Jump to content
Sign in to follow this  
Totiano

Licenza Ufficiale 2016 A Treviso- L'uomo E L'abisso

Recommended Posts

E' iniziata!

Un evento impegnativo come pochi nel quale Betasom sta esprimendo, come sempre il massimo!

Ci sono i modellisti, ci sono i ragazzi dangerous waters, i collezionisti e gli storici.

E c'è la voglia di stare insieme, anche questa volta con i ragazzi del Nautico di venezia, una piacevole costante,

 

Cosi, dopo la visita alla mostra eccoci prima a desinare piacevolmente e successivaemmente la salone dei trecento per illustrare l'epopea dei sommergibili con la presentazione 3 libri.

 

Giornata stancante ma, come sempre memorabile! Ora a voi i commenti, mentre preparo qualche foto

 

la mostra

12419370_1707139799518414_38197579578502

 

12489434_1707139819518412_69461024162962

 

12419180_10207203360474626_7158090052895

 

12418964_10207203362114667_4489701685481

 

12471894_10207203363194694_8433146830441

i ragazzi di betasom al lavoro

12484811_10208382498828666_6271966320605

 

 

la presentazione dei libri

 

1936493_10208454710711174_65167865995520

 

10583860_1669964873260318_80066061009524

 

12402125_10207203327753808_7708295812832

Edited by Totiano

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ciao a tutti, l'impegno continua fino al 6 e tra poco riapriremo i battenti. Non ho il tempo materiale per condividere con voi ora le foto e scrivere di questi giorni, ma voglio darvi un dato interessante: nella giornata di ieri sono stati staccati 2500 biglietti, di cui 800 direttamente dalla Camera di Commercio (ricordo che le sedi dell'evento sono 2, l'altra è presso la Sala dei Trecento); nella seconda sede, che è in Piazza dei Signori, ci sono i LEGO e così si spiega la differenza di biglietti fatti, ma ricordate che il biglietto è valido per entrambe le sedi e che quasi tutti sono poi andati a visitare l'altra.

 

Un bel numero che difficilmente ripeteremo nei prossimi due giorni, ma che contiamo di superare il 6 gennaio, giorno di festa!

Share this post


Link to post
Share on other sites

In attesa di preparare le foto ringrazio tutti i presenti per la splendida compagnia, come sempre è stato un vero piacere.

Mi scuso se alcuni di voi non ho potuto salutarli a dovere ma avevo raggiunto l'ora limite per il rientro e se avessi aspettato il termine della conferenza avrei fatto troppo tardi.

A presto per il resoconto della licenza !!!!

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ciao a tutti, rientrato alla base, devo dire che come al solito la manifestazione è riuscita molto bene.

Ho avuto il piacere di conoscere di persona Regia Marina e il suo papà.

Insieme abbiamo supervisionato la postazione del simulatore mentre parte della squadra partecipava alla conferenza. Ma proprio in quel momento c'è stato un notevole flusso di ragazzi e bambini affascinati dal ns simulatore.

Purtroppo il giorno dopo appena svegliati é iniziato a nevicare, visto la strada da fare abbiamo deciso di rientrare subito. Mi scuso con tutti se non ci siamo visti per i saluti.

Ringrazio Serservel e Totiano per l'eccellente organizzazione.

 

WP_20160103_14_38_48_Pro_zpsoyhbiyog.jpg
WP_20160103_14_38_27_Pro_zpsfbwd44gj.jpg
WP_20160103_14_38_16_Pro_zpskgdf9ynd.jpg
WP_20160103_14_38_02_Pro_zpsiztsl6qw.jpg
WP_20160103_14_37_26_Pro_zpsgjwmxewo.jpg
WP_20160103_14_37_09_Pro_zpsvjaw9cly.jpg

Edited by Drakken

Share this post


Link to post
Share on other sites

Un saluto a tutti,

 

per le foto le posterò stasera, però nel frattempo ci tenevo a ringraziare tutti i partecipanti per le belle giornate passate.

