di navi, naviganti ed eroi 
in collaborazione con l'Associazione Culturale Betasom 
La mostra rimarrà aperta fino alle ore 20.00
1. Modelli di velieri, navi e battelli dal profondo della storia ad oggi (per mare, laguna e fiume) 
2. Cimeli e testimonianze storiche dell'impresa di Premuda 
3. Modelli di sommergibili 
Delfino
 F7 
 Da Vinci 
 Scirè con SLC 
 Uboot Typ ViII, TypXXI e 212 
 Toti e Sauro 
 MAS 15 - 21 
4. Divise e accessori 
 Divise da marinaio e sommergibilista 
 Valigia del sommergibilista 
 Varie 
5. Simulatori 
Timoneria Sommergibile Toti 
consolle di sommergibile 
6. Pannelli didascalici
 I sommergibili. Storia e realtà dei sommergibili, la loro progettazione, i motori e gli apparati di 
 propulsione e governo, vivere il sommergibile, guerra subacquea. 
 I MAS (Motoscafo Armato SVAN). Tanto minuscoli quanto micidiali mezzi navali che hanno svolto un 
 ruolo fondamentale nel confronto bellico. 
 La Grande Guerra in Adriatico. Il ruolo della Marina Militare nel controllo dell'Adriatico nel corso 
 della Prima Guerra Mondiale. 

 

Domenica 26/09/2021

ore 10.00 - 20.00 - sale espositive del Museo M9

Apertura della mostra Sopra e sotto le acque: storie di navi, naviganti ed eroi

Ore 17.00, Auditorium M9

Conferenza: La scelta veneziana, il mare contro la terra: la cultura marittima all’origine della città, dello stato e dell’impero di San Marco.

Relatore Federico Moro.

Venezia è sin dalle origini una realtà del tutto nuova, dove la mescolanza di singoli e gruppi di origine la più diversa diede origine a una vera e propria “nazione”; che si diede un nome, “veneziani” e non più “veneti”; una lingua, il veneziano, un’organizzazione politica e sociale, il Comune Veneciarum poi repubblica e quindi Serenissima; una dimensione economica e civile: tutto quanto basato sulla deliberata scelta di dotarsi e trasmettere la cultura marittima individuata come strumento necessario a dare corpo alla realtà in costruzione. La cultura marittima non è innata e non basta vivere su una spiaggia per possederla, deriva da un lungo processo di acquisizione e trasmissione che non deve mai interrompersi pena la sua progressiva scomparsa. Ovvero una delle ragioni della decadenza della repubblica.

 

Mercoledì 29/09/2021, festa di San Michele

ore 14,00 - 20.00, sale espositive M9

Apertura mostra Sopra e sotto le acque: storie di navi, naviganti ed eroi

ore 17.30, Auditorium M9

Conferenza Premuda

Relatrici Armanda ed Alessandra Bertini GORI.

L’impresa vista dalla prospettiva del MAS15. L'impresa di Premuda fu un'azione navale compiuta dai MAS 15 e 21 agli ordini del capo sezione Luigi Rizzo e rispettivamente comandati da Armando Gori e Giuseppe Aonzo, che all'alba del 10 giugno 1918, in piena Prima Guerra Mondiale, penetrarono di nascosto tra le unità di una formazione navale nemica diretta al canale d'Otranto, riuscendo a silurare e ad affondare la corazzata SMS Szent István (Santo Stefano). Nell'azione venne colpita da un siluro anche la corazzata gemella Tegetthoff (dal nome dell'ammiraglio che nel 1866 sconfisse la flotta italiana nella battaglia di Lissa); ma in questo caso il mancato funzionamento del dispositivo di esplosione impedì l'affondamento. (https://it.wikipedia.org/wiki/Impresa_di_Premuda) Il MAS (Motoscafo Armato SVAN, o anche Motoscafo Armato Silurante, poi enfatizzato da D'Annunzio con il motto Memento Audere Semper) era una piccola imbarcazione militare utilizzata come mezzo d'assalto veloce dalla Marina Militare durante la Prima e le Seconda Guerra Mondiale. Fondamentalmente si trattava di un motoscafo di 20 o 30 tonnellate di dislocamento (a seconda della classe), con una decina di uomini di equipaggio e armato con due siluri, alcune bombe di profondità antisommergibile e una mitragliatrice o un cannoncino.

