Jump to content
Ocean's One

TOTI IN 1:1 !!!

Recommended Posts

3 hours ago, Ocean's One said:

Ottima idea!

Allora chiediamolo ad un @Totiano in carne ad ossa...  :biggrin:

Penso proprio che on ci saranno problemi!

Share this post


Link to post
Share on other sites

@CubanFoxtrot

Ma grazie!

Il tuo supporto, come quello di tutti, è di stimolo per proseguire con la giusta energia questa "magnifica follia", come dici tu.

Ce n’è davvero bisogno, visto che tutto compreso ci vorrà ancora un annetto…

Poi, se nel frattempo la situazione si sarà calmata, in futuro potremo passare dalla cronaca di una simulazione inventata dal sottoscritto a qualcosa di realmente condiviso, magari in qualche raduno o alla mostra “Sommergibili in Adriatico”. (Giusto, Dir?)

 

 

@Iscandar

Certo, lo so, questi sono eccellenti uomini di mare.

E se poi lo scrive colui che fu il primissimo nostromo del Toti, c’è da credergli! :wink:

 

 

@fanghino

Mi rendo conto di avervi fatto tribolare un bel po’ in questa missione…

Comunque, tutto questo mi serviva per mostrarvi lo spirito che vorrei dare a questo simulatore: prima ancora di combattere (interfaccia con DW, etc.) preoccupiamoci innanzitutto di essere padroni della piattaforma.

Oggi per qualsiasi cosa ci sono mille automatismi, consensi, sicurezze e funzioni di interfaccia facili facili: pensiamo alle auto, che una volta non avevano nemmeno il cambio sincronizzato, mentre oggi non serve più neanche essere capaci di partire in salita, e se hai voglia di fare un punta-tacco in scalata magari la vile elettronica te lo impedisce pure!

Ovvero: appiattiamoci verso il basso, così tutti sembreranno capaci di fare tutto.

 

Nel Toti gli ausili al pilotaggio erano pochi o addirittura assenti.

Il timoniere orizzontale doveva veramente essere bravo per governare in quota come si deve, con quelle leve così poco intuitive e nessun automatismo per sincronizzare l’azione fra TOAV e TOAD.

Il tutto condito da una disposizione degli strumenti “da torcicollo”, dove l’ergonomia sembra non trovare spazio (cosa che anche questo simulatore riproduce piuttosto bene, ve lo garantisco… :biggrin: ).

Eppure, con questi spartani comandi i timonieri di allora controllavano la quota facendo emergere il periscopio entro la trentina di cm. Erano dei grandi!

 

Per il nostro simulatore, la sfida che prevedo sarà questa: imparare a governare un battello che ti dice: “io sono così, prendere o lasciare”.

Ce lo dice l’atmosfera anni ‘70, i comandi poco intuitivi, gli strumenti l’uno diverso dall’altro, poco illuminati, magari aggiunti in un secondo tempo o riposizionati sulla base dell’esperienza raccolta nel tempo, per non parlare di quel tanto “ferro” in cui prima o poi sbatterci la gamba (ecco, lì però mi sono dovuto trattenere un po’… :unsure: )

Ciò detto, sarà già una soddisfazione riuscire a fare un bel disimpegno e livellare alla quota esatta che ci eravamo proposti. Mi capite, vero?

__________

 

E allora, @fanghino, tanto per chiudere la cronaca della tua missione, ecco cosa vedevi davanti a te: il ripetitore della girobussola (con tanto di matricola originale) e l’indicatore dell’angolo dei timoni verticali.

Oltre ad un po’ di ferraglia e di cavi elettrici a vista, evidentemente…

 

Post-210216.jpg

(non ti posso mostrare la leva di comando né il quadretto elettrico superiore, perché non ci sono ancora)

Share this post


Link to post
Share on other sites

Oceans, parole che sono oro colato. Devi sapere che in gioventù facevo gare col fuoristrada, era normale guidare usare il piede dx sia su freno che acceleratore o azionare contemporaneamente entrambi,  col sx agire sulla frizione e sul freno e il dx accelera in contemporanea. Bene, quando ci ho provato col fiorino a metano (quindi non certo un furgoncino imbottito di elettronica) poco ci è mancato che tamponassi. La centralina ha escluso i freni, pedale di sasso. Solo rilasciando l'acceleratore, i freni son tornati. Oggi ogni cosa contiene un chip che esegue delle funzioni. Anche gli elettrodomestici! Nemmeno posso immaginare cosa ci sia in un Eurofighter o in un battello... Implementazione estrema delle funzioni, certo, ma a detrimento della sensibilità dell'uomo per certi versi. Egli non è più in grado di "sentire" la macchina. Immagino quei quadranti poco illuminati, magari con della condensa dentro che talvolta appanna, aghi ballerini su scale dell'ordine di 10, che quindi con spostamenti minimi segnavano variazioni consistenti..... 

ps: la perfetta simulazione l'immagino con te che mentre noi cerchiamo di governare, racconti vicende e aneddoti che hai vissuto. Da film!!!!! Anzi, a questo punto si potrebbe immaginare di porre delle cam e fare il video-ricordo  

Edited by fanghino

Share this post


Link to post
Share on other sites

Carissimo, non sai che piacere mi faccia la tua approvazione.