Grazie soprattutto a Simone / Serservel il quale credo che senza il suo impegno non avremmo avuto una sezione Betasom all'interno della mostra così bella e piena di contenuti di grande valore storico e modellistico.

Un Grazie alla Marina Militare rappresentata dai due Ragazzi dell'ufficio stampa del comando sommergibili con il quale ho avuto più volte modo di conversare tra un bambino e l'altro alla postazione DW.

 

Finalmente sono riuscito a dare un volto a chi con me si diverte nelle serate a Dangerous Waters e sto parlando di Von Faust e Drakken (Serservel gia avevo avuto modo di conoscerlo precedentemente).

 

Come al solito un grazie allo staff di Betasom che ha fatto girare tutta la macchina del raduno in perfetto ordine ed efficienza.

 

Passando alla mostra:

Io sono stato presente ai preparativi del giorno precedente all'apertura e a tutto il giorno successivo (ovvero il primo giorno di mostra con tanto di innaugurazione) per finire con un'oretta e poco più il secondo giorno di mostra.

La partecipazione è stata tanta, parlo ovviamente della sezione Betasom, domenica ho avuto davvero poco tempo per pensare al resto, come al solito l'unione del virtuale (un simulatore) e il materiale (un modellino) soprattutto se accompagnati da entrambe le parti da persone che spiegano cosa si stà effettivamente vedendo (per il modello soprattutto il 212 della Marina Militare era sempre ottimamente spiegato da uno dei due Sottoufficiali presenti alla mostra e sempre pronti a fare di un bambino curioso un futuro Sommergibilista) e dall'altra da me e Marco/Drakken e i primi tempi anche insieme a Von Faust / Fausto che spiegavamo ai ragazzi/bambini/genitori o semplicemente adulti curiosi cosa è un simulatore e cosa permetteva di fare il gioco (credo che su Steam abbiano avuto un'impennata di acquisti di questo gioco in quei giorni dalla tanta pubblicità fatta).

Virtuale e Modello hanno catalizzato intorno alla nostra postazione tanti bambini, ragazzi, adulti curiosi che ci chiedevano se erano dei video quello che stavano vedendo sui monitor o qualcos'altro e quando dicevamo che si trattava di un simulatore/gioco si interessavano e volevano provare (cosa che poi facevano regolarmente) (i bambini lato Drakken hanno collezionato una quantità enorme di pescherecci affondati, dalla parte mia invece il bersaglio preferito dai ragazzi erano le navi da crociera prese per sbaglio da qualche missile).

 

A stasera per le foto e altri dettagli

Share this post


Link to post
Share on other sites

Eccomi con le foto e qualche racconto delle giornate passate a Treviso:

 

Sabato 2 Gennaio

 

Io e mio padre siamo partiti alle ore 8:15 dalla Stazione Roma - Termini a bordo del Regio Treno Italo 9980 con destinazione finale Venezia Mestre nel quale contiamo di arrivare per le 11:48 così da sfruttare la coincidenza con il Regio Regional Treno diretto a Treviso Centrale nel quale arriviamo in perfetto orario intorno alle 12:30.

Ci mettiamo subito in contatto con l'infaticabile Serservel il quale ci scorta fino al B&B che ci farà da letto per i giorni successivi.

Sistemate le valigie ci dirigiamo alla sala della camera di commercio, luogo dell'evento, dove pranziamo in compagnia del Dir. Totiano con un pranzo a base di ottimi panini con dell'ottimo prosciutto offertoci dagli organizzatori (o almeno credo che fossero tali).

Finito di pranzare ci mettiamo al lavoro per sistemare la postazione Dungerous Waters, nel frattempo ci raggiunge anche Von Faust da Genova e iniziamo a montare il tutto pronti per il giorno dopo, quando si apriranno le porte al pubblico.

