Jump to content
Sign in to follow this  
Steffsap

Il Montecuccoli In Cina - Foto Inedite (?)

Recommended Posts

Ricevo dal gentilissimo Federico, nipote di uno dei piloti degli Imam imbarcati, alcune foto del Montecuccoli. Penso siano di notevole interesse e probabilmente inedite. Le posterò qui per i commenti e la identificazione dei luoghi/navi fotografate.

 

Ecco le prime due, ipotizzo alla partenza:

 

07.jpg

 

08.jpg

Edited by Steffsap

Share this post


Link to post
Share on other sites

Veramente molto belle e credo inedite!

 

GRazie per averle condivise con noi!!

 

Il CV nella foto insieme al vescovo potrebbe essere il comandante del Montecuccoli in quell'occasione e cioè Alberto Da Zara.

Se è la partenza per Shanghai si risale ai giorni sul finire dell'agosto 1937 a Napoli.

Edited by malaspina

Share this post


Link to post
Share on other sites

La prima foto non sembra scattata al porto di Napoli.

Non vedo binari ferroviari... e poi quella condotta provvisoria.... di cosa si tratta?

 

La seconda foto sembrerebbe il porto di Napoli ma..... le temperature non sono quelle di Agosto.

Edited by F21

Share this post


Link to post
Share on other sites

GRAZIE a te STEFFSAP ed a Federico per queste foto e le altre che vorrai condividere con noi!

 

 

Federico mi dice che la prima dovrebbe essere alla partenza, la seconda invece probabilmente nel porto di Brisbane, in Australia.

Sicuramente a latitudini molto diverse: basta osservare le uniformi dell' equipaggio: estiva nella prima ed invernale nella seconda.

 

 

 

... e poi quella condotta provvisoria.... di cosa si tratta?

Curiosità legittima...e condivisa! :smile:

Share this post


Link to post
Share on other sites

Due foto prese dall'Imam, una del Montecuccoli e una di una unità US Navy, probabilmente un incrociatore pesante della classe Northampton.

 

0105.jpg

0106.jpg

 

Federico mi segnala che le due foto iniziali dovrebbero essere una a Brisbane nel gennaio del 1938 ed è la visita dell'arcivescovo alla nave; la seconda è stata scattata a Melbourne nel febbraio del 1938.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Non credo proprio che la prima fotografia ritragga il Montecuccoli a Napoli nell'agosto 1937.

Lo stesso Da Zara, nel suo Pelle d'ammiraglio, ricorda che dopo la partenza (preavviso di 6 ore!) da Genova per Shanghai, con tappa a Spezia, dovette fermarsi una seconda volta a Napoli, per andare a rapporto dal capo del governo.

Scrive lui stesso: "Così il 29 agosto ai primi chiarori dell’alba davo fondo a Napoli, davanti a Santa Lucia, e partivo per la capitale." Dopo l'incontro a Palazzo Venezia, Da Zara tornò di corsa a Napoli e "rientrato sul Montecuccoli, salii direttamente sulla plancia, ancora in abito civile, e misi in moto, pochi minuti prima che si iniziasse il 30 agosto, alla velocità di 24 nodi. Diciassette giorni dopo davo fondo nelle acque di Woosung".

Non credo quindi che, stando a quanto scrive, il 29-30 agosto abbia avuto tempo per fare public relations in coperta con alti prelati

Share this post


Link to post
Share on other sites

Un aiuto potrebbe venirci dal libro di Carla CASAZZA "MONTECUCCOLI 1937 - 38 Viaggio in Estremo Oriente"

 

Federico mi dice che la prima dovrebbe essere alla partenza, la seconda invece probabilmente nel porto di Brisbane, in Australia.

Forse è il contrario. O meglio: nella prima (divisa estiva) potrebbe essere a Brisbane nel Gennaio 1938 (là è Estate). Per la seconda non saprei...

Share this post


Link to post
Share on other sites

Quanto alla prima fotografia, dovrebbe trattarsi del mattino del 23 gennaio 1938, allorché l'arciverscovo di Brisbane, James Duhig, celebrò una messa a bordo del Montecuccoli

 

9895809.jpg

Share this post


Link to post
Share on other sites

... e una di una unità US Navy, probabilmente un incrociatore pesante della classe Northampton.