______
 

Una cosa però la devo puntualizzare, perché non vorrei aver dato la falsa impressione di avere dei trascorsi sulle  nostre unità subacquee.

Anche se mi chiamo come un noto Direttore di Macchina e sono anche suo coscritto, il vero @Totiano non sono io.

 

Semmai, quello sì, dopo un anno e mezzo di continue domande al Dir sui particolari da riprodurre in questo simulatore, sono fiero di essermi fatto una certa esperienza “indiretta” e di apprezzare il Toti nei suoi dettagli più reconditi.

 

Però, per avere qualcuno che ti racconti gli aneddoti su quel che succedeva a bordo del Toti, qui a Betasom il nome è un altro... :wave:

Edited by Ocean's One

Share this post


Link to post
Share on other sites
2 hours ago, Ocean's One said:

Nel Toti gli ausili al pilotaggio erano pochi o addirittura assenti.

Il timoniere orizzontale doveva veramente essere bravo per governare in quota come si deve, con quelle leve così poco intuitive e nessun automatismo per sincronizzare l’azione fra TOAV e TOAD.

Il tutto condito da una disposizione degli strumenti “da torcicollo”, dove l’ergonomia sembra non trovare spazio (cosa che anche questo simulatore riproduce piuttosto bene, ve lo garantisco… :biggrin: ).

Eppure, con questi spartani comandi i timonieri di allora controllavano la quota facendo emergere il periscopio entro la trentina di cm. Erano dei grandi!

 

 

In effetti un ausilio c'era... e sono convinto che gli allora giovani timonieri abbiano ancora le mie impronte sulla nuca….  🤣

Share this post


Link to post
Share on other sites

DIR... non mi sono accorto di averti alle spalle......come mai eri assente?

Monopelagus.....la prossima volta un a crociera tranquilla ....per favore.... giusto per gustarsela un poco

Share this post


Link to post
Share on other sites

Premetto che gli unici 4 sommergibili (Toti, Provana, Sauro e Pampanito) sui quali ho messo piede sono musealizzati e quindi ben stabili e stabilmente orizzontali, quindi potrei dire una castroneria...

 

Penso che i somergibilisti imbarcati abbiano dalla loro parte le sensazioni delle varie accelerazioni (oltre alle scoppolate del Dir), che il battello subisce in seguito ai comandi impartiti, che forniscono loro un utilissimo feedback fisico, contemporaneamente a quello visivo/elettronico dato dai display.

 

Quindi... @Ocean's One, mi sa che ti tocca montare tutto l'ambaradan su una piattaforma basculante movimentata da martinetti idraulici (oppure una manina meccanica per le scoppolate), altrimenti la simulazione sarà veramente ostica per chi ci si cimenterà 😉

Share this post


Link to post
Share on other sites

Beh, mi trovi pienamente d’accordo.

Il feedback fisico è molto importante per “sentire” il veicolo che si sta pilotando.

Pur non potendo vantare esperienza su un battello in navigazione, posso immaginarne il feeling.

Per un sottomarino immerso, però, io non parlerei tanto di accelerazioni, più limitate rispetto ad altri veicoli, quanto dello scostamento dalla verticale nei moti di beccheggio e rollio.

E fra questi due moti è certamente il beccheggio quello che richiede maggiore sensibilità, perché è direttamente implicato nei cambiamenti di quota.

 

Da qui, fra l’altro, nasce la scelta fatta sui classe Toti di disporre i timonieri rivolti verso la fiancata di dritta e non verso prora.

Quindi, seduti in timoneria, dovrete ricordarvi che la prora del battello si trova alla vostra sinistra e la poppa a destra, come del resto anche la leva dei TO Avanti è nella vostra mano sinistra e la leva dei TO ADietro in quella destra.

In questo modo, durante un moto di appruamento il timoniere si sentirà pendere verso sinistra, mentre verrà sospinto a destra se il battello è appoppato.

In questa configurazione, come il Dir ha magistralmente scritto nel suo ultimo libro, veniva enfatizzata al massimo la sensibilità del timoniere, che poteva percepire variazioni di pochi gradi nell’angolo di beccheggio. Veniva inoltre mantenuto un legame logico fra le posizioni delle due leve e la realtà del battello, rendendo il pilotaggio un poco più intuitivo.

 

E allora, caro @gepard, vogliamo montare il simulatore su una piattaforma oscillante (1 solo asse), che sbanda a sinistra durante la discesa e a destra durante la risalita? Sarebbe il minimo sindacale ed un pensiero ce l’avevo anche fatto!