Ceniamo insieme a Von Faust in una pizzeria del centro di Treviso "Da Fausta" dove mangiammo tanto, bene e pagammo il giusto.

Dopo cena tutti a nanna per il giorno dopo.

 

Domenica 3 Gennaio

 

Finiti gli ultimi preparativi (la mostra inziava alle ore 10:00, ma noi eravamo lì intorno alle 9) in compagnia anche dei Sottoufficiali della Marina Militare Nicola e Cosimo (mi scuso ma ho dimenticato i cognomi e i gradi) che hanno scaricato il loro mezzo pieno di materiale espositivo abbiamo iniziato ad avviare le missioni preparate dall'ottimo Von Faust

 

Ecco un esempio di queste missioni

 

jj4f4m.jpg

 

Nel frattempo al gruppo di aggiunge Drakken e Consorte (Leonessa) e possiamo iniziare una serie di missioni multi-piattaforma e iniziamo anche ad avere un nutrito pubblico come spettatore

 

In foto il pubblico è rappresentato dai ragazzi del nautico che seguono una nostra missione che vedeva Drakken a bordo della Fregata Bergamini, Von Faust a bordo di un elicottero NH-90 e io a bordo di un battello classe Todaro.

Il tutto spiegato da Serservel in uno dei pochi momenti che lo abbiamo visto quasi "libero"

 

34s16w3.jpg

 

La mostra ha visto il suo apice intorno alle ore 15:00 fino alle ore 19:00, in questo frangente la nostra postazione è stata presa letteralmente d'assalto da curiosi e persone interessate dal simulatore, ma non solo la postazione ma anche i modelli Betasomiani hanno avuto il loro pubblico interessato.

 

Ecco una sere di foto eseguite a distanza di minuti una dall'altra che mostrano l'affollamento che vi era in quel momento

 

Questa era la Sala dove erano esposti i modelli del Gruppo Amici del Modellismo (ovvero il gruppo promotore della fiera, giusto Serservel?), si può vedere una certa folla

 

 

mm5tw4.jpg

 

Quest'altra invece riguarda una parte dove erano sistemati i nostri modelli e i pannelli esplicativi della storia dei Sommergibili, anche qui una bella ressa di interessati

 

2r6jvol.jpg

 

yyz46.jpg

 

Infine una delle nostre postazioni dove Drakken sta facendo fare ai bambini strage di pescherecci

 

2nstagy.jpg

 

Con queste ho finito le foto non ho potuto farne molte perchè eravamo sempre occupate, per poter fare queste ho sfruttato un momento in cui il pc si è riavviato per un problema "tecnico" (in foto infatti si è appena riavviato).

 

Non ho potuto salutare quasi nessuno di quanti sono venuti al raduno se non a pranzo, poi durante la mostra li ho completamente persi di vista, mio padre compreso complice anche il fatto che la seconda parte del raduno si è svolta in un'altra sede della Mostra e non tutti sono tornati poi da noi per salutarci.

 

 

Per il resto posso dire di essermi divertito, e spero di aver "divertito" anche i tanti ospiti alle nostre postazioni virtuali, io e Drakken (Von Faust era gia sulla via di Genova) ci siamo divisi le persone, a lui sono toccati i gruppi di bambini, a me arrivavano per lo più adolescenti spesso attirati dal 212 sullo schermo dopo che erano stati istruiti da uno dei due Sottoufficiali della Marina Militare i quali cercavano di svegliare il sommergibilista immerso in ogni bambino.

 

Grazie ancora a tutti, soprattutto a Serservel che ha curato il tutto con il massimo impegno e professionalità.

Auguro alla mostra giorni pieni di gente perchè i contenuti sono meritevoli di tanto pubblico.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Mi sento in dovere di ringraziare chi si è dato tanto da fare per l'ottima riuscita della manifestazione (e del raduno); credo che BETASOM abbia fatto una splendida figura, e così la Marina Militare, pure presente con un suo stand.

