Vai al contenuto
reinhard

U-Boot 82

Messaggi raccomandati

Un gran bello!

(Per curiosità, cosa manca ancora?)

Ciao..grazie :smile:

 

Mancano ancora i cavi dell'antenna(credo siano l'antenna) che vanno da poppa a prua...e rispettivi isolatori..e poi sto aspettando dei tubicini di styrene,che devo mettere dietro la base del giardino d'inverno...per costruire quelli che penso siano isolatori...ma non ne sono sicuro si chiamino cosi :sad:

...e poi vari ritocchi in generale,magari con salsedine e alghe :wink:

 

....E poi...iniziero' a pensare a come realizzare un piccolo bacino di carenaggio in cui rappresentarlo....ma nulla di enorme...solo un qualcosa che possa stare in una teca :wink:

Modificato da reinhard

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Buongiorno a tutti...

 

Vacanze finite...e si riprende con qualche lavoretto tranquillo....

 

Queste sono le eliche in metallo del kit pontos che mettero' sul modello,un po' usurate e invecchiate. :smile:

 

Quelle che si vedono sulle foto precedenti,sono le originali del modello,e che ho usato solo per far delle prove :wink:

 

37085187595_059dfb532b_b.jpg

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Salve Reinhard, e bentornato!

 

Complimenti per il modello. Trovo molto convincente e realistica la pitturazione dello scafo e del ponte di coperta. Il grado di usura della coperta e' riuscito molto bene.

 

Occhio all'invecchiamento delle eliche. Vegetazione ''hard'' e ossidazione si formano solo a seguito di lunghi periodi di fermata in acqua, nel range di 20 giorni o piu'. Potrebbe essere non realistica per un u-boot in esercizio. Quindi ti consiglierei di non esagerare :biggrin:

 

Saluti e buon lavoro !

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Salve Reinhard, e bentornato!

 

Complimenti per il modello. Trovo molto convincente e realistica la pitturazione dello scafo e del ponte di coperta. Il grado di usura della coperta e' riuscito molto bene.

 

Occhio all'invecchiamento delle eliche. Vegetazione ''hard'' e ossidazione si formano solo a seguito di lunghi periodi di fermata in acqua, nel range di 20 giorni o piu'. Potrebbe essere non realistica per un u-boot in esercizio. Quindi ti consiglierei di non esagerare :biggrin:

 

Saluti e buon lavoro !

Buonasera giovanni

 

grazie :smile:

 

Riguardo alle eliche,le lascero' cosi' come sono in foto,anche perche' sul modello si integrano perfettamente,e forzare l'invecchiatura,finirei per fare una cosa che stona completamente :wink:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Prove per la basetta...

 

La base grigia che rappresenta il cemento, per ora ho provato a farla con carta vetrata verniciata e una mano di grigio,poi sara' usurata,ma sto anche valutando anche altri materiali gessosi.

 

 

36428905043_d858c0a4b5_b.jpg

 

36405740294_906b8a8e5e_b.jpg

 

36428823843_a3b7bb3e28_b.jpg

 

37243311275_96415121e8_b.jpg

Modificato da reinhard

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ciao Reinhard,... che dire... bellissimo!!

ho visto che lo hai piazzato cme se fosse in bacino di carenaggio.... mitico!

scusa se non mi faccio sentire spesso, ma per me questo è un periodo di fuoco!

 

continua così....

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ciao Reinhard,... che dire... bellissimo!!

ho visto che lo hai piazzato cme se fosse in bacino di carenaggio.... mitico!

scusa se non mi faccio sentire spesso, ma per me questo è un periodo di fuoco!

 

continua così....

Ciao..è un piacere risentirti 😃

 

Si ora sto costruendo la base..e ho diverse idee su come definirla..magari anche aggiungendo una sponda del bacino..devo vedere come sta,non vorrei riempire troppo lo spazio e distogliere l'attenzione sul modello🤔

Modificato da reinhard

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Salve Reinhard,

 

Complimenti, ottimo lavoro con la pitturazione dello scafo. E devo dire che anche le taccate di legno sono bellissime :smiley19: .