Purtroppo, in questi nostri tempi moderni, mettere il pubblico su qualunque cosa si muova richiede di rispettare normative di sicurezza stringenti (cintura di sicurezza, appigli, o magari un caschetto o degli altri DPI). E se poi qualcuno si fa male e il simulatore non è “a norma” ?!?

Avrete un bel dire a spiegare che nemmeno il Toti vero era “a norma”...! (cosa verissima, fra l’altro…)

 

Di questa stregua, non si potrebbe realizzare nemmeno un supporto del simulatore oscillante a mo’ di altalena con soli 10 cm di corsa per parte. O nemmeno la sola seduta della sedia oscillante! Temo che anche queste soluzioni si scontrerebbero con qualche normativa CE…

__________

 

Per inciso, le stesse motivazioni mi hanno anche imposto di rinunciare all’abbinamento meccanico dei due comandi dei timoni di direzione.

Sul Toti vero i due pedali sono meccanicamente connessi alla leva attraverso dei sani e robusti tiranti meccanici, naturalmente belli esposti e senza protezione. Quindi, se il timoniere orizzontale dà una pestata ad uno dei pedali, la leva dell'altro timoniere darà una bella sbacchettata a qualsiasi cosa ci sia intorno (si spera non la sua faccia).

 

Potevo io realizzare una simile macchina di tortura? No, mi è impedito. Ed ecco allora i tiranti meccanici rigorosamente finti e i pedali che sono diventati dei semplici interruttori elettrici!

Viva le normative di sicurezza.

 

Post-200104-A.jpg

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
On 4/14/2021 at 7:53 PM, Ocean's One said:

Per un sottomarino immerso, però, io non parlerei tanto di accelerazioni, più limitate rispetto ad altri veicoli, quanto dello scostamento dalla verticale nei moti di beccheggio e rollio.

 

Ho utilizzato il termine "accelerazione" nel senso più generico possibile, in fondo gli scostamenti dalla verticale vengono percepiti come variazioni rispetto al campo gravitazionale terrestre che non è altro che una accelerazione.

 

On 4/14/2021 at 7:53 PM, Ocean's One said:

Temo che anche queste soluzioni si scontrerebbero con qualche normativa CE…

 

Beh, dai, fra poco tempo la TMS sarà a buon mercato e a larga diffusione anche nel settore gaming quindi si potranno simulare tutte le sollecitazioni meccaniche perepite dal cervello 😎 senza ausili e attuatori meccanici, una vera e propria VR Full Immersion.

 

Edited by gepard

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ah, la TMS, Stimolazione Magnetica Transcranica! :doh:

Suscitare nel cervello una sensazione di alterazione dell’equilibrio, per simulare l’assetto del battello?

Beh, magari fra un po’ di anni ci arriveremo davvero, ma per il momento mi esprimo con un no comment. Questo “ferreo” simulatore avrebbe bisogno di qualcos’altro…

__________

 

Ora invece vi voglio dare una notizia che aspettavo da tempo. :dribble:

Infatti, dopo quattro mesi e due spedizioni andate a vuoto, finalmente al terzo tentativo l’amazzone ce l’ha fatta a farmi arrivare le gemme!

Ne ho prese due o tre...

 

Post-210417-A.jpg

 

In attesa dell'albero di Natale, per ora ne metterò una rossa ed una verde sul pannellino alto dei timoni, nella posizione indicata qui sotto.

 

Post-210417-B.jpg

Share this post


Link to post
Share on other sites

E’ stata dura, e purtroppo non sono ancora completamente soddisfatto. Come forse puoi vedere, sono molto più piatte delle originali, ma di meglio non c’era nulla.

Comunque per i nostri scopi vanno bene, mentre Il motivo della virata dal verde al blu me l’avevi già spiegato in precedenza...

Go verde.

Alla via così.


 

 

EDIT:

tanto adesso @magico_8°/88 scriverà che faccio troppo il perfezionista... :biggrin:

Edited by Ocean's One

Share this post


Link to post
Share on other sites
2 hours ago, Ocean's One said:

EDIT:

tanto adesso @magico_8°/88 scriverà che faccio troppo il perfezionista... :biggrin:

 

No Marco ormai mi sono arreso...tra te e il Dir mi avete preso per sfinimento :biggrin: ...mi sono stancato anche di farti i dovuti complimenti :smiley19::smiley19::smiley19:

e poi ormai hai un seguito molto più capace del sottoscritto :wink:

Share this post


Link to post
Share on other sites

Sì, Fabrizio, di persone al seguito ne ho veramente tante, lo so…

E forse tutti voi non vi rendete conto della motivazione che riuscite a darmi, nella costruzione di questo modellino!   :thumbsup:

 

________________

 

Bene, allora vi fornisco un ulteriore piccolo aggiornamento, visto che già due gemme su 80 hanno trovato la loro collocazione definitiva sul pannello alto dei goniometri dei timoni.