 

Riuscitissime anche le conferenze dell'amm. Romano Sauro, ormai...arruolato quale betasomiano, e le presentazioni di Totiano dedicate a Vedetta Atlantica e Delfini d'acciaio

 

Grazie a tutti i partecipanti...anche dalla Marinana :wink:

Share this post


Link to post
Share on other sites

Povera Elena, come l'hai tratta! Ma lei è stata ... Eroica" :smiley19:

 

I complimenti vanno al team di DW che ha lavorato tutta domenica, ma ogni nostro ringraziamento e complimento deve andare a Simone, che si è fatto "in sedici" per stare dietro a tutto, e ai 2 ragazzi della Marina (C°Carbotti e C°Caputi), perchè lo spirito e la forza con cui hanno affrontato l'evento sono davvero da ventenni!

Share this post


Link to post
Share on other sites

Eccomi qua, chiedo scusa per il ritardo ma le fatiche non mi hanno risparmiato e l'ultimo giorno di smantellamento della mostra mi ha dato il colpo di grazia; solo ora ho un po' di tempo libero e spero sia sufficiente a raccontare tutto.

 

L'impresa è cominciata molti mesi fa, a metà estate, quando abbiamo concretizzato l'impegno con il Gruppo Amici del Modellismo di Treviso e l'ONLUS I CARE di allestire un'area espositiva iniziale nella sede principale dell'evento, la Camera di Commercio di Treviso. L'argomento era "i sommergibili" e Betasom si proponeva di riproporre la mostra "Sommergibili in Adriatico", già esposta in altre sedi.

Nei mesi successivi si sono succeduti i viaggi di Totiano per portare il materiale (pannelli e modelli) a Treviso, così come i contatti con il museo Galata e la Marina Militare per avere in prestito modelli e personale da impiegare durante la mostra.

 

Dal 29 dicembre al 2 gennaio c'è stato l'allestimento della mostra, un lavoro molto duro e difficile ma che ha portato ad un risultato di tutto rispetto; la sera del 2 gennaio sono arrivati due membri della componente dei Sommergibilisti, con al seguito modelli e altro materiale che hanno completato il quadro.

 

L'apertura della mostra il 3 gennaio ha avuto un notevole successo con 2500 visitatori che non hanno risparmiato né il team DW né i sommergibilisti che si sono prodigati in dimostrazioni e spiegazioni, senza contare l'eccezionale guida nella figura di Totiano, che ha guidato i ragazzi dell'Istituto Nautico di Venezia e i visitatori attraverso il percorso espositivo.

Anche le conferenze del pomeriggio, tenute dall'Amm. Romano Sauro e lo stesso Totiano hanno avuto un discreto successo, per quanto si possa capire come siano argomenti che interessano pochi appassionati; è intervenuta a sorpresa anche una rappresentanza del locale Rotary Club, che ha poi preso i contatti con gli oratori allo scopo di organizzare futuri appuntamenti nella città. :smiley19:

 

I giorni di lunedì e martedì sono stati i più tranquilli, essendo giorni feriali, ma né il sottoscritto né gli amici della Marina Militari si non risparmiati nell'accogliere e coinvolgere i visitatori.

 

Mercoledì 6 c'è stata invece l'Apocalisse :ohmy:: più di 6000 visitatori hanno invaso le sedi della mostra, tanto che in alcuni momenti la biglietteria ha dovuto sospendere gli ingressi per questioni di sicurezza! C'era gente ovunque che ha chiesto, ha provato il simulatore, ha acquistato gadget, ha preso dépliant, ha discusso e si è divertita, una delle cose più importanti e a cui tutti tenevamo molto. Non sono stati pochi i complimenti e le persone che si sono ripromesse di frequentare il nostro forum, oppure che già lo frequentavano in disparte, da non iscritti, e forse in futuro decideranno di approfondire.