 

Non so se e' un'allucinazione, ma mi sembra che sulla sommita' dell'asta di bandiera ci sia una svastica. Se e' così, e non ho preso un abbaglio dovuto all'età..., e' un dettaglio incredibile in questa scala. Fammi sapere.

 

Grazie e buon lavoro.

Saluti

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Salve Reinhard,

 

Complimenti, ottimo lavoro con la pitturazione dello scafo. E devo dire che anche le taccate di legno sono bellissime :smiley19: .

 

Non so se e' un'allucinazione, ma mi sembra che sulla sommita' dell'asta di bandiera ci sia una svastica. Se e' così, e non ho preso un abbaglio dovuto all'età..., e' un dettaglio incredibile in questa scala. Fammi sapere.

 

Grazie e buon lavoro.

Saluti

Buongiorno Giovanni..

 

Grazie dei complimenti :smile:

 

Nessun abbaglio ,quella sulla sommita' dell'asta e' proprio una microscopica svastica,faceva parte del Kit di fotoincisioni della Pontos,mente l'asta e' di ottone tornito :wink:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Salve Reinhard,

 

Buongiorno Giovanni..

 

Grazie dei complimenti :smile:

 

Nessun abbaglio ,quella sulla sommita' dell'asta e' proprio una microscopica svastica,faceva parte del Kit di fotoincisioni della Pontos,mente l'asta e' di ottone tornito :wink:

 

Ok, chiaro, ottimo lavoro. Questi particolari, anche se microscopici, danno un ulteriore valore aggiunto al modello.

 

A dire il vero, spinto dalla curiosita' di questo dettaglio, finora a me ignoto, ho verificato che l'asta di bandiera nella prima fase della guerra era dotata della svastica sulla sommità. Poi questo dettaglio si e' perso nel prosieguo, e l'asta terminava solo con un disco orizzontale.

 

Comunque Reinhard, procedi alla grande e metti nuove foto !

Saluti

 

Giovanni

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Salve Reinhard,

 

 

Ok, chiaro, ottimo lavoro. Questi particolari, anche se microscopici, danno un ulteriore valore aggiunto al modello.

 

A dire il vero, spinto dalla curiosita' di questo dettaglio, finora a me ignoto, ho verificato che l'asta di bandiera nella prima fase della guerra era dotata della svastica sulla sommità. Poi questo dettaglio si e' perso nel prosieguo, e l'asta terminava solo con un disco orizzontale.

 

Comunque Reinhard, procedi alla grande e metti nuove foto !

Saluti

 

Giovanni

Ti ringrazio molto per la ricerca che hai effettuato,e' sempre interessante sapere cose in piu' di questi magnifici sommergibili. :smile:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ciao..è un piacere risentirti

 

Si ora sto costruendo la base..e ho diverse idee su come definirla..magari anche aggiungendo una sponda del bacino..devo vedere come sta,non vorrei riempire troppo lo spazio e distogliere l'attenzione sul modello

 

siii, gli crei una bella scenografia.. una mezza parete di un bacino di carenaggio per la manutenzione giustificherebbe qualche ossidazione in più sul modello...

non sarebbe male....

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

siii, gli crei una bella scenografia.. una mezza parete di un bacino di carenaggio per la manutenzione giustificherebbe qualche ossidazione in più sul modello...

non sarebbe male....

Ciao Drakkar :smile:

 

Si e' quello che pensavo anch'io...in effetti con l'ossidazione.. mi sono fatto "leggermente" prendere la mano...e ora bisogna correre ai ripari. :blush::laugh:

 

Ora stavo pensando a come realizzare dei parabordi magari con l'EULITHE o DAS.

Ho provato in rete una ricerca veloce,ma non ho trovato nulla sui materiali e forme usate a quell'epoca. :sad:

Se qualcuno ha dei consigli...sono ben accetti :wink:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Eccoci con un piccolo avanzamento lavori....

 

Questa e' la parete del bacino, dove sto iniziando ad usurarla con dei pigmenti.

In origine era piu' qualche cm piu' alta,ma poi ho visto che rimaneva sproporzionata rispetto al modello,e allora l'ho ribassata.

 

36863312953_7aee47f46c_b.jpg

 

Questo e' un parabordo che ho provato a costruire in base a delle foto dell'epoca,ma ora forse li ho trovati in resina,e saranno poi da colorare color corda.