 

Giovedì 30/09/2021

ore 14,00-20.00, sale espositive del Museo M9

Apertura mostra Sopra e sotto le acque: storie di navi, naviganti ed eroi

ore 18.00, Scuola Grande di San Rocco (solo su invito) Serata di gala in onore di eroi e supereroi.

Moderatore Massimo Betto

Ospiti della Scuola Grande di San Rocco, tempio di storia e cultura veneziana, i nipoti e pronipoti degli eroi di Premuda - blasonati ufficiali e semplici marinai - dialogheranno su motivazioni, paure e speranze che hanno animato queste persone ad affrontare con successo, ma con mezzi impari, una delle più formidabili squadre navali del tempo. VIN D’HONNEUR

 

Venerdì 01/10/2021

ore 10.00 - 20.00, sale espositive del Museo M9

Apertura mostra Sopra e sotto le acque: storie di navi, naviganti ed eroi I visitatori potranno provare l'emozione di simulare la guida di un sommergibile alla consolle messa a disposizione da BETASOM.

ore 17.30, Auditorium M9

Conferenza Premuda.  L’impresa vista dalla prospettiva del MAS21.

Relatori Giuseppe Aonzo Grillo ed Angela e Marco Santarelli

 

Sabato 02/10/2021

ore 10.00 - 20.00, sale espositive del Museo M9

Apertura mostra Sopra e sotto le acque: storie di navi, naviganti ed eroi Saranno presenti docenti e studenti dell'Istituto Nautico Venier di Venezia che presenteranno i corsi e le specializzazioni dell'Istituto.

ore 15.00, auditorium M9

Conferenza Il gruppo ANMI BENIN di Mestre nel 60° della sua istituzione: storia e attività a favore degli iscritti e della Comunità.

Relatore Roberto Martinelli, presidente.

 

Domenica 03/10/2021

ore 10.00 - 20.00, sale espositive del Museo M9 Apertura mostra Sopra e sotto le acque: storie di navi, naviganti ed eroi

Saranno presenti docenti e studenti della Scuola Navale Militare Francesco Morosini di Venezia che presenteranno i corsi e le specializzazioni dell'Istituto.

 

Mercoledì 06/10/2021

ore 14.00 20.00, sale espositive del Museo M9

Apertura mostra Sopra e sotto le acque: storie di navi, naviganti ed eroi

ore 17.30, auditorium M9

Conferenza Sommergibili storia e futuro

Relatore Amm. Rudy Guastadisegni.

Nel gergo tecnico i termini sottomarino e sommergibile individuano due differenti tipologie di unità. Il termine sommergibile si riferisce alle unità che hanno prestazioni in immersione (in particolare, velocità e manovrabilità) inferiori rispetto a quelle in emersione: concepiti prevalentemente per l'impiego in superficie, mantengono la possibilità di immergersi all'occorrenza, per periodi di tempo limitati. Invece con sottomarino si intende una unità progettate per navigare e combattere prevalentemente in immersione. In termini ingegneristici, la differenza è nella diversa forma dello scafo, più “navale” per il primo e più affusolata e cilindrica (a "sigaro") per il secondo e, soprattutto, nella diverse caratteristiche di "galleggiabilità" relativamente alte per un sommergibile, piuttosto esigue per un sottomarino. Alla categoria dei sommergibili appartengono quasi tutte le unità progettate fino alla fine della Seconda Guerra Mondiale; si ritiene che lo spartiacque tra sommergibili e sottomarini sia rappresentato dagli U-Boot Tipo XXI del 1944-45. Tuttavia spesso i termini sommergibile e sottomarino sono usati genericamente, come sinonimi. 