Sono quindi a buon punto…  :biggrin:

 

Post-210421.jpg

 

 

Sempre parlando di componenti elettrici, ecco quelli usati dai timonieri @fanghino e @vigile per passarsi il controllo dei Timoni Verticali.

Questa è la zona subito al di sotto della leva dei TV, dove si vedono le due spie di indicazione del comando attivo/escluso, mentre appena sopra si intravede la levetta per la commutazione:

 

Post-210104-B.jpg

 

 

Una seconda levetta di scambio è posizionata sulla destra della postazione del timoniere orizzontale:

 

Post-210104-C.jpg

 

 

Tutti questi componenti dispongono già dei loro cavi elettrici, che confluiscono nella zona dove installeremo una delle tre schede di I/O.

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ah... i miei timoni! Festeggio con subito con una missioncina in sh3.... 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Agire rapidamente, restare lucidi, ambiente claustrofobico.... Decisamente ci vuole tempra!

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ho appena programmato una piccola demo di interfaccia websocket <-> DLL/stazione di DW (senza elementi grafici).

Si tratta soltanto di una bozza scritta in una manciata di ore, al solo fine di dimostrare la validità della procedura.

Tempo libero molto poco ultimamente purtroppo...

Comunque, in uscita dal gioco abbiamo il tempo della simulazione e course (inviati alla frequenza del SimEventTimer).

In uscita dal browser invece un messaggio "OrderRud:+/-gradi" che la DLL/stazione poppa da una coda single-producer (thread boost::asio che processa il websocket nella fattispecie) / single-consumer (thread che chiama DLLHandleCommand dal gioco).

Nei prossimi giorni vedo di condividere il codice, nella speranza che qualcuno possa estenderne le funzionalità e renderlo di una qualche utilità al progetto.

Almeno in una fase iniziale credo il buon vecchio DW possa tornare comodo come testbed e per disporre di un minimo di contesto su cui operare.

https://i.imgur.com/OaOO7Fg.mp4

Ciao. 😉

Edited by CubanFoxtrot

Share this post


Link to post
Share on other sites

@CubanFoxtrot

Wow! Apprezzo che tu ti sia dato da fare sul nostro tema e vedo le potenzialità di questo sviluppo. Grazie.

 

Purtroppo non sono io la persona migliore per apprezzare appieno quanto stai facendo, visto che non ho mai giocato a DW e del simulatore curo più che altro la parte meccanica, la logica e la fisica della simulazione.

Per affinare le modalità di comunicazione e i protocolli di scambio di dati, invece, penso ci sarà bisogno di coinvolgere gente come @Von Faust@Regia Marina .

Invece, possiamo benissimo iniziare a parlare su cosa debba essere trasferito da/verso il simulatore. Per ora penso a rotta, quota e velocità, ma dovremo chiarirci bene sulla posizione: infatti, sul simulatore non riproduciamo il tavolo di navigazione e quindi la posizione non potrebbe essere mostrata all'equipaggio, a meno di avere un ulteriore schermo indipendente. Vedremo...

Altro punto interessante e legato alla posizione potrebbe essere la profondità del fondale, che potrebbe creare qualche vincolo di manovra (poi magari servirebbe simulare l'ecoscandaglio o indicare il fondale sulla mappa)

 

Vedremo, anche se dovrei dire a tempo debito.

Oggi è ancora un po' prematuro: stanti gli attuali ritmi, probabilmente riusciremo a mettere mano al SW dopo l'estate; a quel punto avremo la certezza su cosa si può fare e ne parleremo meglio.

Per intanto, grazie per questo tuo primo lavoro esplorativo, che ci lascia aperta una possibilità con DW. Molto bene...

Share this post


Link to post
Share on other sites

I lavori procedono.

Ormai devo pensare agli interventi per l’installazione del TV, primo passo necessario per vedere qualcosa di funzionante.

In effetti il televisore è già stato acquistato ed anche i suoi supporti sono stati predisposti, ma prima di procedere manca ancora qualcosa di indispensabile.

Il TV pesa 17 kg, che portano il peso della parte alta a circa 45 kg, con un obiettivo finale di 50 una volta che tutto sarà montato. Tenuto conto che anche la parte bassa pesa circa 50 kg, è necessario preparare per tempo tutti gli ausili per la movimentazione: ruote, rotaie, guide per garantire che una sola persona possa montare, smontare, spostare e caricare in macchina i due grossi pezzi.

Eccomi quindi a mettere a punto questi sani e robusti componenti meccanici.

 

Allora, iniziamo dal montaggio della parte superiore sopra quella inferiore.

