Jump to content
Sign in to follow this  
Seawolf77

Seawolf Robbe: Il Mio Primo Sommergibile Rc

Recommended Posts

Ciao a tutti, come anticipato durante la mia presentazione al gruppo ho cominciato da qualche mese la costruzione del mio primo sommergibile RC, il Seawolf della Robbe :smiley19:

Finora ho seguito le istruzioni in inglese (non facili da comprendere) più fedelmente possibile, anche se non sono digiuno di modellismo sia statico che dinamico non ho esperienza con i kit di questo tipo e vorrei farmi un po' le ossa prima di procedere con eventuali modifiche serie. Questo significa, soprattutto, che il modello sarà ad immersione dinamica come previsto dal progetto originale.

 

WTC, motore, elettronica, timoni e tiranteria sono stati già montati. Manca solo una modifica che al momento ho rinviato per mancanza di materiale adatto, cioè la costruzione di una 'culla' per alloggiare la batteria al NiMH che utilizzerò al posto di quella al piombo originariamente prevista. Di sicuro c'è differenza di peso ma se mantengo il baricentro basso e aggiungo un pochino di zavorra non dovrei avere problemi con il bilanciamento (ho trovato un bellissimo articolo sul forum che mi sta chiarendo un bel pò di cose).

 

Attualmente sto lavorando soprattutto di 'carrozzeria' (scusate il termine poco marinaresco) e i pezzi in vacuform dello scafo allagabile mi stanno dando un pochino di filo da torcere. Non è facile tagliare, sagomare e allineare i pezzi a misura. Ho avuto problemi soprattutto con le fessure per il drenaggio dell'acqua, per la fretta le ho fatte storte e disomogenee e non le sopporto proprio! Adesso le sto rettificando con plasticard e stucco ma il processo e molto lungo e noioso :doh:

 

Di seguito qualche foto del processo di costruzione.

 

IMG-20180610-_WA0004.jpg

Intelaiatura interna del WTC.

 

IMG-20180616-_WA0004.jpg

Motore.

 


IMG-20180623-_WA0002.jpg

Astuccio dell'asse dell'elica con nipplo di ingrassaggio montati al frame principale.

 

IMG_20180624_105141.jpg

Piccola modifica (in estensione) alla leva dell'interruttore.

 

IMG_20180624_142015.jpg

Alloggiamento dei servi.

 

IMG_20180701_152640.jpg

Tiranteria, timoni e elica al loro posto.

 

IMG_20180712_214905.jpg

Parte superiore del cono di poppa con fori di drenaggio rettificati.

 

IMG_20180728_225014.jpg

Rettifica dei fori di drenaggio della parte centrale dello scafo esterno con stucco Milliput e plasticard sottile.

 

IMG_20180729_175004.jpg

Taglio e lavorazione delle due parti dello scafo esterno centrale.

 

IMG_20180804_152322.jpg

Allineamento della sezione centrale alla poppa mediante un piccolo livello (e poi un po di colla e nastro adesivo hanno fatto il resto).

 

IMG_20180804_162920.jpg

 

IMG_20180804_192004.jpg

Share this post


Link to post
Share on other sites

ciao Seawolf, è un po di tempo che non vedevo il seawolf della robbe. Non ho mai avuto la possibilità di averlo sotto mano ma parlando con "colleghi" sommergibilisti pare sia un buon kit propedeutico, e se non erro la conversione per una immersione statica pare abbastanza semplice (ma esiste veramente un modello semplice?? :laugh: ). Ne vidi uno alla fiera del modellismo di Verona con una bella colorazione, ed il modellista ha avuto la felice idea di montare la torretta al contrario e devo dire che ne ha guadagnato dal punto di vista estetico. Posso chiederti come mai hai optato per una batteria ni-mh piuttosto di una lipo?

Tienici aggiornati e speriamo di vederlo in action presto!!

 

:wave:

Share this post


Link to post
Share on other sites

Fanghino, grazie per il commento! :biggrin:

 

Andrea, non c'è dubbio che il kit sia semplice rispetto a tanti altri ma comunque non è proprio una passeggiata, almeno per me! Una cosa è certa, sarà il modello che mi darà più soddisfazione quando lo metterò in funzione! Sono molto incuriosito dall'opzione con la torretta invertita di cui parli (e dalla colorazione), è possibile avere qualche foto o un link? Per quanto riguarda la batteria devo confessarti che la scelta di una NiMH non è stata molto ragionata, semplicemente finora ho usato questo tipo su altri modelli e sulle lipo ammetto di avere un pochino di pregiudizi riguardo la sicurezza... :rolleyes:

Share this post


Link to post
Share on other sites

Benvenuto a Betasom, Seawolf77, e grazie di condividere con noi il tuo lavoro

Se hai bisogno siamo qua, inutile dirlo.

 

Per intanto, oltre alla cura e alla precisione del tuo lavoro, mi ha colpito soprattutto una cosa: il motore!