 

Giovedì 07/10/2021,

sale espositive del Museo M9

ore 14.00 20.00, sale espositive del Museo M9

Apertura mostra Sopra e sotto le acque: storie di navi, naviganti ed eroi

ore 17.00: Scuola Grande di San Rocco (solo su invito)

Conferenza La battaglia di Lepanto.

Relatore Prof. Barbero.

La Battaglia di Lepanto fu uno scontro navale avvenuto il 7 ottobre 1571 tra le flotte musulmane dell'Impero ottomano e quelle cristiane della Lega Santa, federate sotto le insegne pontificie. L'impero spagnolo e la Repubblica di Venezia erano le principali potenze della coalizione, poiché la lega era in gran parte finanziata da Filippo II di Spagna e Venezia era il principale contributore di navi. La metà delle navi proveniva della Repubblica di Venezia e l'altra metà composta congiuntamente dalle galee dell'Impero spagnolo (con il Regno di Napoli e il Regno di Sicilia), dello Stato Pontificio, della Repubblica di Genova, dei Cavalieri di Malta, del Ducato di Savoia, del Granducato di Toscana , del Ducato di Urbino, della Repubblica di Lucca (che partecipò all'armamento delle galee genovesi), del Ducato di Ferrara e del Ducato di Mantova. Questa flotta dell'alleanza cristiana era composta da 40.000 marinai e rematori. Inoltre, trasportava circa 20.000 combattenti: 7.000 fanteria regolare spagnola, 7.000 tedeschi, 6.000 mercenari italiani pagati dalla Spagna, oltre a 5.000 soldati veneziani professionisti. La battaglia si concluse con una schiacciante vittoria delle forze alleate, guidate da Don Giovanni d'Austria, su quelle ottomane di Müezzinzade Alì Pascià, che morì nello scontro.

 

Venerdì 08/10/2021

ore 10.00 - 20.00, sale espositive del Museo M9

Apertura mostra Sopra e sotto le acque: storie di navi, naviganti ed eroi

 

Sabato 09/10/2021

ore 10.00 - 20.00, sale espositive del Museo M9

Apertura mostra Sopra e sotto le acque: storie di navi, naviganti ed eroi ore

17.30, Auditorium M9

Conferenza La fabbrica della potenza, l’Arsenale: l’importanza di sapere e di saper fare, conoscenza e tecnologia al servizio del potere marittimo.

Relatore Federico Moro.

L’Arsenale rappresenta la raffigurazione plastica dell’approccio veneziano al controllo del mare, la premessa industriale indispensabile all’esercizio del potere marittimo, pronto a diventare dominio del mare, indispensabile per mantenere sempre libere le vitali rotte commerciali a lunga distanza, indispensabili alla sopravvivenza e al benessere della città-stato. Il potere marittimo, infatti, è figlio della capacità finanziaria e produttiva di un paese e si nutre di un’adeguata marina mercantile alla quale quella militare fornisce il quadro di sicurezza necessario per esercitare il libero commercio. Questo, il libero commercio, è sempre stato il baricentro dell’azione politica e militare veneziana, tese entrambe ad assicurare l’inviolabilità delle vie di comunicazione marittima, sino al punto di esercitare su di esse piena e pervasiva autorità. Contro chiunque.

 

Domenica 10/10/2021

ore 10.00 - 20.00, sale espositive del Museo M9

Ultimo giorno della mostra Sopra e sotto le acque: storie di navi, naviganti ed eroi

 

Venerdì 05/11/2021

ore 17.30, Sala conferenze Candiani

Conferenza Grandi navigatori veneziani, una storia da riscoprire: storie di marinai ed esploratori, mercanti e avventurieri, di spiriti inquieti e curiosi. Relatore Federico Moro.