 

Io non sono in grado di descrivere le emozioni di questi giorni, sono state veramente tante, né la gratitudine verso i membri della componente Sommergibili, Capo Nicola Carbotti e Capo Cosimo Caputi, che sono stati ospiti ed encomiabili padroni di casa, così come per i ragazzi di DW Von Faust, Drakken e Regia Marina che hanno intrattenuto i visitatori il giorno dell'inaugurazione, ve lo lascio quindi immaginare e rimando alle foto, che ho dovuto epurare causa il loro numero, ma che sono disponibile a dare in formato originale a chiunque me lo chiedesse.

DSC00702_zps2nrhdwza.jpg

Clicca sulla foto per vedere l'album

 

Ultimo ma non ultimo: un grazie gigante anche alla mia ragazza, Sara, che il giorno dello smantellamento è rimasta con noi fino alla fine a sporcarsi le mani, oltre ad avermi sopportato e supportato in questi mesi; ora sta facendo il possibile per rimettere insieme i cocci :wink:

Edited by serservel

Share this post


Link to post
Share on other sites

bella mostra,forse sacrificata un po dallo spazio troppo piccolo

 

Non mi sembrava così piccolo lo spazio, anzi devo dire che la sezione riservata a Betasom e alla MMI aveva ampi spazi di manovra, logicamente gli altri spazi esponevano plastici e diorami che di loro ingombrano tanto e ci si camminava abbastanza stretti tra i vari banchi di esposizione.

 

L'altra sala invece non ho avuto modo di visitarla, l'unica volta che ci sono andato avevo uno scatolone di libri in mano e guardare i LEGO era il mio ultimo pensiero ma dalle foto mi sembrava abbastanza spaziosa anch'essa.

Dubito si trovino in giro sale così grande non adibite allo scopo (es: padiglioni di fiere ecc...)

Share this post


Link to post
Share on other sites

bella mostra,forse sacrificata un po dallo spazio troppo piccolo

 

Non hai tutti i torti, Ivano, ma forse dovremmo vederla al contrario: abbiamo portato troppo materiale!

Siamo comunque entusiasti della cosa, perchè essere all'ingresso della mostra ha, in qualche modo, obbligato i visitatori (totalmente ignari di cosa sia un mezzo subacqueo) a interessarsi. E da li a entusiasmarli il passo è stato brevissimo!

 

E' stato un piacere reincontrarti!

Share this post


Link to post
Share on other sites

Non hai tutti i torti, Ivano, ma forse dovremmo vederla al contrario: abbiamo portato troppo materiale!

Siamo comunque entusiasti della cosa, perchè essere all'ingresso della mostra ha, in qualche modo, obbligato i visitatori (totalmente ignari di cosa sia un mezzo subacqueo) a interessarsi. E da li a entusiasmarli il passo è stato brevissimo!

 

Bisogna anche considerare che il visitatore medio non legge molto, guarda le immagini e i testi brevi.

 

Secondo me, in futuro dovremo considerare l'idea di essere sempre presenti a eventi del genere, anche se non come protagonisti come questa volta, per mantenere vivo il ricordo di noi e far presente che CI SIAMO!

 

---

 

Tutte le mie foto sono consultabili dal mio account di DropBox.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Non ci sono parole per descrivere l'esito dell'iniziativa, se non, marinarescamente:

 

OMEGA 9

 

 

con diritto al monumento equestre per chi si è dato così tanto da fare :wink:

Share this post


Link to post
Share on other sites

Nell'ultimo giorno di mostra c'è scappata anche l'intervista. Anche se è stata tagliata la parte su Betasom, è pur sempre interessante ed è cosa buona e giusta far arrossire il buon Totiano :wink:

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Marco, lo so che la cadenza veneta è una delle più "attaccaticcie" in assoluto. E che frequenti molto Venezia. E che per i Veneti tu hai ancora la cadenza romagnola.

