Jump to content
Sign in to follow this  
Totiano

Turisti Negli Abissi - "the Mile Low Club"

Recommended Posts

surfando mi sono imbattuto in una esperienza a dir poco eccezionale e, visto il prezzo, per pochi eletti!

 

questo è il link all'articolo http://www.ilturista.info/blog/11181-Dormire_in_un_sottomarino_ai_Caraibi_nel_Lovers_Deep/#.Vo_zXPnhAdU e ora parliamo di dettagli: per la modica cifra di 236.000 euro potrete fare una crociera negli abissi di ualsiasi parte del mondo, anche se il lovers deep è normalmente ormeggiato ai caraibi

submarine_port-1024x768.jpg

 

un sottomarino tutto per voi (c'è solo una suite) con cui navigare negli abissi o raggiugere i luoghi piu strani nella privacy più assoluta. In altro articolo si parla di quote attorno ai 600mt ma mi sembra un po eccessivo. E' operativo dal San Valentino del 2014 e, vi confesso, sarei proprio curioso di darci una sbirciata...

ecco qualche altra foto, tutte provenienti dal sito dei proprietari, ovvero http://www.oliverstravels.com/blog/the-mile-low-club-olivers-travels-announces-its-most-exclusive-property-yet/

Mile-Low-Club-Exterior-Olivers-Travels.j

 

submarine_bedroom-1024x648.jpg

 

submarine_lounge_seating-1024x657.jpg

 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Decisamente, Danilo, decisamente...

 

Il prezzo, Valeria, è abbastanza comprensibile, una unità del genere deve costare un patrimonio a mantenerla. non a caso mi chiedevo in quanti usufruiscono di questo servizio

Share this post


Link to post
Share on other sites

Avendo i soldi che chiedono preferirei spenderli per un viaggio da turista spaziale piuttosto che turista subacqueo.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Guardando bene le immagini rimango sono molto perplesso da punto di vista tecnico e mi piacerebbe se il nostro Dir si sbilanciasse in qualche commento in merito.

 

Infatti, viste le immagini interne, non riesco ad immaginare quale forma possa avere lo scafo resistente: ben difficilmente è cilindrico, e non può essere nemmeno un mix di forme cilindriche, coniche o semisferiche.

Tuttavia, se si scartano queste geometrie, resterebbero solo forme a facce piane, con una una resistenza alla pressione molto minore delle precedenti. (Fra l'altro, con pareti piane sarebbe utile "puntellarle" con elementi strutturali intermedi, ma dalle immagini non si vede alcuna colonnina interna di rinforzo.)

Aggiungiamoci anche gli oblò veramente immensi, che anzi sono veri e propri finestrini, per giunta PIANI!

Dicono che la quota operativa 600 m, ma visti i punti di cui sopra a me sembrano troppi già 60! Ad occhio, toglierei uno zero e gli darei 60 metri come profondità di collasso, che diventano 20 metri con il dovuto coefficiente di sicurezza (mooooolto sicuro)

Probabilmente sto sminuendo alquanto quello che sembrava un bel sogno, ma la logica mi dice questo.

 

In aggiunta, mi sembra che siano assenti i piani di profondità! Sbaglio? Ma allora ci sono dei thrusters verticali? Come mantiene la quota?

Fra l'altro, mi domando quale possa essere la durata delle immersioni. Una notte? Per mantenere la quota, ammesso e non concesso che i piani di profondità ci siano, occorre comunque mantenere una minima velocità di manovra di 2-3 nodi (giusto Dir?), il che comporta batterie non piccole, visto che di snorchel proprio non se ne parla...

 

Infine, dalle foto si evince una riserva di spinta clamorosa, ben oltre il 50%! Si tratta quindi del primo vero "sommergibile" da moltissimi anni! Forse, la gestione di un volume così grosso da allagare non consentirebbe una facile e veloce immersione, né il mantenimento dell'assetto in modo molto agevole

_____________

 

Ma allora, visto che non si tratta di una bufala, cosa possiamo pensare?