 

23680269718_a3c5e22cfa_b.jpg

 

Sempre in resina 1:72 ,alcuni fusti dell'olio un po' arruginiti....e poi mettero' anche alcune casse in legno.

 

37274233540_43a726bd4f_b.jpg

 

Qui sto iniziando a sporcare con del verde molto diluito e dare un effetto acqua con della resina trasparente colorata con acrilici marrone e

 

verde oliva,che poi andra' amalgamato con la sporcatura del cemento della base

 

37274246570_e52a52bea4_b.jpg

 

Vista posteriore...

 

]36863336313_47e3f22e4d_b.jpg

 

Laterale...(chiedo scusa per la poca illuminazione dell'immagine)

 

36822798614_0981afd348_b.jpg

 

Poi aggiungero' delle bitte e altri anelli per i parabordi sul pavimento rialzato...e anche qualche altra cosina,in modo da rompere quell'effetto "muretto di cinta che puo' sembrare.....e in effetti avevo pensato di fare la parete con un paio di sbalzi,ma mi rubava tanto spazio e alla fine il modello sarebbe stato troppo a filo borbo....e la cosa non mi piaceva.

Modificato da reinhard

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Piccola prova di inserimento delle scalinate nella base...e per ora sono solo appoggiate senza incollaggi, solo per vedere se possono star bene nell'insieme .
Visto il poco spazio a disposizione,ho dovuto limitare le dimensioni ..e ora ho iniziato a lavorarci con lavaggi e tinte verdi, per far si che sia tutto omogeneo.

Le ho volute mettere perche' mi sembrava tutto un po' spoglio e mi serviva qualcosa per dare l'idea proprio di un bacino.

 

23868175628_b20b6eb53b_b.jpg

 

37051085723_dba1901520_b.jpg

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Che meraviglia !!!! Complimenti.

 

(il mio è ancora nella scatola :sad: )

Ciao :smile:

 

Ti ringrazio...gentilissimo! :smile::smile::smile:

 

Nella scatola si sente solo e depresso...forza!!!!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Dopo lunga attesa..dalla Francia...sono arrivati i parabordi dell'epoca in resina chiara.

...e ho provato a dare un effetto corda con verde alghe...e direi che siamo sulla strada giusta

 

37684762036_609892b819_b.jpg

 

 

Qualcuno sa se nei bacini dell'epoca, erano presenti delle ringhiere sulle scalinate? :sad:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Salve Reinhard,

 

Complimenti per l'ottimo lavoro e anche per l'idea di metterlo in drydock. Sicuramente il modello ne guadagna e fa un bell'effetto scenico.

 

Dopo lunga attesa..dalla Francia...sono arrivati i parabordi dell'epoca in resina chiara.

...e ho provato a dare un effetto corda con verde alghe...e direi che siamo sulla strada giusta

 

 

 

 

Qualcuno sa se nei bacini dell'epoca, erano presenti delle ringhiere sulle scalinate? :sad:

 

Bella domanda le ringhiere sulle scalinate: all'epoca non c'era una regolamentazione precisa sulla sicurezza, quindi si vedeva di tutto.

 

A Lorient c'erano delle scale ripide, simili a quelle che hai costruito tu, e senza ringhiere. Una roba da ammazzarsi...Pero' c'e' da dire che non erano usate quando il drydock era asciutto, e sulla nave ci si andava mediante scalandrone dalla banchina al ponte coperta.

 

A St.Nazaire le scale erano ''interne'', quindi non sporgono dalla muratura e non si vedono.

 

A Brest c'erano le scale e le ringhiere, ma il drydock aveva una struttura diversa, cioe' la parete e' ''a scalini'', non liscia come l'hai rappresentata tu.

 

Da modellista, poiche' hai costruito un drydock ''non identificato'', cioe' senza un preciso riferimento documentale, io le ringhiere ce le metterei, di ferro arrugginito, perche' fanno piu' scena...ovviamente se hai tempo e voglia...

 

saluti e buon lavoro

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Complimenti Reinhard!!

Sono senza parole, lavoro eccellente...