Ma fatti controllare da Luisa (nel senso di fatti ascoltare): hai cadenza veneta! :blink:

Share this post


Link to post
Share on other sites

Non hai tutti i torti, Ivano, ma forse dovremmo vederla al contrario: abbiamo portato troppo materiale!

Siamo comunque entusiasti della cosa, perchè essere all'ingresso della mostra ha, in qualche modo, obbligato i visitatori (totalmente ignari di cosa sia un mezzo subacqueo) a interessarsi. E da li a entusiasmarli il passo è stato brevissimo!

 

E' stato un piacere reincontrarti!

anche x me è stato un pacere rivederti............ciao Marco

Share this post


Link to post
Share on other sites

Come già altre volte vi ho evidenziato, esiste una intranet Marina nella quale viaggiano info di vario interesse. Oggi c'è questo articolo

 

Treviso - Conclusa l’11^ Mostra del modellismo dal tema: “L’uomo e l'Abisso, il Sommergibile”

Autore: Nicola Carbotti

Revisore:
21/01/2016 17:00
Dal 3 al 6 gennaio si è svolta l’11^ Mostra di Modellismo della città di Treviso, nello spazioso salone della “Camera di Commercio”, un'estesa esposizione che presenta ogni anno il meglio del settore.
Tra i numerosi espositori giunti da ogni parte d’Italia, anche la Marina Militare, presente con un team delComando Flottiglia Sommergibili, che ha partecipato all’allestimento portando dalla base di Taranto due bellissimi modelli in scala di un Sommergibile classe SAURO e di un classe TOTI, una speciale “tuta mk10” per la fuoriuscita individuale da sommergibile sinistrato, decine di gigantografie illustranti i mezzi e la vita a bordo dei sommergibili, alcuni video promozionali e migliaia di brochure illustrative sulla Componente Subacquea della M.M., letteralmente andate a ruba, insieme ai numerosi gadget per i quali i più giovani hanno mostrato particolare interesse.
12438992_10207330405090662_661641787851112507325_10207330405450671_1404225734103
Alla cerimonia di apertura erano presenti: il Vice sindaco di Treviso, Dott. Roberto GRIGOLETTO, il Sindaco della vicina Conegliano Veneto, Dott. Floriano ZAMBON, il Presidente dell’Associazione “Gruppo Amici del Modellismo” di Treviso, Arch. Francesco POMIATO, e il Presidente dell'ONLUS "I CARE" Giovanni RASERA, i quali hanno espresso parole di ringraziamento agli espositori e particolarmente rivolte all'Associazione Culturale Betasom la quale, grazie al lavoro del Capitano di Fregata Marco MASCELLANI, nella sua doppia veste di Ufficiale sommergibilista e Membro del Direttivo dell'associazione, unitamente al socio Simone CERVELLIN, ha curato l’allestimento dell'area storico-espositiva dal tema “L’uomo e gli Abissi – il Sommergibile”.
Giocare divertendosi con la cultura, è lo scopo di queste manifestazioni che supportate da un’estrema perfezione nella realizzazione degli oggetti esposti, sono certamente da considerarsi un tassello culturale in più per il visitatore, che vede nelle creazioni più interiormente l’uomo nella sua natura e il suo rapporto con la macchina”; questo, in sintesi, il discorso del Presidente POMIATO, nella sua breve allocuzione di ringraziamento.
Durante la giornata inaugurale sono state rievocati alcuni momenti importanti del “sommergibilismo” italiano e del relativo contesto storico, attraverso la presentazione di tre libri: l'ammiraglio Romano Sauro, nipote dell'Eroe e Patriota Nazario, ha narrato con particolare emozione la vita del nonno in Istria; la platea ha rivissuto le azioni di ricognizione del pilota Nazario Sauro a bordo dei sommergibili fino alla tragica notte in cui il Sommergibile Pullino si arenò sullo scoglio della Galiola e l’eroe fu catturato.
12573956_10207330405850681_654221962188012540973_10207330406250691_1307358347939
Il Comandante Mascellani, attraverso le pagine del volume “Vedetta Atlantica” realizzato dall’Associazione Betasom, ha poi ripercorso le tappe che portarono la Regia Marina con i suoi sommergibili a essere protagonista in Atlantico durante la Seconda Guerra Mondiale trattando poi il periodo più recente, partendo dalla guerra fredda fino alla guerra al terrorismo, attraverso il romanzo “Delfini d'Acciaio” .
La grande partecipazione della cittadinanza all’evento (si sono contati più di 10.000 visitatori) ha richiesto un impegno straordinario del personale sommergibilista presente, felice di dare risposta alle inesauribili e variegate domande poste dai visitatori che hanno mostrato un inaspettato, quanto vivo interesse, non solo per i modelli esposti ma anche per alcuni video sulle attività dei sommergibili, alcuni d’epoca, altri realizzati recentemente, proiettati su un grande schermo, motivo peraltro del formarsi incessante di folti gruppi d’interessati spettatori.
Molto successo ha avuto anche il simulatore “DANGEROUS WATERS” creato ed illustrato dal Team del Sig. Simone CERVELLIN che ha attirato numerosi ragazzi desiderosi di provare a sfuggire “silenziosamente” all’attacco di navi ed aerei antisommergibile. Doveroso infine sottolineare, che il ricavato dalla vendita dei biglietti d’ingresso è stato devoluto in beneficienza a favore dell'ONLUS "I CARE", attiva nell'assistenza delle popolazioni in Africa e delle famiglie indigenti a Treviso.
12565578_10207330406850706_8754626636316

