Jump to content
Sign in to follow this  
malaparte

Pescherecci Sequestrati (Sai La Novità)

Recommended Posts

Le Dogane francesi, diversamente dagli altri corpi di polizia, non hanno bisogno di mandati per perquisizioni e sequestri, quindi credo che non sia successo nulla di illegale. Secondo i francesi l'intervento era perfettamente legittimo, e io sono più propenso a credere a loro.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Se ben ricordo abbiamo diversi problemi di delimitazione del confine con i cugini, anche sul monte bianco c'è una disputa del genere...

Share this post


Link to post
Share on other sites

questo sarebbe l'altro confine conteso, non so se ce ne siano altri...

Certo che fa davvero dispiacere che in una europa (piu o meno) "unita" esistano ancora questi problemi

http://www.lastampa.it/2015/09/07/edizioni/aosta/monte-bianco-nuova-lite-tra-italia-e-francia-sul-confine-GmMABdUoFNKRexFBJSPNYO/pagina.html

 

 

ITA13GR1Y_1435174480_20150624213521-kibH

Edited by Totiano

Share this post


Link to post
Share on other sites

http://www.ansa.it/mare/notizie/rubriche/ambienteepesca/2016/01/18/peschereccio-sequestrato-sara-rilasciato-su-cauzione_f7585bec-5f08-4213-85b4-5f4f95111ef7.html

Assurdo. Due stati che non sanno bene quale sia il confine tra loro... e questo in epoca Schengen (per quanto dubbia essa sia attualmente, ma i gamberi rossi non hanno comunque a che fare coi migranti, ammenocchè non si interpretino gli andirivieni dei loro banchi come sospetti) .Vabbene, stiamo a vedere.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Più che gli sviluppi (il peschereccio è sdtato rilsaciato dietro causione) qui si spiegano le cause del pasticcio... A quanto pare, è stato fatto un accordo per il cambio dei confini senza che sui luoghi interessati nessuno ne sapesse nulla... :unsure: Eppure alla stipula del trattato erano presenti Affari esteri della Difesa, dell’Ambiente, dello Sviluppo economico, delle Politiche Agricole e persino dei Beni culturali

http://frontierenews.it/2016/01/la-guerra-dei-confini-e-dei-gamberoni-tra-francia-e-italia/

Share this post


Link to post
Share on other sites

Oggi sul Secolo XIX c'era un articolo che diceva che il sequestro del peschereccio è avvenuto in acque italiane e tutto ciò pare sia dovuto ad un errore di un zelantissimo comandante di motovedetta francese.....

il Grandeur dei nostri cugini è sempre duro a morire........vengono pure a comandare a casa nostra.....spacciandola per la loro :biggrin::biggrin::biggrin:

Edited by vigile

Share this post


Link to post
Share on other sites

I problemi di delimitazione del confine marittimo con i cugini non riguardano solamente le acque liguri: E' partita la mobilitazione contro la cessione del mare a nord della Sardegna alla Francia. "I pescherecci sardi stanno raggiungendo il luogo del nuovo confine per vedere se le autorità francesi reitereranno il blocco esercitato la settimana scorsa" http://www.affaritaliani.it/cronache/esclusivo-mare-sardegna-ceduto-francia-accordo-406963.html

Share this post


Link to post
Share on other sites

Nell'articolo al link precedentemente citato trovi scaricabile il pdf integrale dell'accordo, di cui riproduco a seguire l'ultima pagina.

A vederlo, il dattiloscritto privo di ufficialità (carta intestata governativa, timbri e annessi vari) sembra un semplice pezzo di carta.

Probabilmente, quello riportato, era solo una bozza di accordo, ma temo sia già entrato in vigore :sad:

MvnxBc.jpg

Edited by danilo43

Share this post


Link to post
Share on other sites

Fortunatamente non ancora... Sperando che l'incidente del Mina serva a far rinsavire i nostri governanti.

YhBbDZ.jpg

Edited by danilo43

Share this post


Link to post
Share on other sites

Pur non ancora ratificato emergono altri risvolti dello sciagurato accordo.

 

Non solo il mare della Sardegna e della Liguria. Il governo guidato da Matteo Renzi ha ceduto alla Francia anche il mare toscano, precisamente quello davanti all'isola di Capraia.

"Sono state cedute porzioni di superficie marina per 339,9 kmq e acquisite per 23,85 kmq con una diminuzione di 316,05 kmq", ha annunciato l'assessore regionale toscano all'Agricoltura Marco Remaschi, con delega alle politiche per il mare, rispondendo nell'aula del Consiglio regionale a un'interrogazione di Claudio Borghi (Lega) sull'accordo Italia-Francia per la cessione a quest'ultima, da parte del governo, di acque territoriali italiane, a largo delle isole dell'arcipelago toscano.

Remaschi ha precisato che la superficie marina ceduta è davanti alle coste toscane, all'isola di Capraia, mentre quella acquistata si trova davanti alle isole d'Elba e di Pianosa. "Le risorse contenute nel tratto di mare interessato (Santuario per i mammiferi marini) sono di altissimo pregio naturalistico. L'accordo Italia Francia sembra penalizzi in maniera rilevante il settore della pesca professionale marittima".

Remaschi ha aggiunto che "la Regione Toscana non è mai stata messa a conoscenza dell'accordo firmato, ma ancora non ratificato, e che tale materia è di esclusiva competenza statale". Remaschi ha fatto presente di aver chiesto un incontro urgente al ministro degli Affari esteri Paolo Gentiloni per fare chiarezza.

http://www.affaritaliani.it/cronache/mare-toscano-ceduto-alla-francia-410159.html?refresh_ce

empty.gif

Edited by danilo43

Share this post


Link to post
Share on other sites

Il quotidiano Libero ha dato questa notizia:

"Secondo l’assessore regionale della Toscana, Marco Remaschi: “Sono state cedute porzioni di superficie marina per 339,9 kmq e acquisite per 23,85 kmq con una diminuzione di 316,05 kmq”. La conferma dell’assessore è arrivata in risposta a un’interrogazione del leghista Claudio Borghi, che ha preteso chiarimenti proprio su quell’accordo tra Roma e Parigi per la cessione di acque territoriali italiane.

Le acque italiane cedute, secondo l’assessore toscano, sono davanti alle coste toscane, all’isola di Capraia, mentre quelle acquistate si trovano davanti alle isole d’Elba e di Pianosa. La perdita per l’Italia non è solo in termini territoriali, ma anche dal punto di vista naturalistico: “Le risorse contenute nel tratto di mare interessato – ha detto ancora l’assessore Remaschi, facendo riferimento al Santuario per i mammiferi marini – sono di altissimo pregio naturalistico. L’accordo Italia-Franca sembra penalizzi in maniera rilevante il settore della pesca professionale marittima”.

http://www.liberoquotidiano.it/news/italia/11884433/isola-capraia-ai-francesi-accordo-mare-italia-francia-toscana.html

In precedenza c'era stato un altro articolo, corredato con tanto di cartina e di nuovi confini, in cui si parla anche di imbarcazioni italkiane sequestrate dalla Marina francese al largo della Corsica

http://www.liberoquotidiano.it/news/politica/11878516/mare-italiano-venduto-alla-francia-renzi-governo-nuovi-confini.html

Si sa qualcosa degli accordi che sarebbero stati raggiunti tra il Governo italiano e quello francese?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
Sign in to follow this  

  • Forum Statistics

    • Total Topics
      44,100
    • Total Posts
      507,593
×