:smiley19: :smiley19:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Salve Reinhard,

 

Complimenti per l'ottimo lavoro e anche per l'idea di metterlo in drydock. Sicuramente il modello ne guadagna e fa un bell'effetto scenico.

 

 

Bella domanda le ringhiere sulle scalinate: all'epoca non c'era una regolamentazione precisa sulla sicurezza, quindi si vedeva di tutto.

 

A Lorient c'erano delle scale ripide, simili a quelle che hai costruito tu, e senza ringhiere. Una roba da ammazzarsi...Pero' c'e' da dire che non erano usate quando il drydock era asciutto, e sulla nave ci si andava mediante scalandrone dalla banchina al ponte coperta.

 

A St.Nazaire le scale erano ''interne'', quindi non sporgono dalla muratura e non si vedono.

 

A Brest c'erano le scale e le ringhiere, ma il drydock aveva una struttura diversa, cioe' la parete e' ''a scalini'', non liscia come l'hai rappresentata tu.

 

Da modellista, poiche' hai costruito un drydock ''non identificato'', cioe' senza un preciso riferimento documentale, io le ringhiere ce le metterei, di ferro arrugginito, perche' fanno piu' scena...ovviamente se hai tempo e voglia...

 

saluti e buon lavoro

 

Buonasera Giovanni

 

Grazie mille per i complimenti e per la risposta esaustiva. :smile:

 

Riguardo le ringhiere ho gia' iniziato a costruirle con delle barre tonde di ottone tagliate e saldate,anche perche' mi sembrava che mancasse qualcosa e volevo arricchire un po' la scena con qualche particolare in piu'. :wink:

per il Bacino mi ero documentato anch'io tempo fa, ma non avevo trovato molto a riguardo.

 

Ho rappresentato il bacino liscio per via del fatto che la parete non era prevista,volevo fare una cosa molto sobria...una base...i legni che sorreggevano lo scafo e il distintivo...poi..come al solito ..le idee strada facendo cambiano e ho deciso di proseguire i lavori...solo che ormai la base,che era concepita per una cosa lineare,era costruita,e mi e' rimasta stretta per un bacino come quello di Brest,anche se ho provato a mettere degli spessori per fare i gradoni...ma davvero dovevo tenere il modello troppo vicino al bordo ...e non stava per nulla bene e allora ho ripiegato su delle scale alle due estremita', anche per riempire la scenografia e togliere l'effetto "muro di cinta" :wink:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ringhiere pronte da sistemare..raddrizzare qualche particolare e pulire dall'eccesso di saldatura :smile:

 

Se avro' tempo...mettero anche delle barre orizzontali...vedremo..se no anche cosi' andranno bene...in fondo non credo che l'ispettorato del lavoro me le contesti.. :wink:

 

 

37775376761_b0796a3db9_z.jpg

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Qualche foto nuova...

 

Siluro in ottone scala 1:72..

 

24076228278_ffb194b870_b.jpg

 

le ringhiere in ottone e scale,applicate..usurate..invecchiate e arruginite..e iniziato a mettere l'acqua suoi
26151593259_c151706e72_b.jpg
26151597449_8dc58587c2_b.jpg

 

24076230368_62018bab53_b.jpg

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ciao Reinhard,.. innanzi tutto ottimo lavoro... inutile che ci dilunghiamo su questo...

sulle forme dei dockers, ti ha già delucidato Giovanni...

lasciami solo aggiungere un dettaglio che potrebbe passare inosservato ai più..

 

durante il periodo bellico, solo nel primo anno e mezzo di guerra, si poteva far fronte alle esigenze tecnico/logistiche in completa totalità, dopodichè, bombardamenti, eventi storici ben precisi, hanno portato quasi tutte le nazioni in conflitto nell'arte di arrangiarsi, questo voleva dire, che se non avevo sottomano un parabordi in vimini e canapa imbottito, ci si arrangiava con degli pneumatici usurati o "bucati",... le ringhiere sulle scale spesso venivano rotte e di certo il poco tempo di manutenzione lo si dedicava al battello piuttosto che la ringhiera..

i ponteggi poi, o i vari trabattelli per la manutenzione esterna allo scafo, erano appannaggio di improvvisazioni e adattamenti risolutivi per raggiungere le varie parti dello scafo esterno.