Share this post


Link to post
Share on other sites

Che lo Spalletti scorra a fiumi e le salamelle sommergano i tavoli!

 

Oggi ho ricevuto una lettera dall'amm. Giacomin, che, come sapete, è il comandante dei Sommergibili. Il testo, di cui vi riporto la parte pregnante, si commenta da solo!

 

 

 

Sono onorato ed orgoglioso dell’operato dei Sommergibilisti di COMFLOTSOM, ma lo sono soprattutto del risalto reso alla Componente attraverso queste importanti iniziative di solidarietà come lo è stata la 11A Mostra di Modellismo svoltasi dal 3 al 6 gennaio u.s. a Treviso.

Se la ONLUS I CARE è riuscita a raggiungere il record di presenze registrate durante la Mostra, così come riportatomi dal Presidente Giovanni RASERA, il merito è anzitutto grazie al contributo dettato dalla passione per i Battelli, trasferito in maniera empatica dagli Amici di BETASOM, che con le molteplici stimolanti manifestazioni di omaggio alle azioni ed alle tecniche degli Uomini e dei Battelli, rende onore ai Sommergibilisti ed ai Sommergibili.

Spero ci siano ulteriori occasioni nel futuro per continuare a mantenere viva la fiamma della passione ed a catalizzare la curiosità verso questa affascinante e meravigliosa Componente che basa i suoi valori su pilastri etico-morali di altissimo livello, quali umanità, lealtà, dignità, ardimento, disciplina e senso del dovere, che traggono le loro radici dai valori di uomini di altri tempi, uomini a cui volgiamo i nostri cuori ed a cui ci ispiriamo costantemente, uomini che con le loro imprese ed audaci azioni, talvolta con il loro stesso sacrificio, hanno reso onore alla Patria in momenti storici duri e densi di situazioni perigliose.

 

Credo che sia il più bel riconoscimento per tutti coloro che, direttamente o indirettamente, hanno collaborato alla riuscita dell'evento di Treviso...

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
Sign in to follow this  

  • Forum Statistics

    • Total Topics
      44,562
    • Total Posts
      516,769
×