Jump to content
Sign in to follow this  
Totiano

Come Si Organizza Un Concorso Di Modellismo Dinamico?

Recommended Posts

Per il momento è solo un'idea, ma vorrei il vostro parere ed eventuali suggerimenti.

date un occhiata alla Darsena di città di Ravenna, parte terminale (e ormai in disuso) del lungo porto canale: è uno spazio molto ampio di forma trapezoidale con il lato lungo di circa 140 mt che si stringe a circa 100; è profondo circa 5 mt con acque non trasparenti ma con banchine ampie.

 

Approntando apposite "isole galleggianti", magari qualcuna a forma di "porto" dove ormeggiare le navi, ve la sentireste di impiegare lo spazio per una mostra (magari un concorso) di modellismo dinamico?

 

Cosa servirebbe, logisticamente parlando, per allestire l'evento (soldi a parte)?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ciao Dir,

 

Probabilmente qualcun'altro più ferrato di me potrà darti importanti consigli, ma io intanto ti faccio la fatidica domanda: acqua salata, vero?

Se si, purtroppo niente battelli, e anche per le navi di superficie ci potrebbero essere problemi di corrosione (serve un lavaggio con acqua dolce al termine delle operazioni)

Share this post


Link to post
Share on other sites

Si, acqua salata, ma non è un problema allestire punti per il lavaggio dei modelli in zona. Grazie Marco!

Share this post


Link to post
Share on other sites

che bello... un Betaraduno rc :thumbsup: , peccato solo per l'acqua salata che taglia via i sommergibili...

 

dunque, immaginando che l'evento duri l'arco di una sola giornata credo servano:

-tavoli e panche tipo sagra dove mettere i modelli.

-tendoni o gazebo che riparino da sole/pioggia.

-se possibile uno o due punti di corrente dove poter collegare ad una "ciabatta" eventuali carica batterie.

-un punto ristoro dove betasom possa offrire qualcosa come caffè e/o fetta di crostata (et similia) a chi vuole lasciare un'offerta libera per le casse dell'associazione, renderà lieti i modellisti ed eventuali ospiti.

-non credo che i modellisti di superficie usino più le frequenze in Mhz, quindi un tabellone delle frequenze può essere superfluo... ma una bella lavagna dove chi eventualmente le usa ancora possa scrivere il canale che usa ed il suo nome in modo da evitare problemi di sovrapposizione di frequenza credo ci voglia.

dimentico qualcosa?

un'altra domanda la faccio io, la messa in acqua e il recupero dei modelli è agevole? in una piscina, male che va ci si deve inginocchiare. Dalle foto della darsena che ho visto su Google non capisco se ciò è possibile.

Edited by andreavcc

Share this post


Link to post
Share on other sites

Grazie Andrea!

Al momento non è possibile scendere a livello acqua ma l'idea è di creare delle "isole" a cui accedere mediante ampi e comodi scalandroni

Share this post


Link to post
Share on other sites

Vi dirò, lo stimolo per dare al nostro Dir delle nuove idee è sempre presente...

Ora vi butto lì la mia ipotesi, non si sa mai che qualcuno trovi la cosa fattibile (oppure che al contrario mi dica che cose del genere si fanno già da tempo e io non ho proprio inventato nulla... :sad: )

 

COMPETIZIONE DI MANOVRA NAVALE

 

Gareggiano flottiglie di quattro unità, abbastanza grandi da manovrare piuttosto lentamente ed essere perfettamente visibili nelle loro evoluzioni.

I modelli dovrebbero essere dello stesso tipo, anche non perfettamente dettagliati ma con uguale velocità e raggio di virata.

Dopodichè, sotto il vigile occhio di una giuria competente, i quattro comandanti potrebbero cimentarsi in un programma come il seguente:

 

Manovra_1.png

 

A – Avvio programma.

1 – Linea di fila: le unità marciano in linea spaziate di una lunghezza.

2 – Accostata per contromarcia: tutte le unità virano sul medesimo punto, uscendo perfettamente in linea ed uniformemente spaziate di una lunghezza.

3 – Accostata ad un tempo: le unità virano contemporaneamente e si portano in linea di fronte, uniformemente spaziate e alla stessa altezza. Dopodiché, con una seconda accostata ad un tempo riprendono la linea di fila. Al termine, le unità devono trovarsi perfettamente allineate e spaziate di una lunghezza.

4 – Inversione ad un tempo: con un’accostata simultanea le navi invertono la rotta e il loro ordine nella linea di fila. In uscita l’allineamento e la spaziatura vanno rigorosamente rispettate.

5 – Apertura alternata ad un tempo: le unità virano sfalsate in direzioni opposte; le due coppie si allontanano ed infine si portano su rotte parallele con una seconda accostata ad un tempo.

6 – Marcia per file parallele delle due coppie; spaziatura di tre lunghezze fra le singole navi.

7 – Chiusura ad un tempo: le unità accostano ad un tempo verso l’interno e poi virano contemporaneamente per ricostruire la linea di fila. In uscita, le unità devono trovarsi perfettamente allineate e spaziate di una lunghezza.

F – Fine programma.

 

__________________________

 

Cosa ne dite?

Idea certo impegnativa ma piuttosto esaltante, almeno per il sottoscritto...

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
Sign in to follow this  

  • Forum Statistics

    • Total Topics
      44,337
    • Total Posts
      511,007
×