96e4ie.jpg

Infatti si tratta del CA 31 AUGUSTA.

Share this post


Link to post
Share on other sites

96e4ie.jpg

Infatti si tratta del CA 31 AUGUSTA.

 

 

Per essere certo dell'identificazione ci sono caratteristiche della specifica nave inconfondibile o hai verificato il posizionamento ai tempi?

 

In attesa che Federico prenda in mano il thread, due splendide foto della poppa e dell'albero del Montecuccoli:

 

01.jpg

02.jpg

Share this post


Link to post
Share on other sites

Per essere certo dell'identificazione ci sono caratteristiche della specifica nave inconfondibile o hai verificato il posizionamento ai tempi?

Ho guardato la pagina dedicata all' AUGUSTA sull' ottimo NAVSOURCE

Share this post


Link to post
Share on other sites

Come ho riferito più su, al post n. 4, la seconda foto sembra scattata al Molo Angioino di Napoli.

Share this post


Link to post
Share on other sites

da base artica, marco

 

esiste in commercio un magnifico libro fotografico in merito alla campagna di navigazione relativa:

 

http://www.goodreads.com/book/show/10024601-montecuccoli-1937-38-viaggio-in-estremo-oriente

 

https://montecuccoli1937.wordpress.com/page/3/

 

io l'ho, e lo posso solo consigliare.

 

inoltre il circolo di castelfranco ha pure altro materiale interessantissimo,

http://www.betasom.it/forum/index.php?showtopic=39005

 

saluti marco

Share this post


Link to post
Share on other sites

C'è anche un bell'articolo fotografico sul Bollettino dell'Ufficio Storico di qualche anno fa sul viaggio del Montecuccoli in Estremo Oriente

Share this post


Link to post
Share on other sites

Il liner della 2° foto è il CONTE ROSSO. Non so nulla in merito allo schiacciamento della prua. La località dovrebbe essere Shanghai.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Qualcosa non torna...

0209.jpg

Questo è il "motor liner" Francese GEORGES PHILIPPAR ben riconoscibile dai due bassi e rettangolari fumaioli (quello prodiero era un "dummy"). Il punto è che ebbe vita brevissima: circa 4 mesi essendo stato distrutto dal fuoco (punto debole per molte navi Francesi...) nel Maggio 1932 (!) nel Golfo di Aden. Per cui questa è una foto ripresa in occasione diversa dalla crociera del nostro MONTECUCCOLI.

 

Un' altra mia curiosità è la grande bandiera Francese dipinta sullo scafo. Che io sappia tale insegna veniva fatta in caso che fosse necessario il ben manifestare la propria nazionalità. Ebbene non ricordo che nel 1932 ci fossero tensioni internazionali da esser costretti a dipingere bandiera sullo scafo...

Edited by Alfabravo 59

Share this post


Link to post
Share on other sites

La cosa si fa interessante. Però erano tre navi gemelle, quindi potrebbe essere una delle altre due (FELIX ROUSSEL,GEORGES PHILIPPAR, ARAMIS) Ma il porto? Le due torri sullo sfondo sono abbastanza caratteristiche.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Però erano tre navi gemelle...

:doh: Hai ragione :blush: ! dimenticavo le altre due "gemelle"! Da una rapida ricerca su Internet direi che si tratti della FELIX ROUSSEL. Per cui abbiam risolto anche il "mistero" della bandiera dipinta.

 

P.S. In riferimento all' incr. Americano AUGUSTA, alla pag. 113 del già da me ricordato libro "MONTECUCCOLI 1937 38 - viaggio..." c' è una foto degli "idro" di questa nave con tanto di nome sulle carlinghe.

Edited by Alfabravo 59

Share this post


Link to post
Share on other sites

Il liner della 2° foto è il CONTE ROSSO. Non so nulla in merito allo schiacciamento della prua. La località dovrebbe essere Shanghai.