La parte alta viene messa in piedi di fianco all’altra e poi ruota attorno al suo spigolo sinistro, come visibile in foto, fino a portarsi orizzontale, per poi scorrere verso destra sui profili cavi della struttura bassa. Il bloccaggio finale avviene con delle piastre avvitate, mentre in tutte le fasi dell’installazione non serve mai sollevare più di metà del peso della struttura (25 kg), cosa fattibile da una sola persona.

 

Post-210503-A.jpg

 

 

Per garantire una rotazione guidata e sicura, il mio amico Emanuele mi ha fresato due cerniere con un alberino passante, destinato ad impegnarsi nelle cave dei profili in alluminio.

 

Post-210503-B.jpg

 

 

La posizione di partenza, con la parte superiore disposta verticalmente, deve essere favorita da una serie di 4 piccole ruote disposte sulla faccia sinistra. Per la parte superiore non ci sono ancora, ma vi posso mostrare le omologhe ruote della parte inferiore, già montate.

Ho scoperto che movimentare i due blocchi mantenendoli in piedi sulla faccia piccola è molto utile nei passaggi stretti di porte e corridoi.

 

Post-210503-C.jpg

 

 

Invece, per la movimentazione normale e per il carico in macchina si appoggia la struttura di piatto e si usano le ruote principali già mostrate all’inizio di questo thread.

Vedete in questa foto i diversi tipi di ruote già montate.

La freccia arancio mostra le ruote principali appena menzionate, relative alla parte bassa della struttura.

In verde è invece identificata una delle ruote per far scorrere la parte superiore sopra a quella inferiore durante il carico auto.

Infine, in rosso sono le ruote per la movimentazione della struttura bassa quando messa in verticale.

Con le due strutture sovrapposte, come in questa foto, non è facilissimo capire la funzione di ciascuna ruota, né probabilmente è indispensabile scendere in questi dettagli.

Ricordiamo solo l’obiettivo: rendere la struttura completamente movimentabile da una sola persona, e poi finalmente il TV salta a bordo!

 

Post-210503-D.jpg

 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Marco...non sei normale... :ohmy: ormai ogni altra parola è superflua... anche la fase didattica implementata nel post che spiega la tecnica della movimentazione del "manufatto" è allo stato dell'arte :smiley19::smiley19::smiley19:

 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

@magico_8°/88

beh, carissimo, la fase didattica non è fine a se’ stessa...

Infatti, pensa a quando tu, il Dir e qualche altro volonteroso procederete al montaggio del simulatore per questo o quell’evento in giro per l’Italia!

Non posso essere io il solo a sapere come fare a trasportare ed installare questo infernale congegno, non ti pare? :biggrin:

 

E allora, preparati a lavorare e a leggerti le mie DETTAGLIATISSIME istruzioni di montaggio, che prima o poi farò!

 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Altro piccolo aggiornamento, dopo aver lavorato un po’ ai componenti ancora mancanti.

 

In questa foto, sotto il pannellino rosso, vedete ancora un grosso buco rettangolare contornato dai profili d’alluminio: è la posizione dell’inclinometro, che per ora è stato solo ritagliato da una piastra di plastica, mantenendo gli scassi curvilinei da cui si vedranno le scale e le “bolle” oscillanti.

 

Post-210510-A.jpg

 

 

Più avanzato è il lavoro per il pannellino alto a sinistra, che ha i cinque selettori gialli, le quattro gemme e i due indicatori quadrati. In realtà dovrebbe essere il pannello di controllo delle pompe oleodinamiche, se non erro, ma noi useremo i selettori per funzioni accessorie: interruttore generale gioco, luci notturne ed altri ausiliari (suggerimenti per i due ancora disponibili?)

In questa foto vedete lo spazio vuoto di circa 32x34 cm in alto a sinistra

 

Post-210510-B.jpg

 

 

Mentre qui c’è il pannello assemblato, quasi pronto per l’installazione.

 

Post-210510-C.jpg

 

 

E si va avanti nella maratona…

 

 

 

Edited by Ocean's One

Share this post


Link to post
Share on other sites
20 minutes ago, Ocean's One said:

Più avanzato è il lavoro per il pannellino alto a sinistra, che ha i cinque selettori gialli, le quattro gemme e i due indicatori quadrati. In realtà dovrebbe essere il pannello di controllo delle pompe oleodinamiche, se non erro, ma noi useremo i selettori per funzioni accessorie: interruttore generale gioco, luci notturne ed altri ausiliari (suggerimenti per i due ancora disponibili?)

 

 

Stavo pensando a un audio che faccia da sottofondo con i rumori di bordo, qualcosa di questo genere https://www.delfinidacciaio.it/video.html, (guarda il video "in navigazione") attivabile in modalità "avanzata" quando ulteriori elementi di distrazione potrebbero aumentare la difficoltà...

Share this post


Link to post
Share on other sites

Bellissimo.

Io non direi nemmeno modalità avanzata ma base.

Un po' di ambientazione ci vuole sempre. Lui è il Toti 

 

Anzi, penso che fra un po' potremo iniziare a raccogliere i link degli effetti sonori.