La vicenda dei fratelli Zen; di Giosafat Barbaro; di Alvise Da Mosto, o Cadamosto o Ca' Da Mosto; di Pietro Querini; di Bonaiuto di Albano, o Bonajuda o Bonavito d'Alban o Dal Ban; di Giovanni Caboto e di suo figlio Sebastiano; di Giovanni Battista Ramusio; di Pietro Cesare Alberti e Francesco Apostoli: alcuni tra i tanti nomi di una storia lunga e affascinante.

 

Venerdì 19/11/2021 (riserva 29/10) 

ore 17.30, Sala conferenze Candiani

Conferenza Tra dolce e salso. La legislazione della serenissima a difesa della laguna (secoli XIII-XVIII).

Relatrice Michela Dal Borgo.

La Serenissima fondata sull'acqua aveva consapevolezza dell'importanza del governo delle acque, soprattutto delle acque lagunari che costituivano la formidabile e mai violata difesa della Città. Innumerevoli sono stati i provvedimenti a tutela della laguna e per la regolamentazione delle acque dei fiumi sversanti, e severissime le pene per i trasgressori..

 

Venerdì 03/12/2021

ore 17.30, Sala conferenze Candiani

Conferenza Porto Marghera in guerra (1939-1945).

Relatore Giorgio Borin.

La laguna nel corso dei secoli ha subito importanti modificazioni che ne hanno cambiato radicalmente l'aspetto rispetto alle origini. Una di queste fu la creazione di Porto Marghera, il porto di Venezia in terraferma, a cavallo fra barene e gronda coltivata. Il grande polo industriale ai bordi lagunari fu strategico obiettivo nel secondo conflitto mondiale per la sua grande importanza nella produzione bellica.

ru2.jpg

Share this post


Link to post
Share on other sites

Nella presenza betasomiana hai "dimenticato" di inserire il CV Marco Mascellani e l'Avv. Andrea Tirondola:  Non si mette in mostra e perciò risplende. Non si afferma e perciò si manifesta. Non si vanta e perciò gli viene dato merito. Non si gloria e perciò viene esaltato (Lao Tzu).

 

Non potresti organizzare un incontro tra i betasomiani "comuni" in occasione di uno degli eventi di spicco? Naturalmente con la tua presenza.

Share this post


Link to post
Share on other sites
5 hours ago, max42 said:

Non potresti organizzare un incontro tra i betasomiani "comuni" in occasione di uno degli eventi di spicco? Naturalmente con la tua presenza.

 

So già che mi sarà impossibile, per questo mi sono totalmente appoggiato a Massimo Betto che, in effetti, è anche l'ideatore.

Il 1° ottobre nascerà un nuovo Comando Marittimo (un Maridipart, per i vecchietti, anche se non sono proprio uguali) che racchiuderà in se Lazio, Umbria e Marche. I preparativi sono iniziati "comodamente" a giugno e penso saremo in fibrillazione almeno fino a novembre... 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Devo giusto venire a Venezia per trovare degli amici in quel periodo, potrei esserci ma non posso promettere nulla, sono un po pieno di lavoro ultimamente

Share this post


Link to post
Share on other sites

Come ho già scritto nella sezione relativa al Toti in 1:1, a Mestre io ci sarò con il nostro simulatore di timoneria. Penso di essere presente nel weekend dell'apertura (25 settembre) e in quello della chiusura della mostra (10 ottobre).

Sarà un piacere incontrare quanti di voi potranno essere presenti.

(se volete, possiamo sentirci via pm). 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Confermato. Io sarò all’evento domenica 26/9 (mattina e primo pomeriggio) con il nostro simulatore del TOTI.

Visitatori benvenuti.

 

(Poi la mostra durerà fino al 10/10, sempre con simulatore, consolles e modelli Betasom in esposizione)
 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

E' ARRIVATO!

In tutto il suo glorioso splendore ecco il simulatore di timoneria della classe Toti, costruito da Ocean's One e da Emanuele (perdonami ho dimenticato il nick) in oltre un anno di ricerche e approfondimenti! 