Certo, perché se i motori del Toti sono Iannuzzu e Turiddu, anche il motore del tuo modello deve avere un nome! Quindi, benvenuto "Ercolino": siamo impazienti di vederti finalmente girare...!

Share this post


Link to post
Share on other sites

eccoti un paio di immagini da google circa la torretta al contrario, una con timoni in torretta, l'altra senza...

 

pict1516.jpg

 

Dsc02929s.jpg

 

la colorazione che vidi è simile a quella in questo link ma la parte superiore dello scafo non era nera, era più un grigio scuro tipo l'XF 63 tamiya.

 

Circa le batterie lipo beh… i pregiudizi li avevo anche io come tutti, ed è vero che sono un pò più suscettibili se trattate male, ma basta averne cura e loro diventano le tue amiche preferite quando le conosci.

Sicuramente lo sai già ma vorrei riportare i vantaggi che hanno rispetto alle ni-mh:

 

effetto memoria - le ni-mh non dovrebbero avere l'effetto memoria come una ni-cd ma in realtà un pochino ne hanno. Le lipo invece sono immuni. Inoltre l'auto scarica nelle lipo è irrisoria.

 

voltaggio costante - durante l'impiego della batteria ni-mh il voltaggio cala mano a mano che si scarica. Le lipo invece ti danno un voltaggio costante fino a crollare letteralmente quando si esaurisce la carica… più o meno...

 

amperaggio - rispetto alle dimensioni le lipo ti offrono degli amperaggi che le ni-mh se le sognano. Sul primo seawolf trumpeter che feci montai 5 stilo ni-mh da 3 ampere, peccato che l'amperaggio era solo nominale e le batterie duravano meno del previsto. Ora uso una lipo da 3 ampere e la mattinata in acqua è assicurata.

 

semplicità nella carica - volendo essere pignoli (… ma tanto!) quando si carica una ni-mh si dovrebbe impostare nel carica batterie il deltaV che non è uguale per tutti ma bisognerebbe andare a pescare in rete le schede tecniche della casa costruttrice. Con le lipo questi dubbi non esistono, con qualsiasi marca il massimo voltaggio è 4,2 volt per cella.

 

Non cito la capacità di scarica perché nel nostro hobby raramente sono richieste scariche improvvise e importanti.

 

A mio avviso trattarle con cura vuol dire…. non scaricarle mai sotto i 3 volt per cella (gli esc per le lipo hanno la possibilità di regolare il voltaggio minimo da raggiungere). E' vero che possono essere ricaricate molto velocemente ma una ricarica lenta gli allunga la vita. Evitare di metterle in corto circuito. Non lasciarle incustodite durante la ricarica e ricaricarle mettendole in apposito sacchetto ignifugo (3 euro di spesa :wink: ). Se si prevede di non impiegarle per molto tempo ricaricarle in modalità "storage" (una modalità che molti caricabatterie hanno con la quale caricano fino ad un determinato voltaggio). Usare un caricabatterie decente che oramai si trovano a prezzi bassi.

 

Ma torniamo al modello… Una mia curiosità sulla chiusura del cilindro a tenuta, è previsto qualche sistema di chiusura meccanica oppure si tratta solo di infilare la parte posteriore che rimarrà in sede grazie all'O-ring?

 

come diceva Ocean's per qualsiasi info noi ci siamo :smile:

Share this post


Link to post
Share on other sites

Una domanda Andrea ma siamo sicuri che quei modelli in foto siano dei Seawolf? Mi sembrano molto diversi, è la vela somiglia più a quella di uno sturgeon che a quella di in seawolf

Share this post


Link to post
Share on other sites

Regia, il Seawolf della Robbe é un modello di fantasia, ispirato ad un SSBN americano o inglese, ma che non riproduce esattamente un modello specifico.

Non è quindi una riproduzione del Seawolf USA.

 

Ciononostante, il modello ha una linea piacevole e con la modifica alla torretta e una buona colorazione può senz'altro appagare l'occhio.

 

Seawolf77, hai già pensato ai colori?

Tinte scure per realismo o tinte accese per vederlo meglio sott'acqua?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Regia, il Seawolf della Robbe é un modello di fantasia, ispirato ad un SSBN americano o inglese, ma che non riproduce esattamente un modello specifico.

Non è quindi una riproduzione del Seawolf USA.

 

Ciononostante, il modello ha una linea piacevole e con la modifica alla torretta e una buona colorazione può senz'altro appagare l'occhio.

 

Seawolf77, hai già pensato ai colori?

Tinte scure per realismo o tinte accese per vederlo meglio sott'acqua?

 

Ahhh eeeecco mi sembrava troppo diverso dal vero SSN 21 Seawolf.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
Sign in to follow this  

  • Forum Statistics

    • Total Topics
      44,338
    • Total Posts
      511,030
×