Un po' di roba bella si trova in rete, ma per alcuni effetti bisognerà cercare a fondo.

 

Io penserei a questi, per intanto:

- MEP a diverse andature (sottofondo continuo)

- Diesel (continuo e magari anche accensione e spegnimento)

- rumore ventilazione (sottofondo continuo)

- Aria (immissione e sfiato, rispettivamente suono mantenuto e decrescente)

- Rumori oleodinamici dei timoni (si sentivano?)
- Fischia immersione

- Cicalino allarme  

- Estrazione/ritiro antenne?!?

- Pingate? O ecoscandaglio?!?

 

Poi ditemi voi.

Farò asap un post riassuntivo in continuo aggiornamento, dove raccogliere link e suggerimenti.

_________

 

In merito all'avanzamento dei lavori, oggi ho installato il pannellino dell'inclinometro.

Nero su nero non si vede molto, ma vi assicuro che è in rilievo di 20 mm sul futuro schermo TV e che dalle due fessure si potranno vedere gli indici delle due bolle (alta +/- 35° e bassa +/-7°).

 

Post-210516.jpg

 

Una domandina al Dir: ma c'erano anche dei pomelli di registro per aggiustare la bolla?

Oppure i particolari in ottone che si vedono sono solo le teste delle viti di fissaggio?

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
17 hours ago, Ocean's One said:

Bellissimo.

Io non direi nemmeno modalità avanzata ma base.

Un po' di ambientazione ci vuole sempre. Lui è il Toti 

 

Anzi, penso che fra un po' potremo iniziare a raccogliere i link degli effetti sonori.

Un po' di roba bella si trova in rete, ma per alcuni effetti bisognerà cercare a fondo.

 

Io penserei a questi, per intanto:

- MEP a diverse andature (sottofondo continuo)

- Diesel (continuo e magari anche accensione e spegnimento)

- rumore ventilazione (sottofondo continuo)

- Aria (immissione e sfiato, rispettivamente suono mantenuto e decrescente)

- Rumori oleodinamici dei timoni (si sentivano?)
- Fischia immersione

- Cicalino allarme  

- Estrazione/ritiro antenne?!?

- Pingate? O ecoscandaglio?!?

 

Poi ditemi voi.

Farò asap un post riassuntivo in continuo aggiornamento, dove raccogliere link e suggerimenti.

_________

Alcuni rumori erano troppo lontani e silenziosi, il MEP, ad esempio, o i timoni, non si sentivano in manovra. Si sentivano invece le antenne alla loro movimentazione e la ventilazione, fortissima (al punto che veniva fermata con l'ordine  "ferma il vento" in momenti delicati). Bisogna che ne parliamo un po   

 

 

 

Quote

In merito all'avanzamento dei lavori, oggi ho installato il pannellino dell'inclinometro.

Nero su nero non si vede molto, ma vi assicuro che è in rilievo di 20 mm sul futuro schermo TV e che dalle due fessure si potranno vedere gli indici delle due bolle (alta +/- 35° e bassa +/-7°).

 

Post-210516.jpg

 

Una domandina al Dir: ma c'erano anche dei pomelli di registro per aggiustare la bolla?

Oppure i particolari in ottone che si vedono sono solo le teste delle viti di fissaggio?

 

La bolla non era fissa nella sua incastellatura ma poteva essere mossa nella stessa. Prova a vedere nei filmati didattici del Toti dove si vede la prima bolla installata, molto più semplice 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Primo carico completo finalmente effettuato!

 

Dopo aver sistemato tutte le ruote e ruotine (e soprattutto i loro fermi meccanici!) ho potuto caricare i due pezzi principali, sovrapposti e poi bloccati con piastrine metalliche e quattro robuste cinghie.

Il carico, fatto da solo dal sottoscritto, è abbastanza agevole e fattibile in una mezz'oretta.

Mi posso dire soddisfatto

Prossimo passo: il simulatore migra per installazione del TV. Finalmente...! 

 

Post-210522-A.jpg

 

Post-210522-B.jpg

 

Post-210522-C.jpg

 

Post-210522-D.jpg

 

Post-210522-E.jpg

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Grazie, Magico.

 

Bene, ora ho la conferma che al prossimo raduno LUI potrà venire.

Vediamo però di finirlo in tempo...

 

(forse c’è già qualcuno che lo vorrebbe provare)

 

Edited by Ocean's One

Share this post


Link to post
Share on other sites

Fantastico, ma non é un tuo sfizio ludico é un pannello didattico da esposizione!?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ancor meglio: non solo da esposizione, ma un vero simulatore di sommergibile, con un paio di giocatori seduti a questa timoniera, ad azionare i comandi secondo precisi ordini di manovra generati dal SW.

 

Questo è l’obiettivo finale, quando saranno installati il software e il grosso TV dietro i quadranti degli strumenti.