 

Alla fine del 43' inizio del 44' in poi, l'opera di verniciatura era legata alla pura fortuna, visto che, si aveva solo il tempo di rifornire l'u-boot del necessario e farlo ripartire in missione (...).

Se poi durante la missione il battello subiva danni, e la sosta in bacino si prolungava, allora ci si poteva dedicare alla riverniciatura di parti scrostate o danneggiate dell'ossidazione, ma si trattava generalmente di sporadici ritocchi qua e là.

 

Generalmente poi, l'alto comando tedesco della Marina Militare, proibiva agli equipaggi di applicare schemi mimetici o allegorie varie sugli u-boot, ma tollerava tale abitudine.. e alcuni schemi mimetici divennero di fatto "legali" in corrispondenza dei teatri operativi, (per esempio quelli che operavano a ridosso delle coste norvegesi o del mare del nord, con ampie e vistose fasce bianche, se non adirittura l'opera "morta" completamente bianca).......

 

ce ne sarebbe da dire!!

 

 

ciaoooooooo avanti così

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ciao Reinhard,.. innanzi tutto ottimo lavoro... inutile che ci dilunghiamo su questo...

sulle forme dei dockers, ti ha già delucidato Giovanni...

lasciami solo aggiungere un dettaglio che potrebbe passare inosservato ai più..

 

durante il periodo bellico, solo nel primo anno e mezzo di guerra, si poteva far fronte alle esigenze tecnico/logistiche in completa totalità, dopodichè, bombardamenti, eventi storici ben precisi, hanno portato quasi tutte le nazioni in conflitto nell'arte di arrangiarsi, questo voleva dire, che se non avevo sottomano un parabordi in vimini e canapa imbottito, ci si arrangiava con degli pneumatici usurati o "bucati",... le ringhiere sulle scale spesso venivano rotte e di certo il poco tempo di manutenzione lo si dedicava al battello piuttosto che la ringhiera..

i ponteggi poi, o i vari trabattelli per la manutenzione esterna allo scafo, erano appannaggio di improvvisazioni e adattamenti risolutivi per raggiungere le varie parti dello scafo esterno.

 

Alla fine del 43' inizio del 44' in poi, l'opera di verniciatura era legata alla pura fortuna, visto che, si aveva solo il tempo di rifornire l'u-boot del necessario e farlo ripartire in missione (...).

Se poi durante la missione il battello subiva danni, e la sosta in bacino si prolungava, allora ci si poteva dedicare alla riverniciatura di parti scrostate o danneggiate dell'ossidazione, ma si trattava generalmente di sporadici ritocchi qua e là.

 

Generalmente poi, l'alto comando tedesco della Marina Militare, proibiva agli equipaggi di applicare schemi mimetici o allegorie varie sugli u-boot, ma tollerava tale abitudine.. e alcuni schemi mimetici divennero di fatto "legali" in corrispondenza dei teatri operativi, (per esempio quelli che operavano a ridosso delle coste norvegesi o del mare del nord, con ampie e vistose fasce bianche, se non adirittura l'opera "morta" completamente bianca).......

 

ce ne sarebbe da dire!!

 

 

ciaoooooooo avanti così

Ciao Drakkar

Grazie :smile:

 

Eehhh lo so che ci sarebbe molto da dire e che i discorsi su questo argomento si possono prolungare all'infinito, e anch'io mi ero un po' documentato tempo fa,e avevo trovato dei siti molto esaustivi in alcune parti...e meno in altre...comunque a meta' conflitto l'arte di arrangiarsi era una regola abbastanza universale e come si suol dire....in guerra tutto e' lecito..basta conseguire l'obiettivo finale e dunque ci si raccapezzava con quello che in quel momento c'era a portata di mano.

Per il bacino,come gia' spiegavo a Giovanni,mi sto mangiando le mani per non aver fatto la base 10 cm piu' larga...ma ormai e' fatta e cosi' mi devo arrangiare con quello che ho,inventandomi delle cosine di fantasia per arricchire la scena...come bitte..barili..scarichi e tombini.

Per la colorazione mi sono basato su un filmato a colori della base,se ben ricordo, di Lorient in cui si vedeva un bacino abbastanza incrostato dalle alghe e acqua di mare.

