Jump to content
Sign in to follow this  
Totiano

A bordo di un GUPPY

Recommended Posts

E non è un museo, ma un battello ancora in servizio! Si tratta di uno dei due GUPPY ex USA conosciuti come classe  Hai Shih (anche se in realtà uno è un Tench e l'altro è un Balao. Una visita tra l'antico e il moderno con tutte le modifiche che gli equipaggi hanno apportato nel tempo....

Spero riuscite a vederlo, è un link su Facebook

 

 

 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Dir più antico che moderno (i tubi di lancio sono uno spettacolo :dribble:), complimenti alla marina  di Taiwan per l'attenzione e la precisione con cui mantengono un battello con oltre 70 anni di vita...:rolleyes:

Share this post


Link to post
Share on other sites

70 anni? E già c'era tanta tecnologia a bordo? Non riesco ad immaginare una unità moderna cosa possa riservare....Stupendo, l'ottone e le tubature in rame poi....

Share this post


Link to post
Share on other sites

🇹🇼notevole ordine e pulizia!🇹🇼

Share this post


Link to post
Share on other sites
16 hours ago, fanghino said:

70 anni? E già c'era tanta tecnologia a bordo? Non riesco ad immaginare una unità moderna cosa possa riservare....Stupendo, l'ottone e le tubature in rame poi....

Ci sono state molte aggiunte rispetto al battello americano, per mantenerne un mnimo di efficacia bellica. Certo ì tenuto in maniera perfetta!

Per vedere un battello moderno bastava venire con noi a Taranto....😉

Share this post


Link to post
Share on other sites
31 minutes ago, Totiano said:

Ci sono state molte aggiunte rispetto al battello americano, per mantenerne un mnimo di efficacia bellica. Certo ì tenuto in maniera perfetta!

Per vedere un battello moderno bastava venire con noi a Taranto....😉

Sull'efficacia bellica avrei molto da ridire...su quella addestrativa...si e no

Share this post


Link to post
Share on other sites

uno è meglio di zero, Fabrizio, se lo metti a bloccare traffico mercantile magari puo ancora fare qualcosa e, comuqnue, la Cina dovrà tenerne conto.

Chiaro che non puà competere con i mezzi moderni, gia 40 anni fa gli ex USA non erano un grande problema per i Sauro ...  

Share this post


Link to post
Share on other sites

Mah...le Falklands/Malvinas sono un buon riferimento da ambo le parti, un solo battello Inglese moderno a tenuto sotto scacco tutta la Marina Argentina, mentre da parte Argentina solo i due battelli moderni anno impensierito (inizialmente...) la flotta Inglese, mentre i due battelli ex-statunitensi non hanno fatto certo la differenza...(senza dire male agli equipaggi che invece bene si sono comportati affrontando la missione assegnata con un battello che aveva problemi anche ad immergersi...vedi "STORIA MILITARE"  - Le operazioni subacquee durante il conflitto delle  Falkland - Manuel Minuto N° 234 e 235 Anno 2013 mesi Marzo e Aprile )

 

 

Edited by magico_8°/88

Share this post


Link to post
Share on other sites

Chiedo venia.... verrei con golosa curiosità a visitare mezzi navali, ma.... ho notevoli difficoltà a gestire la mia attività assentandomi. Proverò in futuro ad organizzarmi. Ovvio che sempre ringrazio per esser invitato.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Che bel video!:smiley19:

Leggevo l'altro giorno come si siano sempre portati appresso la nomea di battelli tutto sommato abbastanza confortevoli (il confronto era con gli Oberon, mica i Kobben!).

Magari può essere un fattore con un suo peso specifico nella scelta di mantenerli in servizio con fini addestrativi?

Spero almeno abbiano rimpiazzato il BQR-2B! :biggrin:

 

Sul discorso delle Falkland, limitatamente ai GUPPY...

Il Santa Fe era già stato messo a riposo e versava in condizioni veramente pessime.

Il Santiago del Estero se la passava pure peggio.

Credo lo abbiano rimorchiato un po' in giro per tentare di confondere i satelliti, più di quello proprio non poteva dare.

E' carino il passaggio in "Sink the Belgrano", pagine 154-157, in cui viene raccontato (con testimonianze dello stesso operatore sonar) come il Conqueror se lo sia fatto sfilare sotto il naso sulla via delle Isole Georgia del Sud.

Con tanto di "pingata" attiva a colpo sicuro prima di lanciare.

Solo che le varie soluzioni di tiro non avevano contemplato la possibilità che il battello del comandante Bicain stesse filandosela ad un 15ina di nodi buoni in superficie. 😎

Contatto quindi svanito nel marasma idroacustico del Sud Atlantico.

E tutto sommato meglio così...

Non finisce mai di stupirmi comunque constatare quanti grattacapi, precauzioni e munizionamento antisom sprecato possa aver causato la sola presenza di una minaccia subacquea così marginale ad una marina avanzata e competente nell'ASW come quella inglese.

La stessa Operazione Paraquet, avanzava tra mille titubanze e falsi allarmi fino a quando il Santa Fe venne inchiodato a Grytviken.

L'impressione è proprio quella di un fattore psicologicamente molto molto destabilizzante in condizioni di guerra.

Almeno nell'ambito iniziale di un quadro informativo incerto e condizioni ambientali/operative tremendamente ostili.

Edited by CubanFoxtrot

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
Sign in to follow this  

  • Forum Statistics

    • Total Topics
      44,150
    • Total Posts
      508,179
×