Jump to content
Sign in to follow this  
Regia Marina

Debriefing - Partita Giov 16 Ott 2014

Recommended Posts

Data la limitata partecipazione, il buon Fausto ha impostato una partita che si è rivelata molto interessante anche per futuri utilizzi.

 

L'obbiettivo era semplice da capire ma arduo dal completare.

Lo schieramento vedeva 3 Unità Sottomarine (Akula II Improved, Akula II, Viktor III) con il compito di forzare un blocco navale e sbarcare delle forze speciali per conquistare una base navale occupata.

A difesa di questa base vi era di tutto e di più, una vera (sulla carta) mission impossible.

Si andava da una FFG O.H Perry in difesa ravvicinata nei pressi della base, ad una Ticonderoga in alto mare passando per un Burke Flt. I (tutti con relativi supporti aerei)

Inoltre la difesa poteva contare su unità sottomarine quali SSN Switfure, SSN Seawolf, SSN Los Angeles Fleet I (tutte in AI).

Per non farci mancare nulla, vi erano anche delle mine a parziale blocco dell'accesso centrale (ne aveva 3 di accessi possibili la rada del porto) alla baia

 

La partita ci vedeva schierati nel seguente modo:

- Regia Marina (Viktor III) piazzato a Nord (possibile via di ingresso NORD)

- Iscandar (Akula II) piazzato al centro (possibile via di ingresso CENTRALE)

- Von Faust (Akula II Improved) piazzato a Sud (vedi altri)

 

Dopo meno di 15 minuti iniziano i primi sorvoli dell'elicottero della Perry dalle mie parti con seguente sgancio di siluri i quali però non agganciano il mio Viktor III che casualmente in quel momento non era a velocità folle (mi ero fermato a 2 nodi per ascoltare dei mercantili e prendere i contatti con antenna e esm).

 

A sud e al centro invece si scatena l'inferno, vittima subito di fuoco amico è lo Switfure affondato da un altro alleato, mentre il povero Iscandar è a farne le spese poco dopo.

Dalle parti di Fausto la situazione se vorrà la spiegherà lui, io e lui abbiamo corso il rischio di terminare le contromisure da quante ne abbiamo lanciate.

 

Ad un certo punto mentre evadevo anche io dei lanci provenienti dalla Ticonderoga e stavo sul mio schermo HF vedo un siluro passarmi letteralmente sotto e deviare verso sinistra.

Sono riuscito ad evadere non sò quanti lanci fino a che gli ultimi lanci della Ticonderoga (in fuga da due miei 65-76 in scia) mi colpiscono prima e affondano successivamente.

Subito dopo la Tico va a picco colpita a morte.

 

A quel punto abbiamo interrotto la partita.

 

Allo show truth il risultato era il seguente:

 

Team Betasom: 2 SSN perduti, 1 SSN salvo

Team AI: 1 SSN Autocolpito (Switfure), 1 SSN spiaggiato (Seawolf), 1 Nave Perduta (Ticonderoga), 1 SSN Salvo, 2 Navi Salve

 

Il panorama vedeva ancora la Perry a dominio della rada con il suo elicottero da poco recuperato, il Burke in fuga da un mio 65 e nel mirino di Fausto che probabilmente avrebbe potuto affondarlo successivamente, mentre il Los Angeles era abbastanza lontano ormai da non costituire un problema.

 

Secondo me la partita con una mappa più ampia è perfetta per un Dw Extreme con 2 equipaggi completi (in cooperazione contro l'AI)

Parlo di DW Extreme perchè il numero di contatti, lanci, manovre evasive, mine da evitare serve un occhio fisso al sonar / HF e alle armi e tanta coordinazione che da solo non si riesce ad avere.

 

Grazie Fausto e a Iscandar per la piacevole serata.

 

 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Confermo quanto detto da Regia, aggiungo che il los angeles mi ha colpito con un passivo, mentre tenevo d'occhio i siluri di Fausto che mi sembrava volessero fare una visita.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Personalmente devo dire che per esser stata fatta alla veloce la missione mi è piaciuta moltissimo (dal mio side).

Poco da aggiungere a quanto detto dall'ottimo Regia Marina, dopo un breve tratto tirato sono stato fatto oggetto di un pesante attacco, nonostante la molta ruggine sui sub sono contento per come sono evaso mentre in alcuni casi ammetto che è stata fortuna sfacciata non essere stato colpito.

Di tutti i siluri che comunque mi pingavano e che erano sulle mie tracce comunque sono stati controllati bene.

Quando ho ottenuto la posizione della Burke l'ho attaccata e messa in fuga, era ormai un facile bersaglio. Visto che intorno regnava relativa calma sono partito verso la Naval Base da attaccare dall'accesso a Sud mentre a Nord stava arrivando Regia Marina, peccato però che è stato affondato perché si sarebbe aperta la sfida finale con la Perry, ultimo ostacolo verso la vittoria.

 

L'AI si è dimostrata sempre un osso duro, la tattica di fare una tratta iniziale veloce per poi iniziare la fase di ricerca è troppo rischiosa, appena hanno il sentore della tua presenza ti attaccano in modo massiccio.

 

Grazie ancora ai miei compagni per la bella serata :biggrin:

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
Sign in to follow this  

  • Forum Statistics

    • Total Topics
      44,222
    • Total Posts
      509,255
×