 

Per il resto, ti assicuro che per me è già oggi una soddisfazione sedermi davanti a questo “ferreo” manufatto e calarmi nel personaggio... :thumbsup:

Mi capisci, vero? 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Accolta. la declaratoria completa è GM/GN Corpo Genio Marina ramo Genio Navale

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ma grazie, Comandanti!

E' un onore ricevere cotanta stima per il mio lavoro.

 

@Iscandar

Il simbolo, poi, è bellissimo!

 

@Totiano

Ingaggio a fine settembre? :wink:

Ma si può sapere qualcosa di più oppure è prematuro?

Comunque, ho recepito l'obiettivo. Certamente non si potrà presentare il lavoro finito, ma vorrei essere pronto almeno con la versione basica: no albero di Natale, no controllo casse ed effetti sonori abbastanza basici. Però, ci sarà la timoneria completa in versione monoposto (anche perché due timonieri affiancati non ci potrebbero stare causa covid.)  

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
7 hours ago, Ocean's One said:

@Totiano

Ingaggio a fine settembre? :wink:

Ma si può sapere qualcosa di più oppure è prematuro?

Comunque, ho recepito l'obiettivo. Certamente non si potrà presentare il lavoro finito, ma vorrei essere pronto almeno con la versione basica: no albero di Natale, no controllo casse ed effetti sonori abbastanza basici. Però, ci sarà la timoneria completa in versione monoposto (anche perché due timonieri affiancati non ci potrebbero stare causa covid.)  

 

 

Zona Mestre, ultima settimana di settembre/prima di ottobre. E' ancora in corso di organizzazione per cui è prematuro darlo per definitivo....

Share this post


Link to post
Share on other sites

E' FATTA !!!

 

Comandanti, è con sommo piacere che vi posso annunciare la fine della prima e più grossa fase dei lavori sul simulatore del TOTI.

Con il completamento della struttura principale della timoneria e l'inserimento del TV, ho raggiunto il traguardo iniziale che mi proponevo.

E' vero che mancano ancora le leve di comando e alcuni piccoli dettagli, ma oggi ha avuto esito positivo l'installazione del TV e la sua prima accensione, con i quadranti degli strumenti visibili attraverso le loro cornici fisiche.

 

Allora, vi racconto con ordine: trasferito senza problemi il simulatore nell'officina del mio amico Emanuele, abbiamo realizzato ed installato i supporti del TV, sotto forma di due spezzoni di profili in alluminio e due angolari opportunamente forati. Con un minimo di apprensione (le quote sbagliate sarebbero state colpa mia), abbiamo inserito il TV in sede, verificando i corretti giochi di 2 mm per parte.

Anche l'aggiustamento definitivo della posizione è stato abbastanza facile, con l'unico inghippo di dover allungare due asole per i fori di fissaggio: ma perché mai il famoso produttore coreano non prevede per la piastra di fissaggio un piano parallelo allo schermo del TV, ma inclinato di qualche grado ?!? :smiley04:

 

Risolto anche questo problemino, si è trattato di accendere per la prima volta il TV e mostrare l'immagine statica degli schermi, che avevo caricato in una chiavetta USB. 

Avevo messo in conto che qualche quadrante non avrebbe coinciso perfettamente con la sua cornice, vista la quantità di passi fatti fra la misura fisica e l'immagine bitmap scalata sui pixels. Ciononostante, già al primo tentativo i quadranti sembrano abbastanza centrati, come potete vedere. Forse un paio di goniometri dei timoni andrebbero spostati leggermente, più che altro per rimanere sulla perfetta visuale del timoniere seduto, che è il vero requisito per la posizione dei quadranti.

Poco male, sarà una messa a punto di fino che farò sull'immagine bitmap a tempo debito.

 

Ultimo punto, la qualità dell'immagine.

Il TV a 4k dimostra i suoi vantaggi, con un'immagine (anzi, una serie di immagini spezzettate :smile: ) di buona nitidezza, anche osservando da 50-60 cm, come poi sarà dalla postazione dei timonieri.

La luminosità dello schermo, ancora settata sul valore di default, non risulta eccessiva sotto condizioni di media illuminazione. Se invece faremo un ambiente un po' buio, probabilmente andrà abbassata un po'. La cosa è comunque fattibile, perché il sensore del telecomando si trova in corrispondenza di un'apertura sul pannello degli strumenti ed è perfettamente funzionante.

 

____________

 

Comandanti, con questo è tutto.

Dopo tutto questo lavoro da Genio Navale, vi invito ad imbarcarvi con me sul nostro simulatore:

 

Post-210529-A.jpg

 

Post-210529-B.jpg

 

Post-210529-C.jpg

 

Post-210529-D.jpg

 

Post-210529-E.jpg

 

Post-210529-F.jpg

 

Post-210529-G.jpg

 

Post-210529-H.jpg

 

Post-210529-I.jpg

Edited by Ocean's One

Share this post


Link to post
Share on other sites

Non ho parole, un vero capolavoro che, come accennato dal Dir, spero di ammirare dal vivo quando approderà dalle mie parti :smiley19::smiley19::smiley19:

Share this post


Link to post
Share on other sites

Grazie @danilo43, e grazie a tutti quelli che stanno seguendo questa mia avventura.