Personalmente un'idea me la sono fatta: potrebbe trattarsi di una "nave sommergibile" che si immerge soltanto da ferma, staticamente, senza propulsione subacquea né timoni di profondità.

Non si ferma a mezz'acqua, ma si posa sul fondale, ovviamente solo se questo ha profondità idonea (io mi aspetto soltanto 15-20 metri). Anzi, diciamo che il battello non si posa del tutto, ma fa solo appoggiare al fondo una o più ancore abbastanza pesanti, in modo tale che la perdita di questo peso lo mantenga fluttuante alla quota dettata dalla lunghezza della catena (stesso principio delle catene che venivano fatte penzolare dai dirigibili tempo fa.)

Poi, con la nave immobile vicina al fondale, la permanenza è dettata solo dalla riserva d'aria. Passarci una notte intera non è un problema...

 

Per la risalita, che deve essere unicamente statica, si può pensare all'integrazione di un sistema di sicurezza con rilascio di una zavorra fissa in caso risulti problematico l'esaurimento della cassa emersione con aria compressa.

 

Conclusione: un hotel mono-camera semovente solo in superficie e sommergibile, per rimanere una notte fermo su un basso fondale opportunamente scelto.

Se dovessi fare qualcosa di relativamente semplice per tenere un paio di ospiti a dormire in fondo al mare, io farei così...

 

Addio poesia?

 

 

 

.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Hai perfettamente ragione Ocean, ed a questo mi riferivo quando affermavo, nel primo post, che 600m mi sembrano un po tanti. Però ritengo debba avere delle parti cilindriche di scafo resistente

 

L'impressione pittorica potrebbe non raccntare tutta la verita, nascondendo antiestetici timoni di profondità, ma potrebbe anche lavorare esclusivamente di assetto visto che le velocità sono sicuramente bassissime, se non addirittura nulle come giustamente ipotizzi.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ho trovato delle interessanti notizie sulla possibile profondità operativa del "Lovers Deep" e mi sa che Ocean's One ha ragione.

 

In questo articolo ( http://www.huffingtonpost.ca/2014/02/16/lovers-deep-submarine-hotel_n_4798541.html ) si dice che "L'hotel subacqueo 'Lovers Deep' può essere ormeggiato nei pressi della barriera corallina al largo della costa di Santa Lucia o vicino ad una nave da guerra affondata nel Mar Rosso."

 

Ho fatto delle ricerche su possibili navi affondate nel mar Rosso e ho trovato la nave mercantile Britannica "Thistlegorm". Il 6 ottobre 1941 un gruppo di bombardieri tedeschi attaccarono la "Thistlegorm" che venne colpita da un'unica bomba sulla stiva dove erano immagazzinati esplosivi che causò il sezionamento dello scafo. La nave affondò praticamente intatta esclusa la parte poppiera quindi oggi è un ottimo sito di immersioni. Ma la cosa veramnte iportante è che si trova all'incira a 30 metri di profondita quindi, il "Lovers Deep" teoricamente dovrebbe avere una pofondità operativa che si aggira cira dai 20 ai 30 metri di profondità.

 

A sotegno di questa tesi c'è anche il relitto "Alta Gracia" nella barriera corallina di Santa Lucia: "Il Relitto Alta Gracia è di un rimorchiatore di circa 40 metri di lunghezza adagiato sul fondo della barriera ad una profondità di 27 metri. Giace proprio sull’orlo della barriera prima che questa precipiti verticale per decine di metri di profondità. Pochi metri più in là e la nave sarebbe precipitata verso gli abissi."

 

2l8ep91.jpg

Relitto "Thistlegorm"

 

27y5wrk.jpg

Relitto "Alta Gracia"

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
Sign in to follow this  

  • Forum Statistics

    • Total Topics
      44,290
    • Total Posts
      510,101
×