12.jpg

11.jpg

13.jpg

14.jpg

15.jpg

16.jpg

17.jpg

Share this post


Link to post
Share on other sites

E gia che ci siamo, qualche altra foto della mostra alla quale Betasom ha fattivamente collaborato, sotto la supervisione di Massimo Betto nella duplice veste di socio Betasom e ANMI

01.jpg

02.jpg

04.jpg

05.jpg

06.jpg

07.jpg

08.jpg

09.jpg

10.jpg

Share this post


Link to post
Share on other sites

Semplicemente stupendo... 😲

 

un bellissimo lavorone

 

veramente non ci sino parole !!!

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ammirato di persona il simulatore un paio d'ore fa. Semplicemente stupendo.  Rinnovati complimenti al realizzatore !!!

Share this post


Link to post
Share on other sites

Grazie, grazie a tutti, a nome mio e del mio amico Emanuele “The Aviator”.

 

Oggi il simulatore ha vissuto il suo primo, vero “esame”.

Il noto Direttore, che.a dire il vero non stava nella pelle dalla voglia di provarlo, finalmente ha fatto la sua prima uscita in mare, testando a fondo il comportamento dinamico del Toti simulato.

 

Inutile dire che è stato uno spettacolo vedere la sua perizia: le mani che impartivano comandi precisi, sicuri e mai titubanti, manovre anche impegnative impostate con l’autorevolezza di chi la sa lunga (perché una volta che hai imparato ad andare in bicicletta, non te lo dimentichi più...)

 

Insomma, una completa padronanza del mezzo da parte del nostro caro Marco.

 

E fin qui non avevo dubbi.

Poi però la mia domanda: “Dir, ma è un comportamento verosimile, rispetto al battello reale?”
Lascio a lui la spassionata risposta (fermo restando che qualcosina da mettere a posto ancora c’è...)

 

E lascio a lui anche la possibilità di postare qualche altra foto, perché io potrò solo al mio ritorno da Mestre.

Ciao!

 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Eccomi qui con le foto, non tutte perfette purtroppo.

Arrivo alle 10 e Massimo mi descrive alcune iniziative intraprese (secondo me lo ha fatto apposta, vedeva che ero.... distratto) per la mostra, discutiamo di alcuni aggiustamenti e, infine, posso finalmente testare quell'immensa opera d'arte a lungo sognata!

IMG-20210925-WA0011.jpg

 

Molto, molto realistico. certo, ci sarebbero affinamenti da fare su alcuni comportamenti dinamici e le leve sono un filo troppo "morbide" ma, parliamo davvero di dettagli. Poi arrivano ospiti "interessanti", prima la famiglia Rizzo di Grado e Premuda, poi il Comandante del Morosini con due allievi che si avvicinano incuriositi.. potevo perdere l'occasione di istruirli? Si sono divertiti anche loro a giocarci, come si sono divertite le figlie del nostro presidente GM Andrea (sotto l'occhio attendo del nostro Ocean's One)

IMG-20210925-WA0019.jpg

IMG-20210925-WA0021bis.jpg

 

La cerimonia d inaugurazione, un po confusa in effetti (ma immaginiamo l'emozione del presidente di ANMI Mestre alla presenza del suo Presidente Nazionale e altri VIP), dopo l'Inno di Mameli ha visto una versione cantata della preghiera del Marinaio davvero pregevole e, a seguire, la visita alla mostra. 

Al termine foto di rito con i Betasomiani presenti: da sinistra GM Andrea,  Drakken, Leonessa, Ocean'sOne, Massimo Betto e Totiano. 

IMG_20210925_175406.jpg

Purtroppo  mancava Aonzo 21, preso in questa foto di scambio crest

IMG_20210925_181013.jpg

Infine scambio di crest tra il rappresentante di ANMI Mestre (Il presidente era ormai out, ci ha pensato l'inesauribile Massimo) e il nostro presidente GM Andrea (che forse sarebbe il caso cambiasse il nick name...)

IMG_20210925_180920.jpg

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Complimenti a quanti come sempre hanno tenuto alto il nome di Betasom!