 

Il 17 settembre 1937, causa una fitta nebbia, il "Conte Rosso" subiva una collisione vicino a Shanghai riportando danni alla prua per cui dovette assere rimorchiato a Hong Kong per le prime riparazioni, rientrando poi in Italia per il completo ripristino.

 

http://www.betasom.it/forum/index.php?showtopic=32326&p=404803

Edited by danilo43

Share this post


Link to post
Share on other sites

Questa foto mi lascia perplesso. Mi viene in mente un incrociatore giapponese, ma...

Concordo sulla tua perplessità. Anche a me lo scafo ( :ohmy: ma dove sono le sovrastrutture? Magnifico esempio di mimetismo :laugh: !) ricorda un incrociatore (pesante, direi...) Giapponese.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Concordo sulla tua perplessità. Anche a me lo scafo ( :ohmy: ma dove sono le sovrastrutture? Magnifico esempio di mimetismo :laugh: !) ricorda un incrociatore (pesante, direi...) Giapponese.

:doh: Un momento! Commentando quest' ultima foto presupponevo che anche questa fosse stata fatta a Shanghai, ma il MONTECUCCOLI andò anche in Giappone. Ecco allora che molto probabilmente siamo di fronte ad un incr. Giapponese in allestimento: buona parte dell' opera viva è visibile. A mio parere ci son alcuni elementi che potrebbero identificare questa unità.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Concordo sul pesante. Gli arsenali navali giapponesi non erano poi tanti, quindi sapere dove dovrebbe essere facile. E' interessante anche la prua della grande nave civile che si vede a sinistra.

Share this post


Link to post
Share on other sites

dal racconto dell'ammiraglio Da Zara non sembrerebbe che gli abbiano permesso di vedere molti arsenali militari, se ricordo bene il Montecuccoli su ospitato in un cantiere civile a Yokohama ed ha visitato anche Kobe

Edited by Iscandar

Share this post


Link to post
Share on other sites

Questa foto mi lascia perplesso. Mi viene in mente un incrociatore giapponese, ma...

 

0402.jpg

Esaminando meglio la nave ipotizzo che potrebbe essere la portaerei SORYU in allestimento a Kobe nel 1937. Gli elementi che mi fan pensare a questa nave sono il breve cavallino prodiero e le piazzole per le armi a.a. fuori murata. Un ulteriore aiuto potrebbe venire dall' osservare l' immagine quì sotto:

 

2u3xrg7.jpg

 

Come al solito m' interessano anche altri pareri.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Questa foto mi lascia perplesso. Mi viene in mente un incrociatore giapponese, ma...

 

 

0402.jpg

 

La foto in oggetto è stata scattata a Nagasaki (cfr foto successiva)

 

DtIPMt.jpg

In primo piano i magazzini costruiti davanti ai consolati britannico ed americano per nascondere il varo della Musashi. (Mitsubishi Heavy Industries)

Share this post


Link to post
Share on other sites

Questa foto mi lascia perplesso. Mi viene in mente un incrociatore giapponese, ma...

 

0402.jpg

Intanto abbiamo scoperto la località grazie a DANILO 43. Così, però, si torna...in alto mare con la nave :laugh: ! Infatti la SORYU fu costruita a Kobe, non a Nagasaki. Escluderei la quasi "gemella" HIRYU non corrispondendo nè il cantiere (Yokosuka Naval Arsenal) ed avendo un cavallino prodiero meno accentuato.

 

Escludendo le portaerei...torniamo agl' incr. pesanti con la cl. MOGAMI: scafo e date di avanzamento lavori son compatibili col TONE...

 

Il mercantile a sinistra potrebbe essere il KINAGAWA MARU: "falchetta", cavallino. picchi di carico e date corrisponderebbero abbastanza. In guerra svolse il compito di "seaplanes tender".

Edited by Alfabravo 59

Share this post


Link to post
Share on other sites

scusate mail Montecuccoli è passato da Nagasaki?

Da "PELLE D' AMMIRAGLIO" pag. 307: "Entrammo in Giappone per Nagasaki....."