 

Alla prossima :wink:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Salve Reinhard,

 

Stai facendo ottimi progressi. Devo dire che hai costruito veramente un bel modello. Vedo che hai utilizzato pigmenti liquidi per ruggine e legno invecchiato, con un ottimo risultato.

 

Il siluro in ottone e' un piccolo gioiello. Potresti caricare qualche foto di dettaglio e ricordati, in bacino, di disarmarlo togliendo la spoletta :biggrin: :biggrin: :biggrin:

 

Saluti

 

Giovanni

Modificato da giovanni1508

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Salve Reinhard,

 

Stai facendo ottimi progressi. Devo dire che hai costruito veramente un bel modello. Vedo che hai utilizzato pigmenti liquidi per ruggine e legno invecchiato, con un ottimo risultato.

 

Il siluro in ottone e' un piccolo gioiello. Potresti caricare qualche foto di dettaglio e ricordati, in bacino, di disarmarlo togliendo la spoletta :biggrin: :biggrin: :biggrin:

 

Saluti

 

Giovanni

Buonasera Giovanni

 

Grazie mille :smile:

 

Sissignore...spoletta tolta e siluro in sicurezza!

 

Appena riusciro' ad ultimarlo con alcuni dettagli,faro' alcune foto ravvicinate...anche se nella fretta di assemblarlo...ho commesso un piccolo errore,o meglio,nella confezione mancava un piccolissimo particolare e io non l'ho notato subito...e anche se ora mi secca un po'...pazienza..ormai e' fatta. :rolleyes::wink::smile:

Modificato da reinhard

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Preso da un attimo di follia...ho strappato portelli...supporto del periscopio d'attacco..UZO...(in pratica mezza torretta)...cavi dell'antenna ..bitte...prua e poppa in metallo......piu' li guardavo...e meno mi piacevano...allora ho ripreso dei set di dettaglio e si ricomincia con piu' calma... tempistiche giuste...e soprattutto...niente lavori notturni. :rolleyes:

 

Supporto in resina di un kit della torretta con aggiunta di filo di ottone 0.5... e stavolta mi piace! :smile:

 

24416573138_3728b51104_b.jpg

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Velata leggera di prymer per evidenziare le imperfezioni prima di pulire tutto bene...e un paio di bulloni da 0.8 mm da sistemare un po' meglio.

 

 

37669266594_bed597f7e3_b.jpg

Modificato da reinhard

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Salve Reinhard,

 

Ottimo lavoro con la base del periscopio. Sembra incredibile che sia in scala 1:72 !

 

Mi viene da riprendere il mio che ho costruito qualche anno fa e modificarlo !

 

Continua così e a presto

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Salve Reinhard,

 

Ottimo lavoro con la base del periscopio. Sembra incredibile che sia in scala 1:72 !

 

Mi viene da riprendere il mio che ho costruito qualche anno fa e modificarlo !

 

Continua così e a presto

Ciao Giovanni

Assolutamente in 1/72...da perderci gli occhi....e la pazienza :biggrin:

 

Ti comprendo quando dici che vorresti riprendere il tuo modello per delle modifiche,in fondo le tecniche e i prodotti, con il tempo cambiano, e nella maggior parte dei casi,migliorano....poi si affinano anche le nostre capacita',e cosi' si finisce per vedere innumerevoli difetti che prima ci sfuggivano e da li' scaturisce la voglia di vedere il nostro modello migliorato in tanti particolari e renderlo piu' appagante alla nostra nuova condizione.

Se dovessi aver bisogno di qualche info sui prodotti,o tecniche che ho usato,chiedi pure tranquillamente. :wink::smile:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ciao Reinhard,

vedo adesso per la prima volta il tuo modello: il lavoro è davvero superlativo, complimenti.....

Quello che più mi piace, e che davvero invidio, sono le tue capacità nell'invecchiamento del modello, e nel trattamento delle superfici per simulare il metallo....

Attualmente sto costruendo l'U-552 Trumpeter in scala 1/48, un modello che offre potenzialità enormi nella riproduzione degli interni.