I simulatori sono davvero eccezionali (le piccole confermano...).

Sono stato davvero felice di intervenire "in servizio".

BZ

Share this post


Link to post
Share on other sites

:smiley19::smiley19::smiley19:

 

Ocean's vedi di stare attento a non fartelo scippare il "manufatto"...c'è parecchia gente in giro che vorrebbe avere questo simulatore a casa per ricordare i "vecchi" tempi :laugh: :laugh: :laugh: 

 

Quella foto del Dir ai comandi è veramente impagabile...(lui direbbe commovente sigh...)

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ecco, adesso che me lo dici devo ammettere che non l'ho fatto! :doh:

E non ho nemmeno montato un'accensione a chiave in stile automobilistico, anche se ci avevo pensato...

Adesso, visto che l'oggetto è rimasto là, secondo voi mi devo preoccupare?!? :blink:

 

Comunque mi viene da pensare che, fra le istruzioni date dal Dir ai ragazzi del Morosini c'è anche la disposizione per un servizio di piantone 24/7 a guardia del simulatore. O sbaglio? :biggrin:  

 

Post-210927-A.jpg

 

____________

 

Per il resto, in aggiunta all'ottima selezione di foto già pubblicate, posso inserire qualche immagine presa nella sala dedicata ai nostri Eroi di Premuda.

 

Come sapete, in questa occasione erano presenti i discendenti di Luigi Rizzo, Armando Gori e Giuseppe Aonzo (fra cui il nostro Aonzo 21), che al comando dei MAS 15 e 21 attaccarono la flotta austriaca affondando la corazzata Szent Istvan.

Un ricco quantitativo di documenti e preziosi reperti dell'epoca è stato messo a disposizione dalle famiglie dei nostri Eroi, con grande soddisfazione di noi visitatori.

 

Post-210927-B.jpg

 

Post-210927-D.jpg

 

Post-210927-C.jpg

 

Post-210927-E.jpg

 

Post-210927-F.jpg

Edited by Ocean's One

Share this post


Link to post
Share on other sites

BZ........Mostra epocale!!! Aspettiamo le registrazioni video degli interventi degli Eredi degli equipaggi dei due MAS.....oltre naturalmente a qualsiasi contributo !!!

 

:smiley19::Italy:

Edited by lugher

Share this post


Link to post
Share on other sites

Altissimo livello. Davvero. Cura, passione, attenzione, forse anche devozione. Betasom conferma ancora una volta di essere una forza!

w Betasom, w i sommergibili, w Marina Militare Italiana!

BZ (non ho un emoji  con le bandiere di un Bravo Zulu... ma so che voi tutti sapete immaginarvelo!)

Edited by Bob Napp

Share this post


Link to post
Share on other sites

Innanzi tutto complimenti di cuore a @Ocean's One e @The Aviator per la splendida realizzazione del pezzo forte della mostra, mio figlio Alvise qui in foto sotto l'attento sguardo del Boss, a quanto pare ha passato l'esame con esito positivo 😅.

Un abbraccio ed un ringraziamento a tutti coloro che hanno consentito lo svolgimento di questa bellissima mostra.

20211010_170709.jpg

Share this post


Link to post
Share on other sites

Grazie, grazie a nome di tutto il team.

 

E’ stato un piacere conoscervi, come lo è stato vedere tuo figlio ai timoni, oltretutto con validi risultati.
Del resto, lo si vede anche in foto: quota periscopica con bolla rigorosamente a zero e comandi molto delicati sui timoni, per non eccedere...

Ma che siano sintomi di una passione finora non emersa appieno? :wink:

 

Va bene, non insisto; lasciami solo dire che è stata una soddisfazione incontrare voi e tutti gli altri appassionati, Betasomiani e non, che hanno voluto cimentarsi ai timoni del nostro simulatore.
 

Un saluto e un grazie a tutti.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now

  • Forum Statistics

    • Total Topics
      44,451
    • Total Posts
      513,875
×