 

Da "MONTECUCCOLI 1937 - 38" pag. 30: "...quindi proseguì la navigazione verso Yokohama e Aomori, con sosta a Nagasaki (2 aprile), Beppu e Kobe....."

Edited by Alfabravo 59

Share this post


Link to post
Share on other sites

Da "PELLE D' AMMIRAGLIO" pag. 307: "Entrammo in Giappone per Nagasaki....."

 

 

Ah, ma allora c'è qualcuno che ha letto quel libro :rolleyes::ph34r:

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ah, ma allora c'è qualcuno che ha letto quel libro :rolleyes::ph34r:

:laugh: Dopo aver letto TRE VOLTE l' edizione originale, c' è qualche motivo per cui debba acquistare anche quella nuova!? :laugh:

Share this post


Link to post
Share on other sites

uffa, io non ce l'ho... e sì che ne ho diversi ;).

in attesa di ulteriori indagini sull'incrociatore giapponese, per puro spirito di vendetta altri due liners. Nome e luogo a me sconosciuti:

 

0505.jpg

0917.jpg

Share this post


Link to post
Share on other sites

(...) altri due liners (...)

Occhio, che il primo è una delle due navi appoggio sommergibili britanniche HMS Maidstone o HMS Forth del 1937-40. :wink:

Share this post


Link to post
Share on other sites

Peccato non vedere i colori, ma pur in bianco e nero i fumaioli sembrano quelli della Italia Flotte Riunite.

Il liner, in molti particolari ha una straordinaria rassomiglianza con il Conte di Savoia: direi sia proprio lui !

Edited by danilo43

Share this post


Link to post
Share on other sites

Il liner, in molti particolari ha una straordinaria rassomiglianza con il Conte di Savoia: direi sia proprio lui !

Affermativo, DANILO 43! Si vede parte del nome, "CONTE", presso il bordo destro della foto.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Non resta altro che localizzare le due foto: l'unità a poppavia del Conte dovrebbe essere un buon aiuto.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Non resta altro che localizzare le due foto: l'unità a poppavia del Conte dovrebbe essere un buon aiuto.

Salvo errori, dovrebbe trattarsi proprio del Montecuccoli.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Occhio, che il primo è una delle due navi appoggio sommergibili britanniche HMS Maidstone o HMS Forth del 1937-40. :wink:

 

La Maidstone nel '39 era nel mediterraneo, la Forth no

Share this post


Link to post
Share on other sites

Alfabravo ordina... io eseguo. Però poiché sono tendenzialmente disubbidiente, tre foto della componente areonautica del Montecuccoli. :D

 

010.jpg

08%20%282%29.jpg

06.jpg

Share this post


Link to post
Share on other sites

Alfabravo ordina...

08%20%282%29.jpg

Alfabravo "ordina" :laugh: ...esagerato! :laugh: sono solo stimolato da queste belle immagini!

Effettivamente in questa foto il battellino è d' intralcio al brandeggio della catapulta. Però, essendo piccolo lo si poteva spostare a braccia senza tanti problemi.

Edited by Alfabravo 59

Share this post


Link to post
Share on other sites

eh, ma nelle foto prese a Pantelleria non c'era il battellino, c'era un cabinato da una parte e una... non so come chiamarla, ma una barca da almeno una ventine di posti dall'altra. Niente da spostare a mano. Questo significa che si poteva lanciare solo da una parte, quella della barca, e in modo risicatissimo. Questo mi stupisce non poco, perché mette dei vincoli operativi al lancio dell'idrovolante.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Effettivamente in questa foto il battellino è d' intralcio al brandeggio della catapulta.

Osservando meglio la foto mi viene il dubbio che il battellino fosse collegato alla catapulta...

 

 

08%20%282%29.jpg

Se la mia ipotesi fosse giusta...a che scopo tutto ciò? La prima idea che mi vien in mente è che il battellino fosse un mezzo di soccorso ai piloti del R.O. 43 in caso di lancio abortito.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
Sign in to follow this  

  • Forum Statistics

    • Total Topics
      44,156
    • Total Posts
      508,348
×