Questo il link:

http://modellistinavali.forumattivo.com/t3725-u-boat-1-48-trumpeter

Il modello, volendo riprodurre superdettagliare gli interni, costituisce un lavoro pressochè infinito....

Comunque, tornando al tuo, mi piacerebbe vedere un tutorial sulle tue tecniche d'invecchiamento, o quantomeno una dettagliata descrizione passo passo, ma fatta davvero per principianti: come modellista mi considero capace, ma con pitture e colori sono davvero un neofita, e la paura di rovinare quanto realizzato con fatica mi blocca....devo superare questa paura ed acquisire confidenza con i colori.

Ho comprato un aerografo Fengda a doppia azione ( lo so, è una cineseria da pochi soldi, ma il budget era limitato ), ed un compressore con serbatoio: ma i primi tentativi sono stati disastrosi....

Sto continuando a rimandare il "battesimo " con l'aerografo, continuando a costruire e dettagliare il modello, senza cominciare a dipingere: vedremo....

Intanto ancora complimentio per il tuo!!!

 

P.S. : dovrò acquisire confidenza anche con questo forum ( per postare immagini? )

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ciao Reinhard,

vedo adesso per la prima volta il tuo modello: il lavoro è davvero superlativo, complimenti.....

Quello che più mi piace, e che davvero invidio, sono le tue capacità nell'invecchiamento del modello, e nel trattamento delle superfici per simulare il metallo....

Attualmente sto costruendo l'U-552 Trumpeter in scala 1/48, un modello che offre potenzialità enormi nella riproduzione degli interni.

Questo il link:

http://modellistinavali.forumattivo.com/t3725-u-boat-1-48-trumpeter

Il modello, volendo riprodurre superdettagliare gli interni, costituisce un lavoro pressochè infinito....

Comunque, tornando al tuo, mi piacerebbe vedere un tutorial sulle tue tecniche d'invecchiamento, o quantomeno una dettagliata descrizione passo passo, ma fatta davvero per principianti: come modellista mi considero capace, ma con pitture e colori sono davvero un neofita, e la paura di rovinare quanto realizzato con fatica mi blocca....devo superare questa paura ed acquisire confidenza con i colori.

Ho comprato un aerografo Fengda a doppia azione ( lo so, è una cineseria da pochi soldi, ma il budget era limitato ), ed un compressore con serbatoio: ma i primi tentativi sono stati disastrosi....

Sto continuando a rimandare il "battesimo " con l'aerografo, continuando a costruire e dettagliare il modello, senza cominciare a dipingere: vedremo....

Intanto ancora complimentio per il tuo!!!

 

P.S. : dovrò acquisire confidenza anche con questo forum ( per postare immagini? )

Ciao :smile:

 

Grazie dei complimenti :smile::smile:

 

Gran bel modello davvero,prima di fare questo,avevo preso in considerazione anche il TRUMPETER,ma e' davvero enorme,se non erro 1.40 cm... un bestione incredibile... :ohmy:

Con un modello che mette in mostra gli interni e se la tua intenzione e' farlo fedele all'originale ...ti sei infilato in un bel grattacapo :wink:

Comunque per quello che riguarda le tue paure su quello che concerne la verniciatura e invecchiatura,se ti puo' consolare,comprendo perfettamente,erano anche le mie....perche' riprendendo a fare modellismo dopo quasi 20 anni,mi sono trovato con una miriade di tecniche e prodotti da perderci la testa,e preso da shopping compulsivo...ho acquistato l'impossibile...ma poi alla fine...ho quasi solo usato la vecchia maniera...colori ad olio...e pigmenti...alcuni ricavati con gessi colorati...ed entrambi molto lavorabili per le sfumature.

Se devi fare la salsedine e ruggine, ci sono dei prodotti che le simulano molto bene...ma fai attenzione al bianco, diluiscilo tantissimo...una volta asciutto e' facile che ti ritrovi con un sottomarino color fantasma....e non e' il massimo :wink:

Quello che ti posso dire....fai moltissime prove..magari su dei pezzi di styrene..prova colori e tecniche,e scrivi su un notes i vari passaggi,ti sara' piu' facile ripeterli :wink:

Invece per i dettagli ci sono diverse aziende che li producono,e per il trumpeter 1.48 puoi trovare anche qualcosa prodotto "quasi" artigianalmente,come ad esempio la ringhiera del wintergarden...ad un costo abbastanza proibitivo comunque :blush:

Io poi alla fine avevo passato una mano di vernice antishine...quella toglie qualsiasi riflesso indesiderato,e per il mio caso,in un bacino ,da proprio la secchezza della lamiera con la salsedine.