________

 

Come vedete, dopo l’ultimazione del principale blocco del simulatore le attività stanno cambiando registro.

Ci saranno meno componenti fisici da mostrarvi, mentre la mia attenzione è spostata su SW/HW di gestione. Nella fattispecie, il primo obiettivo è la riproduzione della centralina oleodinamica della timoneria, con le due leve di governo dei timoni orizzontali (TOAV/TOAD).

Per ora ho disegnato a CAD la sua forma, prevedendo una base in alluminio fresato ed un coperchio stampato in 3D, con i dischi in alluminio su cui sono incernierate le due leve (il terzo disco sarà finto).

 

Post-210607-A.png

 

Centrati sugli alberi delle leve ci saranno i meccanismi di lettura della loro posizione, corredati da robuste molle di ritorno.

In foto vedete il disegno relativo alla leva di sinistra (TOAV)

La rotazione della leva comporta lo spostamento verticale di un piolo posto a sinistra dell’asse di rotazione, che va a spingere uno dei due elementi oscillanti centrati sull’asse di rotazione (elementi interni di colore blu). Questo, ruotando, si avvicinerà all’altro elemento, comprimendo così una molla di pressione posta sulla destra, che poi garantirà il ritorno alla posizione neutra.

 

Post-210607-B.png

 

A questo punto, occorrevano dei sensori per leggere gli spostamenti di questi componenti interni.

Inizialmente pensavamo ai REED, ma il troppo “ferro” in giro ci ha spinto a considerare dei sensori fotoelettrici a fascio passante. Si tratta dei piccoli componenti indicati in rosso: hanno una configurazione a forcella, per cui un risalto metallico delle parti in movimento interromperà il fascio luminoso e genererà il segnale.

Mi sembra una soluzione elegante per evitare qualsiasi tipo di usura meccanica, su parti che verosimilmente non verranno proprio trattate con i guanti…

@gepard:

hai esperienza con questi sensori? Quelli industriali mi sembrano molto affidabili e di ottima qualità. Hanno già all’interno l’elettronica necessaria, per cui buttano fuori due segnali subito utilizzabili (normalmente chiuso e normalmente aperto, a scelta PNP o NPN)

Questo produttore giapponese ne offre di dimensioni idonee:

 

Post-210607-C.png

 

Infine, sempre con il pensiero a Gepard ed amici elettronici, ecco pronta la scheda di I/O per i segnali dei timoni e le relative spie.

(p.s. tutto lavoro del mio socio Emanuele. Io di questa scheda conosco proprio il minimo sindacale…)

 

Post-210607-D.jpg

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Non ci sono più parole... Solo applausi

Share this post


Link to post
Share on other sites

Mi sono letto il thread del post per intero 

 

posso dire solo che ho una profonda ammirazione per tutto l'impegno profuso per la progettazione e realizzazione 

 

mi ha lasciato letteralmente a bocca aperta

 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Comandanti, grazie mille dei complimenti e della vostra partecipazione!

 

Perché voi SIETE partecipi, vero?   :wink:

 

Per esempio, caro @darth  , ti rendi conto che, una volta fatta la timoneria, disponendo dall’altro lato le consolles di Betasom,  servirà poi un volontario che realizzi il periscopio da metterci nel mezzo?

:whistle:

 

 

Per non parlare poi di tutti gli sviluppi software ancora da fare...

@Regia Marina , ma tu che lavoro fai?

:biggrin:

 

 

Ragazzi, scherzo!

(magari non proprio del tutto...)

Edited by Ocean's One

Share this post


Link to post
Share on other sites

io ci stò 

il tempo di finire attrezzare il nuovo laboratorio/officina e sono a disposizione

 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Wowwwwww!

Veramente? Saresti un grande!

 

Naturalmente non c’è fretta.

Però, però... chissà se il Dir dispone di qualche disegno dettagliato del periscopio...

Edited by Ocean's One

Share this post


Link to post
Share on other sites
10 hours ago, Ocean's One said:

 

Però, però... chissà se il Dir dispone di qualche disegno dettagliato del periscopio...

 

un disegno dettagliato no, ma qualcosa si puo fare...

Share this post


Link to post
Share on other sites

io ci  sono 

 

fuori i disegni.... 

e vediamo la fattibilità

 

p.s. ho frullato al stampante 3d per cui ora si fa tutto come una volta !!

a mano !!!

Edited by darth

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now

  • Forum Statistics

    • Total Topics
      44,427
    • Total Posts
      513,529
×