Con aerografo ho solo effettuato la verniciatura classica,ma poi solo pennelli e spugnette.

Se hai bisogno di qualsiasi info...sono qua..non hai che da chiedere,e anche nel sito ci sono modellisti molto piu' esperti e capaci di me,che sono sicuro ti aiuteranno molto volentieri :wink:

 

Un saluto...e buon lavoro :smile:

Modificato da reinhard

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Buonasera a tutti...e faccio a tutti i membri,sinceri Auguri di Buon Natale...e che i giorni siano sereni e tranquilli :smile::smile::smile:

 

Dopo un periodo di forzata inattivita'...lavoro in primis...riprendiamo l'attivita'...

 

Ptima stesura di alghe per delimitare il livello dell'acqua quando il bacino e' colmo.

 

Poi ad alghe finite,dovrei uniformare e smorzare i colori un po' troppo accesi.

 

38386991575_f6ce1b1fb3_b.jpg

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Dopo una lunga pausa...ricominciamo i lavori...e vediamo di portare a termine il modello perche' ho un paio di ideuzze per la testa....e mi serve liberare lo spazio :smile:

 

Cannoncino rifatto,stavolta con kit EDUARD,che trovo piu' simile al cannone 8.8 originale.

 

39317396874_8c5f8ebd89_b.jpg

 

Ora sto rifacendo gli isolatori dei cavi dell'antenna che vanno da prua a poppa,dopo aver strappato via i precedenti costruiti con degli stopper trovati in un negozio di pesca.

Lavoro rognoso,specie lavorare con legnetti da 3 mm, e con una limetta fare le scanalature per far passare il filo...pero' alla fine sicuramente piu' realistici.

 

39129126965_2d6704315a_b.jpg

 

Poi non con poche difficolta',ho trovato delle carrucole in ottone da 2.5 mm da assemblare....(e perderci gli occhi)

 

39317399734_24dc17a6cd_b.jpg

Modificato da reinhard

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Lavori nuovi....

 

Torretta con 8.8 ..UZO..base mitragliatrice..e supporto periscopio della EDUARD

 

40189428091_aa5521ba91_b.jpg

 

40189430331_3e4009395c_b.jpg

 

 

Cavi e isolatori autocostruiti :smile::wink:

 

40156454912_68caab4c28_b.jpg

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Semplicemente ammirevole lavoro!!

Grazie mille Andrea :smile:

 

Lieto che ti piace! :wink:

 

Concordo appieno.

Cura del dettaglio semplicemente fantastica: bravissimo Reinhard!

Ti ringrazio del complimento Ocean! :smile::smile:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ciao Reinhard,

 

Ottimo lavoro. Sia il modello che il drydock sono veramente ben riusciti. Hai reso molto bene l'umidità sulle pareti del drydock. Mi sembra di sentire il freddo umido dei bacini del nord europa... :smiley19: :smiley19: :smiley19:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Reinhard,

 

Mi permetto di darti un suggerimento:

 

Una volta posizionato l'U-Boot sulle taccate, e' buona norma puntellare l'estremità poppiera in corrispondenza di eliche e timoni, in modo da evitare spiacevoli deformazioni della struttura dovuta al peso ''a sbalzo''.

 

Guarda l'immagine che ti allego:

 

TnSuzOP.jpg

 

 

Anche se il sub e' di tipo diverso dal ''nostro'', il concetto è lo stesso. Potresti sistemare una struttura di ''legno'' per il tuo modello, o meglio delle taccate aggiuntive, in modo da sostenere la pinna centrale tra i due timoni, a beneficio del realismo.

 

Saluti

Giovanni

Modificato da giovanni1508

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere un utente registrato per poter lasciare un commento

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi Subito

Sei già registrato? Accedi da qui.

Accedi Adesso

×